Chiesa di San Filippo Neri

Chiesa S. Filippo Neri Dedicata a s. Filippo Neri, la chiesa prevedeva anche un convento e un oratorio.

Nel 1740 Maria Giovanna di Savoia Nemours affidava i lavori della chiesa a Guarino Guarini, che però quattro anni dopo moriva, lasciando l'opera ad uno stadio iniziale poi probabilmente affidata all'architetto Garoved.
Nel 1703 veniva terminato il bellissimo altar maggiore, di Antonio Bertola, dono del principe di Carignano.

Nel 1712 si resero necessarie opere di consolidamento nonostante le quali, nel 1714, crollava la cupola.
A questo punto venne incaricato Filippo Juvarra, i cui progetti subirono varie modifiche anche per ragioni economiche, e proseguirono tra il 1715 ed il 1730; alla sua partenza per la Spagna nel 1736, i lavori continuarono sotto la direzione del Sacchetti e del Tavigliano, e pur senza essere terminata, nel 1771 la chiesa fu messa a disposizione del culto.

I lavori continuarono e dopo il 1823, sotto la direzione dell'architetto Talucchi, venne terminata la facciata secondo i disegni dello Juvarra, con robuste colonne scanalate sormontate da un timpano.

È questa la più ampia chiesa torinese - misura metri 69 x 37 all'interno - ideata ad una sola navata, che conferisce un grande respiro all'ambiente già preludio di un classicismo che lo Juvarra anticipa attraverso uno spazio scandito e luminoso.
La pavimentazione in legno, uniforme ed omogenea, esalta il ricco altare barocco, fa spiccare la ricchezza delle decorazioni e degli stucchi che modellano ghirlande di derivazione borrominiana e delle testine di putti.

Orario di apertura: feriali 8.00-12.00/17.30-19.00;
festivi 10.00-12.00

Messe feriali: ore 18.30

Messe festive: ore 11.30

Via Maria Vittoria 5 - tel. 011538456

<== ::::::: ==>






Libro degli ospiti

 
TORNA SU