Chiesa di San Domenico

La sua costruzione della Chisa di san Domenico iniziò nel 1227 quando i domenicani si insediano a Torino stabilendosi in prossimità delle mura cittadine, accanto all'antica Porta Palatina. e proseguì nel Trecento con forme lombardesche ogivali, secondo un impianto a quattro navate ad archi e volte; comprendeva un annesso cimitero sull'attuale area di Via Milano, dove aveva sede il Tribunale dell'Inquisizione.

Alla fine del Cinquecento le navate vennero ridotte a tre, nel Sei e Settecento vennero sovrapposte decorazioni e sovrastrutture barocche che occultarono in larga misura gli elementi gotici, in parte ripristinati con gli interventi di Riccardo Brayda e Alfredo D'Andrade (1905-1911).

Sulla semplice facciata di cotto a vista, spicca il timpano gotico inserito tra gli elementi verticali che denunciato l'attacco delle navate.

Risale invece a tempi più recenti l'intervento sul ciclo di affreschi della cosiddetta Cappella della Madonna delle Grazie: una bellissima Annunciazione circondata dai Dodici Apostoli che costituiscono l'unico esempio di pittura murale del XIV secolo a Torino.

Durante l'epoca barocca il vano della cappella fu soppalcato causando ferite e mutilazioni insanabili agli affreschi, la cui conservazione venne seriamente compromessa.

L'intera composizione conobbe notevoli restauri nei primi anni del '900 a cura del pittore Vacchetta, il quale, a causa del cattivo stato in cui versavano gli affreschi, integrò di sua mano vaste zone andate perdute.

Orario di apertura: 7.00-12.00/16.00-18.30

Messe feriali: ore 7.30 - 18.00

Messe festive: ore 10.00 - 18.00

Via San Domenico angolo via Milano - tel. 0115229711

<== ::::::: ==>






LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU