Cattedrale di San Giovanni Battista

Cattedrale di San Giovanni Battista In piazza s. Giovanni, con il Duomo dedicato a s. Giovanni Battista, abbiamo l'unico esempio di architettura rinascimentale a Torino.

Verso la fine del Quattrocento sorgevano nella piazza due basiliche, quella di s. Salvatore e quella di s. Giovanni, e la chiesa di s. Maria de' Dopno.
Per volontà del vescovo di Torino, cardinale della Rover, le tre chiese furono abbattute fra il 1490 e il 1492 e, su progetto dell'architetto Meo del Caprina Settigiano, nel 1491 venne iniziata, con la posa della prima pietra da parte della duchessa Bianca di Savoia, la costruzione del nuovo Duomo, che venne terminato nel 1498. Il 20 settembre 1505 venne consacrato al culto.

Nel secolo XVII l'edificio fu ristrutturato con l'aggiunta della cappella della Sacra Sindone di Guarino Guarini che collega la cattedrale al Palazzo Reale.

L'ingresso della chiesa è a tre navate, ad ampiezza molto differenziata; la centrale misura metri 9,50 e quelle laterali 5,80, divise da colonne a fascio. Sul fondo a destra, attraverso un imponente portale di marmo nero, si accede alla cappella della Sindone.

Sulla sinistra del Duomo spicca il robusto campanile di Sant'Andrea, fatto costruire dal vescovo di Torino intorno al 1470, su schema romanico; alto una sessantina di metri fu interrotto alla cella campanaria, per essere ripreso nel 1722 dallo Juvarra secondo un progetto che prevedeva una cuspide ornata di statue. Ma rimase incompiuto.

Orario di apertura:
dal lunedì al sabato 7.00-12.30/15.00-19.00
domenica 8.00-12.30/15.00-19.00

Messe feriali: 18.00

Messe festive: ore 9.00 - 18.00

Piazza San Giovanni - tel. 011/4361540

<== ::::::: ==>






Libro degli ospiti

 
TORNA SU