Chiesa del Corpus Domini

Chiesa-Basilica del Corpus Domini È il monumento che ricorda il miracolo eucaristico del 6 giugno 1453. Si posero le fondamenta nel 1598 per un voto fatto dal Comune di Torino onde impetrare la liberazione della peste. Fu ultimato nel 1671.

Il disegno è del celebre architetto Ascanio Vittozzi, ritoccato, pare, dal Castellamonte al quale si deve l'artistica facciata in pietra.

Il tempio è in stile barocco, fra i migliori di Torino. L'altar maggiore, tutto in marmi policromi, è sostenuto da quattro robuste colonne corinzie a spirale ornate di bronzi. Il quadro raffigurante il miracolo è opera assai pregiata di Bartolomeo Carovaglia, discepolo del Guercio. Nella volta, tra cornici e dorature, spiccano gli affreschi riproducenti le tre fasi del Miracolo.

A pochi metri dalla balaustra, una cancellata di ferro indica il luogo dov'è avvenuto il Miracolo. La prima cappella di destra è dedicata alla Madonna delle Grazie. A lato, la statua in bronzo del Cottolengo nell'atto di invocare la grande grazia (2 settembre 1827). È opera insigne dello scultore Davide Calandra.

La cappella di sinistra è dedicata a San Carlo e a sa Francesco di Sales. L'organo è uno dei capolavori della ditta Vigezzi -Bozzi. La tribuna, ricca di ornamenti dorati, per la sua bellezza è monumento nazionale.

Il Santuario del SS.Sacramento, che è la Basilica del Corpus Domini, è un segno posto al centro della città che indica come l'Eucaristia sia veramente "pane di vita" cioè "di santità", perché già quattro persone, la cui vita ha avuto un legame con la Chiesa del Miracolo, sono state elevate agli onori degli altari.

Il Beato Sebastiano Valfrè, grande apostolo di Torino: fu il primo Rettore della chiesa (1655-1657).

San Giuseppe Cottolengo, canonico del Corpus Domini: il 2 settembre 1827, dopo aver assistito alla tragica morte di una giovane mamma, pregando davanti al quadro della Madonna delle Grazie, ebbe l'ispirazione di fondare la Piccola Casa della Divina provvidenza.
San Giuseppe Morello, Vescovo di Acqui e fondatore degli Oblati di San Giuseppe: il 26 dicembre 1844 venne battezzato nella chiesa del Corpus Domini.

La Beata Anna Michelotti, fondatrice delle Piccole Serve del Sacro Cuore: la sua opera ebbe una notevole crescita alloggiando (1875-1882) al terzo piano di una vecchia casa situata sulla piazzetta del Corpus Domini e l'allora parrocco del Corpus Domini, il can. Nico, fu per trent'anni superiore ecclesiastico della nascente istituzione.

Orario di apertura: 7.30-11.30/15.00-18.00

Messe feriali: ore 7.30 il giovedì 17.30

Messe festive: ore 10.00

Mese di agosto chiuso al pomeriggio

Piazza Corpus Domini - tel. 011/4366025

<== ::::::: ==>



Libro degli ospiti

 
TORNA SU