Logo Piemonte Sacro

Il tempio valdese di Maniglia

Tempio valdese di Maniglia
Fin dalla prima organizzazione delle chiese valdesi, Maniglia si trovò al centro di una grande parrocchia comprendente, a levante, Chiabrano, a ponente i Valloni di Massello e di Salsa, di fronte il Bessé e infine Pomeifré nel Vallone di Prali.
Nel 1556 il tempio centrale fu costruito al Serre di Maniglia.
La popolazione valdese era così numerosa che ben presto, fin dal 1566, si stabilì un pastore residente a Massello e uno a Rodoretto.
Negli anni dal 1670 al 1672 la chiesa di Maniglia fu retta dal pastore Enrico Arnaud, il futuro animatore del rimpatrio, il quale - essendo anche pastore di Massello - ebbe modo di conoscere bene i luoghi che saranno teatro dell’assedio della Balsiglia (1689-90).
Il nuovo tempio di Maniglia fu inaugurato l’8 settembre 1841.
Finito il periodo dei banchi di famiglia, alle Valli si instauròla consuetudine, perlomeno curiosa, della separazione fra uomini e donne: i primi occupavano i banchi a destra della porta d'entrata, le seconde i banchi a sinistra. Consuetudine che ha fatto testo fino all‘ultimo dopoguerra.
Malgrado la costruzione del nuovo tempio di Baissa, la chiesa di Maniglia aveva già iniziato a perdere una parte dell‘importanza che ha avuto per circa tre secoli come una delle tre grandi parrocchie della Valle. La parabola discendente ha inizio nel 1829, a seguito della decisione di destinare un pastore fisso a Massello.


Dati utili

culto: domenica ore 10.
piazza Umberto I 9 - 10060 Perrero
tel. 0121 808816


Come arrivare

Da Torino a Pinerolo per la A 55 e di qui a Perosa Argentina, lungo la SS 23 del Colle di Sestriere e qui si volge a sinistra per imboccare la Provinciale della val Germanasca che dopo Pomaretto e Chiotti, raggiunge Perrero, centro principale della valle. Superato il paese si percorrono ancora circa 1.5 Km, per deviare poi a destra immediatamente prima di varcare il ponte sul rio Germanasca di Massello (Indicazioni “Maniglia”, “S. Martino”, “Bovile”). Salendo nel bosco di castagni la rotabile lascia a destra la diramazione per deviare a sinistra, dopo circa 2 Km, seguendo l’indicazione “Maniglia”. In circa 2 km di strada stretta, con un tornante, si entra tra le case del paese, raggiungendo tra strettoie la piazzetta-parcheggio (Km 29 da Pinerolo).

©PIEMONTESACRO.IT. Tutti i diritti riservati.
Foto di Gian Vittorio Avondo. Pubblicato il 09.08.2022.

Approfondimento valdesi

Segui piemontesacro.it sui social:

piemontesacro.it su facebook   piemontesacro.it su instagram


Mani in preghiera di Albrecht Dú
Scrivi una preghiera

Aiuta ORA
Sostieni Piemonte Sacro donando ALMENO 2 euro!
Te ne sarò GRATO .



TORNA SU