Santuario Madonna del Buon Consiglio (Borgosesia - Plello)

Variazione del nome: Santa Caterina d'Alessandria

La fondazione del santuario della Madonna del Buon Consiglio di Borgosesia è avvenuta in seguito al dono di una riproduzione dell'immagine della Madonna del Buon Consiglio di Genazzano (Roma) alla parrocchia di Plello.
Un documento curiale datato al 1477, custodito nell'archivio storico diocesano di Novara, attesta l'esistenza dell'edificio che diverrà parrocchiale e poi ufficialmente santuario nel secolo XVIII.
E' attestata l'incolumità miracolosa del sacrestano dopo una caduta dal campanile, nella prima domenica di agosto del 1796.

Oggetto del culto è l'immagine della Madonna del Buon Consiglio donata al padre cappuccino Felice Rosso di Plello dal vescovo di Capua nel secolo XVIII.

Cronologia eventi
- Nel 1740 vengono costruite le cappelle della Via Crucis lungo l'antica area cimiteriale. - Ai primi dell'Ottocento si attua una ristrutturazione e ampliamento del santuario; la tipologia architettonica attuale si presenta con una pianta a navata unica e tre cappelle laterali, coro profondo al posto del precedente ingresso, facciata e portico in corrispondenza dell'abside antica. Permane l'antico campanile con tratti di muratura romanica e la sacrestia seicentesca.

Elementi notevoli nell'edificio del Santuario:
Sec. XVII: vasca battesimale in pietra, statua della Madonna del Santo Rosario in legno dorato e dipinto, statua raffigurante il benefattore G.B. Fini detto Ferro in legno dipinto e gruppo in terracotta policroma della Sacra Famiglia (scuola di Giovanni D'Enrico), provenienti dall'oratorio seicentesco di San Francesco.
1853: affreschi in facciata (Giovanni Velatta di Carega di Cellio).
1855: organo (Giuseppe Natale Cesa di Varallo).
1860: statua lignea dell'Immacolata (Giovanni Longhetti di Varallo).
1940: affreschi interni (Davide Vercellina di Aranco); statua in gesso di santa Caterina.

Festività principale: 25 aprile; prima domenica di agosto
Coincidenza liturgica: San Marco
Accensione di un fuoco la notte della vigilia della prima domenica di agosto. La processione è stata abolita negli anni Ottanta. Già meta delle rogazioni minori (nel secondo giorno).

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU