Santuario Madonna dei Laghi di Avigliana (Valle di Susa)

2285AviglianaMadonnaDeiLaghi
Si trova in una posizione panoramica sulla sponda del lago Grande di Avigliana. Qui un tempo esisteva un pilone, poi inglobato in una cappella per proteggere l’antica icona raffigurante la Madonna nell’atto di allattare il Bambino.

L'immagine di Maria col Bambino, già ritenuta miracolosa dalla popolazione di Avigliana, nel 1360 avrebbe aiutato Bona di Savoia ad avere prole.

Il bianco santuario venne costruito tra il 1622 e il 1642 per volere del duca Carlo Emanuele I di Savoia e fu affidato ai frati Cappuccini che lo ressero fino all’inizio dell’Ottocento, verso la fine di quello stesso secolo venne assegnato ai Salesiani di Don Bosco che lo curano ancora oggi.


Particolari espressioni di fede popolare erano le numerose processioni votive che portavano intere comunità di fedeli dei paesi vicini al santuario dei Laghi; alcune di queste venivano fatte risalire ai voti fatti durante la peste del Seicento, altre invece si riferivano a scampate calamità.

Negli anni Cinquanta le processioni votive erano una quindicina; oggi molte non sono più state fatte e hanno ancora luogo annualmente quelle che giungono dai paesi di Villarbasse, Cumiana, Giaveno e Coazze.

Il santuario ospita alcune importanti opere, donate nel XVII secolo dalla famiglia Savoia: la "Deposizione dalla croce", la "Madonna dei pellegrini" (copia del Caravaggio), "San Michele sconfigge Lucifero", "San Maurizio", "Crocifisso con San Francesco", "Vergine con Bambino fra i santi Francesco e Lorenzo".

Tipologia Architettonica

Chiesa a pianta ellittica e a croce latina, voltata e con cupola ottagonale. All'interno sono presenti otto arcate in cui si aprono altrettante cappelle con relativi altari. L'edificio è preceduto da un ampio atrio realizzato nel XVII secolo.

Santuario Laghi Avigliana MadonnadeiLaghi2 MadonnadeiLaghi MadonnadeiLaghi4

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU