Santuario Madonna della Crocetta (Vespolate)

Variazioni del nome: Santuario della Crocetta

Il santuario sorge fuori dall'abitato, vicino al cimitero.

Leggenda di fondazione:
Si racconta che nella prima metà del secolo XVII davanti l'immagine della Madonna, dipinta su una cappella campestre del XVI secolo, si fosse fermato in preghiera un generale spagnolo che aveva perso la vista in combattimento; davanti alla sacra immagine il soldato riacquistò la vista.
Nel 1650 al posto della cappella risalente al 1543, fu eretta una nuova chiesa orientata a est, a croce greca e con una sola navata.
Nel 1913-14 il santuario fu ampliato; nel 1925 fu eretto il campanile che lo affianca; nel 1930, su progetto dell'architetto genovese Angelo Crippa, venne abbattuta la volta del presbiterio, elevata la cupola, allungati i due muri maestri verso nord e sopraelevati in modo da poter sorreggere una nuova volta; nel 1933 venne aggiunto il braccio della chiesa verso il cimitero e rifatte le due facciate laterali rendendole uguali; nel 1950 (8 settembre) avvenne l'incoronazione dell'immagine sacra.

Oggetti del culto:
Dipinto della Madonna dell'Umiltà con il Bambino in braccio posto sull'altare maggiore.

Elementi notevoli nell'edificio del Santuario:
- Pulpito con figure dei quattro evangelisti. - Al centro della balaustra, inserita nel cancelletto in ferro, vi è la raffigurazione dell'evento miracoloso. La stessa scena è riproposta a mosaico anche nella lunetta, sopra il portale d'ingresso sulle pareti. - Lungo le pareti dipinti con episodi della vita di Gesù di Pietro della Cesta.

Festività principale: 8 settembre
Coincidenza liturgica: Natività di Maria Vergine

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







Libro degli ospiti

 
TORNA SU