Santuario San Dolcido (in San Giovanni Battista) (Caraglio)

Il santuario corrisponde alla seconda cappella a destra della chiesa di San Giovanni Battista di Caraglio che sorge nella parte alta del paese.

Il piccolo santuario venne costruito ex novo sul finire del Settecento, riadattando la cappella della confraternita del Suffragio di Caraglio, quando pervennero, il 15 gennaio 1795, le reliquie di san Dolcido martire (prelevate dalle catacombe romane).

Le reliquie furono donate dalla famiglia dei conti Serale di Monticello, che le possedeva e che le conservava nella cappella privata del proprio palazzo di Centallo.

Oggetto del culto
Si tratta di una statua in cera ornata di vesti di seta da soldato, allungata in posa dormiente, in cui sono inserite le reliquie del martire, l’osso del cranio, un braccio e un’ampolla con sangue raggrumato. L’urna contenente le reliquie di san Dolcido, si trova a fare da base all’altare del Suffragio, e, secondo il libro dei conti della Compagnia del Suffragio, venne costruita dallo scultore Colombo in legno dorato e vetro, in occasione dell’arrivo delle reliquie stesse nel 1795, per una spesa di 220 lire; inoltre, per coprire la statua in cera, venne dipinto un paliotto su legno che recasse la stessa immagine di san Dolcido allungato nell’urna, con abbigliamento da soldato rispondente alla statua; del lavoro fu incaricato il pittore Bianco di Caraglio o di Dronero.

Santuario in disuso

Rituali
La festa del santuario venne fissata per la prima domenica di agosto; nel 1806 fu spostata alla prima domenica di settembre; oltre alla messa celebrata in onore di san Dolcido si teneva una processione con l’urna del martire per le vie del paese. Per motivi di sicurezza e per non deteriorare troppo l’urna, si deliberò poi di portare in processione la reliquia solamente ogni cinque anni.

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU