Santuario Madonna delle Grazie - Tavoletto, Sommariva Perno

Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire
Il santuario, in disuso, è stato chiuso nel 1962. Nasce come cappella campestre alla metà del XIV secolo e la sua nascita è legata alla miracolosa comparsa di una fontana d'olio.

La più antica attestazione del santuario, come piccola cappella votiva, risale al 1345.

Sin dalle origini il santuario era dedicato a Santa Maria. Ancora nel 1597, in occasione della visita di monsignor Aiazza, il santuario viene citato con questa dedicazione. Solo a partire dal 1620 scompare la dedicazione di santa Maria, sostituita da quella di Madonna delle Grazie.

Leggenda di fondazione
Il santuario conservava all'interno una lapide con la scritta "Ex hoc quondam ferebat oleum ac furto periit". La narrazione si riferisce a una miracolosa sorgente di olio, scaturita da un sasso per intervento della Madonna. La fonte si sarebbe però esaurita nel giorno stesso in cui alcuni uomini iniziarono a farne oggetto di lucro.

Tipologia Architettonica
Edificio a una navata, con semplice facciata preceduta da porticato. Gli altari laterali sono dedicati alla Madonna Addolorata e a san Vincenzo Ferrer. Annesso alla chiesa è un edificio del XVII secolo, ristrutturato a fine Ottocento. Oggi il santuario, chiuso dal 1962, versa in grave stato di degrado, anche a causa di numerosi atti vandalici.

Altre notizie sulla struttura
Verso il 1490 il pittore Marino Spanzoti dipinse una "Pietà", conservata per secoli nel santuario e oggi custodito presso la vicina chiesa di Valle Rossi.

La Pietà di Gian Martino Spanzotti

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU