Santuario Madonna della Consolata (Demonte)

Il santuario sorge in uno spiazzo isolato fra i boschi, nei pressi di una strada sterrata che sale dalla frazione di Festiona.

La costruzione della cappella (tra l'anno 1831 e l'anno 1833) è ricordata da una iscrizione riportata sulla facciata della chiesa. Si ricorda il provvido intervento di un benefattore locale, Pietro Antonio Dovero, che finanziò gran parte delle opere e a lui il vescovo di Cuneo affidò in perpetuo il rettorato della cappella. La chiesa venne poi ristrutturata nel 1939.

Tipologia Architettonica
Semplice cappella ad aula, dotata di altare in pietra e di coro semicircolare e con portico antistante.

Elementi notevoli nell'edificio del Santuario:
Oltre alla statua della Madonna, si segnala un'interessante icona dell'altare maggiore coeva alla statua, rappresentante la Madonna Consolata tra santa Lucia, sant'Apollonia e san Giuliano, inserita in una cornice con decorazioni vegetali.

Oggetto del culto
Scultura lignea dipinta che rappresenta la Madonna col Bambino in braccio, entrambi coronati. La statua risale alla prima metà dell'Ottocento.

Festività principale: 20 giugno; 15 agosto
Coincidenza liturgica: Beata Vergine Consolata; Assunzione di Maria Vergine

Note sulla liturgia:
Attualmente si celebra la messa solenne solamente il 15 agosto (Assunzione). Nell'Ottocento la festa cadeva il 20 giugno e si festeggiava anche la domenica precedente tale data.

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







Libro degli ospiti

 
TORNA SU