Santuario Beata Vergine Assunta (Castelletto Uzzone)

Il santuario sorse nel corso del XVII secolo, da un ampio rimaneggiamento di una struttura preesistente. L'esistenza di un edificio sacro sul luogo è assai più antica e risale alla pieve di Santa Maria de Guadesca.
Nell'altare è murata una pietra con la scritta "pietra donde scaturiva olio anticamente".

Leggenda di fondazione
Una pietra, oggi murata nell'altare, faceva sgorgare miracolosamente olio capace di guarire gli ammalati. Un giorno una donna profanò la pietra facendola baciare da un maiale ammalato. Da quel momento la goccia si seccò e la zona venne chiamata "Gutta sicca".

Tipologia Architettonica
La costruzione conserva elementi romanici, fra cui l'abside quadrata. La facciata, intonacata, presenta un timpano con grande fregio centrale. Il portale è circondata da quattro lesene per parte. L'interno barocco, a tre navate, è arricchito da eleganti stucchi. Campanile con cupola a cipolla.

Oggetto del culto
Statua in alabastro della Madonna, l'opera è di epoca moderna, ma non è datata con precisione.

Festività principale: 15 agosto
Coincidenza liturgica: Assunzione di Maria Vergine

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU