Santuario Madonna del Cavallero (Coggiola)

Santuario cavallero
Il santuario si trova in una zona solitaria e alpestre, alla confluenza del rio Cavallero e del rio Sestera. Fu edificato tra l'anno 1678 e l'anno 1698

Alla fine del Seicento era già stata edificata una chiesa a croce latina sormontata da cupola e da un piccolo campanile, ricca di stucchi e decorata di tre altari. Nel 1728 vennero realizzati lavori di ampliamento: accanto al santuario venne realizzato un ospizio per i pellegrini e una serie di cinque cappelle con statue in terracotta rappresentanti i misteri gaudiosi.
All'interno si conservano affreschi di Pietro Lace di Andorno (fine del seolo XVII).
Il santuario presenta una facciata barocca aperta da un porticato su colonnine binate e pilastri.

Leggenda di fondazione:
Il santuario nasce da un prodigio occorso a una sordomuta (Antonia Angelillo) guarita dopo l'apparizione della Madonna. A ricordo del miracolo, gli uomini di Coggiola fecero edificare una chiesa.

Oggetti del culto:
La statua di legno della Madonna col Bambino, posta sull'altare maggiore, risale al XVIII secolo.

Festività principale: Prima domenica di agosto
Coincidenza liturgica: Madonna della Neve

Sant cavallero affresco

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







Libro degli ospiti

 
TORNA SU