Santuario Madonna del Carmine (Incisa Scapaccino)

Chiesa del Carmine2
L'edificio compare in alcuni documenti con la variante dell'intitolazione a "S. M. Assunta in Cielo" o all'Annunziata.

Una bolla del 16 marzo 1413 concede a frate Emanuele d'Incisa di fondare un convento nel suo paese d'origine, e probabilmente in tale occasione fu costruita anche la chiesa.
L'edificio, costruito verosimilmente tra il 1400 e il 1413, fu ampliato in anni successivi (entro il 1487) e consacrato dal vescovo di Betlemme Cristoforo, come ricordava un tempo un'iscrizione posta all'interno della chiesa.
Accanto alla chiesa sorgono il convento, il chiostro e il cimitero.
Tra il XVII e il XVIII secolo il santuario fu ingrandito e arricchito di decorazioni in stile barocco.
La facciata attuale si deve a lavori di restauro condotti dalla Soprintendenza del Piemonte a partire dal 1964.

Altri elementi notevoli nell'edificio del Santuario:
- L'edificio è decorato da pregevoli pitture murali risalenti a diverse campagne decorative quattro e cinquecentesche.
- Polittico tardo gotico, opera di scuola ligure.
- Crocifisso ligneo, opera del XV secolo.

Oggetto del culto:
Statua lignea della Madonna col Bambino sormontata da una corona. La statua è stata restaurata nel 2003.

Festività principale: 16 luglio
Coincidenza liturgica: Beata Vergine del Carmelo

Chiesa del carmine3

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







Libro degli ospiti

 
TORNA SU