Santuario della Madonna della Rocchetta (Lerma)

Chiesa 07-2010 - panoramio
Variazioni del nome: Madonna delle Grazie

La chiesa originaria subì primi interventi di ampliamento nel 1492, data riportata da una lapide.
La Soprintendenza per i beni artistici e storici del Piemonte redasse negli anni Settanta del Novecento sei schede di dipinti antichi e di pregio contenuti nella chiesa. La tradizione tramanda che il dipinto antico donato dalla famiglia Spinola sarebbe stato oggetto di un voto: Agostino Spinola e consorte avrebbero deciso nel 1619 di donare al santuario il più bel quadro conservato nel loro castello se fosse nato un erede della loro famiglia. La donazione del dipinto e l'elargizione di notevoli somme in denaro per il restauro dell'edificio sarebbero avvenute dunque in seguito alla nascita di due gemelli.
Nel 1860 furono aggiunte due cappelle di grandi dimensioni.
Sulla strada che porta alla chiesa si trovano quattordici stazioni della Via Crucis "fuse in ghisa e racchiuse in graziose edicole di pietra".

Oggetto del culto:
L'immagine della Madonna con Gesù bambino sembrerebbe, per analisi stilistica, vicina agli esiti della cultura figurativa ligure trecentesca.

Il Santuario è in disuso

Lerma-santuario ns delle rocchette-campanile Lerma1 Lerma-santuario ns delle rocchette-pozzo

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







Libro degli ospiti

 
TORNA SU