Santuario Basilica Madonna della Guardia (Tortona)

Madonna guardia 08 054
Via Don Sparpaglione 15
15057 Tortona (AL)
tel: 0131 863492

Santuario della Madonna della Guardia: questa denominazione è dovuta al fatto che nel santuario si conserva un gruppo scultoreo della Madonna, copia di quello custodito nel santuario della Madonna della Guardia di Genova.
Il santuario sorge nella zona a sud della città, nel borgo di San Bernardino, in prossimità di un più antico santuario, dedicato alla Madonna davanti al quale nel 1418 predicò San Bernardino da Siena.
Il Santuario è stato costruito nel 1931, per volontà di Don Orione.
Don Orione, nel 1893, fondò il suo primo collegio per ragazzi e durante la I Guerra Mondiale fece voto di costruire un grande santuario mariano. Il Santuario è stato solennemente consacrato il 24 agosto 1931 ed il 1° ottobre 1991 il Papa Giovanni Paolo II ne ha decretato il titolo di Basilica.
Oggetti del culto:
1) Resti mortali del corpo di don Orione, fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza, deceduto nel 1940, perfettamente conservati ed esposti in basilica a partire dal 1980.
2) Statua della Madonna. La sera del 28 agosto 1953, il card. Angelo Roncalli è presente col metropolita di Genova card. Giuseppe Siri per la benedizione della grande statua posta sul sagrato del santuario e il 28 agosto 1959 Giovanni XXIII illumina, per impulso radio, la statua collocata il giorno precedente al vertice della torre campanaria.
3) Gruppo scultoreo, copia di quello presente nel santuario genovese della Madonna della Guardia, raffigurante l'apparizione della Vergine Santissima al pio pastore Benedetto Pareto avvenuta sul monte Figogna, o della Guardia, presso Genova, il 29 agosto 1490. E' scolpito in pino cembro della val Gardena (Bolzano). L'opera, alta m. 2.90 e pesante 6 quintali, venne fatta collocare all'interno del santuario da don Orione il 25 agosto 1932.
4) Immagine della Madonna delle Grazie col Bambino; l'affresco, trasportato nell'attuale santuario, era già presente nell'antica chiesa altomedievale vicina al santuario; tuttavia non si conosce l'esatta ubicazione dell'affresco nell'edificio liturgico medievale; l'affresco si conservò anche quando la chiesa venne dedicata a San Bernardino (1607-1611) e si trovava nel braccio destro del transetto, sul lato est.

San Domenico Guzman

Fonte: http://www.santuaricristiani.iccd.beniculturali.it







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU