Logo Piemonte Sacro

Perché ebrei e islamici non mangiano carne di maiale?

Divisi da mille motivi politici, ebrei ed islamici sono però accomunati da un’identica consuetudine alimentare: a entrambi è vietato, dalle rispettive religioni, cibarsi di carne di maiale. Così prescrivono la Bibbia e il Corano.
Nel Levitico, uno dei libri dell’Antico Testamento, si dividono gli animali in mondi e immondi. Quelli mondi ruminano: i maiali non ruminano e quindi sono immondi e non commestibili. Tra l’altro immondi sono anche “gli uccelli che non volano” e i “pesci che non nuotano”, ossia i molluschi. Per il Corano sono off-limits anche gli animali carnivori, gli uccelli che afferrano la preda con gli artigli e l’asino. Se a prima vista questi divieti possono apparire insensati, gli antropologi hanno trovato una spiegazione: i maiali, a differenza dei ruminanti, tendono a mangiare le stesse verdure dell’uomo egli ebrei nomadi non potevano permettersi di allevare animali in competizione con loro per il cibo. Inoltre i maiali hanno bisogno di molta acqua se non riescono a rotolarsi, come amano fare, nel fango.
Gli ebrei vivendo in praterie aride avevano poche possibilità di soddisfare il bisogno di acqua dei maiali. Anche gli islamici vivevano in ambiente molto sime a quello degli ebrei, per cui entrambe le religioni avevano validi motivi economici per imporre questi divieti e nello stesso tempo caratterizzare i loto adepti come diversi dai seguaci delle altre religioni.

Leggi gli altri perché

Fonte Specchio La Stampa: I perchè del 2004

Segui piemontesacro.it sui social:

piemontesacro.it su facebook   piemontesacro.it su instagram


Mani in preghiera di Albrecht Dú
Scrivi una preghiera

Aiuta ORA
Sostieni Piemonte Sacro donando ALMENO 2 euro!
Te ne sarò GRATO .



TORNA SU