Logo Piemonte Sacro

Merluzzo al latte

Il Venerdì Santo rappresentava un giorno di precetto, in cui anticamente era d’obbligo il digiuno, destinato a diventare, in tempi più recenti, un regime alimentare assai povero, in cui erano sostanzialmente bandite le carni ed i cibi più elaborati. Per quanto il pesce non sia tipico della tradizione gastronomica piemontese, in quel giorno però diventava protagonista e soprattutto un tipo di pesce assai conosciuto ed utilizzato nelle campagne, il merluzzo conservato, che veniva venduto da mercanti ambulanti che passavano di cascina in cascina con il loro carretto (Carùs)
acciugai con carus
e che era considerato (diversamente da oggi) un cibo assai povero.
Nelle campagne piemontesi veniva abitualmente cucinato con il latte ed abbinato alla polenta.
merluzzo al latte
Ricetta: Merluzzo al latte: una striscia di merluzzo salato, una grossa cipolla, un bicchiere di latte, olio, farina.
Porre in ammollo il merluzzo (baccalà) e cambiare l’acqua più volte per dissalarlo. Tagliarlo in piccoli pezzi ed infarinarli.
Preparare un soffritto di olio e cipolla tagliata finemente.
A cipolla imbiondita rosolare i pezzi di baccalà dalle due parti e aggiungere il bicchiere di latte. Far consumare il latte in modo che rimanga un po’ di sugo.

©PIEMONTESACRO.IT. Tutti i diritti riservati.
Testo e foto di Gian Vittorio Avondo. Pubblicato il 29.07.2022



Segui piemontesacro.it sui social:

piemontesacro.it su facebook   piemontesacro.it su instagram


Mani in preghiera di Albrecht Dú
Scrivi una preghiera

Aiuta ORA
Sostieni Piemonte Sacro donando ALMENO 2 euro!

Te ne sarò GRATO .

Con la donazione ricevi il pdf con l’appronfodimento sugli
Ex voto in Piemonte!



TORNA SU