Tempio di Torre Pellice

Tempio di Torre Pellice
Torre Pellice oggi è considerata la capitale dei protestanti valdesi, ma durante i secoli bui delle persecuzioni il suo territorio si trovava all’esterno del territorio dove la professione valdese veniva tollerata e per secoli non poté avere un tempio vicino al centro abitato; fino alla metà dell’Ottocento i valdesi di Torre utilizzarono il tempio dei Coppieri per celebrare le funzioni religiose.
Con la concessione delle Lettere patenti del 1848 iniziò la costruzione di nuovi templi anche al di fuori dal “ghetto”. Fu per iniziativa del generale Charles Beckwith che nel 1850 venne iniziata l’edificazione del nuovo tempio di Torre Pellice che venne inaugurato il 17 giugno del 1852 con la celebrazione di due culti: uno in francese e uno in italiano. Negli anni che seguirono il tempio venne dotato prima di un vecchio organo e poi di un armonium, ma solo nel 1921 venne installato l’attuale grande organo costruito dalla ditta Berutti di Torino. L’illuminazione fu garantita fin dal 1877 da un impianto a gas che rimase in funzione fino al 1925 quando venne sostituito da un più moderno impianto elettrico. Nel 1927 uno dei due campanili fu anche dotato di una campana.
Oggi il tempio si trova al centro di quello che viene definito il “quartiere valdese” dove sorgono gli edifici che accolgono il Centro Culturale Valdese, il Liceo Valdese e la Casa Valdese dove ogni anno ha luogo il Sinodo; nel tempio si tiene il culto di apertura del Sinodo con la consacrazione dei nuovi pastori.

Chiesa valdese
Via Beckwith 4, 10066 - Torre Pellice
Tel. 0121.91305 - 0121.953392

Testo e foto di Enrico Bertone. Scritto il 02.05.2014







LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti



Libro degli ospiti

 
TORNA SU