Salute e benessere - Argento Colloidale



l’argento colloidale è un colloide consistente in particelle d’argento sospese in un liquido. l’argento colloidale e le formulazioni contenenti sali di argento sono stati impiegati dai medici all’inizio del XX secolo, ma il loro utilizzo è stato in gran parte interrotto dal 1940, a seguito dello sviluppo di antibiotici più efficienti.
A partire dal 1990, l’argento colloidale è stato nuovamente venduto come medicina alternativa. I prodotti a base di argento colloidale rimangono disponibili in molti paesi come integratori alimentari e rimedi omeopatici, sebbene non sia nota un eventuale efficacia nel trattamento di alcuna malattia e comportino il rischio di alterazioni estetiche collaterali e permanenti, come l’argiria, più una serie di implicazioni, come reazioni allergiche e interazioni con altri medicinali[8][9]. Altre particolari soluzioni con ioni di argento (come ad esempio l’argento citrato complessato) sono d’altra parte senza prova scientifica circa la efficacia e la non dannosità; in uno studio commissionato dall’Unione europea il punto maggiormente critico dei composti a base d’argento come l’argento citrato è legato alla possibilità che abbia effetti negativi a lungo termine come appunto l’argiria.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Utilizzi_medici_dell%27argento




 
TORNA SU