Liquori e grappe



La grappa

è un'acquavite di vinaccia ricavata da uve prodotte e vinificate esclusivamente in Italia, distillata in Italia.
Vi sono tre principali tipologie di vinacce con cui distillare la grappa:
Vinacce fermentate ottenute dalla svinatura di vini rossi.
Vinacce semi-vergini, ottenute nella vinificazione in rosato; medesimo risultato si ottiene dalle vinacce di vini dolci;
Vinacce vergini, ottenute dalla "sgrondatura" nella vinificazione in bianco per ottenere vini bianchi. In questo caso, le vinacce non hanno subito alcuna fermentazione significativa.
Le vinacce vergini o semivergini devono essere obbligatoriamente fermentate prima di dare avvio alla distillazione in quanto la grappa si ottiene unicamente da vinacce fermentate.
Grappe di qualità elevata richiedono che si separino, prima della distillazione, i vinaccioli. A maggior ragione, è molto raro che una distilleria lasci, anche parzialmente, i raspi insieme alle vinacce.
Non bisogna confondere la grappa, che è un distillato di vinacce fermentate, con l’acquavite d’uva, che è un distillato di mosto. Allo stesso modo, la grappa non è un distillato di vino (Brandy se invecchiato in legno e cognac o armagnac se francese). Quindi distillato di vinacce, distillato di mosto (d’uva) e distillato di vino sono tre bevande alcoliche diverse.
Per legge comunitaria (reg. CE 110/2008-all. III) il termine "grappa" è un'indicazione geografica protetta (art. 16) del solo stato membro Italia (cioè non è un termine generico ma è una denominazione tutelata): ne discende che nessun altro paese può usare questa designazione.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Grappa

Il liquore

è una soluzione composta da alcol, zucchero e acqua, preparata a caldo o a freddo, aromatizzata con estratti di origine vegetali.
I liquori si distinguono nelle seguenti classi in base alla tecnica di preparazione:
  • Infusioni: si tratta di macerati delle sostanze vegetali aromatiche che rilasciano i loro principi nell’alcol.
  • Distillati: si preparano per distillazione del macerato alcolico, se ne ottengono spiriti chiari.
  • Preparati con essenze: l’olio essenziale concentrato viene solubilizzato in alcol.
Di seguito è presente una classificazione secondo le sostanze impiegate
  • Naturali o semplici (es. anice, ciliegia, limone).
  • Di fantasia o composti (ricette originali, spesso formate da molti ingredienti).
  • Creme (viscose, a base fortemente zuccherina).
Dal punto di vista tecnico-legale il liquore fa parte delle cosiddette bevande spiritose ovvero "bevande alcoliche destinate al consumo umano". Per definizione, hanno caratteristiche organolettiche particolari e un titolo alcolometrico minimo di 15% vol.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Liquore

 
TORNA SU