Articoli religiosi

Varie - Santi E Patroni



Titolo: "Immaginetta plastificata con preghiera "Santissima Trinità" - dimensioni 6x10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400298765
Prezzo: € .76

Descrizione:Card plastificata dalle linee classiche raffigurante la Santissima Trinità. Il materiale la rende resistente all'usura.

Sul retro è possibile leggere la seguente preghiera:

Satnissima Trinità,
Padre, Figlio e Spirito Santo,
io ti offro il Preziosissimo Corpo,
Sangue, Anima e Divinità
di nostro Signore Gesù Cristo,
presente in tutti i tabernacoli del mondo,
in riparazione degli oltraggi che ti offendono.
Per i meriti infiniti del Suo Cuore Santissimo
e per l'intercessione del Cuore Immacolato di Maria,
ti prego di concedermi la sincera conversione del cuore.

La raffigurazione ripropone fedelmente l'icona di Andrej Rublëv, realizzata in un periodo non meglio definito tra il 1411 e il 1430.
L'opera - definita "icona delle icone" - ad oggi è conservata nella Galleria statale di Tret'jakov, a Mosca.
Fu dipinta nel monastero Andronikov in memoria di san Sergio di Radonez, che la considerava simbolo di pace e concordia.
È un capolavoro di bellezza ineguagliabile, ricco di simboli e rimandi teologici, uno su tutti quello della Trinità, concetto che le correnti eretiche in voga fino al 1600 non riconoscevano come dogma. Rublev riprende l'episodio biblico dell'ospitalità di Abramo, in cui la Trinità gli fa visita e gli promette una discendenza [Genesi 18,1-3]. Per questo motivo la Chiesa orientale chiama questa icona "philoxenia", ovvero "ospitalità". Diverse sono le attribuzioni ai soggetti raffigurati, ma lo scopo dell’icona è di rappresentare l’unità spirituale della triade, che si tratti di tre angeli o di Dio Padre, di Gesù e dello Spirito Santo.
Nonostante l’uso della prospettiva, lo spazio risulta poco profondo e quasi bidimensionale, inoltre i protagonisti risultano tutti della stessa grandezza e sono disposti a formare un cerchio. I loro volti sono giovanili e non presentano i tratti somatici tipici dell'uno o dell'altro sesso: in Dio, Uno e Trino, maschio e femmina sono tutt'uno.
Sullo sfondo sono raffigurate la tenda di Abramo, la quercia presso Mamre e la montagna. L'armonia e la comunione d'intenti è visibile anche nella somiglianza di atteggiamento e modo di vestire dei tre protagonisti.
Il piatto di vitello offerto da Abramo al centro del tavolo rappresenta il banchetto eucaristico: il vassoio-calice indica il sacrificio di Cristo.
Il bastone del pellegrino in mano ai personaggi simboleggia la missione salvifica di Dio per mezzo di Cristo e dello Spirito Santo nei confronti dell'umanità. L'espressione triste e mesta di Cristo indica la consapevolezza del proprio sacrificio Importante l’uso dei colori, ben equilibrati fra loro: il rosa-oro ricorda il manto imperiale, l’oro rappresenta la luce divina, il rosso il sacrificio di Cristo, il verde la vita creata da attribuirsi allo Spirito Santo e il blu la trascendenza, l’eternità  e la verità divine.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.




VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta "Madonna di Lourdes con rose" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016818
Prezzo: € 116.00

Descrizione:

Statua in legno di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Lourdes.
La Vergine è scalza e poggia i piedi su una roccia in cui è incisa la scritta "Lourdes". Ad ornare i piedi e la parte bassa della veste ci sono delle rose rosse. La tunica bianca è cinta in vita da una fusciacca azzurra. La stesura del colore restituisce con grande realismo l'immagine delle pieghe della stoffa. Sia la tunica che il velo con cui è coperto il capo sono bordati in oro, e sul braccio destro la Madonna reca il rosario, anch'esso color oro e bianco. Le mani giunte in preghiera e il volto sereno fanno di questa statua una bellissima rappresentazione della Madonna di Lourdes.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Madonna di Lourdes" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016825
Prezzo: € 119.00

Descrizione:

Raffinata statua in legno di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Lourdes. La Vergine è scalza e poggia i piedi su una roccia in cui è incisa la scritta "Lourdes". La stesura del colore e le increspature date dalla scultura rendono questa roccia estremamente realistica. Sul bordo inferiore della tunica bianca, cinta in vita da una fusciacca azzurra, ci sono due rose finemente realizzare. La tunica è bordata in oro, e dal velo che ricopre la testa, anch'esso bordato in oro, emergono i capelli della Vergine ad incorniciarle il volto. Sul braccio destro è presente il rosario, così come nella raffigurazione classica. La sapiente stesura del colore restituisce alla statua un grande realismo, visibile soprattutto nelle pieghe della stoffa del vestito, donando alla Vergine un'aspetto regale ma delicato.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno "Madonna di Lourdes con corona e manto blu" - altezza 24 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016832
Prezzo: € 144.00

Descrizione:

Statua in legno di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Lourdes. La Vergine è scalza e poggia i piedi su una roccia in cui è incisa la scritta "Lourdes". Ad ornare la parte bassa della veste ci sono due rose rosse. La tunica bianca è cinta in vita da una fusciacca azzurra. La stesura del colore restituisce con grande realismo l'immagine delle pieghe della stoffa. Sia la tunica che il velo con cui è coperto il capo sono bordati in oro, e sul braccio destro la Madonna reca il rosario, color oro e argento. La particolarità di questa statua consiste nel velo dipinto di blu, a richiamare la natura celeste e sacra della Madonna. Il capo è sormontato da una corona, simbolo di regalità, realizzata con dovizia di particolari. Le mani giunte in preghiera e il volto sereno fanno di questa statua una bellissima rappresentazione della Madonna di Lourdes.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno "Madonna di Lourdes con corona" - altezza 24 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016849
Prezzo: € 144.00

Descrizione:

Statua in legno di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Lourdes. La Vergine è scalza e poggia i piedi su una roccia in cui è incisa la scritta "Lourdes". Ad ornare la parte bassa della veste ci sono due rose rosse. La tunica bianca è cinta in vita da una fusciacca azzurra. La stesura del colore restituisce con grande realismo l'immagine delle pieghe della stoffa. Sia la tunica che il velo con cui è coperto il capo, entrambi candidi e di colore bianco, sono bordati in oro, e sul braccio destro è presente il rosario, color oro e argento. Il capo è sormontato da una corona, simbolo di regalità, realizzata in modo particolareggiato. Le mani giunte in preghiera e il volto sereno fanno di questa statua una bellissima rappresentazione della Madonna di Lourdes.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno "Madonna di Lourdes con corona e Bernadette" - altezza 24 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016856
Prezzo: € 185.00

Descrizione:

Raffinata statua in legno di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Lourdes e Bernadette Soubirous. La Vergine è rappresentata secondo l'iconografia classica, derivante dai racconti della giovane pastorella alla quale apparve. Il capo della Madonna è sormontato da una corona, simbolo di regalità Ai suoi piedi, una giovane Bernadette è raffigurata inginocchiata in segno di adorazione, porgendo all'Immacolata una candela, con riferimento all'episodio avvenuto durante la diciassettesima apparizione. Anche Bernadette reca con sé il rosario, mentre la sua mano sinistra è portata al petto.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno "Madonna di Lourdes" stilizzata - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016863
Prezzo: € 151.00

Descrizione:

Originale ed elegante statua di medie dimensioni, completamente realizzata in legno e dipinta a mano nei dettagli che la compongono. La sagoma, sinuosa, richiama quella della Madonna di Lourdes, con il suo velo bianco bordato d'oro a cingerle il capo, e le rose fiorite ai suoi piedi. I colori delicati, sulle tinte pastello, che caratterizzano l'intera figura, sono ravvivati dalla bordatura dorata e dal particolare rosso dei fiori alla base.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Madonna di Fatima con corona" - altezza 27 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016870
Prezzo: € 161.00

Descrizione:

Raffinata ed elegante statua di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Fatima. I piedi scalzi della Vergine poggiano su una nuvoletta che, a sua volta, è adagiata su una base che reca la scritta in colore oro "Fatima". La veste e il velo della Madonna sono bianchi, bordati d'oro. Il velo, che scende fino ai piedi, è impreziosito da ricami dorati che donano luminosità e regalità al drappeggio. Il rosario al collo della Vergine e una unica stella posta in fondo alla veste completano i simboli attribuiti alla Madonna di Fatima dall'iconografia classica. Sormonta il capo una corona, rappresentata con dovizia di particolari. Le mani giunte in preghiera e lo sguardo rivolto con tenerezza verso l'osservatore rendono questa statua ancora più bella e realistica.

Nostra Signora di Fatima è uno degli appellativi con cui la Chiesa cattolica venera Maria in seguito alle apparizioni iniziate il 13 maggio 1917 che ebbero come protagonisti tre pastorelli portoghesi, Lucia dos Santos, Jacinta Marto e Francisco Marto. Nel 1930 la Chiesa cattolica proclamò il carattere soprannaturale delle apparizioni e ne autorizzò il culto.
Soltanto nel 2000 la Chiesa ha autorizzato la diffusione del terzo ed ultimo segreto di Fatima, un messaggio rivelato dalla Madonna ai bambini durante le apparizioni. Secondo la dottrina cattolica i segreti appartengono alle rivelazioni private e fanno parte di un unico messaggio diviso in tre momenti differenti.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta "Nostra Signora di Fatima con pastorelli" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016894
Prezzo: € 141.00

Descrizione:

Graziosa statua di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Fatima con i tre pastorelli, Francisco, Jacinta e Lucia, in adorazione.
La composizione di figure poggia su una base di forma ottagonale color legno. La Vergine è raffigurata secondo l'iconografia classica, con la veste ed il velo bianchi bordati d'oro e una greca ad impreziosire quest'ultimo. Completano la sua rappresentazione il rosario al collo e le mani giunte in preghiera. I tre pastorelli sono inginocchiati ai suoi piedi e i loro sguardi sono rivolti alla Madonna in segno di adorazione.

Nostra Signora di Fatima è uno degli appellativi con cui la Chiesa cattolica venera Maria in seguito alle apparizioni iniziate il 13 maggio 1917 che ebbero come protagonisti tre pastorelli portoghesi, Lucia dos Santos, Jacinta Marto e Francisco Marto. Nel 1930 la Chiesa cattolica proclamò il carattere soprannaturale delle apparizioni e ne autorizzò il culto.
Soltanto nel 2000 la Chiesa ha autorizzato la diffusione del terzo ed ultimo segreto di Fatima, un messaggio rivelato dalla Madonna ai bambini durante le apparizioni. Secondo la dottrina cattolica i segreti appartengono alle rivelazioni private e fanno parte di un unico messaggio diviso in tre momenti differenti.

L'immagine della Madonna di Fatima che oggi conosciamo è quella che è stata realizzata da José Ferreira Thedim nel 1920 seguendo le indicazioni di suor Lucia testimone, insieme a due fratelli Jacinta e Francisco Marto, delle apparizioni della Vergine a partire dal 1917.
La Madonna è sospesa a piedi scalzi su una nuvola e una preziosa veste bianca bordata da una greca dorata le cinge il capo ed il corpo. Un rosario è appeso al braccio destro e le mani sono giunte in preghiera. Una corona di dodici stelle le cinge il capo circonfuso da un nimbo di luce bianca.
Ai suoi piedi alcune rose in fiore sembrano tornare in vita grazie alla sua presenza. I tre ragazzini sono di fronte a Maria e pregano, in un paesaggio bucolico in cui la luce emanata dalla Madonna ha fatto diradare le nuvole.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Madonna di Medjugorjie" - altezza 20 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599016900
Prezzo: € 134.00

Descrizione:

Raffinata ed elegante statua di medie dimensioni raffigurante la Madonna di Medjugorjie.
L'intera figura poggia su in piedistallo ottagonale in legno, color marrone, bordato d'oro. I piedi nudi della Vergine poggiano su una nuvola e un drappo riporta la scritta "MIR", a ricordo dell'episodio miracoloso in cui nel cielo di Medjugorje apparvero queste lettere, il cui significato è "Pace". Il velo e la tunica bianchi, bordati d'oro, sono finemente colorati e sembrano mossi da un alito di vento. La posizione delle mani della Vergine sono simili a quelle del Sacro Cuore di Gesù: la mano destra tocca il petto, mentre la sinistra è tesa in avanti con il palmo rivolto verso l'alto, in segno di accoglienza.

Medjugorje è una cittadina dell'attuale Bosnia-Erzegovina, diventata meta dei pellegrinaggi di fedeli provenienti da tutto il mondo in seguito alle apparizioni mariane iniziate il 24 giugno 1981 e tuttora in corso.
Tra il 1984 e il 1985 la Madonna avrebbe rivelato dieci segreti, ovvero rivelazioni sul futuro, e da allora il messaggio di pace della Vergine si è diffuso in tutto il mondo tramite i suoi veggenti.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Madonna delle Grazie" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017389
Prezzo: € 139.00

Descrizione:

Estremamente raffinata e delicata, questa statua in legno dipinta a mano rappresenta la Madonna con i simboli che la tradizione iconografica le attribuisce: il volto di una giovane donna nel fiore dell'età; la tunica bianca e pura; il manto blu che ricorda il cielo; le stelle; un seprente la cui testa è schiacciata dalla Vergine; le braccia aperte e i palmi delle mani rivolti verso l'alto. Ad impreziosire il tutto, i dettagli color oro della bordatura del manto e della fusciacca stretta in vita donano luminosità a questa splendida sagoma che poggia su un piedistallo ottagonale in legno.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno "Madonna delle Grazie con raggi e corona" - altezza 24 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017396
Prezzo: € 222.00

Descrizione:

Bellissima rappresentazione in legno dipinto a mano della Madonna con un'attenzione particolare a tutta la simbologia che la tradizione le attribuisce. La raffigurazione è simile a quella della Madonna Miracolosa e all'Immacolata. Il manto blu e la tunica bianca, entrambi impreziositi dai dettagli color oro, il cielo stellato, la testa del serpente schiacciata dalla vergine, le braccia aperte con i palmi rivolti al cielo in segno di accoglienza sono le caratteristiche peculiari di questa statua. A dare maggior enfasi alla natura regale e santa della Vergine troviamo la corona posta sul capo e realizzata finemente e i raggi dorati che si dipartono dalle mani.

La sagoma è posta su un piedistallo di forma ottagonale realizzato in legno.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Sacro Cuore di Maria" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017402
Prezzo: € 139.00

Descrizione:

Raffinata statua di medie dimensioni realizzata in legno e dipinta a mano, raffigurante la Vergine nella sua rappresentazione più conosciuta, con il manto blu bordato oro, la tunica bianca e la fusciacca anch'essa color oro. Ai suoi piedi un cielo stellato, a ricordarne la natura celeste, e la testa di un serpente che lei stessa schiaccia con il piede. Le braccia, aperte in segno di accoglienza, e le mani, con i palmi rivolti verso l'alto, sono l'invito ad avvicinarsi alla sua figura e alla sua venerazione. Sul petto è visibile il Cuore Immacolato di Maria, circondato da una corona di fiori bianchi. Sopra il cuore è visibile la Fiamma d’Amore del Cuore Immacolato di Maria, splendente e ardente.

La statua poggia su un piedistallo di forma ottagonale anch'esso realizzato in legno.

La devozione cattolica al Cuore Immacolato di Maria si deve a Giovanni Eudes e risale alla metà del 1600 circa.
Soltanto dopo l’introduzione della festa del Sacro Cuore di Gesù nel 1765 fu concessa da Roma la possibilità di celebrare il Sacro Cuore di Maria.
Nel 1805 ne è stata istituita la festività e il Culto del Cuore Immacolato di Maria ha ricevuto un forte impulso dopo le apparizioni di Fatima del 1917.
Tuttavia è a papa Pio XII che se ne deve la diffusione su larga scala durante la Seconda guerra mondiale.
Il Cuore Immacolato di Maria è solitamente rappresentato circondato da una corona di fiori, simbolo di purezza.
Il cuore di Maria è depositario delle parole di Dio, che vanno ascoltate, conservate, vissute e meditate: Maria ci indica come la meditazione, la preghiera ed il silenzio siano le strade maestre per la comprensione di Dio.

Questo l’atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria:

Cuore Immacolato di Maria,
Modello perfetto di santità, prendici, trasformaci a tua immagine.
Purifica e libera il nostro cuore da ogni ostacolo alla santità.
Che, liberato da noi stessi e da ogni altra seduzione,
Tu ci possa rendere ricchi di Te, delle virtù del Tuo Cuore Immacolato.
E guidaci a quella intimità divina che Tu solo conosci,
e che sola può colmare l'immenso bisogno d'amoree d'unione che Dio ci ha messo nel cuore.
Attendiamo da Te, con fiducia, questa grazia di santità...
e affidiamo il nostro destino eterno al Tuo Cuore Immacolato.
Amen.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Maria Ausiliatrice" - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017419
Prezzo: € 256.00

Descrizione:

Raffinata ed elegante statua di medie dimensioni, realizzata interamente in legno pregiato e dipinta a mano, raffigurante la Madonna Ausiliatrice. La statua poggia su una base ottagonale anch'essa realizzata in legno.

Maria Ausiliatrice è uno degli appellativi mariani più diffusi.

L'iconografia dell'Ausiliatrice è basata sui canoni trasmessi da Don Bosco: la Madonna è in piedi avvolta in una tunica rossa e un mantello blu. Con il braccio sinistro sostiene Gesù, con la mano destra impugna lo scettro. Le teste di Madre e Figlio sono sormontate da una corona.
L'invocazione “Auxilium christianorum ora pro nobis” è stata inserita nelle Litanie lauretane nel 1576.

Fu papa Pio V ad affidarle la protezione del destino dell’Occidente in occasione della battaglia di Lepanto del 1571 contro l’avanzata ottomana. I soldati di ritorno dalla battaglia si fermarono a Loreto per ringraziare la Madonna e la sua protezione contro l’invasione musulmana.

La festività ricorre il 24 maggio e la diffusione della devozione si deve a Don Bosco.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Maria Rosa Mistica" - altezza 20 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017426
Prezzo: € 129.00

Descrizione:

Raffinata statua di medie dimensioni, completamente realizzata in legno e dipinta a mano, raffigurante Maria Rosa Mistica. 

Maria si presenta scalza, vestita di una tunica bianca e di un mantello bordato d'oro, con le tre rose apposte sul petto come vuole la tradizione. Le mani giunte e la testa lievemente chinata rimandano ad un atteggiamento di preghiera e di tenerezza.

La Vergine poggia su un piedistallo, anch'esso realizzato in legno, su cui campeggia in maiuscolo e color oro la scritta "Maria Rosa Mystica".

Presso gli Ebrei la rosa era il simbolo della bellezza perfetta. Nulla le si poteva aggiungere. Quando si voleva descrivere la bellezza più pura, armoniosa, di incanto, non mancava mai la rosa. La tradizione cristiana ha voluto così attribuire alla Madre di Dio il titolo di rosa mistica, invocato nelle litanie lauretane ("Rosa mistica, prega per noi").

Ricordiamo inoltre che Maria Rosa Mistica è l'appellativo che è stato dato alla Madonna apparsa tra il 1944 ed il 1947 a Fontanelle di Montichiari alla mistica Pierina Gilli.
Pierina descrisse così la visione: «Una bellissima Signora, come trasparente, vestita di color viola e un velo che le copriva la testa e le scendeva fino ai piedi di color bianco, teneva le braccia aperte e così si potevano vedere tre spade che le erano confitte al petto in corrispondenza del cuore».
Beata Suor Maria Rosa, apparsa a Pierina assieme alla Vergine, chiese che in ogni comunità tre suore si offrano come altrettante rose: «Prima, Rosa Bianca, e cioè spirito di preghiera per riparare le offese che danno a N. Signore le religiose che tradiscono la vocazione. Seconda, Rosa Rossa, e cioè spirito di sacrificio per riparare le offese che danno a N. Signore le religiose che vivono in peccato mortale. Terza, Rosa Gialla-oro, cioè spirito di immolazione totale per riparare le offese che danno a N. Signore i sacerdoti Giuda, ed in particolare per la santificazione dei sacerdoti. Queste tre rose saranno quelle che faranno cadere le tre spade dai Cuori Ss.mi di Gesù e di Maria».
Ecco il significato delle tre rose sul petto di Maria Rosa Mistica.
Le apparizioni non hanno ancora ricevuto approvazione e riconoscimento ecclesiastico, essendo ancora in corso l'esame da parte dell'autorità competente. Questo culto di Maria “Rosa Mistica” è invece stato approvato, avendo la Chiesa riconosciuto la bontà dei frutti di fede, carità e preghiera che la devozione sorta a Fontanelle di Montichiari ha portato nel corso degli anni.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Maria che scioglie i nodi" - altezza 22 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017433
Prezzo: € 217.00

Descrizione:

Elegantissima statua in legno pregiato dipinto a mano, curata nei dettagli e raffigurante Maria che scioglie i nodi.

La Vergine, scalza, con i piedi schiaccia il serpente, e l'intera figura poggia su un piedistallo realizzato completamente in legno e bordato d'oro.
La simbologia, i colori e la disposizione dei soggetti richiamano il quadro da cui trae origine questa immagine.

"Maria che scioglie i nodi" è il nome di un dipinto settecentesco realizzato da Schmidtner.
Da esso ha avuto origine una devozione mariana molto ricca nel tempo. Nella rappresentazione, Maria è al centro con indosso una tunica rossa, a simboleggiare la sua dimensione umana, sormontata da un manto blu, che ne indica la natura trascendente e divina. A destra un angelo le porge un filo pieno di nodi intrecciati, a sinistra un altro angelo lo raccoglie sciolto.
I nodi sciolti da Maria rappresentano le preghiere dei fedeli esaudite da Dio per intercessione della Vergine.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno di ciliegio "Madonna con bambino" stilizzata - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017440
Prezzo: € 81.00

Descrizione:

Originale e pregiatissima statua in legno di ciliegio di medie dimensioni raffigurante la Madonna col bambino in braccio. Le curve intagliate nel legno lasciano immaginare la piega della tunica e del mantello, mentre nella parte alta il braccio della Vergine sembra intrecciarsi con quello del Bambino. I volti non sono caratterizzati, ma dalla posizione reciproca sembra che i due si guardino, emanando comunque un senso di tenerezza e serenità.

A rendere ancora più bella questa composizione sono le venature del legno che contribuiscono a fare di questa statua un'opera unica e preziosa.

La statua si presta per essere regalata in occasione di battesimi e nascite.

La Madonna col Bambino è un soggetto tipico dell'arte sacra cristiana e raffigura la Vergine con Gesù bambino in braccio. Nella tradizione bizantina la Madonna rappresentava simbolicamente la Chiesa e Gesù il suo fondatore.
La tradizione pittorica italiana del Trecento rende meno evidente il simbolismo voluto dai bizantini e ritrae realisticamente madre e figlio abbracciati teneramente, immagine in cui i fedeli possono identificarsi con più facilità.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portachiavi ovale in metallo "San Giuseppe""
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599018140
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Pratico, leggero ed elegante portachiavi in argento invecchiato con l'immagine di San Giuseppe.

Un passante in metallo dalla forma ellittica unisce l'anello in metallo al ciondolo, che misura 4 cm.

Un semplice fregio zigrinato fa da cornice all'immaginetta sacra realizzata in resina colorata. Lo stesso decoro è presente anche sul retro del pendente a racchiudere la scritta "Ora Pro Nobis" e la stilizzazione di due mani giunte in preghiera.

L'immagine di san Giuseppe con il bambino in braccio evidenzia l'importanza e la dignità del ruolo paterno del Padre putativo di Gesù e di tutti noi, in passato spesso sminuite.
Leone XIII scrive nella sua enciclica Quamquam Pluries: «È certo che la Madre di Dio poggia così in alto, che nulla vi può essere di più sublime; ma poiché tra la beatissima Vergine e Giuseppe fu stretto un nodo coniugale, non c'è dubbio che a quell'altissima dignità, per cui la Madre di Dio sovrasta di gran lunga tutte le creature, egli si avvicinò quanto mai nessun altro. Poiché il matrimonio è la massima società e amicizia, a cui di sua natura va unita la comunione dei beni, ne deriva che, se Dio ha dato come sposo Giuseppe alla Vergine, glielo ha dato non solo a compagno della vita, testimone della verginità e tutore dell'onestà, ma anche perché partecipasse, per mezzo del patto coniugale, all'eccelsa grandezza di lei».

San Giuseppe, sposo di Maria Vergine, e padre putativo di Cristo, viene menzionato poche volte nei Vangeli, che lo qualificano come tecton, l'artigiano. Le sue vicende sono state narrate più diffusamente dai Vangeli apocrifi. Gli evangelisti citano Giuseppe negli episodi relativi all'infanzia di Gesù, ma non ne parlano a proposito della vita pubblica di Cristo.
Nei Vangeli apocrifi si racconta che Giuseppe (anziano e vedovo) era tra i pretendenti della Madonna: i sacerdoti fecero collocare le verghe dei dodici pretendenti nel tempio; il giorno successivo quella di Giuseppe era miracolosamente fiorita e vi si era posata sopra una colomba. Proprio da questo episodio trae origine il suo attributo iconografico più frequente, il giglio, il quale sarebbe la trasformazione della verga fiorita.

Nel Vangelo di Matteo leggiamo che a Giuseppe viene attribuito il titolo di "giusto". Giuseppe aveva deciso di separarsi da Maria dopo aver scoperto che aveva concepito per opera dello Spirito Santo. Tale decisione non era dettata da un sospetto, ma esprimeva il rispetto verso l'azione e la Presenza di Dio, tale da spiegare la fiducia che gli venne conseguentemente accordata, per mezzo dell'angelo, di tenere con sé la sua sposa e di fare da padre a Gesù.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Sacra Sindone" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027859
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante la Sacra Sindone.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine del volto impresso sulla Sindone, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera davanti alla Sindone in pigmento blu su sfondo bianco.

Il termine "sindone" deriva dal greco σινδν ("sindon") ed indica un lenzuolo che originariamente non aveva alcuna accezione funebre. Con Sacra Sindone si intende il tessuto giallo ocra conservato nel Duomo di Torino su cui è visibile l’immagine di un uomo adulto con barba e capelli lunghi che ha subito torture compatibili con le sofferenze patite da Cristo durante la Passione. La tradizione cristiana identifica l’uomo con Gesù e il tessuto con il lenzuolo che ne avvolse il corpo nel sepolcro.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta è quella canonica della Sindone. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

Il culto della Sindone comincia nel 1353, ma ad oggi la Chiesa non si è ancora espressa ufficialmente sulla questione dell’autenticità del tessuto, pur considerandola un’icona cristologica.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in resina colorata "Immacolata" - altezza 50 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525000576
Prezzo: € 155.30

Descrizione:

Statua in resina colorata dell'Immacolata. Sono presenti i simboli tipici dell'iconografia classica: il serpente, i colori bianco, azzurro e oro, la posizione delle mani, con i palmi rivolti verso l'alto.

Nostra Signora di Lourdes (o Nostra Signora del Rosario o, più semplicemente, Madonna di Lourdes) è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni del 1858. Il nome della località si riferisce al comune francese di Lourdes, nel cui territorio - tra l'11 febbraio e il 16 luglio 1858 - la giovane Bernadette Soubirous, contadina quattordicenne del luogo, riferì di aver assistito a diciotto apparizioni di una "bella signora" in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. A proposito della prima, la giovane affermò: «Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi».
Questa immagine della Vergine, vestita di bianco e con una cintura azzurra che le cingeva la vita, è poi entrata nell'iconografia classica.
Infatti, la Madonna è scalza su un piedistallo di roccia ed indossa una semplice veste bianca cinta in vita da una fusciacca azzurra - il colore mariano per eccellenza. Un velo bianco le copre il capo. Le mani sono giunte in preghiera e appeso al braccio destro c'è un lungo rosario dorato con grani e croce in oro. Due rose sono applicate sul davanti della parte finale della tunica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua sacra in resina colorata dipinta a mano "Sant'Antonio di Padova" - altezza 50 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525007544
Prezzo: € 162.20

Descrizione:

Statua alta 50 cm realizzata in resina colorata e dipinta a mano raffigurante il Santo di Padova.
La finitura realistica della statua rende vivo Sant'Antonio, rappresentato nella posa classica che lo vede tenere tra le braccia il Bambinello, la Bibbia e il giglio.

Il santo indossa il canonico saio francescano con cappuccio, cinto in vita da un cordiglio che presenta tre nodi e che ha appesa la corona dei sette gaudi sul fianco sinistro. Il giglio rappresenta la purezza del santo e la lotta contro il male, mentre la presenza di Gesù Bambino ricorda la visione che Antonio ebbe a Camposampiero, oltre al suo attaccamento all'umanità del Cristo e all'intimità con Dio.
Il libro simboleggia la sua scienza, la sua dottrina, la sua predicazione e il suo insegnamento sempre ispirato al Libro per eccellenza, la Bibbia.

Fernando di Buglione nasce a Lisbona. A 15 anni è novizio nel monastero di San Vincenzo, tra i Canonici Regolari di Sant'Agostino. Nel 1219, a 24 anni, viene ordinato prete. Nel 1220 giungono a Coimbra i corpi di cinque frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare per ordine di Francesco d'Assisi. Ottenuto il permesso dal provinciale francescano di Spagna e dal priore agostiniano, Fernando entra nel romitorio dei Minori mutando il nome in Antonio. Invitato al Capitolo generale di Assisi, arriva con altri francescani a Santa Maria degli Angeli dove ha modo di ascoltare Francesco, ma non di conoscerlo personalmente. Per circa un anno e mezzo vive nell'eremo di Montepaolo. Su mandato dello stesso Francesco, inizierà poi a predicare in Romagna e poi nell'Italia settentrionale e in Francia. Nel 1227 diventa provinciale dell'Italia settentrionale proseguendo nell'opera di predicazione. Il 13 giugno 1231 si trova a Camposampiero e, sentondosi male, chiede di rientrare a Padova, dove vuole morire: spirerà nel convento dell'Arcella.

Il suo culto è tra i più diffusi nella fede cattolica e la sua festività cade il 13 giugno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Madre Teresa" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859040261
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante Madre Teresa.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine della santa, mentre sul retro è possibile leggere "Prego per ciascuno di voi" in pigmento blu su sfondo bianco.

La stampa propone il primo piano dell'immagine della santa nel tradizionale abito del suo ordine, con le mani giunte in preghiera, il sorriso sulle labbra e lo sguardo pieno di compassione e carità. Un'aureola di luce le circonda ed illumina il volto.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta a fianco della scritta "Saint Teresa of Calcutta" è quella canonica della santa in preghiera. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

Madre Teresa è stata una religiosa albanese naturalizzata indiana di fede cattolica. Ha fondato la congregazione religiosa delle Missionarie della carità ed il suo operato tra i poveri di Calcutta è passato alla storia e le è valso il Premio Nobel per la Pace nel 1979.

Diceva di sé stessa: “Io non sono che una piccola matita nelle mani di Dio”, il che testimonia la sua umiltà.

In Albania si festeggia il 19 ottobre, giorno in cui è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card pvc con preghiera "Padre Pio""
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859010790
Prezzo: € .52

Descrizione:

Piccola card in pvc raffigurante Padre Pio.

Sul retro è possibile leggere l'invocazione al santo:

"O Padre, come tuo Figlio Gesù, hai innalzato da terra sulla croce del mondo S. Pio da Pietrelcina per attratte tutti a Lui.
Ti ringrazio, perché tramite la sua intercessione, hai attratto me a Te, al Tuo Figlio Gesù ed alla Chiesa".

Pio da Pietrelcina, meglio noto come padre Pio, al secolo Francesco Forgione (Pietrelcina, 25 maggio 1887 – San Giovanni Rotondo, 23 settembre 1968), è stato un presbitero dell'Ordine dei frati minori cappuccini. Gode di un’imponente venerazione popolare e la chiesa lo celebra come santo il 23 settembre, anniversario della sua morte.
La devozione nasce a seguito della crescente fama di Padre Pio come taumaturgo.
Lo ricordiamo con una sua frase che racchiude la sua vita e la sua essenza religiosa: "Camminate pure tra il vento ed i flutti, ma con Gesù".

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adesivo San Pio da Pietrelcina (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599003283
Prezzo: € 9.30

Descrizione:

Adesivo smaltato con l'immagine di San Pio da Pietrelcina. E' un oggetto di ottima tenuta, resistente agli agenti atmosferici. Si può attaccare ovunque: in casa, in auto, sulla moto e sulla bici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Immaginetta plastificata con preghiera "San Giuseppe lavoratore" - dimensioni 6x10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400299229
Prezzo: € .76

Descrizione:

Card plastificata dalle linee classiche raffigurante San Giuseppe lavoratore. Il materiale la rende resistente all'usura.

Sul retro è possibile leggere la preghiera al santo:

O San Giuseppe,
padre putativo di Gesù e sposo purissimo di Maria,
che a Nazareth hai conosciuto la dignità e il peso del lavoro,
accettandolo in ossequio alla volontà del Padre e per contribuire alla nostra salvezza,
aiutaci a fare del lavoro quotidiano un mezzo di elevazione;
insegnaci a fare del luogo di lavoro una "Comunità di persone",
unita dalla solidarietà e dall'amore;
dona a tutti i lavoratori e alle loro famiglie, la salute, la serenità e la fede;
fa' che i disoccupati trovino presto una dignitosa occupazione
e che coloro che hanno onorato il lavoro per una vita intera,
possano godere un lungo e meritato riposo.
Te lo chiediamo per Gesù, nostro Redentore,
e per Maria, Tua castissima Sposa e nostra carissima Madre.

Amen

L'immagine di san Giuseppe con il bambino in braccio evidenzia l'importanza e la dignità del ruolo paterno del Padre putativo di Gesù e di tutti noi, in passato spesso sminuite.
Leone XIII scrive nella sua enciclica Quamquam Pluries: «È certo che la Madre di Dio poggia così in alto, che nulla vi può essere di più sublime; ma poiché tra la beatissima Vergine e Giuseppe fu stretto un nodo coniugale, non c'è dubbio che a quell'altissima dignità, per cui la Madre di Dio sovrasta di gran lunga tutte le creature, egli si avvicinò quanto mai nessun altro. Poiché il matrimonio è la massima società e amicizia, a cui di sua natura va unita la comunione dei beni, ne deriva che, se Dio ha dato come sposo Giuseppe alla Vergine, glielo ha dato non solo a compagno della vita, testimone della verginità e tutore dell'onestà, ma anche perché partecipasse, per mezzo del patto coniugale, all'eccelsa grandezza di lei».

San Giuseppe, sposo di Maria Vergine, e padre putativo di Cristo, viene menzionato poche volte nei Vangeli, che lo qualificano come tecton, l'artigiano. Le sue vicende sono state narrate più diffusamente dai Vangeli apocrifi. Gli evangelisti citano Giuseppe negli episodi relativi all'infanzia di Gesù, ma non ne parlano a proposito della vita pubblica di Cristo.
Nei Vangeli apocrifi si racconta che Giuseppe (anziano e vedovo) era tra i pretendenti della Madonna: i sacerdoti fecero collocare le verghe dei dodici pretendenti nel tempio; il giorno successivo quella di Giuseppe era miracolosamente fiorita e vi si era posata sopra una colomba. Proprio da questo episodio trae origine il suo attributo iconografico più frequente, il giglio, il quale sarebbe la trasformazione della verga fiorita.

Nel Vangelo di Matteo leggiamo che a Giuseppe viene attribuito il titolo di "giusto". Giuseppe aveva deciso di separarsi da Maria dopo aver scoperto che aveva concepito per opera dello Spirito Santo. Tale decisione non era dettata da un sospetto, ma esprimeva il rispetto verso l'azione e la Presenza di Dio, tale da spiegare la fiducia che gli venne conseguentemente accordata, per mezzo dell'angelo, di tenere con sé la sua sposa e di fare da padre a Gesù.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.




VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU