Articoli religiosi

Varie - Santi E Patroni



Titolo: "Card "Famiglia di Nazareth" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027866
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante la Sacra Famiglia.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine della Famiglia di Nazareth, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera alla Santa Famiglia in pigmento blu su sfondo bianco.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, cinta da un manto rosso bordato d'oro; Giuseppe veste di blu ed è alle spalle della Vergine per sorvegliare con fare protettivo il Bambinello in braccio alla madre, avvolto in un drappo bianco e dorato. Gesù tiene la mano destra benedicente, con l'indice e il medio sollevati a indicare la sua doppia natura umana e divina. I capi circonfusi da nimbi di Giuseppe e Maria presentano una bordatura rossa, mentre l'aureola di Gesù è dorata e ha inscritta all'interno una croce. I nomi dei tre protagonisti sono incisi in rosso su sfondo dorato.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta sotto la scritta "Holy Family" è quella classica di Maria e Giuseppe abbracciati a Gesù in fasce. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statuetta in legno d'ulivo con base "San Michele Arcangelo" - altezza 9 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8027846193583
Prezzo: € 40.30

Descrizione:

Graziosa statuina di piccole dimensioni in legno d'ulivo rappresentante San Michele Arcangelo in piedi su una base ottagonale.
Le venature naturali del legno creano un gioco di luci ed ombre che conferiscono profondità e realismo al soggetto rappresentato, rendendo pregiato e ricercato questo articolo.

In questa rappresentazione, San Michele brandisce uno scudo al posto di tenere in mano la bilancia.

L'articolo si presenta confezionato in una scatola protettiva.

San Michele è rappresentato come un guerriero a difesa della fede in Dio, così come lo descrivono i passi dell'Apocalisse. Viene solitamente rappresentato con delle splendide ali luminose. Nella mano destra cinge una spada con cui sconfigge il demonio, a cui sta calpestando la testa con il piede sinistro.
È il comandante delle milizie celesti contro le orde di angeli caduti capitanati da Lucifero.
Spesso nella mano sinistra tiene una bilancia con cui, la tradizione narra, pesa le anime. Il nome Michele deriva dall'espressione “Mi-ka-El”, che significa "chi è come Dio?".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto Maria che scioglie i nodi in legno doppia cupola - 8,9 x 11,5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052297854
Prezzo: € 3.07

Descrizione:

Quadretto in legno doppia cupola cm 8,9 x 11,5 con supporto - Maria che scioglie i Nodi



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adesivo resinato per rosario fai da te San Benedetto - misura 2"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052268069
Prezzo: € .41

Descrizione:

Adesivo resinato misura 2 - San Benedetto



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua sacra in resina patinata con base "Sant'Antonio di Padova" - altezza 21 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525002785
Prezzo: € 28.20

Descrizione:

Graziosa statuetta in resina patinata alta 21 cm raffigurante Sant'Antonio di Padova e il Bambinello.

Il Santo poggia i piedi su un basamento che riporta inciso il suo nome.
Diversamente dalle altre statue di Sant'Antonio, questa raffigurazione dà particolare enfasi al panneggio dell'abito del santo, che dona dinamismo e vitalità alla statua.
Il Bambinello è amorevolmente adagiato sulla spalla del santo, che trattiene il piede destro di Gesù con fare protettivo e tenero.
La finitura patinata di alcuni dettagli delle vesti e dei volti dei due soggetti dona realismo alla statua.

Il santo indossa il canonico saio francescano con cappuccio, cinto in vita da un cordiglio che presenta tre nodi e che ha appesa la corona dei sette gaudi sul fianco sinistro. Il giglio rappresenta la purezza del santo e la lotta contro il male, mentre la presenza di Gesù Bambino ricorda la visione che Antonio ebbe a Camposampiero, oltre al suo attaccamento all'umanità del Cristo e all'intimità con Dio.
Il libro simboleggia la sua scienza, la sua dottrina, la sua predicazione e il suo insegnamento sempre ispirato al Libro per eccellenza, la Bibbia.

Fernando di Buglione nasce a Lisbona. A 15 anni è novizio nel monastero di San Vincenzo, tra i Canonici Regolari di Sant'Agostino. Nel 1219, a 24 anni, viene ordinato prete. Nel 1220 giungono a Coimbra i corpi di cinque frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare per ordine di Francesco d'Assisi. Ottenuto il permesso dal provinciale francescano di Spagna e dal priore agostiniano, Fernando entra nel romitorio dei Minori mutando il nome in Antonio. Invitato al Capitolo generale di Assisi, arriva con altri francescani a Santa Maria degli Angeli dove ha modo di ascoltare Francesco, ma non di conoscerlo personalmente. Per circa un anno e mezzo vive nell'eremo di Montepaolo. Su mandato dello stesso Francesco, inizierà poi a predicare in Romagna e poi nell'Italia settentrionale e in Francia. Nel 1227 diventa provinciale dell'Italia settentrionale proseguendo nell'opera di predicazione. Il 13 giugno 1231 si trova a Camposampiero e, sentondosi male, chiede di rientrare a Padova, dove vuole morire: spirerà nel convento dell'Arcella.

Il suo culto è tra i più diffusi nella fede cattolica e la sua festività cade il 13 giugno.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadro in legno con placca d'argento "Sant'Antonio" - dimensioni 28x20 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480519000292
Prezzo: € 117.30

Descrizione:

Quadro di Sant'Antonio con cornice di legno e placca d'argento. L'immagine sulla placca ritrae Sant'Antonio secondo l'iconografia tradizionale. Intorno al capo del santo e di Gesù Bambino è presente un nimbo color oro. Il dettaglio in oro, unica sfumatura cromatica del quadro, è presente anche nella vestina che copre il Bambino.

Antonio di Padova, noto in Portogallo come Antonio da Lisbona (in portoghese António de Lisboa), al secolo Fernando Martins de Bulhões (Lisbona, 15 agosto 1195 – Padova, 13 giugno 1231), è stato un religioso e presbitero portoghese appartenente all'Ordine francescano, proclamato santo da papa Gregorio IX nel 1232 e dichiarato dottore della Chiesa nel 1946.
Entrò a 15 anni in monastero nell'ordine degli agostiniani. Dopo aver visto tornare a Coimbra i cinque corpi dei frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare, decise di entrare nell'ordine dei Minori mutando il suo nome in Antonio, per diffondere la fede tra i popoli dell'Africa.
Abile oratore, su indicazione di Francesco predicò molto anche in Romagna, in Italia settentrionale e in Francia, finché non approdò a Padova, dove morì il 13 giugno 1231, all'età di soli 36 anni. Rapidamente canonizzato (in meno di un anno), il suo culto è ancora oggi fra i più diffusi del cattolicesimo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in resina bianca "Sant'Antonio di Padova" - altezza 40 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525007575
Prezzo: € 63.30

Descrizione:

Questa statua in resina bianca è stata realizzata seguendo l'iconografia classica con cui viene rappresentato il santo di Padova.
Gesù bambino che afferra il saio del santo e il colore bianco del materiale sono le caratteristiche principali che rendono particolare questa statua.

Antonio di Padova, noto in Portogallo come Antonio da Lisbona (in portoghese António de Lisboa), al secolo Fernando Martins de Bulhões (Lisbona, 15 agosto 1195 – Padova, 13 giugno 1231), è stato un religioso e presbitero portoghese appartenente all'Ordine francescano, proclamato santo da papa Gregorio IX nel 1232 e dichiarato dottore della Chiesa nel 1946.
Entrò a 15 anni in monastero nell'ordine degli agostiniani. Dopo aver visto tornare a Coimbra i cinque corpi dei frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare, decise di entrare nell'ordine dei Minori mutando il suo nome in Antonio, per diffondere la fede tra i popoli dell'Africa.
Abile oratore, su indicazione di Francesco predicò molto anche in Romagna, in Italia settentrionale e in Francia, finché non approdò a Padova, dove morì il 13 giugno 1231, all'età di soli 36 anni. Rapidamente canonizzato (in meno di un anno), il suo culto è ancora oggi fra i più diffusi del cattolicesimo.

Il giglio è simbolo di purezza, bellezza, innocenza e fragilità.
Nell'Antico Testamento viene citato nel libro di Osea: «Sarò come rugiada per Israele; [il popolo di Israele] fiorirà come un giglio e metterà radici come un albero del Libano» (Os 14,6). Nel Cantico dei cantici il "giglio delle valli", cioè cresciuto spontaneamente, è simbolo della bellezza dell'amore fedele, unico e gratuito: «Io sono un narciso della pianura di Saron, un giglio delle valli. Come un giglio fra i rovi, così l'amica mia tra le ragazze» (2, 1-2).
Nel Nuovo Testamento il giglio viene citato in questo passo di Matteo: «Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro» (Mt 6, 28-29). Tramite la metafora del giglio, Gesù invita a non affannarsi per il domani e ad avere fiducia in Dio che ha cura di tutte le sue creature, soprattutto delle più fragili e deboli.

Nell'iconografia cristiana il giglio, simbolo di innocenza e candore, è un attributo spesso associato alla Madonna, definita "giglio tra i cardi", e ai santi, dei quali esprime la nobiltà, la purezza, e il loro affidamento a Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statuetta in legno d'ulivo con base "Madonna col bambino" - altezza 11 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8027846193613
Prezzo: € 38.00

Descrizione:

Graziosa statua in legno d'ulivo rappresentante la Madonna col bambino in piedi su una base ottagonale.
Le venature naturali del legno creano un gioco di luci ed ombre che conferiscono profondità e realismo al soggetto rappresentato, rendendolo pregiato e ricercato.
La statuetta presenta a figura intera l'immagine della Vergine abbracciata a Gesù, immagine che l'iconografia cristiana è solita proporre con un primo piano dei volti di Madre e Figlio.

L'articolo si presenta confezionato in una scatola protettiva.

La Madonna col Bambino è un soggetto tipico dell'arte sacra cristiana e raffigura la Vergine con Gesù bambino in braccio. Nella tradizione bizantina la Madonna rappresentava simbolicamente la Chiesa e Gesù il suo fondatore.
La tradizione pittorica italiana del Trecento rende meno evidente il simbolismo voluto dai bizantini e ritrae realisticamente madre e figlio abbracciati teneramente, immagine in cui i fedeli possono identificarsi con più facilità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card medaglia San Pio (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400004588
Prezzo: € 5.40

Descrizione:

Card tascabile con l'immagine di Padre Pio e medaglia in metallo.
Sul retro della card c'è la seguente frase: "Tutte le persone che porteranno questa Medaglia riceveranno grandi grazie. Le grazie saranno abbondanti per quelle che la porteranno con fiducia". Sotto c'è la preghiera di benedizione: "La Benedizione del Signore scenda su di te, sulla tua casa e su tutte le persone a te care".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Angelo custode" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027750
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante l'Angelo custode.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine dell'angelo custode che veglia su due bimbi piccoli, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera all'Angelo custode in pigmento blu su sfondo bianco.

La stampa propone un angelo materno vestito di bianco con capelli lunghi e bellissime ali dal folto piumaggio che guarda con fare protettivo due bimbi intenti ad attraversare un ponte fatiscente. Il torrente in piena, i rami caduti, il legno a tratti marcio e i colori cupi del paesaggio incutono timore nei due piccoli, che si stringono ed abbracciano per farsi forza ed attraversare uniti il tratto difficile di strada che si presenta innanzi a loro.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta a fianco della scritta "Guardian Angel" è quella canonica di un angelo protettore. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento, in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Solitamente viene raffigurato assieme ad un bambino da proteggere contro il male e da indirizzare sulla retta via.

Nel calendario liturgico cattolico si festeggia il 2 ottobre.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "San Cristoforo" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027682
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante San Cristoforo.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine del santo, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera dell'automobilista in pigmento blu su sfondo bianco.

L’iconografia canonica rappresenta San Cristoforo tra le acque mentre porta Gesù sulla spalla sinistra e mentre tiene saldo nella mano destra un bastone in legno di palma. I colori delle vesti di San Cristoforo sono simbolici: il rosso esprime la regalità della natura divina di Gesù, il blu la sua trascendenza divina. La muscolatura accentuata delle gambe del santo e la necessità di ricorrere ad un sostegno quale è il bastone fanno intendere la difficoltà ed il peso del compito assegnato a Cristoforo: sulle spalle sta tenendo, di fatto, l’umanità intera. Il Bambinello indossa una veste bianca, simbolo di purezza, e porta nella mano sinistra un uovo azzurro, simbolo della Risurrezione. Anche la scelta del legno di palma è legato alla simbolistica della Risurrezione.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta a fianco della scritta "St. Cristopher" è quella classica di San Cristoforo. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

San Cristoforo martire è stato uno dei santi più venerati durante il Medioevo, soprattutto dai pellegrini e dai viandanti. La diffusione della sua figura come santo ausiliatore è dovuta a Jacopo da Varagine nel XIII secolo. Secondo l’autore, Cristoforo venne educato alla carità e per mettere in pratica questa virtù il santo decise di abitare in riva ad un fiume, per aiutare le persone a passare da una sponda all’altra. Aiutò anche il Bambinello ad attraversare il corso d’acqua portandoselo a spalle: qui starebbe il significato del nome Cristoforo, ovvero ‘portatore di Cristo.

La festa di Cristoforo varia tra Occidente - il 25 luglio - e Oriente - il 9 maggio.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua sacra in legno naturale "Sant'Antonio di Padova" con Bambinello benedicente - altezza 30 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525004161
Prezzo: € 164.50

Descrizione:

Elegante statua in legno naturale alta 30 cm e raffigurante il Santo di Padova.

In questa rappresentazione, il Bambinello tiene la mano sinistra alzata in segno di benedizione. Sant'Antonio trattiene il Bambinello dal piede sinistro nell'intento di proteggerlo.

Il santo indossa il canonico saio francescano con cappuccio, cinto in vita da un cordiglio che presenta tre nodi e che ha appesa la corona dei sette gaudi sul fianco sinistro. Il giglio rappresenta la purezza del santo e la lotta contro il male, mentre la presenza di Gesù Bambino ricorda la visione che Antonio ebbe a Camposampiero, oltre al suo attaccamento all'umanità del Cristo e all'intimità con Dio.
Il libro simboleggia la sua scienza, la sua dottrina, la sua predicazione e il suo insegnamento sempre ispirato al Libro per eccellenza, la Bibbia.

Fernando di Buglione nasce a Lisbona. A 15 anni è novizio nel monastero di San Vincenzo, tra i Canonici Regolari di Sant'Agostino. Nel 1219, a 24 anni, viene ordinato prete. Nel 1220 giungono a Coimbra i corpi di cinque frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare per ordine di Francesco d'Assisi. Ottenuto il permesso dal provinciale francescano di Spagna e dal priore agostiniano, Fernando entra nel romitorio dei Minori mutando il nome in Antonio. Invitato al Capitolo generale di Assisi, arriva con altri francescani a Santa Maria degli Angeli dove ha modo di ascoltare Francesco, ma non di conoscerlo personalmente. Per circa un anno e mezzo vive nell'eremo di Montepaolo. Su mandato dello stesso Francesco, inizierà poi a predicare in Romagna e poi nell'Italia settentrionale e in Francia. Nel 1227 diventa provinciale dell'Italia settentrionale proseguendo nell'opera di predicazione. Il 13 giugno 1231 si trova a Camposampiero e, sentondosi male, chiede di rientrare a Padova, dove vuole morire: spirerà nel convento dell'Arcella.

Il suo culto è tra i più diffusi nella fede cattolica e la sua festività cade il 13 giugno.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua sacra "Immacolata" - altezza 31 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525000583
Prezzo: € 48.00

Descrizione:

Statua raffigurante l'Immacolata. Sono presenti i simboli tipici dell'iconografia classica: il serpente, i colori bianco, azzurro e oro, la posizione delle mani, con i palmi rivolti verso l'alto.

L'Immacolata Concezione è un dogma cattolico, proclamato da papa Pio IX l'8 dicembre 1854, che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento; tale dogma non va confuso con il concepimento verginale di Gesù da parte di Maria. La Chiesa cattolica celebra la solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria l'8 dicembre. Nella devozione cattolica l'Immacolata è collegata con le apparizioni di Lourdes (1858) e iconograficamente con le precedenti apparizioni di Rue du Bac a Parigi (1830).
Il tema pittorico dell’Immacolata trova nascita nell’Italia meridionale e particolare diffusione in Spagna. Siamo alla fine del Quattrocento.
Ecco l'iconologia attribuita all'Immacolata: 'Signora nel fiore' della sua età, una donna molto giovane con tonaca bianca e manto blu; 'vestita di sole', un sole ovale ocra e bianco, che circondi tutta l’immagine, unito dolcemente con il cielo; una 'corona di stelle', dodici stelle simboliche; serafini e angeli; la presenza di un dragone o di un serpente la cui testa è schiacciata dalla Madonna. Tali segni rappresentativi sono tratti dal libro dell'Apocalisse di san Giovanni apostolo della Bibbia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Sacro Cuore di Gesù" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027729
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante il Sacro Cuore di Gesù.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine di Cristo, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera al Sacro Cuore di Gesù in pigmento blu su sfondo bianco.

Pompeo Batoni realizzò nel 1760 quella che è diventata l’immagine ufficiale per la devozione popolare al Sacro Cuore di Gesù. Il dipinto ripropone l’immagine di Gesù così come è stata trasmessa dalla monaca Alacoque. Il cuore in mano a Cristo è sfolgorante ed energico, ma allo stesso tempo trasparente e limpido, come se trasmettesse un calore piacevole da cui non si vorrebbe mai separarsi. Gesù indossa una veste rossa, simbolo della sua umanità e del suo sacrificio, sormontata da un manto blu, a indicare la sua natura divina. Il viso adulto di Cristo è circondato da morbidi capelli e coperto da una leggera barba. Lo sguardo penetrante fissa l’osservatore e l’incarnato pallido trasuda purezza. Le bordature dorate stilizzate accentuano l’ardore misericordioso di Gesù, che con la mano destra indica il cuore e sembra invitare i fedeli ad unirsi a lui.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta è quella classica del Sacro Cuore di Gesù. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

Il Sacro Cuore di Gesù è adorato dai credenti perché rappresenta l’amore di Gesù risorto verso l’umanità e perché è l’organo umano più connesso alla divinità. Viene rappresentato cinto da una corona di spine, sormontato da una croce, trafitto da una lancia e circonfuso da fiamme. E’ la tradizione mistica tedesca medievale a dare impulso alla devozione al Sacro Cuore di Gesù, ma solo dopo le apparizioni a Margherita Maria Alacoque, avvenute a partire dal 27 dicembre 1673, il culto si diffonde.

La festività è mobile e dipende dalla data della Pasqua, può quindi variare tra il 29 maggio e il 2 luglio. Il mese di giugno è pertanto devoto al Sacro Cuore di Gesù e in questo periodo è possibile ripetere una breve giaculatoria per avere dei benefici:

“Gesù, mite e umile di cuore, fa’ il cuore mio simile al tuo!”.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in resina colorata dipinta a mano "San Francesco con il lupo" - altezza 30 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525001269
Prezzo: € 72.50

Descrizione:

Statua di San Francesco con il lupo in resina dipinta a mano. E' una tenera scena che rappresenta uno dei fatti più singolari della vita del poverello d'Assisi. Il santo è rappresentato con la classica iconografia che gli appartiene e in aggiunta, per sottolineare la sua adesione completa a Cristo, abbraccia una semplice croce in legno. Nella statua il legame tra Francesco ed il lupo è dotato di grande realismo.

Francesco d'Assisi, nato Giovanni di Pietro di Bernardone (Assisi1181 o 1182Assisi3 ottobre 1226), è stato un religioso e poeta italiano.
Diacono e fondatore dell'ordine che da lui poi prese il nome, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica che ne celebra la memoria liturgica il 4 ottobre. Il 18 giugno 1939 è stato proclamato da papa Pio XII patrono principale d'Italia, assieme a santa Caterina da Siena.
Cresciuto nel lusso, Francesco trascorse una parte considerevole della sua giovinezza in piaceri e ricchezze. All'età di 24 anni, e dopo aver combattuto in una battaglia tra Assisi e Perugia, venne catturato e imprigionato. Trascorse quasi un anno in carcere e fu lì che ricevette la chiamata del Signore. Dopo essere stato rilasciato, Francesco abbandonò la sua vita di lusso, rinunciando pubblicamente agli averi paterni, e si dedicò completamente al Cristianesimo.
Si incamminò con pochi seguaci verso una vita di preghiera e di obbedienza a "Sorella Povertà", divenendo noto in tutto il mondo critiano.
Secondo una tradizione che risale alla fine del Duecento, nel roseto vicino alla Porziuncola una notte San Francesco si dimenò per vincere le tentazioni: i rovi, a contatto col corpo del santo, si sono trasformati in rose senza spine. Nasce qui la Rosa Canina Assisiensis.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libretto con rosario Papa Paolo VI - italiano"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052349843
Prezzo: € 7.88

Descrizione:

Il libretto si presenta con una copertina in plastica trasparente  e nell'interno vi è un piccolo rosario con i grani tipo perlina del diamero di mm 4.

Nell'interno troviamo la spiegazione di come recitare il Santo Rosario.

La misura è di cm 9,5 x14

Il peso è di grammi 0,50

Tutto totalmente made in Italy.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "San Giuda Taddeo" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027798
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante San Giuda Taddeo.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine del santo, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera a San Giuda in pigmento blu su sfondo bianco.

Nell’immagine San Giuda viene rappresentato vestito di verde e rosso, con al collo l’immagine del Redentore e nella mano sinistra un bastone, a simboleggiare il suo martirio. Il capo è circonfuso da un nimbo bordato di rosso e accompagnato da una lingua di fuoco dello Spirito Santo.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta sotto la scritta "St. Jude" è quella canonica del santo. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

Da non confondere con l'Iscariota, Giuda Taddeo è stato uno dei dodici apostoli di Gesù, di cui era cugino sia per parte di madre che di padre. L’appellativo Taddeo deriva dall'aramaico “taddajja” e vuol dire “petto”, che metaforicamente siginifica “uomo magnanimo e dal cuore grande”. San Giuda Taddeo dedicò la sua via all’evangelizzazione delle tribù giudaiche partendo dalla Galilea ed estendendo poi il suo operato alla Samaria, alla Siria, all'Armenia e all’attuale Iran. Inviso ai pagani per la sua opera di conversione, venne trucidato nel 70 d.C.

La Chiesa cattolica lo festeggia il 28 ottobre ed è considerato patrono delle cause disperate.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adesivo Gesù Misericordioso (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400002959
Prezzo: € 9.30

Descrizione:

Adesivo smaltato con l'immagine di Gesù Misericordioso. E' un oggetto di ottima tenuta, resistente agli agenti atmosferici. Si può attaccare ovunque: in casa, in auto, sulla moto e sulla bici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto Bassorilievo di Maria che scioglie i nodi, argento 999 e dettagli colorati (19,5 x 26 cm)"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052310157
Prezzo: € 194.96

Descrizione:

Il bassorilievo misura cm 19x25,5.

Sul fondo in legno si presenta una lastra in argento 925 con rappresentata la Madonna che scioglie i nodi con tocchi di smalto colorato e oro.

Sul retro un piccolo foro da la possibilita' al quadretto di essere appeso e con il piedino aggiunto puo' essere appoggiato a tavolo.

Il peso è di 704 gr.

Il prodotto è totalmente made in Italy.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno dipinta a mano "Maria che scioglie i nodi" - altezza 22 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017433
Prezzo: € 217.00

Descrizione:

Elegantissima statua in legno pregiato dipinto a mano, curata nei dettagli e raffigurante Maria che scioglie i nodi.

La Vergine, scalza, con i piedi schiaccia il serpente, e l'intera figura poggia su un piedistallo realizzato completamente in legno e bordato d'oro.
La simbologia, i colori e la disposizione dei soggetti richiamano il quadro da cui trae origine questa immagine.

"Maria che scioglie i nodi" è il nome di un dipinto settecentesco realizzato da Schmidtner.
Da esso ha avuto origine una devozione mariana molto ricca nel tempo. Nella rappresentazione, Maria è al centro con indosso una tunica rossa, a simboleggiare la sua dimensione umana, sormontata da un manto blu, che ne indica la natura trascendente e divina. A destra un angelo le porge un filo pieno di nodi intrecciati, a sinistra un altro angelo lo raccoglie sciolto.
I nodi sciolti da Maria rappresentano le preghiere dei fedeli esaudite da Dio per intercessione della Vergine.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adesivo Nostra Signora di Fatima (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599003245
Prezzo: € 9.30

Descrizione:

Adesivo smaltato con l'immagine Nostra Signora di Fatima. E' un oggetto di ottima tenuta, resistente agli agenti atmosferici. Si può attaccare ovunque: in casa, in auto, sulla moto e sulla bici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in legno di ciliegio "Madonna con bambino" stilizzata - altezza 23 cm"
Editore: Salcher Werner
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599017440
Prezzo: € 81.00

Descrizione:

Originale e pregiatissima statua in legno di ciliegio di medie dimensioni raffigurante la Madonna col bambino in braccio. Le curve intagliate nel legno lasciano immaginare la piega della tunica e del mantello, mentre nella parte alta il braccio della Vergine sembra intrecciarsi con quello del Bambino. I volti non sono caratterizzati, ma dalla posizione reciproca sembra che i due si guardino, emanando comunque un senso di tenerezza e serenità.

A rendere ancora più bella questa composizione sono le venature del legno che contribuiscono a fare di questa statua un'opera unica e preziosa.

La statua si presta per essere regalata in occasione di battesimi e nascite.

La Madonna col Bambino è un soggetto tipico dell'arte sacra cristiana e raffigura la Vergine con Gesù bambino in braccio. Nella tradizione bizantina la Madonna rappresentava simbolicamente la Chiesa e Gesù il suo fondatore.
La tradizione pittorica italiana del Trecento rende meno evidente il simbolismo voluto dai bizantini e ritrae realisticamente madre e figlio abbracciati teneramente, immagine in cui i fedeli possono identificarsi con più facilità.

 

Questa statua è scolpita in legni pregiati di acero, noce, frassino, quercia e tiglio provenienti dalla Val Gardena - Italia, da sapienti mani di maestri artigiani specializzati da anni nella lavorazione del legno. Le rifiniture sono ad opera di maestri pittori che rendono ogni statua un esempio unico e un oggetto di pregio durevole nel tempo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Vergine di Guadalupe" con preghiera e medaglia - (10 pezzi)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859027767
Prezzo: € 9.80

Descrizione:

Graziosa card in polimero con medaglietta raffigurante la Vergine di Guadalupe.

Il cartoncino è incapsulato con film pvc, la medaglietta è realizzata in zama mediante pressofusione.

Sulla parte frontale una cornice color sabbia racchiude l'immagine della Madonna trasmessa secondo i canoni, mentre sul retro è possibile leggere la Preghiera alla Vergine di Guadalupe in pigmento blu su sfondo bianco.

L’immagine è quella di una Madonna dal volto nobile e dall’incarnato scuro. Le mani sono giunte in preghiera, la veste rosa è arricchita da fiori e il manto verde coperto di stelle dorate le cinge il capo e scende fino a terra, dove si trova una luna a falce. Sotto la luna un angelo con i colori della bandiera messicana sorregge la Madonna. Sullo sfondo risplendono cento piccoli raggi solari nei toni dell’arancione.

L'immagine a rilievo proposta sul fronte della medaglietta a fianco della scritta in spagnolo "Nostra Signora di Guadalupe" è quella canonica della Vergine. Sul retro della medaglia la scritta "Ora Pro Nobis" accompagna due mani giunte in preghiera rappresentate a rilievo.

L’icona non è di origine umana: non si tratta di un dipinto, di un disegno o di un prodotto umano, ecco perché i fedeli di tutto il mondo la venerano e si interrogano sulla sua origine, demandando alla scienza delle spiegazioni.

Nostra Signora di Guadalupe è l'appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria in seguito all'apparizione del 9 dicembre 1531 a Juan Diego sulla collina di Tepeyac, in Messico. Si narra che l’indio avesse raccolto dei fiori di Castiglia nel suo mantello e che li volesse portare al vescovo come segno tangibile delle sue apparizioni: nel momento in cui Juan Diego aprì il manto, sul tessuto comparve impressa l’immagine della Madonna, lasciando tutti i presenti senza parole.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statua in fibra di vetro "Sant'Antonio di Padova" - altezza 60 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525000545
Prezzo: € 299.00

Descrizione:

Statua in fibra di vetro dipinta a mano di Sant'Antonio, il santo di Padova.
Il santo poggia su un piedistallo e indossa il canonico saio francescano marrone con cappuccio, cinto in vita da un cordiglio che presenta tre nodi, mentre sul fianco sinistro è appesa la corona dei sette gaudi. La statua è adatta anche ad ambienti esterni.

Antonio di Padova, noto in Portogallo come Antonio da Lisbona (in portoghese António de Lisboa), al secolo Fernando Martins de Bulhões (Lisbona, 15 agosto 1195 – Padova, 13 giugno 1231), è stato un religioso e presbitero portoghese appartenente all'Ordine francescano, proclamato santo da papa Gregorio IX nel 1232 e dichiarato dottore della Chiesa nel 1946.
Entrò a 15 anni in monastero nell'ordine degli agostiniani. Dopo aver visto tornare a Coimbra i cinque corpi dei frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare, decise di entrare nell'ordine dei Minori mutando il suo nome in Antonio, per diffondere la fede tra i popoli dell'Africa.
Abile oratore, su indicazione di Francesco predicò molto anche in Romagna, in Italia settentrionale e in Francia, finché non approdò a Padova, dove morì il 13 giugno 1231, all'età di soli 36 anni. Rapidamente canonizzato (in meno di un anno), il suo culto è ancora oggi fra i più diffusi del cattolicesimo.

Il giglio è simbolo di purezza, bellezza, innocenza e fragilità.
Nell'Antico Testamento viene citato nel libro di Osea: «Sarò come rugiada per Israele; [il popolo di Israele] fiorirà come un giglio e metterà radici come un albero del Libano» (Os 14,6). Nel Cantico dei cantici il "giglio delle valli", cioè cresciuto spontaneamente, è simbolo della bellezza dell'amore fedele, unico e gratuito: «Io sono un narciso della pianura di Saron, un giglio delle valli. Come un giglio fra i rovi, così l'amica mia tra le ragazze» (2, 1-2).
Nel Nuovo Testamento il giglio viene citato in questo passo di Matteo: «Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro» (Mt 6, 28-29). Tramite la metafora del giglio, Gesù invita a non affannarsi per il domani e ad avere fiducia in Dio che ha cura di tutte le sue creature, soprattutto delle più fragili e deboli.

Nell'iconografia cristiana il giglio, simbolo di innocenza e candore, è un attributo spesso associato alla Madonna, definita "giglio tra i cardi", e ai santi, dei quali esprime la nobiltà, la purezza, e il loro affidamento a Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adesivo Sant'Antonio di Padova (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599003276
Prezzo: € 9.30

Descrizione:

Adesivo smaltato con l'immagine di Sant'Antonio di Padova. E' un oggetto di ottima tenuta, resistente agli agenti atmosferici. Si può attaccare ovunque: in casa, in auto, sulla moto e sulla bici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU