Articoli religiosi

Varie - Decorazioni Natalizie



Titolo: "Magnete resinato a forma di capanna "Presepe"- dimensioni 7x5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859034321
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Magnete resinato a forma di capanna con raffigurazione del presepe. Particolare la sensazione tattile data dall'utilizzo della resina.
La raffigurazione del presepe ha un disegno classico e rende questo magnete particolarmente elegante.
Sul retro è riportata l'invocazione:

Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l'anziano!
Spingi gli uomini a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita ad abbattere i muri creati dalla miseria e dall'indifferenza.
Sei Tu il vero e unico Salvatore.
Dio della Pace, dono di pace all'intera umanità,
vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii tu la nostra pace e la nostra gioia!
Amen.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete blu a forma di albero di Natale stilizzato con "Natività" - dimensioni 8x5,6 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859035694
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Simpatico magnete a forma di alberello di Natale stilizzato con rappresentazione della Natività su sfondo blu. Particolare la sensazione tattile data dall'utilizzo della resina.
Sul retro è riportata l'invocazione:

Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l'anziano!
Spingi gli uomini a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita ad abbattere i muri creati dalla miseria e dall'indifferenza.
Sei Tu il vero e unico Salvatore.
Dio della Pace, dono di pace all'intera umanità,
vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii tu la nostra pace e la nostra gioia!
Amen.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Questo articolo sarà gradito soprattutto ai più piccoli grazie alla particolarità del materiale e alla simpatia del disegno.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita in polimero a forma di stella "Natività" - dimensioni 6,5x6 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400005813
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Un simpatico regalino per augurare un Felice Natale con il sorriso!
Divertente ed originale questa calamita colorata e molto curata nei dettagli è anche economicamente poco impegnativa.
Molto carina per i bambini, ma anche un gesto d'affetto per regalare un sorriso ai più grandi!

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita a forma di cometa con angioletto - dimensioni 6x4 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400007176
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Un simpatico regalino per augurare un Felice Natale con il sorriso!
Divertente ed originale questa calamita colorata e molto curata nei dettagli è anche economicamente poco impegnativa.

Un angioletto sorridente con un'aureola dorata sulla testa cavalca gioioso la stella cometa che lo porterà a rendere omaggio al Bambin Gesù. L'angioletto non è rappresentato secondo i canoni classici: il tratto fumettistico lo rende particolarmente simpatico e gioioso. 

Molto carina per i bambini, ma anche un gesto d'affetto per regalare un sorriso ai più grandi!

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lanterna gialla da appendere con Sacra Famiglia classica - altezza 14 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859024070
Prezzo: € 2.40

Descrizione:

Grazioso addobbo a forma di lanterna. Vi è rappresentata la scena della natività: Gesù, Giuseppe e Maria al centro della scena e sulla destra il bue e l'asinello.
La lanterna è confezionata in una semplice bustina trasparente e accompagnata da una pagellina con la preghiera "Bambino Gesù".

Può essere appeso all'albero di Natale al posto della classica sfera, ma anche al muro o ad una finestra.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stella cometa in legno da appendere - lunghezza 11 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599007168
Prezzo: € 3.30

Descrizione:

Grazioso addobbo a forma di stella cometa con laccio dorato.
Sulla stella è rappresentata la Natività di Gesù con Maria e Giuseppe in adorazione del piccolo appena nato.
La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Sulla coda della cometa, invece, sono rappresentati i Re magi in viaggio alla ricerca del Bambin Gesù.
Il Vangelo di Matteo [2,1-12] è l'unico a riportare l'episodio dell'adorazione dei Magi, che tuttavia non vengono qui qualificati come "re". La presenza dei Magi nelle rappresentazioni liturgiche occidentali inizia nel X secolo, anche se i nomi dei tre si incontrano a partire dal IX secolo.
La parola Mag significa dono e fa riferimento all'incenso, all'oro e alla mirra portati rispettivamente da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.
Secondo i Vangeli apocrifi, i tre rappresentano le stirpi di Sem, Caf e Jafet, ovvero le tre parti del mondo allora conosciute - Asia, Europa ed Africa.
Un'altra interpretazione vede i Magi simboleggiare le tre età dell'uomo.
Sempre secondo i Vangeli apocrifi, i Magi furono avvisati della nascita di Gesù da un angelo e, una volta giunti presso il Golgota, iniziarono il loro viaggio insieme verso Betlemme.

La stella cometa può essere appesa all'albero di Natale al posto della classica sfera, ma anche al muro, ad una porta, alla finestra...

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stella in legno da appendere con Natività classica - dimensioni 9,5x9,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030743
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Grazioso addobbo a forma di stella con laccio dorato.
Vi è rappresentata la scena della natività: Gesù, Giuseppe e Maria al centro della scena e sulla destra il bue e l'asinello.
Sullo fondo blu risalta una luminosa stella cometa che si alza da sinistra. I bordi dorati conferiscono all'articolo un senso di luminosità e di gioia.

Può essere appeso all'albero di Natale al posto della classica sfera, ma anche al muro, oppure al fiocco di un pacco regalo per abbellirne la confezione.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stella in PVC da appendere con Natività e preghiera sul retro - dimensioni 9,5x9,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030927
Prezzo: € .80

Descrizione:

Stella in PVC da appendere raffigurante la Natività. I bordi dorati conferiscono all'articolo un senso di luminosità e di gioia e lo impreziosiscono. Sul retro è scritta questa invocazione:

Bambino Gesù vieni nelle famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini.

Tramite il piccolo foro può essere appesa al muro, ma visto lo spessore sottilissimo, quasi un cartoncino plastificato, può essere anche appesa all'albero con un filo sottile in modo che possa muoversi liberamente facendo vedere da un lato l'immagine della Natività e dall'altro la preghiera di invocazione al Bambin Gesù.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mousepad "Natale di Gesù" - dimensioni 19,7x23,5 cm"
Editore: LibreriadelSanto.it
Autore: Giotto
Pagine:
Ean: 2483599000749
Prezzo: € 7.90

Descrizione:

Tappetino per mouse realizzato in materiale impermeabile, resistente allo sfregamento e all'abrasione. Non stinge. Non si sposta dal tavolo grazie al basamento in gomma antisdruciolo di elevata qualità.

Passo del brano evangelico da cui è tratta la scena
"Maria diede alla luce un bimbo, che gli angeli tutti intorno adorarono, cantando: "Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini, che egli ama". Una stella molto grande splendeva sulla grotta, che non ne fu vista mai una eguale al mondo... Maria pose il fanciullo nella mangiatoia; e il bue e l'asino lo adorarono. Allora si adempì quanto era stato predetto dal profeta Abacuc: "In mezzo a due animali ti conosceranno". (PM. 13-14)

Scena e personaggi
La nascita di Gesù è rappresentata in una grotta di montagna. Il viso di Gesù rifletta la solennità della sapienza divina. Sono raffigurati cinque angeli e due pastori. Maria sta adagiando il bambino nella mangiatoia, mentre Giuseppe riposa ai piedi di quest'ultima vicino al bue e all'asinello.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività di legno colorato in sfera con doghe - altezza 10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583014706
Prezzo: € 5.20

Descrizione:

Piccolo addobbo natalizio in legno naturale raffigurante la Natività.
Un nastrino dorato posto alla sommità della sfera permette di appendere la decorazione all'albero di Natale.

Delle doghe in legno naturale racchiudono i protagonisti della Natività colorata, posti al centro di questa sfera dall'aspetto moderno.

Maria, Giuseppe e il Bambinello sono raffigurati su una sagoma bidimensionale di legno nelle posizioni canoniche trasmesse dalla tradizione iconografica cristiana.
La pulizia e la morbidezza del tratto, la stilizzazione dei personaggi e la campitura piena dei colori rendono questo articolo adatto al Natale dei più piccoli.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corteccia di legno con "Presepe" - altezza 10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684753
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Originale decorazione natalizia realizzata in corteccia di legno e rappresentante il presepe.

Puoi appendere la decorazione a parete per rendere più accogliente l'ambiente e infondere lo spirito natalizio in famiglia.

I bordi seghettati ed asimettrici rendono dinamico e moderno questo quadretto, ma il materiale utilizzato - il legno - contribuisce a creare un'atmosfera tradizionale e famigliare, ben distante da tutto ciò che i tempi moderni comportano.

Se i bordi scuri aiutano a delimitare lo spazio d'azione dei protagonisti, lo sfondo chiaro ne illumina i gesti, amplificando il senso delle loro azioni e creando un filo diretto con il fedele, che si sente parte della scena rappresentata.

Gesù giace su una grande culla di paglia e un panno bianco, colore della purezza, lo protegge dalle spighe ruvide. La Vergine indossa una veste bianca sormontata da un manto blu e con le mani solleva il panno su cui è adagiato il Bambinello, per presentarlo a quanti sono venuti a salutare il suo arrivo. Giuseppe è in piedi alle spalle di Maria e sorveglia con fare apprensivo la scena.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete in legno d'ulivo "È nato l'amore" - dimensioni 3x3,2 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480505001456
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Magnete in legno d'ulivo traforato prodotto artigianalmente dalle Sorelle Clarisse di Albano Laziale.
Al centro del magnete è rappresentata la Natività di Gesù, ma non secondo i classici stilemi. Si tratta infatti di una Natività molto più intima in cui il piccolo Gesù viene abbracciato da Maria, che a sua volta viene abbracciata da Giuseppe, che a sua volta è abbracciato da un angelo in un crescendo di amore e di gioia. 

Sotto alla Natività una piccola base compatta in legno d'ulivo con incisa con questa frase:
"È nato l'amore". 

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alberello in PVC da appendere con Natività e preghiera sul retro - dimensioni 11x9 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859026692
Prezzo: € .80

Descrizione:

Alberello in PVC da appendere raffigurante la Natività. I bordi dorati conferiscono all'articolo un senso di luminosità e di gioia e lo impreziosiscono. Sul retro è scritta questa preghiera:

Asciuga, Bambino Gesù, la lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l'anziano!
Spingi gli uomini a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita ad abbattere i muri creati dalla miseria e dall'indifferenza.
Sei Tu, Divino Bambino di Betlemme, che ci salvi liberandoci dal peccato.
Sei Tu il vero e unico Salvatore.
Dio della Pace, dono di pace all'intere umanità, vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii Tu la nostra pace e la nostra gioia! Amen

Giovanni Paolo II

 Tramite il piccolo foro può essere appeso al muro, ma visto lo spessore sottilissimo, quasi un cartoncino plastificato, può essere anche appeso all'albero con un filo sottile in modo che possa muovere liberamente facendo vedere da un lato l'immagine della Natività e dall'altro la preghiera di invocazione al Bambin Gesù.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Addobbo per albero di Natale con dettagli in oro a caldo "Natività" - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400309447
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Grazioso addobbo per albero di Natale rappresentante il presepe.
La decorazione natalizia può essere anche appoggiata su un mobile grazie al piedino in metallo incluso nella confezione.

Lo stile grafico della decorazione è moderno, fumettistico, adatto al Natale dei più piccoli.
Una corona di vischio verde culmina in alto in un fiocco rosso e incornicia i protagonisti della Sacra Famiglia, rappresentati in piedi al centro del quadretto.
Due angioletti, l'asinello e il bue salutano l'avvento del Salvatore.
Il quadretto è impreziosito da molti dettagli impressi in oro a caldo, donando alla scena rappresentata il tipico sapore natalizio.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cero per altare viola opaco - altezza 20 cm"
Editore: Graziani
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599014982
Prezzo: € 7.60

Descrizione:

Graziosa candela per altare color viola con bellissima finitura opaca.
Assieme alle candele di colore rosa può essere utilizzata nella Corona dell'Avvento.

La candela può essere usata anche come piacevole e profumato articolo per la casa.
Rimane accesa per una durata di 71 ore circa.

Il VIOLA è il colore della penitenza e simboleggia conversione, attesa e suffragio. Viene usato nel tempo di Avvento, nel tempo di Quaresima e nella liturgia dei defunti.

"La differenza dei colori nelle vesti liturgiche ha lo scopo di esprimere, anche con mezzi esterni, la caratteristica particolare dei misteri della fede che vengono celebrati, e il senso della vita cristiana in cammino lungo il corso dell'anno liturgico." (Messale Romano - Introduzione - n. 37)

La corona dell'Avvento è un'usanza nata nel XIX secolo nella città di Amburgo. In Italia iniziò lentamente a diffondersi solo dopo il concilio Vaticano II. 
Solitamente la corona dell'Avvento è una struttura di forma circolare formata da rami di piante sempreverdi, vegetali ed altre decorazioni, all'interno della quale sono inserite quattro candele. Può essere strutturata anche diversamente ed alcune versioni prevedono la presenza di una quinta candela posta al centro del cerchio o della struttura.
La corona dell'Avvento scandisce le settimane che mancano al Natale: le quattro candele vanno accese ciascuna in una domenica di Avvento.
Ognuna delle candele ha una denominazione ed un significato peculiari:
La prima candela è detta "del Profeta", poiché ricorda le profezie sulla venuta del Messia;
La seconda candela è detta "di Betlemme", per ricordare la città in cui è nato il Messia;
La terza candela è detta "dei pastori", i primi che videro ed adorarono il Messia.  Poiché nella terza domenica d'Avvento la Liturgia permette al sacerdote di utilizzare i paramenti rosacei al posto di quelli viola tale candela può avere un colore diverso dalle altre tre;
La quarta candela è detta "degli Angeli", i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia.

Secondo un'altra tradizione assai diffusa le quattro candele rappresentano la Speranza, la Pace, la Gioia e l'Amore. La quinta candela, eventualmente, Gesù stesso.

L'accensione di ciascuna candela indica la progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla sempre più prossima venuta del Messia. La forma circolare della Corona dell'Avvento è simbolo di unità e di eternità. I rami sempreverdi rappresentano la speranza.

 

Articolo fabbricato da una delle più antiche realtà produttive di candele d'Italia e del mondo. Fondata nel 1805, l'azienda tramanda l'arte delle candele made in Italy da sei generazioni, sempre nel rispetto delle norme di qualità, fornendo al cliente un prodotto di pregio, rifinito con scrupolo e professionalità.

 

Lo stesso articolo è presente in quattro diverse colorazioni: rosa, rosso, viola, bianco.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Candela traforata in legno d'ulivo per albero di Natale con presepe - altezza 11,5 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551431226
Prezzo: € 9.20

Descrizione:

Pregiato addobbo in legno d'ulivo a forma di candela traforato a mano con tre rappresentazioni su tre livelli.
Nella parte più alta è rappresentata una Natività stilizzata, al centro un pastore di profilo, sempre stilizzato, e nella parte più bassa i Re magi in cammino alla ricerca di Gesù Bambino.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Tutti gli oggetti "Artigianato di Betlemme" sono prodotti e lavorati a mano. Il materiale utilizzato è esclusivamente il legno d'ulivo.
Tutti gli articoli sono prodotti ed importati da Betlemme.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina in resina con presepe ed Albero della Vita - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684166
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Bellissima decorazione natalizia dai colori sgargianti e dal tratto moderno realizzata in resina colorata.
Un piccolo nastrino posto sul retro della piastrellina ne permette l'affissione a parete, o volendo la si può appendere ad una finestra o alla porta di casa.
L'atmosfera natalizia è assicurata.

I protagonisti della Sacra Famiglia sono incastonati come pietre nel tronco dell'Albero della Vita, donando alla piastrellina un grazioso effetto mosaicato, a ricordate le vetrate delle chiese gotiche.

Giuseppe e Maria avvolgono in un tenero abbraccio il Bambinello, mentre sotto le foglie dell'Albero della Vita troviamo i Magi, il bue e l'asinello a salutare l'avvento del Salvatore.

Le forme particolarmente sinuose dei corpi e delle vesti trasmettono calore, sensazione data anche dall'uso dei colori accesi dati con mano sicura, senza lasciare spazio a sfumature di sorta.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

L'Albero della Vita, più volte nominato nelle Sacre Scritture, è simbolo dell'immortalità e della croce di Cristo.

Nella prefazione della liturgia dell'Esaltazione della Santa Croce si dice: "Nell'albero della Croce tu hai stabilito la salvezza dell'uomo, perché donde sorgeva la morte di là risorgesse la vita, e chi dell'albero traeva vittoria, dall'albero venisse sconfitto, per Cristo nostro Signore".

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dittico ogivale con Gesù Bambino e preghiera - altezza 4,2 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400091137
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Piccolo dittico ogivale con immagine del Bambin Gesù sulla sinistra ed invocazione sulla destra che recita così:

"Dolce pargolo mio Divino,
in Te spero e da Te
attendo una grazia particolare:

in Te confido."

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

L'immagine e la preghiera sono contornate da un bordo dorato che conferisce al tutto una particolare luminosità e calore.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corteccia di legno con "Natività" - altezza 10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684203
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Originale decorazione natalizia realizzata in corteccia di legno e rappresentante la Natività.

Puoi appendere la decorazione a parete per rendere più accogliente l'ambiente e infondere lo spirito natalizio in famiglia.

I bordi seghettati ed asimettrici rendono dinamico e moderno questo quadretto, ma il materiale utilizzato - il legno - contribuisce a creare un'atmosfera tradizionale e famigliare, ben distante da tutto ciò che i tempi moderni comportano.

Se i bordi scuri aiutano a delimitare lo spazio d'azione dei protagonisti, lo sfondo chiaro ne illumina i gesti, amplificando il senso delle loro azioni e creando un filo diretto con il fedele, che si sente parte della scena rappresentata.

Gesù giace su una grande culla di paglia e un panno bianco, colore della purezza, lo protegge dalle spighe ruvide. La Vergine veste i colori simbolici della doppia natura di Cristo, il rosso e il blu, e un velo bianco le cinge la testa. Sta vegliando su Gesù e pregando al tempo stesso, mentre Giuseppe è in piedi alle spalle di Maria, con le mani giunte e il capo chino in preghiera.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività in legno traforato da appendere - altezza 14 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8024299300582
Prezzo: € 2.30

Descrizione:

Piccolo addobbo natalizio da appendere raffigurante la Natività.
Un cordoncino in lurex dorato posto alla sommità della decorazione permette di appendere l'articolo all'albero di Natale o a parete.

Realizzato in legno traforato e colorato, il presepe bidimensionale vede Maria inginocchiata su un giaciglio di paglia mentre tiene tra le braccia il Bambinello. Giuseppe è in piedo di fronte alla Vergine e regge con la mano destra una lanterna, il tutto illuminato da una bellssima stella cometa.

Si tratta di una simpatica idea regalo per i più piccoli, per accompagnarli durante il periodo natalizio.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corteccia da appoggio con "Natività" intagliata - dimensioni 11x9 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8055969450931
Prezzo: € 11.50

Descrizione:

Originale decorazione natalizia realizzata in corteccia di legno e rappresentante la Natività, intagliata al suo interno.

La superficie irregolare tipica della corteccia di legno rende viva questa decorazione, che nella parte centrale alterna al colore scuro della corteccia quello chiaro del legno appena lavorato.La Natività è completamente stilizzata: la capanna, la stella cometa, l'albero e i protagonisti della Sacra Famiglia non presentano alcun tratto caratterizzante.
Il legno è protagonista in questo articolo e la sua lavorazione ad intaglio conferisce solennità alle piccole forme ricavate nella corteccia, rendendo la scena empatica, viva e ricca di spirito natalizio.

Puoi appoggiare questa decorazione su un tavolo, un comodino o sulla mensola di casa predisposta per l'arrivo del Natale.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Collana "Stella di Betlemme" con laccio e cartoncino"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400225440
Prezzo: € 3.10

Descrizione:

Ciondolo a forma di stella (misura 2x2 cm) con laccio nero. Complessivamente il ciondolo più il laccio misurano circa 37 cm.
La stella di betlemme è la stella che, secondo i Vangeli, ha condotto i Magi da Gesù Bambino. Il ciondolo argentato è costellato di piccoli strass che lo rendono prezioso e luminoso.
La collanina è confezionata in una bustina di nylon trasparente con un cartoncino (dimensioni 11,5x6,5 cm) che riporta l'immagine di Gesù Bambino e la frase:

"Brilli nel tuo cuore e ti orienti sulla strada della pace incontro al Signore della Storia"

Sul retro del cartoncino è scritta questa preghiera:

"Si manifesti anche a noi, o Dio onnipotente, il mistero del Salvatore del mondo, rivelato ai Magi sotto la guida della stella, e cresca sempre più nel nostro spirito. Amen"

Sul cartoncino, sia davanti che dietro, è presente la stampa in rosso della Croce di Gerusalemme. La croce di Gerusalemme o di Terra Santa è una croce greca, cioè una croce con i quattro bracci di egual misura, contornata da quattro croci più piccole.
Molto probabilmente le cinque croci rappresentano le cinque piaghe della Passione di Gesù: le ferite ai piedi, alle mani e al costato. Le prime quattro furono provocate dai chiodi, l’ultima dalla lancia di un soldato romano, come si legge nel Vangelo di Giovanni. La croce, da sempre simbolo del cosmo (il numero quattro rimanda ai quattro punti cardinali) e dell’infinito, sta a significare la presenza cosmica della potenza divina.
Molto probabilmente la croce di Gerusalemme è l'evoluzione di una croce greca con dei puntini al posto delle crocette usata dalla primissima comunità cristiana del Medio Oriente in epoca romana. Tanti dei segni ritrovati in diverse località della Terra Santa rimandano alla croce di Gerusalemme, per questo i francescani di Terra Santa l'hanno adottata come simbolo.

Il Vangelo di Matteo [2,1-12] è l'unico a riportare l'episodio dell'adorazione dei Magi, che tuttavia non vengono qui qualificati come "re". La presenza dei Magi nelle rappresentazioni liturgiche occidentali inizia nel X secolo, anche se i nomi dei tre si incontrano a partire dal IX secolo.
La parola Mag significa dono e fa riferimento all'incenso, all'oro e alla mirra portati rispettivamente da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.
Secondo i Vangeli apocrifi, i tre rappresentano le stirpi di Sem, Caf e Jafet, ovvero le tre parti del mondo allora conosciute - Asia, Europa ed Africa.
Un'altra interpretazione vede i Magi simboleggiare le tre età dell'uomo.
Sempre secondo i Vangeli apocrifi, i Magi furono avvisati della nascita di Gesù da un angelo e, una volta giunti presso il Golgota, iniziarono il loro viaggio insieme verso Betlemme.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadro Natività con lastra in argento 925 - Bassorilievo - 6,5 x 5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052325472
Prezzo: € 15.57

Descrizione:

Tavoletta in legno con bassorilievo in argento 925 rappresentante la Natività di Gesù e i tre Re magi con profili in oro.
Sullo sfondo, il cielo smaltato ci riporta alla notte di Natale.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Il Vangelo di Matteo [2,1-12] è l'unico a riportare l'episodio dell'adorazione dei Magi, che tuttavia non vengono qui qualificati come "re". La presenza dei Magi nelle rappresentazioni liturgiche occidentali inizia nel X secolo, anche se i nomi dei tre si incontrano a partire dal IX secolo.
La parola Mag significa dono e fa riferimento all'incenso, all'oro e alla mirra portati rispettivamente da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.
Secondo i Vangeli apocrifi, i tre rappresentano le stirpi di Sem, Caf e Jafet, ovvero le tre parti del mondo allora conosciute - Asia, Europa ed Africa.
Un'altra interpretazione vede i Magi simboleggiare le tre età dell'uomo.
Sempre secondo i Vangeli apocrifi, i Magi furono avvisati della nascita di Gesù da un angelo e, una volta giunti presso il Golgota, iniziarono il loro viaggio insieme verso Betlemme.

Il bassorilievo ha sul retro un foro per essere appeso ed un piccolo appoggio da tavolo.

Il prodotto è totalmente made in Italy. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce in legno "Presepe" stile classico - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859024612
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Croce in legno da appendere con bordo e contorni dorati che conferiscono all'oggetto luminosità e calore.
Il presepe viene rappresentato in modo semplice e gioioso, i colori sono accesi e luminosi.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Splendido pensiero da regalare a Natale, come invito a pregare con gli occhi rivolti alla croce.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete blu a forma di palla di Natale "Il presepe" - dimensioni 6x5,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030606
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Simpatico magnete resinato a forma di palla di Natale, raffigurante una scintillante Natività su sfondo blu.
I bordi dei disegni e del magnete sono dorati, come anche le stelle sullo sfondo, e conferiscono alla calamita luminosità e calore.
Sul retro è riportata l'invocazione:

Bambino Gesù vieni nelle famiglie, 
vieni nei nostri cuori, 
vieni a proteggere la vita nascente, 
vieni nei cuori dei bambini.

Questo articolo sarà gradito soprattutto ai più piccoli grazie alla particolarità del materiale e alla simpatia del disegno.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU