Articoli religiosi

Varie - Decorazioni Natalizie



Titolo: "Iconcina a forma di pergamena "Bambino Gesù" - dimensioni 10x7 cm"
Editore: Egim
Autore: Giovanni Paolo II
Pagine:
Ean: 2483599010526
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Iconcina in legno a forma di pergamena con piedino da appoggio. Sull'icona è riportata la preghiera "Bambino Gesù" di Giovanni Paolo II.

Asciuga, Bambino Gesù,
le lacrime dei fanciulli,
accarezza il malato e l'anziano!
Spingi gli uomini a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita ad abbattere i muri creati dalla miseria e dall'indifferenza.
Sei Tu il vero e unico Salvatore.
Dio della pace, dono di pace all'intera umanità,
vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii Tu la nostra pace e la nostra gioia.
Amen

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona a forma di libro "Natività" - dimensioni 10x13 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400083217
Prezzo: € 3.20

Descrizione:

Originale icona a forma di libro. Sulle pagine di sinistra troviamo una festosa illustrazione della Natività con Maria, Giuseppe e due angeli "bambini" che contemplano il piccolo Gesù appena nato. Sulle pagine di destra è incisa questa preghiera a Gesù Bambino:

"Dolce pargolo mio divino,
in Te spero e da Te attendo
una grazia particolare:
in Te confido."

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dittico ogivale con Gesù Bambino e preghiera - altezza 4,2 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400091137
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Piccolo dittico ogivale con immagine del Bambin Gesù sulla sinistra ed invocazione sulla destra che recita così:

"Dolce pargolo mio Divino,
in Te spero e da Te
attendo una grazia particolare:

in Te confido."

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

L'immagine e la preghiera sono contornate da un bordo dorato che conferisce al tutto una particolare luminosità e calore.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività in sfera di vetro su base decorata - altezza 9 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8022934159984
Prezzo: € 8.20

Descrizione:

Simpatica decorazione natalizia che piace a tutti, grandi e piccini.
I protagonisti della Natività sono racchiusi in un sfera di vetro che poggia su una base colorata raffigurante delle case e delle palme nel deserto.

Le statuine del presepe sono piccolissime. Maria tiene in braccio il Bambinello e Giuseppe osserva protettivo Madre e Figlio. La Vergine indossa un drappo rosso, Giuseppe una tunica blu, ovvero i colori simbolici della doppia natura di Cristo. La culla è ai piedi della coppia, mentre Gesù è avvolto in un panno bianco, colore della purezza, e scaldato dal tenero abbraccio di Maria.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Goccia di legno con "Natività" per albero di Natale - altezza 14 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684661
Prezzo: € 4.60

Descrizione:

Grazioso addobbo natalizio in legno a forma di goccia con incisa l'immagine stilizzata della Natività.
Un pratico nastrino rosso posto alla sommità permette di appendere l'addobbo all'albero di Natale, ad una finestra, alla porta o ad una parete. 
L'atmosfera natalizia è assicurata.

L'immagine moderna e dal design minimale propone i protagonisti della Sacra Famiglia uniti in un caldo abbraccio. Al centro la culla di paglia con il Bambinello è il punto di riferimento delle attenzioni di Maria e della protezione apprensiva di Giuseppe, il tutto illuminato da una piccola e graziosa stella cometa posta in alto, a salutare l'avvento del Salvatore.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Goccia di legno con presepe per albero di Natale - altezza 14 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684678
Prezzo: € 4.60

Descrizione:

Grazioso addobbo natalizio in legno a forma di goccia con incisa l'immagine stilizzata del presepe.
Un pratico nastrino rosso posto alla sommità permette di appendere l'addobbo all'albero di Natale, ad una finestra, alla porta o ad una parete. 
L'atmosfera natalizia è assicurata.

L'immagine moderna e dal design minimale propone i protagonisti della Sacra Famiglia all'interno della mangiatoia, in cui l'asinello e il bue salutano l'avvento del Salvatore. Un cielo stellato illuminato da una graziosa stella cometa circonda la capanna.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività di legno in sfera con doghe - altezza 10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583014690
Prezzo: € 5.20

Descrizione:

Piccolo addobbo natalizio in legno naturale raffigurante la Natività.
Un nastrino dorato posto alla sommità della sfera permette di appendere la decorazione all'albero di Natale.

Delle doghe in legno naturale racchiudono i protagonisti della Natività, posti al centro di questa sfera dall'aspetto moderno.

Maria, Giuseppe e il Bambinello sono raffigurati su una sagoma bidimensionale di legno nelle posizioni canoniche trasmesse dalla tradizione iconografica cristiana.
La puliziadelle forme, la morbidezza del tratto e la stilizzazione dei personaggi rendono questo articolo adatto al Natale dei più piccoli.

[[desc-238]



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete a forma di stella "Il presepe" - dimensioni 5x5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030910
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Simpatico magnete resinato a forma di stella, raffigurante un presepe scintillante su sfondo blu.
I bordi dei disegni e del magnete sono dorati, come anche le stelle sullo sfondo, e conferiscono alla calamita luminosità e calore.
Sul retro è riportata l'invocazione:

"Bambino Gesù vieni nelle famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini."

Questo articolo sarà gradito soprattutto ai più piccoli grazie alla particolarità del materiale e alla simpatia del disegno.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Astuccio di stoffa con "Natività" - dimensioni 7x10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8051191920716
Prezzo: € 2.20

Descrizione:

Pratico astuccio in stoffa con cerniera e stampa della Natività.

Gesù giace su una grande culla di paglia e un panno bianco, colore della purezza, lo protegge dalle spighe ruvide. La Vergine indossa una veste bianca sormontata da un manto blu. Sta vegliando su Gesù e stringe tra le mani il panno che lo avvolge, osservando curiosa e apprensiva il volto del Bambinello. Giuseppe è al fianco della Vergine e lo sguardo è rivolto a Gesù. Sullo sfondo i Re magi stanno arrivando a far visita a Cristo.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Il Vangelo di Matteo [2,1-12] è l'unico a riportare l'episodio dell'adorazione dei Magi, che tuttavia non vengono qui qualificati come "re". La presenza dei Magi nelle rappresentazioni liturgiche occidentali inizia nel X secolo, anche se i nomi dei tre si incontrano a partire dal IX secolo.
La parola Mag significa dono e fa riferimento all'incenso, all'oro e alla mirra portati rispettivamente da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.
Secondo i Vangeli apocrifi, i tre rappresentano le stirpi di Sem, Caf e Jafet, ovvero le tre parti del mondo allora conosciute - Asia, Europa ed Africa.
Un'altra interpretazione vede i Magi simboleggiare le tre età dell'uomo.
Sempre secondo i Vangeli apocrifi, i Magi furono avvisati della nascita di Gesù da un angelo e, una volta giunti presso il Golgota, iniziarono il loro viaggio insieme verso Betlemme.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Angelo in ulivo con base e Gesù bambino in resina colorata - altezza 6,5 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583008583
Prezzo: € 8.10

Descrizione:

Angelo in legno d'ulivo rappresentato stilizzato di profilo. Sulla base è applicato un piccolo Gesù bambino in resina colorata.
Bella decorazione natalizia da esporre durante le festività, adatta anche alle case meno spaziose.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Angelo in resina con luna in legno - dimensioni 8x8 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8053853833068
Prezzo: € 4.90

Descrizione:

Graziosa decorazione in resina e legno rappresentante un angioletto seduto su uno spicchio di luna.

Il putto indossa una vestina verde e tiene tra le mani un cuoricino dorato.
Sulla parte frontale della luna sono presenti nuvole e stelle stilizzate colorate di azzurro e di verde.
Un fiocco completa la decorazione.

In molte tradizioni religiose, un angelo è un essere spirituale che assiste e serve Dio (o gli dei) o è al servizio dell'uomo lungo il percorso del suo progresso spirituale e della sua esistenza terrena.
In quanto creature puramente spirituali, essi hanno intelligenza e volontà: sono creature personali e immortali. Superano in perfezione tutte le creature visibili, e il fulgore della loro gloria lo testimonia.
Tutte le maggiori religioni monoteiste da secoli credono anche nell'esistenza di una numerosa gerachia di angeli ribelli a Dio Creatore, comandati da Satana, fondata sulla Bibbia.
La parola "angelo" deriva dal latino angelus ed ha origine dalla parola greca aγγελος, traduzione dell'ebraico mal'akh, e significa "messo", "messaggero", "servitore".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita a forma di cometa con angioletto - dimensioni 6x4 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400007176
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Un simpatico regalino per augurare un Felice Natale con il sorriso!
Divertente ed originale questa calamita colorata e molto curata nei dettagli è anche economicamente poco impegnativa.

Un angioletto sorridente con un'aureola dorata sulla testa cavalca gioioso la stella cometa che lo porterà a rendere omaggio al Bambin Gesù. L'angioletto non è rappresentato secondo i canoni classici: il tratto fumettistico lo rende particolarmente simpatico e gioioso. 

Molto carina per i bambini, ma anche un gesto d'affetto per regalare un sorriso ai più grandi!

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Albero di Natale con Sacra Famiglia in legno d'ulivo - altezza 5,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400128697
Prezzo: € 4.20

Descrizione:

Piccolo presepe in legno d'ulivo a forma di alberello con piedino d'appoggio.
Il legno con cui viene realizzato questo articolo è pregiato, già al tatto si percepisce la solidità del materiale. Anche gli occhi sono deliziati dalla particolarità delle tipiche venature e l'olfatto colpito dall'intenso profumo del legno d'ulivo.
La scena della Sacra Famiglia è stampata con colori vividi e applicata al legno.

Da tenere ben in vista in casa durante il tempo di Natale per ricordarci sempre il vero significato di questa festa.
Una raffinata idea regalo, non troppo impegnativa economicamente, ma di ottima qualità. Confezionato in una scatolina di plastica trasparente.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe in resina colorata con Bibbia - altezza 5,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400309522
Prezzo: € 4.42

Descrizione:

Elegante e originale rappresentazione della Natività, in cui i protagonisti dipinti d'argento e l'albero di Natale verde sullo sfondo poggiano sulle pagine aperte di un libro bianco, la Bibbia.

Si tratta di un articolo natalizio adatto anche ai più piccoli.
Nonostante Giuseppe, Maria e Gesù siano di dimensioni davvero piccole, i dettagli dei loro volti e delle loro vesti sono ben caratterizzati.
L'eleganza che contraddistingue la Sacra Famiglia contrasta con l'aspetto più moderno e grafico dell'albero sullo sfondo.

Semplice e bella la confezione dell'articolo: si tratta di una scatola in pvc trasparente che riporta la grafica rossa tipica di una confezione regalo.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina blu "Natività con palla di Natale rossa" per bambini - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030873
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Piastrellina da appendere con gancetto raffigurante la scena della Natività in stile fumettistico sullo sfondo di una sfolgorante palla di Natale di colore rosso.
Il colore dominante è il blu del cielo stellato che ricorda la notte della nascita di Gesù Bambino.

La piastrellina è stata realizzata con stampa UV. Questo procedimento la rende resistente ai raggi solari, in quanto l'immagine viene fissata direttamente sulla piastrella con raggi ultravioletti.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La piastrellina è confezionata assieme ad un cartoncino di uguali dimensioni con l'invocazione a Gesù Bambino:

Bambino Gesù vieni nelle famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini.

Pensiero originale da regalare in occasione del Santo Natale.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina in resina con presepe ed Albero della Vita - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8032727684166
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Bellissima decorazione natalizia dai colori sgargianti e dal tratto moderno realizzata in resina colorata.
Un piccolo nastrino posto sul retro della piastrellina ne permette l'affissione a parete, o volendo la si può appendere ad una finestra o alla porta di casa.
L'atmosfera natalizia è assicurata.

I protagonisti della Sacra Famiglia sono incastonati come pietre nel tronco dell'Albero della Vita, donando alla piastrellina un grazioso effetto mosaicato, a ricordate le vetrate delle chiese gotiche.

Giuseppe e Maria avvolgono in un tenero abbraccio il Bambinello, mentre sotto le foglie dell'Albero della Vita troviamo i Magi, il bue e l'asinello a salutare l'avvento del Salvatore.

Le forme particolarmente sinuose dei corpi e delle vesti trasmettono calore, sensazione data anche dall'uso dei colori accesi dati con mano sicura, senza lasciare spazio a sfumature di sorta.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

L'Albero della Vita, più volte nominato nelle Sacre Scritture, è simbolo dell'immortalità e della croce di Cristo.

Nella prefazione della liturgia dell'Esaltazione della Santa Croce si dice: "Nell'albero della Croce tu hai stabilito la salvezza dell'uomo, perché donde sorgeva la morte di là risorgesse la vita, e chi dell'albero traeva vittoria, dall'albero venisse sconfitto, per Cristo nostro Signore".

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete blu a forma di albero di Natale stilizzato con "Natività" - dimensioni 8x5,6 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859035694
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Simpatico magnete a forma di alberello di Natale stilizzato con rappresentazione della Natività su sfondo blu. Particolare la sensazione tattile data dall'utilizzo della resina.
Sul retro è riportata l'invocazione:

Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!
Accarezza il malato e l'anziano!
Spingi gli uomini a stringersi in un universale abbraccio di pace!
Invita ad abbattere i muri creati dalla miseria e dall'indifferenza.
Sei Tu il vero e unico Salvatore.
Dio della Pace, dono di pace all'intera umanità,
vieni a vivere nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.
Sii tu la nostra pace e la nostra gioia!
Amen.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Questo articolo sarà gradito soprattutto ai più piccoli grazie alla particolarità del materiale e alla simpatia del disegno.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù Bambino su stella in legno d'ulivo da appoggio - altezza 4 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583014256
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Graziosa decorazione natalizia con il Bambinello intagliato su una stella a sette punte.

La stella poggia su una base di legno più scuro, sempre a forma di stella.
Puoi appoggiare il Bambinello su un tavolo, un comodino o la mensola di casa predisposta per il Natale, per rendere più accogliente l'ambiente e infondere lo spirito natalizio in famiglia.

La disposizione delle braccia di Gesù ricorda la raffigurazione del Gesù misericordioso, con una mano sul petto e con l'altra tesa in avanti ad accogliere i fedeli.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe colorato a forma di capanna - dimensioni 10x12 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599007496
Prezzo: € 3.60

Descrizione:

Bellissima capanna dai colori vivaci e sgargianti. La Sacra Famiglia simpatica e colorata è così disegnata per piacere in modo particolare ai bambini.
La superficie è lucida, i colori intensi, sul retro è applicato un gancetto per appenderla al muro, oppure, se si preferisce, c'è anche un supporto per appoggiarla.

Un'idea regalo economica e divertente per augurare a chi desideriamo un Santo Natale!

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cero per altare rosa opaco - altezza 20 cm"
Editore: Graziani
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599014975
Prezzo: € 7.60

Descrizione:

Graziosa candela per altare color rosa con bellissima finitura opaca.
Assieme alle candele di colore viola può essere utilizzata nella Corona dell'Avvento.

La candela può essere usata anche come piacevole e profumato articolo per la casa.
Rimane accesa per una durata di 71 ore circa.

COLORE ROSACEO: questo colore, che viene utilizzato solo due volte in tutto l’anno liturgico, è tradizionalmente associato ad un senso di gioia in mezzo a una stagione di penitenza. In entrambe le domeniche (“Gaudete” in Avvento e “Laetare” in Quaresima), il rosaceo ci ricorda che la stagione di preparazione sta arrivando al termine e si sta rapidamente avvicinando una grande festività.

"La differenza dei colori nelle vesti liturgiche ha lo scopo di esprimere, anche con mezzi esterni, la caratteristica particolare dei misteri della fede che vengono celebrati, e il senso della vita cristiana in cammino lungo il corso dell'anno liturgico." (Messale Romano - Introduzione - n. 37)

La corona dell'Avvento è un'usanza nata nel XIX secolo nella città di Amburgo. In Italia iniziò lentamente a diffondersi solo dopo il concilio Vaticano II. 
Solitamente la corona dell'Avvento è una struttura di forma circolare formata da rami di piante sempreverdi, vegetali ed altre decorazioni, all'interno della quale sono inserite quattro candele. Può essere strutturata anche diversamente ed alcune versioni prevedono la presenza di una quinta candela posta al centro del cerchio o della struttura.
La corona dell'Avvento scandisce le settimane che mancano al Natale: le quattro candele vanno accese ciascuna in una domenica di Avvento.
Ognuna delle candele ha una denominazione ed un significato peculiari:
La prima candela è detta "del Profeta", poiché ricorda le profezie sulla venuta del Messia;
La seconda candela è detta "di Betlemme", per ricordare la città in cui è nato il Messia;
La terza candela è detta "dei pastori", i primi che videro ed adorarono il Messia.  Poiché nella terza domenica d'Avvento la Liturgia permette al sacerdote di utilizzare i paramenti rosacei al posto di quelli viola tale candela può avere un colore diverso dalle altre tre;
La quarta candela è detta "degli Angeli", i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia.

Secondo un'altra tradizione assai diffusa le quattro candele rappresentano la Speranza, la Pace, la Gioia e l'Amore. La quinta candela, eventualmente, Gesù stesso.

L'accensione di ciascuna candela indica la progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla sempre più prossima venuta del Messia. La forma circolare della Corona dell'Avvento è simbolo di unità e di eternità. I rami sempreverdi rappresentano la speranza.

 

Articolo fabbricato da una delle più antiche realtà produttive di candele d'Italia e del mondo. Fondata nel 1805, l'azienda tramanda l'arte delle candele made in Italy da sei generazioni, sempre nel rispetto delle norme di qualità, fornendo al cliente un prodotto di pregio, rifinito con scrupolo e professionalità.

 

Lo stesso articolo è presente in quattro diverse colorazioni: rosa, rosso, viola, bianco.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statuina in resina "Natività con calendario" - altezza 7 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400277586
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

Graziosa statuina in resina colorata rappresentante la Natività.
Bella da vedere e anche da toccare grazie alla resa materica del tessuto, questa statuetta è adatta ai bambini.
Lo stile fumettistico con cui sono rappresentati i volti si discosta dai canoni rappresentativi classici cari all'iconografia sacra.
Interessante l'idea di abbinare un calendario alla statuetta, la quale si erge su un blocco rettangolare cavo in cui troviamo due cubetti numerati e un foglietto di carta con scritti i mesi dell'anno.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

L'articolo è pensato per i più piccoli, affinché apprezzino il tempo natalizio e comprendano l'auntentico senso del Natale.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe da appoggio a forma di capanna con angelo - altezza 12 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583004820
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Presepe a forma di capanna in legno, rappresentante la classica mangiatoia, composto da tre livelli sovrapposti che creano profondità e dotato di piedino di appoggio.
La raffigurazione è piuttosto intima, ci sono pochi personaggi, solo la Sacra Famiglia e un angelo che veglia sulla sommità della capanna.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno massello "Natività con angeli" - lunghezza 15 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599009414
Prezzo: € 8.50

Descrizione:

Elegante icona litografata con oro a caldo, realizzata su legno massello, con gancetto.
Questa icona è il perfetto regalo di Natale per gli amanti dell'arte.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Profumatore d'ambiente "Albero della vita" fragranza Lilium - altezza 15 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400231441
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Profumatore d'ambiente in resina e feltro alto 15 cm.
La parte alta in stoffa rossa è sagomata rispettando le linee sinuose dell'Albero della vita, mentre sul piccolo contenitore in resina bianca è stampata l'immagine della Sacra Famiglia.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

L'Albero della Vita, più volte nominato nelle Sacre Scritture, è simbolo dell'immortalità e della croce di Cristo.

Nella prefazione della liturgia dell'Esaltazione della Santa Croce si dice: "Nell'albero della Croce tu hai stabilito la salvezza dell'uomo, perché donde sorgeva la morte di là risorgesse la vita, e chi dell'albero traeva vittoria, dall'albero venisse sconfitto, per Cristo nostro Signore".

L'articolo si presenta confezionato in una graziosa scatolina color ocra di 18x13,5x4 cm.
All'interno è presente la ricarica del profumo Lilium.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina magnetica "Gesù Bambino" - dimensioni 4,5x4,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599010960
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Piastrellina magnetica raffigurante l'immagine di un dolce Bambino Gesù sorridente illuminato da uno splendido cielo stellato.
La piastrellina è stata realizzata con stampa UV. Questo procedimento la rende resistente ai raggi solari, in quanto l'immagine viene fissata direttamente sulla piastrella con raggi ultravioletti.

Pensiero originale da regalare in occasione del Santo Natale.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU