Articoli religiosi

Varie - Eventi Speciali



Titolo: "Arazzo sacro "Madonna Aldobrandini" - dimensioni 65x53 cm"
Editore: M&T
Autore: Raffaello Sanzio
Pagine:
Ean: 2483599004433
Prezzo: € 35.10

Descrizione:

Arazzo rettangolare di dimensioni medio-grandi (65x53 cm), totalmente ideato e prodotto in Italia con filati di alta qualità lavorati con telaio Jacquard.

Il soggetto rappresentato, la "Madonna Aldobrandini" di Raffaello, rende questo arazzo un pregiato articolo d'arredamento artistico per la casa e un dono raffinato in occasione di nascite e battesimi.

Composizione
53% viscosa, 41% cotone, 4% poliestere, 2% altre fibre

Il telaio Jacquard è un particolare telaio che tramite l'aggiunta di un macchinario permette la movimentazione automatica dei singoli fili di ordito. Questo tipo di lavorazione consente di ottenere tessuti dai disegni complessi e ricchi di colori.

La "Madonna Aldobrandini" o Madonna Garvagh è un famoso dipinto a olio di Raffaello, risalente al 1510 circa e attualmente conservato presso la National Gallery di Londra.
I soggetti dell'opera sono la Vergine, Gesù Bambino e Giovanni Battista: sono ordinati secondo una composizione piramidale di cui la Vergine è la punta. Alle spalle dei tre si trova uno scorcio di paesaggio nei pressi di Roma e, proprio dietro alla Vergine, una colonna scura ne mette in risalto il volto luminoso. Gesù accetta il regalo di un garofano da parte di Giovanni. Il garofano ha un significato molto importante: il colore rosso del fiore rappresenta il sangue della Passione, ma è anche simbolo dell'unione di Cristo con la sua Chiesa. Simbolicamente Gesù, accettando il fiore, accetta il proprio tragico destino.
L'opera è divenuta famosa per la grandissima dolcezza e naturalezza che traspare nei movimenti dei protagonisti, come se fossero una famiglia ideale, lontana dal duro destino che riguarderà i due bambini.

Raffaello Sanzio (Urbino, 28 marzo o 6 aprile 1483 – Roma, 6 aprile 1520) è stato un pittore e architetto tra i più celebri del Rinascimento italiano.
Viene considerato uno dei più grandi artisti d'ogni tempo. La sua opera lasciò un'impronta fondamentale per tutti i pittori successivi e per lo sviluppo del linguaggio artistico dei secoli a venire. Gli allievi della sua bottega diedero vita ad una scuola che fece arte "alla maniera" di Raffaello e che va sotto il nome di manierismo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù Bambino su stella in legno d'ulivo da appoggio - altezza 4 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583014256
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Graziosa decorazione natalizia con il Bambinello intagliato su una stella a sette punte.

La stella poggia su una base di legno più scuro, sempre a forma di stella.
Puoi appoggiare il Bambinello su un tavolo, un comodino o la mensola di casa predisposta per il Natale, per rendere più accogliente l'ambiente e infondere lo spirito natalizio in famiglia.

La disposizione delle braccia di Gesù ricorda la raffigurazione del Gesù misericordioso, con una mano sul petto e con l'altra tesa in avanti ad accogliere i fedeli.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe colorato a forma di capanna - dimensioni 10x12 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599007496
Prezzo: € 3.60

Descrizione:

Bellissima capanna dai colori vivaci e sgargianti. La Sacra Famiglia simpatica e colorata è così disegnata per piacere in modo particolare ai bambini.
La superficie è lucida, i colori intensi, sul retro è applicato un gancetto per appenderla al muro, oppure, se si preferisce, c'è anche un supporto per appoggiarla.

Un'idea regalo economica e divertente per augurare a chi desideriamo un Santo Natale!

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù bambino fosforescente con sacchettino"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8027846129988
Prezzo: € 2.90

Descrizione:

Graziosa confezione regalo con all'interno un piccolo Bambinello fosforescente.

La semplicità della statuina risalta all'interno del sacchettino traforato color terra di Siena, il tutto presentato all'interno di una scatolina marrone dalla superficie ad intreccio.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe da appoggio a forma di capanna con angelo - altezza 12 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583004820
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Presepe a forma di capanna in legno, rappresentante la classica mangiatoia, composto da tre livelli sovrapposti che creano profondità e dotato di piedino di appoggio.
La raffigurazione è piuttosto intima, ci sono pochi personaggi, solo la Sacra Famiglia e un angelo che veglia sulla sommità della capanna.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona ovale laccata rosa "Angelo di Dio" per bambini - dimensioni 21x29 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8027846166624
Prezzo: € 36.60

Descrizione:

Grazioso quadretto ovale in legno laccato color rosa con la preghiera "Angelo di Dio".
Sul retro bianco e liscio è presente una piccola cavità nella parte superiore, utile per l'affissione a parete.

Sul davanti dell'ovale, la scenetta riportata ha uno stile fumettistico: le forme morbide, dolci ed arrotondate delle nuvole, della luna e della bambina ricordano quelle tipiche dei cartoni animati. I colori compatti, vivaci e a campitura piena rimandano sempre ad un contesto giocoso ed infantile. L'immagine riporta la figura di una bambina sorridente e felice, che con gli occhi chiusi e le mani poggiate sotto il mento dice una preghiera prima di coricarsi sul letto fatto di nuvole. La luna e le stelle completano la scena trasmettendo serenità e pace, oltre a quel senso di sicurezza che solo un bambino può provare.

La preghiera "Angelo di Dio" scritta in inchiostro rosa completa l'icona.

Angelo di Dio,
che sei il mio custode,
illumina,
custodisci,
reggi e governa me,
che ti fui affidato dalla pietà celeste.

Amen.

Graziosa idea reagalo per nascite e Battesimi.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Profumatore d'ambiente "Albero della vita" fragranza Lilium - altezza 15 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400231441
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Profumatore d'ambiente in resina e feltro alto 15 cm.
La parte alta in stoffa rossa è sagomata rispettando le linee sinuose dell'Albero della vita, mentre sul piccolo contenitore in resina bianca è stampata l'immagine della Sacra Famiglia.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

L'Albero della Vita, più volte nominato nelle Sacre Scritture, è simbolo dell'immortalità e della croce di Cristo.

Nella prefazione della liturgia dell'Esaltazione della Santa Croce si dice: "Nell'albero della Croce tu hai stabilito la salvezza dell'uomo, perché donde sorgeva la morte di là risorgesse la vita, e chi dell'albero traeva vittoria, dall'albero venisse sconfitto, per Cristo nostro Signore".

L'articolo si presenta confezionato in una graziosa scatolina color ocra di 18x13,5x4 cm.
All'interno è presente la ricarica del profumo Lilium.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mini puzzle "Angelo in preghiera" per bambini - 12 pezzi"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859007530
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli, questo mini puzzle riporta l'immagine di un angioletto in preghiera.

I 12 pezzi di cartoncino colorato sono racchiusi in una cornice di 9x9 cm. La composizione del puzzle è guidata dall'immagine ripetuta sullo sfondo, che viene riproposta anche sul retro nei toni del grigio.

Il divertente passatempo è pensato per i bambini a partire dai 5 anni e vuole essere uno strumento utile e spensierato per avvicinare i più piccoli al mondo della spiritualità.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Secondo i testi sacri, l’angelo è un intermediario tra l’uomo e Dio, un messaggero divino che deve distinguersi sia dalla Trinità sia dall’uomo, motivo per cui la sua entità eterea viene ben rappresentata dalle ali.

Nel calendario liturgico cattolico l’angelo custode si festeggia il 2 ottobre.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività in resina colorata con palma e cometa - altezza 6 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400305012
Prezzo: € 4.27

Descrizione:

Graziosa statuina in resina colorata raffigurante la Natività.

Bella da vedere e anche da toccare grazie alla resa materica del tessuto, questa statuetta è adatta ai bambini.
Lo stile fumettistico con cui sono rappresentati i volti si discosta dai canoni rappresentativi classici cari all'iconografia sacra.

L'articolo è pensato per i più piccoli, affinché apprezzino il tempo natalizio e comprendano l'autentico senso del Natale.

Giuseppe e Maria vestono i colori canonici della doppia natura di Cristo, il rosso e il blu. Entrambi volgono lo sguardo sorridente ed amorevole a Gesù in fasce.
Una bellissima stella cometa dorata saluta l'avvento del Salvatore sullo sfondo.
Una palma fa da scenografia al presepe, ricordando il dipinto di Raffaello "Sacra Famiglia con palma".

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La Sacra Famiglia con palma è un dipinto a olio su tavola trasferita su tela realizzato da Raffaello Sanzio, databile al 1506 circa e conservato nella National Gallery of Scotland a Edimburgo.
La palma, simbolo del martirio, si trova, non a caso tra Gesù e Maria. La descrizione botanica dell'albero è di straordinaria correttezza, vista la rarità di tali piante nell'Italia dell'epoca. La vivace interazione tra i personaggi, la descrizione delle erbette in primo piano e la prospettiva aerea del paesaggio rimandano all'esempio di Leonardo da Vinci. Il colore invece ha già le caratteristiche di densità e ricchezza tipica delle opere mature dell'artista.

Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». (Mt, 2,1-2)

Secondo le sacre scritture, come riportato nel brano del Vangelo di Matteo appena citato, la stella cometa guidò i Re Magi alla grotta di Betlemme.
L'immagine,  già di per sé molto suggestiva, è carica di significati simbolici e spirituali. Gli astri con la loro luce illuminano l'oscurità e sono per questo simbolo della lotta eterna tra bene e male. Quella vista dai Re Magi è una cometa, un vero e proprio segno del cielo, simbolo della speranza, della luce che viene dall'alto; stella che con la sua luce conduce a Colui che è fonte della luce stessa.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina magnetica "Gesù Bambino" - dimensioni 4,5x4,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599010960
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Piastrellina magnetica raffigurante l'immagine di un dolce Bambino Gesù sorridente illuminato da uno splendido cielo stellato.
La piastrellina è stata realizzata con stampa UV. Questo procedimento la rende resistente ai raggi solari, in quanto l'immagine viene fissata direttamente sulla piastrella con raggi ultravioletti.

Pensiero originale da regalare in occasione del Santo Natale.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mini puzzle "Natività" stile fotografico - 12 pezzi"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859007790
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli, questo mini puzzle riporta l'immagine della Sacra Famiglia

I 12 pezzi di cartoncino colorato sono racchiusi in una cornice di 9x9 cm. La composizione del puzzle è guidata dall'immagine ripetuta sullo sfondo, che viene riproposta anche sul retro a colori.

Il divertente passatempo è pensato per i bambini a partire dai 5 anni e vuole essere uno strumento utile e spensierato per avvicinare i più piccoli al mondo della spiritualità.

In questa rappresentazione dallo stile fotografico, i tre soggetti si trovano al centro della stampa su uno sfondo pittorico - quasi impressionistico - nei toni del blu e dell'arancione. Le vesti ed i tratti dei volti sono resi in modo estremamente realitico e i nimbi di luce sono stilizzati a pennellate. Giuseppe si trova in secondo piano rispetto a Maria e a Gesù e sorveglia con fare protettivo il Bambinello nella culla di paglia. Maria indossa una veste blu, il colore mariano per eccellenza, ed un manto verde acqua, colore che simboleggia la vita creata. Gesù è avvolto in vesti bianche - il colore della purezza - e tende la mano verso la Vergine, che ricambia amorevolmente il gesto di affetto e reciproca protezione.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina blu "Natività su luna e cometa" stile classico - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030897
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Piastrellina da appendere con gancetto raffigurante la scena della Natività. 
La Sacra Famiglia è simbolicamente abbracciata da tutto il creato, sorretta da uno spicchio di luna e dalla stella cometa che si stringono attorno a Gesù, Giuseppe e Maria. Sullo sfondo uno splendido cielo blu costellato di piccole stelline.

La piastrellina è stata realizzata con stampa UV. Questo procedimento la rende resistente ai raggi solari, in quanto l'immagine viene fissata direttamente sulla piastrella con raggi ultravioletti.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La piastrellina è confezionata assieme ad un cartoncino di uguali dimensioni con l'invocazione a Gesù Bambino:

Bambino Gesù vieni nelle famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini.

Pensiero originale da regalare in occasione del Santo Natale.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto "Natività etnica" con figure in rilievo e contributo in beneficenza - altezza 12 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400307467
Prezzo: € 5.40

Descrizione:

Quadretto in polimero effetto legno, dimensioni 12x14,5x0,5 cm, raffigurante una Nativà etnica. La superficie è opaca e si adatta perfettamente alle caratteristiche del soggetto. È provvisto di gancio, per appenderlo al muro, e di piedino da appoggio se si preferisce posizionarlo su un piano orizzontale.

Confezionato in una semplice bustina di nylon trasparente assieme ad un cartoncino dove si spiega che il ricavato di questo prodotto sarà devoluto a favore del progetto "Innovazione educativa", sostegno allo sviluppo delle capacità della Scuola Comunitaria "Sao Joao de Deus" (nella città di Nampula, Mozambico) per ottenere un'istruzione di qualità in tutti i cicli di istruzione primaria e secondaria superiore.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gruppo da 5 pezzi - presepe 10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400157079
Prezzo: € 7.65

Descrizione:

Kit di stautine per un presepe da 10 cm. Una natività essenziale ed intima con la Sacra Famiglia ed il bue e l'asinello.
Le statuine in polimero di media dimensione sono dipinte a mano.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona con cornice azzurra "Sacra Famiglia" - dimensioni 14x10 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859039609
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Piccolo e grazioso quadretto rettangolare raffigurante la Sacra Famiglia.

Un pratico gancetto in metallo brunito è presente sul retro dell'icona, utile per l'affissione a parete.

Una doppia cornicetta laminata argentea racchiude l'immagine. Un fregio curvilineo argenteo su sfondo azzurro ceruleo si dispiega lungo il perimetro, racchiuso dai due bordi laminati.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe in legno a forma di capanna stile classico - dimensioni 10x15 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859024056
Prezzo: € 2.60

Descrizione:

Presepe in legno con piedino da appoggio confezionato in semplice bustina trasparente e accompagnato da una pagellina con la preghiera del Natale e dell'Avvento "Bambino Gesù".

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Albero di Natale in legno d'ulivo con Natività in resina bianca - dimensioni 9x9 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400308693
Prezzo: € 3.97

Descrizione:

Elegante addobbo sagomato per albero di Natale realizzato in legno d'ulivo e resina bianca.

Un albero bidimensionale in legno d'ulivo marrone fa da sfondo alla Natività, realizzata in resina bianca. 
Sulla parte alta dell'albero è presente un foro in cu è fatto passare un nastrino in lurex dorato, utile per appendere l'addobbo all'albero o a parete.

La scena della Natività è estremamente moderna e stilizzata. I tratti somatici dei protagonisti sono del tutto assenti, ma ogni soggetto è ben riconoscibile dalla posa classica con cui è raffigurato.
Nonostante l'assenza di caratterizzazione, la Natività qui rappresentata trasmette molta tenerezza.

L'articolo è accompagnato da un cartoncino colorato che riporta il certificato di originalità del prodotto.
La Croce di Gerusalemme e la scritta Bethelhem completano la decorazione di vischio.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La croce di Gerusalemme o di Terra Santa è una croce greca, cioè una croce con i quattro bracci di egual misura, contornata da quattro croci più piccole.
Molto probabilmente le cinque croci rappresentano le cinque piaghe della Passione di Gesù: le ferite ai piedi, alle mani e al costato. Le prime quattro furono provocate dai chiodi, l’ultima dalla lancia di un soldato romano, come si legge nel Vangelo di Giovanni. La croce, da sempre simbolo del cosmo (il numero quattro rimanda ai quattro punti cardinali) e dell’infinito, sta a significare la presenza cosmica della potenza divina.
Molto probabilmente la croce di Gerusalemme è l'evoluzione di una croce greca con dei puntini al posto delle crocette usata dalla primissima comunità cristiana del Medio Oriente in epoca romana. Tanti dei segni ritrovati in diverse località della Terra Santa rimandano alla croce di Gerusalemme, per questo i francescani di Terra Santa l'hanno adottata come simbolo.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Matita con stella rossa "Natività""
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599007304
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Un'idea regalo nuova ed originale per il Natale, economicamente poco impegnativa, ma di grande impatto grazie alla cura nei dettagli.
Colorata, divertente, simpatica, questa matita in legno è un nuovo modo per augurare un Buon Natale di cuore a tutti coloro a cui vogliamo bene.

Sopra la matita è applicato un decoro, con una molla alla base, sagomato a forma di stella con una Natività in stile moderno.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù Bambino in resina dipinto a mano - altezza 20 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400146417
Prezzo: € 15.50

Descrizione:

Statua in resina di Gesù Bambino in resina con vestina bianca anticata. Di dimensione discreta e dipinta a mano, molto curato nei minimi dettegli.

Il Gesù Bambino, paradosso di un Dio incarnato, è un tema che ha affascinato artisti di tutti i tempi. Benché i Vangeli scrivano poco dell'infanzia di Gesù, ne sono nate molte raffigurazioni. Forse la più famosa e la più utilizzata in natività e presepi è quella del Bambinello in fasce deposto sulla mangiatoia.
Il Gesù Bambino in fasce sottolinea lo sconvolgente sacrificio di un Dio Onnipotente che si fa uomo tra gli uomini, povero tra i poveri, inerme tra i più deboli.
Tale rappresentazione iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività in legno d'ulivo con angelo e cometa - altezza 6 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480583002154
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Piccola Natività in legno d'ulivo con angelo e cometa. Gesù, Giuseppe, Maria, il bue e l'asinello sono argentati e creano un piacevole contrasto con il colore caldo del legno.

L'articolo viene prodotto artigianalmente.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Piastrellina rossa "Natività con palla di Natale blu" stile classico - dimensioni 10x10 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859030866
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Piastrellina da appendere con gancetto raffigurante la scena della Natività.
Il colore dominante è il rosso, caldo colore delle feste natalizie, che esprime una sensazione di gioia e di felicità.

La piastrellina è stata realizzata con stampa UV. Questo procedimento la rende resistente ai raggi solari, in quanto l'immagine viene fissata direttamente sulla piastrella con raggi ultravioletti.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La piastrellina è confezionata assieme ad un cartoncino di uguali dimensioni con l'invocazione a Gesù Bambino:

Bambino Gesù vieni nelle famiglie,
vieni nei nostri cuori,
vieni a proteggere la vita nascente,
vieni nei cuori dei bambini.

Pensiero originale da regalare in occasione del Santo Natale.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona effetto pietra con cavalletto "Natività di Gesù" - dimensioni 15x10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400155761
Prezzo: € 6.70

Descrizione:

Icona in polimero effetto pietra dotato di gancetto e cavalletto da appoggio.
Il soggetto è un'intima Natività in cui protagonista è la Sacra Famiglia, rappresentata secondo gli stilemi più classici. A rendere solenne il momento è la presenza di cinque angeli illuminati di luce divina che sorreggono la scritta "GLORIA IN EXCELSIS DEO".

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.
Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libro sagomato con Natività in lamina oro - dimensioni 11x15 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859048892
Prezzo: € 2.93

Descrizione:

Libro sagomato in legno da appendere raffigurante la Natività.
I bordi dorati e i dettagli in lamina oro conferiscono all'articolo un senso di luminosità e di gioia.
L'articolo può essere appeso al muro o all'albero di Natale, così da potersi muovere liberamente.

Nella parte alta dell'addobbo è presente la stella cometa, che saluta l'avvento del Bambinello assieme ai Magi, a Giuseppe e a Maria.
L'asinello e il bue accompagnano i protagonisti del presepe
Articolo adatto ai più piccoli, affinché possano vivere il tempo di Natale con la giusta predisposizione d'animo.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.

Il Vangelo di Matteo [2,1-12] è l'unico a riportare l'episodio dell'adorazione dei Magi, che tuttavia non vengono qui qualificati come "re". La presenza dei Magi nelle rappresentazioni liturgiche occidentali inizia nel X secolo, anche se i nomi dei tre si incontrano a partire dal IX secolo.
La parola Mag significa dono e fa riferimento all'incenso, all'oro e alla mirra portati rispettivamente da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.
Secondo i Vangeli apocrifi, i tre rappresentano le stirpi di Sem, Caf e Jafet, ovvero le tre parti del mondo allora conosciute - Asia, Europa ed Africa.
Un'altra interpretazione vede i Magi simboleggiare le tre età dell'uomo.
Sempre secondo i Vangeli apocrifi, i Magi furono avvisati della nascita di Gesù da un angelo e, una volta giunti presso il Golgota, iniziarono il loro viaggio insieme verso Betlemme.

Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». (Mt, 2,1-2)

Secondo le sacre scritture, come riportato nel brano del Vangelo di Matteo appena citato, la stella cometa guidò i Re Magi alla grotta di Betlemme.
L'immagine,  già di per sé molto suggestiva, è carica di significati simbolici e spirituali. Gli astri con la loro luce illuminano l'oscurità e sono per questo simbolo della lotta eterna tra bene e male. Quella vista dai Re Magi è una cometa, un vero e proprio segno del cielo, simbolo della speranza, della luce che viene dall'alto; stella che con la sua luce conduce a Colui che è fonte della luce stessa.

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natività con Albero della Vita in resina colorata - altezza 12 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8022934157683
Prezzo: € 8.60

Descrizione:

Piccolo e grazioso presepe in resina colorata accompagnato dalla raffigurazione dell'Albero della Vita.

Le statuine della Natività poggiano su una base color burro e sono di piccolissime dimensioni. Maria, Gesù e Giuseppe sono rappresentati nella disposizione canonica della Natività. 
Lo stile fumettistico con cui sono realizzati i volti dei protagonisti e le loro vesti rende questo articolo adatto ai più piccoli.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

L'Albero della Vita, più volte nominato nelle Sacre Scritture, è simbolo dell'immortalità e della croce di Cristo.

Nella prefazione della liturgia dell'Esaltazione della Santa Croce si dice: "Nell'albero della Croce tu hai stabilito la salvezza dell'uomo, perché donde sorgeva la morte di là risorgesse la vita, e chi dell'albero traeva vittoria, dall'albero venisse sconfitto, per Cristo nostro Signore".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presepe in stile contemporaneo - altezza 23 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525001559
Prezzo: € 163.30

Descrizione:

Un'idea regalo assolutamente originale, diversa dai soliti stereotipi. Un modo nuovo di esprimere un sentimento, una emozione, di fare un augurio. Un oggetto che esprime un'intima spiritualità, un intimo sentire.

È una linea personale, intima, di sculture realizzate da modelli originali intagliati interamente a mano.

Ciascuna rappresenta una qualità o un sentimento che ci aiuta a sentirci vicini agli altri, a guarire le ferite e ad apprezzare notevolmente il rapporto con la natura. L’espressione viene mostrata solo attraverso i gesti... l’inclinazione del capo, la postura delle mani, il voltarsi del corpo. Il volto, infatti, è appena abbozzato.

Ciascun pezzo è ricavato da sculture originali scolpite a mano e poi riprodotte in resina e dipinte a mano. La creazione dell'artista dona grazia ed espressione, mentre il processo di riproduzione rende questi piccoli capolavori accessibili a tutti.

Il nome presepe deriva dal latino praesaepe, prae/saepire, cingere con siepi, recinto per animali chiuso con siepi, e, per traslato, mangiatoia.
Sebbene le prime rappresentazioni siano comparse nelle catacombe, il presepe, così come lo conosciamo, iniziò ad affermarsi dopo il XIII secolo, quando i francescani ne diffusero l'uso nelle chiese in memoria dell'episodio di Greccio.
Nel 1223 san Francesco decise di preparare la messa di Natale in una grotta in mezzo al bosco, con mangiatoia, asino e bue, a ricordo della grotta della nascita che aveva da poco veduto in Terra Santa. Si narra che quella notte in molti ebbero la visione di un Bambino dormiente tra le braccia di san Francesco, che lo svegliava con i suoi baci.

Due sono i tipi fondamentali di presepe: quello contemplativo che si concentra sul gruppo nella grotta e quello partecipativo, dove i numerosi personaggi sottolineano la partecipazione di tutti gli uomini, rappresentati nella varietà di condizioni e opere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU