Articoli religiosi

Varie - Articoli Per La Liturgia



Titolo: "Teca portareliquie Ø 5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052254802
Prezzo: € 44.41

Descrizione:

Portareliquie diametro 5 cm. Realizzato in Italia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Benedizione della Famiglia "Cristo risorto" - altezza 22 cm (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400282030
Prezzo: € 3.05

Descrizione:

Cartoncino benedizione della casa di 22 cm.
Un forellino circolare presente sulla sommità permette l'affissione del cartoncino al muro della cucina, del salotto o di qualunque stanza venga usata da tutta la famiglia. 

Sul retro bianco è presente la benedizione secondo il Nuovo Messale Romano.
Sul davanti, l'immagine in oro a caldo di Cristo risorto è accompagnata dall'invocazione:

"La gioia del Risorto illumini la nostra vita e ci colmi della sua pace".

La rappresentazione della Risurrezione è moderna e stilizzata. Il volto, le mani e i piedi di Cristo sono accennati nelle loro forme, mentre il gioco di luci ed ombre dipinto sul drappo di Gesù si armonizza con lo sfondo dai tratti curvilinei, colorato nei toni caldi dell'ecru, del beige e del bronzo nelle loro infinite sfumature.

La risurrezione di Gesù è l'evento centrale della narrazione dei Vangeli e degli altri testi del Nuovo Testamento: secondo questi testi, il terzo giorno dalla sua morte in croce Gesù risorse lasciando il sepolcro vuoto e apparendo inizialmente ad alcune donne e quindi anche ad altri apostoli e discepoli. Per il Cristianesimo l'evento è il principio e fondamento della fede, ricordato annualmente nella Pasqua e settimanalmente nella domenica.
Il tema iconografico della Resurrezione è quanto mai vasto e complesso, ma emerge chiaramente, sia nell’arte orientale che in quella occidentale, come gli artisti cristiani, appartenenti a varie epoche e a diverse tendenze artistiche, abbiano sempre voluto rappresentare la straordinaria novità raccontata dai Vangeli e tradurre l’annuncio di gioia e speranza dell’angelo adoperando simboli, immagini, segni e colori pieni di significati.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

NB. L'articolo è in vendita in un pacchetto da 10 pezzi



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cero per matrimonio bianco con stampa su sfondo giallo - altezza 20 cm"
Editore: Graziani
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599014968
Prezzo: € 9.90

Descrizione:

Grazioso cero bianco con stampata l'immagine di due colombe che volano di fronte ad una vetrata dallo sfondo giallo e verde. Sotto le colombe compare l'immagine delle due fedi nuziali dorate.
L'elegante candela d'altare rende la celebrazione del matrimonio bella ed armoniosa.

Articolo spendibile anche come idea regalo per la casa degli sposi.

Articolo fabbricato da una delle più antiche realtà produttive di candele d'Italia e del mondo. Fondata nel 1805, l'azienda tramanda l'arte delle candele made in Italy da sei generazioni, sempre nel rispetto delle norme di qualità, fornendo al cliente un prodotto di pregio, rifinito con scrupolo e professionalità.

La luce è un simbolo molto rincorrente nella religione cristiana. Ci si avvale di questa simbologia per riferirsi direttamente alla figura di Dio.

LUCE E TENEBRE: fin da tempi assai remoti, la luce viene indicata come l'arma cui affidarsi per proteggersi dalla minaccia delle tenebre, sempre in agguato dietro l'angolo. Nell'immaginario collettivo la luce è vita, amore e verità, mentre la controparte rappresentata dal buio sta ad indicare l'abominio, l'oscurità e la solitudine.

LUCE E LITURGIA: non è un caso che la chiesa cristiana ricorra spesso e volentieri all'uso delle candele. I concetti alla base del simbolismo, in questo caso, sono tre: indirizzare il cristiano verso la luce della propria fede, indicare al cristiano di essere egli stesso la luce che rompe il buio nel mondo, preparare il cristiano perché, attraverso la propria testimonianza, riesca ad illuminare le menti dei suoi simili. La festa della Candelora, le candele presenti sugli altari, il cero pasquale o la candela usata durante il Battesimo ne sono testimonianza.

LUCE E DEVOZIONE CRISTIANA: nel gesto della candela accesa vi è un omaggio a Dio e ai Santi, ma anche una preghiera per i defunti. Sono esempio di devozione cristiana la lampada rossa votiva presso il tabernacolo, la candela votiva nel culto dei santi, oppure il lumino presso il cimitero. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Astuccio portaviatico in pelle di foca 7 oggetti - dimensioni 16x10x5,5 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480549000088
Prezzo: € 144.90

Descrizione:

Portaviatico in pelle di foca ultracompatto con chiusura a cerniera. Contiene tutta la dotazione necessaria per portare la comunione a coloro che non possono accedere ai luoghi sacri preposti e per l'unzione degli infermi.

Contenuto:
- croce
- teca porta ostie decorata in metallo dorato
- vasetto Oli Santi per l'unzione degli infermi
- asperges
- tovaglietta
- piccola stola

Secondo il Rito della Comunione agli Infermi:

46. I pastori di anime abbiano cura che agli infermi e ai vecchi, anche se non sono gravemente malati e non si trovano in pericolo di morte, sia data possibilità di ricevere spesso, e, specialmente nel tempo pasquale, anche tutti i giorni, la comunione eucaristica: e questo, in qualsiasi ora della giornata. Ai malati che non possono ricevere l'Eucaristia sotto la specie del pane, si può dar la comunione sotto la sola specie del vino, osservando quanto è prescritto più oltre, al n. 130. Coloro che assistono l'infermo possono ricevere con lui la santa comunione, osservando le norme prescritte.

47. Nel recare l'Eucaristia per la comunione fuori della chiesa, si portino le sacre specie chiuse in una teca, o in altro contenitore; le modalità siano convenienti a questo sacro ministero, secondo le consuetudini locali.

48. A coloro che convivono con l'infermo o che ne hanno cura, si raccomandi tempestivamente di preparare nel debito modo la stanza del malato, con un tavolo coperto da una tovaglia, per deporvi il Sacramento. Se la consuetudine lo comporta, si pensi anche a preparare il secchiello dell'acqua benedetta con l'aspersorio, e le candele da posare sul tavolo."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ostensorio a raggiera bicolore su base scultorea - altezza 25 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480553010264
Prezzo: € 216.20

Descrizione:

Ostensorio dorato ed argentato alto 25 cm.

La parte superiore è bicolore, con teca e raggi dorati avvitati ad una placca in metallo argentato che presenta un gioco di linee concentriche incise.
Il tutto è sostenuto da un sottile stelo in metallo dorato che poggia su una base riccamente decorata e composita: un piedistallo dorato sostiene infatti una scultura argentata raffigurante dei pani e dei pesci intagliati.

Il nome ostensorio deriva dal latino ostendere, mostrare. È un contenitore impiegato per conservare ed esibire l'ostia consacrata ai fedeli. Entrò nell'uso a partire dal XIII secolo, quando fu istituita la festa del Corpus Domini (1264).
L'ostensorio viene messo in mostra davanti a tutti i fedeli in occasione dell'esposizione solenne del Corpo di Cristo, ossia l'ostensione dell'Ostia consacrata. Nell'ostensorio i fedeli possono riconoscere fino in fondo la presenza di Cristo e affidarsi al Divino Sacramento.

L'Istruzione "Redemptionis sacramentum" così recita:
"È opportuno che l’ostia da esporre durante l’adorazione sia consacrata nella Messa che precede immediatamente il tempo dell’adorazione e sia posta nell’ostensorio sopra l’altare dopo la Comunione."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Casula verde con spighe e uva ricamati"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480559015911
Prezzo: € 230.00

Descrizione:

Casula verde in poliestere finemente ricamata con filo oro sia davanti sia dietro. Il ricamo si sviluppa lungo tutta la parte centrale ed è costituito da un intreccio di fiori, spighe ed uva.
La casula è bordata in oro e la stoletta abbinata (compresa nel prezzo) è abbellita da una croce ricamata sul collo.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Il fatto che stiamo all’altare, vestiti con i paramenti liturgici, deve rendere chiaramente visibile ai presenti e a noi stessi che stiamo lì "in persona di un Altro". (PAPA BENEDETTO XVI)

La casula liturgica è una veste che il sacerdote indossa durante la celebrazione della Santa Messa. Può essere di varie fogge. Normalmente va indossata sopra l’amitto, il camice o l’alba, il cingolo e la stola.
Il nome casula viene da ‘piccola casa’, perché originariamente la veste avvolgeva completamente la figura del celebrante, coprendolo fino ai polsi e fino alle tibie. Nel corso dei secoli la casula sacerdotale ha conosciuto un’evoluzione formale, con braccia coperte o scoperte, tessuti rigidi, tagli più ampi. In generale, vista la sua importanza, è sempre stata ornata con immagini sacre e ricchi ricami. I colori delle casule liturgiche variano a seconda del periodo liturgico e della celebrazione in corso: la casula può essere bianca, rossa, viola, verde, rosa, nera e oro. 

Dopo il bianco il colore più utilizzato è il VERDE, che simboleggia speranza, costanza nel cammino e ascolto perseverante. Viene usato nelle messe domenicali e feriali del tempo ordinario, al di fuori di festività particolari.

"La differenza dei colori nelle vesti liturgiche ha lo scopo di esprimere, anche con mezzi esterni, la caratteristica particolare dei misteri della fede che vengono celebrati, e il senso della vita cristiana in cammino lungo il corso dell'anno liturgico." (Messale Romano - Introduzione - n. 37)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teca eucaristica porta ostie in ottone dorato "Pani e pesci" - diametro 5,3 cm"
Editore: Salv
Autore:
Pagine:
Ean: 2480553008674
Prezzo: € 23.90

Descrizione:

Teca eucaristica porta ostie realizzata artigianalmente in ottone dorato. La teca è alta 1,8 cm e ha un diametro di 5,3 cm.
L'ottone rende l'oggetto leggero da utilizzare e durevole nel tempo. La doppia doratura ne garantisce la tenuta ad un uso frequente. 

Il coperchio in ottone dorato lucido è inciso con la rappresentazione del miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci.

Tabga è il nome di una località sulla riva del mar di Galilea in Israele dove Gesù fece uno dei più famosi miracoli della sua vita pubblica: la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Si tratta dell'unico miracolo, Resurrezione a parte, raccontato da tutti e quattro gli evangelisti, seppur con qualche differenza, fatto che ne denota la sua importanza.

«Era vicina la Pasqua. Alzati gli occhi, Gesù vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: "Dove possiamo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?". Gli rispose Filippo: "Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo". Gli disse allora uno dei discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: "C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?".
Rispose Gesù: "Fateli sedere". C'era molta erba in quel luogo. Si sedettero dunque ed erano circa cinquemila uomini.
Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li distribuì a quelli che si erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, finché ne vollero.
E quando furono saziati, disse ai discepoli: "Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto". Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato. Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, cominciò a dire: "Questi è davvero il profeta che deve venire nel mondo!"» . (Giovanni 6, 1-14)

È un passo del vangelo carico di simbolismo che invita alla condivisione, al dono e alla generosità. La tradizione cristiana ha visto l'episodio come una prefigurazione della ricchezza sovrabbondante dell'Eucaristia, sacramento fondamentale attraverso cui la Redenzione compiuta sulla croce si estende a tutti i tempi e a tutti i luoghi.

Articolo prodotto totalmente in Italia da un'azienda con centenaria e consolidata esperienza nella realizzazione di articoli religiosi e liturgici.

La teca eucaristica o teca porta ostie è un piccolo contenitore cilindrico basso e con coperchio a cerniera usato per portare la particola nella Comunione agli infermi.

Secondo il Rito della Comunione agli Infermi:

46. I pastori di anime abbiano cura che agli infermi e ai vecchi, anche se non sono gravemente malati e non si trovano in pericolo di morte, sia data possibilità di ricevere spesso, e, specialmente nel tempo pasquale, anche tutti i giorni, la comunione eucaristica: e questo, in qualsiasi ora della giornata. Ai malati che non possono ricevere l'Eucaristia sotto la specie del pane, si può dar la comunione sotto la sola specie del vino, osservando quanto è prescritto più oltre, al n. 130. Coloro che assistono l'infermo possono ricevere con lui la santa comunione, osservando le norme prescritte.

47. Nel recare l'Eucaristia per la comunione fuori della chiesa, si portino le sacre specie chiuse in una teca, o in altro contenitore; le modalità siano convenienti a questo sacro ministero, secondo le consuetudini locali.

48. A coloro che convivono con l'infermo o che ne hanno cura, si raccomandi tempestivamente di preparare nel debito modo la stanza del malato, con un tavolo coperto da una tovaglia, per deporvi il Sacramento. Se la consuetudine lo comporta, si pensi anche a preparare il secchiello dell'acqua benedetta con l'aspersorio, e le candele da posare sul tavolo."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lucerna in terracotta con candela - altezza 6 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480551001011
Prezzo: € 9.40

Descrizione:

Piccola lucerna in terracotta con incise sulla superficie due spighe curvilinee.
È presente un vano in cui inserire una candela di medie dimensioni.

Un pratico forellino permette di far passare un laccio nella lucerna.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

La luce è un simbolo molto rincorrente nella religione cristiana. Ci si avvale di questa simbologia per riferirsi direttamente alla figura di Dio.

LUCE E TENEBRE: fin da tempi assai remoti, la luce viene indicata come l'arma cui affidarsi per proteggersi dalla minaccia delle tenebre, sempre in agguato dietro l'angolo. Nell'immaginario collettivo la luce è vita, amore e verità, mentre la controparte rappresentata dal buio sta ad indicare l'abominio, l'oscurità e la solitudine.

LUCE E LITURGIA: non è un caso che la chiesa cristiana ricorra spesso e volentieri all'uso delle candele. I concetti alla base del simbolismo, in questo caso, sono tre: indirizzare il cristiano verso la luce della propria fede, indicare al cristiano di essere egli stesso la luce che rompe il buio nel mondo, preparare il cristiano perché, attraverso la propria testimonianza, riesca ad illuminare le menti dei suoi simili. La festa della Candelora, le candele presenti sugli altari, il cero pasquale o la candela usata durante il Battesimo ne sono testimonianza.

LUCE E DEVOZIONE CRISTIANA: nel gesto della candela accesa vi è un omaggio a Dio e ai Santi, ma anche una preghiera per i defunti. Sono esempio di devozione cristiana la lampada rossa votiva presso il tabernacolo, la candela votiva nel culto dei santi, oppure il lumino presso il cimitero. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antivento in vetro da Ø 5 mm con ghiera a vite - metallo nichelato"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052248986
Prezzo: € 55.46

Descrizione:

Ricambio torcia in argento con diametro 5 cm



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antivento in vetro da Ø 5 mm con ghiera a vite - metallo dorato"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052248993
Prezzo: € 57.44

Descrizione:

Ricambio torcia in oro con diametro 5 cm



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ampolline in vetro su vassoio in ottone - 200 cc"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052252075
Prezzo: € 71.86

Descrizione:

Coppia di ampolline in vetro con capienza di 200cc.

Il vassoio e i coperchi sono in ottone dorato.

Prodotto interamente in Italia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Patena offertoriale con piede - diametro 16 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052252983
Prezzo: € 133.03

Descrizione:

Patena offertoriale in metallo dorato con piede, diametro 16 cm. Realizzato in Italia. 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Candeliere 4 piedi - 5 x 3,5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052253546
Prezzo: € 55.14

Descrizione:

Candeliere 4 piedi - 5 x 3,5 cm



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Valigia per celebrazioni con 15 oggetti -13x19x9 cm."
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052255687
Prezzo: € 385.96

Descrizione:

Astuccio a tracolla adatto allo zaino o valigia con 15 oggetti 13x19x9 cm. Completo per Celebrazione Messa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cofanetto per celebrazioni in pelle con 12 oggetti"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052255816
Prezzo: € 206.89

Descrizione:Astuccio in pelle con 12 oggetti 10x16x5,5 cm.
Portateca estraibile, altarino, Viatici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Astuccio (kit celebrazione messa) rigido a scatto"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052255939
Prezzo: € 105.04

Descrizione:

Astuccio ( kit celebrazione messa) rigido a scatto 18x10,5x3,5 cm. Contenente croce, teca bassa, vasetto, asperges, purifichino, stola.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "taschina camoscio grigio"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052256271
Prezzo: € 136.37

Descrizione:

Taschina a bottone 3x9x13 cm. Completo Viatici in camoscio grigio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "borsellino in camoscio grigio"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052256295
Prezzo: € 101.21

Descrizione:

Borsellino in camoscio grigio 9x12x3 cm con teca e crocetta per Comunione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "cartuccia in pirex per finte candele diam. 4 cm."
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052258718
Prezzo: € 13.76

Descrizione:Cartuccia pyrex mm. 28 x cand.cm.4

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "cartuccia in pirex per finte candele diam. 6 cm."
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052258756
Prezzo: € 18.45

Descrizione:

cartuccia in pirex per finte candele diam. 6 cm.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lucerna in vetro trasparente diam. cm 14 x h 10"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052270048
Prezzo: € 22.13

Descrizione:

Lucerna in vetro trasparente diametro cm. 14 x h 10



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Patena in ottone dorato - 15 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052329074
Prezzo: € 109.80

Descrizione:

La semplice patena è di forma concava  in ottone dorato con oro fino. Del diametro di cm 15 è utilizzabile per qualsiasi calice. Realizzato in Italia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Benedizione della Famiglia "Natività" - altezza 22 cm (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400282047
Prezzo: € 3.05

Descrizione:

Cartoncino benedizione della casa di 22 cm.
Un forellino circolare presente sulla sommità permette l'affissione del cartoncino al muro della cucina, del salotto o di qualunque stanza venga usata da tutta la famiglia. 

Sul retro bianco è presente la benedizione secondo il Nuovo Messale Romano.
Sul davanti, l'immagine in oro a caldo della Natività è accompagnata dall'invocazione:

"Interceda la Santa Famiglia su di noi e ci faccia crescere e abbondare nell'amore reciproco e verso tutti".

Sono i Vangeli di Matteo [2,1-12] e di Luca [2,1-20] a fornirci le prime informazioni sulla natività di Gesù, di cui i Vangeli apocrifi daranno poi ulteriori dettagli.
Le rappresentazioni della natività scarseggiano fino al 431 d.C, anno del Concilio di Efeso che proclama la maternità divina di Maria. Questo evento, unito a quello dell'istituzione del 25 dicembre come festività del Natale, dà il via libera all'arte per cimentarsi sul soggetto della natività, che dal XV secolo in poi privilegia il momento dell'adorazione di Gesù rispetto a quello della nascita.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

NB. L'articolo è in vendita in un pacchetto da 10 pezzi



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Casula avorio con croce latina e spighe ricamate a macchina"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480559000443
Prezzo: € 112.70

Descrizione:

Casula avorio in morbido poliestere con ricamo a macchina. Al centro della casula, all'altezza del petto si staglia una croce latina stilizzata e dorata. Ai suoi piedi si trovano due spighe e dietro alla croce, all'altezza dell'incrocio tra i bracci, vi è un'ostia da cui partono dei raggi verso il basso.

La croce cristiana è il simbolo cristiano più diffuso, riconosciuto in tutto il mondo. È una rappresentazione stilizzata dello strumento usato dai romani per l'esecuzione capitale tramite crocifissione, il supplizio che secondo i vangeli e la tradizione cristiana è stato inflitto a Gesù Cristo; è il simbolo di redenzione degli uomini. Per i cristiani la croce costituisce un ricordo della passione, morte e risurrezione di Gesù, fasi inseparabili di una sola vicenda. Perciò la croce: è principalmente un simbolo di speranza e di "negazione delle immagini sbagliate di Dio"; è un ricordo dell'invito evangelico ad imitare Gesù in tutto e per tutto, accettando pazientemente anche la sofferenza per amore.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". 

Il fatto che stiamo all’altare, vestiti con i paramenti liturgici, deve rendere chiaramente visibile ai presenti e a noi stessi che stiamo lì "in persona di un Altro". (PAPA BENEDETTO XVI)

La casula liturgica è una veste che il sacerdote indossa durante la celebrazione della Santa Messa. Può essere di varie fogge. Normalmente va indossata sopra l’amitto, il camice o l’alba, il cingolo e la stola.
Il nome casula viene da ‘piccola casa’, perché originariamente la veste avvolgeva completamente la figura del celebrante, coprendolo fino ai polsi e fino alle tibie. Nel corso dei secoli la casula sacerdotale ha conosciuto un’evoluzione formale, con braccia coperte o scoperte, tessuti rigidi, tagli più ampi. In generale, vista la sua importanza, è sempre stata ornata con immagini sacre e ricchi ricami. I colori delle casule liturgiche variano a seconda del periodo liturgico e della celebrazione in corso: la casula può essere bianca, rossa, viola, verde, rosa, nera e oro. 

Il BIANCO è uno dei colori più utilizzati nei paramenti liturgici e simboleggia risurrezione, gioia e purezza. Viene usato nel tempo di Natale, nel tempo di Pasqua, nelle celebrazioni del Signore, nelle celebrazioni della Vergine Maria e nelle celebrazioni dei santi non martiri.

"La differenza dei colori nelle vesti liturgiche ha lo scopo di esprimere, anche con mezzi esterni, la caratteristica particolare dei misteri della fede che vengono celebrati, e il senso della vita cristiana in cammino lungo il corso dell'anno liturgico." (Messale Romano - Introduzione - n. 37)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coccetto in resina con candela profumata con angioletto - altezza 5 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480535000467
Prezzo: € 3.70

Descrizione:

Coccetto in resina bianca con candela profumata all'interno, decorato a rilievo con un paffuto angioletto.

È un articolo adatto ad ogni occasione, soprattutto come regalo o bomboniera in occasione di battesimi.

La luce è un simbolo molto rincorrente nella religione cristiana. Ci si avvale di questa simbologia per riferirsi direttamente alla figura di Dio.

LUCE E TENEBRE: fin da tempi assai remoti, la luce viene indicata come l'arma cui affidarsi per proteggersi dalla minaccia delle tenebre, sempre in agguato dietro l'angolo. Nell'immaginario collettivo la luce è vita, amore e verità, mentre la controparte rappresentata dal buio sta ad indicare l'abominio, l'oscurità e la solitudine.

LUCE E LITURGIA: non è un caso che la chiesa cristiana ricorra spesso e volentieri all'uso delle candele. I concetti alla base del simbolismo, in questo caso, sono tre: indirizzare il cristiano verso la luce della propria fede, indicare al cristiano di essere egli stesso la luce che rompe il buio nel mondo, preparare il cristiano perché, attraverso la propria testimonianza, riesca ad illuminare le menti dei suoi simili. La festa della Candelora, le candele presenti sugli altari, il cero pasquale o la candela usata durante il Battesimo ne sono testimonianza.

LUCE E DEVOZIONE CRISTIANA: nel gesto della candela accesa vi è un omaggio a Dio e ai Santi, ma anche una preghiera per i defunti. Sono esempio di devozione cristiana la lampada rossa votiva presso il tabernacolo, la candela votiva nel culto dei santi, oppure il lumino presso il cimitero. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU