Articoli religiosi

Varie - Bomboniere Ed Idee Regalo Prima Comunione



Titolo: "Bracciale in corda a forma di sandalo "Ti seguirò""
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480517003387
Prezzo: € 3.20

Descrizione:Bracciale in corda regolabile con ciondolo in legno a forma di sandalo. Riporta la citazione del Vangelo di Matteo, capitolo 8, versetto 19: "Ti seguirò".

Realizzato con cura e maestria dalle Sorelle Clarisse del Monastero Immacolata Concezione di Albano Laziale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cingolo per Prima Comunione con nodo finale - lunghezza 2 m"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400271966
Prezzo: € 2.30

Descrizione:

Cingolo in cotone bianco cangiante per l'abito della Prima Comunione.
È lungo 2 m ed ha un diametro di 7-8 mm circa. Si caratterizza per la presenza di due nodi su ciascuna estremità, uno più grande a poco meno di 10 cm dalla cima e uno più piccolo alla chiusura. Si presenta confezionato in una pratica busta di plastica.

Il cingolo per la prima comunione è un cordiglio che va indossato come una cintura sopra la tunica, all'altezza del fianco.

La PRIMA COMUNIONE è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità.
Oltre che con il cingolo è possibile "impreziosire" la tunica con una semplice croce, preferibilmente in legno, molto lineare, con laccio bianco. Per le bambine è possibile indossare anche una coroncina bianca.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in madreperla bianca e metallo argentato - grani ovali 6 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400048018
Prezzo: € 11.10

Descrizione:

Rosario con grani ovali in madreperla legati da una catenella metallica argentata.
I grani hanno uno spessore di 6mm.
La madreperla è un materiale molto pregiato e la sua colorazione iridescente conferisce lucentezza all'oggetto.

La croce trilobata in metallo argentato misura 4 cm.
La superficie è traforata lungo gli assi, mentre il corpo di Cristo ben stilizzato è posto a rilievo. 
Il titulus crucis è piccolissimo, ma leggibile nella parte alta della croce.

È un rosario molto elegante, fatto a mano. Può essere regalato come ricordo della Prima Comunione.

La parola Rosario significa "Corona di Rose": recitare un'Ave Maria è come donare alla Madonna una bella rosa; recitare un rosario completo è come donarle un'intera corona di rose.
Il Santo Rosario è considerato una preghiera completa: con il Rosario meditiamo i "misteri" della gioia, della luce, del dolore e della gloria di Gesù e Maria. È una preghiera semplice ed umile, nata come alternativa alla recita dei Salmi, per le persone meno colte e che non sapevano leggere.
In più apparizioni la Madonna stessa ha indicato il Rosario come una preghiera necessaria per il bene dell'umanità, come un'arma potente contro il Male, per avere la vera pace. Nell'apparizione a Lourdes del 1858, la Vergine aveva una lunga corona del Rosario al braccio. Nel 1917 a Fatima, così come negli ultimi anni a Medjugorje, la Madonna ha esortato i fedeli a recitare il Rosario tutti i giorni.

Il Rosario si compone di: 5 Misteri Gioiosi, 5 Misteri della Luce, 5 Misteri Dolorosi, 5 Misteri Gloriosi.

Misteri della Gioia:
(Lunedì e Sabato)
1. L'annunciazione della nascita di Gesù a Maria SS.
2. Maria SS. visita S.Elisabetta
3. Gesù Cristo nasce povero a Betlemme
4. Gesù viene presentato al tempio
5. Gesù viene ritrovato al tempio

Misteri della Luce:
(Giovedì)
1. Il Battesimo di Gesù al Giordano
2. La Rivelazione di Gesù alle nozze di Cana
3. L'Annuncio del Regno di Dio con l'invito alla conversione
4. La Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo
5. L'istituzione dell'Eucaristia, espressione Sacramentale del tempo Pasquale.

Misteri del Dolore:
(Martedì e venerdì)
1. Gesù agonizza nel giardino degli ulivi
2. Gesù viene flagellato alla colonna
3. Gesù viene incoronato di spine
4. Gesù viene caricato della croce
5. Gesù muore in croce

Misteri della Gloria:
(Mercoledì e Domenica)
1. Gesù risorge
2. Gesù sale al cielo
3. Lo Spirito Santo discende su Maria e i primi cristiani
4. Maria SS. è assunta in cielo
5. Maria SS. è incoronata Regina dell'universo

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tegolina comunione effetto perlato"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400135978
Prezzo: € 4.50

Descrizione:

Tegolina in polimero con piedino da appoggio color avorio. La superficie frontale ha un effetto opalescente molto particolare.
Articolo nuovo, originale ed elegante che si presta ad essere regalato in occasione della celebrazione della Prima Comunione, poiché vi sono stampati i simboli della Comunione: grappolo d'uva, pane, calice e particola con incisione JHS.
La tegolina è contenuta in una scatolina di plastica trasparente.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Segnalibro sagomato "Ultima cena" - dimensione 15x4,5cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859013746
Prezzo: € 1.10

Descrizione:

Segnalibro plastificato. Sul fronte è impressa l'immagine di Gesù attorniato da 2 apostoli nel momento della benedizione del pane e del vino. Sul retro invece è riportata questa preghiera:

"Ti ringrazio buon Gesù della tua visita così preziosa.
Il mio cuore esulta per tanto favore e riposa sicuro in te."

Consigliato come dono da parte dei catechisti per i bambini che celebrano la loro Prima Comunione.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cero in cera d'api con bassorilievo "calice, uva e scritta IHS" - altezza 30 cm"
Editore: Graziani
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599015033
Prezzo: € 48.80

Descrizione:

Bellissimo cero per altare in purissima cera d'api con il decoro a bassorilievo dei simboli della Prima Comunione.

Il decoro a bassorilievo è finemente dipinto a mano.

Il cero rimane acceso per una durata di 150 ore circa.

La cera d'api è una cera che brucia in modo pulito, con gocciolamento pressoché assente lungo le superfici verticali e un fumo poco visibile. La colorazione un po' giallognola è tipica di questo prodotto naturale che quando brucia produce un gradevole profumo mielato.
La cera d'api è anche uno tra i materiali prescritti per la creazione delle candele pasquali ed è raccomandato per altre candele usate nella liturgia della Chiesa Romana Cattolica e in quella ortodossa. Infatti nell' Exultet si trova scritto: "Si accresce nel consumarsi della cera che l'ape madre ha prodotto per alimentare questa preziosa lampada".

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

 

Articolo fabbricato da una delle più antiche realtà produttive di candele d'Italia e del mondo. Fondata nel 1805, l'azienda tramanda l'arte delle candele made in Italy da sei generazioni, sempre nel rispetto delle norme di qualità, fornendo al cliente un prodotto di pregio, rifinito con scrupolo e professionalità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Medaglietta in madreperla con laccio "Prima Comunione" e cartoncino ricordo"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400297003
Prezzo: € 2.75

Descrizione:

Bellissimo ciondolo in madreperla bianca con incisi in oro i simboli della Prima Comunione.
Un forellino posto sulla sommità della medaglietta permette di far passare un laccio nero, utile per indossare il ciondolo.
La medaglietta ha un diametro di circa 2 cm.

La croce è confezionata assieme ad un piccolo cartoncino-ricordo pieghevole del sacramento.
L'immagine dai colori vividi del pieghevole rappresenta i simboli dell'Eucaristia - il calice, l'ostia, la scritta IHS, le spighe, l'uva e il pane.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

Sul retro, assieme ad una preghiera da leggere, è possibile personalizzare il cartoncino con il nome del bambino/a che ha ricevuto il sacramento, il nome della chiesa e il giorno dell'evento.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce moderna in resina ad effetto pietra "Prima Comunione" - altezza 9,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400206470
Prezzo: € 2.89

Descrizione:

Bellissima crocetta in resina ad effetto pietra con stilizzati a rilievo i simboli della Prima Comunione - il calice, l'ostia e la scritta IHS.
La croce ha una forma asimmetrica e dinamica, il perimetro è a tratti tondeggiante e l'aspetto del tutto naturale.
La croce è da appoggio.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce trilobata in smalto bianco con laccio - altezza 5,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400038026
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Croce smaltata bianca con profili e retro dorati, corpo argentato e laccio in corda bianco. La sommità dei bracci della croce ha forma trilobata.
È alta 5,5 cm e larga 3,5 cm. Si presenta confezionata in una bustina di plastica.

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La croce è un accessorio da indossare sopra la tunica il giorno della Prima Comunione, forse il più significativo, in quanto emblema di Cristo e del suo sacrificio per l'umanità.

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità. La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, e per le bambine è possibile indossare anche una coroncina bianca.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tazza "Angelo Prima Comunione" - altezza 10 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400268614
Prezzo: € 8.25

Descrizione:

Bellissima tazza in ceramica bianca con raffigurata l'immagine di un angelo che regge l'ostia della comunione.

La forma semplice e linere della tazza fa risaltare l'immagine colorata posta sul fianco.
L'angioletto è ripreso di profilo, con il capo chino e lo sguardo assorto. Tra le mani tiene un'ostia bianca che riporta inscritto il trilogramma "IHS" in pigmento dorato.
La tunica e le ali bianche sono impreziosite da dettagli dorati, che rendono questo angelo imponente e valoroso.
Dei cuori rossi e rosa stilizzati a pennellate racchiudono i protagonisti dell'immagine su di un lato e la scritta "Il mio Angelo" sull'altro.

La tazza si presenta confezionata in una graziosa confezione di cartone colorato e sagomato nella forma di due ali bianche, sullo sfondo di un cielo azzurro costellato di piccoli cuori.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Secondo i testi sacri, l’angelo è un intermediario tra l’uomo e Dio, un messaggero divino che deve distinguersi sia dalla Trinità sia dall’uomo, motivo per cui la sua entità eterea viene ben rappresentata dalle ali.

Nel calendario liturgico cattolico l’angelo custode si festeggia il 2 ottobre.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera comunione/cresima: Croce in ulivo con simboli comunione e cresima - 4,7 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052309922
Prezzo: € 2.05

Descrizione:

Croce in legno di ulivo con i simboli della comunione (uva,spighe) e della cresima (colomba).

Ideale come bomboniera sia per bambini che bambine che celebrano i due Sacramenti insieme.

Verrà fornita di cordoncino in stoffa marrone.

Prodotta in Italia da un azienda specializzata nella lavorazione del legno d'Ulivo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cingolo per Prima Comunione con fiocco finale - lunghezza 2 m"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400271973
Prezzo: € 2.40

Descrizione:

Cingolo in cotone bianco cangiante per l'abito della Prima Comunione.
È lungo 2 m e ha un diametro di 7-8 mm circa e si caratterizza per la presenza di una nappa lunga 10 cm nella parte finale di ciascuna estremità. Si presenta confezionato in una pratica busta di plastica.

Il cingolo per la prima comunione è un cordiglio che va indossato come una cintura sopra la tunica, all'altezza del fianco.

La PRIMA COMUNIONE è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità.
Oltre che con il cingolo è possibile "impreziosire" la tunica con una semplice croce, preferibilmente in legno, molto lineare, con laccio bianco. Per le bambine è possibile indossare anche una coroncina bianca.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce azzurra "Prima Comunione - IHS" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859050123
Prezzo: € 1.90

Descrizione:

Graziosa croce dalla sagoma moderna, con un pratico foro in apice che la rende ideale per essere affissa alla parete.

Lo sfondo sul quale si stagliano le figure è azzurro. Sulla parte centrale della croce, che si estende anche ai bracci laterali, è presente l'immagine di una mensa sulla quale sono disegnati il pane, il calice col vino, l'uva e le spighe di grano. Dietro alla mensa Gesù abbraccia una bambina e un bambino posti alla sua destra e alla sua sinistra.

Nella parte inferiore della croce ritroviamo il cristogramma IHS impresso su un'ostia, richiamando il sacramento della Prima Comunione.

Un presente originale da offrire in dono ad un bambino che si avvicina al sacramento dell'Eucaristia, che ben si presta anche a diventare una graziosa bomboniera.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce per Prima Comunione in legno scuro con laccio bianco - dimensioni 10x6 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400004533
Prezzo: € 1.25

Descrizione:

Croce da collo in legno scuro con laccio bianco da indossare sulla tunica il giorno della Prima Comunione.
È alta 10 cm e larga 6 cm e ha uno spessore di 1 cm. Si contraddistingue per la linea semplice ed essenziale e i materiali "poveri". Si presenta confezionata in una bustina di plastica.

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La croce è un accessorio da indossare sopra la tunica il giorno della Prima Comunione, forse il più significativo, in quanto emblema di Cristo e del suo sacrificio per l'umanità.

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità. La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, e per le bambine è possibile indossare anche una coroncina bianca.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera Comunione: Libretto ricordo della Prima Comunione con rosario, testi in italiano"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052297731
Prezzo: € 5.10

Descrizione:

Il libretto, composto da 8 pagine, si presenta con una copertina in plastica trasparente e nell'interno vi è un piccolo rosario con i grani tipo perlina del diamero di mm 4. Nell'interno vi sono campi da compilare con la foto e i dati personali della persona che riceve il sacramento della Prima Comunione.

La misura è di cm 9,5 x14,5. Il peso è di grammi 0,50. Realizzato e stampato in Italia. 

(Il rosario potrebbe variare in base alla disponibilità)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in similperla bianco "Prima Comunione" con sacchettino - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400173161
Prezzo: € 4.60

Descrizione:

Fine rosario con grani tondi in similperla bianca di diametro 4 mm. La legatura e la croce sono in metallo lucido argentato. La crocera ha una base metallica argentata con uno smaltino applicato sulla parte frontale e sul retro l'incisione "Prega per noi". 

La coroncina è dotata di moschettone, quindi può anche essere indossata come una collana.

Lo smaltino raffigura un calice in primo piano e sullo sfondo un grappolo d'uva e delle spighe di grano.
Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Il rosario è confezionato in un elegante sacchettino vellutato bianco, di dimensioni 8,5x6,5 cm, con chiusura a coulisse in raso. Sul sacchettino è stampato lo stesso disegno dello smaltino.

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coroncina rosario, Tau in legno e cartoncino pieghevole "Prima Comunione""
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400266443
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Bellissimo rosario con grani in legno chiaro ricchi di venature naturali e cordoncino marrone scuro.

La croce Tau è impreziosita dalla figura stilizzata di Cristo traforata nel legno e misura 4,5 cm.

Simbolo già presente nelle catacombe romane e caro ai primi cristiani per la somiglianza con la croce, il Tau è stato definitivamente adottato da San Francesco, che tracciava su di sé questo segno per consacrare il suo operato al Signore e ricordare l'amore per il crocifisso.

Un riferimento al Tau è già presente in Ezechiele [9,4]: “Va attraverso la città, va attraverso Gerusalemme e traccia il segno del Tau sulla fronte di quegli uomini che sospirano e gemono a causa delle abominazioni che ivi si commettono".

Il rosario è confezionato in una busta di plastica trasparente assieme ad un cartoncino pieghevole di preghiera che riporta disegnati i simboli tipici della Prima Cominione - il calice dorato, il pane, le spighe di grano, l'uva - tutti stilizzati e contornati da un sottile bordo dorato. L'ostia è rappresentata da un cerchio bianco al cui interno è ben visibile la scritta IHS accompagnata dalla frase "Chi mangia di me, vivrà per me".

Sul retro del cartoncino si legge la preghiera "Anima di Cristo", mentre all'interno troviamo elencati i Misteri (Gaudiosi, Luminosi, Dolorosi e Gloriosi) e le Litanie Lauretane.

L'articolo è prodotto in Italia da un'azienda con decennale esperienza nel settore del sacro.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita in polimero "Calice, pane e uva" - dimensioni 5x6,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400012293
Prezzo: € 3.30

Descrizione:

Calamita in polimero di forma quadrata, con bordi irregolari e ondulati che le imprimono una sensazione di plasticità e movimento.
Il magnete applicato sul retro della calamita consente di attaccarla sulle superfici metalliche più varie. Piegando la sottile barra magnetica è possibile utilizzare la calamita come un piccolo quadretto da appoggio.

Sulla calamita, in rilievo, è raffigurato in primo piano un calice che, nella parte superiore, sfora il perimetro del magnete, rafforzando l'idea di movimento data dal bordo. Attorno al calice da una parte c'è il pane, dall'altra un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La simbologia presente sulla calamita la rende un'idea regalo o una bomboniera ideale per la Prima Comunione, densa di significato, ma allo stesso tempo economicamente accessibile. Consigliata anche ai catechisti che desiderano lasciare un ricordo ai ragazzi che hanno accompagnato nel cammino di preparazione al sacramento.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce in legno marrone "Ultima cena" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599008790
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Coloratissima croce in legno su cui è stampata la rappresentazione di un'Ultima Cena un po' particolare. Gesù, infatti, invece di essere circondato dagli apostoli, è in compagnia dei bambini.

Sulla tavola si trovano il pane e il calice, e tornano le immagini della spiga di grano e dell'uva sia in mezzo ai bimbi seduti che sulla parte inferiore dell'asse centrale, più sfumate.

L'Eucaristía, o comunione, o santa cena, per gran parte delle Chiese cristiane è il sacramento istituito da Gesù Cristo durante l'Ultima Cena, alla vigilia della sua passione e morte. Il termine deriva dal greco ε?χαριστ?ω (eucharistô, 'ringrazio, rendo grazie').
Il Nuovo Testamento narra l'istituzione dell'eucaristia in quattro passi: Matteo 26,26-28; Marco 14,22-24; Luca 22,19-20; 1Corinzi 11,23-25.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La croce è dotata di un pratico gancetto che ne permette l'affissione.

Ottima idea regalo per la Prima Comunione, simpatica anche come bomboniera.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno naturale "Prima Comunione" con cartoncino - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400134926
Prezzo: € 2.20

Descrizione:

Confezione ricordo della Prima Comunione composta da un rosario in legno chiaro, quasi bianco, come il colore simbolo dell'Eucarestia, ed un cartoncino colorato, utilizzabile poi come segnalibro.

Il rosario ha una legatura elasticizzata ed una croce latina semplice in legno naturale, senza corpo e senza decorazioni. I grani sono sferici e leggermente schiacciati, e misurano circa 4 mm di diametro. Sul cartoncino sono disegnati un calice ed un'ostia con il cristogramma IHS, il pane ed un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Sul retro del cartoncino è scritta la seguente preghiera:

"Ciò che da valore alla Santa Comunione non è altro che l'amore che riempie il nostro cuore, prima, durante e dopo averla ricevuta."

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scatola in madreperla Prima Comunione"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400006285
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Scatoletta in madreperla con placca Prima Comunione in bilaminato d'argento. La scatola è un ideale portarosario, leggero e non molto grande. La madreperla è un materiale molto pregiato e la sua colorazione iridescente conferisce lucentezza all'oggetto. La placchetta d'argento raffigura i simboli tipice dell'Eucarestia. In primo piano c'è infatti il calice con sopra l'ostia. Ai lati ci sono il pane e un grappolo d'uva. Quest'oggetto può essere usato come bomboniera o come regalo "ricordo" della Prima Comunione. E' un oggettino molto originale che piace ai bambini.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce in legno azzurra "Ultima cena" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859001545
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Graziosa croce in legno con bordatura blu e pratico gancetto per l'affissione.

Al centro della croce si staglia un disegno dai tratti dolci e colori vivaci che rappresenta un'ultima cena molto particolare, in cui Gesù è circondato dall'abbraccio di due bambini.

L'Eucaristía, o comunione, o santa cena, per gran parte delle Chiese cristiane è il sacramento istituito da Gesù Cristo durante l'Ultima Cena, alla vigilia della sua passione e morte. Il termine deriva dal greco ε?χαριστ?ω (eucharistô, 'ringrazio, rendo grazie').
Il Nuovo Testamento narra l'istituzione dell'eucaristia in quattro passi: Matteo 26,26-28; Marco 14,22-24; Luca 22,19-20; 1Corinzi 11,23-25.

Alla base del braccio centrale è raffigurata un'ostia. L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". 

Sui bracci della croce sono presenti una spiga e un grappolo d'uva stilizzati. Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Questo oggetto ben si presta per essere offerto come simbolo per condividere la gioia della Prima Comunione. Potrebbe anche essere un'ottima idea regalo per le catechiste che volessero lasciare un ricordo del percorso vissuto assieme ai bambini.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno naturale con scatolina "La Mia Prima Comunione" - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400171440
Prezzo: € 2.20

Descrizione:

Rosario con decine in legno naturale, color marrone chiaro, intervallate da grani di dimensione più grande anch'essi in legno naturale. I grani delle decine sono sferici e leggermente schiacciati. La croce è semplice ed essenziale, una croce latina in legno, senza corpo e senza fronzoli.

La coroncina è confezionata in una bella scatolina con apertura a cassetto, simile alle vecchie confezioni di fiammiferi, di dimensioni 5,5x4x1,3 cm. Sulla parte frontale sono raffigurati i simboli della Comunione
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli. 
Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana. 
Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Sul retro è scritta questa frase di benedizione:

"Che Dio ti Benedica nel giorno della tua Prima Comunione e che la Felicità di questa celebrazione ti accompagni nella tua nuova vita in Cristo."

Idea regalo o bomboniera davvero carina per la Prima Comunione, che coniuga la celebrazione di questo importantissimo sacramento con l'invito per la vita futura a pregare sempre il rosario.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portachiavi "Orme sulla sabbia" con cartoncino"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400228472
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Blister contenente un cartoncino (cm 19x10) fatto a biglietto e un portachiavi ovale in polmero con catenina ed anello in metallo.
Il cartoncino dentro è bianco ed offre la possibilità di scrivere una dedica. Sulla parte frontale è replicato lo stesso disegno del portachiavi: delle orme impresse sulla sabbia in riva al mare. La particolarità del portachiavi è che la parte "sabbiosa" è ruvida e ricorda al tatto i granelli di sabbia, la parte azzurra invece è liscia come la superficie del mare.

Sul retro del cartoncino è riportata la famosa storia delle Orme sulla sabbia:

"Ho sognato che camminavo in riva al mare con il Signore e rivedevo sullo schermo del cielo tutti i giorni della mia vita passata. E per ogni giorno trascorso apparivano sulla sabbia due orme: le mie e quelle del Signore. Ma in alcuni tratti ho visto una sola orma. Proprio nei giorni più difficili della mia vita.
Allora ho detto: "Signore, io ho scelto di vivere con te e tu mi avevi promesso che saresti sempre stato con me. Perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti difficili?"
E lui mi ha risposto: "Figlio, tu lo sai che ti amo e non ti ho abbanonato mai: i giorni nei quali c'è soltanto un'orma nella sabbia sono proprio quelli in cui ti ho portato in braccio".

Un dono bellissimo e dolcissimo, che potrà essere di aiuto e conforto soprattutto per chi sta vivendo un momento difficile, ma che serve soprattutto a ricordare ad ognuno di noi che Dio non ci abbandona mai e che su di Lui possiamo sempre fare affidamento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU