Articoli religiosi

Varie - Bomboniere Ed Idee Regalo Prima Comunione



Titolo: "Bracciale decina in madreperla - grani tondi 4 mm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400048674
Prezzo: € 2.34

Descrizione:

Elegante bracciale decina con grani tondi in madreperla e legatura in metallo argentato. La croce pendente in metallo color argento è molto graziosa, le estremità sono arrotondate ed è finemente decorata.

Il colore bianco dei grani, così perfettamente arrotondati, rendono questo bracciale un articolo regalo ideale per Prime Comunioni.

La parola Rosario significa "Corona di Rose".
In più apparizioni la Madonna stessa ha indicato il Rosario come una preghiera necessaria per il bene dell'umanità, come un'arma potente contro il Male, per avere la vera pace. Nell'apparizione a Lourdes del 1858, la Vergine aveva una lunga corona del Rosario al braccio. Nel 1917 a Fatima, così come negli ultimi anni a Medjugorje, la Madonna ha esortato i fedeli a recitare il Rosario tutti i giorni.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Iconcina in bilaminato d'argento "Comunione" - dimensioni 5,9x5,7 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400136081
Prezzo: € 8.80

Descrizione:

Piccolo quadretto a forma arcuata con placca in bilaminato d'argento e retro laccato bianco perlato.
Spicca in rilievo un calice dorato sopra il quale sta una particola in argento lucido con il monogramma JHS scritto in lettere dorate.
Molto bello il grappolo d'uva in basso a sinistra di un lucido e splendente color vinaccia.

Confezionato in una scatolina in plastica trasparente e corredato di Certificato di Garanzia:

La presente opera è realizzata su lastra di argento supportata da un metallo comune, usando tecniche all'avanguardia nel settore della lavorazione artigianale dei metalli preziosi. L'esperienza pluriennale e lo stile inconfondibile dei soggetti sono sinonimo di qualità.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fiamma "Ricordo della Prima Comunione" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859019601
Prezzo: € 3.95

Descrizione:

Graziosa icona in legno a forma di fiamma.

Al centro dell'icona si staglia un disegno dai tratti dolci e colori vivaci che rappresenta un'ultima cena molto particolare, in cui Gesù è circondato dall'abbraccio di due bambini.

L'Eucaristía, o comunione, o santa cena, per gran parte delle Chiese cristiane è il sacramento istituito da Gesù Cristo durante l'Ultima Cena, alla vigilia della sua passione e morte. Il termine deriva dal greco ε?χαριστ?ω (eucharistô, 'ringrazio, rendo grazie').
Il Nuovo Testamento narra l'istituzione dell'eucaristia in quattro passi: Matteo 26,26-28; Marco 14,22-24; Luca 22,19-20; 1Corinzi 11,23-25.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". 

Oltre alla fiamma la confezione prevede una pagellina in cartoncino con scritto "....ha partecipato alla messa della sua Prima Comunione nella Chiesa di...il...", da completare con i dati del bambino o della bambina.

Dotato di piedino da appoggio, questo oggetto ben si presta per essere offerto come simbolo per condividere la gioia della Prima Comunione. Potrebbe anche essere un'ottima idea regalo per le catechiste che volessere lasciare un ricordo del percorso vissuto assieme ai bambini.

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arazzo sacro "Ultima cena" - dimensioni 46x65 cm"
Editore: M&T
Autore: Leonardo da Vinci
Pagine:
Ean: 2483599002248
Prezzo: € 24.90

Descrizione:

Arazzo rettangolare di dimensioni medio-grandi (46x65 cm), totalmente ideato e prodotto in Italia con filati di alta qualità lavorati con telaio Jacquard.

Il soggetto rappresentato, l'"Ultima cena" di Leonardo, rende questo arazzo un pregiato articolo d'arredamento artistico per la casa e un dono raffinato in occasione della Pasqua, di Prime Comunioni oppure per appassionati di arte.

Composizione
53% viscosa, 41% cotone, 4% poliestere, 2% altre fibre

Il telaio Jacquard è un particolare telaio che tramite l'aggiunta di un macchinario permette la movimentazione automatica dei singoli fili di ordito. Questo tipo di lavorazione consente di ottenere tessuti dai disegni complessi e ricchi di colori.

L'opera murale dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1495 e il 1498 è oggi conservata nell'ex-refettorio rinascimentale del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Nell’immagine Cristo si trova al centro di una tavola lunga e rettangolare e richiama alla mente l'immagine bizantina del Pantocratore, in cui Cristo è ripreso a mezzobusto con indosso una veste blu e un manto rosso – i colori che indicano la doppia natura di Gesù – e le braccia tese in avanti. Ai lati di Cristo gli apostoli sono disposti in modo simmetrico ed equilibrato in quattro gruppi di tre ciascuno. Nella parte alta del dipinto si trovano tre lunette contenenti gli stemmi degli Sforza.
Il Cenacolo rappresentato si concentra non tanto sull’eucarestia – manca infatti il calice sulla tavola – ma sul tradimento da parte di Giuda e si basa sul Vangelo di Giovanni [13,21] – "In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà". Diversamente dalle altre rappresentazioni pittoriche del Cenacolo, Leonardo decise di porre particolare attenzione sull'aspetto emotivo dell'evento, concentrandosi sulla reazione di ciascun apostolo alla notizia dell'imminente tradimento da parte di uno di loro.

Leonardo da Vinci (Anchiano, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un ingegnere, pittore e scienziato italiano.
Seppe incarnare appieno lo spirito dell'epoca in cui visse, il Rinascimento. Si occupò di architettura e scultura, fu disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, musicista, progettista e inventore. È considerato uno dei più grandi geni dell'umanità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavoletta sagomata Angioletto Prima Comunione"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052292118
Prezzo: € 2.99

Descrizione:

Tavoletta sagomata a forma di pergamena, con un piccolo gancetto e un delicato fiocco dorato.
Le estremità della tavoletta sono in rilievo così come la figura centrale, che raffigura un angioletto con diversi simboli eucaristici.

Ideale come ricordo per la Prima Comunione.
Il retro della confezione riporta la "Preghiera Semplice" attribuita a S. Francesco d'Assisi:

"O Signore, fa' di me
uno strumento
della Tua Pace:
Dove c'è odio,
io porti amore.
Dove c'è offesa,
io porti l'unione.
Dove c'è errore, io porti la verità.
Dove c'è dubbio, io porti la fede.
Dove c'è tristezza, io porti la gioia.
Dove sono le tenebre, io porti la luce.
O Maestro, che io non cerchi tanto
d'essere consolato, quanto di consolare.
Di essere compreso, quanto di
comprendere.
Di essere amato, quanto di amare.
Poiché è donando che si riceve;
è dimenticando, che si trova
comprensione,
è perdonando che si è perdonati,
ed è morendo, che si resuscita
a vera Vita Eterna."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete rettangolare piatto "Angioletto della Prima Comunione" - dimensioni 4x6 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599006918
Prezzo: € 1.30

Descrizione:

Magnete piatto a forma rettangolare.

La calamita ha uno sfondo di colore arancione molto intenso. In primo piano spicca un dolce angioletto ritratto di profilo con le mani giunte che prega e contempla l'ostia, in cui è inscritto il monogramma di Cristo IHS, simbolo della prima comunione. Ai piedi dell'angioletto, appoggiata su di una nuvola, c'è una candela accesa. La luce è un simbolo molto rincorrente nella religione cristiana. Ci si avvale di questa simbologia per riferirsi direttamente alla figura di Dio.

LUCE E TENEBRE: fin da tempi assai remoti, la luce viene indicata come l'arma cui affidarsi per proteggersi dalla minaccia delle tenebre, sempre in agguato dietro l'angolo. Nell'immaginario collettivo la luce è vita, amore e verità, mentre la controparte rappresentata dal buio sta ad indicare l'abominio, l'oscurità e la solitudine.

LUCE E LITURGIA: non è un caso che la chiesa cristiana ricorra spesso e volentieri all'uso delle candele. I concetti alla base del simbolismo, in questo caso, sono tre: indirizzare il cristiano verso la luce della propria fede, indicare al cristiano di essere egli stesso la luce che rompe il buio nel mondo, preparare il cristiano perché, attraverso la propria testimonianza, riesca ad illuminare le menti dei suoi simili. La festa della Candelora, le candele presenti sugli altari, il cero pasquale o la candela usata durante il Battesimo ne sono testimonianza.

LUCE E DEVOZIONE CRISTIANA: nel gesto della candela accesa vi è un omaggio a Dio e ai Santi, ma anche una preghiera per i defunti. Sono esempio di devozione cristiana la lampada rossa votiva presso il tabernacolo, la candela votiva nel culto dei santi, oppure il lumino presso il cimitero. 

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Questo magnete è consigliato ai catechisti che desiderano lasciare un simpatico ricordo, un gadget giocoso, ai ragazzi che celabrano la loro Prima Comunione. Può essere anche utilizzato come bomboniera economicamente poco impegnativa.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vangelo tascabile con placca in argento - Comunione"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400136050
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Elegante Vangelo in similpelle avorio con placca in bilaminato d'argento.
Contiene i testi di tutti i Vangeli e degli Atti degli apostoli. La placca in argento raffigura i simboli dell'Eucaristia: il calice color oro, la porticola con il mogramma dorato JHS, il pane ed il grappolo d'uva.

Il vangelino è contenuto in una bustina di panno e confezionato in un'elegante scatola di cartone spesso arancione.
E' inoltre corredato di Certificato di Garanzia che recita:

La presente opera è realizzata su lastra di argento supportata da un metallo comune, usando tecniche all'avanguardia nel settore della lavorazione artigianale dei metalli preziosi. L'esperienza pluriennale e lo stile inconfondibile dei soggetti da noi prodotti, sono sinonimo di qualità.

Ideale come ricordo della Prima Comunione, elegante e raffinato, rimarrà nel tempo come ricordo della celebrazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce greca comunione con laccio e cartoncino"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480513009840
Prezzo: € 2.20

Descrizione:Croce greca (con i bracci di ugual lunghezza) con laccio per comunione. Confezionata in una busta trasparente con un cartoncino colorato.
Sulla croce in legno sono disegnati i simboli della comunione, colorati con tonalità vivide e accese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce intagliata in polimero con simboli "Prima Comunione" - altezza 14 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400299762
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica croce asimmetrica di piccole dimensioni a finitura lucida con intagliati i simboli della Prima Comunione sulla superficie.
Un pratico gancetto in metallo si trova sul retro della croce, utile per l'affissione a parete.
Sullo sfondo multicolor risalta il calice bianco e oro, assieme all'ostia, alla scritta IHS, al pane e l'uva e alle spighe, ovvero i simboli canonici dell'Eucaristia.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coroncina in stoffa con fiori bianchi per Prima Comunione"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400221305
Prezzo: € 7.30

Descrizione:

Graziosa coroncina con fiori bianchi di stoffa per la celebrazione della Prima Comunione.

Pensata per le bambine, la ghirlanda è dotata di un pettine in plastica trasparente e rivestita lungo tutto il perimetro con un nastro di raso bianco, che culmina sul retro in un fiocco allentato della misura di 22 cm.
Ad impreziosire la ghirlanda sono stati applicati 28 fiorellini bianchi dai petali lunghi e irregolari i cui boccioli sono costituiti da piccoli nastri di voile arrotolati a creare la forma di piccole roselline. Completano la composizione i pistilli bianchi in plastica che donano dinamicità alla coroncina. 

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La coroncina è un accessorio per bambine da abbinare all'abbigliamento della Prima Comunione, mantenendone comunque il carattere di semplicità e sobrietà.

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità. La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, ed "impreziosita" da una semplice croce da indossare sopra. Preferibili quelle in legno, molto lineari, con laccio bianco.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosario in legno bianco per "Prima Comunione" - grani tondi 4 mm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480501001597
Prezzo: € 4.30

Descrizione:

Bel rosario in legno candido con grani tondi di diametro 4 mm. Le decine son intervallate da grani della stessa misura, ma di color argento. La croce è in legno bianco con il corpo di Gesù crocifisso in metallo argentato. La crocera è anch'essa in legno bianco e raffigura un calice e un'ostia con al centro il cristogramma IHS, simbolo dell'Eucarestia. 

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Idea regalo o bomboniera perfetta per Prime Comunioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete sagomato a forma di calice "Prima Comunione" - dimensioni 4x6,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400104608
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Calamita sagomata in polimero con i simboli della Prima Comunione.
Grazie ad un magnete applicato sul retro è possibile attaccare questa calamita colorata su superfici metalliche. Il magnete, fatto a forma di barra sottile, può essere anche piegato e consentirne l'appoggio su superfici non metalliche, come se fosse un grazioso mini-quadretto.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La simbologia presente sulla calamita la rende una perfetta idea regalo o bomboniera per Prime Comunioni. Consigliata anche ai catechisti che desiderano lasciare un ricordo significativo, ma economicamente poco impegnativo, ai ragazzi che hanno accompagnato nel percorso incontro a Gesù.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Card "Prima Comunione" con LED - dimensioni 8,5x5,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400301120
Prezzo: € 3.05

Descrizione:

Bellissima idea regalo per i più piccoli. Non si tratta della solita card con preghiera: questo gadget è dotato di luce LED e funziona come torcia.

L'immagine proposta sulla card è quella del momento dell'Eucaristia, in cui Gesù spezza il pane e condivide il calice. La scritta "Questo è il mio corpo. Questo è il mio sangue" accompagna l'immagine della card.
Su uno sfondo variopinto, risalta la scritta IHS.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

Sul retro possiamo leggere l'invocazione a Gesù
"Non c'è amore più grande di questo: donare la vita! Di fronte a questo dono noi possiamo solo dirti il nostro grazie, Gesù, perché hai donato tutto te stesso nella Eucaristia che offri a noi per nutrirci e sostenerci nel cammino della vita".

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione..

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona con cornice azzurra "Ultima Cena" - dimensioni 10x14 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859039647
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Piccolo e grazioso quadretto rettangolare raffigurante l'Ultima Cena.
Un pratico gancetto in metallo brunito è presente sul retro dell'icona, utile per l'affissione a parete. Una doppia cornicetta laminata argentea racchiude l'immagine. Un fregio curvilineo argenteo su sfondo azzurro ceruleo si dispiega lungo il perimetro, racchiuso dai due bordi laminati.

Ultima Cena è il nome con il quale nella religione cristiana si indica solitamente la cena di Gesù con gli apostoli durante la Pasqua ebraica, precedente la sua morte. Si tenne nel luogo detto Cenacolo.

La raffigurazione del Cenacolo così come è stata trasmessa dalla tradizione iconografica bizantina vuole Cristo seduto ad una tavola imbandita e circondato dagli apostoli.
Gesù, dopo aver istituito il grande comandamento dell'amore, annuncia l’imminente tradimento che lo porterà sulla croce e celebra per l'ultima volta la Pasqua secondo le prescrizioni ebraiche. Spezzando il pane e bevendo il vino istituisce il sacramento dell'Eucaristia.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce per Prima Comunione in legno scuro ed inserti dorati con laccio - dimensioni 10x6 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400038125
Prezzo: € 1.90

Descrizione:

Croce da collo in legno scuro ed inserti dorati, completa di laccio bianco, da indossare sulla tunica il giorno della Prima Comunione.
È alta 10 cm e larga 6 cm e ha uno spessore di 1 cm. Si contraddistingue per la linea semplice ed essenziale. Si presenta confezionata in una bustina di plastica.

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La croce è un accessorio da indossare sopra la tunica il giorno della Prima Comunione, forse il più significativo, in quanto emblema di Cristo e del suo sacrificio per l'umanità.

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità. La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, e per le bambine è possibile indossare anche una coroncina bianca.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce in legno bianca "JHS" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599009780
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Croce in legno da appendere di colore bianco (il colore della comunione). Sulla croce sono raffigurati:
- la particola con l'incisione JHS, che sta per "Iesous", Gesù, in lingua greca antica;
- le spighe, simbolo del pane, il corpo di Cristo;
- il grappolo d'uva, simbolo del vino, il sangue di Cristo.

Tutti e tre questi simboli richiamano fortemente il sacramento dell'Eucaristia, pertanto se ne consiglia l'acquisto a chi voglia fare un regalo a chi si accosta per la prima volta all'Eucaristia, economico, ma dal forte significato. 

La croce cristiana è il simbolo cristiano più diffuso, riconosciuto in tutto il mondo. È una rappresentazione stilizzata dello strumento usato dai romani per l'esecuzione capitale tramite crocifissione, il supplizio che secondo i vangeli e la tradizione cristiana è stato inflitto a Gesù Cristo; è il simbolo di redenzione degli uomini. Per i cristiani la croce costituisce un ricordo della passione, morte e risurrezione di Gesù, fasi inseparabili di una sola vicenda. Perciò la croce: è principalmente un simbolo di speranza e di "negazione delle immagini sbagliate di Dio"; è un ricordo dell'invito evangelico ad imitare Gesù in tutto e per tutto, accettando pazientemente anche la sofferenza per amore.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce arancione "Prima Comunione - IHS" - altezza 13 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859050130
Prezzo: € 1.90

Descrizione:

Graziosa croce dalla sagoma moderna, con un pratico foro in apice che la rende ideale per essere affissa alla parete.

Lo sfondo sul quale si stagliano le figure è arancione. Sulla parte centrale della croce, che si estende anche ai bracci laterali, è presente l'immagine di una mensa sulla quale sono disegnati il pane, il calice col vino, l'uva e le spighe di grano. Dietro alla mensa Gesù abbraccia una bambina e un bambino posti alla sua destra e alla sua sinistra.

Nella parte inferiore della croce ritroviamo il cristogramma IHS impresso su un'ostia, richiamando il sacramento della Prima Comunione.

Un presente originale da offrire in dono ad un bambino o una bambina che si avvicina al sacramento dell'Eucaristia, che ben si presta anche a diventare una graziosa bomboniera.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

 

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pergamena piccola simboli "Prima Comunione" - dimensioni 15x10 cm (10 pezzi)"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400170573
Prezzo: € 4.29

Descrizione:

Realizzato in carta pergamena, il cartoncino della "Prima Comunione" è un piacevole ricordo del sacramento appena ricevuto.
La stampa propone le immagini dei simboli dell'eucarestia - l'uva, il calice, l'ostia e la scritta IHS - oltre alla scena di Gesù con i bambini sullo sfondo, che ci ricorda il caro invito di Cristo "Lasciate che i bambini vengano a me".
Il disegno rispetta l'iconografia classica e tradizionale ed è impreziosito da contorni dorati, oltre che da colori squillanti.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

Gesù è circondato da alcuni bambini ed è intento ad ascoltarli. L'ingenuità e la sincerità trasmessa dagli occhi dei bimbi trova conforto nell'abbraccio di Gesù che, seduto su una roccia con il petto spostato in avanti, dà l'idea di volersi mettere alla pari dei fanciulli. L'ascolto, il conforto, il calore e l'amore che Gesù offre ai suoi pargoli sono tangibili e l'osservatore entra immediatamente in empatia con i personaggi rappresentati nella scenetta inserita in un contesto agreste e bucolico.

È possibile personalizzare il cartoncino con il nome del bambino/a che ha ricevuto il sacramento, il nome della chiesa e quello del parroco di riferimento.
Bella l'idea di regalare il cartoncino ai ragazzi arrotolato come un diploma e fermato con un fiocco, ma anche consegnarlo in una busta dona solennità al momento.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

NB. L'articolo è in vendita in un pacchetto da 10 pezzi



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Prima Comunione""
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400053289
Prezzo: € 5.10

Descrizione:

Iconcina portafoto della Prima Comunione. Alla base dell'iconcina c'è un decoro floreale argentato. 
Quest'oggetto può essere regalato in occasione della Prima Comunione come "ricordo" del sacramento ricevuto.
Sulla parte posteriore della cornice c'è un cartoncino che porta gli spazi opportuni per scrivere il nome del ragazzo/a che ha ricevuto il sacramento, il nome della chiesa ove è avvenuta la celebrazione e la data dell'evento. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coroncina in stoffa con roselline per Prima Comunione"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400221299
Prezzo: € 4.60

Descrizione:

Graziosa coroncina con roselline in stoffa per la celebrazione della Prima Comunione.

Pensata per le bambine, la ghirlanda è dotata di un pettine in plastica trasparente e rivestita lungo tutto il perimetro con un nastro di raso bianco, che culmina sul retro in un fiocco allentato della misura di 24 cm. Cucita e ben salda al supporto circolare c'è una splendida bordura in pizzo bianco, a cui si sovrappone un velo di tulle bianco riempito a tratti regolari da quadratini, sempre bianchi.
Ad impreziosire ulteriormente la ghirlanda ci sono 20 roselline bianche applicate su una base sottile verde, a simulare le foglie dei boccioli.

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La coroncina è un accessorio per bambine da abbinare all'abbigliamento della Prima Comunione, mantenendone comunque il carattere di semplicità e sobrietà.

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui si riceve il corpo e il sangue di Cristo. Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione ma è consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una tunica bianca che ricorda il camicino ricevuto durante il Battesimo, simbolo di purezza e semplicità. La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, ed "impreziosita" da una semplice croce da indossare sopra. Preferibili quelle in legno, molto lineari, con laccio bianco.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto a forma di pergamena con piedino da appoggio "Prima Comunione" (10 x 7)"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599010540
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Quadretto in legno con piedino da appoggio a forma di pergamena "Prima Comunione".
Viene riproposta la scena dell'Ultima cena con Gesù al centro del quadretto e i 12 apostoli/bambini al suo fianco.
Sopra l'immagine in caratteri ben leggibili sta scritto "Io sono il pane vivo disceso dal cielo".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statuetta in resina "Angelo che prega" - altezza 11 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480525001368
Prezzo: € 32.80

Descrizione:

Un'idea regalo assolutamente originale, diversa dai soliti stereotipi. Un modo nuovo di esprimere un sentimento, una emozione, di fare un augurio. Un oggetto che esprime un'intima spiritualità, un intimo sentire.

E' una linea personale, intima, di sculture realizzate da modelli originali intagliati interamente a mano.

Ciascuna rappresenta una qualità o un sentimento che ci aiuta a sentirci vicini agli altri, a guarire le ferite e ad apprezzare notevolmente il rapporto con la natura. L’espressione viene mostrata solo attraverso i gesti... l’inclinazione del capo, la postura delle mani, il voltarsi del corpo. Il volto, infatti, è appena abbozzato.

Ciascun pezzo è ricavato da sculture originali scolpite a mano e poi riprodotte in resina e dipinte a mano. La creazione dell'artista dona grazia ed espressione, mentre il processo di riproduzione rende questi piccoli capolavori accessibili a tutti.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Secondo i testi sacri, l’angelo è un intermediario tra l’uomo e Dio, un messaggero divino che deve distinguersi sia dalla Trinità sia dall’uomo, motivo per cui la sua entità eterea viene ben rappresentata dalle ali.

Nel calendario liturgico cattolico l’angelo custode si festeggia il 2 ottobre.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Portachiavi tau in legno d'ulivo "Padre Nostro" con cordoncini colorati"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400135008
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Un portachiavi davvero ricercato sia per il materiale che per i dettagli. Sul tau è incisa la preghiera del Padre Nostro, affinché possiamo ricordarci del nostro Padre Celeste ogni volta che ci cade lo sguardo sul nostro mazzo di chiavi.

Il tau è alto 5 cm, largo 4,5 cm e profondo 5 mm.

Materiali pregiati e dettagli ricercati sono la caratteristica di questo portachiavi: bellissmo il legno d'ulivo, piacevole al tatto e alla vista grazie alle sue caratteristiche venature; cordoncino in pelle colorata; anellino in metallo, finemente ed elegantemente lavorato.

Il colore del cordoncino è variabile (rosso, marrone, verde, arancione, rosa, giallo...) e non è possibile sceglierlo.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce "Prima Comunione" - altezza 14 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400135817
Prezzo: € 5.80

Descrizione:

Croce con stampa in rilievo. La stampa grazie ai suoi colori rende il crocifisso allegro e vivace.

Risaltano i simboli della Comunione (pane, calice, ostia, uva e spighe) posti all'incrocio dei bracci, circondati da tanti pesciolini stilizzati e colorati.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". 

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La forma stilizzata del pesce è quella tipica dell'ichthys, termine latino derivato dal greco che identifica il simbolo religioso cristiano del pesce nella forma di due archi che si specchiano ed intersecano.
La parola “ichthys” è l'acronimo di “Iesous Christos, Theou Yios, Soter”, ovvero “Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore”.

Sotto al disegno è scritta la seguente invocazione:

"Guidami o Gesù per le vie del tuo amore, custodisci la mia innocenza perché la gioia di questo giorno santo non tramonti mai!"

Le fattezze della croce, la sensazione tattile della stampa in rilievo, i colori vivaci del disegno, attraggono l'attenzione dei più giovani.

Sul retro è presente un gancetto in metallo per l'affissione alla parete. 

La croce è confezionata in una scatola di plastica trasparente.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Segnalibro sagomato con ciondolo "Comunione e Cresima" in legno - dimensioni 15x5cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480581002620
Prezzo: € 3.80

Descrizione:

Grazioso segnalibro sagomato con disegnato un piccolo angioletto stilizzato, accompagnato dall'invocazione

Guida i miei
anni, Signore, 
sulla via del 
Tuo santo amore
e fa' che sia
serena e felice
la vita
di chi amo
e mi ama.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Secondo i testi sacri, l’angelo è un intermediario tra l’uomo e Dio, un messaggero divino che deve distinguersi sia dalla Trinità sia dall’uomo, motivo per cui la sua entità eterea viene ben rappresentata dalle ali.

Nel calendario liturgico cattolico l’angelo custode si festeggia il 2 ottobre.

Sulla sommità un forellino permette di far passare un cordoncino con attaccato un ciondolo rappresentante i simboli della Comunione e della Cresima.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

La colomba è l'iconografia principale con cui viene rappresentato lo Spirito Santo.
L'utilizzo di questo simbolo per rappresentare lo Spirito Santo, consentito dal concilio di Nicea del 325, dipende forse dall'interpretazione letterale del Vangelo riguardante il battesimo di Cristo. Marco (1,9-11) parla dello Spirito Santo che scende su Cristo «come colomba», il testo di Luca (3,22) riferisce che lo Spirito Santo «discese sopra di lui in forma corporale come una colomba». L'iconografia classica la vuole rappresentata mentre scende dal cielo e di colore bianco, simbolo di purezza.

L'articolo è spendibile come idea regalo per la Comunione e per la Cresima.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU