Libreria cattolica

Varie - Bomboniere Ed Idee Regalo Prima Comunione



Titolo: "Bomboniera comunione croce per bambino in resina cm 8,5 bianca"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052337079
Prezzo: € 2.42

Descrizione:

Croce realizzata in resina bianca con dettagli colorati.

Adatta come bomboniera per la prima comunione di un bambino verrà fornita con cordino per poter essere appesa o legata ad un sacchettino portaconfetti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera comunione croce per bambina in resina cm 8,5 bianca"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052337086
Prezzo: € 2.42

Descrizione:

Croce realizzata in resina bianca con dettagli colorati.

Adatta come bomboniera per la prima comunione di una bambina verrà fornita con cordino per poter essere appesa o legata ad un sacchettino portaconfetti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce effetto legno "Ricordo della Prima Comunione" con cartoncino - altezza 13 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400262872
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Bellissima croce ad effetto legno a rilievo dal peso di 27 g.

Il crocifisso è liscio e color marrone sul retro, mentre la parte frontale è riccamente decorata con delle scene tematiche. Il bordo è ad effetto mosaico ed i tasselli sono di forma regolare e sfumano nelle tonalità dell'oro, del bronzo e dell'ardesia.

Alle estremità dell'asse orizzontale sono presenti due scene: la cerimonia della lavanda dei piedi a sinistra, il processo a Gesù a destra. Alle estremità dell'asse verticale sono presenti invece due scene simili: in alto un particolare dell'Ultima Cena, in basso la cena con i discepoli di Emmaus.

Lungo l'asse verticale sono rappresentati anche i simboli tipici della Comunione, ovvero il calice dorato, il pane, l'uva e le spighe di grano. Al centro della croce Gesù spezza l'ostia. Rispetto alle quattro scene, la figura di Cristo è leggermente bombata, con alcune parti in rilievo. Indossa una tunica bianca impreziosta da bordi dorati e sormontata da un manto rosso. Il suo sguardo è abbassato e conferisce solennità al momento.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Una cornice traforata circolare racchiude la parte centrale della croce, che è dotata di gancetto in metallo.

La croce è confezionata in una pratica bustina di plastica trasparente assieme ad un cartoncino ricordo della "Prima Comunione" di 22x12 cm su cui è riportata l'immagine della croce stessa. Sul cartoncino è possibile scrivere il nome del bambino/a che riceve il sacramento e il nome della Chiesa di riferimento.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce colorata "Prima Comunione" - altezza 16,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400038484
Prezzo: € 5.50

Descrizione:

Graziosa croce in legno colorata, ad effetto ceramica, raffigurante i simboli della Prima Comunione.

Nell'incrocio dei bracci si stagliano, su uno sfondo di un azzurro acceso, i simboli della Comunione.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". 

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

I simboli sono messi in risalto da una bordatura in giallo e azzurro che completa il disegno.

La croce si presta per essere offerta in dono ai bambini in ricordo della loro Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete in legno a forma di croce "Prima Comunione" - dimensioni 7,5x5,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400205015
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Graziosa croce in legno dotata di magnete e confezionata assieme ad un cartoncino ricordo della Prima Comunione.

La croce stondata sui lati e svasata verso le estremità è impreziosita dal particolare effetto dipinto della superficie in legno bianco.

La scritta "Prima Comunione" monocromatica è ripetuta su un lato e sul fondo della croce e accompagna l'immagine centrale di un calice dorato circondato dai simboli cristiani della Comunione, ovvero alcune spighe di grano, il pane, l'uva e l'ostia, che racchiude la scritta IHS bordata in un colore rosso-aranciato.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.
L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Munita di magnete, la croce può essere affissa a superfici verticali in metallo. Se si piega a metà il magnete e lo si appoggia alla base, la croce può rimanere in piedi da sola come un quadretto.

Il cartoncino ricordo bicolore azzurro e verde misura 10,5x8,5 cm e reca sul retro la frase "Dio ci nutre con fiore di frumento, ci riempie della sua dolcezza".

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete sagomato a forma di calice "Prima Comunione" - dimensioni 4x6,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400104608
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Calamita sagomata in polimero con i simboli della Prima Comunione.
Grazie ad un magnete applicato sul retro è possibile attaccare questa calamita colorata su superfici metalliche. Il magnete, fatto a forma di barra sottile, può essere anche piegato e consentirne l'appoggio su superfici non metalliche, come se fosse un grazioso mini-quadretto.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La simbologia presente sulla calamita la rende una perfetta idea regalo o bomboniera per Prime Comunioni. Consigliata anche ai catechisti che desiderano lasciare un ricordo significativo, ma economicamente poco impegnativo, ai ragazzi che hanno accompagnato nel percorso incontro a Gesù.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita sagomata in polimero "Angioletto della Prima Comunione" - dimensioni 4,5x6 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058451000430
Prezzo: € 2.40

Descrizione:

Calamita sagomata in polimero provvista sul retro di magnete che consente di attaccarla sulle superfici metalliche più varie. Piegando la sottile barra magnetica è possibile utilizzare la calamita come un piccolo quadretto da appoggio.

La calamita rappresenta un angioletto con le vesti della Prima Comunione seduto ad una tavola apparecchiata con una tovaglia candida decorata dal monogramma di Cristo IHS e da due croci, una sorta di piccolo altare. Tra le mani l'angioletto tiene il calice ed un'ostia. 

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il soggetto della calamita richiama fortemente il sacramento della Prima Comunione, pertanto può essere usata come idea regalo o bomboniera in questa occasione. Suggerita anche ai catechisti come ricordo da lasciare ai ragazzi che hanno accompagnato al loro primo incontro con il Corpo di Cristo.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magnete sagomato "Croce, calice e ostia" - dimensioni 6x4,8 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400034592
Prezzo: € 2.50

Descrizione:

Calamita sagomata in polimero con i simboli della Prima Comunione.
Grazie ad un magnete applicato sul retro è possibile attaccare questa calamita colorata su superfici metalliche. Il magnete, fatto a forma di barra sottile, può essere anche piegato e consentirne l'appoggio su superfici non metalliche, come se fosse un grazioso mini-quadretto.

Sul lato sinistro del magnete si intravede una croce colorata con le intense tonalità della natura: l'azzurro del cielo, il giallo della spiga di grano, il viola del grappolo d'uva. Sul lato opposto spicca un calice, in cui viene intinta un'ostia, che copre parzialmente la croce.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.
Il grappolo d'uva è spesso utilizzato in riferimento all'Eucaristia. Il succo che se ne ottiene con la spremitura è il vino che ogni domenica viene consacrato in sangue di Cristo dal sacerdote, in memoria dell'Ultima Cena di Gesù con i suoi Apostoli.

La simbologia presente sulla calamita la rende una perfetta idea regalo o bomboniera per Prime Comunioni. Consigliata anche ai catechisti che desiderano lasciare un ricordo significativo, ma economicamente poco impegnativo, ai ragazzi che hanno accompagnato nel percorso incontro a Gesù.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Calamita in polimero "Calice, pane e uva" - dimensioni 5x6,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400012293
Prezzo: € 3.30

Descrizione:

Calamita in polimero di forma quadrata, con bordi irregolari e ondulati che le imprimono una sensazione di plasticità e movimento.
Il magnete applicato sul retro della calamita consente di attaccarla sulle superfici metalliche più varie. Piegando la sottile barra magnetica è possibile utilizzare la calamita come un piccolo quadretto da appoggio.

Sulla calamita, in rilievo, è raffigurato in primo piano un calice che, nella parte superiore, sfora il perimetro del magnete, rafforzando l'idea di movimento data dal bordo. Attorno al calice da una parte c'è il pane, dall'altra un grappolo d'uva.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La simbologia presente sulla calamita la rende un'idea regalo o una bomboniera ideale per la Prima Comunione, densa di significato, ma allo stesso tempo economicamente accessibile. Consigliata anche ai catechisti che desiderano lasciare un ricordo ai ragazzi che hanno accompagnato nel cammino di preparazione al sacramento.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mini puzzle "Ultima Cena" di Leonardo da Vinci - 12 pezzi"
Editore: Egim
Autore: Leonardo da Vinci
Pagine:
Ean: 8018859007684
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli, questo mini puzzle riporta l'immagine dell'Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

I 12 pezzi di cartoncino colorato sono racchiusi in una cornice di 9x9 cm. La composizione del puzzle è guidata dall'immagine ripetuta sullo sfondo, che viene riproposta anche sul retro nei toni del grigio.

Il divertente passatempo è pensato per i bambini a partire dai 5 anni e vuole essere uno strumento utile e spensierato per avvicinare i più piccoli al mondo della spiritualità.

L'opera murale dipinta da Leonardo da Vinci tra il 1495 e il 1498 è oggi conservata nell'ex-refettorio rinascimentale del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Nell’immagine Cristo si trova al centro di una tavola lunga e rettangolare e richiama alla mente l'immagine bizantina del Pantocratore, in cui Cristo è ripreso a mezzobusto con indosso una veste blu e un manto rosso – i colori che indicano la doppia natura di Gesù – e le braccia tese in avanti. Ai lati di Cristo gli apostoli sono disposti in modo simmetrico ed equilibrato in quattro gruppi di tre ciascuno. Nella parte alta del dipinto si trovano tre lunette contenenti gli stemmi degli Sforza.
Il Cenacolo rappresentato si concentra non tanto sull’eucarestia – manca infatti il calice sulla tavola – ma sul tradimento da parte di Giuda e si basa sul Vangelo di Giovanni [13,21] – "In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà". Diversamente dalle altre rappresentazioni pittoriche del Cenacolo, Leonardo decise di porre particolare attenzione sull'aspetto emotivo dell'evento, concentrandosi sulla reazione di ciascun apostolo alla notizia dell'imminente tradimento da parte di uno di loro.

Leonardo da Vinci (Anchiano, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un ingegnere, pittore e scienziato italiano.
Seppe incarnare appieno lo spirito dell'epoca in cui visse, il Rinascimento. Si occupò di architettura e scultura, fu disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, musicista, progettista e inventore. È considerato uno dei più grandi geni dell'umanità.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mini puzzle "Ultima cena azzurra" per bambini - 12 pezzi"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859007806
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli, questo mini puzzle riporta l'immagine dell'Eucarestia.

I 12 pezzi di cartoncino colorato sono racchiusi in una cornice di 9x9 cm. La composizione del puzzle è guidata dall'immagine ripetuta sullo sfondo, che viene riproposta anche sul retro nei toni del grigio.

Il divertente passatempo è pensato per i bambini a partire dai 5 anni e vuole essere uno strumento utile e spensierato per avvicinare i più piccoli al mondo della spiritualità.

In questa rappresentazione, Cristo si trova al centro di una tavola lunga e rettangolare e richiama alla mente l’immagine bizantina del Pantocratore, in cui Cristo è ripreso a mezzobusto con indosso una veste blu e un manto rosso – i colori che indicano la doppia natura di Gesù – e le braccia tese in avanti. Ai lati di Cristo due bambini lo abbracciano teneramente, mentre sulla tavola sono presenti il pane ed il vino. Sullo sfondo azzurro ai lati di Cristo sono stilizzate in blu le immagini canoniche della Comunione, la spiga e l'uva.

I tratti stilizzati delle vesti e dei volti, la campitura piena dei colori sgargianti e lo stile fumettistico della stampa rendono questo articolo adatto ai più piccoli, che possono così avvicinarsi al mondo dell'iconografia sacra in modo piacevole e divertente.

L'Eucaristía, o comunione, o santa cena, per gran parte delle Chiese cristiane è il sacramento istituito da Gesù Cristo durante l'Ultima Cena, alla vigilia della sua passione e morte. Il termine deriva dal greco ε?χαριστ?ω (eucharistô, 'ringrazio, rendo grazie').
Il Nuovo Testamento narra l'istituzione dell'eucaristia in quattro passi: Matteo 26,26-28; Marco 14,22-24; Luca 22,19-20; 1Corinzi 11,23-25.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

Ideale come regalo per la Comunione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mini puzzle "IHS" per bambini - 12 pezzi"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859007820
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli, questo mini puzzle riporta l'immagine simbolica della Comunione.

I 12 pezzi di cartoncino colorato sono racchiusi in una cornice di 9x9 cm. La composizione del puzzle è guidata dall'immagine ripetuta sullo sfondo, che viene riproposta anche sul retro nei toni del grigio.

Il divertente passatempo è pensato per i bambini a partire dai 5 anni e vuole essere uno strumento utile e spensierato per avvicinare i più piccoli al mondo della spiritualità.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

I tratti stilizzati, la campitura piena dei colori sgargianti e lo stile fumettistico della stampa rendono questo articolo adatto ai più piccoli, che possono così avvicinarsi al mondo dell'iconografia sacra in modo piacevole e divertente.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.

Ideale come regalo per la Comunione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera comunione bambino/bambina: croce in legno con scatola in italiano - 3,5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052297694
Prezzo: € 5.12

Descrizione:

Bomboniera prima comunione.

Croce in legno mdf raffigurante i simboli della Prima Comunione con cartoncino che ricorda questo sacramento.

Verrà consegnata in una scatolina di plastica rigida con coperchio trasparente e fornita con cordoncino marrone.

 

 

 

 

 

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona con cornice azzurra "Ultima Cena" stile bizantino - dimensioni 10x14 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859042951
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Piccolo e grazioso quadretto rettangolare raffigurante l'Ultima Cena.
Un pratico gancetto in metallo brunito è presente sul retro dell'icona, utile per l'affissione a parete. Una doppia cornicetta laminata argentea racchiude l'immagine. Un fregio curvilineo argenteo su sfondo azzurro ceruleo si dispiega lungo il perimetro, racchiuso dai due bordi laminati.

Ultima Cena è il nome con il quale nella religione cristiana si indica solitamente la cena di Gesù con gli apostoli durante la Pasqua ebraica, precedente la sua morte. Si tenne nel luogo detto Cenacolo.

La raffigurazione del Cenacolo così come è stata trasmessa dalla tradizione iconografica bizantina vuole Cristo seduto ad una tavola imbandita e circondato dagli apostoli.
Gesù, dopo aver istituito il grande comandamento dell'amore, annuncia l’imminente tradimento che lo porterà sulla croce e celebra per l'ultima volta la Pasqua secondo le prescrizioni ebraiche. Spezzando il pane e bevendo il vino istituisce il sacramento dell'Eucaristia.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona ovale laccata oro "Ultima Cena" - lunghezza 21,5 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859045198
Prezzo: € 16.50

Descrizione:

Bellissimo quadretto ovale in legno laccato oro con la rappresentazione dell'Ultima Cena.
Sul retro liscio è presente un gancetto dorato utile per l'affissione a parete. Una bordatura in lamina argentea circonda la stampa ed è composta da un fregio curvilineo accompagnato da un decoro floreale modulare.

Ultima Cena è il nome con il quale nella religione cristiana si indica solitamente la cena di Gesù con gli apostoli durante la Pasqua ebraica, precedente la sua morte. Si tenne nel luogo detto Cenacolo.

La raffigurazione del Cenacolo così come è stata trasmessa dalla tradizione iconografica bizantina vuole Cristo seduto ad una tavola imbandita e circondato dagli apostoli.
Gesù, dopo aver istituito il grande comandamento dell'amore, annuncia l’imminente tradimento che lo porterà sulla croce e celebra per l'ultima volta la Pasqua secondo le prescrizioni ebraiche. Spezzando il pane e bevendo il vino istituisce il sacramento dell'Eucaristia.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona con cornice azzurra "Ultima Cena" - dimensioni 10x14 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859039647
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Piccolo e grazioso quadretto rettangolare raffigurante l'Ultima Cena.
Un pratico gancetto in metallo brunito è presente sul retro dell'icona, utile per l'affissione a parete. Una doppia cornicetta laminata argentea racchiude l'immagine. Un fregio curvilineo argenteo su sfondo azzurro ceruleo si dispiega lungo il perimetro, racchiuso dai due bordi laminati.

Ultima Cena è il nome con il quale nella religione cristiana si indica solitamente la cena di Gesù con gli apostoli durante la Pasqua ebraica, precedente la sua morte. Si tenne nel luogo detto Cenacolo.

La raffigurazione del Cenacolo così come è stata trasmessa dalla tradizione iconografica bizantina vuole Cristo seduto ad una tavola imbandita e circondato dagli apostoli.
Gesù, dopo aver istituito il grande comandamento dell'amore, annuncia l’imminente tradimento che lo porterà sulla croce e celebra per l'ultima volta la Pasqua secondo le prescrizioni ebraiche. Spezzando il pane e bevendo il vino istituisce il sacramento dell'Eucaristia.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bomboniera comunione bambino/bambina: croce in resina - 8,5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052337024
Prezzo: € 2.42

Descrizione:

Croce realizzata in resina bianca con dettagli colorati.

Adatta come bomboniera per la prima comunione sia di un bambino che di una bambina e verrà fornita con cordino per poter essere appesa o legata ad un sacchettino portaconfetti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto a forma di pergamena con piedino da appoggio "Preghiera Semplice" (10 x 7)"
Editore: Egim
Autore: San Francesco d'Assisi
Pagine:
Ean: 2483599010519
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Quadretto in legno con piedino da appoggio a forma di pergamena con la preghiera "Padre Nostro".

"Signore fà di me uno strumento della tua pace.
Dove c'è odio, io porti amore.
Dove c'è discordia, io porti l'unione.
Dove c'è errore, io porti la verità.
Dove c'è dubbio, io porti la fede.
Dove c'è disperazione, io porti la speranza.
O Divino Maestro,
che io non cerchi tanto di essere consolato,
quanto di consolare.
Di essere compreso, quanto di comprendere.
Di essere amato, quanto di amare.
Infatti: donando si riceve.
Dimenticandosi si trova comprensione.
Perdonando si è perdonati.
Morendo si risuscita alla vera vita."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tunica color avorio con cappuccio per Prima Comunione - lunghezza 135 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480559001129
Prezzo: € 62.10

Descrizione:

Tunica in poliestere avorio, interamente prodotta in Italia, da indossare il giorno della Prima Comunione. Si contraddistingue per una linea semplice ed essenziale, che non distoglie l'attenzione da quella che è la vera importanza di questo giorno, ossia la celebrazione del sacramento.
Il rigore della forma è stemperato dalla presenza del cappuccio, che la arricchiesce rispetto alle tuniche dal taglio più essenziale.

La misura della tunica NON corrisponde all'altezza del bambino/ragazzo, bensì alla lunghezza dalle spalle alle caviglie.

È consigliabile abbinare alla tunica un cingolo ed una croce in legno da collo, accessori non compresi nel prodotto, ma che possono essere acquistati a parte.

IMMERSI NEL PADRE, NEL FIGLIO, NELLO SPIRITO SANTO (papa Benedetto XVI)

La Prima Comunione è il momento in cui un fanciullo, o un adulto, si avvicina per la prima volta al sacramento dell'Eucaristia, è il primo incontro personale di un individuo con Gesù, la prima volta in cui riceve il corpo e il sangue di Cristo.

Non esiste una regola che stabilisca il giusto abbigliamento da indossare il giorno della celebrazione. È consigliabile un abito semplice e adeguato, solitamente rappresentato da una semplice tunica bianca, simbolo di purezza e semplicità, che ricorda la veste bianca del Battesimo, sacramento che sancisce l'entrata nella comunità cristiana e la rinascita alla vita nuova in Cristo.
La tunica può essere stretta in vita da un cingolo, un cordiglio che va utilizzato come una cintura, ed "impreziosita" da una semplice croce da indossare sopra. Preferibili quelle in legno, molto lineari, con laccio bianco.
Per le bambine è possibile indossare anche una coroncina floreale bianca.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pergamena grande "Prima Comunione e Cresima" (n.10 pezzi) - dimensioni 24x18 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400296815
Prezzo: € 8.50

Descrizione:

Realizzato in carta pergamena, il cartoncino della "Eucarestia e Confermazione" è un piacevole ricordo dei sacramenti appena ricevuti.
La stampa propone le immagini dei simboli dell'eucarestia - il pane e il calice - accompagnati da quelli della Cresima - la colomba, la Sacra Scrittura e i Sette doni dello Spirito Santo.
Lo stile della stampa è moderno, le pennellate tendono a sfumare il colore e a rendere empatiche le immagini, i tratti bordati d'oro hanno un aspetto abbozzatto: il tutto contribuisce a rendere la rappresentazione più viva ed armonica.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

La colomba è l'iconografia principale con cui viene rappresentato lo Spirito Santo.
L'utilizzo di questo simbolo per rappresentare lo Spirito Santo, consentito dal concilio di Nicea del 325, dipende forse dall'interpretazione letterale del Vangelo riguardante il battesimo di Cristo. Marco (1,9-11) parla dello Spirito Santo che scende su Cristo «come colomba», il testo di Luca (3,22) riferisce che lo Spirito Santo «discese sopra di lui in forma corporale come una colomba». L'iconografia classica la vuole rappresentata mentre scende dal cielo e di colore bianco, simbolo di purezza.

I doni dello Spirito Santo sono sette - Sapienza, Intelletto, Consiglio, Fortezza, Scienza, Pietà, Timor di Dio.

I doni sono elencati nel Libro del profeta Isaia al capitolo 11. Nell’originale ebraico i doni erano sei - mancava la pietà - introdotta poi con la versione greca.

È possibile personalizzare il cartoncino con il nome del bambino/a che ha ricevuto i sacramenti, il nome della chiesa e quello del parroco di riferimento.
Bella l'idea di regalare il cartoncino ai ragazzi arrotolato come un diploma e fermato con un fiocco, ma anche consegnarlo in una busta dona solennità al momento.

 

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.

NB. L'articolo è in vendita in un pacchetto da 10 pezzi



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ciondolo in acciaio inox con simbolo "ICHTHYS""
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400296693
Prezzo: € 3.05

Descrizione:

Elegante e sobrio ciondolo in acciaio inox rappresentante il simbolo del cristogramma ICHTHYS.
Il ciondolo è munito di un pratico laccio nero regolabile, così da poterlo indossare.
Il ciondolo ha dimensioni 1,5x2 cm ed è munito di occhiello in cui far passare il laccio.

Isous Christos, Theou Yios, Str ovvero Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore

La parola ΙΧΘΥΣ, ichthýs («pesce») è un acronimo usato dai primi cristiani per indicare Gesù Cristo. Per questo motivo il simbolo del pesce era molto comune nelle catacombe di Roma.
Il simbolo viene oggi spesso stilizzato con due archi che si intersecano tra loro, con un prolungamento di questi oltre oltre il punto di intersezione sul lato destro, in modo tale da ricordare la forma di un pesce.

Il ciondolo è confezionato assieme ad un cartoncino pieghevole che, sul retro, spiega il significato del simbolo cristiano.

L'articolo è spendibile come bomboniera o idea regalo per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce moderna in resina ad effetto pietra "Prima Comunione" - altezza 9,5 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400206470
Prezzo: € 2.89

Descrizione:

Bellissima crocetta in resina ad effetto pietra con stilizzati a rilievo i simboli della Prima Comunione - il calice, l'ostia e la scritta IHS.
La croce ha una forma asimmetrica e dinamica, il perimetro è a tratti tondeggiante e l'aspetto del tutto naturale.
La croce è da appoggio.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Zaino con coulisse "Dieci comandamenti" - sfondo blu"
Editore: LibreriadelSanto.it
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599010700
Prezzo: € 8.90

Descrizione:

Zainetto in nylon con laccio nero e apertura a coulisse.
Sportiva, giovanile, capiente e versatile, questa sacca è una nuova idea per aiutare i ragazzi ad imparare, memorizzare ed interiorizzare il decalogo in modo simpatico e divertente.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Croce intagliata in polimero con simboli "Prima Comunione" - altezza 14 cm"
Editore: Fars
Autore:
Pagine:
Ean: 8058400299762
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Simpatica croce asimmetrica di piccole dimensioni a finitura lucida con intagliati i simboli della Prima Comunione sulla superficie.
Un pratico gancetto in metallo si trova sul retro della croce, utile per l'affissione a parete.
Sullo sfondo multicolor risalta il calice bianco e oro, assieme all'ostia, alla scritta IHS, al pane e l'uva e alle spighe, ovvero i simboli canonici dell'Eucaristia.

Il calice è il vaso sacro utilizzato dal sacerdote per la consacrazione del vino durante la messa, gesto simile a quello compiuto da Gesù nell'ultima cena. Il calice, quindi, contiene simbolicamente il sangue di Cristo, per mezzo del quale tutta l'umanità è stata redenta.
Viene utilizzato, spesso stilizzato, per simboleggiare la Prima Comunione, in quanto durante questo sacramento i bambini sperimentano per la prima volta il momento più importante della liturgia cristiana.

IHS è un nomen sacrum che fin dal Medioevo ha un uso amplissimo nell'arte figurativa della Chiesa cattolica come Cristogramma.
La sigla IHS si configura come una trascrizione latina delle prime tre lettere che in greco compongono il nome di Gesù - Yesous (ΙΗΣΟΥΣ). Il fatto che la lettera eta assomigliasse ad una H ha dato avvio all'errata interpretazione che portò poi San Bernardino a vedere nelle tre lettere l'acronimo di Jesus Hominum Salvator.
La sigla, nella forma latina, compare per la prima volta nel III secolo fra le abbreviazioni utilizzate nei manoscritti greci del Nuovo Testamento, abbreviazioni chiamate oggi Nomina sacra. Oggi compare sempre associata alla croce e a raggi di luce. Molto spesso è rappresentata nelle ostie sacre o attribuita alle specie eucaristiche.

L'ostia rappresenta lo stesso Gesù Cristo presente come corpo in quello che esteriormente mantiene le caratteristiche del pane. Questo miracolo è chiamato transustanziazione, cioè cambiamento del pane "oltre la sostanza". È uno dei simboli per eccellenza della Prima Comunione, quando per la prima volta si riceve l'Eucaristia, sacramento istituito dallo stesso Gesù durante l'Ultima Cena con i dodici apostoli.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

La spiga di grano è uno dei simboli più utilizzati per la comunione. Come il pane e l'ostia, rappresenta il Corpo di Cristo che si è offerto in sacrificio per noi e che ci nutre di vita vera.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.

Articolo ideato, studiato e prodotto esclusivamente in Italia da un'azienda leader a livello mondiale nella produzione, realizzazione e commercializzazione di articoli religiosi da oltre 40 anni, che si distingue per la cura nei dettagli e la qualità dei materiali e delle lavorazioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona arrotondata in legno con simboli "Prima Comunione" - dimensioni 11x8 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480521007784
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Piccola e graziosa icona dal perimetro arrotondato rappresentante i simboli della Prima Comunione - il pane e l'uva e i pesci.

Il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento.
Gesù, quando parla all’uomo, usa immagini che possono essere facilmente comprese. Definisce quindi se stesso come il pane della vita, chi mangia di questo pane non avrà fame, mai! (Gv.6). Gesù è il vero pane. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Il verbo si fa carne e viene ad abitare in mezzo a noi. (Gv 6,41-51)
Il pane, al quale non si può non aggiungere il vino, ha una valenza simbolica. Pane e uva rappresentano la natura (sono i frutti della terra) e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo dal suo nascere al suo morire, durante tutta la sua vita. Pane e vino rimandano alla convivialità e alla comunione che si stabilisce attorno alla tavola ma anche alla nostra condizione corporale: il corpo sente e patisce fame e sete, il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte.
Il cibo eucaristico, significato da questi simboli della vita, il pane e il vino, anticipa e prefigura la vita eterna e la comunione senza più ombre con Dio nel regno dei Cieli. Dunque l’Eucarestia assume anche l’intera vita dell’uomo attraverso i simboli del pane e del vino.
Il pane e l'uva  ricordano l'Ultima Cena, che ogni domenica la comunità cristiana rivive nell'Eucaristia: il sacerdote, tramite la consacrazione, trasforma l'ostia/pane ed il vino/uva nel corpo e nel sangue di Cristo (transustanziazione).
Sono simboli forti e significativi, che riassumono in pochi tratti il più profondo significato della Comunione.

Il pesce è uno dei primi simboli del cristianesimo. Le iniziali greche della parola pesce, se scritte in maiuscolo formano un acronimo che sta per "Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore". Per questo motivo, quando dichiararsi cristiano era pericoloso a causa delle persecuzioni, si usava contrassegnare i luoghi di ritrovo e le catacombe cristiane con il simbolo del pesce.
Secondo una storia antica, quando un cristiano incontrava uno sconosciuto, il Cristiano tracciava un arco per terra e se lo straniero completava il disegno con un arco opposto a formare un pesce stilizzato, si identificava anche lui come Cristiano.

Il pesce torna più volte anche nei Vangeli, dove Gesù chiama i suoi discepoli "pescatori di uomini". Senza dubbio, però, il riferimento più conosciuto è quello del miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, l'unico miracolo, Resurrezione a parte, raccontato da tutti e quattro gli evangelisti, seppur con qualche differenza, fatto che ne denota l'importanza.

L'articolo è spendibile come idea regalo o bomboniera per la Prima Comunione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU