Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Varie - Icone Sacre



Titolo: "Quadretto arcato Sant'Antonio da Padova con sfondo blu"
Editore: PDSOU
Autore:
Pagine:
Ean: 2483500002992
Prezzo: € 7.20

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavoletta sagomata San Giovanni XXIII"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 2483599009773
Prezzo: € 1.65

Descrizione:

Tavoletta sagomata a forma di pergamena da appendere in legno sintetico.
 Su un sereno sfondo azzurro, San Giovanni XXIII, il Papa buono, il cui capo è circondato da una candida aureola bianca, ci manda la sua benedizione,



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Discepoli di Emmaus" - dimensioni 43x27 cm"
Editore: LibreriadelSanto.it
Autore:
Pagine:
Ean: 2483200000465
Prezzo: € 279.00

Descrizione:

Icona Greca-Bizantina della scena pasquale dei discepoli di Emmaus realizzata su legno invecchiato, scolpito in bassoriòievo e dipinta a mano con colori autentici e tradizionali.

La risurrezione di Gesù è l'evento centrale della narrazione dei Vangeli e degli altri testi del Nuovo Testamento: secondo questi testi, il terzo giorno dalla sua morte in croce Gesù risorse lasciando il sepolcro vuoto e apparendo inizialmente ad alcune donne e quindi anche ad altri apostoli e discepoli. Per il Cristianesimo l'evento è il principio e fondamento della fede, ricordato annualmente nella Pasqua e settimanalmente nella domenica.
Il tema iconografico della Resurrezione è quanto mai vasto e complesso, ma emerge chiaramente, sia nell’arte orientale che in quella occidentale, come gli artisti cristiani, appartenenti a varie epoche e a diverse tendenze artistiche, abbiano sempre voluto rappresentare la straordinaria novità raccontata dai Vangeli e tradurre l’annuncio di gioia e speranza dell’angelo adoperando simboli, immagini, segni e colori pieni di significati.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona moderna "Angelo e cavalluccio" con dedica - dimensioni 15x12 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480519009240
Prezzo: € 26.50

Descrizione:

Simpatica idea regalo per i più piccoli e non solo.
Questo quadretto realizzato in legno traforato raffigura un angelo dai tratti femminili accompagnato dalla dedica

Ti sosterrò sempre nelle tue scelte e ti porterò consiglio, restandoti accanto per raggiungere ogni traguardo.

I boccoli biondi, lo sguardo dolce degli occhi e la postura di braccia e gambe trasmettono tenerezza.
Un piccolo giocattolo a forma di cavallo rende l'immagine giocosa.
L'abito blu dell'angelo presenta delle stelle traforate, a richiamare le piccole ali a farfalla.

L'angelo custode è una figura ricorrente a partire dall’Antico Testamento in cui funge da protettore del popolo, e quindi di ciascun essere umano. Secondo i testi sacri, l’angelo è un intermediario tra l’uomo e Dio, un messaggero divino che deve distinguersi sia dalla Trinità sia dall’uomo, motivo per cui la sua entità eterea viene ben rappresentata dalle ali.

Nel calendario liturgico cattolico l’angelo custode si festeggia il 2 ottobre.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona con cornice azzurra "Cristo orante" - 14 x 10 cm"
Editore: Egim
Autore:
Pagine:
Ean: 8018859041398
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Piccolo e grazioso quadretto rettangolare raffigurante Cristo orante.

Un pratico gancetto in metallo brunito è presente sul retro dell'icona, utile per l'affissione a parete.

Una doppia cornicetta laminata argentea racchiude l'immagine. Un fregio curvilineo argenteo su sfondo azzurro ceruleo si dispiega lungo il perimetro, racchiuso dai due bordi laminati.

La stampa propone l'immagine canonica di Cristo adulto, con barba folta e capelli lunghi sciolti. La classica veste bianca, impreziosita da delle bordature dorate, copre il corpo di Gesù, che poggia il mento sulle mani giunte in preghiera. Lo sguardo assorto sotto le palpebre chiuse, il capo leggermente chino e le dita intrecciate trasmettono il fervore di Gesù nel momento della preghiera. L'uso particolarmente empatico della luce dona un'aura contemplativa all'icona.

Articolo ideato e prodotto in Italia da un’azienda milanese leader nella realizzazione di articoli religiosi dal 1914, rinomata a livello mondiale per la qualità dei materiali e la cura nei dettagli e nella lavorazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Maria Odigitria dal manto viola" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430052
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Icona raffigurante l'immagine di Maria, «colei che mostra la via». Si tratta di una tipologia classica delle icone mariane, il cui particolare consiste nella posizione della mano sinistra che indica il Cristo, unica Via dell'uomo per tornare al Padre.


Nella rappresentazione in cui Maria indossa il manto viola, il riferimento è alla porpora viola con cui era rivestito l'interno dell'Arca dell'Alleanza.
Maria è la nuova Arca.

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

 

La Madonna Odigìtria è colei che conduce, che mostra la direzione, che guida. E' nota anche come Vergine Theotókos. E' un tipo di iconografia cristiana diffusa in particolare nell'arte bizantina e russa del periodo medioevale. L'iconografia è costituita dalla Madonna con in braccio il Bambino Gesù, seduto in atto benedicente, che tiene in mano una pergamena arrotolata e che la Vergine indica con la mano destra.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Madonna dolce amore dal manto rosso" - dimensioni 28x21 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430458
Prezzo: € 77.40

Descrizione:La Vergine del «dolce amore» è una delle rappresentazioni mariane più classiche, particolare per la posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino.

La tunica verde richiama la terra e la natura umana di Maria, mentre il manto rosso ne sottolinea la sua partecipazione alla Redenzione operata da Cristo.
I fregi dorati sul manto simboleggiano sia la sua regalità sia le grazie particolari di cui Maria è stata fatta oggetto. Sulla fronte e sulle spalle (ne è visibile solo una sulla spalla sinistra) tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Lo sguardo della Vergine non è rivolto al Bambino, ma a colui che guarda l'icona per introdurlo all'incontro con il Cristo, portatore della buona novella (il rotolo della Parola).

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Madonna del dolce amore dal manto rosso" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430090
Prezzo: € 49.00

Descrizione:La Vergine del «dolce amore» è una delle rappresentazioni mariane più classiche, particolare per la posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino.

La tunica verde richiama la terra e la natura umana di Maria, mentre il manto rosso ne sottolinea la sua partecipazione alla Redenzione operata da Cristo.
I fregi dorati sul manto simboleggiano sia la sua regalità sia le grazie particolari di cui Maria è stata fatta oggetto. Sulla fronte e sulle spalle (ne è visibile solo una sulla spalla sinistra) tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Lo sguardo della Vergine non è rivolto al Bambino, ma a colui che guarda l'icona per introdurlo all'incontro con il Cristo, portatore della buona novella (il rotolo della Parola).

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Discepoli di Emmaus"- dimensioni 21x16 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430243
Prezzo: € 59.40

Descrizione:

Icona greca dei Discelpoli di Emmaus, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

La frazione del pane a Emmaus è il momento culminante del riconoscimento di Gesù da parte dei due Discepoli. Lo sguardo stupito dei due discepoli è lo stesso del Cristo che, nell'atteggiamento supremo dello spezzare il pane, guarda direttamente negli occhi chi osserva l'icona.

Il drappo rosso sullo sfondo ci dice che la scena in primo piano si svolge in una casa. Sulla tavola, oltre al pane, alcuni particolari: il pesce, che nella successione delle lettere della parola greca contiene le iniziali delle parole Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore; la brocca del vino, che allude all'ultima cena e al Sangue di cristo versato per noi; la carota, che insieme alla cipolla richiama il cammino nel deserto o la Pasqua ebraica in molte rappresentazioni dell'Ultima Cena.

Ultima Cena è il nome con il quale nella religione cristiana si indica solitamente la cena di Gesù con gli apostoli durante la Pasqua ebraica, precedente la sua morte. Si tenne nel luogo detto Cenacolo.

La raffigurazione del Cenacolo così come è stata trasmessa dalla tradizione iconografica bizantina vuole Cristo seduto ad una tavola imbandita e circondato dagli apostoli.
Gesù, dopo aver istituito il grande comandamento dell'amore, annuncia l’imminente tradimento che lo porterà sulla croce e celebra per l'ultima volta la Pasqua secondo le prescrizioni ebraiche. Spezzando il pane e bevendo il vino istituisce il sacramento dell'Eucaristia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Trinità di Rublev" - dimensioni 28x21 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430489
Prezzo: € 90.50

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

La raffigurazione ripropone fedelmente l'icona di Andrej Rublëv, realizzata in un periodo non meglio definito tra il 1411 e il 1430.
L'opera - definita "icona delle icone" - ad oggi è conservata nella Galleria statale di Tret'jakov, a Mosca.
Fu dipinta nel monastero Andronikov in memoria di san Sergio di Radonez, che la considerava simbolo di pace e concordia.
È un capolavoro di bellezza ineguagliabile, ricco di simboli e rimandi teologici, uno su tutti quello della Trinità, concetto che le correnti eretiche in voga fino al 1600 non riconoscevano come dogma. Rublev riprende l'episodio biblico dell'ospitalità di Abramo, in cui la Trinità gli fa visita e gli promette una discendenza [Genesi 18,1-3]. Per questo motivo la Chiesa orientale chiama questa icona "philoxenia", ovvero "ospitalità". Diverse sono le attribuzioni ai soggetti raffigurati, ma lo scopo dell’icona è di rappresentare l’unità spirituale della triade, che si tratti di tre angeli o di Dio Padre, di Gesù e dello Spirito Santo.
Nonostante l’uso della prospettiva, lo spazio risulta poco profondo e quasi bidimensionale, inoltre i protagonisti risultano tutti della stessa grandezza e sono disposti a formare un cerchio. I loro volti sono giovanili e non presentano i tratti somatici tipici dell'uno o dell'altro sesso: in Dio, Uno e Trino, maschio e femmina sono tutt'uno.
Sullo sfondo sono raffigurate la tenda di Abramo, la quercia presso Mamre e la montagna. L'armonia e la comunione d'intenti è visibile anche nella somiglianza di atteggiamento e modo di vestire dei tre protagonisti.
Il piatto di vitello offerto da Abramo al centro del tavolo rappresenta il banchetto eucaristico: il vassoio-calice indica il sacrificio di Cristo.
Il bastone del pellegrino in mano ai personaggi simboleggia la missione salvifica di Dio per mezzo di Cristo e dello Spirito Santo nei confronti dell'umanità. L'espressione triste e mesta di Cristo indica la consapevolezza del proprio sacrificio Importante l’uso dei colori, ben equilibrati fra loro: il rosa-oro ricorda il manto imperiale, l’oro rappresenta la luce divina, il rosso il sacrificio di Cristo, il verde la vita creata da attribuirsi allo Spirito Santo e il blu la trascendenza, l’eternità  e la verità divine.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona stampata in legno "Cristo Pantocratore" - dimensioni 14x10 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480527000086
Prezzo: € 8.70

Descrizione:

Icona stampata in legno con Cristo pantocratore.

Il termine Pantocràtore significa dominare con forza, avere in pugno. E' una raffigurazione di Gesù tipica dell'arte bizantina e più in generale paleocristiana e medievale, soprattutto presente nei mosaici e affreschi absidali. Egli è ritratto in atteggiamento maestoso e severo, seduto su un trono, nell'atto di benedire con le tre dita della mano destra, secondo l'uso poi rimasto nella chiesa ortodossa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno "Sacra Famiglia" - dimensioni 19x13 cm"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480527000093
Prezzo: € 27.60

Descrizione:

Icona della santa Famiglia di Nazareth in legno e policroma.

La famiglia di Nazareth rappresenta un soggetto iconografico semplice e complesso al tempo stesso, in cui i tre protagonisti principali sono raffigurati in pose canoniche, a prototipo della famiglia ideale. Maria è una donna giovane e premurosa, Giuseppe è vicino alla Vergine e sorveglia con fare protettivo Gesù Bambino.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Gesù Cristo datore di vita" - dimensioni 17x14 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551432070
Prezzo: € 32.40

Descrizione:

Icona greca di Gesù datore di vita, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

Il Cristo viene presentato come Parola (il Libro) incarnata che dà al mondo la vita e con la mano benedicente. Nell'aureola crociata il nome di Dio (Colui che è) rivela l'essenza di Gesù Cristo. Nelle vesti il rosso della tunica simboleggia il sangue versato, la vita donata, mentre l'azzurro del manto riporta al colore del cielo e quindi alla realtà di Dio. La stola dorata, poggiata sulla spalla destra, testimonia la regalità di Cristo. Gli angeli, in alto, adorano il grande mistero.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno "Madonna dolce amore dal manto nero e sfondo rosso" - dimensioni 21x16 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430182
Prezzo: € 49.00

Descrizione:La Vergine del «dolce amore» è una delle rappresentazioni mariane più classiche, particolare per la posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino.

Caratterizza questa rappresentazione la posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino. La tunica nera indossata da Maria simboleggia il dolore, quasi oscuro presagio della sorte del piccolo Bambino, il Cristo morto e risorto per noi. I fregi dorati sul manto rappresentano la grazia e la regalità della Vergine, mentre le stelle impresse sul suo capo e sulla spalla sinistra simboleggiano la sua verginità. Lo sguardo della Vergine non è rivolto al Bambino, ma all'osservatore, per introdurlo all'incontro con Cristo.

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dellAccademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Madonna con Gesù Bambino Maestro" - dimensioni 30x23 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430335
Prezzo: € 77.40

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). 

In questa icona la tunica rossa della Madonna simboleggia l'amore e la partecipazione della Vergine alla Redenzione operata da Cristo. Sulla fronte e sulle spalle tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Il Bambino veste una tunica azzurra, simbolo della sua natura divina, e nella mano sinistra reca il rotolo della Parola che non ha bisogno di essere dispiegato, perché annunciata dalla sua stessa Persona. Lo sguardo della Vergine è diretto all'osservatore, che col gesto della mano destra sembra essere invitato all'incontro con Cristo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Maria Odigitria dal manto rosso" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430076
Prezzo: € 49.00

Descrizione:Icona raffigurante l'immagine di Maria, «colei che mostra la via». Si tratta di una tipologia classica delle icone mariane, il cui particolare consiste nella posizione della mano sinistra che indica il Cristo, unica Via dell'uomo per tornare al Padre.

La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. Loro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco rosso, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il color rosso del manto è tradizionalmente simbolo di divinità. Sotto il manto, si intravede la tunica verde, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sullicona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).

Copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Trinità di Rublev" - dimensioni 30x23 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430373
Prezzo: € 90.50

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

La raffigurazione ripropone fedelmente l'icona di Andrej Rublëv, realizzata in un periodo non meglio definito tra il 1411 e il 1430.
L'opera - definita "icona delle icone" - ad oggi è conservata nella Galleria statale di Tret'jakov, a Mosca.
Fu dipinta nel monastero Andronikov in memoria di san Sergio di Radonez, che la considerava simbolo di pace e concordia.
È un capolavoro di bellezza ineguagliabile, ricco di simboli e rimandi teologici, uno su tutti quello della Trinità, concetto che le correnti eretiche in voga fino al 1600 non riconoscevano come dogma. Rublev riprende l'episodio biblico dell'ospitalità di Abramo, in cui la Trinità gli fa visita e gli promette una discendenza [Genesi 18,1-3]. Per questo motivo la Chiesa orientale chiama questa icona "philoxenia", ovvero "ospitalità". Diverse sono le attribuzioni ai soggetti raffigurati, ma lo scopo dell’icona è di rappresentare l’unità spirituale della triade, che si tratti di tre angeli o di Dio Padre, di Gesù e dello Spirito Santo.
Nonostante l’uso della prospettiva, lo spazio risulta poco profondo e quasi bidimensionale, inoltre i protagonisti risultano tutti della stessa grandezza e sono disposti a formare un cerchio. I loro volti sono giovanili e non presentano i tratti somatici tipici dell'uno o dell'altro sesso: in Dio, Uno e Trino, maschio e femmina sono tutt'uno.
Sullo sfondo sono raffigurate la tenda di Abramo, la quercia presso Mamre e la montagna. L'armonia e la comunione d'intenti è visibile anche nella somiglianza di atteggiamento e modo di vestire dei tre protagonisti.
Il piatto di vitello offerto da Abramo al centro del tavolo rappresenta il banchetto eucaristico: il vassoio-calice indica il sacrificio di Cristo.
Il bastone del pellegrino in mano ai personaggi simboleggia la missione salvifica di Dio per mezzo di Cristo e dello Spirito Santo nei confronti dell'umanità. L'espressione triste e mesta di Cristo indica la consapevolezza del proprio sacrificio Importante l’uso dei colori, ben equilibrati fra loro: il rosa-oro ricorda il manto imperiale, l’oro rappresenta la luce divina, il rosso il sacrificio di Cristo, il verde la vita creata da attribuirsi allo Spirito Santo e il blu la trascendenza, l’eternità  e la verità divine.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Trinità di Rublev" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430120
Prezzo: € 60.00

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

La raffigurazione ripropone fedelmente l'icona di Andrej Rublëv, realizzata in un periodo non meglio definito tra il 1411 e il 1430.
L'opera - definita "icona delle icone" - ad oggi è conservata nella Galleria statale di Tret'jakov, a Mosca.
Fu dipinta nel monastero Andronikov in memoria di san Sergio di Radonez, che la considerava simbolo di pace e concordia.
È un capolavoro di bellezza ineguagliabile, ricco di simboli e rimandi teologici, uno su tutti quello della Trinità, concetto che le correnti eretiche in voga fino al 1600 non riconoscevano come dogma. Rublev riprende l'episodio biblico dell'ospitalità di Abramo, in cui la Trinità gli fa visita e gli promette una discendenza [Genesi 18,1-3]. Per questo motivo la Chiesa orientale chiama questa icona "philoxenia", ovvero "ospitalità". Diverse sono le attribuzioni ai soggetti raffigurati, ma lo scopo dell’icona è di rappresentare l’unità spirituale della triade, che si tratti di tre angeli o di Dio Padre, di Gesù e dello Spirito Santo.
Nonostante l’uso della prospettiva, lo spazio risulta poco profondo e quasi bidimensionale, inoltre i protagonisti risultano tutti della stessa grandezza e sono disposti a formare un cerchio. I loro volti sono giovanili e non presentano i tratti somatici tipici dell'uno o dell'altro sesso: in Dio, Uno e Trino, maschio e femmina sono tutt'uno.
Sullo sfondo sono raffigurate la tenda di Abramo, la quercia presso Mamre e la montagna. L'armonia e la comunione d'intenti è visibile anche nella somiglianza di atteggiamento e modo di vestire dei tre protagonisti.
Il piatto di vitello offerto da Abramo al centro del tavolo rappresenta il banchetto eucaristico: il vassoio-calice indica il sacrificio di Cristo.
Il bastone del pellegrino in mano ai personaggi simboleggia la missione salvifica di Dio per mezzo di Cristo e dello Spirito Santo nei confronti dell'umanità. L'espressione triste e mesta di Cristo indica la consapevolezza del proprio sacrificio Importante l’uso dei colori, ben equilibrati fra loro: il rosa-oro ricorda il manto imperiale, l’oro rappresenta la luce divina, il rosso il sacrificio di Cristo, il verde la vita creata da attribuirsi allo Spirito Santo e il blu la trascendenza, l’eternità  e la verità divine.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Maria Odigitria dal manto nero" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430069
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Quest'icona raffigura la Madonna Odigitria (dal greco antico, "colei che istruisce, che mostra la direzione"). 


Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato. 

La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. L'oro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco nero, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il nero del manto può fare riferimento al sentimento del dolore, quasi oscuro presagio della sorte del piccolo Bambino, il Cristo morto e risorto per noi. Sotto il manto, si intravede la tunica blu, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sul'icona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).

 

La Madonna Odigìtria è colei che conduce, che mostra la direzione, che guida. E' nota anche come Vergine Theotókos. E' un tipo di iconografia cristiana diffusa in particolare nell'arte bizantina e russa del periodo medioevale. L'iconografia è costituita dalla Madonna con in braccio il Bambino Gesù, seduto in atto benedicente, che tiene in mano una pergamena arrotolata e che la Vergine indica con la mano destra.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno e foglia oro "Cristo del Sinai" - dimensioni 23x18 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8052400818015
Prezzo: € 46.90

Descrizione:L’icona è conservata nel monastero fortificato del Sinai, costruito intorno all’anno 550 d.C., inizialmente dedicato alla madre di Dio, successivamente a Santa Caterina.

Il Cristo è raffigurato frontalmente, a mezza figura, nella tipologia del Pantocrator (“Colui che tutto regge”); ha lo sguardo rivolto al di là dello spettatore, fissa in modo lontano e atemporale, senza soffermarsi su alcun punto determinato. Veste una tunica di probabile color porpora ad indicare la dignità imperiale. Con la mano destra accenna alla benedizione, con la sinistra sostiene un Vangelo riccamente ornato. Il volto asimmetrico nei particolari degli occhi, delle sopracciglia, dei capelli, del labbro e della barba, palesa figurativamente il dogma delle due nature di Cristo: quella divina e quella umana. L’icona rimane una delle immagini di Cristo più conosciute ed apprezzate.

L'icona, di pregiata fattura, è interamente dipinta a mano.


VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno "Maria Odigitria dal manto nero con sfondo rosso" - dimensioni 21x16 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430151
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Quest'icona raffigura la Madonna Odigitria (dal greco antico, "colei che istruisce, che mostra la direzione"). 


Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato. 

La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. L'oro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco nero, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il nero del manto può fare riferimento al sentimento del dolore, quasi oscuro presagio della sorte del piccolo Bambino, il Cristo morto e risorto per noi. Sotto il manto, si intravede la tunica blu, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sul'icona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Madonna dal manto rosso con Gesù Bambino Maestro" - dimensioni 28x21 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430441
Prezzo: € 77.50

Descrizione:Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). 

In questa icona la tunica rossa della Madonna simboleggia l'amore e la partecipazione della Vergine alla Redenzione operata da Cristo. Sulla fronte e sulle spalle tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Il Bambino veste una tunica azzurra, simbolo della sua natura divina, e nella mano sinistra reca il rotolo della Parola che non ha bisogno di essere dispiegato, perché annunciata dalla sua stessa Persona. Lo sguardo della Vergine è diretto all'osservatore, che col gesto della mano destra sembra essere invitato all'incontro con Cristo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Madonna dal manto rosso con Gesù Bambino Maestro" - dimensioni 21x16 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430175
Prezzo: € 49.00

Descrizione:Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). 

In questa icona la tunica rossa della Madonna simboleggia l'amore e la partecipazione della Vergine alla Redenzione operata da Cristo. Sulla fronte e sulle spalle tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Il Bambino veste una tunica azzurra, simbolo della sua natura divina, e nella mano sinistra reca il rotolo della Parola che non ha bisogno di essere dispiegato, perché annunciata dalla sua stessa Persona. Lo sguardo della Vergine è diretto all'osservatore, che col gesto della mano destra sembra essere invitato all'incontro con Cristo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Crocifissione" - dimensioni 28x21 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430519
Prezzo: € 90.60

Descrizione:

La scena della crocifissione qui rappresentata vede la presenza di Maria con le tre pie donne al lato sinistro del Crocifisso, mentre alla sua destra è ritratto Giovanni, il discepolo amato, con il centurione buono.
Sullo sfondo la città di Gerusalemme.

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).

L'iconografia della Crocifissione appare sin dai primi secoli del cristianesimo. Di solito si tratta di una raffigurazione isolata secondo la formula breve dei Vangeli «lo crocifissero» (Mt 27,35; Mc 12,25; Lc 23,33; Gv 19,18). Dopo il decreto di Costantino, che pose fine alla persecuzione dei cristiani, la diffusione del simbolo della croce iniziò ad espandersi sempre più. La Crocifissione divenne il simbolo per antonomasia della religione cristiana ed occupa tuttora un posto centrale nella produzione dell'arte sacra.

«Cristo patì per voi lasciandovi un esempio, perché ne seguiate le orme. Egli portò i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, perché, non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia; dalle sue piaghe siete stati guariti» (1Pt 2,21-35).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno dipinta a mano "Madonna della carezza" - dimensioni 21x16,5 cm"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551434647
Prezzo: € 54.90

Descrizione:

Questa icona della Madonna della carezza è una rappresentazione mariana tra le più classiche, definita soprattutto dalla posizione della mano del bambino appoggiata sulla guancia della madre.

La tunica della Madonna, di colore verde, indica l'appartenenza di questa alla terra, alla sfera delle cose create. Il manto rosso, invece, simboleggia l'amore e la partecipazione della Vergine alla Redenzione operata da Cristo.
Sulla fronte e sulle spalle tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Il Bambino veste una tunica bianca (colore della trascendenza) e un manto dorato che ne manifesta tutta la regalità. Nella mano sinistra il rotolo della Parola che non ha bisogno di essere dispiegato, perché viene annunciata dalla sua stessa Persona.

A decorare la cornice in legno ci sono dei fiori, dipinti ai quattro angoli.

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU