Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Varie
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Ovale Madonna col bambino (29 x 24)"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8027846134395
Prezzo: € 90.90

Descrizione:

Splendido ovale in resina con la Madonna e il bambino in rilievo. Alcuni particolari dei volti e delle vesti sono dipinti a mano ed il tutto è reso ancora più prezioso dalle aureole e dal bordo del velo e dai particolari delle vesti di Maria e Gesù dipinte d'oro.
Bellissimo quadro che colpisce la vista, è piacevole al tatto, è intenerisce il cuore per la dolcezza dell'immagine.
Corredato di Certificato 100% Made in Italy, che assicura che ogni fase della produzione, dalla progettazione alla lavorazione, sono state interamente realizzate in Italia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Cristo pantocratore" - Stampa serigrafica"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 8034798601820
Prezzo: € 11.50

Descrizione:

Icona in stile bizantino raffigurante il Cristo Pantocratore, tipica raffigurazione dell'arte bizantina e paleocristiana.
Gesù è rappresentato in una posa maestosa e severa, nell'atto di benedire con le tre dita della mano destra, secondo l'uso ortodosso.

L'icona in legno massello è stampata con tecnica serigrafica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona argento Annunciazione cm 15X21 con rifiniture dorate"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052337789
Prezzo: € 69.54

Descrizione:

L'icona che misura cm 15 x 20 è in lastra d'argento con decori in oro.

L'icona è inserita in un quadro ad arco di legno laccato, sul retro vi è la possibilità che l'icona oltre che ad essere appesa al muro, possa essere appoggiata su di un piano.

Il soggetto è quello dell'Annunciazione che è proposta colorata ricoperta da riza con finitura dorata.

Il peso è di gr 535 completo di scatola con interno vellutato.

 

Tutto totalmente made in Grecia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto in argento con lastra incisa "Madonna con Bambino" - cm 12x9"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052218590
Prezzo: € 51.19

Descrizione:

Bassorilievo in argento raffigurante la Madonna con il Bambino di misura 12 x 9 cm.

Il prodotto è stato realizzato con particolare cura ai dettagli ed è stato sottoposto a trattamento antiossidazione

che ha reso il prodotto lucido e satinato.

L'icona è incastonata in un quadretto di legno con piedino allungabile per appoggio, ma può anche essere

appesa a muro grazie al foro apposto sul retro.

Il prodotto è stato realizzato in Italia e verrà consegnato in una pratica scatola munito di certificato di 

autenticità e garanzia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavola in legno ad arco "Madonna di Fatima" - cm 27x10"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052331510
Prezzo: € 19.08

Descrizione:

La tavola ad arco che rappresenta la Madonna di Fatima ha colori vivaci ed il tipo di lavorazione ricorda le vetrate in stile gotico.

La decorazione che attornia l'apparizione, è dorata ed eseguita con oro lucido, così il bordo che attornia la tavola stessa.  Si presenta in una busta trasparente dello stesso formato della tavola.

Sul retro vi è un foro che permette di appenderla.

La misura è di cm 10 x 27 ed il peso è di gr 300.

Tutto totalmente made in Italy.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavola in legno ad arco Santa Teresa - cm 27x10"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052331534
Prezzo: € 19.08

Descrizione:

La tavola ad arco che rappresenta Santa Teresa ha colori vivaci ed il tipo di lavorazione ricorda le vetrate in stile gotico.

La decorazione che attornia l'apparizione, è dorata ed eseguita con oro lucido, così il bordo che attornia la tavola stessa.  Si presenta in una busta trasparente dello stesso formato della tavola.

Sul retro vi è un foro che permette di appenderla.

La misura è di cm 10 x 27 ed il peso è di gr 300.

Tutto totalmente made in Italy.

 

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavola "Madonna di Lippi" con fondo dorato - 24 x 17"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052237638
Prezzo: € 22.72

Descrizione:

La tavola in stile fiorentino ci presenta il particolare di un dipinto che ora troviamo agli Uffizi a Firenze, dipinto dal pittore Filippo Lippi. 

Lo sfondo della tavola è di colore dorato ed ha impressa una cornice che conferisce particolare bellezza e luminosità al profilo della Madonna che sappiamo sta adorando il Bambino Gesù.

Un gancio posto sul retro dà la possibilità di appendere la tavola al muro.

Peso: 265 gr.

Materiale: legno di pioppo 

Tutto totalmente made in Italy



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona ad arco anticata "Ultima Cena" - cm 22,5 X 18"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052273278
Prezzo: € 38.99

Descrizione:

In questa icona, secondo l'antica usanza, non sta a centro ma al capo della tavola.

Il colore della tavola è rossastro, simbolo del sacrificio di Gesù.

L'immagine è stampata con oro a caldo con piccolo bordo laterale color bordeaux, l'icona è realizzata made in Italy,

può essere appesa grazie al foro apposto sul retro o appoggiata su diun piano.

L'articolo è particolarmente curato con attenzione ai dettagli.

Peso:  700 gr.

Materiale: legno 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Maria Odigitria - manto nero" (cm 23 x 18)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430069
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dellAccademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato. Licona raffigura la Madonna Odigitria (dal greco antico, "colei che istruisce, che mostra la direzione"). E nota anche come Vergine Odigitria, Theotókos Odigitria e Panagía Odigitria, ed è una rappresentazione iconografica diffusa in particolare nell'arte bizantina e russa del periodo medioevale. Secondo la tradizione la Madre di Dio Odigitria è una delle tre icone dipinte dall'evangelista Luca quando la Vergine era ancora in vita, poi portata da Eudosia, moglie dell'imperatore Teodosio il Giovane, dalla Terra Santa al monastero di Odegon (secondo alcuni invece alla chiesa delle Blacherne) a Costantinopoli (V secolo). Da questa prima icona si diffusero poi innumerevoli varianti, che si distinguevano per alcuni particolari iconografici, legati a miracoli e tradizioni locali. La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. Loro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco nero, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il nero del manto può fare riferimento al sentimento del dolore. Sotto il manto, si intravede la tunica blu, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sullicona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Maria Odigitria - manto rosso" (cm 23 x 18)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430076
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). Licona raffigura la Madonna Odigitria (dal greco antico, "colei che istruisce, che mostra la direzione"). E nota anche come Vergine Odigitria, Theotókos Odigitria e Panagía Odigitria, ed è una rappresentazione iconografica diffusa in particolare nell'arte bizantina e russa del periodo medioevale. Secondo la tradizione la Madre di Dio Odigitria è una delle tre icone dipinte dall'evangelista Luca quando la Vergine era ancora in vita, poi portata da Eudosia, moglie dell'imperatore Teodosio il Giovane, dalla Terra Santa al monastero di Odegon (secondo alcuni invece alla chiesa delle Blacherne) a Costantinopoli (V secolo). Da questa prima icona si diffusero poi innumerevoli varianti, che si distinguevano per alcuni particolari iconografici, legati a miracoli e tradizioni locali. La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù seduto in atto benedicente che tiene in mano una pergamena arrotolata e, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, che è leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. Loro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco rosso, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il color rosso del manto è tradizionalmente simbolo di divinità. Sotto il manto, si intravede la tunica verde, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sullicona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "San Giuseppe" (cm 30 x 23)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551431936
Prezzo: € 77.40

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). San Giuseppe è il promesso sposo di Maria. È rappresentato con il Cristo Bambino. Ma, mentre noi guardiamo a san Giuseppe, il suo sguardo ci porta al Bambino che egli guarda e a cui è rivolto e così, dolcemente costretti, il primo sguardo che incontriamo è proprio quello del Cristo. Il braccio e la mano sinistra reggono il Bambino, mentre la destra si muove in un gesto di protezione. Egli è il custode, il protettore del Prezioso Tesoro donato dal Padre allumanità. Nella mano sinistra di Giuseppe un giglio (che tradizionalmente lo identifica) è simbolo di grazia e di elezione. Ma il giglio è associato anche allidea di purezza.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Madonna odigitria - manto nero" (cm 12 x 9,5)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551432117
Prezzo: € 23.05

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera in stile bizantino (Scuola Cretese Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dellAccademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato. Licona raffigura la Madonna Odigitria (dal greco antico, "colei che istruisce, che mostra la direzione"). E nota anche come Vergine Odigitria, Theotókos Odigitria e Panagía Odigitria, ed è una rappresentazione iconografica diffusa in particolare nell'arte bizantina e russa del periodo medioevale. Secondo la tradizione la Madre di Dio Odigitria è una delle tre icone dipinte dall'evangelista Luca quando la Vergine era ancora in vita, poi portata da Eudosia, moglie dell'imperatore Teodosio il Giovane, dalla Terra Santa al monastero di Odegon (secondo alcuni invece alla chiesa delle Blacherne) a Costantinopoli (V secolo). Da questa prima icona si diffusero poi innumerevoli varianti, che si distinguevano per alcuni particolari iconografici, legati a miracoli e tradizioni locali. La Madonna è raffigurata a mezzo busto con in braccio il Bambino Gesù, che la Vergine indica con la mano e anche con il capo, leggermente inclinato verso il Figlio. Il Bambino presenta una leggera stempiatura e alcuni lineamenti del viso ed il tipo di vestito ci portano a considerarlo più adulto. Cristo Bambino è quindi raffigurato come Dio-Uomo, già consapevole della sua missione: le gambe incrociate ci indicano a quale estremo sacrificio dovrà andare incontro per la nostra salvezza. Loro, colore che non esiste in natura, del Suo vestito conferma la sua proclamazione alla regalità e la gloria di Dio. La Madonna indossa il maforio greco nero, simile al vestito di una monaca, con una cuffia sotto al velo che nasconde i capelli. Il nero del manto può fare riferimento al sentimento del dolore. Sotto il manto, si intravede la tunica blu, segno di umanità. La stella sul capo, a forma di croce con quattro punti tra gli spazi, indica la Verginità. Sullicona sono presenti le scritture abbreviate greche MHP OY (Mèter Theoù, Madre di Dio) ed IC XC (Iesoùs Christòs, Gesù Cristo) per l'identificazione dei personaggi sacri raffigurati (caratteristica importante nella tradizione bizantina, per l'ammissione al culto delle icone).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadro in argento "Madonna che disfa i Nodi" con particolari dorati - 4,3 x 5,5 cm"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052310102
Prezzo: € 16.32

Descrizione:

La piccola icona che misura cm 6,5 x 5 è in lastra d'argento 925 con alcune decorazioni in foglia oro.

L'icona è inserita in un quadretto di legno color mogano, sul retro vi è la possibilità che il quadretto oltre che ad essere appeso al muro possa essere appoggiato su un piano.

Il peso del quadretto con la scatola è di gr. 45,7 

Il prodotto è totalmente made in Italy



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadretto "San Giorgio" con lastra in argento e particolari colorati - cm 8 x 6"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052306259
Prezzo: € 20.62

Descrizione:

L'icona si presenta incastonata in un quadretto di legno con piedino in acciaio per appoggio. Puo' anche essere appesa a muro grazie al foro sul retro.

Il San Giorgio è reso prezioso con smalto colorato.

La misura è di cm 8x6.

Il peso è di 50 gr.

Il prodotto è completamente made in Italy.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quadro di Sant'Atonio in argento"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480519000292
Prezzo: € 117.30

Descrizione:

Quadro di Sant'Antonio doppio uso con cornice di legno e placca d'argento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona in legno con Madonna della tenerezza in rilievo (h. 40 cm)"
Editore: Distribuzione Liturgica
Autore:
Pagine:
Ean: 2480527007207
Prezzo: € 31.10

Descrizione:

Bellissima icona in legno scuro con una superficie convessa sulla quale è presente una seregrifia in rilievo raffigurante Gesù Bambino che abbraccia teneramente la Madonna.

Molto particolare al tatto, è possibile percepire la ruvidità del vero legno ed i contorni in rilievo della figura di Gesù e di Maria.
Ne aumenta il valore la stampa del cerificato sul retro, dove si attesta che si tratta di una copia di un'icona bizantina scelta tra le più rappresentative dell'epoca.

Icona davvero bella e raffinata da comprare per se stessi o da regalare, con la certezza di donare un prodotto di qualità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Madonna dolce amore - manto rosso" (cm 28 x 21)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430458
Prezzo: € 77.40

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). La Vergine del «dolce amore». Una delle tipologie classiche delle icone mariane, definita soprattutto dalla posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino. La tunica verde richiama la terra (natura umana di Maria) mentre il manto rosso dice amore e partecipazione alla Redenzione operata da Cristo. I fregi dorati sul manto indicano sia la sua regalità che le grazie particolari di cui Maria è stata fatta oggetto. Sulla fronte e sulle spalle (ne è visibile solo una sulla spalla sinistra) tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Lo sguardo della Vergine non è rivolto al Bambino, ma a colui che guarda licona per introdurlo allincontro con il Cristo, portatore della buona novella (il rotolo della Parola). Lei è la Mediatrice.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Discepoli di Emmaus" (cm 21 x 16)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430243
Prezzo: € 59.40

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). La frazione del pane a Emmaus è il momento culminante del riconoscimento di Gesù da parte dei due Discepoli. Lo sguardo stupito, ammirato e soprattutto ormai consapevole dei due discepoli è lo stesso sguardo che il Cristo, nellatteggiamento supremo dello spezzare il pane (donare la vita), chiede a chiunque si ponga in contemplazione di questa icona. È per questo che il Cristo non guarda i Discepoli, ma direttamente negli occhi di chi guarda licona. Il drappo rosso sulla casa che si vede sullo sfondo ci dice che la scena che stiamo contemplando in primo piano, in realtà sta accadendo allinterno della casa. Sulla tavola, oltre al pane, alcuni particolari: - il pesce, che nella successione delle lettere della parola greca contiene le iniziali delle parole Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore - la brocca del vino con chiara allusione allultima cena - la carota, spesso la si trova anche sulla tavola dellUltima Cena insieme con la cipolla e richiama il cammino nel deserto o la Pasqua ebraica. Riferimenti biblici: Lc. 24, 13-35. Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, e conversavano di tutto quello che era accaduto. Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. Ed egli disse loro: «Che sono questi discorsi che state facendo fra voi durante il cammino?». Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Clèopa, gli disse: «Tu solo sei così forestiero in Gerusalemme da non sapere ciò che vi è accaduto in questi giorni?». Domandò: «Che cosa?». Gli risposero: «Tutto ciò che riguarda Gesù Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e poi l'hanno crocifisso. Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele; con tutto ciò son passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; recatesi al mattino al sepolcro e non avendo trovato il suo corpo, son venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati al sepolcro e hanno trovato come avevan detto le donne, ma lui non l'hanno visto». Ed egli disse loro: «Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furon vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: «Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino». Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi si dissero l'un l'altro: «Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?». E partirono senz'indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone». Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Discepoli di Emmaus" (cm 28 x 21)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430496
Prezzo: € 90.60

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). La frazione del pane a Emmaus è il momento culminante del riconoscimento di Gesù da parte dei due Discepoli. Lo sguardo stupito, ammirato e soprattutto ormai consapevole dei due discepoli è lo stesso sguardo che il Cristo, nellatteggiamento supremo dello spezzare il pane (donare la vita), chiede a chiunque si ponga in contemplazione di questa icona. È per questo che il Cristo non guarda i Discepoli, ma direttamente negli occhi di chi guarda licona. Il drappo rosso sulla casa che si vede sullo sfondo ci dice che la scena che stiamo contemplando in primo piano, in realtà sta accadendo allinterno della casa. Sulla tavola, oltre al pane, alcuni particolari: - il pesce, che nella successione delle lettere della parola greca contiene le iniziali delle parole Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore - la brocca del vino con chiara allusione allultima cena - la carota, spesso la si trova anche sulla tavola dellUltima Cena insieme con la cipolla e richiama il cammino nel deserto o la Pasqua ebraica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Madonna dolce amore - manto rosso" (cm 21 x 16)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430199
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). La Vergine del «dolce amore». Una delle tipologie classiche delle icone mariane, definita soprattutto dalla posizione guancia a guancia tra la Madre e il Bambino. La tunica verde richiama la terra (natura umana di Maria) mentre il manto rosso dice amore e partecipazione alla Redenzione operata da Cristo. I fregi dorati sul manto indicano sia la sua regalità che le grazie particolari di cui Maria è stata fatta oggetto. Sulla fronte e sulle spalle (ne è visibile solo una sulla spalla sinistra) tre stelle annunciano la Verginità di Maria prima, durante e dopo il parto. Lo sguardo della Vergine non è rivolto al Bambino, ma a colui che guarda licona per introdurlo allincontro con il Cristo, portatore della buona novella (il rotolo della Parola). Lei è la Mediatrice.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "San Giuseppe" (cm 21 x 16)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551431929
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). San Giuseppe è il promesso sposo di Maria. È rappresentato con il Cristo Bambino. Ma, mentre noi guardiamo a san Giuseppe, il suo sguardo ci porta al Bambino che egli guarda e a cui è rivolto e così, dolcemente costretti, il primo sguardo che incontriamo è proprio quello del Cristo. Il braccio e la mano sinistra reggono il Bambino, mentre la destra si muove in un gesto di protezione. Egli è il custode, il protettore del Prezioso Tesoro donato dal Padre allumanità. Nella mano sinistra di Giuseppe un giglio (che tradizionalmente lo identifica) è simbolo di grazia e di elezione. Ma il giglio è associato anche allidea di purezza.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona "Ultima cena" (cm 21 x 28)"
Editore: SPLogg
Autore:
Pagine:
Ean: 8032551430533
Prezzo: € 90.50

Descrizione:

Icona greca, copia fedele e austera stile bizantino (Scuola Cretese-Teofanis) realizzata da padre Pefkis, agiografo diplomato dell'Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos). Lultima cena è certamente uno dei momenti istituzionali più importanti della vita di Gesù con i suoi discepoli: Gesù dona la propria vita alla Chiesa nascente nellEucarestia. Sulla tavola oltre al pane, alcuni particolari: - il pesce, che nella successione delle lettere della parola greca contiene le iniziali delle parole Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore - la carota, che insieme con la cipolla, richiama il cammino nel deserto o la Pasqua ebraica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavola ad arco "Madonna col Bambino" - cm 18x12"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052330353
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

L'immagine è una stampa in alta definizione che viene applicata su una tavola in mdf e fissata con vari

strati di lacca. La tavola è stata impreziosita da una cornice decorata dipinta in color oro.

Il prodotto è stato realizzato in Italia prestando particolare attenzione e cura ai dettagli ed è dotata di un

pratico piedino in plastica.

Peso:856 

Materiale: mdf 

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Icona Sacra Famiglia con riza - cm 18x15"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052284908
Prezzo: € 14.74

Descrizione:

Icona Sacra Famiglia con riza resinata color argento 18x15



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tavola in legno ad arco Santa Famiglia - cm 27x10"
Editore: F&A
Autore:
Pagine:
Ean: 8020052331596
Prezzo: € 19.08

Descrizione:

La tavola ad arco che rappresenta la Santa Famiglia ha colori vivaci ed il tipo di lavorazione ricorda le vetrate in stile gotico.

La decorazione che attornia l'apparizione, è dorata ed eseguita con oro lucido, così il bordo che attornia la tavola stessa.  Si presenta in una busta trasparente dello stesso formato della tavola.

Sul retro vi è un foro che permette di appenderla.

La misura è di cm 10 x 27 ed il peso è di gr 300.

Tutto totalmente made in Italy.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO