Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Antropologia Teologica



Titolo: "Tre lezioni sulla dignità dell'uomo"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Spaemann Robert
Pagine: 112
Ean: 9788871809496
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Che cosa rende ogni essere umano unico e irripetibile? Che cosa gli appartiene così intrinsecamente che niente e nessuno potrà mai strapparglielo? Che cos'è e come può essere definita la dignità di una persona? Esiste una morte «dignitosa»?Intorno a queste e ad altre domande sulla vita umana, la modernità appare lontana dalla religione, quando non in aperto dissidio con la sua morale. Eppure, scrive Spaemann, «la dignità non è una qualità biologica dell'uomo. La dignità è il fondamento dell'uomo, spiega l'esistenza di diritti e doveri, della libertà e della responsabilità. La dignità ha in sé qualcosa di trascendente, di sacro, di religioso, perché solo "rappresentando" l'Assoluto l'essere umano possiede ciò che chiamiamo "dignità"».Dal «diritto» di morire all'esistenza dell'anima, dal legame dell'amicizia alla dimensione della felicità, dall'amore alla sessualità, Spaemann sottopone la modernità a una critica paziente, stimolante, costruttiva, andando al fondo della ricerca di senso che tocca tutti noi, con un linguaggio di encomiabile limpidezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I vestiti di Cenerentola"
Editore: Edizioni di Pagina
Autore: Imbriani Eugenio
Pagine: 120
Ean: 9788874701445
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Le tradizioni, a un certo punto, si 'inventano': spesso è il presente che elabora, manipola le consuetudini e il retaggio del passato.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che cosa possiamo sperare?"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Lafont Ghislain
Pagine: 240
Ean: 9788810408292
Prezzo: € 27.00

Descrizione:«Che cosa possiamo sperare? La pace, la giustizia, la salvaguardia del creato. In che modo? Direi: per mezzo di una rinascita intelligente del teologico-politico. Vale a dire, anzitutto, attraverso la comunione tra gli uomini, nelle diverse comunità che essi formano; questa comunione non è statica, ma è una dialettica costante tra la "morte", vale a dire la sottomissione di un desiderio, certo buono, ma individuale, alla parola che viene dall'altro, dagli altri, che non può che spiazzare la preoccupazione di sé, e la "risurrezione", vale a dire la felicità che risulta dall'essere insieme, ove il personale è trasfigurato attraversa la rinuncia costruttrice di tutti» (dalla Conclusione). L'autore afferma di essersi dedicato alla stesura del libro per verificare a che punto fosse la propria speranza e per condividerla. Il punto di vista che la sua riflessione sviluppa parte dal convincimento che oggi muoia una civiltà fondata sul primato del «logico», inteso come intelligibile e ragionevole, e che l'epoca attuale inviti a reintrodurre il simbolico, ovvero il primato del legame nella struttura e nella vita del reale, nel desiderio e nel sapere umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'ordine dell'amore"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Schindler David L.
Pagine: 328
Ean: 9788871809243
Prezzo: € 29.00

Descrizione:I saggi che David Schindler ha raccolto in questo libro rappresentano una sintesi della sua riflessione antropologica. L'autore si interroga sulla profonda crisi dell'Occidente contemporaneo, evidente in ogni ambito della vita sociale (economico, politico, religioso e culturale), e ne individua la causa principale nel prevalere di un interesse personale egoistico che strumentalizza il prossimo in nome della libertà del singolo, ignorando l'intima chiamata dell'uomo alla comunione e al dono. In tale contesto anche la tecnologia - che secondo il filosofo canadese George Grant è divenuta l'ontologia della nostra epoca - gioca un ruolo determinante poiché ha modificato la nostra concezione di ciò che è bene, favorendo un'idea dell'essere umano priva di profondità e di trascendenza.Contro questa deriva delle società occidentali, che allontana dalla logica dell'amore propria dell'essere creato, Schindler ricorda l'insegnamento di Benedetto XVI e Giovanni Paolo II, i quali propongono il ritorno a un diverso modo di pensare basato sui principi della gratuità e della relazionalità.Lo scontro qui illustrato è in essenza quello tra la cultura della vita e la cultura della morte, che, proponendoci di vivere come se Dio non esistesse, «finisce facilmente per negare o compromettere anche la dignità della persona umana e l'inviolabilità della sua vita» (Evangelium vitae, n. 96).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'homo ludens"
Editore: Paideia
Autore: Rahner Hugo
Pagine: 88
Ean: 9788839408006
Prezzo: € 12.30

Descrizione:

Per gli uomini d’oggi spesso inviluppati nell’esasperata strumentalizzazione di una serietà insensata o nell’insensatezza di una mondanità asfittica, la libertà del gioco è una necessità redentrice. La gaia libertà dello spirito, lo slancio estroso e insieme altruistico, il disinganno rasserenato, l’incedere leggero che non s’impantana in un mondo spesso tragico sono i tratti dell’homo vere ludens. Per il cattolico, chiesa e grazia e azione liturgica sono preludio di quella libera serenità che brillerà nell’eterno gioco della visione divina.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I comandamenti"
Editore: Il Mulino
Autore: Cavarero Adriana, Scola Angelo
Pagine: 146
Ean: 9788815150110
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Un comandamento contraddetto da millenni di storia, se è vero che ancora oggi regna la convinzione che in determinate circostanze uccidere sia giusto e necessario. L'omicidio è una costante antropologica dello spirito umano, un marchio sanguinario della specie: Caino inaugura biblicamente la storia assassinando Abele. Ma che cosa uccide Caino in Abele? L'individuo-persona, la discendenza secondo la concezione ebraica, la sacralità della vita secondo il cristianesimo, la vita intesa come mero funzionamento biologico? In queste domande stanno i nodi di un comandamento su cui si scontrano oggi ragioni biopolitiche, teologiche, filosofiche e scientifiche. E' possibile restituire uno statuto assoluto alla proibizione dell'omicidio?  

Adriana Cavarero insegna Filosofia politica nell'Università di Verona. Fra i suoi volumi: "Tu che mi guardi, tu che mi racconti" (II ed. 2001), "A più voci" (2003), "Orrorismo ovvero della violenza sull'inerme" (2007), tutti pubblicati con Feltrinelli. Angelo Scola, Patriarca di Venezia dal 2002 e nominato cardinale dal 2003, ha insegnato Teologia nell'Università di Friburgo e nella Pontificia Università Lateranense. Tra i suoi volumi: "Una nuova laicità" (Marsilio, II ed. 2007), "Dio? Ateismo della ragione e ragioni della fede" (Marsilio, 2009) e "Buone ragioni per la vita in comune" (Mondadori, 2010).

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Monumentum"
Editore: Jaca Book
Autore:
Pagine: 256
Ean: 9788816409941
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Il volume raccoglie gli atti del primo Seminario Internazionale organizzato nel 2010 dall'Archivio "Julien Ries" per l'antropologia simbolica" presso l'Università Cattolica di Milano.

Al centro del volume è posto il tema dell'abitare interpretato come il gesto antropologico per eccellenza: l'uomo esiste in quanto abita, e nell'abitare egli manifesta sempre il proprio specifico modo d'essere. All'interno di questa prospettiva il "monumentale" è emerso, più che come il tratto specifico di determinate costruzioni (i monumenti in senso stretto), come il carattere stesso di ogni costruire umano, che in quanto tale sarebbe sempre abitato dal rinvio all'altro e dunque dal simbolo. Attorno a questa ipotesi lavorano saggi che da una parte mettono in luce i fondamenti simbolici delle società umane (Cina imperiale, Antico Egitto, Mesoamerica, ecc.), dall'altra denunciano anche le derive di una rappresentazione del potere che, come accade in molta architettura contemporanea, scollandosi da ogni legame comunitario, finisce per interpretare la monumentalità solo come feticcio mercificato.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Orizzonte verticale"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Lucas Lucas Ramón
Pagine: 384
Ean: 9788821570681
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

Senso e significato della persona umana, il primo volume di un ampio trattato di antropologia filosofica. A una prima parte, dedicata alla contestazione secondo la prospettiva di una rigorosa ortodossia cattolica - di numerose correnti filosofiche dell'Ottocento e del Novecento, segue una seconda parte impegnata nell'analisi dell'orizzonte terreno in cui spazia l'esistenza umana. Da qui Lucas avvia la costruzione filosofica della verticalità della persona che in tale orizzonte appunto si protende verso la trascendenza: la sua dimensione spirituale, religiosa, morale, la specificità che la contraddistingue dal mondo animale, la sua vita di relazione e i problemi di una moderna democrazia, la corporeità come tramite della comunicazione e come espressione dell'affettività.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dalla teologia della creazione all'antropologia della bellezza"
Editore: Cittadella
Autore: De Rosa Luca
Pagine: 252
Ean: 9788830811270
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Le analisi svolte dal teologo e maestro francescano San Bonaventura da Bagnoregio sul senso biblico e teologico della natura creata e sull'uomo a immagine di Dio, costituiscono un interessante contributo al dibattito attuale sul rapporto tra l'uomo e l'ambiente naturale e tra l'uomo e la società nel senso della ricerca dell'alterità. Questa visione teologica e antropologica è resa possibile da un cristocentrismo di chiara matrice francescana, a cui il grande Dottore serafico unisce l'apporto originale della sua cultura biblica e teologica di uomo, intellettuale e mistico del XIII secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che cos'è l'uomo?"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Ravasi Gianfranco
Pagine: 152
Ean: 9788821569838
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Una riflessione, illuminata dalla Bibbia, sul "microcosmo del sentire", sul cuore dell'uomo e sulle sue movenze più intime e profonde; una panoramica allargata su quell'"universo dei legami" che costituisce il mondo culturale e sociale di ogni persona, con le sue esperienze contrastanti - la mitezza, la paura, la gioia e la sofferenza. Nella seconda parte vengono approfonditi alcuni dei volti dell'amore "pubblico", che trabocca dal privato e dal personale, e si traduce in atteggiamenti di consegna verso l'altro - amicizia, vita di coppia - fino a produrre frutti che permangono e alimentano relazioni, legami, strutture affettive e spazi di socialità. Un'attenzione privilegiata è riservata alla famiglia e, in seno a essa, alla figura dell'anziano, tanto spesso dimenticata.

destinatari

Un volume destinato a un ampio pubblico.

L’Autore

Gianfranco Ravasi, nato nel 1942 a Merate(Lecco) e ordinato sacerdote nel 1966, è statoper molti anni Prefetto della Biblioteca-PinacotecaAmbrosiana di Milano. Nel settembre 2007,dopo essere stato nominato da Benedetto XVIPresidente del Pontificio Consiglio della Culturae delle Pontificie Commissioni per i BeniCulturali della Chiesa e di Archeologia Sacra, èstato ordinato Arcivescovo Titolare di Villamagnadi Proconsolare. A lungo docente di esegesidell’Antico Testamento nella Facoltà Teologicadell’Italia settentrionale e di ebraico nel Seminarioarcivescovile milanese, è membro di numeroseaccademie e istituzioni culturali italianee straniere, oltre che autore di diversi volumi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'essere come amore"
Editore:
Autore:
Pagine: 120
Ean: 9788831101691
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Che cos'è l'essere? È la domanda, antica, più volte riformulata e riproposta, che ha impegnato per secoli le menti dei filosofi. Attorno a questo interrogativo muovono i contributi del volume. Gli Autori, di estrazione filosofica diversa,prendono in esame il contributo di vari pensatori - Tommaso d'Aquino, Dietrich von Hildebrand, Maurice Nédoncelle,Chiara Lubich - operando una scelta che entra nel segreto dell'essere, per scorgervi l'amore come suoquid più proprio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi erano le prime cristiane?"
Editore: Elledici
Autore: vari Autori
Pagine: 64
Ean: 9788801046397
Prezzo: € 9.80

Descrizione:Il ruolo della donna nel cristianesimo primitivo è stato offuscato lungo i secoli dal maschilismo imperante all'interno della Chiesa. Se consideriamo il ruolo della donna nella Sacra Scrittura, osserviamo che la riduzione del ruolo femminile non ha origini bibliche, ma è frutto di derive sociologiche posteriori. Basta pensare a figure femminili dell'Antico Testamento di estremo rilievo come Sarah, Deborah e Miriam. Per giungere ai Vangeli, notiamo ad esempio come Gesù da una donna (sua madre) accolse l'invito a inaugurare i tempi messianici a Cana; come si intrattenne con una donna samaritana al pozzo di Giacobbe; e come alle donne affidò il cuore dell'annuncio della risurrezione. Il dossier di questo numero della rivista offre un contributo per la riscoperta del ruolo femminile nella diffusione del Vangelo nel cristianesimo primitivo. Il numero offre, inoltre, la presentazione del Vangelo di Matteo, in vista del nuovo anno liturgico che lo avrà come Vangelo delle domeniche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Conversazioni sugli idoli della modernità"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Schooyans Michel
Pagine: 256
Ean: 9788870947502
Prezzo: € 16.00

Descrizione:I fatti recenti della cronaca mondiale provocano spesso smarrimento, angoscia, disgusto e turbamento. Le troppe violenze e gli abusi a cui si è costretti ad assistere suscitano la domanda fondamentale: chi è l'uomo? Chi è l'essere umano in quanto tale? Domanda che può sembrare puramente filosofica o scontata, ma che si rivela invece seria e mai davvero esplicitata.In questo libro-intervista, un pensatore tra i più autorevoli e informati ci offre uno spaccato di fenomeni quali: la globalizzazione dell'economia (in termini di distribuzione delle risorse, migrazioni di popoli interi e conseguenti problemi di convivenza e intolleranza culturale e religiosa, fino al terrorismo internazionale); la nuova concezione del diritto (i diritti fondamentali dell'uomo, l'esistenza e i limiti del diritto naturale, il concetto di sovranità nazionale e l'importanza delle relazioni internazionali); le politiche demografiche (controllo delle nascite, sterilizzazione coatta non informata, aborto, eutanasia e ruolo dei medici nella società civile); l'autorevolezza e il ruolo di certi organismi internazionali (ONU, FMI, OMS e Banca Mondiale). Fenomeni tra loro tutti strettamente intrecciati. Dalle argomentazioni dell'Autore emerge continuamente, tra le righe, il quesito iniziale. E siamo portati alla conclusione che, nel passato come nel presente, quando l'uomo dimentica Dio, lo rifiuta e lo esclude dalla vita delle nazioni, dai programmi di ricerca e dagli scambi economici e culturali, viene aperta la strada a conflitti e a violenze senza pari. Trascurando la cultura della vita, affiora presto o tardi la cultura della morte, che prende il sopravvento e si radica negli ordinamenti giuridici e nelle istituzioni. Nascono nuovi idoli nei quali l'uomo cerca un surrogato del Dio appena perduto: si resta estasiati davanti a tecnologie prodigiose, tanto spettacolari quanto pretesto di manipolazioni; si immagina di volare su Marte, perché del mondo ci si sente già padroni; s'inventano nuove realtà e i media tentano di costruire nuove verità. Idoli che però esigono, per essere seguiti, nuovi sacrifici umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunità, società e cultura"
Editore: Jaca Book
Autore: Godelier Maurice
Pagine: 80
Ean: 9788816409378
Prezzo: € 8.00

Descrizione:

Il messaggio dell'antropologia: l'identità e i suoi confini sono costantemente rimessi in gioco
Comunità, società e cultura sono figure chiave che, nella compenetrazione reciproca, portano alla definizione dell’identità. Attraverso l’analisi di tre casi, la tribù dei Baruya (Papua Nuova Guinea), la popolazione dell’isola di Tikopia e la nascita dell’Arabia Saudita, l’autore risponde alle domande riguardanti le modalità di insorgenza nella storia di una società e i rapporti sociali che definiscono e trasformano quel Tutto di cui gli esseri umani sono naturalmente parte. In primo luogo, Godelier osserva che né i legami di parentela, né i modi di produzione hanno un ruolo fondamentale nella nascita di una società o Tsimia, come direbbero i Baruya, la cui fondazione è invece sempre legata a rapporti politico-religiosi. Non bastano dunque una comunanza di cultura e memoria (etnia, lignaggio) a costituire una Tsimia, la quale è intrinsecamente legata al territorio – o Stato – che le assicuri l’esercizio della propria sovranità, senza un’ingerenza esterna. L’avvicendarsi di descrizioni e immagini della storia dei popoli diventano mezzo e luogo per conclusioni teoriche: l’identità, definita come il cristallizzarsi all’interno di un individuo di rapporti sociali e culturali accettati o rifiutati, emerge come costantemente «in conflitto », poiché sempre vincolata a eventi esterni che obbligano a rimettere in gioco se stessi e il proprio rapporto con gli altri. Nelle pagine conclusive del libro, Godelier espone un’apologia dell’antropologia, considerata come una disciplina indispensabile per la comprensione della realtà globale che ci circonda, poiché la vita degli individui, insegna l’autore, si mescola a quella delle loro società.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Sopporta, cuore...» La giustizia di Ulisse"
Editore: Laterza
Autore: Cantarella Eva
Pagine: 176
Ean: 9788842092445
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Quando, in quale momento della sua storia, l'essere umano ha cominciato a percepire se stesso come un soggetto libero e capace di autodeterminarsi? Quando ha acquisito la consapevolezza di essere l'autore delle proprie azioni? La cognizione della propria autonomia morale non è un dato innato. Per molto tempo gli esseri umani si sono sentiti in balia di forze esterne, superiori, incontrollabili e invincibili, a cominciare dalle forze della natura, spesso divinizzate. La conoscenza della propria libertà è infatti il risultato di una faticosa presa di coscienza, una fondamentale, lunga e difficile conquista del pensiero, che sta alla base e costituisce il presupposto di concetti etici e successivamente giuridici come 'colpa' e 'responsabilità'. Ulisse è uno dei personaggi la cui storia consente di seguire i passaggi di questa straordinaria 'invenzione'.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Trasmettere un Vangelo di libertà"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Theobald Christoph
Pagine: 156
Ean: 9788810405956
Prezzo: € 17.50

Descrizione:In una società secolare, in cui la cultura e i linguaggi si trasformano, la formulazione tradizionale della fede cristiana risulta spesso inefficace. E le domande ultime dell'esistenza umana rischiano di restare senza risposta. I figli della tecnologia e della secolarità non abitano più i linguaggi antichi del cristianesimo, diventato, per molti, estraneo e pietrificato. L'autore intende farsi interlocutore degli uomini che abitano un mondo trasformato, spesso smarrito e senza radici, con i suoi enigmi e il suo mistero... Con una convinzione: ciò che chiamiamo «parola di Dio» è una parola radicalmente umana, addirittura la più umana che possa esistere, portatrice di vita nelle nostre vicende difficili o felici. Christoph Theobald spiega le condizioni per trasmettere un Vangelo di libertà per tutti e mostra come dire oggi, nella trama delle Scritture, le sue dimensioni antropologiche e cristiane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoratrice del pensiero"
Editore:
Autore: Michela Vaccari
Pagine: 208
Ean: 9788874026265
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Attiva a Vicenza nei primi anni del Novecento e impegnata per la parità fra i sessi, Elisa Salerno è giornalista e scrittrice che riassume tutta la sua attività nel definirsi prima cattolica e poi femminista. La fede e la forte tensione morale la portano a teorizzare un femminismo cristiano elaborato e divulgato attraverso l'intensissima attività di scrittura, spesa tra giornali, saggi e narrazioni, ma anche numerosissime lettere scritte a papi, vescovi e politici, convinta che la condizione della donna potesse cambiare ma solo attraverso una sinergia che coinvolgesse i vertici del potere.La complessa e affascinante figura di Elisa Salerno è stata oggetto di studio sotto vari profili, suscitando interesse dal punto di vista letterario, storico, pedagogico e giornalistico. Risulta ora interessante l'approccio teologico, campo in cui Elisa Salerno milita sentendosi chiamata a dire Dio solo dal suo essere credente. Il volume si prefigge lo scopo di mostrare e ascoltare una donna che ha dedicato tutta la sua vita, consumandola, per la causa santa della donna, e lo ha fatto da ostinata conservatrice del Vangelo di Cristo, cercando un dialogo con la Chiesa da sempre considerata maestra di verità ma anche con il coraggio di denunciare l'antifemminismo che vi scorgeva in essa. Un solo rammarico, al termine della sua vita: essere nata troppo presto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La società è un «uomo in grande». Il «macroanthropos» per riscoprire la sociologia degli «antichi»"
Editore: Marietti
Autore: Morandi Emmanuele
Pagine: 384
Ean: 9788821185809
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Questo lavoro è essenzialmente un invito a liberarsi dal pregiudizio che riduce la sociologia ad una invenzione della scienza moderna. La sociologia deve riscoprirsi alla scuola degli "antichi" come conoscenza e sapere del "convivere" e dell'"agire insieme" degli uomini. Certamente il mondo della polis e le società moderne sono incommensurabili, ma ciò che è stato scoperto dagli "antichi" è che la società è "un uomo in grande", un macroanthropos, e non semplicemente un "microcosmo", come vorrebbero un attardato scientismo e un metodologismo che continuano a rappresentare la società in termini di "sistema". Questa pubblicazione vorrebbe contribuire a recuperare questa magistrale scoperta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il figlio del desiderio"
Editore: Vita e Pensiero Edizioni
Autore: Gauchet Marcel
Pagine: 104
Ean: 9788834318812
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Se il XX è stato il secolo della scoperta del bambino reale, supportata dalla nascita contemporanea della pediatria, della pedagogia e della psicoanalisi, il XXI sembra aprirsi come il secolo della sacralizzazione del bambino immaginario. La nostra società esalta a tal punto la dimensione infantile da arrivare a mitizzarla e, alla fine, a mistificarla. Grazie principalmente al controllo della procreazione, il bambino è diventato un 'figlio del desiderio'. Prima era un dono della natura, un frutto della vita che si esprimeva attraverso noi, ma spesso malgrado noi. Ora è il risultato di una volontà espressa, di un progetto definito. E questo, accompagnato e rafforzato da altri cambiamenti inediti, come il discredito della maturità, che porta all'ossessione di 'restare giovani', o la crisi della visione del futuro, che si fa sempre più vago, ha effetti potenzialmente drammatici, con ricadute sull'educazione, sul modo di concepire la famiglia e, sui meccanismi di definizione della personalità. Su questo bambino desiderato finiscono per pesare come macigni le aspettative dei suoi genitori e della società. È questa la 'rivoluzione antropologica' dei nostri giorni su cui ci invita a riflettere il filosofo e sociologo francese Marcel Gauchet. Egli porta alla luce, smascherandone i meccanismi, le rappresentazioni del figlio e le riconfigurazioni delle età della vita che tendono ad affermarsi nella nostra società e ci chiede di prendere coscienza dei rischi di questo mutamento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vocazione umana"
Editore: AVE
Autore: Francesco Miano, Giovanni Grandi
Pagine: 92
Ean: 9788882845070
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Con il terzo volume della collana Quaderni di Dialoghi, l'Azione Cattolica Italiana, attraverso il Centro Studi nazionale, propone un'ulteriore occasione di approfondimento sulla "questione antropologica", a partire dai materiali e dalle riflessioni emersi dal seminario nazionale «Vocazione umana: un cammino comune?» tenutosi a Roma il 18 ottobre 2008, con la partecipazione dei Consigli scientifici degli Istituti «Vittorio Bachelet», «Paolo VI», «Giuseppe Toniolo» e della rivista «Dialoghi». Il terzo Quaderno ospita gli interventi tematici del seminario, presentati dal professor Luigi Alici e dal professor Luigi Alfieri; a questi si affiancano una serie di studi coordinati, che tengono conto sia del contributo dei relatori del seminario, sia dei diversi temi e delle sollecitazioni emerse nel corso del dibattito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia fondamentale. Scritti"
Editore: Glossa Edizioni
Autore: Margaritti Antonio
Pagine: 452
Ean: 9788871052700
Prezzo: € 42.00

Descrizione:Allo studio dell'antropologia filosofica il Prof. Antonio Margaritti ha dedicato cinquant'anni di docenza appassionata e di riflessione puntigliosa.Il presente volume raccoglie i suoi contributi più significativi sul tema che si estendono nell'arco di tempo che va dal 1977 fino al termine della sua esistenza.In tali contributi l'A. recensisce criticamente i progetti, le idee, le istanze, le teorie a proposito dell'uomo, specie nella contemporaneità, alla ricerca incessante della verità riguardante l'umano esistere. Proponendo una visione dell'uomo che prende le distanze sia dall'essenzialismo astratto di certa metafisica del passato, sia dallo sperimentalismo soggettivista di certa riflessione contemporanea; proposta che ha nella fenomenologia di ispirazione husserliana il suo punto centrale di riferimento.Di particolare interesse e di alto spessore scientifico sono poi i singoli contributi dedicati al rapporto tra filosofia e teologia, al tema educativo, alla didattica e all'insegnamento della filosofia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alla ricerca di Dio"
Editore: Jaca Book
Autore: Ries Julien
Pagine: 340
Ean: 9788816408791
Prezzo: € 34.00

Descrizione:

Presentiamo il volume primo nel Piano dell'Opera di Amateca, la collana di manuali teologici pubblicata in nove lingue sotto il coordinamento internazionale di Jaca Book e ispirata all'opera e alla teologia di Henri De Lubac e Hans Urs von Balthasar. E' oltremodo significativo che l'intera collana, con le sue sette sezioni e i suoi 22 titoli (14 ad oggi pubblicati), si apra con un volume del maggiore storico delle religioni vivente, Julien Ries, che sulle tracce di Mircea Eliade ha contribuito in maniera determinante a definire un nuovo ambito disciplinare fondato sul senso del sacro nell'uomo, l'Antropologia religiosa.
Questo volume infatti presenta l'uomo Alla ricerca di Dio nel quadro e alla luce dell'Antropologia religiosa, una disciplina che si distingue dall'etnologia religiosa, dalla stessa storia delle religioni e dalla sociologia religiosa. Essa studia l'uomo sia come creatore e utilizzatore dell'insieme simbolico del sacro, sia come portatore delle credenze religiose che dirigono la sua vita. Questa antropologia è basata sull'homo religiosus e sul suo comportamento attraverso l'esperienza del sacro.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La risurrezione di Gesù Cristo nella sua importanza per l'antropologia cristiana"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Gawel Lukasz
Pagine:
Ean: 9788882724788
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Il volume offre al lettore una notevole panoramica sull'importanza salvifica della risurrezione di Cristo per l'antropologia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Al fondamento delle società umane"
Editore: Jaca Book
Autore: Godelier Maurice
Pagine: 224
Ean: 9788816408722
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

Le categorie fondamentali delle società umane analizzate da un grande sociologo e antropologo contemporaneo.
Questo libro è il frutto di quarant'anni di ricerca dell'antropologo francese più discusso all'estero dopo Claude Lévi-Strauss. L'opera è frutto di un lavoro accurato e sapiente, ma sprigiona ugualmente una straordinaria vis polemica. Alla base delle società umane c'è del sacro. Meglio saperlo, e scoprire il segreto di fabbrica di ciò che in Occidente viene chiamato «politico-religioso», in questi tempi in cui da un lato il legame sociale si allenta e dall'altro una logica identitaria di introversione campanilista sembra avere la meglio su ciò che veramente unisce. Il percorso dell'opera è segnato da quattro tappe principali sul cammino di questa conclusione fondamentale, ognuna delle quali è qui oggetto di un capitolo: ci sono cose che si donano, cose che si vendono e altre che non bisogna vendere né donare ma custodire per trasmetterle; nessuna società è mai stata fondata sulla famiglia o la parentela; ci vogliono sempre più di un uomo e una donna per fare un bambino; la sessualità umana è fondamentalmente asociale. Il nesso sacro-politica emerge qui in modo diverso rispetto alla vulgata oggi imperante nelle scienze sociali: il religioso alberga nel cuore della vicenda politica umana, ma non sempre, non necessariamente e soprattutto non geneticamente esso rivela un nesso con la violenza. La presente opera è destinata a diventare un riferimento indispensabile in un mondo che continuamente si trova di fronte a problemi di fondamentalismo e rischia di non comprendere il cuore religioso delle società umane.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'uomo"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Romano Guardini
Pagine: 608
Ean: 9788837222963
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Il secondo tomo del terzo volume dell'Opera Omnia di Romano Guardini pubblica, in prima mondiale, l'Antropologia. Con documenti inediti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU