Articoli religiosi

Libri - Antropologia Teologica



Titolo: "Io e gli Altri"
Editore: Edusc
Autore: Antonio Malo
Pagine: 376
Ean: 9788883335556
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Nel leggere il titolo e sottotitolo di questo libro, forse qualcuno potrebbe sorprendersi che concetti così astratti come "identità" e "relazione" abbiano a che fare non solo con una realtà concreta e singolare come la corporeità umana, ma soprattutto con ciò di cui essa è condizione, ovvero l'Io, sorgente degli atti umani che rivelano persona. Il saggio vuole descrivere proprio il rapporto fra queste realtà, apparentemente così lontane le une dalle altre, perché - e questa è la tesi centrale - l'origine ed il destino della libertà umana si trova nella relazione con altre persone.A partire da questa tesi l'autore traccia una storia filosofica dell'identità in tre tappe fondamentali: la visione dell'identità come corporeità razionale, che corrisponderebbe al principio d'individualizzazione della metafisica classica ovvero alla materia signata quantitate; la visione moderna dell'identità come autocoscienza; e, infine, la visione post-moderna del rifiuto dell'identità e della sua sostituzione con le differenze. La tesi proposta in questo saggio tiene conto della verità parziale contenuta in questi modi di concepire l'identità. Secondo l'autore, l'identità non è costituita solo da corporeità, autocoscienza, ma anche dalle differenze, specialmente dall'alterità, anzi essa è presente in ognuna delle sue relazioni. Psicologia, neuroscienze e sociologia sono alcune delle discipline da cui si prende spunto nel tentativo di confermare la validità di questa tesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elogio del patrimonio"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Giovanni M. Flick
Pagine: 160
Ean: 9788820997939
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il nuovo volume del professor Giovanni Maria Flick, Elogio del patrimonio. Cultura, arte, paesaggio contiene molteplici riflessioni sul passato e sul futuro della cultura alla luce di un presente quanto mai complesso. L'autore, non abbandona il concetto di dignità da lui declinato all'interno del precedente volume Elogio della dignità ma lo amplia rafforzando il concetto legato all'importanza di un dialogo tra passato e futuro, fondato sulla cultura, al fine di poter vivere oggi la realtà di tutti i giorni. Il nostro presente, all'interno di queste pagine, è premessa e condizione della nostra dignità. Sia quella che spetta a tutti noi - cittadini e stranieri - in astratto, in quanto persone. Sia quella che spetta a ciascuno di noi - cittadino o straniero - in concreto, nello svolgimento della propria personalità attraverso gli ostacoli di ordine economico e sociale che ne impediscono il pieno sviluppo e ne limitano la libertà e l'eguaglianza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natura e ragione. Saggi di Antropologia"
Editore: Edusc
Autore: Robert Spaemann
Pagine: 116
Ean: 9788883335549
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Chiedersi che cos'è l'uomo è diventato difficile in un'epoca come la nostra, caratterizzata da una visione scientista del mondo. La scienza moderna si è, infatti, proposta di considerare ogni realtà naturale semplicemente come oggetto per poter così sottomettere ogni cosa al potere dell'uomo. Ma dopo aver tolto alla natura ogni somiglianza con l'umano, lo scientismo pretende di dire all'uomo che anche lui non è altro che una parte di quella stessa natura: «Così parlare di sé come di un uomo finisce per apparire all'uomo stesso come una caduta nell'antropomorfismo».In questa situazione Robert Spaemann vuole tornare a porre la domanda sull'uomo rifiutando il riduzionismo scientista ma senza accontentarsi neppure di un'antropologia filosofica che ne ignori semplicemente la sfida. La chiave di un'antropologia adeguata sta per Spaemann in un'idea di natura che ne colga il carattere teleologico e in un'idea di ragione che non dimentichi il rapporto che c'è tra questa e la natura. Sono queste le idee sviluppate nei quattro saggi che costituiscono il presente volume. Dopo aver riflettuto nel primo saggio sul modo in cui la nozione di natura umana può sfuggire al sempre risorgente dualismo di "natura" e "spirito", l'autore nel secondo saggio rivolge la sua attenzione alla teoria dell'evoluzione. Confrontarsi con questo tema appare infatti necessario per un'antropologia che accetta il dialogo con la scienza. Spaemann si chiede che cosa la teoria dell'evoluzione sia in grado di spiegare e in che senso l'evoluzionismo sia incompatibile con l'immagine che noi ci facciamo di noi stessi. Soltanto alla luce di una concezione adeguata della natura umana diventa comprensibile la nozione di dignità dell'uomo di cui tratta il terzo saggio. L'ultimo saggio affronta il rapporto di natura e ragione, mostrando come la nozione di natura sia ambigua: ciò che è "conforme alla natura" non è ciò che è "allo stato naturale". Ciò che caratterizza l'uomo come essere ragionevole è però proprio la capacità di riconoscere l'altro nella sua realtà aprendosi a lui nell'amore.Nell'insieme, il volume costituisce una stimolante introduzione alle questioni fondamentali di un'antropologia filosofica che scopre di non poter fare a meno di incontrarsi con l'etica e con la metafisica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La scena umana"
Editore: Jaca Book
Autore: Petrosino Silvano
Pagine: 156
Ean: 9788816371422
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Costruito attorno al rapporto che per più di trent’anni ha visto coinvolti, tra obiezioni e critiche talvolta severe ma soprattutto attraverso una sorprendente solidarietà, Derrida e Lévinas, questo libro si concentra sul soggetto umano della cui esperienza si propone di evidenziare i tratti essenziali. Evitando, da una parte, il tono apocalittico di molto anti-umanesimo contemporaneo che spesso si è compiaciuto di celebrare l’era delle fini (morte di Dio, fine della verità, della storia, del soggetto, ecc.) ma, d’altra parte, prendendo anche le distanze da quella facile retorica umanistica che spesso si è accontentata di ripetere le parole d’ordine dell’Anima, dello Spirito, della Persona,ecc., il testo di Petrosino arriva a delineare un’originale antropologia filosofica all’interno della quale la scena umana emerge come quella di un dramma irriducibile tra la pulsione a distruggere e la chiamata ad accogliere.

SILVANO PETROSINO insegna Teorie della Comunicazione eAntropologia religiosa e media presso l’Università Cattolicadi Milano. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo: Soggettivitàe denaro. Logica di un inganno (Jaca Book 2012), Le fiabe non raccontano favole. Credere nell’esperienza(il nuovo melangolo 2013), Elogio dell’uomo economico(Vita e Pensiero 2013), L’idolo. Teoria di una tentazione. Dalla Bibbia a Lacan (Mimesis 2015), Il sacrificio sospeso. Per sempre (Jaca Book 2000, ult. rist. 2015).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Miti d'origine"
Editore: Feltrinelli
Autore: Girard René
Pagine: XXIX-156
Ean: 9788807887444
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Al contrario dell'antropologia moderna, che va il più lontano possibile, verso le "culture altre", il discorso antropologico di Girard si concentra su ciò che è più vicino e a portata di mano. Girard difatti non pone distinzioni fra le diverse culture, in quanto le ritiene parte di una stessa umanità fatta della medesima stoffa antropologica. Anche per questo non c'è bisogno di nessun "lavoro sul campo", visto che i testi di riferimento si trovano anzitutto all'interno della nostra tradizione culturale: i tragici greci, la Bibbia, Shakespeare, il romanzo moderno. I miti d'origine raccolti in questo volume, una serie di saggi apparsi nel tempo in diverse antologie, approfondiscono e chiariscono l'analisi condotta nelle sue opere maggiori. Il mito ha un ruolo centrale nella teoria girardiana del "capro espiatorio". È il momento finale, di sistematizzazione narrativa del dramma appena compiutosi all'interno della comunità: un processo di trasformazione del presunto colpevole in eroe o dio (sacro in quanto purificato). Insomma, l'ordine culturale umano scaturisce dalla ritualizzazione del sacrificio iniziale, e il mito quindi non è altro che il resoconto di quell'evento fondativo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Io insoddisfatto"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Adriano Pessina
Pagine: 240
Ean: 9788834328330
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Di che cosa, o di chi, siamo insoddisfatti? Consumatori di immagini, perennemente collegati con una solitudine affollata in cerca di relazioni, partecipiamo di una continua trasformazione delle nostre esperienze. La memoria digitale supplisce alla fragilità dei nostri ricordi, la rete ci permette di condividere emozioni e parole senza la mediazione del corpo, del luogo e del tempo, le biotecnologie modificano il come e il quando del generare e del morire; medicina, biologia, farmacologia prospettano l'avvento di quella grande salute che non è solo liberazione dalla malattia e dalla sofferenza, ma dal fardello di una finitezza che non è mai all'altezza del desiderio. Partendo dal tema dell'io e della soggettività, nell'incrocio tra domanda di felicità e offerte del mercato globale, il testo affronta il tema dell'insoddisfazione nella società ?del benessere e dell'efficienza'. Dall'uso quotidiano delle tecnologie informatiche alle più recenti proposte di miglioramento, di sé e delle future generazioni, ottenibili grazie a interventi di stampo medico o farmaceutico, il dislivello permanente tra desiderio umano e mondo dei possibili offerto dalla tecnologia e dal suo mercato traccia un nuovo volto della perfezione: un ideale che sembra a portata di mano e che è sorretto da teorie che prospettano il futuro di una nuova umanità. Uscendo dall'alternativa tra bioconservatori e post-umanisti, si apre allora di nuovo la domanda sullo specchio nel quale l'io potrà ritrovare il suo autentico volto. Tra Prometeo e Dio, la questione dell'io non trova facili risposte e richiede la pratica di un tempo per pensare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il male: perché?"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Giuseppe Summa
Pagine: 112
Ean: 9788898264704
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

Il male fisico, il male morale, il male metafisico, la sofferenza degli uomini e la sofferenza di Dio, sono gli argomenti scottanti di questo libro, tutti argomenti difficili, illimitati, pericolosi; tuttavia l'autore li affronta in modo semplice e accattivante, per cercare di giungere ad una conoscenza più profonda dell'essere umano e del problema del male.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione all'antropologia simbolica"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Davide Navarria
Pagine: 160
Ean: 9788834331132
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Il libro rappresenta la prima ricognizione, in ambito italiano, dell'antropologia simbolica o religiosa. Oltre a fornire una dettagliata ricostruzione di alcuni cardini fondamentali delle prospettive filosofico-antropologiche dei tre autori di riferimento (Mircea Eliade, Gilbert Durand e Julien Ries), il volume propone una visione sintetica della disciplina, ponendosi sia come introduzione alla stessa sia come originale riflessione sul suo statuto. Introduzione all'antropologia simbolica. Eliade, Durand, Ries è dunque rivolto al lettore che si avvicina per la prima volta all'oggetto, così come allo specialista (antropologo, storico, filosofo o sociologo delle religioni) interessato a considerare e approfondire un punto di vista inedito e ulteriore in relazione alla propria disciplina.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo e Donna. Considerazioni sull'Antropologia Duale"
Editore: Edusc
Autore: Marta Brancatisano
Pagine: 134
Ean: 9788883335396
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Uno sguardo ricognitivo sul mondo rivela come, accanto a condizioni economiche diversificate alla radice dell'identità dei vari paesi, della loro cultura e della loro politica, ha un posto importante il modo in cui si concepisce, si valuta e si vive la relazione tra uomo e donna, con i conseguenti legami e le implicazioni sociali che da essa derivano. I repentini cambiamenti sociali e l'evolversi delle forme di interazione umana, hanno portato alla odierna emergenza antropologica: conoscere l'uomo comporta oggi una ricerca più ampia di quella intrapresa da Diogene. Uomo e donna sono in cerca di identità, e la conoscenza della loro relazione è la via per affrontare una prospettiva esistenziale la cui valenza è vitale e attende ancora di essere dispiegata. Se il messaggio, nonché il senso, di tutta la rivelazione cristiana è l'amore che Dio infonde in ogni cosa creata, in una prospettiva realistica e non virtuale è necessario riconoscere alla relazione uomo-donna una centralità strutturale rispetto a tutto il creato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sciamane"
Editore: Verdechiaro Edizioni
Autore: Giovanna Lombardi
Pagine: 208
Ean: 9788866232520
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Gli archeologi e gli antropologi moderni hanno trovato innumerevoli reperti che dimostrano come da 25.000 fino a 5.000 anni fa esistesse una società pacifica, matriarcale e matrilineare, che venerava una Dea. Alle donne era permesso esprimere se stesse, occupavano posizioni di rilievo nella società e avevano la completa gestione del proprio corpo e della propria sessualità. Nessun ruolo le schiacciava e le confinava in alienanti gabbie sociali: non esisteva il concetto di coppia, né il matrimonio, né il possesso dell'altro, né, di conseguenza, l'adulterio e le relative penalizzazioni. Cos'è successo? Come si è potuti arrivare a una società in cui gli uomini dettano legge, una legge fatta di sessismo, sopraffazione e guerra? Giovanna Lombardi ci accompagna in questo viaggio di scoperta del culto della Dea Madre, dei suoi misteri e delle sue verità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il prisma dell'umano all'incrocio dei saperi"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine: 136
Ean: 9788846510471
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

La metafora del prisma, impiegata per descrivere la realtà umana, ci ricorda che quest'ultima è plurale non solo nelle sue manifestazioni, bensì nel suo stesso essere, e suggerisce la necessità della ricerca dell'unità profonda dell'uomo, che nasce dalla sua peculiarità e specificità rispetto al mondo e a Dio. Tale ricerca non può essere affidata ad un solo ambito del sapere, ma deve coinvolgere approcci, metodologie, competenze diversificate e plurali e al tempo stesso capaci di dialogare fra loro soprattutto nel tentativo di una faticosa e difficile interdisciplinarità. Il tavolo di lavoro, che ha visto per più di un anno impegnati esperti e ricercatori di diverse discipline sulla domanda sull'uomo, offre ora un primo risultato delle ricerche e dei dialoghi, come contributo al cammino della Chiesa italiana sul nuovo umanesimo che si genera dalla fede in Cristo Gesù. Il percorso, che comincia con una riflessione teologica sul destino dell'uomo, ha assunto il "corpo" come dimensione a partire dalla quale pensare la persona nella sua integralità. Questa prospettiva si è quindi confrontata con quelle dell'etologia, delle neuroscienze, delle nuove tecnologie e della filosofia, concludendosi con un glossario che si auspica possa essere di aiuto al lettore per meglio comprendere ed interpretare non tanto il contenuto di un testo, quanto la propria realtà umana individuale e comunitaria.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Julien Ries"
Editore: Jaca Book
Autore:
Pagine: 207
Ean: 9788816305489
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Il volume raccoglie gli interventi e altri saggi relativi al quarto Seminario Internazionale organizzato nel novembre 2013 dall'Archivio "Julien Ries" per l'Antropologia simbolica presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano). Il 2013 è stato l'anno della morte del grande storico delle religioni belga e l'Archivio ha deciso di dedicare il suo consueto Seminario annuale all'approfondimento del significato della sua opera, tenendo conto delle sfide che la "nuova antropologia religiosa fondamentale" si troverà a vivere nell'immediato presente e nel prossimo futuro. Resistendo a ogni tentazione meramente celebrativa, si è voluto restare fedeli il più possibile allo spirito del pensiero di Ries il quale, nel corso della sua lunga vita da studioso, non ha mai separato l'analisi della storia delle religioni e l'attenzione per le scoperte della paleoantropologia da un'insistente e originalissima interrogazione sulla natura dell'uomo in quanto tale. I contributi raccolti in questo volume, oltre a fare il punto sulla nozione di homo religiosus e sulla conseguente idea di antropologia simbolica, vogliono altresì indicare alcune prospettive di applicazione di una disciplina ricca di sviluppi possibili.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Responsabilità e creatività. Alla ricerca di un uomo nuovo (secoli XI-XIII)"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788834329818
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Nel solco della decennale esperienza delle Settimane Internazionali della Mendola. Nuova Serie, questo volume offre una riflessione quanto mai attuale sui fondamenti del modello di uomo, realtà antropologica che ha segnato tutto il secondo millennio, mettendo in luce come, a partire dai secoli XI-XIII, il principio della responsabilità personale e lo slancio creativo individuale connotarono il nuovo volto dell'Occidente medievale.Questa complessa metamorfosi si riverberò non solo nella riflessione filosofica, ma anche nella rinnovata percezione dell'umanità di Cristo, legata con una altrettanto innovativa considerazione dell'uomo e della donna e della loro possibilità di proiettare l'intraprendenza individuale nella realtà sociale, politica e religiosa. Ne derivò un modo inedito di porsi verso gli uomini da parte di tutte le istituzioni sociali e religiose, che adattarono pratiche e linguaggi diversi rispetto al passato, assecondando così questa rilevante trasformazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'insurrezione dell'umanità nascente"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Marco Guzzi
Pagine: 302
Ean: 9788831546447
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Questo libro intende ritrovare i presupposti poetici e spirituali di un'Insurrezione che procede da tempo e che è innanzi tutto un processo interiore: la rivoluzione da un Io centrato su se stesso (ego-centrato) a un Io che si scopre in relazione con la Fonte del proprio essere.Questo drammatico passaggio epocale viene documentato dall'Autore attraverso l'analisi delle opere di quei poeti che per primi avvertirono profeticamente la fine della modernità e l'inizio di una nuova era: tra gli altri, Rimbaud, Hölderlin, Rilke, Campana, Trakl, Celan, Char, Luzi. Il volume raccoglie e rielabora nove seminari tenuti dall'Autore all'interno della programmazione del Centro Internazionale Eugenio Montale di Roma e, pur nella complessità, mantiene un tono colloquiale e diretto, che costituisce tra l'altro la prima sperimentazione di quel sapere dialogico che poi si sviluppò nei Gruppi «Darsi pace».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uomo e la Bibbia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Gianfranco Ravasi
Pagine: 104
Ean: 9788810558232
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Nel luglio del 1969, papa Paolo VI aveva affidato agli astronauti Armstrong e Aldrin il testo del Salmo 8 affinché fosse consegnato agli spazi siderali, alle sabbie lunari che di lì a poco i due uomini avrebbero calpestato. Proprio a partire da quella raffinata opera dell'Antico Testamento inizia la riflessione del libro dedicato all'antropologia biblica, al ritratto della figura umana illuminata dalla rivelazione. Il Salmo 8 è un canto entusiastico nei confronti dell'uomo: creatura microscopica se comparata alle strutture celesti, vera e propria «canna fragile», secondo la celebre espressione di Pascal, eppure coronato come un sovrano da Dio, che lo ha reso di poco inferiore a se stesso. Un'esclamazione simile si trova anche nel primo coro dell'Antigone di Sofocle e riflette l'ammirazione del mondo greco per la capacità dell'uomo che vive l'esperienza del pensiero: «Molte sono le cose mirabili, ma nessuna è più mirabile dell'uomo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spiritualità senza Dio?"
Editore: Mimesis
Autore: Luigi Berzano
Pagine: 67
Ean: 9788857524740
Prezzo: € 4.90

Descrizione:

"Spiritualità senza Dio?": contraddizione o paradosso? In realtà, nelle società contemporanee, si moltiplicano nuove forme di spiritualità al di fuori delle grandi tradizioni religiose. Il distacco tra religioni organizzate e spiritualità individuali sta penetrando nel cuore di molti individui, quasi che la religione fosse emigrata "nel mondo", spostandosi dalle chiese alla strada, dai riti liturgici alle pratiche secolari, dall'obbedienza ai Magisteri alle scelte individuali. È così che si sperimentano altri alfabeti del religioso: verità, liturgie, presenze, pratiche finalizzate a investire di senso la vita quotidiana. E anche altre spiritualità che vanno oltre l'osservanza dei riti, poiché riguardano l'essere più che la morale. Il libro del sociologo Luigi Berzano - che apre la collana "Spiritualità senza Dio?" è importante perché, senza pregiudizi o moralismi, apre il nuovo campo di ricerca sulle spiritualità sia di individui che dichiarano di non appartenere a nessuna religione, sia di individui che, pur appartenendo a una religione, hanno uno stile di vita che non discende dalla propria religione e vivono parte della loro vita come se Dio non ci fosse.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concezione mistica dell'antropologia"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Fernando Rielo
Pagine: 152
Ean: 9788821592201
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

Fernando Rielo è stato indubbiamente un uomo di grande cultura, come dimostrano le sue pubblicazioni di poesia, di saggi teologici e filosofici; ha inoltre fondato un Istituto religioso con annesse diverse altre opere. In questo lavoro presenta la sua visione antropologica, caratterizzata dalla sua grande fede, dalla sua vasta cultura e da chiarezza di esposizione. Il libro offre una visione mistica dell'antropologia, profonda e facilmente comprensibile grazie al suo gran senso umanistico. Un testo accessibile e interessante per chiunque, giovane o adulto, si avvicini ad essa con interesse, sia credenti che non credenti ? siano essi atei che agnostici, con i quali lo stesso Rielo aveva un dialogo costante e amichevole.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Amore di Dio e amore dell'uomo"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Pesce Francesco
Pagine: 328
Ean: 9788825036367
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Il volume presenta una ricerca che si confronta col pensiero di Jüngel rispetto al tema dell'amore, considerato nel suo status antropologico e nel suo rilievo di categoria teologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Anthropologia sacra"
Editore: IPL
Autore: Vojt?ch Novotný
Pagine: 200
Ean: 9788878364639
Prezzo: € 14.00

Descrizione:«Questo volume indaga le origini dell'antropologia teologica come scienza, proponendo una serie di fondate considerazioni che includono la necessità di un'attenta rivisitazione di certi "luoghi comuni", che troppo spesso si trovano nei trattati di antropologia. È un "luogo comune", infatti, che l'antropologia sia una disciplina e una trattazione tra le più recenti nell'ambito degli studi teologici. Invece, come emerge dallo stesso titolo dell'opera, a parere dell'Autore una sistematica riflessione sull'uomo è riscontrabile già nella teologia dei secoli XVI-XVII, grazie allo sforzo di alcuni teologi appartenenti alla tradizione della Riforma. Attraverso una documentata indagine, Novotný si preoccupa di mostrare che la teologia cattolica non ha seguito la suddivisione proposta dalla teologia della Riforma. Dato che la teologia cattolica non ha avviato il confronto con l'anthropologia sacra, questa proposta di sistematizzazione dell'antropologia luterana rappresenta ancora oggi, per molti studiosi cattolici, un capitolo di storia quasi del tutto sconosciuto e certamente non approfondito. Il volume di Vojt?ch Novotný offre un primo significativo rimedio a tale situazione». (dalla Prefazione di mons. Enrico dal Covolo)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dalla parola al silenzio"
Editore: Chirico
Autore: Cicchese Gennaro
Pagine: 104
Ean: 9788863620894
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il silenzio non consiste nel semplice vuoto di rumori, ma è un'assenza/presenza di "qualcosa" ("silenzio parlante"), di parole già dette e di parole taciute. Il silenzio è colto come la capacità di sospendere la parola per fare deserto, espressione altrettanto eloquente quanto quella del linguaggio parlato. Se oggi il rumore impera, riscoprire il senso delle "parole non-dette" (silenzio) è di estrema importanza per progredire sul versante dell'essere contro il frastuono dell'apparire e la chiacchiera insignificante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Essere persona"
Editore: Armando Editore
Autore: Antonio Malo
Pagine: 400
Ean: 9788866774143
Prezzo: € 35.00

Descrizione:

Se analizziamo la posizione dell'uomo nel Cosmo osserviamo che il modo di abitare la Terra e di essere in relazione con le altre realtà manifesta una trascendenza non solo nei confronti del proprio pianeta, ma anche dell'intero Universo. C'è bisogno, di un'analisi dell'uomo sia nella sua struttura materiale, organica e vivente, sia nelle sue relazioni con le altre realtà. Attraverso l'analisi dell'uomo, questo saggio tenta dunque non soltanto di confrontare le proprietà dei diversi esseri nel mondo, in modo particolare i viventi, ma soprattutto di stabilire qual è l'essenza dell'esistenza umana.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Figli di Dio nel mondo"
Editore: Edusc
Autore: O'callaghan Paul
Pagine: 740
Ean: 9788883333057
Prezzo: € 40.00

Descrizione:"Figli di Dio nel mondo" è un manuale di antropologia teologica strutturato in quattro parti. La prima tenta di chiarire il legame tra teologia, filosofia e scienza nei riguardi dell'uomo, e stabilisce il principio base del testo, enunciato dalla Gaudium et spes 22, "Cristo svela l'uomo all'uomo". La seconda parte studia la dottrina della grazia nelle varie fasi della storia della teologia: nella Sacra Scrittura, nella patristica (soprattutto in sant'Agostino), nel Medioevo, durante la Riforma protestante e nella modernità. La terza parte del trattato, che è quella centrale, espone in modo sistematico la dottrina della grazia nel battezzato come presenza vivificante di Dio nell'uomo, con cui questi diventa figlio di Dio, fratello, amico e discepolo di Gesù Cristo, tempio dello Spirito Santo. Qui è considerata anche la dinamica delle virtù teologali, la relazione tra grazia e libertà umana, e il ruolo della Chiesa e dell'apostolato cristiano nella comunicazione della grazia. L'ultima parte considera diversi aspetti filosofici della vita dell'uomo alla luce della rivelazione divina: l'unione anima/corpo, l'uomo come essere libero, storico, sociale, sessuale, lavoratore. Infine si considera l'uomo come persona, il contributo più prezioso che il cristianesimo abbia dato al pensiero umano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il filo d'erba"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Paolo De Benedetti
Pagine: 64
Ean: 9788837222987
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Una teologia della creatura oggi non può non guardare, a occhi spalancati, dentro il cuore pulsante del vivente. L'idea che un filo d'erba possa vibrare di sensibilità entrando in viva relazione con il mondo umano emerge dalla novella di Luigi Pirandello, Canta l'Epistola.E solo una teologia come quella di Paolo De Benedetti è capace di cogliere la creaturalità di una bellezza deperibile e inerme come quella di un filo d'erba. Non in virtù di una sensibilità ecologica estesa anche alle cose inanimate - un sentimento pur lodevole che oggi però è abbastanza diffuso, almeno nelle anime più avvertite - ma in virtù di una precisa lettura della Parola biblica, che interpreta la storia a partire dal basso, dall'infimo, dal perdente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristianesimo e antropologia. La promessa e la croce"
Editore: Giappichelli
Autore: Isoardi Carlo
Pagine: 224
Ean: 9788834829165
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mondo dell'antropologia"
Editore: Il Mulino
Autore: Hannerz Ulf
Pagine: 272
Ean: 9788815240316
Prezzo: € 26.00

Descrizione:

Al libro cui sembra affidare il senso ultimo della propria esperienza di vita e di lavoro Hannerz ha dato un titolo che allude a un duplice mondo. Da una parte, il mondo "interno" dell'antropologia. L'autore guarda qui alle vicende di una disciplina che, avendo per oggetto addirittura la specie umana, si è trovata a occupare la posizione non sempre confortevole del crocevia, e a svolgere la funzione non sempre commendevole dell'ingrediente universale. Dall'altra parte, il mondo "esterno" che l'antropologia si sforza di conoscere e decifrare nelle sue continue trasformazioni. E dunque, di che cosa devono occuparsi nel nostro tempo gli antropologi? A chi si rivolgono? Come viene inteso, e magari frainteso, ciò che dicono? Si condensa in queste pagine, che rimandano a quelle di Clifford Geertz e di Mary Douglas, la convinzione che mai come oggi della prospettiva antropologica abbiamo bisogno, perché meglio di ogni altra può aiutarci a capire - a interpretare - un mondo globale dove i mondi locali rifiutano tenacemente la sottomissione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU