Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Antropologia Teologica



Titolo: "Spiritualità"
Editore: Il Mulino
Autore: Philip Sheldrake
Pagine: 138
Ean: 9788815266422
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Se è vero che l'uomo è un essere che crea visioni e non semplicemente un animale che fabbrica utensili, possiamo dire che il termine spiritualità, al di là delle appartenenze religiose o dei contesti storici, esprime l'idea che la vita umana vada oltre la biologia. È la nostra natura di esseri umani a farci ricercare non solo la soddisfazione materiale o il primato intellettuale, ma un livello più profondo di significato e di realizzazione. Nell'attuale declino delle forme di religione tradizionali, il libro si propone di indagare l'importanza delle pratiche spirituali per la "fioritura umana".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A tavola con Dio e con gli uomini"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788834331897
Prezzo: € 20.00

Descrizione:I saggi di questo libro, frutto dell'omonimo convegno tenutosi in occasione di Expo Milano 2015, mettono in luce come, nell'esperienza umana, il cibo sia sempre più di un semplice nutrimento dei bisogni del corpo, rivestendo importanti significati culturali e sociali rispetto ai quali, in particolare, le religioni hanno da sempre elaborato una moltitudine di simboli, prescrizioni e ritualità che formano comunità e danno senso al faticoso cammino della vita. Inoltre l'esplorazione del patrimonio espresso dalle tradizioni religiose intorno all'alimentazione, in particolare considerando le sue trasformazioni in contesti moderni e secolarizzati, crea l'occasione per un dialogo aperto e condiviso non solo sul senso delle nuove ritualità secolari, dei nuovi tabù e del significato sociale dei disturbi alimentari, ma anche sul rinnovato senso umano del pasto, dell'ospitalità e della giustizia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Girotondo in cucina"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore:
Pagine: 122
Ean: 9788820998882
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'enciclopedismo che riguarda temi così variegati come religione, letteratura e gastronomia potrebbe dare l'idea di un libro teorico, ma quello che questo volume propone è invece un racconto corale, con voci, memorie e letture che c'intrecciano con incisi autobiografici. Già la parola "girotondo" nel titolo è indizio di una narrazione che ruota intorno alla storia millenaria della creazione e della cultura in tutte le sue forme, compresa quella di un grande Chef come Filippo La Mantia, con la leggerezza della divagazione e il rigore della ricerca.L'ambizione di chi scrive è proprio quella di cogliere anche nelle più minute cose lo spirito del mondo, la molteplicità delle relazioni tra saperi e sapori diversi, la complessità del tempo in cui viviamo, il valore della memoria, la tutela della bellezza e la fraternità, senza distinzioni di censo, che dovrebbe unire tutti gli uomini. Per questo motivo gli autori citati sono chiamati in causa come amici di un tempo unico che sfugge alla cronologia, nel quale la scienza dell'alimentazione e la storia sacra, la letteratura colta o popolare diventano il diario intimo di un convivio in cui si servono anche "vivande" come risarcimento d'identità per chi non ha voce in capitolo e fiato per chi è già in cammino verso l'ultima Terra promessa, oltre le nubi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I simboli nelle grandi religioni"
Editore: Jaca Book
Autore: Ries Julien
Pagine: 271
Ean: 9788816371583
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

La ricerca comparata ha permesso di rilevare l’importanza dei simboli e del simbolismo in ogni forma di celebrazione cultuale. Agli occhi di Mircea Eliade – iniziatore di questo metodo – gli innumerevoli gesti di consacrazione rivolti agli spazi, agli oggetti, agli uomini – cioè la simbolica del rito – sono per l’homo religiosus il modo di riferirsi a un archetipo in grado di conferire forza ed efficacia alle sue azioni. Ogni rituale ha un modello divino. Proprio Eliade ha aperto nuovi orizzonti nella ricerca, non puramente fenomenologica delle varie religioni, ponendo a tema l’homo religiosus. Si tratta di esplorare il pensiero, la coscienza, il comportamento; è l’ermeneutica del messaggio dell’homo religiosus a esser messa in movimento. Ma il sacro, che appartiene a un ordine diverso dall’ordine naturale, non si presenta mai allo stato puro: si manifesta per mezzo di esseri, oggetti, miti o simboli. Attraverso la ierofania l’uomo coglie l’irrompere del sacro nel mondo e prende coscienza dell’esistenza di una realtà trascendente che imprime al mondo la sua dimensione di compiutezza. Il simbolismo realizza la permanente solidarietà dell’uomo con il sacro: nella vita dell’homo religiosus il simbolo viene a compiere una funzione rivelatrice in grado di attribuire nuovo significato all’esistenza.

 

JULIEN RIES (1920-2013), è lo storico belga delle religioni mediorientali che ha dato vita a un nuovo campo del sapere, quello dell’antropologia religiosa fondamentale. Ha organizzato e diretto il Trattato di Antropologia del Sacro, in dieci volumi edito da Jaca Book. Presso Jaca Book è in corso di pubblicazione anche la sua Opera Omnia .



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve storia della pioggia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Alain Corbin
Pagine: 64
Ean: 9788810555538
Prezzo: € 9.00

Descrizione:L'acqua che cade dal cielo «fa viaggiare l'anima», ma rende impraticabili i percorsi dei cavalieri erranti, complica le guerre, fa ritardare gli amori; invocata in tempi di siccità, la pioggia provoca anche la paura dell'eccesso, delle alluvioni e dei diluvi. Stendhal la detesta, Baudelaire ne fa una componente dello spleen, i diaristi la intrecciano con le lacrime, i sovrani e i capi di Stato ne fanno un uso politico, rinunciando all'ombrello nelle cerimonie ufficiali per condividere con il popolo anche le avversità atmosferiche.È solo alla fine del Settecento che la sensibilità individuale ai fenomeni meteorologici si intensifica; lo sforzo di guardare in alto per cogliere i segni della collera divina o dell'intervento diabolico, associato alle pratiche dell'invocazione religiosa, viene vanificato nel secolo successivo dalla «secolarizzazione del cielo» e poi dalle previsioni meteo. Una lunga storia che Alain Corbin riassume nel libro, con l'avvertenza, sulla scia di Roland Barthes, che «niente è più ideologico del tempo che fa».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Informazione come struttura"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Gian Luigi Brena
Pagine: 216
Ean: 9788825043150
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Riflessione dell'autore sulla necessità, oggi, per l'antropologia filosofica estesa a tutte le dimensioni dell'esperienza umana e al dialogo tra i popoli, di ripercorrere le tappe della scienza moderna, che ha diffuso una mentalità dominata dalle scienze naturali e non ha saputo riconoscere un posto adeguato al "senso umano" nella sua ricchezza di dimensioni, compresa quella culturale e religiosa. Alla filosofia il compito di integrazione dei saperi e di responsabilità per la società globale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo e Dio simili nel Mistero"
Editore: Graphe.it Edizioni
Autore: Saverio Finotti
Pagine: 164
Ean: 9788897010999
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Oggetto dell'antropologia teologica è lo studio dell'uomo nella sua relazione dialogica con Dio. L'antropologia teologica si propone all'attenzione sia come disciplina che come vocazione, intesa nei termini di chiamata alla vita vera. Intorno alla definizione di disciplina va specificato che, in quanto antropologica, pone l'uomo al centro del suo interesse e, in quanto teologica, riconosce Dio come fondamento della sua indagine; essa infatti ha le sue radici proprio nella Sacra Scrittura e specialmente nella Rivelazione. La mistica si offre come luogo d'approdo più appropriato per un percorso antropologico che contempli la persona come incontro-dialogo con Dio, nella consapevolezza di una vocazione ontologica che accomuna l'uomo e il suo Creatore in un rapporto profondo d'amore; del resto la mistica considerata in tutta la sua ricchezza, è il nucleo centrale della fede cristiana, della spiritualità e della teologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mito"
Editore: Jaca Book
Autore: Petrosino Silvano
Pagine: 240
Ean: 9788816305595
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume raccoglie gli interventi e altri saggi relativi al quinto Seminario Internazionale organizzato nel novembre 2014 dall’Archivio "Julien Ries"per l’antropologia simbolica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano). «Il mito riferisce avvenimenti che risalgono alle origini, nel tempo primordiale e favoloso degli inizi. Così facendo, esso si riferisce a realtà che esistono nel mondo e di cui esso spiega le origini: cosmo, uomo, piante, animali, vita. Parlando dell’intervento di Esseri soprannaturali, esso descrive l’irruzione del sacro nel mondo» (J. Ries). L'Archivio «Julien Ries» per l'antropologia simbolica ha dedicato il Seminario internazionale 2014 al tema del mito come strumento di mediazione narrativo-simbolica tra lo spazio dell’umano e l’apertura del sacro, centrale nell’opera del grande studioso belga. Il Seminario ha inteso indagare il tema del Mito sia in relazione ad ambiti antropologico-culturali a esso tradizionalmente legati come la religione e la filosofia, sia proporre una lettura degli aspetti «mitici» o «mitologici» che agiscono inconsapevolmente in alcune manifestazioni della cultura e della società contemporanee.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia e questioni di genere"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine: 176
Ean: 9788825042597
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Di che cosa stiamo parlando quando sentiamo discutere, criticare o polemizzare introno alla "differenza di genere"? Perché è qui che va posta l'attenzione e la comprensione della questione. La cosiddetta "Gender Theory" è solo uno degli aspetti e dei versanti del dibattito attuale, ancorchè il più discutibile e contestabile. La monografia cerca di ricondurre il problema nei termini più precisi, veritieri e puntuali all'interno di una cornice sociolgica, antropologica, biblico-teologica maggiormente definita. Notevoli le ricadute sul versante educativo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «grammatica» dell'umano oltre il «gender»"
Editore: Studium
Autore: Calogero Caltagirone
Pagine: 192
Ean: 9788838244186
Prezzo: € 16.50

Descrizione:L'attuale contemporaneità è caratterizzata dalla persistente e pervasiva messa in discussione dei costitutivi antropologici fondamentali. La «grammatica» dell'umano, che, strutturalmente, si dà nell'identità differente del maschile e del femminile, viene continuamente disarticolata dal diffondersi delle teorie del gender che determina lo stravolgimento del proprium dell'umano. Il presente lavoro, intendendo offrire coordinate per ritessere il tessuto antropologico ed etico nella contemporaneità, opera una ripresa e un approfondimento del tema con lo scopo di riproporre la «normatività» autentica della «grammatica» dell'umano, la quale, fondata sulla significazione della differenza del maschile e del femminile, individua nella reciprocità la dimensione antropoetica fondamentale del costituirsi e relazionarsi umano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contro gli idoli postmoderni"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Pierangelo Sequeri
Pagine: 104
Ean: 9788867085040
Prezzo: € 12.00

Descrizione:La denuncia del degrado civile indotto dai modelli culturali della società dei consumi e dello spettacolo, dell'eterna giovinezza e del denaro facile, è pressoché unanime. Guai però a chi è colto nel flagrante delitto di credere che questo indebolimento del pensiero non ci rappresenti affatto; e che forme di reazione determinata ai suoi presupposti siano realmente praticabili. Dove il logos perde forza, la reazione a catena del polemos (della guerra, della violenza, dell'aggressività di tutti contro tutti) guadagna terreno e si fa incontrollabile. Nel deserto del suo abbandono, il popolo si rassegna a falsi vitelli d'oro. In un mondo che rimane senza l'audace e creativa testimonianza dell'umanesimo cristologico di Dio, il politeismo degli dèi razzisti e corporativi occupa la scena. Lo svuotamento dell'Incarnazione fa regredire la religione e l'umanesimo.C'è insomma del lavoro urgente da fare: riguarda beni di prima necessità per l'ominizzazione, che il mercato ha dismesso. Chi ha qualcosa da dare e voglia di lavorare, a qualsiasi popolo appartenga, sarà bene accetto. Questo libro, quasi in forma di «manifesto», offre il suo contributo. Non si limita a criticare gli idoli: per ognuno di essi, cerca di immaginare le contromosse necessarie. Quelle che già ora sono possibili, se ci crediamo veramente come diciamo. Noi, popoli cristiani d'Occidente, abbiamo meritato le conseguenze di questa ricaduta nel paganesimo. Ma ci è consentito un soprassalto di orgoglio: possiamo smascherare l'incantesimo della cultura nichilistica che pretende di rappresentarci, e aprire mille luoghi di liberazione. Ci sono rimasti assai più di dieci giusti, per convincere Dio, in favore delle generazioni che vengono, che non siamo così indegni dei doni ricevuti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia cristiana e medicina canonistica"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Cristiano Barbieri
Pagine: 284
Ean: 9788820997694
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Gli studi raccolti all'interno del presente volume da Cristiano Barbieri affrontano le due polarità dell'antropologia cristiana e della medicina legale canonistica sul matrimonio, con riferimento alle problematiche psicologiche e psichiatriche. Le riflessioni proposte non intendono porre la parola "fine" ad un dibattito ancora aperto e che, per certi aspetti, non può che rimanere sempre aperto, posta la dinamicità che la ricerca scientifica ha in ogni campo, in quello delle scienze naturali così come in quello delle scienze umanistiche. Esse, tuttavia, costituiscono un utile contributo per quel dialogo tra canonisti e medici che può essere realmente fruttuoso nella misura in cui, appunto, si muove all'interno della medesima visione antropologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Uomo e la donna. Dalla Genesi all'Apocalisse"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Yves Simoens
Pagine: 248
Ean: 9788810403082
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La relazione fondamentale tra l'uomo e la donna costituisce il punto di partenza di un'antropologia biblica e cristiana. La Genesi celebra come un canto il fatto che Dio è in se stesso relazione e i libri profetici celebrano l'alleanza mediante la simbologia del Signore-Sposo e del popolo-sposa. I testi di Isaia, Ezechiele, Geremia, Osea e Zaccaria rivelano la fedeltà di Dio, mai vinta dall'infedeltà della sua eletta, mentre il Cantico dei Cantici corona lo sviluppo della relazione fra l'uomo e la donna facendone il luogo di una lode che non risparmia  né la sofferenza né la prova del male. Il racconto dell'annunciazione nel Vangelo di Luca serve da portico di ingresso nel Nuovo Testamento. La sua tela è intessuta di reminiscenze esplicite e implicite dell'Antico, che porta in sé una pienezza di cui si attende il compimento. I Vangeli di Luca e di Giovanni, con l'Apocalisse al termine delle Scritture, ne offrono mediazioni equilibrate: il Signore dell'alleanza dona vita in pienezza grazie alla fine dei tempi anticipata nell'incarnazione e nella pasqua di Cristo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Giovanni Ancona
Pagine: 96
Ean: 9788839908889
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Dire l'uomo è un'operazione difficilissima, estremamente complessa e misteriosa. Nessun sapere sarà in grado di fornire risposte esaustive, soddisfacenti, capaci di esaurire una volta per tutte l'interrogativo fondamentale circa l'identità antropologica e il suo destino. Dell'uomo si possono dire solo dei "minimi antropologici", che stimolano la ricerca nei suoi percorsi interpretativi. Tali "minimi antropologici" vengono qui declinati secondo una griglia di temi (si potrebbe dire, nella forma di appunti), che costituiscono un timido tentativo di lettura dell'umano: i fenomeni che dicono l'esistenza umana nella concretezza del parlare, del conoscere e pensare, del lavorare, dell'amare, del soffrire e morire, del credere e sperare; l'interpretazione che dell'uomo viene offerta da alcuni saperi significativi (antropologia filosofica e culturale, neuroscienze, teologia); la presentazione di tre paradigmi del vivere concreto dell'uomo, che si offrono come orizzonti di "conquista" di una vita riuscita in pienezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Io e gli Altri"
Editore: Edusc
Autore: Antonio Malo
Pagine: 376
Ean: 9788883335556
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Nel leggere il titolo e sottotitolo di questo libro, forse qualcuno potrebbe sorprendersi che concetti così astratti come "identità" e "relazione" abbiano a che fare non solo con una realtà concreta e singolare come la corporeità umana, ma soprattutto con ciò di cui essa è condizione, ovvero l'Io, sorgente degli atti umani che rivelano persona. Il saggio vuole descrivere proprio il rapporto fra queste realtà, apparentemente così lontane le une dalle altre, perché - e questa è la tesi centrale - l'origine ed il destino della libertà umana si trova nella relazione con altre persone.A partire da questa tesi l'autore traccia una storia filosofica dell'identità in tre tappe fondamentali: la visione dell'identità come corporeità razionale, che corrisponderebbe al principio d'individualizzazione della metafisica classica ovvero alla materia signata quantitate; la visione moderna dell'identità come autocoscienza; e, infine, la visione post-moderna del rifiuto dell'identità e della sua sostituzione con le differenze. La tesi proposta in questo saggio tiene conto della verità parziale contenuta in questi modi di concepire l'identità. Secondo l'autore, l'identità non è costituita solo da corporeità, autocoscienza, ma anche dalle differenze, specialmente dall'alterità, anzi essa è presente in ognuna delle sue relazioni. Psicologia, neuroscienze e sociologia sono alcune delle discipline da cui si prende spunto nel tentativo di confermare la validità di questa tesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natura e ragione. Saggi di Antropologia"
Editore: Edusc
Autore: Robert Spaemann
Pagine: 116
Ean: 9788883335549
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Chiedersi che cos'è l'uomo è diventato difficile in un'epoca come la nostra, caratterizzata da una visione scientista del mondo. La scienza moderna si è, infatti, proposta di considerare ogni realtà naturale semplicemente come oggetto per poter così sottomettere ogni cosa al potere dell'uomo. Ma dopo aver tolto alla natura ogni somiglianza con l'umano, lo scientismo pretende di dire all'uomo che anche lui non è altro che una parte di quella stessa natura: «Così parlare di sé come di un uomo finisce per apparire all'uomo stesso come una caduta nell'antropomorfismo».In questa situazione Robert Spaemann vuole tornare a porre la domanda sull'uomo rifiutando il riduzionismo scientista ma senza accontentarsi neppure di un'antropologia filosofica che ne ignori semplicemente la sfida. La chiave di un'antropologia adeguata sta per Spaemann in un'idea di natura che ne colga il carattere teleologico e in un'idea di ragione che non dimentichi il rapporto che c'è tra questa e la natura. Sono queste le idee sviluppate nei quattro saggi che costituiscono il presente volume. Dopo aver riflettuto nel primo saggio sul modo in cui la nozione di natura umana può sfuggire al sempre risorgente dualismo di "natura" e "spirito", l'autore nel secondo saggio rivolge la sua attenzione alla teoria dell'evoluzione. Confrontarsi con questo tema appare infatti necessario per un'antropologia che accetta il dialogo con la scienza. Spaemann si chiede che cosa la teoria dell'evoluzione sia in grado di spiegare e in che senso l'evoluzionismo sia incompatibile con l'immagine che noi ci facciamo di noi stessi. Soltanto alla luce di una concezione adeguata della natura umana diventa comprensibile la nozione di dignità dell'uomo di cui tratta il terzo saggio. L'ultimo saggio affronta il rapporto di natura e ragione, mostrando come la nozione di natura sia ambigua: ciò che è "conforme alla natura" non è ciò che è "allo stato naturale". Ciò che caratterizza l'uomo come essere ragionevole è però proprio la capacità di riconoscere l'altro nella sua realtà aprendosi a lui nell'amore.Nell'insieme, il volume costituisce una stimolante introduzione alle questioni fondamentali di un'antropologia filosofica che scopre di non poter fare a meno di incontrarsi con l'etica e con la metafisica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elogio del patrimonio"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Giovanni M. Flick
Pagine: 160
Ean: 9788820997939
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il nuovo volume del professor Giovanni Maria Flick, Elogio del patrimonio. Cultura, arte, paesaggio contiene molteplici riflessioni sul passato e sul futuro della cultura alla luce di un presente quanto mai complesso. L'autore, non abbandona il concetto di dignità da lui declinato all'interno del precedente volume Elogio della dignità ma lo amplia rafforzando il concetto legato all'importanza di un dialogo tra passato e futuro, fondato sulla cultura, al fine di poter vivere oggi la realtà di tutti i giorni. Il nostro presente, all'interno di queste pagine, è premessa e condizione della nostra dignità. Sia quella che spetta a tutti noi - cittadini e stranieri - in astratto, in quanto persone. Sia quella che spetta a ciascuno di noi - cittadino o straniero - in concreto, nello svolgimento della propria personalità attraverso gli ostacoli di ordine economico e sociale che ne impediscono il pieno sviluppo e ne limitano la libertà e l'eguaglianza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Miti d'origine"
Editore: Feltrinelli
Autore: Girard René
Pagine: XXIX-156
Ean: 9788807887444
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Al contrario dell'antropologia moderna, che va il più lontano possibile, verso le "culture altre", il discorso antropologico di Girard si concentra su ciò che è più vicino e a portata di mano. Girard difatti non pone distinzioni fra le diverse culture, in quanto le ritiene parte di una stessa umanità fatta della medesima stoffa antropologica. Anche per questo non c'è bisogno di nessun "lavoro sul campo", visto che i testi di riferimento si trovano anzitutto all'interno della nostra tradizione culturale: i tragici greci, la Bibbia, Shakespeare, il romanzo moderno. I miti d'origine raccolti in questo volume, una serie di saggi apparsi nel tempo in diverse antologie, approfondiscono e chiariscono l'analisi condotta nelle sue opere maggiori. Il mito ha un ruolo centrale nella teoria girardiana del "capro espiatorio". È il momento finale, di sistematizzazione narrativa del dramma appena compiutosi all'interno della comunità: un processo di trasformazione del presunto colpevole in eroe o dio (sacro in quanto purificato). Insomma, l'ordine culturale umano scaturisce dalla ritualizzazione del sacrificio iniziale, e il mito quindi non è altro che il resoconto di quell'evento fondativo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La scena umana"
Editore: Jaca Book
Autore: Petrosino Silvano
Pagine: 156
Ean: 9788816371422
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Costruito attorno al rapporto che per più di trent’anni ha visto coinvolti, tra obiezioni e critiche talvolta severe ma soprattutto attraverso una sorprendente solidarietà, Derrida e Lévinas, questo libro si concentra sul soggetto umano della cui esperienza si propone di evidenziare i tratti essenziali. Evitando, da una parte, il tono apocalittico di molto anti-umanesimo contemporaneo che spesso si è compiaciuto di celebrare l’era delle fini (morte di Dio, fine della verità, della storia, del soggetto, ecc.) ma, d’altra parte, prendendo anche le distanze da quella facile retorica umanistica che spesso si è accontentata di ripetere le parole d’ordine dell’Anima, dello Spirito, della Persona,ecc., il testo di Petrosino arriva a delineare un’originale antropologia filosofica all’interno della quale la scena umana emerge come quella di un dramma irriducibile tra la pulsione a distruggere e la chiamata ad accogliere.

SILVANO PETROSINO insegna Teorie della Comunicazione eAntropologia religiosa e media presso l’Università Cattolicadi Milano. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo: Soggettivitàe denaro. Logica di un inganno (Jaca Book 2012), Le fiabe non raccontano favole. Credere nell’esperienza(il nuovo melangolo 2013), Elogio dell’uomo economico(Vita e Pensiero 2013), L’idolo. Teoria di una tentazione. Dalla Bibbia a Lacan (Mimesis 2015), Il sacrificio sospeso. Per sempre (Jaca Book 2000, ult. rist. 2015).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Io insoddisfatto"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Adriano Pessina
Pagine: 240
Ean: 9788834328330
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Di che cosa, o di chi, siamo insoddisfatti? Consumatori di immagini, perennemente collegati con una solitudine affollata in cerca di relazioni, partecipiamo di una continua trasformazione delle nostre esperienze. La memoria digitale supplisce alla fragilità dei nostri ricordi, la rete ci permette di condividere emozioni e parole senza la mediazione del corpo, del luogo e del tempo, le biotecnologie modificano il come e il quando del generare e del morire; medicina, biologia, farmacologia prospettano l'avvento di quella grande salute che non è solo liberazione dalla malattia e dalla sofferenza, ma dal fardello di una finitezza che non è mai all'altezza del desiderio. Partendo dal tema dell'io e della soggettività, nell'incrocio tra domanda di felicità e offerte del mercato globale, il testo affronta il tema dell'insoddisfazione nella società ?del benessere e dell'efficienza'. Dall'uso quotidiano delle tecnologie informatiche alle più recenti proposte di miglioramento, di sé e delle future generazioni, ottenibili grazie a interventi di stampo medico o farmaceutico, il dislivello permanente tra desiderio umano e mondo dei possibili offerto dalla tecnologia e dal suo mercato traccia un nuovo volto della perfezione: un ideale che sembra a portata di mano e che è sorretto da teorie che prospettano il futuro di una nuova umanità. Uscendo dall'alternativa tra bioconservatori e post-umanisti, si apre allora di nuovo la domanda sullo specchio nel quale l'io potrà ritrovare il suo autentico volto. Tra Prometeo e Dio, la questione dell'io non trova facili risposte e richiede la pratica di un tempo per pensare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il male: perché?"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Giuseppe Summa
Pagine: 112
Ean: 9788898264704
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

Il male fisico, il male morale, il male metafisico, la sofferenza degli uomini e la sofferenza di Dio, sono gli argomenti scottanti di questo libro, tutti argomenti difficili, illimitati, pericolosi; tuttavia l'autore li affronta in modo semplice e accattivante, per cercare di giungere ad una conoscenza più profonda dell'essere umano e del problema del male.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione all'antropologia simbolica"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Davide Navarria
Pagine: 160
Ean: 9788834331132
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Il libro rappresenta la prima ricognizione, in ambito italiano, dell'antropologia simbolica o religiosa. Oltre a fornire una dettagliata ricostruzione di alcuni cardini fondamentali delle prospettive filosofico-antropologiche dei tre autori di riferimento (Mircea Eliade, Gilbert Durand e Julien Ries), il volume propone una visione sintetica della disciplina, ponendosi sia come introduzione alla stessa sia come originale riflessione sul suo statuto. Introduzione all'antropologia simbolica. Eliade, Durand, Ries è dunque rivolto al lettore che si avvicina per la prima volta all'oggetto, così come allo specialista (antropologo, storico, filosofo o sociologo delle religioni) interessato a considerare e approfondire un punto di vista inedito e ulteriore in relazione alla propria disciplina.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo e Donna. Considerazioni sull'Antropologia Duale"
Editore: Edusc
Autore: Marta Brancatisano
Pagine: 134
Ean: 9788883335396
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Uno sguardo ricognitivo sul mondo rivela come, accanto a condizioni economiche diversificate alla radice dell'identità dei vari paesi, della loro cultura e della loro politica, ha un posto importante il modo in cui si concepisce, si valuta e si vive la relazione tra uomo e donna, con i conseguenti legami e le implicazioni sociali che da essa derivano. I repentini cambiamenti sociali e l'evolversi delle forme di interazione umana, hanno portato alla odierna emergenza antropologica: conoscere l'uomo comporta oggi una ricerca più ampia di quella intrapresa da Diogene. Uomo e donna sono in cerca di identità, e la conoscenza della loro relazione è la via per affrontare una prospettiva esistenziale la cui valenza è vitale e attende ancora di essere dispiegata. Se il messaggio, nonché il senso, di tutta la rivelazione cristiana è l'amore che Dio infonde in ogni cosa creata, in una prospettiva realistica e non virtuale è necessario riconoscere alla relazione uomo-donna una centralità strutturale rispetto a tutto il creato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sciamane"
Editore: Verdechiaro Edizioni
Autore: Giovanna Lombardi
Pagine: 208
Ean: 9788866232520
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Gli archeologi e gli antropologi moderni hanno trovato innumerevoli reperti che dimostrano come da 25.000 fino a 5.000 anni fa esistesse una società pacifica, matriarcale e matrilineare, che venerava una Dea. Alle donne era permesso esprimere se stesse, occupavano posizioni di rilievo nella società e avevano la completa gestione del proprio corpo e della propria sessualità. Nessun ruolo le schiacciava e le confinava in alienanti gabbie sociali: non esisteva il concetto di coppia, né il matrimonio, né il possesso dell'altro, né, di conseguenza, l'adulterio e le relative penalizzazioni. Cos'è successo? Come si è potuti arrivare a una società in cui gli uomini dettano legge, una legge fatta di sessismo, sopraffazione e guerra? Giovanna Lombardi ci accompagna in questo viaggio di scoperta del culto della Dea Madre, dei suoi misteri e delle sue verità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il prisma dell'umano all'incrocio dei saperi"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine: 136
Ean: 9788846510471
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

La metafora del prisma, impiegata per descrivere la realtà umana, ci ricorda che quest'ultima è plurale non solo nelle sue manifestazioni, bensì nel suo stesso essere, e suggerisce la necessità della ricerca dell'unità profonda dell'uomo, che nasce dalla sua peculiarità e specificità rispetto al mondo e a Dio. Tale ricerca non può essere affidata ad un solo ambito del sapere, ma deve coinvolgere approcci, metodologie, competenze diversificate e plurali e al tempo stesso capaci di dialogare fra loro soprattutto nel tentativo di una faticosa e difficile interdisciplinarità. Il tavolo di lavoro, che ha visto per più di un anno impegnati esperti e ricercatori di diverse discipline sulla domanda sull'uomo, offre ora un primo risultato delle ricerche e dei dialoghi, come contributo al cammino della Chiesa italiana sul nuovo umanesimo che si genera dalla fede in Cristo Gesù. Il percorso, che comincia con una riflessione teologica sul destino dell'uomo, ha assunto il "corpo" come dimensione a partire dalla quale pensare la persona nella sua integralità. Questa prospettiva si è quindi confrontata con quelle dell'etologia, delle neuroscienze, delle nuove tecnologie e della filosofia, concludendosi con un glossario che si auspica possa essere di aiuto al lettore per meglio comprendere ed interpretare non tanto il contenuto di un testo, quanto la propria realtà umana individuale e comunitaria.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU