Libreria cattolica

Libri - Antropologia Teologica



Titolo: "Abramo e l'educazione divina"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: André Wénin
Pagine: 280
Ean: 9788810206713
Prezzo: € 36.50

Descrizione:La tradizione ebraica presenta la storia di Abramo come una serie di dieci prove divine che gli consentono di apprendere l'obbedienza e di diventare un uomo di fede. Questo disegno, che non emerge direttamente dal testo della Genesi, ma prende forma nel midrash, indica un elemento fondamentale della narrazione biblica: la presenza di YHWH in tutto il percorso del patriarca, da quando lascia la sua terra fino all'incontro sulla montagna del sacrificio. L'esegesi classica non avrebbe mai colto questa costante dal momento che affida gli elementi unificanti della storia di Abramo al filo rosso delle due grandi promesse divine che riguardano la discendenza e la terra. In realtà, ciò che unisce profondamente gli episodi a volte diversi di questa storia è il rapporto che YHWH intesse pazientemente con Abramo; è al cuore di questa relazione che il patriarca acquisisce gradualmente la sua consistenza umana e spirituale apprendendo il significato della spoliazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cani di paglia"
Editore: Ponte alle Grazie
Autore:
Pagine:
Ean: 9788868337087
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L’uomo è un animale come tutti gli altri, questa è la difficile eredità di Darwin, un’eredità che risulta ingombrante non solo per gli umanisti o i cristiani ma anche per tutti coloro che non rinunciano all’idea di poter governare razionalmente, consapevolmente il cammino evolutivo dell’umanità. Cadute le illusioni delle utopie politiche, svanita la fede in un aldilà ultraterreno, l’antico slancio prometeico alimenta oggi i sogni della tecnologia e della scienza. Scegliere il proprio patrimonio genetico, aspirare all’immortalità criogenica, rinunciare al corpo per entrare nella realtà virtuale: i miti sono in fondo gli stessi, segnati dall’inevitabile fede nella libertà e dall’aspirazione al controllo totale di sé e del mondo. Ma libertà e controllo sono per Gray due fatali illusioni, radicate nell’illusione più grande di essere noi umani diversi dagli animali, che non hanno bisogno di scopi, finalità, progetti per stare al mondo. In compagnia dei grandi maestri dello scetticismo e del pessimismo occidentali, il viaggio letterario di Gray attraverso le stazioni della cultura moderna e contemporanea approda all’antica sapienza taoista, che ci apre le porte dell’accettazione del limite come possibilità di godimento pieno, ci insegna la natura dell’agire morale come gesto esatto e distaccato, ci mostra l’inconsistenza della nostra idea di realtà. Uno sguardo poetico come unico antidoto all'illusione più pericolosa, quella di poterci mai liberare dalle illusioni; un invito a guardare, con quieta vertigine, allo spettacolo della vita e a sentire in questo il compiersi del suo unico scopo possibile. «Una vera rarità, un’opera di filosofia contemporanea priva di gergo filosofico, accessibile e di importanza fondamentale per il mondo in rapida evoluzione nel quale viviamo». Will Self «Cani di paglia sfida tutte le nostre convinzioni su cosa voglia dire essere uomini, e ci mostra che tutte ci deluderanno. Chi siamo e perché siamo qui? Le risposte di Gray lasceranno la maggior parte di noi profondamente scossi. Una guida essenziale al nuovo millennio». J.G. Ballard «Il notevole libro di John Gray ci mostra cosa sarebbe la nostra vita senza la distrazione delle consolazioni». Adam Phillips

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un corpo per la comunione"
Editore: Lipa
Autore: Giulio Cesareo
Pagine:
Ean: 9788889667736
Prezzo: € 18.00

Descrizione:"In quanto mistero, l'essere umano non può mai essere 'definito'. Eppure c'è una via che ci permette di dire l'uomo, la via che Dio stesso ha preso per rivelarci chi siamo: il Figlio, Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo. Questo libro ha dunque scelto la via migliore per parlarci dell'uomo: partire da Cristo, dalla risurrezione per parlare dell'uomo, del corpo risorto. C'è un'antropologia che non parte da Cristo, ma dal fenomeno umano, e che per questo, senza rendere conto della fede nella risurrezione, inciampa nella questione del corpo, e dunque non garantisce l'unità di tutto ciò che è l'uomo" (dalla Presentazione).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il genere di Dio"
Editore: La Meridiana
Autore: Selene Zorzi
Pagine: 106
Ean: 9788861535695
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Di fronte al risveglio degli studi di genere, il tema talvolta è di che genere sia Dio padre. Ma Dio non ha sesso. La sua immagine va identificata piuttosto nella relazione. Nella persona umana l'energia affettiva (eros) è primaria. E Dio è Amore. Questo libro nasce dalla consapevolezza che quando l'Italia un giorno sgomenta svegliandosi ha scoperto che tutti parlavano del Gender, la Chiesa e la teologia si sono ritrovate spesso appiattite o ricondotte a posizioni di gruppi fondamentalisti. Il bisogno che ha generato queste pagine, seguite a confronti e dibattiti pubblici, è che la chiarezza dommatica, la spiegazione dei testi biblici, il rendere chiara la dottrina della Chiesa sia un servizio necessario per evitare che l'ignoranza, il non sapere cioè di questioni importanti che attingono all'umano come immagine del divino che è in ognuno, degeneri al punto da proclamare verità ciò che è invece solo confusamente ci viene dato di conoscere. Le questioni principali degli studi di genere a cui la teologia può offrire un contributo prezioso, sono in questo volume affrontate con un linguaggio semplice perché chiaro, supportato da studi sedimentati nell'autrice che ha il coraggio di sostare quando le risposte indicano il bisogno di una ricerca ancora aperta. Pagine che lette fino alla fine ci apriranno il cuore e la mente a una più corretta interpretazione di quell'essere, come creature, immagine del Creatore che sì ci fece maschi e femmine, ma soprattutto ci fece a sua immagine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Papa Francesco quale teologia?"
Editore: Cittadella
Autore: Piana Giannino
Pagine: 200
Ean: 9788830815575
Prezzo: € 13.90

Descrizione:Il volume propone un contributo all'approfondimento degli aspetti più significativi della visione teologica di papa Francesco. Risalendo alle matrici originali del pensiero del pontefice, gli autori intendono offrire gli strumenti per una comprensione più articolata dei documenti promulgati in questi primi anni di pontificato. I tre saggi che costituiscono il libro sono dedicati, rispettivamente, alla cristologia e all'antropologia, all'ecclesiologia e e all'etica: le discipline teologiche (e i plessi problematici) di maggiore rilievo nella riflessione di Francesco.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il conflitto delle pragmatiche nell'epoca del disincanto e delle multietnie"
Editore: Cittadella
Autore: Roberto Tagliaferri
Pagine: 186
Ean: 9788830815551
Prezzo: € 16.89

Descrizione:Nel terzo Millennio si sta consumando una terza svolta epocale nella storia del cristianesimo e una nuova risposta pastorale assume il carattere di urgenza. La prima svolta in epoca apostolica è stata la rinnovata coscienza della cattolicità per cui il Vangelo riguardava non solo gli Ebrei ma anche i pagani; la seconda è stata la torsione dall'escatologia imminente all'escatologia rimandata in cui, tra i tempi, la cristianità ecclesiale ha tentato di gestire la Gerusalemme della Terra con i criteri della Gerusalemme del Cielo. La terza svolta è in atto oggi, dopo il Vaticano II, e non riguarda solo la Chiesa ma anche il mondo laico secolarizzato, entrambi alle prese con la crisi della loro identità e con le altre culture che premono ai confini. Il libro tenta di dirimere il rapporto tra le principali pratiche laico-ecclesiali (la morale, il diritto, la religione, l'estetica artistica), mettendo in evidenza le loro interferenze. In questo "conflitto di pratiche", il rito può riservare sorprese positive per un'accettazione pubblica di valori condivisi. Nella crisi dell'Occidente, con le divisioni tra credenti e non credenti, tra occidentali e islamici, che tradiscono lo smarrimento di una deframmentazione senza fine di valori, memorie, autorità, credenze, il rito può davvero rivelarsi come una risorsa dimenticata da riproporre per pragmatiche condivise?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sciamane"
Editore: Verdechiaro Edizioni
Autore: Giovanna Lombardi
Pagine: 201
Ean: 9788866232773
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Gli archeologi e gli antropologi moderni hanno trovato innumerevoli reperti che dimostrano come da 25.000 fino a 5.000 anni fa esistesse una società pacifica, matriarcale e matrilineare, che venerava una Dea. Alle donne era permesso esprimere se stesse, occupavano posizioni di rilievo nella società e avevano la completa gestione del proprio corpo e della propria sessualità. Nessun ruolo le schiacciava e le confinava in alienanti gabbie sociali: non esisteva il concetto di coppia, né il matrimonio, né il possesso dell'altro, né, di conseguenza, l'adulterio e le relative penalizzazioni. I figli nascevano spontaneamente e tutta la comunità si faceva carico della loro educazione. In particolare, uomini e donne veneravano la Dea, una sorta di utero primordiale da cui tutto si è originato e che in ogni singola donna s'incarna. Si riteneva che la donna fosse il legame tra il microcosmo e il macrocosmo, si rispettava e si onorava come espressione della Dea. Cos'è successo? Come si è potuti arrivare a una società in cui gli uomini dettano legge, una legge fatta di sessismo, sopraffazione e guerra? Ci hanno fatto credere che l'unica responsabile della "caduta" sia stata una donna, Eva, che ha osato cogliere il frutto proibito della Conoscenza. Dalle più recenti ricerche emerge invece che i responsabili del cambio di paradigma sono stati proprio quegli uomini che hanno inventato la storia di Adamo ed Eva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La cultura della controcultura"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Alan Watts
Pagine:
Ean: 9788867085774
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Ne La cultura della controcultura, Alan Watts presenta le idee, i valori e la visione dell'uomo, della società e del mondo che hanno ispirato il movimento controculturale degli anni '60, descrivendone i profondi legami con le tradizioni filosofiche e spirituali dell'Oriente - quali l'induismo, il taoismo e il buddhismo - e con lo sciamanesimo delle tribù asiatiche e americane.Nella raccolta di conferenze che compongono il volume, Watts propone al lettore un paradigma alternativo attraverso il quale ripensare la vita. Alla visione egocentrica e miope dell'uomo occidentale, che lo porta a sentirsi estraneo al mondo e a piegarlo ai propri interessi, contrappone la visione dell'universo caratteristica del pensiero orientale e di molte forme di spiritualità animistica tribale, in cui l'esistenza umana viene concepita come parte integrante e armonica del tutto.Attraverso un'esposizione accessibile e discorsiva, ben argomentata e ricca di ironia e di sense of humour, colui che è stato uno dei massimi interpreti e divulgatori dell'Oriente in Occidente rende partecipe il lettore di una saggezza antica, ma ancora straordinariamente attuale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fare pace con la debolezza nemica e amica"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Gioa Francesco
Pagine: 296
Ean: 9788820999315
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La debolezza è insita in tutti gli esseri del creato, perché privi della perfezione dell'infinito. La natura dell'uomo è sintetizzata nel racconto biblico della creazione: Dio creò l'uomo dalla polvere e vi impresse la sua immagine divina. In lui coesistono il finito e l'infinito, la debolezza e la potenza. Dopo Fare pace con il tempo (LEV 2015) l'Autore in questo nuovo volume indica anche il sentiero da seguire per far pace con la debolezza, che può diventare una "forza" capace di cambiare radicalmente la vita: andare al di là del contributo offerto dalle scienze umane, ossia dalla ragione, per affidarsi al Dio della Bibbia, che è "il Dio dei deboli".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A tavola con Dio e con gli uomini"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788834331897
Prezzo: € 20.00

Descrizione:I saggi di questo libro, frutto dell'omonimo convegno tenutosi in occasione di Expo Milano 2015, mettono in luce come, nell'esperienza umana, il cibo sia sempre più di un semplice nutrimento dei bisogni del corpo, rivestendo importanti significati culturali e sociali rispetto ai quali, in particolare, le religioni hanno da sempre elaborato una moltitudine di simboli, prescrizioni e ritualità che formano comunità e danno senso al faticoso cammino della vita. Inoltre l'esplorazione del patrimonio espresso dalle tradizioni religiose intorno all'alimentazione, in particolare considerando le sue trasformazioni in contesti moderni e secolarizzati, crea l'occasione per un dialogo aperto e condiviso non solo sul senso delle nuove ritualità secolari, dei nuovi tabù e del significato sociale dei disturbi alimentari, ma anche sul rinnovato senso umano del pasto, dell'ospitalità e della giustizia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spiritualità"
Editore: Il Mulino
Autore: Philip Sheldrake
Pagine: 138
Ean: 9788815266422
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Se è vero che l'uomo è un essere che crea visioni e non semplicemente un animale che fabbrica utensili, possiamo dire che il termine spiritualità, al di là delle appartenenze religiose o dei contesti storici, esprime l'idea che la vita umana vada oltre la biologia. È la nostra natura di esseri umani a farci ricercare non solo la soddisfazione materiale o il primato intellettuale, ma un livello più profondo di significato e di realizzazione. Nell'attuale declino delle forme di religione tradizionali, il libro si propone di indagare l'importanza delle pratiche spirituali per la "fioritura umana".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Girotondo in cucina"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore:
Pagine: 122
Ean: 9788820998882
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'enciclopedismo che riguarda temi così variegati come religione, letteratura e gastronomia potrebbe dare l'idea di un libro teorico, ma quello che questo volume propone è invece un racconto corale, con voci, memorie e letture che c'intrecciano con incisi autobiografici. Già la parola "girotondo" nel titolo è indizio di una narrazione che ruota intorno alla storia millenaria della creazione e della cultura in tutte le sue forme, compresa quella di un grande Chef come Filippo La Mantia, con la leggerezza della divagazione e il rigore della ricerca.L'ambizione di chi scrive è proprio quella di cogliere anche nelle più minute cose lo spirito del mondo, la molteplicità delle relazioni tra saperi e sapori diversi, la complessità del tempo in cui viviamo, il valore della memoria, la tutela della bellezza e la fraternità, senza distinzioni di censo, che dovrebbe unire tutti gli uomini. Per questo motivo gli autori citati sono chiamati in causa come amici di un tempo unico che sfugge alla cronologia, nel quale la scienza dell'alimentazione e la storia sacra, la letteratura colta o popolare diventano il diario intimo di un convivio in cui si servono anche "vivande" come risarcimento d'identità per chi non ha voce in capitolo e fiato per chi è già in cammino verso l'ultima Terra promessa, oltre le nubi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I simboli nelle grandi religioni"
Editore: Jaca Book
Autore: Ries Julien
Pagine: 271
Ean: 9788816371583
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

La ricerca comparata ha permesso di rilevare l’importanza dei simboli e del simbolismo in ogni forma di celebrazione cultuale. Agli occhi di Mircea Eliade – iniziatore di questo metodo – gli innumerevoli gesti di consacrazione rivolti agli spazi, agli oggetti, agli uomini – cioè la simbolica del rito – sono per l’homo religiosus il modo di riferirsi a un archetipo in grado di conferire forza ed efficacia alle sue azioni. Ogni rituale ha un modello divino. Proprio Eliade ha aperto nuovi orizzonti nella ricerca, non puramente fenomenologica delle varie religioni, ponendo a tema l’homo religiosus. Si tratta di esplorare il pensiero, la coscienza, il comportamento; è l’ermeneutica del messaggio dell’homo religiosus a esser messa in movimento. Ma il sacro, che appartiene a un ordine diverso dall’ordine naturale, non si presenta mai allo stato puro: si manifesta per mezzo di esseri, oggetti, miti o simboli. Attraverso la ierofania l’uomo coglie l’irrompere del sacro nel mondo e prende coscienza dell’esistenza di una realtà trascendente che imprime al mondo la sua dimensione di compiutezza. Il simbolismo realizza la permanente solidarietà dell’uomo con il sacro: nella vita dell’homo religiosus il simbolo viene a compiere una funzione rivelatrice in grado di attribuire nuovo significato all’esistenza.

 

JULIEN RIES (1920-2013), è lo storico belga delle religioni mediorientali che ha dato vita a un nuovo campo del sapere, quello dell’antropologia religiosa fondamentale. Ha organizzato e diretto il Trattato di Antropologia del Sacro, in dieci volumi edito da Jaca Book. Presso Jaca Book è in corso di pubblicazione anche la sua Opera Omnia .



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve storia della pioggia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Alain Corbin
Pagine: 64
Ean: 9788810555538
Prezzo: € 9.00

Descrizione:L'acqua che cade dal cielo «fa viaggiare l'anima», ma rende impraticabili i percorsi dei cavalieri erranti, complica le guerre, fa ritardare gli amori; invocata in tempi di siccità, la pioggia provoca anche la paura dell'eccesso, delle alluvioni e dei diluvi. Stendhal la detesta, Baudelaire ne fa una componente dello spleen, i diaristi la intrecciano con le lacrime, i sovrani e i capi di Stato ne fanno un uso politico, rinunciando all'ombrello nelle cerimonie ufficiali per condividere con il popolo anche le avversità atmosferiche.È solo alla fine del Settecento che la sensibilità individuale ai fenomeni meteorologici si intensifica; lo sforzo di guardare in alto per cogliere i segni della collera divina o dell'intervento diabolico, associato alle pratiche dell'invocazione religiosa, viene vanificato nel secolo successivo dalla «secolarizzazione del cielo» e poi dalle previsioni meteo. Una lunga storia che Alain Corbin riassume nel libro, con l'avvertenza, sulla scia di Roland Barthes, che «niente è più ideologico del tempo che fa».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Informazione come struttura"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Gian Luigi Brena
Pagine: 216
Ean: 9788825043150
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Riflessione dell'autore sulla necessità, oggi, per l'antropologia filosofica estesa a tutte le dimensioni dell'esperienza umana e al dialogo tra i popoli, di ripercorrere le tappe della scienza moderna, che ha diffuso una mentalità dominata dalle scienze naturali e non ha saputo riconoscere un posto adeguato al "senso umano" nella sua ricchezza di dimensioni, compresa quella culturale e religiosa. Alla filosofia il compito di integrazione dei saperi e di responsabilità per la società globale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo e Dio simili nel Mistero"
Editore: Graphe.it Edizioni
Autore: Saverio Finotti
Pagine: 164
Ean: 9788897010999
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Oggetto dell'antropologia teologica è lo studio dell'uomo nella sua relazione dialogica con Dio. L'antropologia teologica si propone all'attenzione sia come disciplina che come vocazione, intesa nei termini di chiamata alla vita vera. Intorno alla definizione di disciplina va specificato che, in quanto antropologica, pone l'uomo al centro del suo interesse e, in quanto teologica, riconosce Dio come fondamento della sua indagine; essa infatti ha le sue radici proprio nella Sacra Scrittura e specialmente nella Rivelazione. La mistica si offre come luogo d'approdo più appropriato per un percorso antropologico che contempli la persona come incontro-dialogo con Dio, nella consapevolezza di una vocazione ontologica che accomuna l'uomo e il suo Creatore in un rapporto profondo d'amore; del resto la mistica considerata in tutta la sua ricchezza, è il nucleo centrale della fede cristiana, della spiritualità e della teologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mito"
Editore: Jaca Book
Autore: Petrosino Silvano
Pagine: 240
Ean: 9788816305595
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume raccoglie gli interventi e altri saggi relativi al quinto Seminario Internazionale organizzato nel novembre 2014 dall’Archivio "Julien Ries"per l’antropologia simbolica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano). «Il mito riferisce avvenimenti che risalgono alle origini, nel tempo primordiale e favoloso degli inizi. Così facendo, esso si riferisce a realtà che esistono nel mondo e di cui esso spiega le origini: cosmo, uomo, piante, animali, vita. Parlando dell’intervento di Esseri soprannaturali, esso descrive l’irruzione del sacro nel mondo» (J. Ries). L'Archivio «Julien Ries» per l'antropologia simbolica ha dedicato il Seminario internazionale 2014 al tema del mito come strumento di mediazione narrativo-simbolica tra lo spazio dell’umano e l’apertura del sacro, centrale nell’opera del grande studioso belga. Il Seminario ha inteso indagare il tema del Mito sia in relazione ad ambiti antropologico-culturali a esso tradizionalmente legati come la religione e la filosofia, sia proporre una lettura degli aspetti «mitici» o «mitologici» che agiscono inconsapevolmente in alcune manifestazioni della cultura e della società contemporanee.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia e questioni di genere"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore:
Pagine: 176
Ean: 9788825042597
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Di che cosa stiamo parlando quando sentiamo discutere, criticare o polemizzare introno alla "differenza di genere"? Perché è qui che va posta l'attenzione e la comprensione della questione. La cosiddetta "Gender Theory" è solo uno degli aspetti e dei versanti del dibattito attuale, ancorchè il più discutibile e contestabile. La monografia cerca di ricondurre il problema nei termini più precisi, veritieri e puntuali all'interno di una cornice sociolgica, antropologica, biblico-teologica maggiormente definita. Notevoli le ricadute sul versante educativo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «grammatica» dell'umano oltre il «gender»"
Editore: Studium
Autore: Calogero Caltagirone
Pagine: 192
Ean: 9788838244186
Prezzo: € 16.50

Descrizione:L'attuale contemporaneità è caratterizzata dalla persistente e pervasiva messa in discussione dei costitutivi antropologici fondamentali. La «grammatica» dell'umano, che, strutturalmente, si dà nell'identità differente del maschile e del femminile, viene continuamente disarticolata dal diffondersi delle teorie del gender che determina lo stravolgimento del proprium dell'umano. Il presente lavoro, intendendo offrire coordinate per ritessere il tessuto antropologico ed etico nella contemporaneità, opera una ripresa e un approfondimento del tema con lo scopo di riproporre la «normatività» autentica della «grammatica» dell'umano, la quale, fondata sulla significazione della differenza del maschile e del femminile, individua nella reciprocità la dimensione antropoetica fondamentale del costituirsi e relazionarsi umano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contro gli idoli postmoderni"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Pierangelo Sequeri
Pagine: 104
Ean: 9788867085040
Prezzo: € 12.00

Descrizione:La denuncia del degrado civile indotto dai modelli culturali della società dei consumi e dello spettacolo, dell'eterna giovinezza e del denaro facile, è pressoché unanime. Guai però a chi è colto nel flagrante delitto di credere che questo indebolimento del pensiero non ci rappresenti affatto; e che forme di reazione determinata ai suoi presupposti siano realmente praticabili. Dove il logos perde forza, la reazione a catena del polemos (della guerra, della violenza, dell'aggressività di tutti contro tutti) guadagna terreno e si fa incontrollabile. Nel deserto del suo abbandono, il popolo si rassegna a falsi vitelli d'oro. In un mondo che rimane senza l'audace e creativa testimonianza dell'umanesimo cristologico di Dio, il politeismo degli dèi razzisti e corporativi occupa la scena. Lo svuotamento dell'Incarnazione fa regredire la religione e l'umanesimo.C'è insomma del lavoro urgente da fare: riguarda beni di prima necessità per l'ominizzazione, che il mercato ha dismesso. Chi ha qualcosa da dare e voglia di lavorare, a qualsiasi popolo appartenga, sarà bene accetto. Questo libro, quasi in forma di «manifesto», offre il suo contributo. Non si limita a criticare gli idoli: per ognuno di essi, cerca di immaginare le contromosse necessarie. Quelle che già ora sono possibili, se ci crediamo veramente come diciamo. Noi, popoli cristiani d'Occidente, abbiamo meritato le conseguenze di questa ricaduta nel paganesimo. Ma ci è consentito un soprassalto di orgoglio: possiamo smascherare l'incantesimo della cultura nichilistica che pretende di rappresentarci, e aprire mille luoghi di liberazione. Ci sono rimasti assai più di dieci giusti, per convincere Dio, in favore delle generazioni che vengono, che non siamo così indegni dei doni ricevuti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia cristiana e medicina canonistica"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Cristiano Barbieri
Pagine: 284
Ean: 9788820997694
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Gli studi raccolti all'interno del presente volume da Cristiano Barbieri affrontano le due polarità dell'antropologia cristiana e della medicina legale canonistica sul matrimonio, con riferimento alle problematiche psicologiche e psichiatriche. Le riflessioni proposte non intendono porre la parola "fine" ad un dibattito ancora aperto e che, per certi aspetti, non può che rimanere sempre aperto, posta la dinamicità che la ricerca scientifica ha in ogni campo, in quello delle scienze naturali così come in quello delle scienze umanistiche. Esse, tuttavia, costituiscono un utile contributo per quel dialogo tra canonisti e medici che può essere realmente fruttuoso nella misura in cui, appunto, si muove all'interno della medesima visione antropologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Uomo e la donna. Dalla Genesi all'Apocalisse"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Yves Simoens
Pagine: 248
Ean: 9788810403082
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La relazione fondamentale tra l'uomo e la donna costituisce il punto di partenza di un'antropologia biblica e cristiana. La Genesi celebra come un canto il fatto che Dio è in se stesso relazione e i libri profetici celebrano l'alleanza mediante la simbologia del Signore-Sposo e del popolo-sposa. I testi di Isaia, Ezechiele, Geremia, Osea e Zaccaria rivelano la fedeltà di Dio, mai vinta dall'infedeltà della sua eletta, mentre il Cantico dei Cantici corona lo sviluppo della relazione fra l'uomo e la donna facendone il luogo di una lode che non risparmia  né la sofferenza né la prova del male. Il racconto dell'annunciazione nel Vangelo di Luca serve da portico di ingresso nel Nuovo Testamento. La sua tela è intessuta di reminiscenze esplicite e implicite dell'Antico, che porta in sé una pienezza di cui si attende il compimento. I Vangeli di Luca e di Giovanni, con l'Apocalisse al termine delle Scritture, ne offrono mediazioni equilibrate: il Signore dell'alleanza dona vita in pienezza grazie alla fine dei tempi anticipata nell'incarnazione e nella pasqua di Cristo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Giovanni Ancona
Pagine: 96
Ean: 9788839908889
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Dire l'uomo è un'operazione difficilissima, estremamente complessa e misteriosa. Nessun sapere sarà in grado di fornire risposte esaustive, soddisfacenti, capaci di esaurire una volta per tutte l'interrogativo fondamentale circa l'identità antropologica e il suo destino. Dell'uomo si possono dire solo dei "minimi antropologici", che stimolano la ricerca nei suoi percorsi interpretativi. Tali "minimi antropologici" vengono qui declinati secondo una griglia di temi (si potrebbe dire, nella forma di appunti), che costituiscono un timido tentativo di lettura dell'umano: i fenomeni che dicono l'esistenza umana nella concretezza del parlare, del conoscere e pensare, del lavorare, dell'amare, del soffrire e morire, del credere e sperare; l'interpretazione che dell'uomo viene offerta da alcuni saperi significativi (antropologia filosofica e culturale, neuroscienze, teologia); la presentazione di tre paradigmi del vivere concreto dell'uomo, che si offrono come orizzonti di "conquista" di una vita riuscita in pienezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Io e gli Altri"
Editore: Edusc
Autore: Antonio Malo
Pagine: 376
Ean: 9788883335556
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Nel leggere il titolo e sottotitolo di questo libro, forse qualcuno potrebbe sorprendersi che concetti così astratti come "identità" e "relazione" abbiano a che fare non solo con una realtà concreta e singolare come la corporeità umana, ma soprattutto con ciò di cui essa è condizione, ovvero l'Io, sorgente degli atti umani che rivelano persona. Il saggio vuole descrivere proprio il rapporto fra queste realtà, apparentemente così lontane le une dalle altre, perché - e questa è la tesi centrale - l'origine ed il destino della libertà umana si trova nella relazione con altre persone.A partire da questa tesi l'autore traccia una storia filosofica dell'identità in tre tappe fondamentali: la visione dell'identità come corporeità razionale, che corrisponderebbe al principio d'individualizzazione della metafisica classica ovvero alla materia signata quantitate; la visione moderna dell'identità come autocoscienza; e, infine, la visione post-moderna del rifiuto dell'identità e della sua sostituzione con le differenze. La tesi proposta in questo saggio tiene conto della verità parziale contenuta in questi modi di concepire l'identità. Secondo l'autore, l'identità non è costituita solo da corporeità, autocoscienza, ma anche dalle differenze, specialmente dall'alterità, anzi essa è presente in ognuna delle sue relazioni. Psicologia, neuroscienze e sociologia sono alcune delle discipline da cui si prende spunto nel tentativo di confermare la validità di questa tesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natura e ragione. Saggi di Antropologia"
Editore: Edusc
Autore: Robert Spaemann
Pagine: 116
Ean: 9788883335549
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Chiedersi che cos'è l'uomo è diventato difficile in un'epoca come la nostra, caratterizzata da una visione scientista del mondo. La scienza moderna si è, infatti, proposta di considerare ogni realtà naturale semplicemente come oggetto per poter così sottomettere ogni cosa al potere dell'uomo. Ma dopo aver tolto alla natura ogni somiglianza con l'umano, lo scientismo pretende di dire all'uomo che anche lui non è altro che una parte di quella stessa natura: «Così parlare di sé come di un uomo finisce per apparire all'uomo stesso come una caduta nell'antropomorfismo».In questa situazione Robert Spaemann vuole tornare a porre la domanda sull'uomo rifiutando il riduzionismo scientista ma senza accontentarsi neppure di un'antropologia filosofica che ne ignori semplicemente la sfida. La chiave di un'antropologia adeguata sta per Spaemann in un'idea di natura che ne colga il carattere teleologico e in un'idea di ragione che non dimentichi il rapporto che c'è tra questa e la natura. Sono queste le idee sviluppate nei quattro saggi che costituiscono il presente volume. Dopo aver riflettuto nel primo saggio sul modo in cui la nozione di natura umana può sfuggire al sempre risorgente dualismo di "natura" e "spirito", l'autore nel secondo saggio rivolge la sua attenzione alla teoria dell'evoluzione. Confrontarsi con questo tema appare infatti necessario per un'antropologia che accetta il dialogo con la scienza. Spaemann si chiede che cosa la teoria dell'evoluzione sia in grado di spiegare e in che senso l'evoluzionismo sia incompatibile con l'immagine che noi ci facciamo di noi stessi. Soltanto alla luce di una concezione adeguata della natura umana diventa comprensibile la nozione di dignità dell'uomo di cui tratta il terzo saggio. L'ultimo saggio affronta il rapporto di natura e ragione, mostrando come la nozione di natura sia ambigua: ciò che è "conforme alla natura" non è ciò che è "allo stato naturale". Ciò che caratterizza l'uomo come essere ragionevole è però proprio la capacità di riconoscere l'altro nella sua realtà aprendosi a lui nell'amore.Nell'insieme, il volume costituisce una stimolante introduzione alle questioni fondamentali di un'antropologia filosofica che scopre di non poter fare a meno di incontrarsi con l'etica e con la metafisica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU