Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Ordine Sacro E Teologia Del Ministero Ordinato



Titolo: "¿Sabes qué significa ser sacerdote?"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Jorge A. Medina Estevez
Pagine: 64
Ean: 9788820993207
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

La Libreria Editrice Vaticana prosegue la pubblicazione le riflessioni del Cardinale Jorge Arturo Medina Estévez riportando in queste pagine le sue meditazioni sul ministero sacerdotale, di fondamentale importanza per tutta la struttura sacramentale della Chiesa.Si tratta di un agile testo per conoscere meglio il significato e il valore del sacerdozio, di particolare interesse sia per chi è già un fedele ordinato, ma anche per chi si prepara a diventarlo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Satire clericali"
Editore: Fede & Cultura
Autore: Biagini M. Antonietta
Pagine:
Ean: 9788864093086
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Una serie di satire che sbeffeggiano i sacerdoti che, con sferzante ironia, lavorano per sovvertire la verità del Magistero o intendono zittire Dio per difendere la Tradizione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una pietra scartata"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Ronzoni Giorgio
Pagine: 128
Ean: 9788825036336
Prezzo: € 10.50

Descrizione:Una preziosissima e gioiosa testimonianza di fede e comunità. Con ironia e sincerità don Giorgio Ronzoni racconta la sua esperienza attraverso il tremendo incidente d'auto, la paralisi quasi totale e il ritorno, nonostante tutto, alla sua parrocchia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettera di/a un giovane prete"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Marco D'Agostino
Pagine: 104
Ean: 9788821591457
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Da prete a prete, da fratello a fratello. Una lunga lettera di consigli e raccomandazioni a un giovane sacerdote da parte di un altro giovane prete. Un testo contemporaneo che richiama lo stile dell'Imitazione di Cristo. «Quando al mattino ti alzi e ti guardi allo specchio ringrazia il Signore, non per quello che fai, ma perché il dono ricevuto ti trasforma, giorno per giorno. Sei prete: davvero un dono grande, per la tua vita e per la Chiesa tutta. Sappilo sempre, anche quando ti verrà il sospetto che potevi fare dell'altro e ti verrà voglia di cambiare rotta. Ritorna, nei momenti difficili, davanti a quel Crocifisso che non ti ha imbrogliato, ma ti aveva annunciato, da subito, la buona, vera notizia sulla tua vita. Ritorna senza rimpianti a quei giorni di libertà, di gioia e di pace in cui hai dato consapevolmente la vita al Signore e lo hai ringraziato e amato con tutto te stesso». Una lunga lettera di consigli e raccomandazioni a un giovane prete da parte di un giovane prete.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fare i preti. Esperienze e prospettive per la formazione permanente"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata della CEI
Pagine: 112
Ean: 9788810512197
Prezzo: € 8.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Concilio Vaticano II e il diaconato"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Enzo Petrolino
Pagine: 248
Ean: 9788820991463
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

Dalla restaurazione compiuta dal Concilio Vaticano II fino ai giorni nostri il Diaconato ha percorso un lungo cammino nel quale è avvenuta una graduale presa di coscienza della sua identità e delle sue potenzialità.In questo testo l'Autore prende in esame proprio lo sviluppo del ministero diaconale, analizzando le ragioni che ne hanno determinato il rinnovamento e le modalità che ne hanno caratterizzato la realizzazione. Con il Concilio infatti è iniziato per il Diaconato un vitale quanto faticoso percorso su due fronti: da un lato l'approfondimento normativo da parte della Santa Sede e delle Conferenze episcopali, dall'altro la presa di coscienza delle diverse comunità che gradualmente si preparano ad accogliere questo ministero.

 

INTRODUZIONE

Dalla sua restaurazione fino ai giorni nostri, il Diaconato ha percorso un lungo cammino di riflessione sulla sua identità e di graduale presa di coscienza della variegata ricchezza di potenzialità che lo Spirito gli dona in relazione all'oggi ecclesiale e sociale. Segno efficace di grazia e viva presenza ministeriale che rende visibile alla comunità dei credenti il Cristo Servo e Signore, il ministero diaconale si pone oggi in attento e costante dialogo anche con le realtà del mondo, per annunciare a tutti — soprattutto ai poveri di questo nostro tempo — il Cristo speranza degli uomini, ed essere espressione e strumento in mezzo ad essi della stessa diaconia della Chiesa.

Con il Concilio Vaticano II, dopo la decisione non attuata del suo ripristino presa dal Concilio di Trento ', il diaconato viene restaurato nella Chiesa latina come grado permanente della gerarchia. Per giungere a questa determinazione, è stato di rilevanza fondamentale il fatto che l'assemblea conciliare, nell'ottobre del 1963, abbia dato una risposta affermativa ad una delle cinque domande orientative al rinnovamento della vita ecclesiale, che trattava esplicitamente di questo ministero.

Il Vaticano II, Concilio prevalentemente pastorale, con la sua ecclesiologia di comunione centrata sulla Lumen Gentium, stabilisce in maniera inequivocabile che il ministero diaconale rinasca nella Chiesa come ministero "proprio", e non più solamente come tappa per i candidati al sacerdozio. Il documento conciliare tratta del diaconato nell'ambito del III capitolo, dove si parla della Costituzione gerarchica della Chiesa, stabilendo che tale ministero può essere conferito a uomini sia celibi che sposati. La collocazione del diaconato all'interno della Gerarchia viene messa in rilievo attraverso l'accenno alla "imposizione delle mani" e alla "grazia sacramentale", che sottolinea — anche se in maniera ancoraprudente — la sacramentalità di questo ministero. Una indicazione, questa, che emerge in ogni caso dall'insieme del dettato conciliare, che vede la collocazione del diacono al di dentro dell'Ordine, come vera parte — pur se in un "grado inferiore — dei "ministri sacri". L'espressione "inferiore" usata nella Lumen Gentium riflette una terminologia corrente consacrata dall'uso e dal diritto di allora; la ricerca successiva ha preferito espressioni che accentuano più la specificità dei diversi ministeri anziché la superiorità o inferiorità di grado.

Nella Costituzione vengono usati i termini che esprimono chiaramente i tre gradi tradizionali dell'Ordine gerarchico: Episcopato, Presbiterato, Diaconato. L'articolazione tripartita del sacramento dell'Ordine è affermata più volte nella Lumen Gentium. Il testo conciliare, parlando del servizio dei vescovi', afferma che esso viene esercitato con l'aiuto dei sacerdoti e dei diaconi, e sottolinea altresì che il ministero ecclesiastico, di istituzione divina, è esercitato già da antica data attraverso i diversi ordini: vescovi, presbiteri, diaconi'.

La successiva ed importante affermazione della Costituzione conciliare è che i diaconi ricevono l'imposizione delle mani non per il sacerdozio, ma per il servizio, in quanto, sostenuti dalla grazia sacramentale nel ministero della liturgia, della predicazione e della carità, servono il popolo di Dio in comunione col vescovo ed i suoi sacerdoti; tale asserto conferma da una parte tutta la tradizione che esclude il diaconato dalle funzioni sacerdotali, e pone dall'altra il ministero dei diaconi come intermediario tra quello dei vescovi e dei presbiteri con il resto del Popolo di Dio. Pertanto, la formula "sostenuti dalla grazia sacramentale" dice come il diacono sia abilitato alle sue funzioni proprio grazie ad una virtù sacramentale.
Il testo conciliare enumera poi dandone anche de le tre funzioni fondamentali, delle applicazioni specifiche.

La Costituzione dogmatica sulla Chiesa contiene un altro riferimento al diaconato particolarmente interessante. Al capitolo V 5, a proposito della vocazione universale alla santità, si dice che l'impegno di una vita santa per i diaconi deriva soprattutto dalla loro specifica partecipazione alla missione e grazia del supremo Sacerdote. Il Concilio ha così individuato la "peculiarità" del diacono nel "servizio" ai "misteri di Cristo e della Chiesa".

Anche in altri testi conciliaci troviamo riferimenti al diaconato 6. In particolare nel Decreto sull'attività missionaria della Chiesa Ad Gentes, che recepisce la sensibilità soprannaturale espressa dal Concilio in riferimento alla "grazia sacramentale" inserendo il ministero permanente del diacono nella pluralità dei ministeri suscitati dallo Spirito di Dio nel suo Popolo, in tal modo confermando e rafforzando un servizio di fatto già esercitato.

Un'interpretazione globale dell'ecclesiologia del Vaticano II conduce ad una più chiara spiegazione dei passi che hanno caratterizzato la visione del diaconato e il suo conseguente sviluppo. Basata sul mistero e sul sacramento, essa ha messo in evidenza la dimensione esistenziale della Chiesa come comunione, comunità e comunicazione. Proprio i testi conciliari sul diaconato esprimono sostanzialmente questa realtà, ponendo questo ministero nella radice del mistero di comunione della Chiesa e nella sua realtà sacramentale.

Con il Concilio si avvia dunque una nuova stagione per il ministero diaconale e comincia un vitale e faticoso cammino su due fronti: da un lato l'approfondimento normativo da parte della Santa Sede e delle Conferenze Episcopali, dall'altro la presa di coscienza delle diverse comunità che si aprono, anche se lentamente, ad accogliere questo ministero. 

Riguardo agli sviluppi dei testi conciliari, il documento pontificio "Sacrum diaconatus ordinem" riprende i compiti che in essi sono indicati, apportando qualche innovazione. Viene ad esempio aggiunta — tra le funzioni del diacono — la guida di comunità disperse. Tale prospettiva aprirà per le comunità parrocchiali nuovi orizzonti non ancora del tutto esplorati. Inoltre, si danno delle direttive circa la formazione dei candidati "giovani" o "adulti". Le restanti questioni, sul ripristino del diaconato e sulle sue modalità, vengono delegate alle Conferenze Episcopali dei vari Paesi.

Nel periodo intercorrente fra il Concilio ecumenico ed il Motu proprio appena menzionato, Papa Paolo VI pronuncia due interventi sul diaconato che rimangono, ancora oggi, fondamentali per la sua comprensione e la sua collocazione dentro la più ampia ed articolata ministerialità ecclesiale.

Nel pontificato di Giovanni Paolo II, come vedremo, non si registra un documento esplicito sul diaconato, ma alcuni suoi discorsi pronunciati in diverse occasione di incontro con i diaconi in varie parti del mondo risultano di grande rilievo dottrinale, esortativo e pastorale. E non mancheranno riferimenti di rilievo anche al Magistero immediatamente successivo a questo pontefice.

La riflessione sullo sviluppo del ministero diaconale che, pur senza presunzione di completezza, andremo a fare si pone quindi come una sorta di "viaggio" attraverso le ragioni che ne hanno determinato la restaurazione ed il rinnovamento e le modalità che ne hanno fin qui caratterizzato la realizzazione: un viaggio affascinante, perché scaturito dall'impulso della "fantasia" innovatrice dello Spirito, e al tempo stesso radicato nella storia degli uomini e capace di giungere fino a noi da un passato lontano nel tempo con una freschezza di motivazioni che parla sorprendentemente il linguaggio della contemporaneità ed entra mirabilmente nella missione della Chiesa al servizio del suo Signore e dell'umanità in cammino.

 

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

LA DIACONIA DELLA CHIESA: MISTERO DI COMUNIONE E DI SERVIZIO

A ciascuno è data una manifestazione dello Spirito per l'utilità comune (1Cor 12,7)

1. Una Chiesa ministeriale memoria viva di Cristo servo Un « segno dei tempi»

La ricuperata consapevolezza dell'indole ministeriale della comunità cristiana è stata uno dei segni dei tempi più significativi del postconcilio. Ciò ha implicato quella riscoperta della realtà pasquale e battesimale della Chiesa che ne rende visibile ed efficace la vitalità nello Spirito secondo l'immagine paolina, una vitalità che si traduce anche a livello operativo, per meglio configurare la struttura ecclesiale e i suoi rapporti interni secondo la volontà del Signore. Questa consapevolezza è dunque, per la Chiesa, un dono da custodire gelosamente, salvaguardando dalle suggestioni della moda la riflessione sui diversi ministeri e sulle relazioni di reciprocità che li contraddistinguono.

La ministerialità qualifica la Chiesa nella sua realtà interna e nei confronti delle dinamiche esterne: Gesù, il Signore e il Maestro, si dichiara servo; la Chiesa, sua sposa, è a servizio della salvezza e della liberazione del mondo; ed ogni partecipazione alla vita della Chiesa — come vocazione di ogni battezzato — è chiamata a servire, altrimenti non è evangelica.

La riflessione sui ministeri tocca e attraversa, quindi, tutto l'oggi della Chiesa; ma non è un discorso comodo, che si possa banalizzare o svendere a suon di parole. E, invece, una realtà esigente — esosa, perfino se ascoltiamo Gesù, il Signore e il Maestro: Io sono venuto a servire e a dare la mia vita come riscatto per molti..., e ancora: Io vi ho dato l'esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi (cf. Mt 20,24-28; Gv 13,15).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettera all'amico vescovo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Luisito Bianchi
Pagine: 152
Ean: 9788810513354
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Può un prete servire liberamente e gratuitamente il Vangelo nella Chiesa se riceve uno stipendio per il ministero che svolge, se quel dono di grazia ricevuto diventa oggetto di un contratto? Questo interrogativo attraversa le pagine della profetica Lettera che don Luisito Bianchi - «profondamente uomo, prete, incarnato nel Vangelo e nella storia» - indirizza idealmente a un amico vescovo. Il manoscritto originale - quattro taccuini a quadretti scritti tra i primi di giugno del 1998 e la fine di gennaio del 1999 - costituisce un pretesto per tornare sulle note della gratuità del ministero, tema più volte declinato dall'autore in varie formule letterarie. «Il testo è difficile da masticare, da deglutire e da digerire perché la voce di Luisito, come quella del giovane Daniele, si alza, da sola, per difendere l'innocente Susanna-Gratuità, ingiustamente condannata da due vecchi corrotti», scrive Marco D'Agostino nella postilla al volume.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Direttorio per il ministero e la vita dei presbiteri -INGLESE"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Congregazione Per Il Clero
Pagine: 166
Ean: 9788820990879
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Documento fondamentale, curato dalla Congregazione per il Clero, in lingua inglese. Versione aggiornata alla luce soprattutto della ricchissima dottrina ed esperienza pastorale sul sacerdozio che Benedetto XVI ha offerto durante il suo pontificato, in particolare durante l'Anno Sacerdotale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diaconi"
Editore: Ed Insieme
Autore: Mario D'Elia
Pagine: 104
Ean: 9788876021695
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Se la testimonianza rende credibile il cristiano, il servizio rende credibile il diacono. La Chiesa gli chiede di seguire Gesù, che “è venuto per servire e non per essere servito”. Evangelizzazione, liturgia e carità, i principali ambiti operativi. Ma la ricerca dell’autore è particolarmente orientata a riscoprire il fondamento biblico del diaconato, riletto attraverso il ministero ventennale. In appendice, l’omelia pronunciata dal vescovo Tonino Bello – grande promotore del diaconato permanente – durante il rito di ordinazione di Mario D’Elia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vocazione sacerdotale oggi"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Augustin George
Pagine: 344
Ean: 9788839931542
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Questo libro incoraggia a essere sacerdoti, e a esserlo gioiosamente. Non propone affatto una qualche immagine aggiornata del sacerdote, una sua nuova spiritualità o una nuova concezione della pastorale. Richiama semplicemente alla coscienza il centro immutabile della vocazione sacerdotale: è decisivo rivolgere lo sguardo, con fede, a Gesù Cristo e tenere davanti agli occhi il nucleo permanente della concezione cattolica della natura della chiesa. Intendere così il ministero presbiterale come un dono per la glorificazione di Dio renderà possibile organizzare bene la vita del sacerdote e della comunità ecclesiale, mantenendo sullo sfondo i dibattiti contemporanei sull'argomento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sacerdote nella Celebrazione Eucaristica"
Editore: Fede & Cultura
Autore: Gagliardi Mauro
Pagine:
Ean: 9788864091396
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Frutto dell’Anno Sacerdotale (2009-2010) voluto da Papa Benedetto XVI, e ottimo sussidio per vivere l’Anno della Fede (2012-2013) indetto dal medesimo Pontefice, questo volume permette di comprendere l’identità e i compiti dei Sacri Ministri, studiando una per una le diverse parti della Santa Messa, nonché la spiritualità propria di alcune celebrazioni dell’anno liturgico. Non mancano poi importanti precisazioni canoniche e uno studio dogmatico della dottrina cattolica sul sacerdozio ministeriale, effettuato nell’ottica, tanto cara al Santo Padre, della “ermeneutica della riforma nella continuità”. Originale è anche l’impostazione della trattazione che – per la prima volta in Italia – mette a confronto in modo sintetico e accessibile le due forme vigenti del Rito Romano: quella che si esprime nel Messale del Beato Giovanni XXIII (1962) e quella del Messale di Paolo VI (1970). «È, dunque, con speranza che questo volume è da accogliere. Leggerlo con attenzione, soprattutto da parte dei sacerdoti, potrà significare per molti una riscoperta o un approfondimento della bellezza della Celebrazione Eucaristica. Allo stesso tempo, sono certo che la presente pubblicazione sarà di aiuto a procedere nella direzione tanto auspicata di una cordiale e sinceramente partecipata accoglienza della liturgia della Chiesa, nel suo Rito ordinario, da promuovere con rinnovata fedeltà al Concilio Vaticano II, e nel suo Rito straordinario, che tanti tesori ha ancora oggi da donare a tutti noi» (Dalla Prefazione di Mons. Guido Marini).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I verbi del prete"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Caldirola Davide, Torresin Antonio
Pagine: 160
Ean: 9788810512111
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Predicare e confessare, ascoltare e benedire, pregare e studiare, accogliere e amministrare. Sono solo alcuni dei verbi che accompagnano i gesti e le azioni che i preti compiono abitualmente dando forma al loro stile presbiterale. Uno stile che viene approfondito nel volume attraverso gli articoli che due parroci di Milano hanno scritto con passione e intelligenza pastorale per il periodico Settimana dei padri dehoniani di Bologna.Frammenti di vita quotidiana si alternano a riflessioni sulla qualità evangelica del ministero e sulla formazione permanente, con il preciso avvertimento che «l'aura sacrale e la garanzia del ruolo sociale non servono più e non sono più raggiungibili». Fare i conti con i propri limiti e le proprie possibilità, con i propri difetti e i propri pregi, costituisce un esercizio necessario anche per un prete perché «nessuno dei compiti a cui il sacerdote è chiamato esige una impossibile perfezione». Le comunità pretendono molto, ma non l'assenza di errori, e soprattutto sanno riconoscere e apprezzare parole e comportamenti autentici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presbiterio e presbiteri"
Editore: Ancora
Autore: Citrini Tullio
Pagine: 272
Ean: 9788851409975
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Molte ragioni e autorevoli direttive spingono oggi i preti a cercare un esercizio collegiale e coordinato del ministero, in coerente esercizio di fedeltà all'ecclesiologia del Vaticano II. Ma quale forma dare, secondo quali linee disegnare oggi la figura del presbiterio in cui questa spinta si riconosce e si esprime? La storia dei due trascorsi millenni, con le sue grandezze e i suoi errori, presenta una grande varietà di esperienze, di riflessioni, di suggerimenti per un discernimento nuovo ma non inesperto, e aiuta a identificare i fattori teologici e storici in gioco e gli esiti del loro intreccio. Questo è il terzo di una serie di volumi che intendono percorrere la storia dell'identità teologica, pastorale, spirituale del presbiterio e del presbiterato, entro la domanda, che cosa a questo proposito oggi lo Spirito dica alle chiese. Copre la storia delle chiese d'Occidente tra il V e il IX secolo, tra il declino dell'antico impero e l'immaginazione carolingia di un impero nuovo, Sacro e Romano. È tempo di tenace fedeltà a un duro lavoro missionario verso i nuovi popoli dell'Europa e di invenzione paziente di strutture di un nuovo diritto e di stili di una nuova pastorale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Formare sacerdoti per il terzo millennio"
Editore: Lateran University Press
Autore: Cardinali Marco
Pagine: 166
Ean: 9788846508126
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La Chiesa da moltissimo tempo si occupa di formazione al sacerdozio e di quella che oggi comunemente è denominata formazione permanente, tematica che è continuamente al centro di nuove sfide da affrontare. In questo ambito non è sufficiente, infatti, una preparazione puramente accademico-culturale per diventare o meglio ancora "essere" sacerdote secondo il cuore di Dio; come non basta la sola attenzione alla spiritualità, seppur forte e profonda. Il libro è diviso in due parti: la prima più speculativa, affonda le sue radici nell'Esortazione Apostolica Pastores dabo vobis; la seconda contiene utilissimi spunti più sapienziali, che offrono la possibilità di vedere maggiormente incarnata, l’idea di una formazione permanente, che passa, si trasmette e si vive nella vita di ogni giorno, tramite strumenti essenziali come ad esempio la lectio divina e l'approfondimento della Parola di Dio, anche in vista dell'omiletica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Servire i fratelli con amore"
Editore: LER
Autore: Ascione Antonio
Pagine: 160
Ean: 9788882645533
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

L'immagine dell'apostolo Giovanni, il discepolo dell'amore, che nel Cenacolo reclina il capo sul petto di Cristo, è forse quella che meglio descrive il compito di ogni discepolo del Signore. Se il sacerdote vuole essere un "uomo per gli altri", non deve dimenticare che lui appartiene prima di tutto a Cristo. Egli è nato nel Cenacolo, quando il Signore, spezzando il pane e benedicendo il vino dell'Ultima Cena con i suoi discepoli, anticipava con quei segni la sua offerta d'amore sull'altare della Croce. Ogni sacerdote non deve dimenticare che il suo "destino" è unito in modo imperscrutabile allo stesso "destino" del suo Maestro. Egli è stato chiamato ad essere anche ministro dell'Eucaristia in mezzo ai suoi fratelli ripresentando prima di tutto Cristo nella sua vita: non è forse questo che rende "bella" la vicenda di ogni sacerdote? Non è forse questo che rende esaltante il desiderio di donare completamente la propria vita nel servizio ai fratelli, come ha fatto Gesù?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quello che i preti non dicono (più)"
Editore: Fede & Cultura
Autore: Gambi Paolo
Pagine:
Ean: 9788864091228
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

Ho parlato ad un illustre porporato della mia idea di tentar di risvegliare l’antica veemenza del linguaggio dei santi per combattere le brutture che si annidano negli ambienti ecclesiastici, evocando l’espressione “anticlericalismo cattolico”. Il cardinale prima mi ha sonoramente rampognato, ricordandomi quanto sia bello appartenere alla Chiesa. Poi ha iniziato a prendersela con preti, vescovi, conferenze episcopali e persino Papi. Finendo per ammettere di aver sempre avuto uno spiccato spirito critico. La considero una sorta di benedizione, da cui traggo lo stesso schema. E quindi inizio dicendo: appartenere alla Chiesa cattolica è il dono più grande che Dio mi potesse fare. E si sa che a caval donato non si guarda in bocca.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In memoria di Me"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Gagliardi Mauro
Pagine: 216
Ean: 9788882727994
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Un libro che tiene presente le sfide avvincenti e le difficoltà proprie dello stato di vita sacerdotale e ripropone la corretta immagine del sacerdote, secondo l'insegnamento della Chiesa e l'esempio dei santi. Un testo a volte inattuale, forse a tratti scomodo, ma che può scuotere le coscienze e contribuire al rinnovamento della Comunità ecclesiale. Con prefazione del Cardinale Antonio Cañizares, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scelto da Dio per gli uomini"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Diocesi di Roma
Pagine: 128
Ean: 9788831541183
Prezzo: € 11.50

Descrizione:Questa pubblicazione prende il via dalle parole dell'omelia che Benedetto XVI ha pronunciato nel giorno del suo sessantesimo di ordinazione sacerdotale (29 giugno 2011), quando ha ricordato che il frutto maturo che ogni sacerdote è chiamato a portare è l'amore di Dio, che si esprime nella fedeltà a Cristo e alla Chiesa e non è esente dalla sofferenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Secondo il suo cuore"
Editore: Pardes Edizioni
Autore:
Pagine: 120
Ean: 9788889241561
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il nuovo Progetto Educativo del Pontificio Seminario Campano Interregionale di Posillipo nasce da un'attenta opera di elaborazione dell'esperienza centenaria di quest'istituzione in campo formativo, cercando di tradurre in orientamenti educativi specifici le indicazioni della Chiesa italiana per i seminari maggiori. Quest'opera, nella piena fedeltà al Magistero, riflette uno sforzo di mediazione tra le linee proposte a livello universale e nazionale e le esigenze del particolare contesto di riferimento, rappresentato dalle comunità ecclesiali del Meridione d'Italia. Il testo riesce a porre nel giusto rilievo il carattere peculiare della proposta educativa del Seminario di Posillipo, rappresentato dal ricorso alla pedagogia degli Esercizi Spirituali di Sant'Ignazio di Loyola per una solida formazione al ministero sacerdotale come presbiteri diocesani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Servi e nulla più"
Editore: Tau Editrice
Autore: Ghidelli Carlo
Pagine: 216
Ean: 9788862441599
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il libro affronta una serie di tematiche legate alla spiritualità propria dei presbiteri. L'Autore lo fa in maniera organica, grazie non solo alle risorse di una solida cultura biblico-teologica e di una vasta esperienza pastorale, ma anche - e forse soprattutto - ad uno specifico interesse culturale mostrato per decenni verso i vari aspetti della spiritualità presbiterale, come testimoniano innumerevoli presenze e apprezzate collaborazioni alle attività dell'Unione Apostolica del Clero che, com'è noto, riserva al tema della spiritualità diocesana dei ministri ordinati una specialissima attenzione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sacerdozio in un mondo che cambia"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Saraiva Martins José
Pagine: 160
Ean: 9788820986339
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il volume raccoglie una serie di riflessioni sul sacerdozio, che sono il risultato di anni di insegnamento e di esperienza diretta del Card. José Saraiva Martins con il mondo dei preti.L'intento dell'Autore è quello di descrivere nel modo più veritiero possibile la realtà del sacerdote, dall'incontro con Cristo, alla sua missione di pastore nella comunità cristiana e nel mondo, dai valori più adeguati a un sacerdote, allo stile di vita che egli deve seguire per custodire e sviluppare tali valori.Il volume risulta dunque di particolare interesse per tutti i sacerdoti, sia per i più giovani, come sostegno all'inizio del loro percorso pastorale, sia per quelli meno giovani, come incoraggiamento per continuare a svolgere la loro indispensabile missione nella Chiesa, ma è rivolto anche ai laici che vogliono approfondire le proprie conoscenze sul sacerdozio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Presbiterio e presbiteri - Vol.2"
Editore: Ancora
Autore: Citrini Tullio
Pagine: 304
Ean: 9788851408763
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Molte ragioni e autorevoli direttive spingono oggi i preti a cercare un esercizio collegiale e coordinato del ministero, in coerente esercizio di fedeltà all'ecclesiologia del Vaticano II. Ma quale forma dare, secondo quali linee disegnare oggi la figura del presbiterio in cui questa spinta si riconosce e si esprime? La storia dei due trascorsi millenni, con le sue grandezze e i suoi errori, presenta una grande varietà di esperienze, di riflessioni, di suggerimenti per un discernimento nuovo ma non inesperto, e aiuta a identificare i fattori teologici e storici in gioco e gli esiti del loro intreccio. Questo è il secondo di una serie di volumi che intendono percorrere la storia dell'identità teologica, pastorale, spirituale del presbiterio e del presbiterato, entro la domanda, che cosa a questo proposito oggi lo Spirito dica alle chiese. Copre la grande patristica successiva alla pace religiosa del secolo IV. Nelle sfide affrontate da Gregorio di Nazianzo, da Crisostomo, da Ambrogio, da Agostino possiamo ancora specchiarci.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dov'è Dio"
Editore: Einaudi
Autore:
Pagine: 114
Ean: 9788806208554
Prezzo: € 14.50

Descrizione:

Pierfilippo Pozzi parte da una domanda piuttosto comune. Spesso, chi crede in qualcosa oltre la vita, si domanda Dov'è Dio. La risposta provano a darcela quattro sacerdoti che escono dai soliti abiti talari cui siamo soliti immaginare chi appartiene al mondo ecclesiastico. Lontano dalle consuetudini degli uomini di chiesa. Don Andrea, Don Gino, Don Giacomo e Don Dario infatti sono ostinati e contrari alla usuale predicazione religiosa. Cercano Dio dappertutto, perchè Dio è dappertutto, si manifesta sempre, ma per vederlo bisogna indossare gli occhiali della fede, quella reale. Dov'è Dio. I vangeli quotidiani secondo quattro preti di strada è un titolo abbastanza autoesplicativo. Lo cercano soprattutto nella vita di strada, perchè è proprio nella miseria, nella sofferenza, nella violenza e nel dolore che c'è bisogno di lui. E la figura di Gesù è sempre presente, puntuale e d evidente. La si può riconoscere tra i poveri, tra gli handicappati, tra i tossicodipendenti e tra i carcerati. Attraverso la narrazione delle loro vite e dei loro incontri sapremo se e dove hanno trovato Dio. Qual'è stata la loro strada per trovare un'esistenza autentica. Pierfilippo Pozzi con Dov'è Dio. I Vangeli quotidiani secondo quattro preti di strada riesce a raffigurare in chiave moderna le parabole del Nuovo Testamento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Preti celibi e preti sposati"
Editore: Cittadella
Autore: Petrà Basilio
Pagine: 112
Ean: 9788830811331
Prezzo: € 11.50

Descrizione:Questo libro è dedicato a un tema raramente trattato: il valore teologico del sacerdozio uxorato. Molti vedono in questa condizione di vita un modo per superare i problemi posti dalla legislazione celibataria e talora sembra che essa possa assicurare una soluzione ai fallimenti pubblici o privati del celibato obbligatorio. Tuttavia il sacerdozio uxorato non riceve il suo senso dalla sua possibile funzionalità pratica: o nasce dalla volontà di Dio in vista della salvezza degli uomini e rende presente il mistero di Cristo oppure nessun vantaggio disciplinare e pratico può legittimarlo teologicamente. L'intento di questo volume è quello di mostrare che la Chiesa cattolica dal Concilio Vaticano II ha riconosciuto formalmente il valore teologico del sacerdozio uxorato, considerandolo una condizione certamente distinta dalla forma del sacerdozio celibatario ma ugualmente densa di valore teologico, anche se questo riconoscimento è stato ed è ancor oggi combattuto e non pienamente recepito in tutta la Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché sono sacerdote"
Editore: Edizioni Art
Autore: Ruiz Juan A., Sarre Ignacio
Pagine: 160
Ean: 9788878791718
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Dopo il grande successo del libro "100 storie in bianco e nero", ecco una nuova raccolta di testimonianze di sacerdoti che narrano la storia della loro vocazione. Tra le altre sono riportate anche le testimonianze di: Card. Angelo Sodano, P. Gabriele Amorth, Mons. Gianni Colombo, Mons. Marco Frisina.Inoltre sono presenti le riflessioni di: Card. Angelo Comastri, P. Raniero Cantalamessa e, infine, i testi dei Papi Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU