Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Donna



Titolo: "Chi erano le prime cristiane?"
Editore: Elledici
Autore: vari Autori
Pagine: 64
Ean: 9788801046397
Prezzo: € 9.80

Descrizione:Il ruolo della donna nel cristianesimo primitivo è stato offuscato lungo i secoli dal maschilismo imperante all'interno della Chiesa. Se consideriamo il ruolo della donna nella Sacra Scrittura, osserviamo che la riduzione del ruolo femminile non ha origini bibliche, ma è frutto di derive sociologiche posteriori. Basta pensare a figure femminili dell'Antico Testamento di estremo rilievo come Sarah, Deborah e Miriam. Per giungere ai Vangeli, notiamo ad esempio come Gesù da una donna (sua madre) accolse l'invito a inaugurare i tempi messianici a Cana; come si intrattenne con una donna samaritana al pozzo di Giacobbe; e come alle donne affidò il cuore dell'annuncio della risurrezione. Il dossier di questo numero della rivista offre un contributo per la riscoperta del ruolo femminile nella diffusione del Vangelo nel cristianesimo primitivo. Il numero offre, inoltre, la presentazione del Vangelo di Matteo, in vista del nuovo anno liturgico che lo avrà come Vangelo delle domeniche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La donna"
Editore: OCD
Autore: Stein Edith
Pagine: 358
Ean: 9788872294765
Prezzo: € 26.00

Descrizione:La singolare e sfaccettata figura di Edith Stein è fra quelle che meglio incarnano, nel tessuto sociale tedesco fra Otto e Novecento, l'impegno per la rivendicazione della specificità dell'essere femminile e del suo valore peculiare.Convinta assertrice della necessità di ripensare il significato del femminile in relazione al maschile, e del fatto che nella struttura essenziale dell'essere umano è inscritta una "vocazione" o "chiamata", affida alla donna l'eccelso compito di portare a pieno sviluppo l'umanità autentica, in sé e negli altri. Madre, sposa, insegnante, educatrice, o qualunque sia la posizione che si trovi ad occupare, la donna è, nel pensiero steiniano, sempre e comunque amore pronto al servizio, nonché riflesso immediato della maternità soprannaturale della Chiesa, e pertanto sua principale collaboratrice nell'opera della Redenzione.È in questa cornice che si collocano gli scritti del volume: una raccolta di conferenze tenute da Edith Stein tra il 1928 e il 1932, tradotte fedelmente dal tedesco e ritenute tra le più rappresentative del cospicuo bagaglio culturale ed esistenziale dell'autrice

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne della Bibbia narrate dall'arte"
Editore: Elledici
Autore:
Pagine: 174
Ean: 9788801044737
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il libro "racconta" alcune donne di cui si parla nella Sacra Scrittura attraverso le più belle e significative opere d'arte dei più grandi artisti di tutti i tempi. Il libro è così strutturato: suggestioni pedagogico-didattiche; lettura e interpretazione delle opere d'arte raggruppate in tre nuclei: Madri e profetesse; Donne che hanno creduto, sperato, amato; Maria: Madre di Cristo e della Chiesa; profilo biografico degli artisti; riflessioni bibliche relative alla condizione della donna; riflessioni teologico-culturali circa il "femminile". Il testo può anche aiutare i ragazzi a riflettere sulla condizione femminile nei diversi contesti sociali ed epocali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionario di teologia femminista"
Editore: Claudiana
Autore:
Pagine: 548
Ean: 9788870165432
Prezzo: € 47.00

Descrizione:

Incentrato sul cristianesimo, questo volume è nondimeno un vero e proprio dizionario di teologie femministe nonché un contributo essenziale alla comprensione delle teologie contemporanee in cui trovano spazio, in un approccio pluralistico, molte altre fedi e visioni del mondo.

Ogni voce presenta una definizione del termine, lo sviluppo nella tradizione e l'ampliamento di senso secondo una prospettiva femminista.

 

PREFAZIONE DEL TESTO

È con molta gioia ed entusiasmo che introduciamo il pubblico italiano a quello che è un testo fondamentale per il mondo teologico statunitense e per chi si interessa di femminismo e religione nel mondo anglofono. Questo testo ha avuto ampia diffusione in Nord America non solo nei circoli accademici femministi, ma anche nei corsi d'introduzione alle teologie classiche e contemporanee e nei gruppi di studio di molte comunità di fede. L'integrazione di prospettive e letture femministe nello studio della teologia e dell'etica sta infatti diventando sempre più una componente fondamentale di una solida preparazione teologica, superando un atteggiamento iniziale che tendeva a mettere le teologie femministe nella nicchia delle «teologie speciali» e perciò in qualche modo marginali.

Questo cambiamento culturale è il risultato di decenni di discussioni e di lotte da parte di tutti quei gruppi che sono stati tradizionalmente ai margini della produzione teologica accademica ed ecclesiastica, non solo le donne, ma anche, per esempio, i teologi africani e asiatici, i teologi di colore nelle Americhe del Nord e del Sud e i teologi queer. L'importanza e il successo di questo Dizionario vanno dunque inseriti nel contesto più ampio delle critiche a quei paradigmi teologici tradizionali che davano per scontata la natura oggettiva di punti di vista che invece erano il prodotto di identità, contesti sociali ed esperienze del sacro ben precisi: fino a cinquant'anni fa il mondo della teologia era dominato da uomini "bianchi" (europei o nordamericani) della classe medio-alta. Ma, come ci ricorda la teologa africana Elizabeth Amoah, citando un proverbio Akan: «La mano di una persona sola non è abbastanza per coprire la faccia di Dio»1. Leggere questo Dizionario significa dunque avvicinarsi a una nuova pluralità di esperienze di fede e di riflessione teologica. È importante situare quest'opera nel suo contesto storico e culturale per capirne meglio la portata e i limiti. Il Dizionario di teologie femministe è il frutto della collaborazione di un gruppo di donne femministe che negli ultimi decenni del XX secolo ha condiviso un cammino di ricerca teologica e spirituale e ha lottato per il rinnovamento delle proprie comunità di fede.

La maggior parte delle autrici proviene dal Nord America, ma sono numerosi anche i contributi di teologhe provenienti da altre parti del mondo. Letty M. Russell e J. Shannon Clarkson, che hanno curato la versione originale del Dizionario, sono state molto attente a presentare una pluralità di voci che rispettasse le diversità interne al femminismo stesso, includendo punti di conflitto e tensione. Questo testo è dunque una testimonianza non solo del dialogo critico tra le teologhe femministe e tradizioni teologiche spesso profondamente androcentriche, ma anche di una complessa rete di discussioni tra donne provenienti da contesti culturali, sociali, etnici e religiosi profondamente diversi. Le teologhe rappresentate in questo testo sono africane, asiatiche, europee, nordamericane, sudamericane e delle isole del Pacifico. Molto spesso queste donne si conoscono e hanno lavorato insieme all'interno di gruppi ecumenici e interreligiosi, e la realtà concreta delle relazioni personali vissute dalle autrici arricchisce certamente il tono e la qualità del testo. Il femminismo dà infatti un ruolo fondamentale allo sviluppo di relazioni basate sull'equità e la giustizia, e la teologia non è vista come un'attività individualistica, ma come un'impresa dialogica e collettiva in continuo sviluppo.

La teologia femminista ha una storia lunga nei paesi di madrelingua inglese. Ma il tono del Dizionario non è solo celebrativo. Per decenni le femministe bianche della classe media hanno scritto della «condizione femminile» e delle «donne» senza rendersi conto che parlavano principalmente della loro realtà, senza tener conto delle situazioni diverse in cui si trovavano le donne di colore o quelle di altre classi o continenti, oppure pensando di poter parlare "per" loro, assumendo un atteggiamento paradossalmente paternalistico. Nel contesto statunitense, lo sviluppo delle voci delle donne nere e ispaniche che si riconoscono come womanist e mujeristas è stato vitale per il riconoscimento dell'importanza delle categoriee di razza, classe ed etnicità.

Il femminismo statunitense infatti fa i conti con la tragica eredità del genocidio dei nativi americani, della schiavitù, della segregazione e della discriminazione azione razziale, temi che purtroppo non sono sempre stati priorità nella lotta femminista. Allo stesso modo, le femministe di origine europea (incluse le statunitensi "bianche") devono confrontarsi con l'eredità del colonialismo e il presente neocoloniale. Tutte le cristiane poi devono affrontare l'antisemitismo e l'antigiudaismo che sono stati parte non solo della tradizione cristiana ma anche di molto femminismo, come ha dimostrato Judith Plaschow.

Tutti ben rappresentati nel Dizionario, il quale dunque dà conto anche delle zone d'ombra, di conflitto, di tradimento e mancanza di fiducia della storia dei movimenti femministi. Allo stesso tempo, questi momenti sono visti dalle autrici come occasioni di crescita e di sviluppo collettivo. Le donne coinvolte nella scrittura di questo testo credono che proprio nel dialogo aperto, onesto, che non ha paura delle differenze e dei conflitti ma che cerca di trasformarli alla luce della ricerca della giustizia, si può avere una genuina esperienza del sacro.

È anche importante ricordare che questo Dizionario è e stato scritto avendo in mente le teologie di liberazione come interlocutore fondamentale. Le teologie della liberazione, in primo luogo quelle articolate da teologi latinoamericani e statunitensi neri come Gustavo Gutierrez e James H. Cone alla fine degli anni Sessanta, hanno obbligato le teologie tradizionali a confrontarsi seriamente con la realtà della sofferenza causata dall'ingiustizia economica e razziale e con il silenzio del mondo teologico accademico. Inoltre, queste voci hanno portato alla luce i limiti e le responsabilità di quelle teologie che parlavano dell'amore di Dio e del prossimo senza confrontarsi con le realtà concrete del mondo in cui vivevano. La teologia della liberazione latinoamericana e la teologia di liberazione nera hanno sviluppato paradigmi teologici che poi negli anni Settanta, Ottanta e Novanta hanno contribuito allo sviluppo di una pluralità di teologie di liberazione basate sull'identità, le lotte e le esperienze di fede e del sacro di gruppi con una particolare storia e realtà di oppressione e discriminazione: per esempio, le teologie di liberazione gay, le teologie di liberazione africane, asiatiche, o nativo americane, e le teologie di liberazione dei diversamente abili.

Molte delle donne che hanno collaborato al Dizionario hanno partecipato a tali movimenti o sono state in solidarietà con questi, ma allo stesso tempo si sono anche sentite alienate e discriminate al loro interno. Infatti le teologie della liberazione, per lo meno nei loro sviluppi iniziali, sono state dominate da uomini con paradigmi teologici e culturali ancora segnati dal sessismo e dal patriarcato, e non hanno saputo affrontare questioni di giustizia legate alle situazioni delle donne. L'affermarsi di voci femministe, womanist e mujeristas ha contribuito a dialoghi importanti che hanno portato a una critica interna e a una crescita teologica e spirituale di questi movimenti.

In sintesi, nel presentare quest'opera come un contributo essenziale alla comprensione delle teologie contemporanee vogliamo ricordare che deve essere visto come il prodotto di un movimento di donne in un particolare contesto storico. Non è possibile capire le teologie femministe oggi senza conoscere il loro sviluppo e la molteplicità delle loro voci nel xx secolo. Allo stesso tempo è importante riconoscere che le teologie femministe attraversano, oggi più che mai, un momento di creatività e di trasformazione.

I commenti scritti appositamente per le lettrici e i lettori italiani di questa nostra crescita spirituale, teologica ed etica. Molte delle donne incluse in questo testo sono state nostre docenti e guide, e oggi sono nostre colleghe, amiche e collaboratrici. Come dicevamo, abbiamo optato per una traduzione estensiva.

Per esempio, abbiamo tradotto il termine agency con «capacità di decisione e di azione», il termine ageism con «discriminazione basata sull'età» e il termine partnership con «rapporto di partecipazione». Abbiamo lasciato pochissimi termini in inglese, e talora abbiamo fornito tra parentesi l'originale dopo la nostra traduzione, specialmente quando il testo fa riferimento a concetti femministi specifici. Così, per esempio, nella nostra traduzione si trovano espressioni quali: «forza dell'eros» (erotic power), «relazione basata sull'equità e la solidarietà» (right relation), «nomi-nazione» (naming), «sguardo critico» (seeing). Sempre seguendo un criterio di chiarezza che ci sembra essenziale per un'opera di consultazione, abbiamo deciso di non introdurre neologismi italiani né termini che, pur essendo già stati adoperati in pubblicazioni in lingua italiana, sono rimasti limitati a una cerchia specialistica. In particolare, parlando delle teologie delle donne statunitensi nere e ispaniche abbiamo deciso di non tradurre i neologismi wornanist e mujerista, entrambi basati su un gioco di parole sulla parola «donna» in inglese (wonian) e in spagnolo (mujer), il cui significato viene spiegato alle voci «teologia womanist» e «teologia mujerista»2. Abbiamo dunque privilegiato la chiarezza e la leggibilità del testo, pur rimanendo consapevoli che altre scelte erano possibili, sperando che ciò non sia andato a scapito dell'intensità e della concisione dell'opera originale.

Anche le due bibliografie che si trovano in questo volume richiedono una parola di spiegazione. La Bibliografia generale non è che la traduzione della bibliografia originale del Dizionario, a cui abbiamo aggiunto i titoli delle (poche) traduzioni italiane. La seconda bibliografia presente in questo volume ha ancora minori pretese di completezza. Si tratta semplicemente di un invito alla lettura di testi teologici (e filosofici) femministi scritti nel contesto italiano, che sono assai più numerosi di quanto la nostra breve bibliografia possa riportare.

Nel presentare al pubblico italiano il Dizionario, speriamo che esso favorisca una riflessione sulle persistenti difficoltà del contesto culturale italiano a considerare i discorsi teologici femministi come degni di essere presi in seria considerazione. Ci teniamo a sottolineare come la lettura di questo testo è importante per tutti/e, non solo per le donne, per chi si autodefinisce femminista, o per chi si interessa di giustizia di genere. Crediamo infatti che il dialogo con la molteplicità dei modi in cui gli essere umani incontrano il divino e sperimentano la fede non possa che essere arricchente. Pensiamo anche che, come amava ricordare Martiri Luther King, -un'ingiustizia in qualsiasi parte del mondo rappresenti una minaccia per la giustizia ovunque. I problemi e le lotte delle donne e delle minoranze sono importanti per tutti. Il Dizionario ci rende più consapevoli di molte realtà globali di sofferenza e al tempo stesso ci offre anche la speranza di modi diversi di immaginare collettivamente un mondo più giusto.

Ringraziamo particolarmente Kwok Pui-Lan, Shannon Clarkson, Emilie M. Townes, Mary E. Hunt, Judith Plaschow ed Elisabeth Schtissler Fiorenza per la loro disponibilità a scrivere brevi commenti introduttivi a questa edizione in lingua italiana e per avere incoraggiato caldamente il nostro progetto. La nostra gratitudine va anche a Letty Russell, recentemente scomparsa, una delle due curatrici del testo originale e una delle figure di punta della teologia femminista. È stata per generazioni di donne di tutto il mondo un raro esempio di rigore accademico, di testimonianza di fede vissuta nella ricerca della giustizia e di capacità di superare le barriere che ci dividono con umiltà e compassione.

Siamo anche molto grati all'editrice Claudiana e al suo direttore, Manuel Kromer, per aver accettato di presentare questo testo al pubblico italiano e per la pazienza dimostrataci durante il nostro lavoro di revisione. Questo Dizionario non avrebbe potuto essere nelle vostre mani senza il lavoro delle due traduttrici che hanno prodotto la prima stesura in italiano del testo, Carla Malerba e Chiara Versino. Le ringraziamo di cuore. Grazie anche a Patrizia Ottone per aver curato una bibliografia introduttiva alla teologia femminista in Italia. Viauguriamo una buona lettura e un uso proficuo di questo testo all'interno di corsi accademici, studi biblici, comunità di fede e percorsi personali di riflessione.

Gabriella Lettini, Graduate Theological Union, Berkeley Gianluigi Gugliermetto, St. James Episcopal Church, Firenze

aprile 2010



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Volti di donna. Galleria di ritratti letterari"
Editore: Ancora
Autore:
Pagine: 32
Ean: 9788851407346
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Àncora presenta una nuova raccolta di testi dedicati alla donna, come idea regalo per l’8 marzo.
Il curatore Alessandro Paronuzzi ha raccolto una galleria dei più memorabili ritratti femminili nella storia della letteratura. Da Lucia Mondella de I Promessi Sposi a Esmeralda di Notre Dame de Paris; da Ligeia di Edgar Allan Poe ad Anna Karenina di Lev Tolstoj; da Rossella O’Hara di Via col vento a Cesira de La ciociara.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La carne e il cuore: storie di donne"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Bellieni Carlo V.
Pagine: 116
Ean: 9788882725204
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Due femministe, quattro suore, due ginecologi e una psichiatra: un esplosivo mix che ci trascina con forza nell'universo femminile infrangendo tabù e pregiudizi. Dalla diagnosi prenatale alle bambole, dall'aborto all'amore per il corpo: chi sa quante sorprese riserva il mondo femminile quando si guarda con gli occhiali giusti?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne della Bibbia"
Editore: Cittadella
Autore: Bosetti Elena
Pagine: 174
Ean: 9788830809819
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Sono donne in cammino quelle della Bibbia. Belle, intriganti, appassionate. Come Sara che non meno di Abramo si trova a vivere sulla propria pelle l'avventura, il rischio e la fatica di credere. Come l'innamorata del Cantico che sfida le piste infuocate del deserto e i pericoli della notte per cercare l'Amato? Raramente è in loro potere cambiare il corso degli eventi, ma sanno intuire la gravità dell'ora e non scappano. Seguono il Cristo fin sotto la croce e sono le prime a vederlo Risorto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Grembi che danzano. Lectio divina su figure bibliche femminili"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Maria Anastasia di Gerusalemme
Pagine: 256
Ean: 9788825020625
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Lectio divina su alcune figure bibliche femminili, tutte legate in qualche modo alla maternità, a volte sospirata e difficile.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologhe in Italia. Indagine su una tenace minoranza"
Editore: Il Pozzo di Giacobbe
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788861241015
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il XX secolo, e in particolare il periodo successivo al Concilio Vaticano II, ha visto l'ingresso delle donne in teologia, sia per quanto riguarda la ricerca e la produzione scientifica, sia per quanto riguarda il loro inserimento nelle istituzioni accademiche.La ricerca si presenta suddivisa in due sezioni. La prima consiste in una panoramica - suddivisa per ambiti disciplinari - della produzione teologica femminile in Italia. La seconda si presenta come una mappatura della presenza delle donne insegnanti all'interno delle istituzioni accademiche: Pontificie Università, Pontifici Atenei, Pontificie Facoltà Teologiche, Facoltà di Teologia, Istituti e Studi Teologici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoratrice del pensiero"
Editore:
Autore: Michela Vaccari
Pagine: 208
Ean: 9788874026265
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Attiva a Vicenza nei primi anni del Novecento e impegnata per la parità fra i sessi, Elisa Salerno è giornalista e scrittrice che riassume tutta la sua attività nel definirsi prima cattolica e poi femminista. La fede e la forte tensione morale la portano a teorizzare un femminismo cristiano elaborato e divulgato attraverso l'intensissima attività di scrittura, spesa tra giornali, saggi e narrazioni, ma anche numerosissime lettere scritte a papi, vescovi e politici, convinta che la condizione della donna potesse cambiare ma solo attraverso una sinergia che coinvolgesse i vertici del potere.La complessa e affascinante figura di Elisa Salerno è stata oggetto di studio sotto vari profili, suscitando interesse dal punto di vista letterario, storico, pedagogico e giornalistico. Risulta ora interessante l'approccio teologico, campo in cui Elisa Salerno milita sentendosi chiamata a dire Dio solo dal suo essere credente. Il volume si prefigge lo scopo di mostrare e ascoltare una donna che ha dedicato tutta la sua vita, consumandola, per la causa santa della donna, e lo ha fatto da ostinata conservatrice del Vangelo di Cristo, cercando un dialogo con la Chiesa da sempre considerata maestra di verità ma anche con il coraggio di denunciare l'antifemminismo che vi scorgeva in essa. Un solo rammarico, al termine della sua vita: essere nata troppo presto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eva. La donna"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Tisot Henri
Pagine: 240
Ean: 9788889094617
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Dalla notte dei tempi, Eva, la prima donna, è stata gravata dell'incredibile peso del peccato originale. E questo a causa di una cattiva interpretazione del testo biblico del giardino dell'Eden.Forte dei suoi quarant'anni di studi biblici, Henri Tisot ha svelato l'errore fatale. Si tratta del «più clamoroso errore giudiziario» da cui gli uomini delle tre religioni abramitiche - ebrei, cristiani e islamici - hanno tratto vantaggio.Questo libro ha il solo scopo di riabilitare Eva, vergognosamente infangata fin dalla creazione del mondo, e Henri Tisot si augura che numerose donne si impadroniscano di queste pagine - ricche, del resto, di stupefacenti rivelazioni- allo scopo di emanciparsi definitivamente dalla stretta maschile della quale tutt'oggi sono oggetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da Eva a Bakhita. La donna nella Bibbia"
Editore: Elledici
Autore: Fazalari Teresa
Pagine: 88
Ean: 9788801043044
Prezzo: € 6.50

Descrizione:Questo studio è utile a chi desidera ritrovare alle sorgenti della Creazione e della Redenzione la donna pensata e realizzata da Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Via col tempo"
Editore: Ares Edizioni
Autore: Manghi Catania Marcella
Pagine: 152
Ean: 9788881554690
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Saggio rosa autobiografico. Marcella Manghi, traendo spunto dal brano dell'Ecclesiaste noto ai più come «C'è un tempo per ogni cosa», ne dipana i contenuti in una riflessione sulla vita. In un percorso delicato, ironico e infarcito di sano pragmatismo femminile, l'autrice ci conduce alla valorizzazione dell'esistenza nella sua declinazione quotidiana, attraverso il racconto fresco, coinvolgente e autentico della sua esperienza di giovane moglie, madre e lavoratrice. Lo scorrere del tempo è la presa di coscienza che a ogni momento della vita è associata una diversa realizzazione. I desideri cambiano, le persone maturano, qualcuno nasce e qualcun altro muore: in tutto questo c'è un significato e una bellezza da scoprire. A ogni età corrisponde la sua soddisfazione, a ogni passo verso la maturità, un obiettivo. E se il tempo corre via, restano le riflessioni a 360° sul come e con chi se ne è andato: dal marito che si crede di conoscere, ai figli che si cerca di non «rovinare». Dalla ricerca di senso in una giornata storta, al retrogusto di ciò che ci lasciamo alle spalle spegnendo la luce la sera… E se anche sembra che alla fine qualcosa non quadri, niente fretta: «C'è un tempo per ogni cosa».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La donna è nuda. Storia di una battaglia perduta"
Editore: Vivere In
Autore: Lentini Gerlando
Pagine:
Ean: 9788872633281
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Se il libro si intitola "storia di una battaglia perduta" intende nella sua concretezza promuovere una rivincita basata sul fondamento di una presa di coscienza di valori inoppugnabili.C'è sempre il rischio che tutto ciò che è, per natura, bello, buono e amabile, venga alterato nel suo essere da una mentalità egoista e da una consuetudine di ingordigia.La rivincita trova il suo fondamento nella realtà della donna eletta a dare concretezza storico-umana all'Autore della vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Amare. Storie di madri coraggiose"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Campi Pezzi Licia
Pagine: 216
Ean: 9788831535748
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il libro ripercorre duemila anni di storia alla luce della presenza delle donne, meglio delle madri. L'intento di queste pagine è quello di documentare il coraggio, spesso sorprendente, di madri che hanno accompagnato, in molti casi pubblicamente, in altri in maniera molto discreta, il cammino dei figli. In nome dell'amore incondizionato e della dedizione più radicale, queste donne hanno lasciato un'impronta nella storia.Con uno stile narrativo piano e con grande attenzione ai documenti storici, l'Autrice presenta una lunga serie di donne: dalle donne dei primi secoli alle eroiche madri del Medioevo, del secolo della rivoluzione francese, del risorgimento italiano fino alle donne dell'olocausto e alle donne (madri e nonne) di Plaza de Mayo in Argentina.Viene riportata anche la storia di Betty Mahamody autrice di Mai senza mia figlia, come simbolo di mamme che, sposando uomini provenienti da Paesi islamici, affrontano molte traversie per poter educare liberamente i loro figli.Il filo rosso che le accomuna è la forza del dono senza riserve. Attraverso queste donne è possibile leggere la storia, non a partire da equilibri di potere e di dominio, ma a partire dall'amore che rimane la forza positiva più grande.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nuove mimose"
Editore: Ancora
Autore: AA. VV.
Pagine: 32
Ean: 9788851406301
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Dopo il successo di Mimose nel 2008, Àncora presenta una nuova raccolta di testi dedicati alla donna, come idea regalo per l'8 Marzo. Formato, confezione, copertina si mantengono invariati; rimane uno spazio per le dediche, una piccola introduzione e la busta allegata ad hoc. Nuovi i testi di scrittori, poeti, cantautori come  Montale, Ungaretti, Vecchioni, Gaber, Prévert, Saba, Jennings e tanti altri. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne moderne nel Medioevo"
Editore: Jaca Book
Autore: Dufrasne Dieudonné
Pagine: 160
Ean: 9788816408715
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Un movimento da riscoprire a fronte del buio degli storici, un'assoluta avanguardia per il medioevo e per la condizione femminile.
Al declinare del mondo feudale, tra il dodicesimo ed il quattordicesimo secolo, nelle Fiandre e in altre parti d'Europa, assistiamo ad un fenomeno di straordinaria modernità unito ad una grande profondità religiosa.
Delle donne laiche, in questo già precorritrici dei tempi, si fanno carico di opere di carità e di assistenza in una società sempre più divisa a causa degli sviluppi cittadini tra abbienti e nuovi poveri. Si tratta delle beghine e ra esse spiccano personalità di forte spessore.
beghine abbia, oggi, preso un carattere quasi simbolo di un pietismo superstizioso fa parte di quelle sovversioni di significato che la storia conosce.

Spiritualità moderna che prepara figure come san Vincenzo de Paoli con secoli di anticipo. Ma anche evento storico che mostra la crisi di un mondo che, modernizzandosi, si prepara, in nome dei nuovi lavori della vita cittadina, a lasciar indietro chi non è fortunato.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne della risurrezione"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Lia Beltrami
Pagine: 144
Ean: 9788831535274
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Protagoniste del libro sono alcune donne che l'autrice ha incontrato in Italia o durante i suoi viaggi in Terra Santa e in Africa (Etiopia, Mozambico) per girare documentari e che hanno lasciato un segno profondo nella sua vita: la loro testimonianza l'ha spronata nei momenti difficili e le è stata compagna in quelli più felici. Il libro colleziona ritratti di donne che, come scrive l'autrice, "hanno affrontato le fatiche più dure per far nascere e crescere dei figli, donne che hanno rischiato la vita per dare la vita, donne che hanno lasciato tutto per soccorrere i fratelli, ma anche donne e uomini che hanno trovato il coraggio di lasciare una strada di morte per dire sì alla vita...". Filo rosso è la figura esemplare di Maria Maddalena, passata dagli abissi della morte alla pienezza della vita, fino a ricevere per prima l'annuncio della risurrezione. L'autrice visita i diversi luoghi che hanno visto la passione, la morte e la risurrezione di Gesù, rilegge i corrispondenti episodi evangelici su Maria di Betania e Maria di Magdala tratti dai quattro Vangeli e in qualche modo li fa risuonare dentro di sé collegandoli a una figura di una donna da lei realmente conosciuta che ne simboleggia il senso profondo. Otto capitoli scandiscono l'itinerario di conversione: la liberazione dalle catene del peccato; l'ascolto della Parola nella casa di Marta; l'affidamento a Cristo davanti alla tomba di Lazzaro; l'unzione a Betania e la follia dell'amore; la sofferenza redenta ai piedi della Croce; la pietra del sepolcro e l'apparente silenzio di Dio; la gioia della conversione di fronte al Risorto; il mandato della testimonianza.Pagine di grande speranza che testimoniano uno sguardo positivo sul quotidiano, spesso segnato dal coraggio e dalla gratuità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paolo e la donna"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Giancarlo Biguzzi
Pagine: 200
Ean: 9788831535311
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Da sempre, anche fra i suoi contemporanei, Paolo ha avuto dei nemici, oltre che discepoli e ammiratori. Nei secoli passati è stato messo sotto accusa soprattutto per il suo atteggiamento nei confronti della legge e della circoncisione, nel nostro tempo a lui si rimprovera la sua vera o presunta ostilità nei confronti della donna. "La donna taccia nelle assemblee" questa è una delle sue frasi maggiormente incriminate. Ma che cosa ha detto davvero Paolo e che cosa voleva dire? L'autore, noto biblista, esamina gli scritti di Paolo anche alla luce della sua prassi nell'evangelizzazione e conduzione delle Chiese da lui fondate. A Filippi, Corinto, Efeso sceglie come collaboratrici alcune donne alle quali non chiede certo di tacere!I testi sotto accusa sono due. Il primo è in 1Cor 11 e ha come tema «l'uomo che prega o profetizza e la donna che prega o profetizza» (v. 4-5). Come dice il suono delle parole, che sono identiche per uomo e donna, questo testo di Paolo non è in alcun modo antifemminista. L'altro testo è quello di 1Cor 14,33-35, che senza ombra di dubbio impone il silenzio alle donne nelle assemblee, ma non è facilmente attribuibile a Paolo, in quanto contrasta con altri testi paolini, fra i quali anche 1Cor 11,5. Di fatto, l'imposizione del silenzio alle donne di 1Cor 14,33-35 può avere altre due o tre attribuzioni. Potrebbe essere una glossa di un copista, entrata poi nel testo della lettera, oppure potrebbe riprendere le parole di un gruppo di corinzi contro i quali reagisce (o reagirebbe) lo stesso Paolo in 1Cor 14,36. Un libro appassionante per l'attualità del tema, affrontato con linguaggio sciolto, comprensibile e rigoroso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La donna la vita"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Wénin André, Focant Camille
Pagine: 160
Ean: 9788810510605
Prezzo: € 17.40

Descrizione:Le donne che popolano i numerosi racconti della Bibbia sembrano per lo più confinate all'ombra dei protagonisti maschili. Tuttavia esse non hanno un ruolo meno determinante e spesso la loro audacia non ha pari. A queste matriarche, regine o serve, israelite o straniere, spose, amanti e prostitute si dedica la riflessione di due grandi esegeti quali André Wénin e Camille Focant, esperti rispettivamente di Antico e Nuovo Testamento. La galleria dei ritratti che ne esce pone di fronte al lettore tante donne "vive" e che danno vita al cammino di Dio con l'umanità. Sono brevi schizzi, di poche pagine, capaci di recuperare la grandezza di queste figure che hanno ancora molto da dire all'uomo di oggi. In eco, le seppie dell'artista Marte Sonnet aprono uno spazio di risonanza, al femminile. La voce di Sylvie Germain, scrittrice, cultrice di filosofia e di letteratura, chiude il dialogo con un contrappunto finale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Donna nel vangelo di san Marco"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Antonio Izquierdo
Pagine: 128
Ean: 9788820979768
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Nella sfilata di donne che fa Marco nel suo vangelo, ci sono donne reali e storiche, altre sono personaggi di finzione, e non mancano generalizzazioni che si riferiscono a tutte, almeno a tutte le donne giudee.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La valorizzazione della donna in San Vincenzo dè Paoli"
Editore: CLV Edizioni Centro Liturgico Vincenziano
Autore: Giuseppe Carulli
Pagine: 56
Ean: 9788873670889
Prezzo: € 5.00

Descrizione:S. Vincenzo fu forse il Santo che ebbe maggior fiducia nella donna e ne ottenne i più prodigiosi risultati. Egli intuì quante energie spirituali erano nascoste nella sua anima; egli capì quanta delicatezza di sentimenti poteva alimentare il suo cuore. Ma soprattutto si rese conto di quanta generosità fosse capace la donna dinanzi alle necessità dei fratelli sofferenti e bisognosi. Si deve proprio dire che Vincenzo ebbe una grazia tutta speciale, una prerogativa, diciamo pure, un carisma personalissimo nell'individuare il ruolo della donna nella Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Di un altro genere: etica al femminile"
Editore: Vita e Pensiero Edizioni
Autore:
Pagine: 292
Ean: 9788834317105
Prezzo: € 22.00

Descrizione:L'attuale dibattito teorico del femminismo europeo e americano sembra ormai definitivamente assestato su posizioni antiessenzialiste e antinaturaliste, secondo cui la differenza sessuale - usualmente accettata nelle due forme di maschile e di femminile - va al contrario ricondotta alle sue configurazioni sociali e storiche e, dunque, raccolta dentro un'indistinta uniformità di genere. Il sesso non è più un elemento distintivo di una marcatura ontologica duale, ma un orientamento soggettivo segnato dalla libertà del singolo. La negazione dell'identità sessuale, insomma, posta al servizio di una ridefinizione ‘neutra' della natura umana, eleva il ‘genere' a nuovo paradigma culturale, ormai sempre di più accettato e promosso dalle politiche mondialiste dell'ONU e dell'UE. Questo volume, che si avvale dei contributi delle più acute pensatrici italiane, intende affrontare i nodi ancora irrisolti della questione femminile nelle sue declinazioni storiche, culturali e politiche, alla ricerca di un'antropologia duale, ontologicamente fondata ed eticamente produttiva, per raggiungere la trama intersoggettiva della differenza, dove equilibrare pathos e logos, esperienza emotiva ed esperienza cognitiva, passione e dovere, concretezza del vivere e universalità della condizione umana, complessità dei legami intersoggettivi e responsabilità morale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologhe: in quale Europa?"
Editore:
Autore: Mazzolini Sandra, Perroni Marinella
Pagine: 224
Ean: 9788874023899
Prezzo: € 14.00

Descrizione:In un convegno internazionale svoltosi a Roma teologhe cristiane, e non solo, si sono interrogate sull'importanza della ricerca teologica delle donne per un'Europa che fa fatica a coniugare continuità con il passato e coraggio di apertura verso il futuro. Il Coordinamento Teologhe Italiane (CTI), che di quell'evento è stato promotore, offre a un pubblico ampio e non specialistico voci, idee, riflessioni, confronti. Per molti, forse, l'ingresso delle donne negli ambiti ecclesiali più tradizionalmente maschili, come lo studio accademico della teologia, i compiti pastorali e alcune funzioni liturgiche, suona ancora come un fatto eccentrico. Non è così. Non più soltanto luogo privilegiato dell'esperienza interiore delle donne, il divino è anche l'oggetto di una ricerca tanto appassionata quanto rigorosa di un numero crescente di loro in tutto il mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donna riflesso di Cristo. Come valorizzare il meglio della donna a partire dalla mulieris digintatem"
Editore:
Autore: Pollano Giuseppe
Pagine: 112
Ean: 9788874023875
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Monsignor Giuseppe Pollano conduce in questo volume sette meditazioni sulla vocazione cristiana della donna, a partire dal testo della Mulieris dignitatem, la lettera apostolica sulla dignità e vocazione della donna che Giovanni Paolo II ha scritto in occasione dell'anno mariano del 1988.Le Figlie di Maria Santissima Regina delle madri, cui queste riflessioni erano inizialmente rivolte, hanno inteso offrire la ricchezza di questo tesoro spirituale a tutte le donne che vogliano capirsi di più e valorizzare concretamente il meglio di se stesse, perché anche attraverso l'esempio di alcune figure gloriose della storia della Chiesa, ogni donna possa riconoscere il senso autenticamente cristiano della chiamata alla santità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU