Articoli religiosi

Libri - Pittura



Titolo: "Antonello da Messina. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788857239286
Prezzo: € 11.90

Descrizione:"La vita e l'opera di Antonello da Messina, artista di fondamentale importanza per la comprensione dell'arte europea considerato il più grande ritrattista del Quattrocento. La prima opera firmata e datata di Antonello, il Salvator Mundi della National Gallery di Londra, del 1465, rivela d'acchito una partecipazione diretta al clima di ricerche della Rinascenza italiana, quale in quegli anni mai ci si sarebbe atteso da parte di un pittore di origine e di formazione meridionali. Il dipinto, pur nella sua frontalità assoluta, e più generalmente nella tipologia consueta alla pittura mediterranea del tempo, è contraddistinto curiosamente (ma non è caso unico nel percorso di Antonello) dalla presenza di un "pentimento" che vale a chiarire, quasi programmaticamente, il mutar di intendimenti formali: la prima redazione nella positura originaria della mano ancora ben evidente, le dita tese verso l'alto secondo l'accezione corrente, viene corretta in quella definitiva con l'imposto nuovo, in scorcio, delle dita a taglio rispetto al piano del torace. E mai correzione fu più vero segno di una nuova fede rivelata, autentica folgorazione sulla via di Damasco." (Dalla Presentazione di Raffaello Causa)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cines de Cuba. Photographs by Carolina Sandretto. Ediz. illustrata"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 396
Ean: 9788857234397
Prezzo: € 68.00

Descrizione:Un viaggio fotografico alla scoperta dei cinema di Cuba. La testimonianza di uno straordinario patrimonio culturale e architettonico. Nel 1953, Cuba aveva 694 cinema e teatri. La sola Avana ne aveva 134, più di New York o Parigi. Nel 2014, la fotografa documentarista Carolina Sandretto ha deciso di trovare e fotografare, con una fotocamera di medio formato degli anni '50, i cinema di quell'epoca d'oro sopravvissuti fino ai nostri giorni. Questo libro è il documento visivo del suo viaggio. Con Cines de Cuba Carolina Sandretto compie un viaggio per immagini attraverso i cinema dell'isola di Cuba, raccontando una parte della storia e delle trasformazioni di questo Paese. Il percorso si è compiuto in quattro anni di lavoro, nel corso dei quali la fotografa è andata alla ricerca delle oltre 600 sale cinematografiche che l'intera isola contava negli anni '60. Il cinema è entrato nella vita e nell'immaginario dei cubani negli anni del boom economico precedenti la Rivoluzione per poi subire un declino nei decenni a venire. Oggi ne restano attivi solo 19, mentre la maggior parte sono stati abbandonati o convertiti in sedi teatrali e di compagnie di danza. Carolina Sandretto ne ha fotografati oltre 300 tra l'Havana e le città e villaggi di tutte le regioni dell'isola. Oltre 500 immagini ne raccontano le architetture, le facciate e le insegne rovinate dal tempo, le sale vuote e quelle riconvertite. Il volume, introdotto da un testo dell'autrice, è arricchito dai testi dell'artista Carlos Garaicoa e della scrittrice Grettel Jiménez-Singer, due esponenti della cultura cubana che, con diversi linguaggi, raccontano il loro Paese a livello internazionale. Nei loro contributi si intrecciano ricordi e testimonianze ancora vivide del ruolo fondamentale che il cinema ha avuto nella loro formazione e probabilmente nel loro lavoro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jean-Auguste-Dominique Ingres e la vita artistica al tempo di Napoleone. Catalogo della mostra (Milano, 12 marzo-23 giugno 2019)"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine: 240
Ean: 9788831786737
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Il catalogo della mostra" Ingres e la vita artistica al tempo di Napoleone" intende restituire alla pittura e alla scultura degli anni tra il 1780 e il 1820 la loro carica di novità e, per così dire, la loro "giovinezza conquistatrice": al suo interno, dopo un'introduzione dei curatori del catalogo, un'intervista a Philippe Bordes, il massimo conoscitore di Jaques-Louis David, maestro di Ingres; un saggio di Adrien Goetz dedicato al soggetto dell'iconografia dell'imperium e un ritratto del pittore neoclassico François-Xavier Fabre a cura di Michel Hilaire. Una vita lunghissima di successi inarrestabili quella di Jean-Auguste-Dominique Ingres (Montauban, 29 agosto 1780 - Parigi, 14 gennaio 1867), celebre pittore francese, vissuto negli anni dell'impero napoleonico, della Restaurazione e della monarchia borbonica. Anni vivaci e frenetici nell'evoluzione politica e culturale dell'Europa, in cui l'artista si distinse per un disegno elegante, frutto degli studi classici, e forme estremamente moderne per l'epoca. Il catalogo è diviso in otto sezioni che raccontano le opere in mostra: «Una modernità paradossale» e «Della notte e del sogno» curate da Stéphane Guégan, «Le campagne d'Italia» e «Milano capitale delle arti» di Isabella Marelli, «Due ritratti per un imperatore» di Sylvie Le Ray-Burimi, «Ingres fra Parigi e Roma» curata da Florence Viguier-Dutheil, «Ingres, Carolina e Gioacchino Murat» di Gennaro Toscano e infine «Ingres dopo la caduta dell'Aquila» sempre della curatrice Florence Viguier-Dutheil.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Umani a Milano per Progetto Arca. Ediz. illustrata"
Editore: Gribaudo
Autore:
Pagine: 160
Ean: 9788858023754
Prezzo: € 19.90

Descrizione:Questo libro nasce dall'incontro tra Umani a Milano, progetto di storytelling dedicato alla città, e Fondazione Progetto Arca, non-profit che da 25 anni aiuta chi è povero ed emarginato a riconquistare un futuro di autonomia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vincenzo Scolamiero. Della declinante ombra. Catalogo della mostra (Roma, 8 marzo-9 giugno 2019). Ediz. a colori"
Editore: De Luca Editori d'Arte
Autore:
Pagine: 72
Ean: 9788865574232
Prezzo: € 25.00

Descrizione:La pittura di Scolamiero è evocativa, raffinata, sinestetica (pittura che è anche poesia, pittura che è anche musica, pittura che è anche danza), solcata sempre da un vento malinconicamnete inquieto che è prima di tutto soffio e respiro interiore...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Klimt"
Editore: Castelvecchi
Autore: Bahr Hermann
Pagine: 126
Ean: 9788832822069
Prezzo: € 14.50

Descrizione:L'8 marzo 1900 al palazzo della Secessione di Vienna viene esposto il nuovo, attesissimo quadro di Gustav Klimt, la Filosofia. È l'opera che consacrerà la sua arte agli occhi del mondo, ma in Austria viene odiata, derisa, considerata un'offesa al gusto e alla morale. Il critico Hermann Bahr è tra i primi a stimare il lavoro di Klimt, di cui diventa lo strenuo difensore. Mentre attorno ai quadri e alla persona del pittore divampa la polemica, in questi scritti Bahr lo descrive come un talento capace di modernizzare l'intera arte austriaca, e di eguagliare finalmente le vette dell'arte europea. Bahr è convinto che il tempo gli darà ragione: decide di raccogliere le critiche più dure rivolte a Klimt dalle pagine dei giornali, come «marchio d'infamia da consegnare ai posteri, che dovranno sapere di cosa si era capaci in Austria intorno al Millenovecento».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutti gli scritti"
Editore: Mimesis
Autore: Mondrian Piet
Pagine: 412
Ean: 9788857554167
Prezzo: € 38.00

Descrizione:L'intera parabola artistica e spirituale di Piet Mondrian, uno dei padri indiscussi dell'immaginario occidentale contemporaneo, è delineata in questo volume, che riunisce tutti i suoi scritti, dal simbolismo e il naturalismo postimpressionista delle origini alla progressiva astrazione geometrica che colloca il grande pittore olandese tra i fondatori dell'avanguardistico gruppo De Stijl. Mondrian ci conduce nei meandri della sua mente dove l'apollineo e il dionisiaco, l'ordine e il piacere, non cessano di cercare una conciliazione, dove l'esigenza profonda di universalità non sminuisce la capacità di cogliere e anticipare i segni tangibili del suo tempo. Un libro esaustivo, che apre al lettore il mondo intellettuale ed emotivo di quell'uomo distinto, che talvolta sceglie di svestire i panni dell'austero calvinista per scatenarsi sulle piste da ballo di New York, al ritmo trascinante del boogie-woogie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' archivio fotografico. Metodologie e confronti"
Editore: Editrice Bibliografica
Autore: Schiona Chiara Micol
Pagine: 171
Ean: 9788893570374
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Quali sono le metodologie che portano alla costituzione di un archivio fotografico? L'autrice cerca di rispondere partendo dall'analisi fisica fino ad arrivare alle ricerche più recenti, che in campo italiano stanno portando alla creazione della scheda FF e in campo internazionale alla creazione di una rete di conoscenze basate sulla creazione di metadati. L'analisi è supportata dallo studio della composizione dell'Archivio fotografico Vittorio Emanuele presente all'interno della Biblioteca nazionale centrale di Roma, scelto perché presenta validi spunti di ricerca metodologici, il quale è stato confrontato con l'Arquivo Municipal de Lisboa, di cui sono state prese in considerazione la capacità e la modalità di centralizzare e conservare la produzione fotografica dispersa negli edifici dell'Archivio della città, e con la University of St Andrews Library Photographic Collection, che ospita una delle più grandi e importanti collezioni di fotografia storica della Scozia. Il tutto supportato da un'analisi storica che da Baumann e il suo Liquid Modernity, Deridda e il Mal d'archive agli Archival turn eredi del postmodernismo e della decostruzione porterà alla nuova scienza archivistica della visual culture.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La forma della luce nella pittura di Francesco Lojacono. Una lettura della sua opera nel quadro di alcune esperienze della pittura di paesaggio italiana ed europea del XIX secolo"
Editore: Franco Angeli
Autore: Ciotta Anna
Pagine: 300
Ean: 9788891771681
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Artista prevalentemente studiato con un'ottica essenzialmente locale che ha limitato, in parte, l'effettiva portata della sua personalità artistica e il valore della sua opera, Francesco Lojacono (Palermo, 1838-1915) fu, invero, un pittore nato in Sicilia ma di statura italiana, per il contributo da lui dato al rinnovamento della pittura paesaggistica della seconda metà dell'Ottocento in Italia. Inoltre, la più ampia prospettiva di valutazione adottata nell'analizzare la sua produzione artistica ha fatto emergere numerose affinità tra suoi dipinti e talune pitture di paesaggio di alcuni tra i principali protagonisti della pittura di paesaggio europea, come Joseph Mallord William Turner, John Constable e Jean-Baptiste-Camille Corot, ed ha evidenziato l'esistenza di connessioni con specifiche opere, in particolar modo quelle realizzate durante il soggiorno a Portici, del pittore catalano Mariano Fortuny y Marsal. L'indagine, pertanto, attraverso l'esame delle tappe fondamentali del suo percorso artistico ha inteso fornire elementi per un nuovo e più mirato sguardo sull'opera di Lojacono che lo riscattasse, in qualche modo, dall'etichetta di "principe dei paesisti siciliani" di cui la sua pittura, come di un indelebile marchio, sembra non essersi ancora del tutto liberata. La scoperta che, per il pittore siciliano, in virtù di una sorta di immedesimazione da lui operata tra la luce che fa esistere l'oggetto e l'oggetto che per suo mezzo esiste, la rappresentazione dell'immagine della luce, o meglio della sua forma, avviene attraverso quella dell'oggetto che essa manifesta ha costituito l'ultimo approdo di questo lavoro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Reflex"
Editore: Aracne
Autore: Castagna Diana
Pagine: 160
Ean: 9788825522617
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume raccoglie scatti fotografici di edifici, vegetazione e vita quotidiana riflessi nelle pozzanghere di due importanti città metropolitane quali Roma e Londra. Nelle istantanee, i molteplici soggetti ritratti sembrano animarsi, assumendo complesse e straordinarie profondità e prospettive, dove le increspature dell'acqua creano un effetto surreale e artistico che assume similitudini con le tecniche pittoriche ad acquerello.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Song of myself"
Editore: Stampa 2009
Autore: Maresca Teresa
Pagine: 96
Ean: 9788883367069
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il libro raccoglie i testi critici più importanti ricevuti nel corso della carriera dell'artista, ed è questo che dà il titolo, raccolta personalissima intorno al lavoro di un pittore. Gli autori che nel tempo hanno seguito il suo lavoro sono filosofi, scrittori e poeti, oltre che critici. Maresca ha sempre dipinto temi inerenti al paesaggio, e il paesaggio è anche un ineludibile argomento di analisi da parte di saggisti e scrittori. Oltre ai dipinti recenti, "Bagnanti" in mezzo ai boschi americani di sequoie, e "Piscine" californiane di memoria cinematografica, nel libro trovano posto scritti sulla percezione della natura dei filosofi Sergio Givone, Carlo Sini, Ettore Canepa, Roberto Carifi; testi legati alla pittura, come quello della scrittrice Lalla Romano, o dei critici d'arte Paolo Biscottini e Roberto Sanesi; scritti sull'incanto delle piscine e degli acquari di Ken Shulman e di Leopoldo Carra; un dialogo teatrale, inedito, del premio Pulitzer nativo americano Navarre Scott Momaday; e per finire due poesie, di Maurizio Cucchi e Roberto Mussapi - tra i maggiori poeti italiani contemporanei, dedicate alle figure dei "Bagnanti" dei quadri di Teresa Maresca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Andrey Esionov. Neo-nomadi e autoctoni. Acquerelli. Catalogo della mostra (Firenze, 5 marzo-28 aprile 2019). Ediz. illustrata"
Editore: Polistampa
Autore:
Pagine: 144
Ean: 9788859619611
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il catalogo della mostra allestita dal 5 marzo al 28 aprile 2019 a Firenze, presso l'Accademia delle Arti del Disegno, è dedicato all'opera del pittore Andrey Esionov, maestro dell'arte figurativa russa contemporanea. In 42 opere, tratte da otto diverse serie di acquerelli, l'artista realizza una riflessione critica, surreale e pungente intorno allo scenario delle metropoli contemporanee e all'umanità che le popola."Tradizionalmente", scrive Alexander Borowsky, "si ritiene che l'osservatore stia al di fuori dell'interazione sociale, che la posizione dell'osservatore (ovvero dell'artista) e quella dell'attore siano inconciliabili. Esionov insiste invece nel ribadire la propria presenza nella realtà: è dentro di essa, quasi ne tocca fisicamente i protagonisti con le dita. La sensazione di contatto tattile è parte imprescindibile della sua arte". Testi di Eugenio Giani, Dario Nardella, Cristina Acidini, Zurab Tsereteli, Alexander Borowsky, Andrea Granchi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Caravaggio. Vita sacra e profana"
Editore: Mondadori
Autore: Graham-Dixon Andrew
Pagine: 480
Ean: 9788804708872
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La straordinaria capacità di Michelangelo Merisi da Caravaggio di esprimere il dramma dell'uomo attraverso la pittura riflette, come in pochi altri casi nella storia dell'arte, la sua esistenza reale, una vita fatta "di lampi nella più buia delle notti". Nato nel 1571 nella cittadina lombarda di Caravaggio, visse in seguito tra Milano, Roma e Napoli, lavorando per cardinali e potenti signori dell'epoca, che si contendevano i migliori artisti per le proprie casate. Appena uscito dalle grandi chiese e dai lussuosi palazzi, si ubriacava nelle bettole, andava a prostitute, incappava in risse di strada, durante una delle quali si macchiò di omicidio. Per sfuggire all'arresto scappò a Napoli e quindi a Malta. Lì, dopo essere entrato nell'ordine dei cavalieri di San Giovanni per evitare la condanna a morte che pendeva su di lui, fu incarcerato per aver aggredito un cavaliere di rango superiore, ma riuscì a evadere. Morì pochi anni dopo mentre tornava a Roma a chiedere al papa la grazia per i suoi crimini. Aveva trentotto anni. Per ricostruire la storia di questo artista unico, Andrew Graham-Dixon ha lavorato oltre un decennio, con le metodologie di un vero detective e avvalendosi di documenti scoperti di recente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "The fire next time"
Editore: Taschen
Autore: Baldwin James
Pagine: 284
Ean: 9783836571517
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Pubblicato per la prima volta nel 1963, The Fire Next Time di James Baldwin colpì dritto al cuore della cosiddetta "questione nera". Straordinario per la sua narrazione magistrale, così come per il resoconto intimo e sincero che ripercorre l'esperienza della popolazione di colore degli Stati Uniti, il libro è considerato una delle più appassionanti e autorevoli indagini sui rapporti interrazziali negli anni '60, in cui le tematiche di amore, fede e famiglia si intrecciano fino a sferrare un attacco diretto all'ipocrisia del "paese della libertà". La prosa di James Baldwin è ora riproposta in tutta la sua ricchezza, crudezza ed efficacia, accompagnata da oltre 100 fotografie di Steve Schapiro, che accompagnò Baldwin durante i suoi viaggi nel sud degli Stati Uniti per la rivista Life. Il loro incontro introdusse Schapiro nel vivo del movimento, offrendogli la possibilità di scattare immagini insostituibili, spesso iconiche, immortalando i leader della lotta per i diritti civili - tra cui Martin Luther King Jr., Rosa Parks, Fred Shuttlesworth e Jerome Smith - ed eventi cruciali come la Marcia su Washington e la Marcia di Selma. Il volume include storie sul campo di Schapiro, una prefazione di John Lewis, leggenda dei diritti civili e membro del Congresso degli Stati Uniti, didascalie di Marcia Davis del Washington Post e un saggio di Gloria Baldwin Karefa-Smart, che si trovava con suo fratello James in Sierra Leone quando lui iniziò a lavorare al libro. Ne risulta una testimonianza visiva e testuale senza paragoni di una delle lotte più importanti e travagliate della storia americana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Forme del paesaggio 1970-2018. Ediz. a colori"
Editore: Quodlibet
Autore: Pericoli Tullio
Pagine: 256
Ean: 9788822903174
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il tema del paesaggio, che Tullio Pericoli aveva affrontato fin dagli esordi della sua carriera, è tornato da alcuni anni al centro dell'opera dell'artista, restituendo nuova vita al rapporto - comunque mai interrotto - con la sua terra natale. Sono però ora le "parti senza un tutto" del territorio marchigiano a dar forma alla sua pittura, sempre tuttavia plurale, soggetta a continue e imprevedibili variazioni. Come scrive Salvatore Settis nel saggio introduttivo: "Costruiti mutando il punto di vista ma non lo spirito sperimentale, questi dipinti, se presi tutti insieme, acquistano, anche senza volerlo, un marcato carattere inventariale. Sono il repertorio, il registro, il lessico di un linguaggio: la lingua madre di Tullio Pericoli, delle sue Marche. E, per sineddoche, della nostra Italia". Il presente volume accompagna la mostra ospitata ad Ascoli Piceno presso Palazzo dei Capitani dal 22 marzo 2019 al 3 maggio 2020 e propone un percorso antologico con una selezione di 168 opere realizzate dal 1970 al 2018, un viaggio a ritroso nei quasi cinquant'anni di ricerca che l'artista ha dedicato al paesaggio. Il periodo iniziale si identifica nel ciclo delle "geologie" (1970-1923), costituito da immagini stratificate, sezioni materiche, strutture sismiche. La fase successiva (1976-1983) pone in evidenza un diverso trattamento del tema paesaggistico con vedute luminose e lievi - acquerelli, chine e matite su carta -, spazi aerei che l'artista concepisce come orizzonti immaginari, memorie di alfabeti, tracce di antiche scritture. L'esplorazione di nuove morfologie paesaggistiche si avverte in un consistente gruppo di opere (1998-2009) che, dopo aver rappresentato lo scenario dei colli marchigiani, va progressivamente esplorando i dettagli della natura, i segni e i solchi delle terre. Il paesaggio, dipinto per frammenti, è una mappa costruita con equilibri diversificati, rapporti instabili che l'artista coglie nella trama di stratificazioni materiche. L'esposizione documenta infine in modo ampio e articolato la stagione più recente (2010-2018) in cui Tullio Pericoli ha individuato nuove profondità del paesaggio, con continui rinnovamenti dell'esperienza pittorica. Prefazione di Salvatore Settis. Con scritti di Claudio Cerritelli e Silvia Ballestra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Isole di ordinaria follia"
Editore: Marcianum Press
Autore: Marco Steiner
Pagine: 146
Ean: 9788865126424
Prezzo: € 18.00

Descrizione:"Si era nel '68. Franco Basaglia si batteva per la chiusura dei manicomi e con Carla Cerati avevamo realizzato delle fotografie sui manicomi. Vedendole, Basaglia rimase allibito. Si trattava di fotografie mai viste prima in Italia. Così abbiamo deciso di farne un libro, Morire di Classe. La condizione manicomiale (Torino, Einaudi, 1969), che con l'aggiunta di testi di Basaglia, ha fatto conoscere all'Italia le condizioni tragiche di questi malati". Ho scritto queste parole tanto tempo fa, in questo libro non ci sono le mie fotografie, ci sono i miei contatti con le mie note, i tagli, gli appunti. Disposti così in sequenza sembrano muoversi, sembrano le sequenze di un film che non posso dimenticare. Leggendo questo libro oggi mi rendo conto che il classificatore che ho consegnato nelle mani di Marco D'Anna e Marco Steiner è nato a nuova vita, ha prodotto qualcosa di diverso da un libro di fotografia, è un libro di storie e c'è anche la mia qui dentro, una storia di indignazione per quello che di inumano ho visto. C'è ribellione e ruvida poesia, documentata dalle mie immagini e sensazioni, esaltata dalle visioni di Marco D'Anna, arricchita con i germogli di speranza seminati nei racconti di Marco Steiner. Gianni Berengo Gardin

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il carro d'oro di Johann Paul Schor. L'effimero splendore dei carnevali barocchi. Catalogo della mostra (Firenze, 20 febbraio-5 maggio 2019). Ediz. a colori"
Editore: Sillabe
Autore:
Pagine: 184
Ean: 9788833400761
Prezzo: € 25.00

Descrizione:L'acquisto, da parte delle Gallerie degli Uffizi, del grande dipinto di Johann Paul Schor raffigurante Il corteo del principe Giovan Battista Borghese per il Carnevale di Roma del 1664 si è rivelato una grande opportunità per approfondire gli studi sull'artista e per ricostruire non solo la storia dell'evento raffigurato sulla tela, ma tutto un tessuto di relazioni artistiche e di committenza nel secondo Seicento a Roma e a Firenze. La magnificenza, lo sfarzo, le sorprese, l'esuberanza e financo gli sperperi del carnevale del principe Borghese, si collocano in un ambito intellettuale che va ben oltre i cliché connessi alle esagerazioni del gusto barocco. La mostra rievoca in maniera suggestiva il clima dei carnevali barocchi, per l'allestimento dei quali i carri e le carrozze costituivano un elemento primario. Insieme al carro d'oro possiamo in questa occasione ammirare la Giostra dei Caroselli per l'arrivo a Roma di Cristina di Svezia, monumentale tela di Filippo Gagliardi e Filippo Lauri eccezionalmente prestata dal Museo di Roma, e confrontarli con la satira dei Balli di Sfessania di Jacques Callot.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sardegna. 20 storie di natura. Ediz. illustrata"
Editore: Delfino Carlo Editore
Autore:
Pagine: 173
Ean: 9788893611428
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Questo libro è un mosaico che comprende richiami geografici come l'Isola di Sant'Antico di Antonio Biggio, l'Oasi di Monte Arcosu di Giovanni Paulis, il Supramonte selvaggio di Massimiliano Mele, lo Stagno di Platamona di Alberto Frattus (valido fotografo prematuramente scomparso), la Giara di Gianfranco Fois, storico narratore dell'altopiano e i paesaggi stradali di una "terra da viaggiare" di Alberto Maisto insieme a quelli visti dall'alto di Marcello Chiodino, grande appassionato di fotografia col drone. Le suggestioni sono affidate alle albe e ai tramonti di Alessandro Carboni, alle rocce del parco della Maddalena di Mirko Ugo e alla raffinata grazia dei fiori spontanei di Bettina Puddu. Ambienti particolari come le grotte e i fondali marini sono raccontati da Vittorio Crobu (la magia delle eccentriche) e da Miho Tsuruoka (la vitale importanza della prateria di posidonia). Gli animali sono presenti con specie spettacolari come il Falco della regina di Giuseppe Sedda, poco conosciute come la Gallina prataiola di Gabriele Espis oppure note, ma di cui si parla poco, come il Daino di Bobore Frau ed Edoardo Simula. Ci sono presenze effimere e affascinanti come le farfalle di Mauro Doneddu insieme a specie ingiustamente invise e fonte di superstizione come i rettili di Matteo Di Nicola e i pipistrelli di Mauro Mucedda. Un discorso a parte merita il capitolo di Alfonso Mascia, tutt'ora l'unico fotografo ad aver avuto la possibilità di documentare da vicino, in assoluta sicurezza, la nidificazione dei fenicotteri "sardi". Infine il mio racconto dell'agonia di Sas Baddes, una delle più antiche foreste di leccio rimaste in Europa. "Sardegna 20 storie di Natura" dunque, senza avere la pretesa di illustrare compiutamente le varietà ambientali della nostra isola, si presenta come un insieme di immagini e di racconti, scritti con passione, competenza e sentimento, che esaltano alcune delle infinite e complesse diversità di una terra sempre più simile ad un piccolo continente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antonello da Messina. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 299
Ean: 9788857239279
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Una monografia su Antonello da Messina, uno degli artisti più importanti della storia dell'arte occidentale. Antonello da Messina fu un artista eccelso e inconfondibile, considerato il più grande ritrattista del Quattrocento, autore di una traccia indelebile nella storia della pittura italiana. Giorgio Vasari lo racconta, nelle sue celeberrime Vite, come colui che carpì il segreto della pittura a olio a Jan van Eyck, e da Bruges lo portò nel Mediterraneo. Di Antonello restano purtroppo poche straordinarie opere, scampate a tragici avvenimenti naturali e all'incuria; quelle rimaste sono disperse in varie raccolte e musei fra Tirreno e Adriatico, oltre la Manica, di là dall'Atlantico. Pubblicato in occasione della mostra a lui dedicata a Palazzo Reale di Milano, il volume presenta l'intero corpus di opere del maestro messinese e costituisce un'occasione unica e speciale per entrare nel mondo di questo artista di fondamentale importanza per la comprensione dell'arte europea. La monogra?a offre una lettura dell'opera di Antonello avvalendosi anche di occhi diversi da quelli degli storici dell'arte: ai saggi che introducono e offrono il taglio critico del catalogo dell'artista (con le intuizioni e letture di Giovan Battista Cavalcaselle a farci da guida nel catalogo di Antonello, lui che ne fu il moderno esegeta) e al contributo di uno storico, Renzo Villa, che ricostruisce la vicenda del siciliano collocandola nel suo tempo, si af?ancano infatti i testi di cinque scrittori che raccontano l'opera prediletta dell'intero corpus antonelliano. Ne scaturisce un mosaico del tutto insolito, che vede accanto Roberto Alajmo, Nicola Gardini, Jhumpa Lahiri, Giorgio Montefoschi ed Elisabetta Rasy. Ognuno con la sua scrittura, ognuno con una diversa impostazione ma tutti con una grande e comune passione: Antonello da Messina.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leonardo"
Editore: Jaca Book
Autore: Clayton Martin
Pagine: 129
Ean: 9788816605756
Prezzo: € 50.00

Descrizione:

PER L’ANNIVERSARIO DEI 500 ANNI DELLA MORTE DI LEONARDO DA VINCI, UNA COMPLETA VISIONE DELL’UNIVERSO ARTISTICO DEL GRANDE GENIO, NEI DISEGNI DELLA ROYAL COLLECTION TRUST.

In occasione del cinquecentenario della scomparsa di Leonardo da Vinci (1452-1519), la più importante collezione al mondo dei suoi disegni è raccolta in un volume a cura di Martin Clayton, Head of Drawings and Paintings.. Nessuno come Leonardo ha saputo esercitare attraverso il disegno la sua vena artistica. Ancor più che i suoi dipinti, i numerosi schizzi mostrano quanto ampiamente e in modo variegato Leonardo si sia esercitato durante la vita nella professione di pittore, scultore, architetto, ma anche di ingegnere, costumista, anatomista, botanico, cartografo, inventore di macchinari e strumenti di guerra e molto altro ancora. A guardarli attentamente, però, i disegni sono ben più della testimonianza dei suoi progetti: ci offrono la sua percezione del mondo, le esplorazioni della sua mente, la sua immaginazione, il suo modo di pensare. Insomma, pongono in risalto un universo straordinario, dalla prospettiva di un grande genio. E a ogni sguardo, ci insegna Clayton, si possono cogliere sempre nuove e inaspettate connessioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verrocchio, il maestro di Leonardo. Catalogo della mostra (Firenze, 8 marzo-14 luglio 2019). Ediz. illustrata"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine: 368
Ean: 9788829700332
Prezzo: € 53.00

Descrizione:La mostra "Verrocchio, il maestro di Leonardo" a Palazzo Strozzi celebra, in occasione del cinquecentesimo anniversario della scomparsa di Leonardo da Vinci, la figura di un artista che fu geniale interprete dei valori del Rinascimento nella Firenze medicea di Cosimo il Vecchio, di Piero e di Lorenzo il Magnifico e che, con la sua bottega e la sua multiforme attività, influenzò un'intera generazione di maestri in Italia e in Europa. Il catalogo della mostra, edito da Marsilio, si apre con un album di immagini in bianco e nero dei monumentali capolavori di Verrocchio non in mostra poiché inamovibili dalle loro sedi, e con i saggi dei due curatori che ricostruiscono magistralmente l'impegno artistico instancabile e versatile del maestro: Francesco Caglioti mette in luce la complessità della figura di Verrocchio scultore, analizzandone la formazione, i generi figurativi, gli allievi e i seguaci; Andrea De Marchi prende in esame la produzione pittorica verrocchiesca e la fondamentale influenza che esercitò su alcuni tra gli artisti più brillanti del Quattrocento fiorentino, da Bartolomeo della Gatta a Perugino, da Ghirlandaio a Lorenzo di Credi, fino all'immenso Leonardo. Il catalogo delle opere è suddiviso in undici sezioni che rispecchiano il percorso espositivo, creando un contrappunto costante fra sculture in marmo, figure in bronzo, in terracotta e in altri materiali plastici, pitture e disegni e restituendoci, tra autografi di Verrocchio e opere dei suoi tanti allievi, seguaci e imitatori, l'affresco di un'intera epoca. Chiude il volume un'ampia e documentata bibliografia raccolta da Francesco Caglioti. Catalogo della mostra, Firenze, Palazzo Strozzi, 8 marzo-14 luglio 2019.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giostre. Storie, immagini, giochi. Catalogo della mostra (Rovigo, 23 marzo-30 giugno 2019). Ediz. a colori"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 179
Ean: 9788836643202
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume racconta - attraverso la fotografia, la pittura, la grafica e i giocattoli - il fascino immediato e intramontabile delle giostre. Le diverse interpretazioni visive sono giocose e anche malinconiche, e ci conducono in una dimensione della memoria che parla dell'infanzia, del tempo che passa, del nostro destino. Le giostre affondano le radici negli antichi giochi rituali delle società contadine, che una lunga evoluzione ha trasformato nelle moderne attrazioni ipertecnologiche. Insieme alla Commedia dell'Arte, al teatro dei burattini e delle marionette, e al circo, il luna park è uno degli spettacoli popolari itineranti la cui storia inizia con le antiche fiere. Queste - luoghi di commercio ma anche di divertimento, movimentati da artisti ambulanti, indovini, acrobati - con la Rivoluzione industriale di fine Settecento e poi, con il clima del Positivismo, mutano aspetto, utilizzando sempre di più la tecnologia per attrarre e coinvolgere il pubblico. Le grandi Esposizioni universali di fine Ottocento, nate per presentare le novità dell'industria, si tramutano in veri e propri parchi di divertimento: con uno scatto tecnologico appaiono i giochi meccanici, le altalene, le giostre. Nel corso del Novecento i parchi di divertimento diventano "luna park" - dal nome del parco di Coney Island (1903) - completamente meccanizzati e, successivamente, informatizzati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovanni Migliara. Viaggio in Italia. Catalogo della mostra (Torino, 28 febbraio-16 giugno 2019). Ediz. a colori"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 160
Ean: 9788836642755
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Originario di Alessandria ma attivo a Milano, Giovanni Migliara (1785-1837) è uno dei maggiori e più versatili interpreti della veduta prospettica in Italia nell'età romantica. Formatosi all'Accademia di Brera, si dedica alla scenografia e in seguito alla pittura, specializzandosi inizialmente in composizioni di fantasia - i cosiddetti 'capricci' - che fondono insieme architetture reali e di invenzione. Al contempo l'artista dà vita a immagini veritiere di città e monumenti, scene animate dalla presenza di numerosi personaggi impegnati nelle loro attività quotidiane. Non mancano echi dalle vicende storiche e dall'evoluzione del progresso tecnologico e industriale del tempo, come testimonia la celeberrima tela con la filanda Mylius di Boffalora. Migliara è anche uno degli esponenti più significativi in Italia del gusto troubadour, un fenomeno culturale di derivazione francese che propone un appassionato revival del Medioevo tragico e avventuroso tramite la rievocazione delle vicende dei personaggi della storia e della letteratura del passato. Celebri e ricercati dalla committenza aristocratica, tra cui Casa Savoia, sono i suoi fantasiosi interni di conventi, impreziositi dalla perfezione della prospettiva e dalla straordinaria resa della luce. Attraverso una serie di viaggi nelle principali città d'Italia - Venezia, Firenze, Genova, Roma, Napoli... - l'artista realizza, infine, molteplici vedute a olio, all'acquerello e anche fixés sous verre (sofisticate miniature a olio su seta applicata su vetro) che offrono un variegato panorama della Penisola in quell'epoca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La pittura di mercato. Il «parlar coperto» nel ciclo Fugger di Vincenzo Campi"
Editore: Mimesis
Autore: Corrain Lucia
Pagine: 140
Ean: 9788857553719
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il volume concentra l'attenzione su un ciclo pittorico composto da cinque tele realizzate da Vincenzo Campi e conservate in Germania fin dal 1580-1581. Il soggetto principale della serie è il cibo nelle sue diverse e straordinarie declinazioni, dalla frutta alla verdura, ai pesci, ai polli, ai tacchini, ai volatili di vario tipo. Veri e propri trionfi di naturali a che l'"ingegnosissimo Vincenzo" allestisce in mercati con tanto di "singolari" venditori. L'indagine condotta su ciascuno dei singoli dipinti riporta in superficie diversi significati "nascosti"; una volta messi in luce, però, sono capaci di ricostruire una dimensione culturale dell'epoca che il tempo ha sedimentato e via via disperso fino all'oblio e che le opere dell'artista cremonese invece gelosamente custodiscono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' amore materno. Alle origini della pittura moderna da Previati a Boccioni. Catalogo della mostra (Verona, 7 dicembre 2018-10 marzo 2019)"
Editore: Franco Cosimo Panini
Autore:
Pagine: 79
Ean: 9788857014609
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Per la prima volta la città di Verona ospita una mostra sul divisionismo italiano, uno dei periodi più creativi della storia dell'arte del nostro Paese. Il percorso espositivo si incentra sul tema dell'amore materno, motivo tra i più amati e rappresentati dalla cultura artistica europea tra Otto e Novecento e ha come fulcro portante Maternità, celebre dipinto di Gaetano Previati risalente al 1891. Attorno a quest'opera dirompente e rivoluzionaria si è riunita una selezione di capolavori che riassumono a colpo d'occhio, nelle pagine di questo volume, l'intensa stagione culturale al transito tra la pittura italiana ottocentesca e le nuove correnti figurative dell'avanguardia europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU