Articoli religiosi

Libri - Pittura



Titolo: "La «firma» d'artista nel Medioevo. Il caso di Roberto, Ruggero e Nicodemo"
Editore: Prospettiva Editrice
Autore: Ferrante Giuseppe
Pagine: 127
Ean: 9788894995213
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il periodo medievale è sostanzialmente privo di un genere letterario inteso come raccolta sistematica di informazioni paragonabile ad una letteratura artistica a vocazione storiografica: ne consegue che le sottoscrizioni, "vere e proprie fonti di prima mano", sono i principali strumenti utilizzati per un'indagine comparativa tra il livello testuale e la dimensione storica ed artistica. Scopo di questa ricerca è fornire, attraverso l'analisi delle testimonianze - firme e tituli - autografe di una bottega di scultori di origine normanna attiva in Abruzzo nel XII secolo, spunti di riflessione sulla considerazione di cui godeva l'artifex medievale presso i suoi contemporanei e che esso stesso si attribuiva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fini & confini. Il territorio nell'arte fotografica"
Editore: Campanotto
Autore: Gavagnin Dionisio
Pagine: 544
Ean: 9788845616785
Prezzo: € 38.00

Descrizione:Paesaggio-territorio. Attorno a questo binomio si è giocata nella storia dell'arte, e nella fotografia sin dalla sua scoperta, una battaglia delle idee che ha visto prevalere il Paesaggio come visione addomesticata del Territorio, spazi confinati della vita civile che ideologicamente fondono il bello e l'utile. Se oggi la nostra idea di Paesaggio tende ad esaurire ciò che riteniamo notevole, ed esclude tutto il resto, e cioè un Territorio pesantemente piagato dalla corsa cieca di un progresso vocato al fine del profitto, l'arte, e la fotografia come parte di essa, ci invita a scoprire le ragioni della disfatta della ragione, e propone motivi di riflessione intorno ai modi attraverso i quali il pensiero dominante ha creato il mito moderno del Paesaggio, ottundendo la nostra capacità di vedere le cose così come sono, e di immaginare un futuro diverso. A dispetto del potere economico e politico, che voleva la fotografia al suo servizio, ancella delle scienze positiviste, la fotografia d'arte ha saputo derogare da quei compiti ufficiali, ed inoltrarsi alla scoperta di spazi anomali, proponendo visioni oltre-confine, alternative rispetto alla ordinaria rappresentazione del mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mario Martone. 1977-2018. Catalogo della mostra (Napoli, 1 giugno-8 ottobre 2018). Ediz. illustrata"
Editore: Contrasto
Autore:
Pagine: 241
Ean: 9788869657603
Prezzo: € 49.00

Descrizione:I numeri rovesciati e 1'8 in orizzontale indicano un tempo liberato: in questo libro Mario Martone monta le fotografie dei suoi lavori teatrali, cinematografici e d'opera con lo stesso criterio che lo ha guidato per concepire la mostra al Museo Madre di Napoli, costruendo un flusso visivo che accosta periodi e linguaggi diversi e che compone solo uno dei tanti possibili percorsi che il regista affida da quarant'anni ai suoi spettatori. Le immagini sono accompagnate dalla cronologia completa dei film e degli spettacoli e dai testi critici di Gianfranco Capitta, Massimo Fusillo, Emiliano Morreale e Gianluca Riccio, curatore del progetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Underworld. Ediz. illustrata"
Editore: Sassi
Autore: Naska
Pagine: 147
Ean: 9788868603793
Prezzo: € 35.00

Descrizione:"Creo sempre le mie fotografie in modo da poter raccontare una storia dai contorni artistici ed evocativi, in grado di offrire un viaggio insolito e risvegliare lo spirito sognatore di ciascuno". È così che Naska, con quest'opera, propone ai lettori di perdersi nel cuore di diversi e variopinti ambienti naturali, per scoprire e ammirare la micro-fauna e la flora che dimorano nell'affascinante mondo del sottosuolo. Da paesaggi dai tratti impressionisti a luoghi d'ispirazione dark, l'autore riesce a ritrovare in ogni scatto il piacere di valorizzare la natura, attraverso i numerosi tesori che essa mette a disposizione di chi sa coglierne la bellezza. Benvenuti, dunque, signore e signori: Madre Natura apre per voi le porte di un mondo strabiliante, troppo spesso sconosciuto. Prefazione di Kaziras Kyriakos.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pezze. Prato tra gli anni Settanta e Ottanta. Ediz. illustrata"
Editore: Pendragon
Autore: Panerai Fabio, Cammelli Riccardo
Pagine: 159
Ean: 9788833640600
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Fabio Panerai è nato nel 1952 a Prato, dove vive e lavora. Nel 1986 ha pubblicato con altri autori Parco Bisenzio, rivisitazione e riuso di un fiume urbano. Nel 1999 "Carmignano, quotidianità e istituzioni tra Ottocento e Novecento" e nel 2014 "I vetri sui muri. Prato da campagna a città tra mito e storia". Nel 2015 Calimara. Prato come io la ricordo, un libro di sue foto quasi tutte scattate tra il 1977 e 1979. Con questo "Pezze, Prato tra gli anni Settanta e Ottanta", un altro libro di sue immagini, intende ripercorrere il passaggio tra quegli anni cruciali continuando la ricerca delle radici di una storia cittadina in profonda trasformazione politica ed economica, da realtà rurale a città, non trascurando aspetti intensi e drammatici e senza concedere nulla alla rievocazione nostalgica dei tempi che furono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mario Martone. 1977-2018. Catalogo della mostra (Napoli, 1 giugno-8 ottobre 2018). Ediz. inglese"
Editore: Contrasto
Autore:
Pagine: 241
Ean: 9788869657702
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Terre in movimento: Site specific Marche 17 (earthquake) Marche terremoto 2017 2018-Improvvisamente-Fragile. Handle with care. Ediz. illustrata"
Editore: Quodlibet
Autore: De Pietri Paola, Noordkamp Petra, Barbieri Olivo
Pagine: 240
Ean: 9788822903068
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Tre volumi in un unico cofanetto, raccolgono i lavori dei tre artisti. Olivo Barbieri, "site specific Marche 17 (earthquake)". Marche Terremoto 2017 2018 Paola De Pietri, "Improvvisamente" Petra Noordkamp, "Fragile. Handle with Care". Terre in movimento ha invitato tre artisti, Olivo Barbieri, Paola De Pietri e Petra Noordkamp, a dar forma a un proprio sguardo su questi luoghi. Il loro lavoro non rappresenta solo un risarcimento per il territorio, ma ha l'ambizione di dare inizio a una ricerca artistica più ampia e con più voci sulla metamorfosi del paesaggio marchigiano. I tre artisti hanno passato lunghi periodi nelle comunità del cratere - Visso, Camerino, Arquata e Pescara del Tronto, Pieve Torina, Pievebovigliana, Muccia, Ussita tra gli altri -, hanno incontrato e conosciuto persone e luoghi, visitato le zone rosse e sviluppato, ognuno con la propria poetica, progetti molto diversi per media e linguaggio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adriana Beretta. Stanze e distanze. Opere-Works 2007-17. Catalogo della mostra (Lugano, 26 novembre 2017-6 maggio 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Casagrande
Autore:
Pagine: 173
Ean: 9788877138033
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Pubblicato in occasione dell'ampia mostra personale allestita a Villa Pia a Porza, presso la Fondazione d'Arte Erich Lindenberg, il libro documenta le opere più recenti di Adriana Beretta, offrendone anche tre "assaggi" in forma di altrettanti "cahiers" inseriti nel volume stesso. Testi in italiano e inglese di Tiziana Lotti Tramezzani, Gaspare Luigi Marcone, Annalisa Viati Navone e Matteo Terzaghi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Picasso. Della guerra e della pace"
Editore: Jaca Book
Autore: Forestier Sylvie, Sini Carlo
Pagine: 84
Ean: 9788816605633
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Sul tema della Guerra e della Pace sono messe a confronto le opere di un pittore che ha percorso il XX secolo, Pablo Picasso, e le parole di un filosofo, Carlo Sini, che ne ha percorsa la seconda parte, entrando nel XXI secolo.Un importante testo di Sylvie Forestier ci accompagna nella Cappella della Guerra e della Pace di Picasso e nella cronologia delle sue opere. Picasso, alla fine della Prima guerra mondiale, viaggia in Italia con Cocteau e scopre il mito mediterraneo della pace. La guerra di Spagna con il bombardamento nazista di Guernica ispira a Picasso un capolavoro sulla tragedia della guerra, Guernica appunto, accompagnato da opere sul dolore. Dopo la Seconda guerra mondiale, ad Antibes Picasso ritrova la pace mediterranea e, politicamente impegnato, ne realizza un simbolo, la colomba. La guerra in Corea lo riporta a una nuova Guernica, questa volta nel ricordo della fucilazione dipinta da Goya. La sfida della Cappella della Guerra e della Pace, unitamente a Guernica e a Massacro in Corea fa di Picasso l’artista moderno più capace di metterci con forza poetica davanti all’orrore della guerra. Le parole di Sini ci conducono al senso e alla pratica della pace. Sini ricorda Whitehead per il quale la pace era un «modo di essere, non un concetto; piuttosto è un’azione simbolica, che ha qualche connessione con l’Arte e col Bello. In questo senso essa frequenta idealmente il mito e tutte le figure archetipiche dei primordi umani». Sini insiste: «Non lo starsene in pace o l’essere lasciati in pace nel proprio rifugio e nascondiglio ma, al contrario, l’essere totalmente aperti e nell’aperto, senza più protezione (come diceva Rilke), innamorati dello spettacolo degli altri e della bellezza della vita comune; dimentichi di profitti immaginari e interamente dediti alle imprese da affrontare con i compagni che il destino ci ha dato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritto nel West. Rivisited"
Editore: Jaca Book
Autore: Wenders Wim
Pagine: 108
Ean: 9788816605619
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Alla fine del 1983 prima di iniziare le riprese di Paris, Texas, Wim Wenders viaggia per mesi attraverso il West americano, dal Texas all’Arizona, dalla California al New Mexico, munito Wim Wenders viaggia per mesi attraverso il West americano, dal Texas all’Arizona, dalla California al New Mexico, munito della sua Makina-Plaubel 6x7. Wenders si lascia catturare dalla straordinaria vastità e bellezza di un paesaggio imbevuto di luce e di colore, sperando di «migliorare la mia comprensione, la mia sintonia con quella luce, quel paesaggio». Lo sguardo professionale del regista e la meraviglia dell’europeo che nel West cerca di cogliere la terra originaria del “sogno americano” costituiscono il fascino di questa raccolta di immagini, singolare e irripetibile. Nel 2001 Wenders torna nella sonnolenta cittadina di Paris e scatta nuove fotografie,questa volta con una Fuji 6x4,5. È la testimonianza di una fascinazione rimasta intatta, un viaggio dell’artista nei propri ricordi. Si aggiunge un nuovo essenziale capitolo al classico Scritto nel West, ora Revisited.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Light"
Editore: Marcianum Press
Autore: Laura Venezia
Pagine: 80
Ean: 9788865126394
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il tema della luce attraversa da sempre l'umanità e le sue espressioni più alte, dalla letteratura alla storia dell'arte. La festa dei Misteri in Molise racconta, tra Angeli e Demoni che volteggiano sopra le strade di Campobasso, la lotta tra il Bene e il Male. Il testo è corredato da un ricco repertorio fotografico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' altrove tra noi. Da un'idea di Pietro Tosi. Ediz. italiana inglese"
Editore: Quodlibet
Autore: Niccoli Fiorenzo
Pagine: 226
Ean: 9788822902948
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Un pretesto. Questo è stato per Fiorenzo Niccoli e per Piero Tosi, con la collaborazione inconsapevole di Danilo Donati - fotografo il primo, costumisti supremi, da Oscar, gli altri due -, il presepe commissionato nel 2016 da Quirino Conti a nome della Fondazione Carla Fendi, e allestito presso la Chiesa degli artisti, in Roma. Il Natale come esca felicissima della fantasia, dell'estro, della più scatenata voluttà creativa. Rovistando negli armadi di due insigni sartorie teatrali romane, Farani e Il Costume, grazie a una squadra formata da artisti navigati e allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia, la ferula implacabile di Niccoli e Tosi, amici e complici di vecchia data, ha dato vita, una vita raggelata quanto si vuole, eppure sempre lì lì per sciogliersi e animarsi in uno spettacolo teatrale, a un lampo, a un sogno, a un giuoco lungo centottanta immagini, disseminate di figure e figurine provenienti da un altrove e piovute chissà come qui tra noi. Una sacra rappresentazione ch'è al tempo stesso un frammento di circo o un brandello di rivista; un omaggio consapevole, affettuoso e pungente al tempo stesso, ai pagliacci, a Wanda Osiris, a Federico Fellini, alla fotografia come arte. Con scritti di Giorgio Amitrano, Quirino Conti, Caterina d'Amico, Giosetta Fioroni, Susanna Guida, Jacopo Pellegrini e Franca Valeri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perugino. L'Adorazione dei Magi. Catalogo della mostra (Milano, 1 dicembre 2018-13 gennaio 2019). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 95
Ean: 9788836642090
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Dopo l'apprendistato a Firenze nell'aggiornatissima bottega di Verrocchio, accanto a Leonardo da Vinci e a Lorenzo di Credi, Pietro Perugino riceve, attorno al 1475, il primo incarico importante dalla sua terra d'origine, l'Adorazione dei Magi per la chiesa di Santa Maria dei Servi a Perugia. Nella grande tavola il giovane pittore sposa apertamente la cultura figurativa fiorentina e prende a modello il coevo dipinto d'uguale soggetto di Sandro Botticelli. Introduce però anche le prime note personali - il paesaggio con le distese d'acqua, l'attenzione minuziosa ai particolari, le dolci fisionomie delle figure - che renderanno celebre la sua maniera e che per un paio di decenni ne faranno, come scrisse Agostino Chigi, "il meglio maestro d'Italia".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jean Dubuffet. L'arte in gioco. Materia e spirito (1943-1985). Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 295
Ean: 9788857239217
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Jean Dubuffet (1901-1985) è stato uno dei massimi artisti del XX secolo. Grande homme-orchestre, dopo una carriera da commerciante di vini ha saputo divenire pittore, scultore, incisore, scrittore, pensatore, musicista e collezionista, in un processo continuo di ricerca e invenzione che ha pochi confronti nella storia dell'arte. Spesso definito inclassificabile e iconoclasta, egli ha incarnato al contempo la figura di artista-artigiano-umanista, offrendo forse l'ultima grande avventura della pittura nel Novecento, quella di un eroe che ha avuto il coraggio di rimanere autonomo e coerente e di non cedere alle insidie del sibilo incantatore della "morte dell'arte". Questo volume, con la mostra che lo accompagna, intende ripercorrere tutti i cicli via via sempre nuovi e originali che ne hanno caratterizzato la vita d'artista, in un flusso dinamico e inesauribile di invenzioni che sottintendono una grande apertura ai fatti della vita, alle meraviglie ma anche alle miserie del mondo. Il quadro è quello di una impostazione di pensiero molto forte che dialoga consapevolmente con le posizioni teoretiche di grandi pensatori, scrittori, artisti del secolo. La polarità tra spirito e materia, che i due curatori di questo progetto mettono in luce anche nel titolo, risulta centrale per comprendere il gioco dell'arte di Dubuffet, un gioco che ha sovvertito le regole condivise per impostarne con rigore di nuove e inattese, un gioco che sempre s'intreccia con la realtà e con la vita. Una sezione finale del volume presenta una serie di autori storici dell'art brut, celebrando la figura di Dubuffet quale studioso e collezionista di queste forme di espressione. Viene inoltre riproposto un florilegio di scritti dello stesso artista - "mago stanco", come si era definito, eppure infaticabile - che rappresentano in ogni caso le migliori chiavi d'accesso al suo regno. Mostra: Reggio Emilia, Palazzo Magnani, 17 novembre 2018 - 3 marzo 2019. Presentazioni di Davide Zanichelli e François Gibault.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pittori e dipinti del Novecento pisano. Nel secolo andato"
Editore: Pacini Editore
Autore: Renzoni Stefano
Pagine: 157
Ean: 9788869955112
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La nostra non vuole essere una storia della pittura a Pisa del primo Novecento e neppure una breve sintesi dei pittori più significativi. Si tratta, molto più modestamente, di tredici medaglioni biografici di alcuni tra i principali pittori pisani del primo Novecento che, secondo il personalissimo parere di chi scrive, furono tra i più importanti, con l'aggiunta di qualcuno che forse così significativo non fu, ma che è stato pressoché totalmente dimenticato, e che meriterebbe invece una qualche riconsiderazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi. Vicenza e i capolavori del Museo Puskin di Mosca. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 199
Ean: 9788857240138
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Per Venezia il Settecento si apre con la pace di Passarowitz del 1718, a porre fine al secolare stato di guerra con i turchi, e si chiude nel 1797 con quel trattato di Campoformido che segna il termine dell'orgogliosa indipendenza di una delle maggiori potenze europee e della più duratura repubblica della storia: la Serenissima. Le sonate di Benedetto Marcello e il pathos di Antonio Vivaldi, la voce di Farinelli e della Bordoni, l'ingegno di Francesco Algarotti e la misura di Giorgio Massari riflettono il sentire di un secolo in cui Venezia riacquista il ruolo di capitale dell'arte - ora assieme a Parigi - anche grazie a un nuovo impulso dato alla pittura, con gli ultimi protagonisti capaci di rielaborare, ancora una volta, la fortissima immagine del mito della città. Attraverso i contributi di Vittoria Markova, Alessandro Morandotti e Stefano Zuffi, questo catalogo racconta un frammento di grande storia, filtrata attraverso alcuni tra i massimi capolavori di molti dei protagonisti del secolo. Artisti partiti da Venezia per conquistare l'Europa con il proprio pennello, portando nuovamente l'arte lagunare a eccellere tramite nuovi temi e stilemi. Da Sebastiano e Marco Ricci a Giambattista e Giandomenico Tiepolo, da Londra a Madrid a Würzburg, il colore e il segno veneziani trionfanti. Una narrazione per immagini intessuta sul dialogo tra le opere di due tra i più importanti poli museali europei: il Museo Statale di Belle Arti A.S. Puskin di Mosca e il Museo Civico di Palazzo Chiericati di Vicenza. Mostra: Palazzo Chiericati - Musei Civici di Vicenza, Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, 23 novembre 2018 - 10 marzo 2019. Presentazioni di Sergey Razo, Pasquale Terracciano, Francesco Russo, Marina Losak e Giovanni Bazoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Civilization. Immagini per il XXI secolo. Ediz. illustrata"
Editore: Einaudi
Autore: Ewing William A., Roussell Holly
Pagine: 352
Ean: 9788806238773
Prezzo: € 75.00

Descrizione:Società, politica, economia, natura, tecnologia. 143 fotografi da tutto il mondo interpretano la nostra vita di oggi sul pianeta Terra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il museo delle relazioni interrotte. Ciò che resta dell'amore, in 203 oggetti"
Editore: Mondadori
Autore: Vistica Olinka, Grubisic Drazen
Pagine: 222
Ean: 9788804705246
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La cartolina del primo amore. Un biglietto con scritto: "Ti amo più di chiunque altro". Un abito da sposa in un barattolo. Un paio di scarpe di vernice rossa. Del filo spinato. Un'ascia. Questi e altri oggetti popolano le stanze di un luogo curioso, ormai di culto. È il museo delle relazioni interrotte di Zagabria, che da anni custodisce ricordi di amori finiti di tutto il mondo. A fondarlo, una coppia di fidanzati che più di dieci anni fa hanno, dovuto fare i conti con la fine della loro relazione: cosa sarebbe accaduto alle rovine del loro amore, che a distanza di tempo continuavano a ricordare loro momenti felici e sogni infranti? Nasce così l'idea di creare un rifugio per custodire i cimeli della loro e di altre "relazioni interrotte". Da allora, migliaia di persone di tutto il mondo hanno scelto di accomiatarsi dal proprio amore mandando un ricordo in esilio al museo, insieme al racconto della propria storia, con la speranza che continui a risuonare nei cuori dei visitatori. Storie emozionanti, a volte amare, altre divertenti, che sono una fonte di ispirazione e ci ricordano quanto sia importante apprezzare i momenti di comunione con l'altro. Una celebrazione dell'amore, dedicata a chiunque sia stato innamorato almeno una volta nella vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' aria del tempo. Ediz. illustrata"
Editore: Contrasto
Autore: Sestini Massimo
Pagine: 128
Ean: 9788869657634
Prezzo: € 39.00

Descrizione:"L'aria del tempo" è quella che respiriamo tutti giorni e osserviamo intorno a noi. Ma è anche quella che Massimo Sestini cattura in una serie di incredibili visioni aeree del nostro paese. Dall'alto di un elicottero o di un aereo, in anni di lavoro Sestini ha realizzato un vero, lungo, preciso e appassionato itinerario cogliendo bellezze naturali, drammi, avvenimenti politici, tragedie e momenti di svago. Con un'insolita visione zenitale gioca a capovolgere le nostre percezioni visive, fa navigare la Concordia spiaggiata, ribalta cielo e terra inseguendo un Eurofighter, osa nelle proiezioni di ombre animate. Un fatto di cronaca (il barcone degli emigranti ripresa dal cielo: una foto che ha vinto numerosi premi come il prestigioso World Press Photo), una consuetudine (il ferragosto in spiaggia), una catastrofe naturale (il terremoto dell'Aquila), avvenimenti politici e culturali (dalla strage di Capaci al funerale del Papa): nelle sue immagini l'Italia svela in un modo unico le sue bellezze, le sue fragilità, la sua grandiosa complessità. Dall'introduzione di Gianluca Tenti: "Cronaca, stragi, sogno, sfida. Nel suo archivio della memoria visiva c'è l'alba del creato, l'intersezione della perpendicolare all'orizzonte passante per l'osservatore con l'emisfero celeste invisibile - che poi sarebbe il Nadir - e il suo opposto, con l'apertura zenitale che è essenza stessa di questo volume. Può piacere o apparire omologa alla messe straripante d'immagini dell'odierna società. Ma è un dato di fatto, un assunto, che quella e solo quella può essere la fotografia di Massimo Sestini".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La più gioconda veduta del mondo. Venezia da una finestra. Ediz. illustrata"
Editore: Contrasto
Autore: Berengo Gardin Gianni
Pagine: 119
Ean: 9788869657627
Prezzo: € 45.00

Descrizione:"L'idea di questo progetto è nata quando il mio amico Renato Padoan, per vent'anni Soprintendente ai Monumenti di Venezia, mi raccontò che nella sua casa, all'ultimo piano di Palazzo Erizzo Bollani sul Canal Grande a Venezia, fra il rio di San Grisostomo e il rio dei Santi Apostoli, aveva abitato nella prima metà del Cinquecento Pietro Aretino. In una nota lettera al suo benefattore, Domenico Bollani, proprietario del palazzo, l'Aretino aveva vivacemente descritto la vista che godeva da una delle finestre della casa, affacciata sulla Pescheria, il Ponte di Rialto (all'epoca ancora in legno) e il Fontego dei Tedeschi, e le mille attività che si svolgevano sotto i suoi occhi. Un'occasione che non potevo lasciarmi sfuggire. Dal 2004 per alcuni anni sono stato più volte ospite del mio amico e da quella stessa finestra ho fotografato lo stesso scenario che si era presentato all'Aretino, per descrivere cosa era rimasto immutato e cosa era cambiato rispetto al suo racconto: la vita quotidiana, i traffici, i trasporti commerciali e turistici, le manifestazioni, le regate ecc. Ora questo libro contiene le immagini inedite di questo lavoro, di questo bellissimo gioco di specchi tra visioni veneziane del Cinquecento e di oggi. Veramente, la più gioconda veduta del mondo." (Gianni Berengo Gardin)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pisa oltre la piazza. Ediz. italiana e inglese"
Editore: ETS
Autore: Angelica Luigi
Pagine: 144
Ean: 9788846754271
Prezzo: € 49.00

Descrizione:"Un livornese a Pisa? Pisa dista da Livorno circa 20 chilometri e non vi nascondo che se non mi fossi dedicato alla realizzazione di questo volume, Pisa per me sarebbe rimasta una città quasi sconosciuta. Pisa, la città della torre pendente, conosciuta in tutto il mondo per i suoi miracoli, come li ha definiti D'Annunzio, offre meraviglia e stupore quando i turisti si affacciano per la prima volta in piazza del duomo. Turisti provenienti da tutto il mondo, croceristi provenienti a frotte dal porto della città labronica, assaltano la città per documentare con un selfie la loro presenza accanto alla torre pendente in un luogo unico. Per scoprire meglio la città, ho deciso di impersonarmi uno dei tanti turisti e scoprire più a fondo con il mio occhio fotografico e la mia personale interpretazione, questa città così osannata e diversa dalla mia Livorno. Un Livornese a Pisa? Lasciamo da parte i campanilismi e le antipatie che la storia fa risalire addirittura al Medioevo e agli anni della decadenza pisana. Oltre a raccontare la allegra e multietnica Piazza dei Miracoli, che per il fotografo è un vero turbinio di scene da immortalare, ho interpretato questa città animata da turisti, studenti e pisani che si inoltrano nei vicoli, nel borgo, nelle piazze, sul lungarno, e con grande entusiasmo partecipano alle manifestazioni storiche della 'luminara' e del 'Gioco del Ponte'. Monumenti e vita cittadina si amalgamano in queste mie rappresentazioni. Una città in movimento dove strade affollate e rumorose si alternano anche a spazi e monumenti silenziosi e contemplativi. Adesso vado più spesso a Pisa perché con la mia ricerca fotografica sono entrato nell'anima cittadina e ogni volta mi propone nuove emozioni fotografiche... click." (L'autore)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mimmo Jodice. Attesa-Waiting (dal-from 1960). Catalogo della mostra (Napoli, 24 giugno 2016-24 ottobre 2016). Ediz. illustrata"
Editore: Mondadori Electa
Autore:
Pagine: 658
Ean: 9788891817761
Prezzo: € 65.00

Descrizione:Electa pubblica una monografia retrospettiva sul lavoro di Mimmo Jodice (Napoli, 1934). Il progetto nasce da Attesa 1960-2016, la più ampia mostra antologica dedicata a Mimmo Jodice, ospitata al museo Madre di Napoli dal 24 giugno al 24 ottobre 2016 e curata da Andrea Viliani: in un percorso espositivo concepito dallo stesso artista vennero presentate al pubblico più di cento opere suddivise in diverse sezioni fra loro connesse, evocando un tempo circolare, ciclicamente ritornante su se stesso e sui suoi motivi ispiratori. Il volume, che di quella mostra conserva lo spirito e il messaggio, accoglie un apparato scientifico aggiornato e completo con saggi inediti di studiosi di fama internazionale, che approfondiscono diversi aspetti disciplinari della ricerca di Jodice: Salvatore Settis scrive della relazione pervasiva fra il soggetto archeologico e la sua rappresentazione fotografica, mai documentaria ma di reinterpretazione critica; Ester Coen esamina lo stringente rapporto fra la ricerca artistica di Jodice e la Metafisica italiana e, in parte, il Surrealismo, indelebili e fondamentali fonti di ispirazione di tutta la sua pratica; Nicola Spinosa approfondisce il tema del rapporto tra il maestro e il barocco a Napoli, in un percorso tra realtà e fantasia, sogno e illusione, arte e vita; Marta Gili e Tina Kukielski scrivono invece della pratica della fotografia e analizzano gli snodi della lunga carriera dell'artista. Una lunga intervista di Hans Ulrich Obrist a Mimmo Jodice e gli approfondimenti testuali dedicati alle differenti tematiche della mostra al museo Madre, a firma di Andrea Viliani, completano l'elenco dei testi, tutti inediti e realizzati per l'occasione. L'apparato iconografico, ricchissimo, è composto da oltre 350 fotografie, selezionate personalmente da Mimmo Jodice, cui fa da controcanto un'importante e ricca selezione di documenti, in parte inediti: inviti, brochure, copertine e pagine interne di cataloghi / libri d'artista / riviste, così come corrispondenze private, anche con altri artisti, oltre a prove di stampa e schizzi di allestimenti, frutto di una ricerca biennale presso gli archivi dell'artista. Corredano la monografia una serie di vedute della mostra al Madre e delle principali mostre personali precedenti, come, tra le altre, le mostre presso Philadelphia Museum of Art (1995); Kunstmuseum Dusseldorf (1996); Maison Européenne de la Photographie, Parigi (1998 e 2010); Museo di Capodimonte, Napoli (1998 e 2008); Cleveland Museum of Art (1999); Galleria Nazionale di Arte Moderna, Roma (2000); Castello di Rivoli-Museo d'Arte Contemporanea e Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea, Torino (2000); MassArt, Boston (2001); Museo d'Arte Moderna, Wakayama (2004); Museo della Fotografia, Mosca (2004); MASP-Museu de Arte de São Paulo (2004); MART-Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (2004 e 2016); Galleria d'Arte Moderna, Bologna (2006); Palazzo delle Esposizioni, Roma (2010); Musée du Louvre (2011); Museo McCord, Montreal (2012); Städtische Museen, Jena (2013). Il volume, bilingue (italiano/inglese), è stato progettato dallo studio grafico Lefloft.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Polychromy on ancient sculpture and architecture"
Editore: Sillabe
Autore:
Pagine: 207
Ean: 9788883479977
Prezzo: € 34.00

Descrizione:A due anni di distanza dall'importante tavola rotonda tenutasi nella prestigiosa sede degli Uffizi e dedicata al tema della policromia nella scultura e nell'architettura antiche, sono stati raccolti in questo volume i saggi di alcuni dei massimi esperti del settore. Dalle tombe etrusche alle sculture ellenistiche, passando per il gruppo della Niobe degli Uffizi, la policromia viene qui indagata dal punto di vista artistico, ma anche tecnico-scientifico: mentre alcuni interventi raccontano la storia di importanti capolavori, altri si soffermano sul recupero del loro splendore cromatico, altri infine sono dedicati all'analisi chimica dei pigmenti. A completare la ricchezza del volume, non poteva mancare un corredo molto ampio di immagini, ma anche di tabelle e grafici esplicativi. Prefazioni di Antonio Natali ed Eike D. Schmidt.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fernanda Mancini. Il pensare le immagini è il luogo e il tempo delle icone. Ediz. italiana e tedesca"
Editore: Gangemi
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788849236866
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Un praticare l'arte come esperienza del pensiero, come eccitazione di una mistica visione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antonio Fiore. Ufagrà. Dal post-futurismo alla cosmopittura con i futuristi della sua collezione da Balla a Dottori. Catalogo della mostra (Assisi, 9 dicembre 2018-6 gennaio 2019). Ediz. a colori"
Editore: Gangemi
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788849236897
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Antonio Fiore, nato a Segni nel 1938, è considerato dalla critica specialistica l'erede dei futuristi dell'ultima generazione. Non si considera però un epigono del movimento marinettiano, bensí un continuatore dello spirito futurista, lo stesso che gli trasmisero direttamente alcuni protagonisti dell'ultimo Futurismo con i quali ebbe rapporti intensi e fecondi. Fu infatti Sante Monachesi nel 1978 ad indirizzarlo verso la ricerca post futurista facendolo aderire al Movimento Agrà che aveva fondato nel 1962, battezzandolo futuristicamente Ufagrà (Universo Fiore Agrà). Conobbe anche Francesco Cangiullo, famoso poeta parolibero futurista, che gli trasmise suggestioni per i contenuti delle opere della prima stagione. Con Elica e Luce Balla, le figlie del maestro del futurismo, il pittore di Segni e la sua famiglia hanno vissuto una lunga, cordiale e feconda amicizia tessuta anche fra i ricordi entusiasmanti della vicenda futurista del padre. Infine, ha avuto rapporti con Mino Delle Site e Osvaldo Peruzzi, futuristi dell'ultima generazione e, soprattutto, con Enzo Benedetto, futurista anche lui che con la Dichiarazione Futurismo Oggi del 1967 sancì la continuità ideale del futurismo. A Fiore Benedetto lasciò idealmente il testimone della continuità dell'ideale marinettiano. Tali contatti con i futuristi sono documentati dai diari di molti anni fa della moglie dell'artista, Maria Pia. In occasione di questa importante mostra al Palazzo del Monte Frumentario di Assisi, promossa dal Comune di Assisi in occasione degli ottanta anni dell'artista e dei quaranta con la pittura, i curatori hanno ridefinito la sua cosmopittura come linguaggio evolutivo di un'idea che esplora spazi siderei non conosciuti, dove l'artista immagina colori e forme fiammeggianti che fluttuano magmaticamente nel vuoto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU