Libreria cattolica

Libri - Lavoro Ed Economia



Titolo: "L' attualità di Giuseppe Toniolo nel Terzo Millennio"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 108
Ean: 9788849857023
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il libro presenta, nel centenario della sua morte e attraverso vari saggi originali, un Toniolo decisamente moderno. Una figura poliedrica che, nella complessità odierna, ci spinge a pensare in grande, a condividere grandi progetti per una governance etica dell'economia, anche a livello mondiale. Un testo che intende rispondere all'esigenza, da più parti espressa, di individuare testimoni capaci di illuminare il cammino che ciascuno di noi compie nei diversi ambiti del vivere sociale e anche della riflessione scientifica. Una pubblicazione su Giuseppe Toniolo non può non affrontare anche il tema della santità intesa come esercizio della sapienza del discernimento, in piena coerenza con quanto scrive Papa Francesco nell'Esortazione "Gaudete ed exultate", a proposito dell'urgenza di capire i cambiamenti in atto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Agricultural Resilience In Lombardy"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 160
Ean: 9788834333488
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Has the agricultural system, and in particular that of Lombardy, been able to face reforms and epochal changes? And if so, in which forms and with which outcomes? The book deals with the complex challenge of reconstructing some moments of transformation of Lombard agriculture, capturing the factors of resilience and not only those of stagnation. From the end of the eighteenth century, during the Austrian and French dominations, the Lombard agricultural world, faced with the effects of legislative reforms and production crises, experienced an ability of the system to adapt to change and, then, to renew itself in terms of crops, contractual relationships and social aspects but also new sectors linked to industry or services. Despite the long-term conservation of economic and social relations, one part of Lombard agriculture was able to seize renewal opportunities. This connotation is kept alive throughout the nineteenth and twentieth centuries and is closely linked to the role of some institutions and social groups that were particularly active in the dissemination of agronomic knowledge, technical innovation and management of private and collective resources.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La felicità pubblica"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Luigino Bruni
Pagine: 192
Ean: 9788834333624
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Sono profonde le differenze economico-culturali tra il nord e il sud dell'Europa. Le loro radici risalgono a cinque secoli fa, all'epoca della riforma protestante. Lutero, Calvino e gli altri riformatori furono all'origine di una spiritualità improntata all'etica del lavoro. Da essa nacquero poi il capitalismo moderno e il liberismo anglosassone. Il sud Europa, cattolico e comunitario, seguì invece la traiettoria iniziata nel Medioevo con il pensiero di Tommaso d'Aquino e la sua etica delle virtù, dando vita nel Settecento all'Economia civile napoletana, italiana e più in generale latina. Esistono così diversi spiriti e modi di concepire il mercato e l'impresa. La cooperazione, le banche popolari, le imprese famigliari, i distretti, il welfare-state, l'economia mista sono tratti tipici del capitalismo latino. La grande impresa, la finanza, il liberismo, l'interesse individuale costituiscono invece i segni distintivi del capitalismo nordico di derivazione protestante. Luigino Bruni ricostruisce la genesi culturale, anche teologica, di questi due paradigmi economici, descrivendone lo sviluppo nella storia. Ma gli ultimi decenni stanno conoscendo un forte appiattimento delle forme di economia: il capitalismo anglosassone (soprattutto nella sua versione americana) grazie alla globalizzazione si sta affermando nel mondo intero, riducendone drasticamente la biodiversità economica, finanziaria e sociale. Il libro affronta le sfide cruciali per il futuro del modello civile europeo e italiano, sfide che si chiamanouguaglianza, lavoro, reciprocità, beni comuni, legami sociali, radicamento nel genius loci. Quella "pubblica felicità" senza la quale è difficile che esista felicità individuale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credito ai consumatori e reti distributive: discipline applicabili e vigilanza"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine: 226
Ean: 9788846512376
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume raccoglie, sotto forma di saggi, i contributi dei relatori intervenuti al Convegno ad oggetto la Formazione professionale e l'educazione finanziaria nel settore creditizio e dei docenti del Corso professionalizzante in materia creditizia, entrambi svoltisi presso la Pontificia Università Lateranense nell'a.a. 2017/2018. Molteplici sono le discipline e le fonti, per lo più di matrice europea, pertinenti l'attività di intermediazione in ambito creditizio: dalla normativa speciale dell'agenzia in attività finanziaria e della mediazione creditizia, compresa quella in materia previdenziale, alle regole di condotta da osservare nella prestazione delle indicate attività, in primis quelle in materia di trasparenza delle condizioni contrattuali e di rapporti con i consumatori; dalla normativa pertinente la specifica forma di credito ai consumatori rappresentata dai finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio/pensione, alla disciplina dei meccanismi di risoluzione extragiudiziale delle controversie; dalla disciplina antiriciclaggio a quella in materia di privacy. Tali discipline sono oggetto di continui affinamenti e modifiche. Il filo conduttore dei saggi dei diversi autori, divisi in specifiche sezioni, è quindi costituito dall'analisi delle più recenti novità normative, proponendosi il volume nel suo complesso di fornire una panoramica dei temi giuridici emergenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Valutare gli impatti del Terzo settore"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788828400295
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La riforma del Terzo settore testimonia il successo di forme organizzative che rappresentano una forza della società italiana. Con il Codice del Terzo settore, e i relativi decreti legge, viene riconosciuto il ruolo di queste realtà, "ontologicamente" diverse sia dalle organizzazioni nate per produrre beni e servizi in una logica economica di mercato, sia dalle organizzazioni pubbliche. Il volume è diviso in due parti. Nella prima si evidenzia il quadro generale delle nuove norme che regolano il settore all'indomani della riforma. Nella seconda si affrontano tre nodi chiave: l'urgenza di pensare nuovi strumenti amministrativi di collaborazione tra gli enti del terzo settore e tra essi e le pubbliche amministrazioni; la valutazione di impatto; le professionalità che giocano un ruolo chiave per la crescita delle organizzazioni. I temi sono sviluppati con il contributo di diverse discipline (economiche, giuridiche, pedagogiche, sociologiche) e professionalità (dirigenti e operatori di Centri di Servizio per il Volontariato, consulenti legali e gestionali, valutatori e formatori). Insieme - è questa la tesi del volume - esse possono concorrere a supportare le organizzazioni "terze" nel processo suggerito dalla riforma, invitandole ad una riflessione sul senso del loro essere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La denazionalizzazione della moneta"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Friedrich August von Hayek
Pagine: 208
Ean: 9788849855609
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Nel grande dibattito contemporaneo tra richieste di sovranità ed esigenze della democrazia il tema della moneta occupa un posto centrale. Com’è noto, Friedrich A. von Hayek, Premio Nobel per l’Economia e maggiore rappresentante della cultura liberale del Novecento, ha fatto della questione monetaria il tema della sua prima riflessione teorica. La sua tesi, tanto radicale quanto ben argomentata, è che l’emissione della moneta debba essere sottratta al monopolio governativo ed affidata all’iniziativa privata, in un regime cioè di offerta competitiva. Solo in questa maniera sarà possibile contenere lo strapotere del ceto politico, con i suoi cascami di inefficienza, disoccupazione, e altri fenomeni degenerativi della vita sociale. Come alcuni critici hanno messo in evidenza, è possibile che tale proposta debba essere integrata ed emendata. Lo stesso Hayek lo riconosce. Ma resta il problema che il monopolio dell’emissione della moneta non è compatibile con le priorità funzionali di una società aperta. E una soluzione dev’essere trovata. Il volume si vale della presentazione di Lorenzo Infantino e dell’introduzione di José Antonio de Aguirre.

Friedrich A. von Hayek (1899–1992) è stato uno dei grandi protagonisti della cultura del Novecento. Ha studiato a Vienna e a New York e ha poi insegnato nella stessa capitale austriaca, a Londra, Chicago, Friburgo (i.B.). Ha ricevuto il Premio Nobel per l’economia nel 1974. Della sua vasta produzione scientifica Rubbettino ha pubblicato: Individualismo: quello vero e quello falso (1997); Conoscenza, competizione e libertà (1998); Studi di filosofia, politica ed economia (1998); L’abuso della ragione (2008); La società libera (2011); La via della schiavitù (2011); Autobiografia (2011); Liberalismo (2012); Nazionalismo monetario e stabilità internazionale (2015), Le condizioni economiche del federalismo tra Stati (2016).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' economia sospesa"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Giandonato Salvia
Pagine: 128
Ean: 9788892216327
Prezzo: € 12.50

Descrizione:L'economia sospesa offre la possibilità di vivere concretamente la logica evangelica del dono: «Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10,8). È bene ricordare che chi dona non si impoverisce mai e che essere canali per i beni materiali significa riconoscerci custodi e non proprietari di quanto ci viene donato. Le esperienze di volontariato in terre di missione (Africa, Sud America, Est Europa), gli studi in Economia degli intermediari e dei mercati finanziari e la fede in Gesù hanno portato Giandonato Salvia a considerare l'esigenza di sviluppare un nuovo linguaggio economico che fosse a servizio dei più poveri. Economia e fede, tecnologia e carità convergono nell'implementazione di "Tucum-: un'APP per dispositivi mobili che permette e di compiere l'elemosina non più solo con il contante ma anche attraverso la moneta elettronica eliminando (o limitando fortemente) tutti i gli abusi legati ai falsi poveri e al racket dell'elemosina. In tal senso, l'implementazione di un'APP a servizio degli ultimi esprime tutta l'ingegnosità del Vangelo di Gesù.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Atti interattivi della 48ª settimana sociale dei cattolici (Cagliari 26-29 Ottobre 2017)"
Editore: Edizioni Palumbi
Autore:
Pagine: 512
Ean: 9788872981375
Prezzo: € 20.00

Descrizione:“Desideriamo però ancora di più, il nostro sogno vola più alto. Non parliamo solamente di assicurare a tutti il cibo, o un «decoroso sostentamento», ma che possano avere «prosperità nei suoi molteplici aspetti». Questo implica educazione, accesso all’assistenza sanitaria, e specialmente lavoro, perché nel lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale, l’essere umano esprime e accresce la dignità della propria vita. Il giusto salario permette l’accesso adeguato agli altri beni che sono destinati all’uso comune”. (FRANCESCO, Evangelii Gaudium 192)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La scuola dei capi"
Editore: Ancora
Autore: Gaston Courtois
Pagine: 110
Ean: 9788851420383
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Qualcuno ha scritto che oggi abbiamo molti manager e pochi capi. Se ripuliamo la parola capo da tutte le incrostazioni negative, scopriamo il fascino e la complessità di questa figura. La scuola dei capi è un libro scritto quasi settant’anni fa – premiato dall’Accademia di Francia –, ma conserva una freschezza e attualità impressionanti. Non è un manuale. Sono pagine da centellinare perché hanno i sapori del vino d’annata. Le proponiamo a tutti coloro che vogliono imparare il segreto di essere capi.

Gaston Courtois, nato a Parigi nel 1897 e morto a Roma nel 1970, prete e studioso appassionato, animatore di iniziative culturali in Francia e in Italia, ha scritto molti libri di successo sui temi dell’educazione e della spiritualità, quasi tutti pubblicati in Italia da Àncora.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "The Heart of Work. I/5: Prospettive sul lavoro"
Editore: Edusc
Autore:
Pagine: 270
Ean: 9788883337666
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il lavoro è un aspetto costante nella vita di ogni uomo. Fonte di soddisfazione e di gioia per alcuni, di fatica per tutti. Milioni di persone ogni giorno sono affannosamente alla ricerca di lavoro. Molti, però, lo considerano soltanto uno strumento per ottenere altri beni. Spesso, il lavoro in sé non è percepito come un bene fondamentale per lo sviluppo della persona e della società. In un discorso del 2008 al Collège de Bernardins, Benedetto XVI ha mostrato che nella tradizione cristiana si può trovare la chiave per comprendere il vero senso del lavoro. Uomini e donne sono chiamati a partecipare all'opera creatrice di Dio mediante il lavoro, assumendo il compito di perfezionare la creazione, guidati dalla sapienza e dall'amore. Lo stesso Figlio di Dio fatto uomo ha lavorato per lunghi anni a Nazareth. «Ha santificato il lavoro e gli ha conferito un peculiare valore per la nostra maturazione» (Papa Francesco, Laudato si', 98). In occasione del 500º anniversario della Riforma protestante, il Convegno The Heart of Work (Roma, 19-20 ottobre 2017), organizzato dalla Facoltà di Teologia della Pontificia Università della Santa Croce e dal centro di ricerca Markets, Culture and Ethics, ha cercato di approfondire l'idea cristiana del lavoro professionale. La teologia cattolica recente, d'accordo con i riformatori del XVI secolo, riconosce il lavoro professionale come vocazione dell'uomo, ma lo considera anche come un cammino per la crescita della santità del cristiano (Gaudium et spes, 34) e lo propone ai laici come mezzo di santificazione (Catechismo della Chiesa Cattolica, 2427). Con gli scritti raccolti in questo I volume degli Atti del Convegno The Heart of Work si vuole offrire un contributo allo sviluppo di un'anima del lavoro professionale: una spiritualità del lavoro inteso come attività che perfeziona l'uomo, cooperando alla sua felicità e al progresso della società, e che diventa per il cristiano luogo e materia di santificazione e di compimento della missione della Chiesa nel mondo. Prospettive sul lavoro. Percorsi interdisciplinari è una raccolta di studi che si concentrano su un aspetto trasversale della storia, della cultura e dell'esistenza di ciascun uomo: il lavoro nella sua inesauribilità di significato e mutamento che incide sulla quotidianità e sulle trasformazioni epocali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pensando il lavoro"
Editore: Edusc
Autore:
Pagine: 370
Ean: 9788883337536
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il lavoro è un tema che appare sempre più attrarre gli studi filosofici. In particolare, emerge oggi la tendenza a non valutare il lavoro solo dal punto di vista del risultato e in termini di efficienza. Vi alludono già un insospettato F. Nietzsche (Così parlò Zaratustra), per il quale il lavoro può divenire un agire perfettivo (praxis teleia, in Aristotele) un bene e un fine, e non solo mezzo: «cercasi lavoro per un salario: in ciò tutti gli uomini sono uguali; per tutti il lavoro è mezzo e non fine in sé [...]. Esistono però uomini rari che preferiscono morire, piuttosto che mettersi a fare un lavoro senza piacere di lavorare: sono quegli uomini dai gusti difficili, di non facile contentatura, ai quali un buon guadagno non serve a nulla, se il lavoro stesso non è il guadagno dei guadagni». A Nietzsche si aggiunge Ch. Péguy (Il denaro): «un tempo gli operai non erano servi. Lavoravano. Coltivavano un onore, assoluto, come si addice ad un onore. La gamba di una sedia doveva essere ben fatta [...]. Non occorreva fosse ben fatta per il salario, o in modo proporzionale al salario. Non doveva essere ben fatta per il padrone, né per gli intenditori, né per i clienti del padrone, ma essere ben fatta di per sé, in sé, nella sua stessa natura [...]. Un assoluto, un onore, esigevano che quella gamba di sedia fosse ben fatta. E ogni parte della sedia che non si vedeva doveva essere lavorata con la medesima perfezione delle parti che si vedevano». È chiaro però che il fine in sé non è tanto il lavoro, in quanto ben fatto, ma il retto amore verso sé stessi, quando ci si mette in gioco, nel lavoro ben fatto al servizio degli altri. Il lavoro è formativo della persona. In occasione del 500º anniversario della Riforma protestante, il Convegno The Heart of Work (Roma, 19-20 ottobre 2017), organizzato dalla Facoltà di Teologia della Pontificia Università della Santa Croce e dal centro di ricerca Markets, Culture and Ethics, ha cercato di approfondire l'idea cristiana del lavoro professionale. Con gli scritti raccolti in questo II volume degli Atti del Convegno The Heart of Work si vuole offrire un contributo filosofico allo sviluppo di un'anima del lavoro professionale. In vari contributi del volume emerge la figura di san Josemaría Escrivá (1902-1975), che ha indicato nella santificazione del lavoro il cardine della santità nella vita quotidiana. Emerge la presenza della stessa theoria, nell'esercizio del lavoro, che già Aristotele preconizza, quando include la tekne tra le virtù intellettuali (dianoetiche): la possibilità di ideare e contemplare il progetto dell'opera, prima ancora della sua realizzazione. La "contemplazione" nel lavoro si può poi sviluppare ed estendere in diversi ambiti, ivi quello religioso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Decrescita: vocabolario per una nuova era"
Editore: Jaca Book
Autore:
Pagine: 280
Ean: 9788816413078
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

Il referencebook internazionale sulla decrescita. Oltre cinquanta lemmi, suddivisi per linee di pensiero e organizzati in ordine alfabetico: questioni centrali, azioni, alleanze e pratiche. Lo strumento più completo per chi voglia addentrarsi nel vocabolario di una nuova era.

Testi di:

Blake Alcott, Samuel Alexander, Diego Andreucci, Isabelle Anguelovski, Viviana Asara, Denis Bayon, David Bollier, Mauro Bonaiuti, Rita Calvário, Chris Carlsson, Claudio Cattaneo, Marta Conde, Chiara Corazza, Sergi Cutillas, Giacomo D’Alisa, Federico Demaria, Marco Deriu, Kristofer Dittmer, Arturo Escobar, Joshua Farley, Mayo Fuster Morell, Erik Gómez-Baggethun, Eduardo Gudynas, Silke Helfrich, Tim Jackson, Nadia Johanisova, Giorgos Kallis, Christian Kerschner, Serge Latouche, David Llistar, Sylvia Lorek, Joan Martinez Alier, Terrence McDonough, Mary Mellor, Barbara Muraca, Daniel O’Neill, Iago Otero, Philippa Parry, Susan Paulson, Antonella Picchio, Mogobe B. Ramose, Xavier Renou, Onofrio Romano, Juliet B. Schor, Filka Sekulova, Alevgül H. Xorman, Ruben Suriñach Padilla, Erik Swyngedouw, Gemma Tarafa, Sergio Ulgiati, B.J. Unti, Peter A. Victor, Solomon Victus, Mariana Walter.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verso una spiritualità del lavoro professionale"
Editore: Edusc
Autore:
Pagine: 586
Ean: 9788883337468
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il lavoro è un aspetto costante nella vita di ogni uomo. Fonte di soddisfazione e di gioia per alcuni, di fatica per tutti. Milioni di persone ogni giorno sono affannosamente alla ricerca di lavoro. Molti, però, lo considerano soltanto uno strumento per ottenere altri beni. Spesso, il lavoro in sé non è percepito come un bene fondamentale per lo sviluppo della persona e della società. In un discorso del 2008 al Collège des Bernardins, Benedetto XVI ha mostrato che nella tradizione cristiana si può trovare la chiave per comprendere il vero senso del lavoro. Uomini e donne sono chiamati a partecipare all'opera creatrice di Dio mediante il lavoro, assumendo il compito di perfezionare la creazione, guidati dalla sapienza e dall'amore. Lo stesso Figlio di Dio fatto uomo ha lavorato per lunghi anni a Nazareth. «Ha santificato il lavoro e gli ha conferito un peculiare valore per la nostra maturazione» (Papa Francesco, Laudato si', 98). In occasione del 500º anniversario della Riforma protestante, il Convegno The Heart of Work (Roma, 19-20 ottobre 2017), organizzato dalla Facoltà di Teologia della Pontificia Università della Santa Croce e dal centro di ricerca Markets, Culture and Ethics, ha cercato di approfondire l'idea cristiana del lavoro professionale. La teologia cattolica recente, d'accordo con i riformatori del XVI secolo, riconosce il lavoro professionale come vocazione dell'uomo, ma lo considera anche come un cammino per la crescita della santità del cristiano (Gaudium et spes, 34) e lo propone ai laici come mezzo di santificazione (Catechismo della Chiesa Cattolica, 2427). Con gli scritti raccolti in questo III volume degli Atti del Convegno The Heart of Work si vuole offrire un contributo allo sviluppo di un'anima del lavoro professionale: una spiritualità del lavoro inteso come attività che perfeziona l'uomo, cooperando alla sua felicità e al progresso della società, e che diventa per il cristiano luogo e materia di santificazione e di compimento della missione della Chiesa nel mondo. Nei vari contributi di questo volume emerge spesso la figura di san Josemaría Escrivá (1902-1975) come il maestro di vita cristiana che ha indicato nella santificazione del lavoro il cardine della santità nella vita quotidiana. Il lavoro di un figlio de Dio - egli scrive - «nasce dall'amore, manifesta l'amore, è ordinato all'amore» (È Gesù che passa, 48).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro e Santità"
Editore: Edusc
Autore:
Pagine: 76
Ean: 9788883337420
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Il lavoro è un elemento costante nella vita umana, fonte di soddisfazione e di gioia, ma anche di fatica. È sorgente di sviluppo personale e di miglioramento della società, ma può essere ridotto a mero strumento per soddisfare desideri egoistici. Per i cristiani il lavoro è un mezzo di santità e di apostolato, in quanto lo stesso Figlio di Dio fatto uomo ha lavorato per lunghi anni a Nazareth, «ha santificato il lavoro e gli ha conferito un peculiare valore per la nostra maturazione » (Papa Francesco, Laudato si', 98). Alla luce di questa realtà, la santificazione del lavoro costituisce una delle grandi novità del pensiero cristiano contemporaneo, che si traduce in esperienza pratica nella vita di molti fedeli. "Lavoro e santità" è un breve volume che potrà essere utile a chi vorrà riflettere sul significato del lavoro. Fulcro del libro è il colloquio di numerosi professori e studiosi con mons. Fernando Ocáriz sul messaggio di san Josemaría Escrivá, uno dei grandi maestri di spiritualità laicale e secolare, che ha insegnato a santificare il lavoro, a santificarsi nel lavoro e a santificare gli altri con il lavoro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia del lavoro in Italia. 3: L'Età moderna."
Editore: Castelvecchi
Autore:
Pagine: 392
Ean: 9788869449369
Prezzo: € 45.00

Descrizione:In questo volume si affronta il lungo e travagliato percorso che dalla fine del Quattrocento traghettò la società italiana dal sistema delle arti alle prime forme industriali. Per quanto nel corso dell'età moderna buona parte della produzione si realizzasse al di fuori delle strutture corporative, le associazioni di mestiere mantennero sempre un ruolo di primo piano nel determinare la vita economica, politica e sociale delle città. I saggi qui proposti esaminano, con rilievo e originalità interpretativa, le trasformazioni del lavoro, il rapporto tra appartenenza cittadina, mobilità geografica e possibilità di accesso al mercato del lavoro, nonché la relazione molto particolare tra popolazione forestiera/fluttuante e risorse lavorative. Eguale profondità di analisi è dedicata alle forme di lavoro "anomale", ovvero svolte non per il mercato ma ad esempio all'interno della famiglia, ai lavoratori a cavallo tra il mondo dell'artigianato e quello della ricerca scientifica e alle figure di professionisti veri e propri, quali i medici e gli avvocati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Essays in honor of Luigi Campiglio"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 384
Ean: 9788834335628
Prezzo: € 25.00

Descrizione:This book is a collection of contributions by scholars directly or indirectly involved with Luigi Campiglio's research activity. We aim to celebrate the completion of his tenure at Università Cattolica, after more than three decades, and his significant contribution to teaching and scientific research. The book consists of four parts, each dealing with specific issues that we have grouped into: welfare economics; innovation, industrial change and regional policies; labor economics and growth; financial markets and monetary policy. All these issues are at the forefront of international research and testify to how Campiglio's interests in the field of economics are diversified and rooted in a comprehensive vision, always addressing key policy implications.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Welfare in azienda"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Luca Pesenti
Pagine: 100
Ean: 9788834332405
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Siamo entrati nella terza fase di sviluppo del welfare aziendale in Italia. Finita l'utopiadell'imprenditore illuminato (e un po' paternalista), anche la logica dell'azienda"socialmente responsabile" sembra non essere più adeguata al mutato clima socialee culturale. La terza fase è quella del "valore condiviso": servizi e benefit di welfarenon solo per dare l'idea di un'azienda attenta ai bisogni dei lavoratori, ma anche comeleva della produttività, strumento di attrazione dei talenti e per trattenere le risorseumane, argomento strategico delle nuove relazioni industriali di secondo livello, spaziodi integrazione con il welfare pubblico. Non soltanto dunque un puro problema daHR manager, ma sempre più elemento strategico per ridefinire il ruolo dei sindacati,dare nuova linfa vitale alle organizzazioni di rappresentanza delle imprese, aprire nuovimercati sociali sui territori, fornire servizi utilizzabili anche fuori dai consueti recinti dellegrandi aziende.Nel quadro di questa significativa evoluzione, molte sono le domande ?aperte'. È davveroutile introdurre il welfare in azienda? È meglio fare da sé o mettersi in rete con altreimprese? Quali sono le regole che governano il settore? Chi sono gli attori che popolanoquesto mercato in via di sviluppo? Come si costruisce un piano di welfare efficace? Comefare a comprendere i bisogni dei lavoratori? Quale ruolo possono giocare i sindacati?Facendo leva su percorsi di analisi sviluppati attraverso una serie di ricerche sul campo,Luca Pesenti illustra in modo chiaro e sintetico i punti di forza e gli elementi di criticitàprovenienti dalle molte esperienze sviluppatesi negli ultimissimi anni in Italia, mettendoa disposizione del lettore una serie di utili strumenti per orientarsi in un settore che conil tempo si sta trasformando in un vero e proprio mercato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I segreti di Warren Buffett"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Mary Buffett , David Clark
Pagine: 176
Ean: 9788867089284
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Da molti anni Warren Buffett - definito «l'oracolo di Omaha» - è ritenuto uno dei due-tre uomini più ricchi al mondo, con un patrimonio stimato di diverse decine di miliardi di dollari. Warren ha comprato le prime azioni a 11 anni e da quel momento ha sempre guadagnato, arrivando ad acquisire quote importanti di multinazionali leader come Coca-Cola, The Walt Disney Company, American Express, Budweiser, Wal-Mart e Wrigley. Che cosa gli ha permesso di avere sempre successo in un mercato complesso e pieno di insidie come quello azionario? Quali sono i trucchi, i segreti e i principi di un businessman così geniale e atipico? I due autori, attraverso l'analisi di 125 «sentenze» del loro guru, delineano una mentalità e una filosofia caratterizzate in primo luogo dalla capacità di andare sempre in direzione opposta al «gregge». Ciò che conta per Buffett è investire i propri soldi in modo sicuro, comprando, al prezzo più vantaggioso possibile, società in grado di acquistare valore nel lungo periodo, che producano prodotti semplici e di largo consumo e siano gestite da manager in gamba. L'importante, secondo il miliardario americano, è non dare ascolto alle «sirene» del mercato, e non farsi infinocchiare dai «maghi» di Wall Street: promettono grandi guadagni in poco tempo, ma in realtà vogliono solo speculare sui nostri soldi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La nazione del miracolo"
Editore: Castelvecchi
Autore: Marcello Ravveduto
Pagine: 279
Ean: 9788832822984
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il miracolo economico ha cambiato il destino di migliaia di italiani: famiglie con storie di sofferenza e marginalità hanno avuto per la prima volta accesso al benessere. Un passaggio epocale che viene ricostruito in un dialogo costante tra Storia, memoria e immaginario collettivo. L'autore intreccia la vicenda di una famiglia meridionale a quella di un'intera nazione stravolta e affascinata dalla "secolarizzazione dei consumi". L'ascesa sociale del capofamiglia è l'emblema di un Paese in cui la retorica della povertà ha ceduto il passo al pragmatismo della ricchezza. Nel sogno americano all'italiana si coglie con nettezza una distanza tra le prospettive dei partiti e i desideri dei cittadini: i primi si scontrano sulle riforme strutturali e sulle manovre congiunturali, i secondi sono attratti dal benessere come conquista materiale e riconoscimento civile. Un'aspirazione che diventa visibilmente concreta analizzando le fonti audiovisive di quegli anni. Immagini, parole, canzoni e personaggi definiscono il magmatico divenire del boom economico: l'urbanesimo della speculazione edilizia e delle periferie dormitorio; i profili delle auto che mutano il paesaggio urbano; le ciminiere che lambiscono il cielo; la famiglia che modifica usi e costumi; i giovani e le donne che vogliono essere protagonisti della modernità; i braccianti che sciamano verso le città; gli operai che agognano il possesso della casa, dell'utilitaria, della televisione e degli elettrodomestici, senza dover rinunciare alla villeggiatura estiva. Il miracolo raccontato dai media è la storia di un'unificazione materiale, di una "comunità immaginata" in cui ognuno può identificarsi in una nazione moderna in cui sono saltate tutte le vecchie gerarchie di potere dell'Italia rurale. L'unica riforma strutturale possibile è accettare la nuova realtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La bussola imprecisa"
Editore: Castelvecchi
Autore: Joseph E. Stiglitz
Pagine: 54
Ean: 9788832822557
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Oggi si sta sempre più prendendo coscienza dei molteplici lati oscuri della globalizzazione. Per la diffusione che questo processo ha conosciuto negli ultimi decenni, i Paesi industrializzati hanno infranto norme etiche basilari, puntando esclusivamente sul soddisfacimento dei propri interessi: a farne le spese sono stati i Paesi in via di sviluppo, e soprattutto i poveri che li abitano. Ma è possibile conciliare il perseguimento dei propri interessi con l'etica? E fino a che punto possono spingersi le logiche del mercato? Secondo Stiglitz è possibile, sollecitando interventi e politiche di riforma delle istituzioni. L'etica, alla fine del suo percorso, resta una bussola imprecisa, ma è l'unica a offrire un orientamento, seppur minimo, in un mondo in cui l'unico faro troppo spesso indica la direzione sbagliata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne e lavoro"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Dicastero per i laici, la famiglia e la vita
Pagine: 224
Ean: 9788826600420
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il volume che raccoglie gli atti dell'omonimo Seminario internazionale di studio che si è tenuto a Roma nei giorni 4 e 5 dicembre 2015. Ha visto la partecipazione di un centinaio di persone provenienti da diversi paesi del mondo. Esso ha tentato di analizzare e considerare vie di uscita da questo aut-aut e di proporre soluzioni innovative affinché il lavoro e la famiglia non siano mondi scollegati tra di loro. Sono state, inoltre, esaminate proposte per una più effettiva valorizzazione del lavoro femminile, che superino le discriminazioni di cui le lavoratrici sono ancora oggetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia "informale" e politiche di trasparenza"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 240
Ean: 9788834334003
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Una quota di lavoratori, sicuramente rilevante ma difficile da stimare nella sua esatta consistenza, non compare mai nelle statistiche ufficiali, perché dedita ad attività non dichiarata agli organi di Vigilanza del lavoro. Seppure non si può dire che l'economia sommersa (o 'informale') sia un fenomeno solo italiano, è chiaro come la mancata rilevazione di una percentuale di lavoratori, che in certi settori si stima sino al trenta per cento, viene ad alterare il corretto funzionamento del sistema dell'incontro fra la domanda e l'offerta di lavoro, dell'apparato fiscale e previdenziale, delle politiche di promozione dell'occupazione, impedendo altresì all'Italia di porre in essere una seria politica di contrasto alla povertà. Il volume si prefigge di indagare questi aspetti dal punto di vista del quadro normativo, in relazione ai settori più a rischio (appalti, immigrati, lavoro in agricoltura) e alle iniziative legislative più recenti, anche europee, che hanno avuto di mira il contrasto all'economia 'informale' attraverso un'articolata serie di misure (creazione dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, contrasto agli appalti di servizi transnazionali, normative per la legalità e la trasparenza degli appalti).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uomo, ambiente, lavoro"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: AA.VV.
Pagine: 360
Ean: 9788868795436
Prezzo: € 19.00

Descrizione:«In ordine ad un'adeguata relazione con il creato, [...] non si può proporre una relazione con l'ambiente a prescindere da quella con le altre persone e con Dio» (Papa Francesco, Laudato si', n. 119). Pur da ambiti disciplinari diversi, gli Autori dei diversi saggi concentrano l'attenzione su quell'ecologia integrale che costituisce il cuore dell'Enciclica di papa Francesco sulla cura della casa comune. Una ecologia che coinvolge le dimensioni umane e sociali, il valore e il senso della vita umana inscindibilmente legati alla questione ambientale e all'impegno per custodire e salvaguardare l''avvenire delle future generazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della crisi finanziaria 2007-?"
Editore: Castelvecchi
Autore: Carlo Pinzani
Pagine: 430
Ean: 9788832820805
Prezzo: € 35.00

Descrizione:«La difficoltà di capire gli eventi del quinquennio 2007-2012, gravidi di disastri politici e di sofferenze sociali su scala globale, contribuiva in misura decisiva al disorientamento generale, politico e culturale, a sua volta esasperato dal sistema della comunicazione di massa. Una sintetica storia degli eventi mi apparve uno strumento utile per orientare il giudizio generale e contribuire a fare chiarezza.» (Dall'Introduzione) «Occorre l'occhio dello storico per mettere la crisi finanziaria mondiale nella giusta prospettiva e per inquadrarla nella lunga fase evolutiva iniziata con la fine del sistema monetario mondiale di Bretton Woods e l'inarrestabile ascesa del neo-liberismo e della globalizzazione. Carlo Pinzani ci fa rivivere le tappe principali del tracollo mondiale e ne individua le cause lontane, le radici ideologiche e le gravi ripercussioni sociali. Un percorso indispensabile non solo per riportare la finanza al suo ruolo di sostegno dell'attività produttiva, ma anche per mettere al centro del dibattito politico i concetti di equità e di solidarietà che sembrano rimasti sotto le macerie del Muro di Berlino.» (Marco Onado)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non rubare"
Editore: Castelvecchi
Autore: Franco Riva
Pagine: 96
Ean: 9788832822380
Prezzo: € 12.50

Descrizione:"Non rubare" è una legge fondamentale per ogni convivenza. Questo vale tanto dal punto di vista laico della morale e del diritto quanto dal punto di vista delle religioni. Ma ha senso un dovere, una legge, un comandamento di non rubare che non coinvolga subito il cibo e il lavoro? Il divieto di rubare, infatti, non vale da solo, in astratto, si incarna nelle condizioni di vita, e quindi nel cibo, nel lavoro, e nel rispetto per gli altri (non desiderare). Non rubare si misura con tutta la vita. Anche se non basta per sfuggire alla tentazione, il modo migliore per non rubare è di mettersi (e di mettere) nelle condizioni per non averne bisogno, vale a dire di vivere e mangiare del proprio lavoro. Solo così si rivela cos'è rubare. "Divide et impera" dicevano gli antichi romani. Dal cibo e dal lavoro che si dividono viene avanti un sistema di potere che a seconda dei casi e delle opportunità esalta il cibo e deprime il lavoro, che soffia sul lavoro mettendo tra parentesi il cibo, che li enfatizza entrambi in modi e luoghi distinti e separati come abitassero in case diverse. Separando, è possibile tutto e il contrario di tutto, senza nemmeno accorgersi delle assurdità che ne derivano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU