Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Religiosi E Religiose



Titolo: "La vocazione"
Editore: Tau Editrice
Autore: Gioia Francesco
Pagine: 60
Ean: 9788862443623
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Il mistero della Grazia e il mistero della nostra umanità si intrecciano nella "chiamata" di ogni uomo. L'autore offre un contributo analizzandone i diversi aspetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A tutti i consacrati"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine: 24
Ean: 9788831546232
Prezzo: € 1.00

Descrizione:All'inizio dell'Anno della Vita Consacrata (30 novembre 2014 - 2 febbraio 2016), papa Francesco indirizza questa lettera apostolica a tutti i consacrati. In essa delinea, in primo luogo:1. Gli obiettivi di questo Anno speciale:- Guardare il passato con gratitudine. Gratitudine che scaturisce dal riconoscere i doni che il Signore ha offerto alla Chiesa attraverso i carismi dei Fondatori e delle Fondatrici di famiglie religiose.- Vivere il presente con passione. I religiosi e le religiose sono chiamati a seguire il Vangelo e ad aderire a Cristo come hanno fatto i loro Fondatori; a diventare "esperti di comunione" e a vivere "la mistica dell'incontro" che li rende capaci di ascolto delle altre persone.- Abbracciare il futuro con speranza. Fondare la propria vita su una speranza che non delude, quella teologale, dalla quale sgorga la fiducia nel Signore.2. Le attese per l'Anno della Vita Consacrata invitano a puntare sulla gioia: «Dove ci sono i religiosi c'è gioia», dice il Papa. I religiosi devono parlare con la vita; una vita dalla quale traspare la gioia e la bellezza di vivere il Vangelo e di seguire Cristo. Testimoniare la speranza, vivere il dono, la fraternità, l'unità.Infine, nell'ultimo paragrafo:3. Gli orizzonti dell'Anno della Vita Consacrata, Francesco precisa il raggio di destinazione di questa lettera: oltre le persone consacrate, i cristiani laici, tutto il popolo cristiano, le persone consacrate e i membri di fraternità e comunità appartenenti a Chiese di tradizione diversa da quella cattolica; i monaci, i vescovi e i Pastori delle chiese particolari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita consacrata"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Bernini Reginaldo
Pagine: 328
Ean: 9788870948554
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La Chiesa è il popolo che Dio ama e sceglie per costituirlo Corpo mistico di Cristo. Come nel corpo umano, così nel Corpo mistico di Cristo tutte le membra formano un unico organismo vivente pur nella diversità delle loro funzioni. Vi è un unico capo, Cristo Risorto, e vi sono varie membra unite vitalmente a Cristo e tra loro.Tra queste membra vi sono le persone consacrate, cioè quei battezzati che si impegnano a vivere i consigli evangelici di povertà, castità e obbedienza per servire più speditamente Cristo e costruire la comunità dei credenti.Questo testo espone gli elementi costitutivi della vita consacrata alla luce del Concilio Ecumenico Vaticano II, e dell'insegnamento degli ultimi pontefici e della dottrina teologica ispirata a Tommaso d'Aquino.È particolarmente adatto per chi è alla ricerca della propria vocazione e per chi ha già intrapreso il cammino della vita consacrata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Attirati da Gesù"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Ricardo Volo Pèrez
Pagine: 128
Ean: 9788821593642
Prezzo: € 10.00

Descrizione:''I religiosi e le religiose sono uomini e donne che illuminano il futuro. Mai un religioso deve rinunciare alla profezia''. Papa Francesco Edizioni San Paolo presenta VITA CONSACRATA, una serie di dodici volumetti curati dall'ISTITUTO DI TEOLOGIA DELLA VITA CONSACRATA di Roma (Claretianum). La collana, che conta tra i suoi autori S.M. Sessa, R. Volo, M. Augé, G. Paris, G. Lanithottam... toccherà tutti i principali temi teologici legati alla vita consecrata, dalla dimensione biblica, a quella ecclesiale, formativa, psicologica, spirituale. Nel primo volume, ad opera del curatore della serie, Ricardo Volo, si affronta il rapporto tra vita consacrata e Sacra Scrittura, in particolare il Nuovo Testamento. L'origine carismatica e lo sviluppo storico della vita consacrata non si spiegano senza una relazione profonda e permanente con la lettura orante delle pagine sacre. Essa, infatti, non potrebbe capirsi senza un riferimento intimo e costante alla figura di Gesù, così come questa è testimoniata in modo speciale dalla Sacra Scrittura. Le donne e gli uomini che nel corso dei secoli hanno via via fondato e stabilito nuove forme di vita consacrata nella Chiesa aprendo strade carismatiche di esistenza evangelica hanno avvertito, senza eccezioni, la voce di Dio che parlava loro attraverso le Scritture, e si sono sentiti spinti proprio dalla «parola di Dio in quanto consegnata per iscritto dello Spirito divino» (Dei Verbum, n. 9). Quegli uomini e quelle donne incontrarono Gesù e furono da lui trasformati in modo particolarmente originale, grazie alla lettura del Vangelo cui si abbandonarono. La vita religiosa, nella sua ricca e multiforme varietà, promana carismaticamente dalla Bibbia letta, meditata, pregata e vissuta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La gioia di servire"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine: 168
Ean: 9788831545518
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Nell'annunciare l'Anno dedicato alla vita consacrata e in diverse occasioni, papa Francesco ha rilevato che la radicalità è richiesta a tutti i cristiani, ma i religiosi sono chiamati a seguire il Signore in maniera speciale.I diversi testi di Francesco proposti da G. Vigini, vogliono offrire a sacerdoti, religiose/i e persone consacrate un contributo singolare per approfondire e meditare su tanti aspetti legati alla vita consacrata e su quello che la Chiesa si attende dalle persone consacrate per una nuova testimonianza del Vangelo nella società.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nella libertà e per amore"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Enzo Bianchi
Pagine: 128
Ean: 9788882274368
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Non la necessità ma la libertà domina la vita cristiana. Non il caso, ma l'amore vi ha il primo posto.
Se si vuole camminare alla sequela di Cristo, due condizioni sono imprescindibili: libertà e amore sono al cuore del mistero cristiano. Un'affascinante riflessione sulla vita cristiana e sul senso profondo della vocazione.

 

VIVERE ALTRIMENTI

Scriveva Voltaire:

La vita monastica non deve essere invidiata per nessuna ragione. C'è un detto molto noto: "I monaci sono gente che si mette insieme senza conoscersi, vive senza amarsi e muore senza rimpiangersi".

Ho letto, ascoltato e meditato sovente queste parole, soprattutto in particolari momenti della mia vita in cui mi ritornavano alla mente e mi trovavo a dire a me stesso: "Fosse davvero come dice Voltaire!".

In verità la vita monastica è intrapresa da uomini e donne che come gli altri vivono nel mondo, dunque è progettata, edificata, assunta da persone appartenenti alla loro epoca, a una certa società, inevitabilmente segnate dall'ambiente e dalla cultura in cui sono immerse. Dopo oltre quarant'anni di vita monastica intensa, una vita non solo ereditata dalla tradizione ma anche progettata, riformata con consapevolezza, esperita a lungo con altri, mi sento ormai capace di parlare dei monaci e di riflettere sulla loro vita concreta: certo, innanzitutto sulla vita a Bose, ma anche in tante comunità che ho frequentato e con cui ho vissuto solidarietà, tensioni e ricerca comune.

L'incontro

In più di quarant'anni di vita a Bose sono molti i giovani, uomini e donne, che hanno manifestato un certo interesse per la nostra forma di vita e si sono detti in ricerca della loro vocazione da parte del Signore: vocazione da parte del Signore appunto, non vocazione da parte mia o da parte di Bose... Talora erano volti quasi attraenti, in altri casi anonimi o poco belli; a volte subito simpatici, altre volte addirittura scostanti o ispiranti diffidenza. In ogni caso - mi ripeto a ogni nuova occasione una decisione deve precedere l'ora di un tale incontro: mi appresto ad ascoltare chi ha chiesto di parlarmi, ma devo farlo in obbedienza a Dio, amando questo altro che mi si presenta innanzi prima di conoscerlo, prima di leggerlo per quel che è, quindi al di là di possibili antipatie e anche nelle sue debolezze.

Voltaire ha dunque ragione? In un certo senso sì. Questo particolare incontro non segue infatti la logica degli altri incontri umani, nei quali abitualmente ci si conosce, ci si giudica e, se c'è intesa, se si trovano ragioni per stare insieme, si giunge naturalmente ad amarsi. Nella vita monastica si decide al contrario di amare l'altro prima di conoscerlo, anche prevedendo uno sforzo, mettendo in conto delle difficoltà; di amarlo cioè gratuitamente per il solo fatto che cerca Dio sulle mie stesse vie e può pensare di avermi come fratello in una vita comune. Questo in obbedienza al comandamento nuovo lasciatoci da Gesù (cf. Gv 13,34; 15,12): nel suo evangelo infatti l'amore è un comando gratuito, assoluto, che non richiede reciprocità che deve estendersi ben oltre l'antipatico, fino al nemico (cf. Mt 5,44; Lc 6,27.35).

La vita comune

Dei circa centocinquanta giovani che si sono affacciati alla nostra vita, almeno un centinaio un giorno sono arrivati in comunità per fare vita monastica a Bose. Quando qualcuno chiede di venire a vivere con noi ha bisogno di tempo per considerare bene le ragioni che l'hanno spinto a bussare alla nostra porta: occorre un primo periodo in cui conoscere meglio questa vita che l'ha attratto; poi il postulandato, per cominciare a sentirsi discepolo dietro al Signore in una forma di sequela che si accoglie dalla tradizione monastica; in seguito il noviziato, vera "scuola del servizio divino" (dominici schola servitii: RB, Prologo 45); quindi il probandato che conduce infine, con la grazia del Signore e la decisione libera e amorosa del candidato, alla professione monastica definitiva, solennemente emessa davanti alla chiesa. Sono circa otto anni di ricerca, verifica, esercizio, discernimento, maturazione umana e spirituale per giungere alla decisione dell' "Amen" definitivo al Signore.

Così chi è arrivato, poco per volta "entra" in comunità, viene accolto e integrato più o meno facilmente, più o meno rapidamente nella vita comunitaria. Sempre preventivamente amato, il novizio deve però dare prova di avere i requisiti per una vita comune e per una sequela esigente del Signore. Viene perciò accompagnato dal maestro dei postulanti e poi da quello dei novizi, che lo seguono con occhio vigilante, lo aiutano nel discernimento e nella crescita. Ma è tutta la comunità che giorno dopo giorno nella communio della preghiera, nella solidarietà del lavoro, nella condivisione dei molti servizi, nella gratuità del riposo e della parola scambiata, plasma il novizio, lo fa crescere e, in questa assiduità con lui, impara ad amarlo concretamente e ad accettare di essere da lui amata. Non per tutti questo cammino è uguale: ci sono alcuni che sono ricchi di doni (sempre per un ora, per una stagione); ci sono i deboli (anch'essi per una stagione); ci sono i volonterosi e i "lenti"...

Nessuna idealizzazione della comunità monastica: come le famiglie e le altre forme di vita comune della nostra società, essa è una realtà umana, dunque povera, debole, fragile, non esente da contraddizioni interne. In essa si hanno crisi, si manifestano malattie psichiche, emergono tratti caratteriali difficili, si sente il fratello simpatico o antipatico, vicino o lontano, interessante o insipido. Eppure i monaci comprendono e vedono le cose altrimenti, ed è per questo che vivono altrimenti, progettano la loro vita altrimenti. Sì, come vedremo in dettaglio più avanti, la vita dei monaci è la stessa vita umana degli altri, eppure è differente.

La "stabilitas"

Nella Regola di Benedetto la parola stabilitas indica la perseveranza, la capacità di durare nella vocazione ricevuta e accolta. Il monaco benedettino al momento della sua professione definitiva promette pubblicamente la propria stabilitas, insieme alla conversione di vita e all'obbedienza (cf. RB 58,17). Il termine stabilitas ricorre altre volte nella Regola (cf. RB 4,78; 58,9; 6o,8; 61,5): Benedetto è consapevole che per la vocazione è necessaria la fedeltà fino alla morte; che per l'edificazione di una comunità occorre un patto di alleanza fedele tra fratelli; che i monaci che vivono in un corpo, la comunità , un corpo animato dall'amore, devono poter contare gli uni sugli altri sempre. Certamente in ogni monaco cenobita c'è anche un "girovago" (cf. RB 1,10-I i), un instabile, ma questa è una tentazione che deve essere assolutamente domata e vinta all'inizio del cammino monastico: meglio non avventurarvisi se non si è stabili, saldi, perché si finirebbe per soffrire e per far soffrire gli altri. Ma è anche vero che la stabilitas deve essere conservata e confermata progredendo, crescendo umanamente e spiritualmente, cercando di custodire e rinnovare la vocazione giorno dopo giorno.

Se viene meno la crescita spirituale, se cominciano a mancare la preghiera, assiduità con Dio, e la comunione, assiduità con i fratelli, allora la stabilità si fa precaria, si svuota dei suoi contenuti e poco per volta diventa insignificante, addirittura insopportabile. Come può accadere? Solo Dio conosce il cammino di regressione di una persona da lui chiamata alla sequela di Gesù, un cammino che a un certo punto si inceppa, trova ostacoli che paiono insormontabili, si smarrisce e si perde... Questo succede: il monaco lo sappia, perché la stabilità dipende da quello che uno pensa, sente, vive quotidianamente!

La separazione

Nella mia ormai lunga esperienza di comunità mi sono trovato a dover affrontare anche la separazione. Proprio quest'ora così dolorosa mi ha insegnato quanto fosse sbagliata l'Affermazione di Voltaire, perché in realtà anche nella vita monastica, quando ci si lascia, non solo ci si rimpiange, ma si soffre. Aver amato ed essere stati amati, aver vissuto per anni una stessa vicenda, essere stati coinvolti nella stessa vita, insieme assidui ogni giorno alla preghiera e alla tavola (cf. At 2,46), non è cosa da poco: è la vita, la vita quotidiana di ogni monaco e di ogni monaca, sempre fratello o sorella di un altro fratello, di un'altra sorella. Eppure talvolta la separazione accade, e oggi accade sempre più spesso: accade nel mondo, dove i legami amorosi, familiari o no, sono diventati fragilissimi, si rivelano di corto respiro e sono facilmente contraddetti; e accade anche nel monachesimo. "Perché?" è la domanda che sorge spontanea: "Perché, Signore?", ma anche: "Perché, fratello? Perché, sorella?".

A volte la separazione è annunciata da una crisi cui ne seguono altre sempre più prepotenti; altre volte sorge improvvisamente, inattesa, per chi ritenevamo saldo e affidabile. Com'è possibile, magari dopo tanti anni di vita comune? Com'è possibile quando "si camminava insieme nella casa di Dio", quando il fratello era "amico e compagno (cf. Sal 55 [54],14-15)? Eppure succede che la vita comune diventa una fatica, la comunità una prigione, la preghiera intollerabile, la parola di Dio non dice più nulla; c'è solo il desiderio di fuggire, dell'altrove, di luoghi altri pensati come libertà. Capita di non poter più riconoscere il fratello o la sorella che se ne va: il volto cambia, da fraterno si fa nemico, minaccioso, pretenzioso... Che abisso! Il fratello che va via diventa un enigma, aumentando ancora di più la sofferenza di chi resta.

Chi presiede registra purtroppo questi esiti, conosce un'esperienza che resta sempre come una ferita aperta, che toglie il sonno, che fa piangere. Chi se ne va gli era stato affidato dal Signore: "Ho fatto tutto quello che potevo e dovevo fare verso di lui?", si chiede. E trema al ricordo della Regola di Benedetto, scandita dalla menzione ossessiva del giudizio finale di Dio sull'operato dell'abate (cf. RB 2,34.37.38; 3,II; 31,9; 63,2; 64,7; 65,22). Viene in mente - senza per questo essere consolante - un insegnamento di Doroteo di Gaza:

Preoccupiamoci di noi stessi, fratelli, siamo vigilanti ... Noi siamo così negligenti che non sappiamo perché siamo usciti dal mondo e neppure sappiamo ciò che vogliamo ... Non è neppure certo che quando abbiamo lasciato il mondo per entrare in monastero avessimo per scopo l'acquisizione delle virtù. Alcuni di noi hanno fatto qualche progresso e poi si sono fermati; altri hanno avanzato un po' di più; altri sono arrivati a metà strada e poi si sono fermati. Ce ne sono ancora altri che non hanno fatto proprio niente ... Altri fanno un po' di bene e subito lo distruggono; altri ne distruggono addirittura di più di quanto ne abbiano fatto. Altri hanno sì acquisito le virtù, ma hanno nutrito orgoglio e disprezzo verso il prossimo, e dunque sono rimasti fuori.

La comunità conosce questa precarietà: vive un'alleanza promessa solennemente davanti a Dio e alla chiesa, un'alleanza custodita da Dio ma non sempre custodita da noi. Sì, è una sofferenza grande la separazione, da viversi oggi anche in solidarietà con tanti uomini e donne che nel mondo vivono il medesimo dramma. Ripensando a quanti prendono altre strade, emergono molte domande: ma noi abbiamo fatto discernimento? C'era o non c'era la vocazione? E, soprattutto quando chi se ne va dice ciò che mai aveva detto prima - "Qui non sono mai stato felice!" -, viene da chiedersi: è vero? Era vero? Ecco quanti pensieri e quante parole ci tentano, spingendoci a dare risposte non evangeliche. No, è bene non giudicare, è bene restare nella quiete, è bene affidare tutto a Dio e pregare per il fratello o la sorella che si allontana dall'alleanza stipulata liberamente e per amore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Escrutad"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Congregazione per gli istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica
Pagine: 108
Ean: 9788820994259
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

"Scrutare gli orizzonti della nostra vita e del nostro tempo in vigile veglia. Scrutare nella notte per riconoscere il fuoco che illumina e guida, scrutare il cielo per riconoscere i segni forieri di benedizioni per le nostre aridità. Vegliare vigilanti e intercedere, saldi nella fede."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'approvazione del diritto proprio per gli istituti di vita consacrata. ex can. 587"
Editore: Marcianum Press
Autore: Simona Paolini
Pagine: 480
Ean: 9788865122204
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Il libro presenta l'analisi dell'istituzione canonica dell'approvazione del diritto proprio, riportata nel can. 587 tra le norme comuni agli istituti di vita consacrata. Lo studio, svolto a livello storico, giuridico e teologico intende offrire una migliore comprensione della vita consacrata nel generale assetto della Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pastori"
Editore: AVE
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine: 96
Ean: 9788882848330
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

Sia l'introduzione di Domenico Sigalini sia l'antologia di testi di papa Francesco raccontano il significato della parola "Pastore" per il pontefice e il ruolo delicato attribuito al sacerdote, chiamato dalla sua vocazione a vivere sempre a servizio totale del suo "gregge"; "pastore" in mezzo alle pecore, e non "funzionario". Il libro tratteggia come delicati colori su una tela l'identità del sacerdote, che ascolta e sostiene, che ama e richiama, amico degli ultimi.L'ampia introduzione di Sigalini apre l'antologia mettendo a fuoco il nocciolo del mandato sacerdotale.Il libro è una piccola perla per ogni pastore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scrutate"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Congregazione per gli istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica
Pagine:
Ean: 9788820994105
Prezzo: € 6.00

Descrizione:"Scrutare gli orizzonti della nostra vita e del nostro tempo in vigile veglia. Scrutare nella notte per riconoscere il fuoco che illumina e guida, scrutare il cielo per riconoscere i segni forieri di benedizioni per le nostre aridità. Vegliare vigilanti e intercedere, saldi nella fede."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Custodia dell'umano"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Rino Cozza
Pagine: 128
Ean: 9788810507391
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La vita religiosa sta con fatica cercando nuove strade per reinventarsi, nel desiderio di non lasciarsi imprigionare dal passato, anche se glorioso, e nello sforzo di immaginare un futuro ancora tutto da inventare. Sembra più facile elencare le frustrazioni prodotte da maldestri tentativi di riforma che godere di qualche frutto, segno di una stagione nuova che sta per iniziare. Papa Francesco, con il suo parlare semplice e diretto, evangelico e profondamente umano, invita ad uscire dal tempo delle diagnosi per entrare nel tempo della profezia. Ma come? La vita religiosa è ancora capace di cogliere il soffio dello Spirito per fare strada con l'uomo d'oggi, guardandolo con simpatia e cordiale amicizia, offrendo un'esperienza di fraternità che non esclude nessuno, ma che coinvolge tutti perché ricca di umanità? Proprio «la custodia dell'umano», argomenta l'autore, invita a «essere fedeli al tempo che ci rende fedeli all'eterno», fedeli alle persone che cambiano le relazioni e le istituzioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della vita religiosa"
Editore: Lipa
Autore: Jean-Claude Guy
Pagine:
Ean: 9788889667491
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

In una manciata di pagine, p. Guy ci dà una lettura della storia plurisecolare della vita religiosa facendoci cogliere anzitutto che esiste una unità della vita religiosa, prima della molteplicità delle sue forme, e che pertanto tutte le forme precedenti hanno qualcosa da dire sul modo in cui oggi cerchiamo di viverla.

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mi fido di te!"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione
Pagine: 72
Ean: 9788820993221
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Questo quarto volume della collana I passi della Fede, curata dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, raccoglie i discorsi, i messaggi, le preghiere, le omelie di pronunciati da Papa Francesco, tra il 4 e il 7 luglio 2013, in occasione dell'incontro con i seminaristi e i religiosi in formazione, oltre a numerose testimonianze dirette dei partecipanti all'incontro.Il volume è inoltre corredato da suggestive immagini a colori che ritraggono i momenti più significativi dell'evento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vita consacrata e gestione delle opere"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore:
Pagine: 136
Ean: 9788820993313
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Le riflessioni riportate nel presente volume sono il frutto di una giornata di studio tenutasi presso la Pontificia Università Lateranense nell'ottobre del 2011, organizzata dallo studio legale "Merlini & Merlini" e dallo studio di consulenza tributaria "Curina & Rossi", impegnati da molti anni nel seguire la gestione delle opere degli enti ecclesiastici in generale e specificatamente degli Istituti di vita consacrata. Alla presenza di oltre 400 persone si sono esaminati da vari punti di vista il tema dell'amministrazione dei beni e della loro gestione da parte delle opere ecclesiastiche adeguando il tutto alla difficile situazione attuale, il modo di riorganizzarle e a chi affidarle quando si è costretti a lasciarle, e secondo quali criteri in linea con il carisma originario del singolo Istituto, nel rispetto delle leggi civili e in vista della particolare configurazione di persone giuridiche nella Chiesa e quindi ente ecclesiastico. L'opera propone tre Relazioni e tre Comunicazioni di esperti del settore: S.E. Vincenzo Bertolone, il Prof. P. Vincenzo Mosca (curatore), l'avvocato Massimo Merlini, il Prof. P. Agostino Montan, l'avvocato Mons. Andrea Celli e l'avvocato Federico Rossi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vita consacrata: le radici ritrovate. Nuova edizione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Luigi Guccini
Pagine: 304
Ean: 9788810507384
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Un testo che esce in terza edizione ampiamente rifatto e con l'aggiunta di alcuni capitoli, dopo le prime due edizioni andate esaurite.Consacrazione, missione, voti, ma anche comunità, discernimento spirituale e carisma sono i temi affrontati dall'autore, che si propone di riflettere sulla vita consacrata in modo non astratto, ma a partire dal cammino concreto che essa ha compiuto nei secoli e dal percorso che, pur faticosamente, cerca di fare oggi. «Dio parla nella storia ed è lì che lo dobbiamo cercare», scrive Guccini. «Io sono abituato a muovermi così e mi sembra di essere arrivato, in collaborazione e dialogo con tanti amici, a una visione insieme storica e sapienziale che è - così mi pare - l'unico modo per individuare anche oggi i percorsi a cui siamo chiamati come consacrati».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un assist dal cielo"
Editore: Elledici
Autore: Lorenzo Galliani
Pagine: 96
Ean: 9788801056228
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

C'è chi giocava nel Manchester United e chi correva nella nazionale di atletica leggera, chi era un asso del baseball Usa e chi, nei tuffi dalla piattaforma, non aveva rivali: questo libro racconta storie di campioni che hanno abbandonato la carriera per seguire la vocazione religiosa, riscoprendo nei valori dello sport i punti cardinali grazie ai quali orientare la nuova vita di consacrati. Sono inoltre raccolte le testimonianze di chi ha scoperto il professionismo già da religioso, e gli interventi di grandi protagonisti del mondo dello sport (Sara Simeoni, David Rudisha, Osvaldo Bagnoli e Davide Ballardini) che hanno conosciuto alcuni dei ragazzi raccontati nel libro.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La posizione della vita consacrata nella Chiesa alla luce del Vaticano II"
Editore: Elledici
Autore: Lino Piano
Pagine: 80
Ean: 9788801055979
Prezzo: € 8.00

Descrizione:

Il testo affronta un tema rilevante per la vita ecclesiale presente e soprattutto futura: la questione teologico-ecclesiologica della posizione della vita consacrata nella Chiesa. A partire dalla Lumen Gentium e attraversando il dopo-Concilio fino ai nostri giorni, lo studio affronta la questione con il supporto di una ricca documentazione conciliare e postconciliare. L'autore pone in evidenza l'illuminante dottrina conciliare per una rinnovata prassi di comunione e di condivisione dell'unica missione ecclesiale, nella diversità convergente dei doni "gerarchici" e di quelli "carismatici". Ne emerge una sintesi essenziale, punto di partenza per ulteriori riflessioni e approfondimenti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dialogare per trasfigurare il mondo"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: USMI Nazionale
Pagine: 120
Ean: 9788825036084
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Un confronto a più voci intorno al tema del dialogo, all'interno delle comunità religiose e fra tutti gli ambiti di vita; l'ascolto accogliente dell'altro capace di vincere l'individualismo e di trasfigurare il mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Social network e formazione religiosa"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Paolo Padrini
Pagine: 112
Ean: 9788821591914
Prezzo: € 12.00

Descrizione:È ormai chiaro per tutti: i social network sono ambienti costitutivi dell'esperienza relazionale. Perché non guardare ad essi senza ingenuità ? e anzi: con favore ? anche all'interno della formazione dei seminari e degli istituti religiosi? È la domanda che si pone l'autore di questo volume, insistendo sull'urgenza di «ritrovare un'unità di vita, una vera connessione, tra tutti i luoghi relazionali che frequentiamo, in una prospettiva di relazione condivisa, nella quale ? alla fin fine ? si gioca l'efficacia della nostra sfida educativa». Con competenza e con stile sereno e non superficiale, questa guida pratica e operativa ci accompagna all'interno di quel nuovo "mondo- digitale che tanti oggi scoprono e imparano ad apprezzare. Costituisce anzi «uno strumento facile e pratico, realistico e concreto per indirizzare la riflessione e l'opera di tutti coloro che sono impegnati nell'ambito educativo in una prospettiva cristiana, in special modo all'interno dei seminari». (dalla Prefazione di S.E. card. Beniamino Stella)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Essere presbiteri oggi."
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Enzo Bianchi
Pagine: 154
Ean: 9788882274191
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Una nuova lettera rivolta ai presbiteri.Nella "nuova primavera" inaugurata dall'elezione di papa Francesco, l'autore si pone in dialogo con i presbiteri e offre una sapiente riflessione su aspetti cruciali della vita presbiterale: la preghiera, il celibato, la santificazione e l'omelia.Con una traccia per meditare sul salmo 16.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rallegratevi"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Congregazione per gli istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica
Pagine: 72
Ean: 9788820992729
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

La Congregazione per gli Istituti di Vita consacrata e le Società di Vita apostolica propone con questa lettera alle persone consacrate, tratta dal magistero di Papa Francesco, un itinerario di riflessione personale verso l'anno 2015 che la Chiesa dedica alla Vita consacrata.Un agile strumento di meditazione che possa accompagnare i consacrati e le consacrate nelle loro decisioni evangeliche.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le preghiere nei Vangeli"
Editore: Rogate
Autore: De Virgilio Giuseppe
Pagine:
Ean: 9788880754237
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Si tratta dello studio in prospettiva vocazionale di sette preghiere evangeliche.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vocazione personale. Trasformazione in profondità per mezzo degli esercizi spirituali"
Editore:
Autore: Alphonso Herbert
Pagine: 52
Ean: 9788876529498
Prezzo: € 13.00

Descrizione:La vocazione personale non si trova a livello di un fare né di una "funzione", ma a livello dell'essere. Tante persone interpretano la parola "vocazione" in termini di puro agire o di puro fare. Il livello dell'agire o del fare, prima o poi, è destinato ad entrare in crisi. Se mi trovo in crisi e non possiedo alcuna risorsa "dell'essere" per sostenermi, allora mi troverò in una crisi totale. Se in una crisi del genere posso trovare sostegno nelle mie risorse dell'essere - così unicamente date a me, in dono, con la mia "vocazione personale" - allora non ho da temere: posso non solo superare la crisi ma "integrarla" grazie al "senso" profondamente personale a livello dell'essere che posso trovare nella crisi stessa. Perché tutto l'agire sgorga dall'essere. Faremo bene dunque a ricordarci che la "vocazione personale" è il modo irrepetibilmente unico per un individuo di donarsi e arrendersi - e non di chiudersi in se stesso. In altre parole la "vocazione personale" è precisamente il modo unico e irripetibile di aprirsi alla comunità - aprirsi alle realtà sociali, alle responsabilità sociali, agli impegni sociali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Siamo gli ultimi «religiosi»?"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Rino Cozza
Pagine: 144
Ean: 9788810507377
Prezzo: € 12.50

Descrizione:da oltre mezzo secolo che la vita religiosa non si è sentita sfidata a essere parte viva delle grandi trasformazioni che hanno attraversato l'Occidente. L'incapacità di interpretare la fine di un'epoca e di uno stile ha impedito di comprendere che nella Chiesa sono apparse forme nuove, non meno ricche e più ampie di appartenenza al vangelo.Per tornare a esprimere la sua forza attrattiva, la vita religiosa è invitata a ridare un'immagine positiva di sé e della propria missione rivisitando il rapporto tra «mondo» e «convento» e cercando nuove tracce di senso. La bussola non può essere soltanto la memoria o le teorizzazioni, ma deve essere individuata nella ricerca di un nuovo profilo più realistico e meno idealistico, più virtuoso che virtuale, capace di recuperare la relazione con gli altri in una comunicazione non superficiale o mascherata, guidata dalla paura del giudizio altrui o da improprie immagini di perfezione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vocazione cristiana oggi"
Editore: Cittadella
Autore: Molari Carlo
Pagine:
Ean: 9788830813625
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Il tema della vocazione è centrale per ogni persona per poter raggiungere la propria identità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU