Articoli religiosi

Libri - Ecumenica



Titolo: "La parola predicata"
Editore: Jaca Book
Autore: Galbiati Enrico
Pagine: XIV-240
Ean: 9788816413221
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

«Se non vi convertirete e non diventerete come bambini, non entrerete nel Regno dei cieli» (Mt 18, 3). Così ha vissuto Enrico Galbiati uomo, sacerdote, educatore. Il libro raccoglie sue omelie e meditazioni di contesto bizantino (e latino), lezioni e conferenze inedite. Il testo biblico fa da trama alle riflessioni e ai commenti: a essa si intrecciano esperienze e incontri personali con uomini e donne di lingua, religione, ceto, funzione sociale diversi. Ma Galbiati prediligeva i bambini e ha scritto: «I bambini hanno tanti difetti, ma non hanno l’ambizione di primeggiare, di essere ritenuti superiori agli altri né di dominare sulla gente comune. Il discepolo di Gesù ha superato la crisi dell’ambizione, si è convertito, è ridiventato bambino, cioè umile». Le sue parole semplici, autentiche, vive, argute, perché nate dallo studio appassionato de la Parola, possono essere lette e ri-meditate da tutti, sacerdoti e laici dell’unica chiesa ecumenica alla cui edificazione egli ha tanto contribuito.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un segno nuovo"
Editore: Il Pozzo di Giacobbe
Autore: Raffaele Nogaro, Sergio Tanzarella
Pagine: 168
Ean: 9788861245723
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il 28 luglio 2014 papa Francesco ha compiuto un gesto destinato a rimanere nella storia: e? andato a Caserta a far visita al suo amico Giovanni Traettino, pastore pentecostale della Chiesa della Riconciliazione. Vincendo la resistenza dei protocolli e della diplomazia, papa Francesco ha affermato il primato della liberta? della coscienza e della relazione. A partire dai discorsi pronunciati in quell'occasione dal papa e dal pastore, gli autori presentano il senso profondo di quell'incontro richiamando anche le dolorose vicende delle persecuzioni subite dai pentecostali in Italia negli anni del fascismo e nel primo decennio della Repubblica ad opera anche di non pochi cattolici. Persecuzioni per le quali il papa a Caserta ha chiesto perdono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Separati in Chiesa"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Gianazza Pier Giorgio
Pagine: 112
Ean: 9788810512388
Prezzo: € 9.80

Descrizione:Fino a qualche decennio fa l'ecumenismo era considerato nel nostro Paese un tema importante, ma lontano dalla vita quotidiana della maggioranza degli italiani. Si sapeva solo di un piccolo gruppo di valdesi confinato nelle valli di Pinerolo e di alcune minuscole e combattive «sette» protestanti. Oggi, con la presenza di circa tre milioni di cristiani non cattolici appartenenti a diverse comunità confessionali, l'ecumenismo è diventato anche in Italia un argomento centrale che solleva molte domande. Chi sono gli ortodossi, i copti, gli armeni, i siriaci, e in che cosa assomigliano e si differenziano dai cattolici? Chi sono gli evangelici, i riformati, gli anglicani, i battisti e i pentecostali? Quali sono state le cause delle divisioni e separazioni tra le Chiese? E, infine, la domanda più concreta: nella realtà quotidiana, che cosa può fare ognuno di noi per coltivare il dialogo ecumenico?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La terra perduta"
Editore:
Autore: Spicuglia Matteo
Pagine:
Ean: 9788869290367
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Anah e Naile, Melki e Murat, Sabri e Februniye hanno storie, età e sguardi diversi, ma lo stesso impasto. Sono siriaci, una delle minoranze cristiane più antiche del Medio Oriente, l'ultima a parlare ancora l'Aramaico. A cavallo di Turchia, Siria ed Iraq, storie di fuga e di ordinaria persecuzione, dai massacri del 1915 agli assalti dell'Isis di oggi. Il reportage di Matteo Spicuglia parte dal Tur Abdin, la culla storica di questi cristiani, un luogo che non esiste sulle carte geografiche. Oggi come ieri, le radici di una presenza a rischio di estinzione. Nei racconti di uomini, donne, giovani e anziani, le ferite e le speranze di chi oggi rischia di sentirsi straniero in patria. Testimonianze inedite per il pubblico italiano, che aprono uno spaccato sul presente e il futuro di tutte le minoranze del Medio Oriente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Valeriano Magni da Milano"
Editore: Biblioteca Francescana Edizioni
Autore: Di Napoli Alfredo
Pagine:
Ean: 9788879622363
Prezzo: € 39.00

Descrizione:

Il frate cappuccino milanese Valeriano Magni, ebbe un ruolo centrale nello ristabilimento della Chiesa cattolica in Boemia, nella prima metà del '600. La metodologia utilizzata dal cappuccino lombardo Valeriano Magni (la creazione dei seminari, la ricerca di un approccio con i protestanti basato sulla tolleranza e non sulla coercizione), ecumenicamente all'avanguardia, gli procurò notevoli frutti apostolici, ma anche molte avversità da parte di altre forze cattoliche che non condividevano queste novità. L'attività del Magni è documentata dall'epistolario conservato presso la Congregazione de Propaganda Fide, 46 lettere inedite che vengono pubblicate in appendice al presente volume.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Seme sacro"
Editore: Libreria Editrice Fiorentina
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 122
Ean: 9788865000960
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Un insieme ecumenico di affermazioni morali convergenti da parte di portavoce di molte religioni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La cultura dell'incontro"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Giovanni Villata
Pagine: 240
Ean: 9788810203767
Prezzo: € 20.40

Descrizione:Cogliere la sfida dell'incontro con l'altro e con Dio è il filo conduttore delle pagine del volume, che propongono un'ipotesi pastorale articolata in riflessioni e indicazioni operative interdisciplinari, elaborate con «il futuro negli occhi e il passato nel cuore», perché il Vangelo è futuro e il futuro non si può costruire senza essere ben radicati nel passato. Questa scelta comporta anche la maturazione di una visione della Chiesa e di una pastorale missionaria, samaritana, segnata dalla tenerezza e dalla misericordia, capace di lasciarsi ospitare dall'altro, chiunque esso sia, qualunque storia abbia. Il metodo di lavoro è quello della Teologia pastorale, che comporta tre fasi distinte, ma interdipendenti: l'analisi critica della situazione, l'elaborazione di criteri teologici nel contesto odierno e l'offerta di elementi per progettare la pastorale. Pertanto, il testo si divide in tre parti. La prima offre al lettore un tentativo di comprendere il contesto odierno, ponendosi sia sul versante culturale che su quello della presenza e dell'azione della Chiesa italiana; la seconda mette a fuoco l'obiettivo del volume indicando che cosa comporti la cultura dell'incontro o dell'inclusione; la terza, infine, traccia una possibile strada per comunicare il messaggio favorendo la cultura dell'incontro con Dio e con l'altro segnata da orientamenti e operazioni, per un cambio di prospettiva pastorale. La riflessione si propone di accompagnare il cammino di ministri ordinati, religiose, religiosi, laici che desiderano cogliere con gioia e passione le nuove opportunità offerte all'evangelizzazione nel tempo del disincanto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Willem A. Visser 't Hooft"
Editore: Claudiana
Autore: Franco Giampiccoli
Pagine: 208
Ean: 9788868980276
Prezzo: € 14.90

Descrizione:Tra i massimi artefici della costruzione ecumenica, il teologo olandese Willem Visser 't Hooft rappresenta con la sua vita, le sue opere e la sua instancabile attività quella che Franco Giampiccoli definisce la "primavera dell'ecumenismo". Una primavera che fiorisce dagli albori della prima Conferenza missionaria internazionale, svoltasi a Edimburgo nel 1910, alla costituzione del Consiglio ecumenico delle Chiese, nel 1948 ad Amsterdam, e che si intreccia con le varie fasi della crisi epocale che da una guerra mondiale all'altra sembra distruggere ogni cosa. Una crisi che tuttavia contiene anche la fertile vena di un rinnovamento di cui l'ideale ecumenico è potente propulsore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nella fede e nella carità"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Pagine: 74
Ean: 9788820994662
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

Nella fede e nella carità riunisce gli interventi di Papa Francesco nel corso del suo viaggio apostolico in Turchia - che si è svolto dal 28 al 30 novembre scorsi, toccando Ankara e Istanbul -. Dal saluto ai giornalisti nel corso del volo Roma-Ankara, alla conferenza stampa durante il volo di ritorno, passando per l'incontro con le autorità turche, la visita al presidente degli affari religiosi, la Messa nella cattedrale cattolica dello Spirito Santo a Istanbul, la preghiera ecumenica nella chiesa patriarcale di San Giorgio, la preghiera ecumenica, la divina liturgia e la dichiarazione congiunta con il Patriarca ecumenico Bartolomeo.

 

ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE

SALUTO AI GIORNALISTI DURANTE IL VOLO ROMA-ANKARA

Volo papale, 28 novembre 2014

Padre Lombardi

Santo Padre, grazie di venire a darci il suo saluto all'inizio di questo viaggio, per il quale Le facciamo i nostri auguri. Un viaggio che sappiamo impegnativo sia per l'area in cui ci rechiamo, sia per i rapporti ecumenici, i rapporti interreligiosi... Ecco, quindi è breve ma è molto intenso e importante. Noi La accompagniamo con la nostra preghiera, con la nostra attenzione e con il nostro sostegno, per quanto potremo fare, anche come informatori. Siamo un bel gruppetto, come vede: siamo sessantacinque in questo viaggio, rappresentanti di diversi Paesi, di diversi media, come al solito è un po' un mix che cerca di tenere conto sia dei media sia delle lingue, e così via. Molte sono persone che Lei già conosce, che seguono fedelmente questi viaggi. Abbiamo anche due signore turche che ci accompagnano in questo viaggio: la signora Esma Cakir, che La saluta con la mano, e la signora Yasemin Taskin, che La saluta con la mano, e che poi potranno farLe delle domande, anche durante il ritorno, naturalmente.

Poi abbiamo anche un'altra occasione di festa, questa mattina: c'è uno di noi, che è nascosto là in fondo, che compie sessantadue anni proprio oggi. E il suo compleanno: Jean-Louis de La Vaissière, e gli facciamo gli auguri insieme a Lei.E ora, naturalmente, Le do il microfono, se Lei vuole dirci qualche cosa:

Papa Francesco

Buon giorno. Vi do il benvenuto e vi ringrazio della vostra compagnia in questo viaggio, perché il vostro lavoro è un sostegno, un aiuto e anche un servizio al mondo: un servizio al mondo per far conoscere questa attività religiosa e umanitaria, perché la Turchia in questo momento è testimone e offre aiuto a tanti rifugiati delle zone in conflitto. Ringrazio per questo servizio. Ci ritroveremo al rientro per la conferenza stampa. Grazie tante e buon soggiorno.

Padre Lombardi

Grazie mille a Lei, Santo Padre. E buon viaggio. Noi La seguiremo con molta attenzione. Su un viaggio come questo, la presenza sul volo è molto importante, perché ci sono due tappe e quindi sono praticamente gli unici giornalisti che saranno presenti sia ad Ankara sia a Istanbul per seguire da vicino il Suo viaggio. Quindi avranno un ruolo molto importante nell'informazione, e Le vogliono assicurare che faranno del loro meglio per collaborare al Suo ministero. Grazie, Santo Padre, e buon viaggio.

 

INCONTRO CON LE AUTORITÀ

Ankara, 28 novembre 2014

Signor Presidente, Distinte Autorità, Signore e Signori,

sono lieto di visitare il vostro Paese, ricco di bellezze naturali e di storia, ricolmo di tracce di antiche civiltà e ponte naturale tra due continenti e tra differenti espressioni culturali. Questa terra è cara a ogni cristiano per aver dato i natali a san Paolo, che qui fondò diverse comunità cristiane; per aver ospitato i primi sette Concili della Chiesa e per la presenza, vicino a Efeso, di quella che una venerata tradizione considera la "casa di Maria", il luogo dove la Madre di Gesù visse per alcuni anni, meta della devozione di tanti pellegrini da ogni parte del mondo, non solo cristiani, ma anche musulmani.

Tuttavia, le ragioni della considerazione e dell'apprezzamento per la Turchia non sono da cercarsi unicamente nel suo passato, nei suoi antichi monumenti, ma si trovano nella vitalità del suo presente, nella laboriosità e generosità del suo popolo, nel suo ruolo nel concerto delle nazioni.

È per me motivo di gioia avere l'opportunità di proseguire con voi un dialogo di amicizia, di stima e di rispetto, nel solco dí quello intrapreso dai miei predecessori, il beato Paolo VI, san Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, dialogo preparato e favorito a sua volta dall'azione dell'allora Delegato Apostolico Mons. Angelo Giuseppe Roncalli, il futuro san Giovanni XXIII, e dal Concilio Vaticano II.

Abbiamo bisogno di un dialogo che approfondisca la conoscenza e valorizzi con discernimento le tante cose che ci accomunano, e al tempo stesso ci permetta di considerare con animo saggio e sereno le differenze, per poter anche da esse trarre insegnamento.

Occorre portare avanti con pazienza l'impegno di costruire una pace solida, fondata sul rispetto dei fondamentali diritti e doveri legati alla dignità dell'uomo. Per questa strada si possono superare i pregiudizi e i falsi timori. e si lascia invece spazio alla stima, all'incontro, allo sviluppo delle migliori energie a vantaggio di tutti.

A tal fine, è fondamentale che i cittadini musulmani, ebrei e cristiani — tanto nelle disposizioni di legge, quanto nella loro effettiva attuazione —, godano dei medesimi diritti e rispettino i medesimi doveri. Essi in tal modo più facilmente si riconosceranno come fratelli e compagni di strada, allontanando sempre più le incomprensioni e favorendo la collaborazione e l'intesa. La libertà religiosa e la libertà di espressione, efficacemente garantite a tutti, stimoleranno il fiorire dell'amicizia, diventando un eloquente segno di pace.

Il Medio Oriente, l'Europa, il mondo attendono questa fioritura. Il Medio Oriente, in particolare, è da troppi anni teatro di guerre fratricide, che sembrano nascere l'una dall'altra, come se l'unica risposta possibile alla guerra e alla violenza dovesse essere sempre nuova guerra e altra violenza.

Per quanto tempo dovrà soffrire ancora il Medio Oriente a causa della mancanza di pace? Non possiamo rassegnarci alla continuazione dei conflitti come se non fosse possibile un cambiamento in meglio della situazione! Con l'aiuto di Dio, possiamo e dobbiamo sempre rinnovare il coraggio della pace! Questo atteggiamento conduce a utilizzare con lealtà, pazienza e determinazione tutti i mezzi della trattativa, e a raggiungere così concreti obiettivi di pace e di sviluppo sostenibile.

Signor Presidente, per raggiungere una meta tanto alta e urgente, un contributo importante può venire dal dialogo interreligioso e interculturale, così da bandire ogni forma di fondamentalismo e di terrorismo, che umilia gravemente la dignità di tutti gli uomini e strumentalizza la religione.

Occorre contrapporre al fanatismo e al fondamentalismo, alle fobie irrazionali che incoraggiano incomprensioni e discriminazioni, la solidarietà di tutti i credenti, che abbia come pilastri il rispetto della vita umana, della libertà religiosa, che è libertà del culto e libertà di vivere secondo l'etica religiosa, lo sforzo di garantire a tutti il necessario per una vita dignitosa, e la cura dell'ambiente naturale. Di questo hanno bisogno, con speciale urgenza, i popoli e gli Stati del Medio Oriente, per poter finalmente "invertire la tendenza" e portare avanti con esito positivo un processo di pacificazione, mediante il ripudio della guerra e della violenza e il perseguimento del dialogo, del diritto, della giustizia. 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ama il prossimo tuo come te stesso"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 192
Ean: 9788831545594
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Quest'anno il tema è stato declinato con l'approfondimento delle esigenze etiche della vita «in relazione», esaminate alla luce del comando biblico «Ama il prossimo tuo come te stesso». Interessante la "presenza" di Bonhoeffer nelle riflessioni.Relazione, responsabilità, interdisciplinarietà, visione «olistica» della persona umana sono le parole chiave ricorrenti nei contributi raccolti in questo volume, il terzo che il SAE ha dedicato ai problemi etici, che sollecitano a ricercare un modello di etica affrontando le questioni che le neuroscienze e la bioetica pongono continuamente agli uomini e alle donne di oggi: le nuove fragilità richiedono nuove abilità e maturità in chi se ne deve occupare.Inoltre vi sono possibilità tecnologiche formidabili che pongono, però, nuovi problemi.Le riflessioni bibliche ripropongono un'interpretazione dei testi che non vuole essere solo ermeneutica, ma chiede di sfociare in prassi di vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Dio d'America"
Editore: Claudiana
Autore: Furio Colombo
Pagine: 172
Ean: 9788868980061
Prezzo: € 12.50

Descrizione:

Se da sempre, nella vita, nella cultura, nella storia e nella Costituzione, in America stato e chiesa sono rigorosamente separati, viceversa, religione e politica non lo sono.Tra le due vi è sempre stata una tensione-attrazione che ha segnato in modo diverso, a volte traumatico e sempre profondo, la vita pubblica del Paese e dei cittadini.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il silenzio di Dio"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Roberta Sala
Pagine: 176
Ean: 9788821593444
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Lo chiamano "pluralismo- ed è un fatto incontestabile. Significa che siamo tutti diversi e che, di conseguenza, la nostra convivenza non è né semplice né scontata. Significa che se Dio parla a ciascuno di noi, sembra restare in silenzio di fronte alla comunità: ci lascia nel guado, intenti a fuggire da odio, disprezzo, prepotenza, violenza. Qual è, allora, la via d'uscita? «Quale che sia il nome di Dio, quali che siano i cieli sopra di noi o dentro di noi, quanto deboli o forti siano i doveri che si impongono alle nostre coscienze, tutte le decisioni sulla terra sono rimandate a noi, esseri terreni che devono cercare da sé la propria strada, sia quella da percorrere quotidianamente, verso i propri fini e confini, sia quella da percorrere per l'incontro con Dio, per chi ci crede, per chi lo cerca, per chi ce la fa». Nella nuova colla "Spiragli-, un testo che indaga i misteri delle convivenze umane, dal tema del pluralismo culturale, alla tolleranza, fino al rapporto tra le culture e a quello tra le diverse fedi e confessioni religiose. «Io penso che la tolleranza sia una cosa buona: è la virtù di chi accoglie pur disapprovando, di chi rispetta pur dissentendo, di chi distingue le persone dalle loro idee e perfino dalle loro condotte. È certamente una virtù difficile e controversa: ma cercherò di difenderla e spiegherò perché».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dal conflitto alla comunione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Commissione luterana-cattolica sull'unità e la commemorazione comune della Riforma nel 2017
Pagine: 128
Ean: 9788810113264
Prezzo: € 7.50

Descrizione:Nel 2017 ricorrono i 500 anni dell'inizio della Riforma. Dopo un secolo di ecumenismo e 50 anni di dialoghi tra luterani e cattolici, oggi non vi sono più scomuniche reciproche ma crescente comprensione, rispetto e collaborazione. Il documento della Commissione luterana-cattolica sull'unità propone un racconto condiviso della Riforma e riflette sulle due grandi sfide del 2017: la purificazione delle memoria e la ricerca della comunione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un cuore solo"
Editore: Terra Santa
Autore: Burigana Riccardo
Pagine: 144
Ean: 9788862402712
Prezzo: € 13.90

Descrizione:

Fin dall'inizio del suo pontificato, papa Francesco ha mostrato quanto centrale fosse per lui l'impegno a vivere l'unità della Chiesa a partire dal suo ministero di vescovo di Roma. Nei mesi seguenti questa idea si è venuta manifestando con sempre maggiore chiarezza attraverso parole e gesti con i quali egli ha voluto richiamare i cristiani a vivere l'unità nella quotidianità dell'esperienza di fede. Proprio alle parole e ai gesti di papa Francesco per l'unità della Chiesa è dedicato questo volume, con il quale ci si propone di presentare quanto Bergoglio ha fatto e sta facendo per il cammino ecumenico, in profonda continuità con i suoi immediati predecessori da una parte, e con molte significative novità dall'altra, secondo uno stile che caratterizza il suo ministero petrino. Un'attenzione particolare è riservata ai rapporti con l'ebraismo e con la Chiesa ortodossa, il «fratello Andrea», nella persona del Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I. All'incontro con quest'ultimo durante il pellegrinaggio di Francesco in Terra Santa, 50 anni dopo lo storico abbraccio fra Paolo VI e Atenagora, è dedicato il capitolo finale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il coraggio della fede"
Editore: Tau Editrice
Autore: Mezzadri Luigi
Pagine: 92
Ean: 9788862443012
Prezzo: € 9.00

Descrizione:«Chi siamo noi per chiudere le porte» allo Spirito Santo?È la domanda che ha posto papa Francesco. Ma è la stessa domanda che ha guidato i padri del concilio cinquant'anni fa. Ieri come oggi lo Spirito Santo fa andare la Chiesa «oltre i limiti, più avanti». È stato lo Spirito che ha «aggiornato» la Chiesa di Dio e che anche oggi la rinnova facendola camminare per strade impensabili: quelle di chi getta ponti e non scava trincee.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il regno e il tormento della fede"
Editore:
Autore: Zelinskij Vladimir
Pagine: 224
Ean: 9788874029204
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Queste pagine propongono un breve itinerario dell'anima ortodossa lungo i secoli: dall'antica leggenda della visita dell'apostolo Andrea ai nostri giorni, attraverso il martirio del Novecento. Non si tratta di un'altra icona della Santa Rus', ma dello sforzo di comprendere un Paese in cui il regno della santità e del «cielo sulla terra » si è sempre accompagnato al tormento del proprio destino storico. Il motivo che percorre l'intero libro è la ricerca della fratellanza, un'esperienza che non abbraccia solamente l'ecumenismo di vecchia maniera, ma anche e soprattutto il tentativo di condividere in Cristo la vita di un altro: il nostro prossimo nella fede.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' abbraccio di Gerusalemme"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Valeria Martano
Pagine: 160
Ean: 9788831543705
Prezzo: € 14.50

Descrizione:L'abbraccio tra Paolo VI e il patriarca ecumenico Athenagoras, a Gerusalemme, il 6 gennaio 1964, ha rappresentato una pietra miliare del cammino di riconciliazione e unità dei cristiani e un punto di svolta del cammino ecumenico. A cinquant'anni di distanza, è opportuno volgere lo sguardo su quell'evento, sui passi e gli uomini che lo hanno reso possibile e sui frutti che ha generato nella Chiesa.L'apertura del pontificato di papa Francesco, caratterizzata dalla presenza del patriarca di Costantinopoli, ne è prova evidente.L'Autrice nei diversi capitoli descrive:- lo storico abbraccio;- da dove nasce l'incontro: la vicenda di Athenagoras;- Giovanni XXIII e Paolo VI, i papi del Concilio;- i riflessi dell'incontro di Gerusalemme sul Concilio: i testi sull'ecumenismo;- questi cinquant'anni: il cammino, le difficoltà, il futuro;- papa Francesco e Bartolomeo: cinquant'anni dopo, la speranza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La via del dialogo e della pace"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Bartholomeos I
Pagine: 146
Ean: 9788882274184
Prezzo: € 15.00

Descrizione:In un mondo dove troppi crimini sono commessi nel nome della fede, culture e religioni differenti possono coesistere pacificamente?Quali i fondamenti del dialogo e le finalità dell'incontro tra religioni?Con sapienza e passione risponde a tali interrogativi il patriarca ecumenico, forte dell'esperienza del suo ministero di unità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Commento al decreto sull'ecumenismo"
Editore: Gabrielli Editori
Autore: Cereti Giovanni
Pagine: 258
Ean: 9788860992048
Prezzo: € 16.00

Descrizione:A 50 anni di distanza, un'attenta rilettura di questo "Commento" consente di capire ogni singola espressione del Decreto sull'ecumenismo ("Unitatis Redintegratio, 1964). Altresì, ci restituisce il clima che aveva accompagnato la redazione del decreto, le reazioni immediate alla sua pubblicazione, l'entusiasmo con il quale esso è stato accolto e la convinzione che era pienamente collegato alle nuove prospettive di riconciliazione e di ristabilimento della piena comunione che il concilio Vaticano II aveva aperto alle chiese cristiane.GIOVANNI CERETI, presbitero genovese, dottore in giurisprudenza (Università di Genova) e in teologia (Pontificia Università Gregoriana), è docente di Teologia Ecumenica a Venezia presso l'Istituto di Studi Ecumenici e a Roma presso laPontificia Facoltà Teologica Marianum e l'ISSR Mater Ecclesiae dell'Angelicum, ed è Rettore della chiesa di San GiovanniBattista dei Genovesi in Trastevere. Nel 1976 ha fondato la Fraternità degli Anawim e nel 1980 la sezione italiana dellaWorld Conference of Religions for Peace.Con Gabrielli editori ha pubblicato inoltre: "Riforma della Chiesa e Unità dei cristiani nell'insegnamento del Concilio Vaticano II", 2012, pp. I-XXVI, 1-470, euro 29, Ristampa anastatica edizione 1985, con nuova Introduzione e Appendice.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ecumenismo che verrà"
Editore: Ghibli
Autore: Vladimir Solov'ëv
Pagine: XXXII-306
Ean: 9788868010140
Prezzo: € 21.00

Descrizione:

Già alla fine dell'Ottocento la teologia cristiana stava elaborando l'idea di un Dio vivente, che si trasforma e muta nella storia. Questa idea avrà grande sviluppo dopo Auschwitz, evento scioccantee ingiustificabile. Solov'ev è uno dei pionieri di questa teologia universale. In questo libro egli salda l'idea di un trionfo morale e storico di Cristo a quella di una nuova spiritualità che ha radici nella Russia mistica della sofiologia. Obiettivo principale di questo libro denso e profetico è quello di mostrare la profonda unità non solo di tutto il cristianesimo, orientale e occidentale, ma anche anche tra la Chiesa di Gesù, l'Ebraismo e l'Islam. L'armonia a cui invita Solov'ev non è frutto di buonismo superficiale: è speculazione visionaria che attraversa tutto il potenziale universale dell'immagine e della storia simbolica di Gesù, Dio che si è fatto uomo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Successione apostolica e comunione ecclesiale"
Editore: Cittadella
Autore: Paolo Cocco
Pagine: 512
Ean: 9788830813281
Prezzo: € 25.50

Descrizione:Il dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e una grande denominazione cristiana, quella motodista, sbocciata tre secoli fa nel mondo anglosassone, ha prodotto in quasi cinquant'anni pregevoli approfondimenti. Questo libro li valorizza, prospettando come la questione della successione apostolica, che ha giocato un grande ruolo nella contrapposizione tra questi soggetti in dialogo, in un'ottica inclusiva permetta un crescente riconoscimento dell'ecclesialità delle rispettive comunità e dei loro ministri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pionieri dell'ecumenismo spirituale"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 200
Ean: 9788810541494
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'impegno ecumenico della Chiesa cattolica, testimoniato nei documenti del Concilio Vaticano II, ha avuto precursori e pionieri in ambito non solo teologico, ma anche spirituale. Il volume presenta alcune personalità che, con sensibilità e modalità diverse, hanno incarnato l'ideale della piena unità dei cristiani: san Leopoldo Mandi?, santo dell'ecumenismo spirituale e della riconciliazione; la beata Gabriella Sagheddu, trappista, che ha consacrato la propria vita per l'unità della Chiesa; san Luigi Orione, santo della carità ecumenica; san Giovanni Calabria, santo della carità e dell'ecumenismo dialogale. Essi hanno vissuto ante litteram quell'ecumenismo spirituale che consiste nella conversione interiore, nel rinnovamento dello spirito, nella santificazione personale della vita, nella carità, nell'umiltà, nella pazienza e nella preghiera. L'esempio di queste persone ci mostra come l'impegno ecumenico possa riguardare veramente tutti i fedeli. «I cristiani di oggi, che nella diaspora ecumenica pregano per l'unità di tutti i cristiani, possono essere convinti che questa loro preghiera tiene insieme il mondo», ricorda il cardinale Walter Kasper nel suo saggio conclusivo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Conciliorum Oecumenicorum Decreta"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 2400
Ean: 9788810241264
Prezzo: € 102.50

Descrizione:

PREFAZIONE

A nessuno può sfuggire che l'occasione per un'edizione delle decisioni dei concili ecumenici è stata offerta dalla convocazione da parte di Giovanni XXIII del concilio Vaticano II: questa convocazione ha fatto sì che negli ultimi tre anni abbiano visto la luce sia opere relative a tutta la storia dei concili sia a singoli aspetti. Ma stupisce il fatto che, pur essendo questi decreti di grandissima importanza per la dottrina e la disciplina della chiesa, non si trovi nessuna raccolta in un solo volume di tutti i decreti dei concili ecumenici. Infatti, se si eccettuano le definizioni e le dichiarazioni di maggiore importanza inserite nell'Enchiridion symbolorum di H. Denzinger, i canoni degli antichi concili devono essere ripresi dalle edizioni di Bruns, Lauchert e altri; quelli del concilio di Trento dall'edizione ufficiale di Paolo Manuzio — che spesso è stata successivamente riprodotta, non senza errori —; infine per gli altri concili bisogna ricorrere o alle antiche collezioni — cioè soprattutto all'edizione Romana, a quella dell'Hardouin o del Mansi — o alle edizioni critiche contemporanee, ad esempio quella di E. Schwartz.

Poiché dunque sino ad oggi non esiste nessun volume che contenga i decreti sia dottrinali che disciplinari di tutti i concili ecumenici, quello che qui introduciamo sembrò proprio far fronte a tale esigenza: in esso infatti non sono raccolti i documenti per procedere a una storia dei concili, bensì sono pubblicati, nella forma più corretta oggi conosciuta, i canoni e i decreti dei venti concili ecumenici riconosciuti dalla chiesa cattolica. A questo proposito sono necessarie alcune spiegazioni: infatti, includendo soltanto i venti concili detti ecumenici, i curatori dell'edizione non ignorano che tale definizione è nata più dalla consuetudine che da una vera e propria dichiarazione del magistero ecclesiastico. Inoltre nel cristianesimo antico si riteneva che, oltre i simboli di fede e i canoni approvati dai concili, anche altri scritti avessero forza universalmente obbligante; se accogliere o no tali scritti in questo volume non sempre è stata una decisione facile. Si è scelto così di omettere i decreti particolari giudiziali e amministrativi, frequenti soprattutto nell'antichità cristiana e nel medioevo. I curatori sono pienamente consci che vi possano essere opinioni diverse sulla scelta e la raccolta dei testi e dichiarano di voler accogliere volentieri le obiezioni.

A questo punto vogliono soltanto affermare che il materiale proviene dalle migliori edizioni oggi esistenti, i codici manoscritti sono stati usati soltanto raramente, ad esempio per i due concili di Lione; l'apparato critico e le note esplicative sono state limitate allo stretto necessario; le introduzioni includono soltanto gli studi più importanti e sono state omesse le discussioni sulla forza e il peso dei testi, sulle questioni teologiche e giuridiche. Il libro vuole essere una raccolta di fonti, non l'esposizione dei dogmi e delle leggi formulate dai concili ecumenici.

Ci resta solo da esprimere la speranza che questo libro serva sia a coloro che interverranno al concilio, sia ai teologi, agli storici e ai canonisti che devono dunque conoscere esattamente i decreti dei concili e dovranno spesso consultarli.

L'idea di pubblicare questo volume è venuta dall'Istituto per le Scienze religiose, già conosciuto come Centro di Documentazione: il card. Giacomo Lercaro, arcivescovo di Bologna e illustre patrono della biblioteca e di questo Istituto, favorì e aiutò in ogni modo l'opera intrapresa e pertanto resta un grande debito di gratitudine nei suoi confronti. L'estensore di questa prefazione intervenne nello stabilire i criteri della edizione e nell'assegnare la divisione del lavoro tra i vari collaboratori. Il segretario dell'Istituto Giuseppe Alberigo, professore dell'università di Firenze, ha coordinato le varie parti del volume e ha edito i concili di Basilea-Ferrara-Firenze-Roma, il Lateranense V e il Vaticano I. Perikles-P. Joannou, professore dell'università di Monaco, ha curato l'edizione dei primi otto concili; Claudio Leonardi, scrittore alla Biblioteca apostolica vaticana, ha edito i concili medievali, dal Lateranense I a quello di Vienne; Paolo Prodi, professore all'università di Bologna ha edito i concili di Costanza e di Trento. Ognuno dei quattro collaboratori è responsabile per la propria sezione.

Per concludere, mi sia consentito ricordare che nell'abside maggiore dell'aula conciliare di s. Giovanni in Laterano, che ormai non esiste più e nella quale si svolsero le sedute di ben cinque concili, vi era un mosaico del Cristo insieme con la madre di Dio e gli apostoli Pietro e Paolo, mentre gli altri apostoli erano in absidi minori: con queste immagini la chiesa romana intendeva significare che i concili lì riuniti annunciavano la tradizione apostolica e avevano la somma autorità di insegnare e che tutto questo aveva il proprio fondamento e la propria radice nelle parole pronunciate, nel primo concilio della chiesa, dagli apostoli riuniti insieme, sotto la presidenza di Pietro pastore degli agnelli e delle pecore: «Abbiamo deciso lo Spirito santo e noi...» (At 15,28).

Bonn 1962

Hubert Jedin

Nella terza edizione sono stati sostituiti e aggiunti alcuni testi relativi ai primi cinque concili, a cura di G L. Dos setti; sono stati anche aggiunti, a cura di G. Alberigo, i testi delle costituzioni, dei decreti e delle dichiarazioni del concilio Vaticano II; nelle bibliografie sono stati inclusi nuovi titoli e infine sono stati completamente rifatti gli indici.

Bonn 1972

 

ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE

Come ricorda nella sua premessa Hubert Jedin, l'idea di raccogliere in un volume tutte le decisioni dei concili ecumenici nacque in seguito all'annuncio del 25 gennaio 1959, quando Giovanni XXIII comunicò la decisione di convocare un nuovo concilio. In seno all'Istituto per le scienze religiose ci si consultò sul contributo che sarebbe stato possibile offrire alla preparazione del concilio stesso, di cui si intuiva l'importanza. Insieme a Giuseppe Dossetti, il quale già negli anni precedenti aveva indirizzato l'Istituto a approfondire la portata dei grandi concili, si decise di preparare questa raccolta. Essa si proponeva di valorizzare la tradizione conciliare che nei secoli più recenti, e soprattutto dopo il concilio Vaticano del 1869-1870, era stata lasciata sempre più in ombra mentre l'insegnamento e la stessa ricerca storica e teologica privilegiavano i testi del magistero ordinario, comodamente raccolti da H. Denzinger nell'Enchiridion symbolorum.

Il volume, dedicato a Giacomo Lercaro che aveva patrocinato l'iniziativa e ne aveva seguito con amore la preparazione, fu accolto con grande benevolenza, pochi giorni prima dell'apertura del Vaticano II, da Giovanni XXIII nel corso di un'udienza speciale. Il gradimento del papa anticipò quello dei padri conciliari e dei loro periti, nonché quello della critica internazionale. Anche in seno alle chiese cristiane separate da Roma esso trovò un'accoglienza molto positiva, malgrado seguisse la serie dei concili ecumenici accreditata in seno alla tradizione romana'.

La celebrazione di grandi assemblee conciliari costituisce un filo rosso che attraversa in profondità tutta la secolare storia cristiana. Nati spontaneamente, senza che fossero previsti da un progetto, i concili - influenzati anche dai prestigiosi «modelli» del Sinedrio ebraico e del Senato romano - sono una delle più interessanti e significative manifestazioni della dinamica di comunione a livello inter-ecclesiale, che caratterizza il cristianesimo dei primi secoli e che non cessa di animarlo. L'opinione più accreditata vede negli incontri degli epíscopoi di una stessa regione per sanzionare con la consacrazione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Finalmente primavera?"
Editore: Pazzini Editore
Autore: Placido Sgroi
Pagine: 96
Ean: 9788862570893
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Un ecumenismo della recezione, dell'ospitalità e della spiritualità: tre termini per individuare un nuovo paradigma ecumenico, ma anche per mostrare che il cantiere ecumenico non è solo aperto, ma anche capace di rinnovare il proprio metodo di lavoro e i propri obiettivi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Camminare in novità di vita"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 288
Ean: 9788831541176
Prezzo: € 18.50

Descrizione:L'etica che per certi aspetti è stata una delle vie di maggior impegno del campo ecumenico, oggi è divenuta terreno di contrapposizione e di divergenza tra le Chiese. Gli interventi raccolti in questo libro sono accomunati dall'intento di delineare alcuni fondamenti di un'etica in dialogo, come risposta possibile delle Chiese ai problemi posti dal nostro tempo. Il dialogo non è semplicemente una cornice o uno strumento neutrale, ma è già un comportamento etico. Il fatto di affrontare insieme le asperità che ci stanno dinanzi è un segno e quasi una caparra di speranza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU