Articoli religiosi

Libri - Storia Dell'arte



Titolo: "Storia della lotta attraverso l'arte e la letteratura da Roma imperiale al Novecento"
Editore: Edizioni Efesto
Autore: Toschi Livio
Pagine:
Ean: 9788833810409
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Questo libro, con l'aiuto di moltissimi brani letterari e di una ricca iconografia, esamina il periodo di quasi duemila anni che dall'Impero romano arriva allo scoppio della Grande Guerra. Nel lungo viaggio la Lotta ha attraversato momenti bui e momenti luminosi, continuando incessantemente ad affascinare i popoli in ogni parte del mondo e a fecondarne la cultura. Non a caso, nello sport, la più antica opera d'arte è una statuetta sumera di lottatori e la più antica cronaca vede la lotta protagonista grazie a Omero. È un libro sulla lotta per chi ama la lotta, indispensabile sia per gli "addetti ai lavori" che per gli appassionati; prezioso per chi apprezza l'arte e la letteratura; stuzzicante anche per un pubblico soltanto curioso, che desidera testi di agile lettura, ricchi d'informazioni, di aneddoti e d'immagini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arte povera"
Editore: Abscondita
Autore:
Pagine: 238
Ean: 9788884167415
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Sollecitando gli artisti più impegnati nello sviluppo dell'arte povera, le interviste curate e raccolte da Giovanni Lista cercano di definire i caratteri specifici di questo movimento dell'arte italiana che, nato all'inizio degli anni Sessanta del secolo scorso, ha proposto il salutare ritorno a un «grado zero» dell'arte contro i linguaggi tradizionali della produzione artistica e contro la retorica di un'avanguardia ormai compromessa con la società dei consumi. Rifiutando il mondo della cultura, nel momento in cui esso registrava il suo asservimento alle nuove tecnologie e alla massificazione dei media, l'arte povera ha preconizzato la messinscena del processo di creazione, il recupero dei gesti elementari e la manipolazione dei materiali primari. L'arte era così chiamata a tradurre l'atto cognitivo nella pienezza di un'esperienza sensibile e intellettuale in cui la coscienza d'essere si trovava confrontata all'epifania delle forze della materia, alla presenza fisica dell'oggetto, alla circolazione d'energia che relaziona le cose e lo spazio ambiente. Ogni opera d'arte povera pone se stessa come emergenza e scoperta, sopprime la coerenza ripetitiva dello stile e rinnova quindi l'esperienza originaria della creazione. Reagendo in termini d'identità culturale all'egemonia della pop art, poi del concettualismo e del minimalismo americani, l'arte povera è stata caratterizzata da un'aperta rivendicazione dei valori dell'arte europea, vissuta anche come nuova appropriazione dei fondamenti espressivi della civiltà artistica italiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Aubrey Beardsley"
Editore: Abscondita
Autore: Pontiggia Elena
Pagine: 99
Ean: 9788884167446
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Scomparso a venticinque anni divorato dalla tisi, Aubrey Beardsley (1872-1898) è stato il maggior disegnatore europeo della fine dell'Ottocento, protagonista della irripetibile stagione inglese animata da Oscar Wilde e dall'estetismo dei dandy, e figura dominante degli anni novanta che vennero chiamati appunto «l'età di Beardsley ». Nel breve corso della sua esistenza, negli otto anni scarsi (1890-1898) della sua ricerca, Beardsley ha superato il preraffaellismo, ha attraversato il simbolismo e il Liberty, ha anticipato certi esiti espressionisti e astratti, ha coniato un singolare neo-rococo, ma tutte queste categorie non bastano a precisare un'arte come la sua che resta, alla fine, indefinibile. La sua pittura è uno scandalo nella società vittoriana, sia per la sua sensualità e la sua capacità di esplorare - in anticipo sul Novecento - i territori del brutto e dell'osceno («Il bello è tanto difficile », dice a Yeats), sia per il distacco radicale dal realismo che lo porta a guardare all'arte giapponese, ai vasi greci, al Quattrocento italiano. Il suo disegno, carico di valenze freudiane ante litteram (perché l'eros, per Beardsley, non è un aspetto della vita ma la vita stessa), giunge a un magistero espressivo capace di affascinare tanta poesia e arte novecentesca, da Pound a Boccioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Aimc portraits 2018. Ediz. illustrata"
Editore: Edizioni del Girasole
Autore:
Pagine: 480
Ean: 9788875676254
Prezzo: € 30.00

Descrizione:L'AIMC (Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei fondata da Isotta Roncuzzi Fiorentini e Peter Fischer nel 1980 a Ravenna, oggi presieduta da Nikos Tolis di Atene) conta 251 membri attivi in 40 paesi di ogni continente e in maggioranza donne. Questo catalogo, in lingua inglese, è il primo nella storia AIMC con notizie e opere dei soci, dei fondatori e dei soci onorari. Nel libro sono presenti, assieme a molti mosaicisti ravennati, mosaicisti di tutto il mondo, e amici dell'arte musiva. Per ognuno di essi il libro dà le informazioni essenziali e riproduce una o più opere (475 illustrazioni).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Joseph Wagner. Maestro dell'incisione nella Venezia del Settecento"
Editore: CieRre
Autore: Lo Giudice Chiara
Pagine: 232
Ean: 9788883149702
Prezzo: € 34.00

Descrizione:L'incisore Joseph Wagner fu uno degli artisti più interessanti nella Venezia del Settecento. Nato agli albori del secolo a Bregenz, sul lago di Costanza, a seguito di un primo periodo passato in Baviera, dove conobbe il maestro e amico Jacopo Amigoni, e dopo aver completato la sua formazione a Bologna, si trasferì a Londra, dove aprì assieme al pittore veneziano una bottega di incisioni, nella quale venivano tradotti i dipinti che Amigoni andava eseguendo per l'élite culturale e aristocratica inglese. Durante i sette anni trascorsi oltremanica, anche grazie a un viaggio di formazione a Parigi, Wagner apprese e affinò la tecnica incisoria che prevedeva l'uso congiunto di acquaforte e bulino, metodologia che egli ebbe il grande merito di esportare a Venezia. Qui si era trasferito nel 1739 fondando la Calcografia Wagneriana, che divenne in breve tempo il più importante centro di produzione di stampe della Serenissima. Questo libro, oltre al primo studio monografico sull'artista, offre un catalogo scientifico nel quale vengono schedate tutte le opere licenziate dalla bottega durante i suoi intensi decenni di attività, dalla fondazione sino alla morte del maestro, avvenuta nel 1786.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il surrealismo e la pittura"
Editore: Abscondita
Autore: Breton André
Pagine: 86
Ean: 9788884167460
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Pubblicato nel 1928, in un'epoca di fervida elaborazione e definizione del movimento surrealista, 'Le surréalisme et la peinture' costituisce la prima summa del pensiero di André Breton sulla pittura. Tra pagine liriche e passi polemici lo scrittore e poeta, capofila del movimento, delinea qui la complessa ed eterogenea ricerca che anima la fucina artistica surrealista in questa sua fase incipiente. Picasso, Max Ernst, Man Ray, Yves Tanguy, André Masson, Joan Mirò, Giorgio de Chirico, Hans Arp sono i principali protagonisti di questo saggio colto e pregnante, nella cui trama si intrecciano brani teorici, citazioni poetiche, réveries imperscrutabili, libere associazioni. In questo ricco florilegio Breton esprime le proprie impressioni e idee sottolineando non soltanto alcuni temi cruciali del surrealismo ma anche e soprattutto una concezione dell'arte anticonformista e fedele al modello interiore, all'esplorazione dell'inconscio e del sogno, all'obiettivo rivoluzionario. Le 'surréalisme et la peinture' rivela altresì le doti poetiche e letterarie di Breton e la sua particolare declinazione dell'ut pictura poèsis che attraverso preziosi espedienti linguistici e frequenti rimandi alla poesia rende così inconfondibili le sue pagine sulla pittura." (Dallo scritto di Angela Sanna)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita e l'opera di Albrecht Dürer"
Editore: Abscondita
Autore: Panofsky Erwin
Pagine: 545
Ean: 9788884167385
Prezzo: € 45.00

Descrizione:«Fu in Germania che, nel Quattrocento, l'invenzione della stampa, dell'incisione e della xilografia fornì al singolo la possibilità di diffondere le proprie idee in tutto il mondo. Proprio mediante le arti grafiche la Germania assurse al ruolo di grande potenza nel campo artistico, grazie principalmente all'attività di un artista che, benché famoso come pittore, divenne una figura internazionale solo per le sue doti di incisore e xilografo: Albrecht Dürer. Le sue stampe per più di un secolo costituirono il canone, della perfezione grafica e servirono da modelli per infinite altre stampe, come pure per dipinti, sculture, smalti, arazzi, placche e porcellane, non solo in Germania, ma anche in Italia, in Francia, nei Paesi Bassi, in Russia, in Spagna e, indirettamente, persino in Persia. L'immagine di Dürer, come quella di quasi tutti i grandi, è cambiata secondo l'epoca e la mentalità in cui si è riflessa, ma sebbene le qualità distintive della sua innegabile grandezza furono variamente definite, questa grandezza fu riconosciuta subito e mai messa in dubbio».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elisabetta Sirani. Il genio e la grazia nel Seicento bolognese. Ediz. illustrata"
Editore: Persiani
Autore: Frattolillo Angela
Pagine: 144
Ean: 9788885804258
Prezzo: € 19.89

Descrizione:Nella diversificata produzione editoriale questo volume s'impone per l'assoluta novità della commistione di due generi letterari. È un Catalogo per lo spazio riservato al mondo artistico italiano e bolognese e alla formazione di Elisabetta Sirani (1638-1665). Figlia del discepolo prediletto di Guido Reni, Elisabetta ne eredita amore per l'Arte, abilità disegnative, perizia tecnica, capacità incisorie; ma è il suo talento, il suo ingegno, la sua intelligenza, la sua cultura a darle fama nell'affollato mondo artistico e a farla prediligere dai raffinati committenti e dalle più aristocratiche corti italiane ed europee. L'analisi rigorosa della sua vasta produzione artistica rileva, pertanto, il suo percorso autonomo nel conseguire uno stile proprio, moduli narrativi sorprendenti ed innovative soluzioni figurative. Il testo è anche un Saggio, ovvero una ricerca meticolosa del contesto storico,della complessità politica, sociale, culturale, economica e religiosa di Bologna, seconda città dello Stato Pontificio nel Seicento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il comandante Falco"
Editore: Edizioni del Girasole
Autore: Martini Luigi, Masetti Giuseppe
Pagine: 84
Ean: 9788875676292
Prezzo: € 10.00

Descrizione:A cent'anni dalla nascita di Alberto Bardi "Falco" partigiano, pittore e animatore culturale. Un personaggio atipico dell'antifascismo attivo sia per la sua formazione colta, sia per la sua vocazione artistica, sia per la sua personalità morale. Fecero molto discutere le sue decisioni militari che privilegiarono la sicurezza dei suoi uomini sui successi momentanei del movimento partigiano, che ora gli rende tutta la riconoscenza che merita. Mezzanese di origine, divenne comandante effettivo della 28a Brigata Garibaldi "Mario Gordini" con il nome di battaglia di "Falco". Si trasferì poi a Roma dove fondò e diresse la Casa della Cultura. Roma lo ricorda ora con un'esposizione antologica dei suoi dipinti. Su impulso determinante di Cecilia Bardi Pasi, circa 70 opere di Alberto Bardi saranno in esposizione al Casino dei Principi di Villa Torlonia a Roma dal 13 dicembre 2018 al 31 marzo 2019 per la mostra "Alberto Bardi 100 anni. Discreto continuo - dipinti 1964/1984" promossa dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale. L'antologica, per il Centenario della nascita del pittore, sarà curata da Claudia Terenzi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «firma» d'artista nel Medioevo. Il caso di Roberto, Ruggero e Nicodemo"
Editore: Prospettiva Editrice
Autore: Ferrante Giuseppe
Pagine: 127
Ean: 9788894995213
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il periodo medievale è sostanzialmente privo di un genere letterario inteso come raccolta sistematica di informazioni paragonabile ad una letteratura artistica a vocazione storiografica: ne consegue che le sottoscrizioni, "vere e proprie fonti di prima mano", sono i principali strumenti utilizzati per un'indagine comparativa tra il livello testuale e la dimensione storica ed artistica. Scopo di questa ricerca è fornire, attraverso l'analisi delle testimonianze - firme e tituli - autografe di una bottega di scultori di origine normanna attiva in Abruzzo nel XII secolo, spunti di riflessione sulla considerazione di cui godeva l'artifex medievale presso i suoi contemporanei e che esso stesso si attribuiva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Architettura a Firenze dal tramonto dell'Impero romano al Medioevo. Rilettura critica di un periodo storico"
Editore: Pontecorboli Editore
Autore: Cresti Carlo
Pagine: 126
Ean: 9788833840062
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Considerata assai attendibile l'ipotesi, recentemente formulata con plausibili argomentazioni, che la costruzione del Tempio ottagono, adibito poi a Battistero, risalga al V secolo, e che conseguentemente sia da reputare arbitraria la finora adottata aggettivazione 'romantica' che implicava la datazione al X-XI secolo di tale edificio (probabile memorial della vittoria conseguita nell'ottobre del 406 d.C., da Stilicone sul barbaro Radagaiso assediante Firenze), è sembrata decisamente opportuna la rilettura critica riguardante le vicende architettoniche dal Tardo-Antico al Medioevo. La rilettura ha consentito di constatare l'impossibile contemporaneità del magistero costruttivo caratterizzante l'organismo strutturale e le partiture compositive dei geometrici ornamenti del Tempio ottagono, nel confronto con gli elementari sistemi edificatori delle chiese (classificate 'romaniche') di San Miniato al Monte, dei Santi Apostoli, e con le modeste facciate della Badia Fiesolana e di San Salvatore al Vescovo. Dalla rilettura è apparsa altresì improbabile la ideazione di Arnolfo riguardante la nuova cattedrale di Santa Reparata, assegnatali soltanto nominalmente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I particolari della chiesa di Gesù e Maria in Foggia. Breve itinerario religioso per la conoscenza di alcuni particolari che sono nella chiesa di Gesù e Maria alla piazza Giordano in Foggia"
Editore: Andrea Pacilli Editore
Autore: Taronna Francesco
Pagine: 156
Ean: 9788893760560
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Un itinerario dentro e fuori la chiesa di Gesù e Maria alla Piazza Giordano di Foggia. Una "Guida" con la quale l'autore ha cercato di focalizzare l'attenzione del visitatore su dei "particolari" che, talvolta, sfuggono anche agli osservatori più esperti; ha tentato altresì di meglio sottolineare la bellezza e l'importanza di questa chiesa, che non deve essere considerata soltanto "refugium peccatorum" e richiesta di sacramenti e di sacramentali, bensì anche centro aperto di accoglienza e di preghiera per tutti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cielo sopra le Arche. Ediz. italiana e inglese"
Editore: Minerva Edizioni (Bologna)
Autore: Ferrari Maria Teresa
Pagine: 32
Ean: 9788833241173
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Le Arche scaligere sono tra i più insigni monumenti dell'arte gotica a Verona, destinati a contenere le arche (o tombe) di alcuni illustri rappresentanti della casata, tra cui quella del più grande Signore di Verona, Cangrande, a cui Dante dedica il Paradiso. Situate nel centro storico di Verona, a pochi passi da Piazza Erbe e dai Palazzi Scaligeri, su un lato della chiesa di santa Maria Antica, sono un sepolcro monumentale, un maestoso complesso funerario in stile gotico della famiglia degli Scaligeri, che da oltre settecento anni accoglie le spoglie mortali degli antichi Signori di Verona. Qui riposano i Principi della famiglia Della Scala, con le loro elaborate sculture equestri che si levano verso il cielo come in un interminabile torneo pietrificato. Molti furono e sono gli ammiratori delle arche, tra questi John Ruskin, che ci ha lasciato in uno scritto la descrizione della grazia utilizzata nell'attività di costruzione dei sepolcri scaligeri, quella grazia riservata alle chiese, era stata impiegata dagli Scaligeri nei sepolcri, come dimore di coloro che si sono addormentati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Land art"
Editore: Bellavite
Autore: Gianquitto Massimo
Pagine: 136
Ean: 9788875113575
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La corrente artistica della Land Art nasce negli Stati Uniti, alla fine degli anni Sessanta, assieme alla Pop Art. L'opera d'arte cesserà da qui in poi di essere vissuta come oggetto da contemplare tra le quattro pareti di un museo per diventare parte di una relazione aperta, di partecipazione e scambio. L'Arte si distacca così dai luoghi artificiali per tornare nella natura, alla ricerca dei limiti dell'uomo di fronte al cosmo. L'intera superficie terrestre diventa una grande tela attraverso la quale veicolare un messaggio: non solo quello del confronto uomo-natura, ma anche riflessioni sul concetto di fruizione, tematiche ambientali, riscoperta dell'arte come mezzo per intervenire sulla realtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contemporary concrete buildings. Ediz. inglese, italiana, spagnola e portoghese"
Editore: Taschen
Autore: Jodidio Philip
Pagine: 848
Ean: 9783836564946
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Cemento? Quella roba impersonale usata per costruire parcheggi o palazzoni comunisti? Sì e no. Il termine "cemento" comprende una notevole varietà di sostanze che, usate con giudizio, rappresentano alcuni dei materiali d'elezione dell'architettura contemporanea. Grazie alla sua identità peculiare di "pietra liquida", il cemento è malleabile, duraturo e capace di prodigiose imprese ingegneristiche. Questa edizione presenta le migliori opere in cemento degli ultimi anni, riunendo lavori di star come Zaha Hadid, Herzog & de Meuron e Steven Holl, ma anche giovani e sorprendenti realtà come lo studio di architettura russo SPEECH, stelle nascenti della scena internazionale come il francese Rudy Ricciottie artisti come James Turrell, che ha trasformato la famosa spirale di cemento del Guggenheim di Frank Lloyd Wright a New York nel set di una delle sue più incredibili performance.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "The italian debate 1940s-1950s. An anthology"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 240
Ean: 9788891778871
Prezzo: € 31.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«A Quality of Jewishness». Ebraismo e modernismo nella critica di Clement Greenberg"
Editore: Pontecorboli Editore
Autore: Froio Camilla
Pagine: 236
Ean: 9788833840086
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il dibattito intorno a Clement Greenberg (1909-1994), importante voce della critica d'arte americana della seconda metà del Novecento, è ancora lontano dall'esaurirsi. Il presente volume intende offrire un'altra prospettiva di studio del modernismo a partire dalle dichiarazioni personali del critico sulla sua appartenenza ad una minoranza perennemente tradita. Il profondo interesse per l'opera di Franz Kafka, la riattualizzazione dell'Halackha e la condanna del sionismo rappresentano alcuni tra i maggiori contributi di Greenberg al dibattito sulla questione ebraica immediatamente dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale. Gli anni del suo impegno per la definizione di una cultura ebraica modernamente laica sono i medesimi della sua crescita come critico d'arte e patrocinatore dell'Espressionismo astratto: in questo contesto, le significative tangenze tra l'analisi della letteratura dell'Europa orientale e la lettura del modernismo inducono ad attribuire una nuova centralità al ruolo dell'ebraismo nella critica di Clement Greenberg.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Salvatore Anelli. I teschi valgono. Catalogo della mostra (Ragusa, 9 giugno-31 agosto 2018). Ediz. illustrata"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 65
Ean: 9788849857474
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Pittore, scultore, videoartista, Salvatore Anelli si interessa agli scambi interlinguistici e alle contaminazioni culturali. In particolare la sua ricerca più recente nasce dall'accostamento segno/parola, sperimentato in un libro d'artista realizzato a quattro mani col poeta Franco Dionesalvi, "Le parole valgono", e in un altro confezionato dal solo Anelli rileggendo "Le città invisibili" di Italo Calvino, da cui ha tratto un palinsesto visivo di "memorie parallele", Le città valgono. Entrambi i volumi sono stati editi, tra il 2017 e il 2018, per i tipi dell'Editore Rubbettino. "I teschi valgono", ultimo capitolo di quella che potremmo definire una "Trilogia del valore", è il naturale prosieguo di queste esperienze. Il volume ripercorre un'antologica di Anelli curata da Andrea Guastella presso la Civica Raccolta "Carmelo Cappello" di Palazzo Zacco a Ragusa tra il giugno e l'agosto 2018.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sharon Hayes. Ediz. inglese"
Editore: Phaidon
Autore: Bryan-Wilson Julia, Tang Jeannine, Tattersall Lanka
Pagine: 158
Ean: 9780714873466
Prezzo: € 45.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Francesco Clemente. The wall. Ravello 2017. Ediz. italiana e inglese"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788857237664
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Il volume documenta l'installazione e performance realizzata da Francesco Clemente nell'estate 2017 a Villa Rufolo che richiama il grande tema dell'accoglienza e delle migrazioni. L'opera dell'artista, con la sua tenda orientale e i suoi "muri" da superare, ci ricorda che attraverso l'arte e la bellezza si possono stimolare idee e progetti per la nostra quotidianità, per le nostre emergenze e per il nostro futuro migliore. Con uno spettacolo di danza contemporanea coreografato dalla "monella punk" della danza americana, Karole Armitage, e incentrato sul tema dei muri da abbattere, Francesco Clemente ha debuttato in un lavoro coreografico, dipingendo dal vivo un giardino idilliaco dove "si può abitare e anche devastare" mentre la voce recitante di Alba Clemente, poco lontano, recitava i versi del poeta greco Konstantinos Kavafis. Pittore e disegnatore napoletano (Napoli, 1952) è stato tra i più importanti protagonisti del movimento artistico della Transavanguardia, teorizzato da Achille Bonito Oliva; negli anni Ottanta a New York, insieme con Jean-Michel Basquiat e Keith Haring, ha segnato un'epoca della storia dell'arte contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Picasso. Della guerra e della pace"
Editore: Jaca Book
Autore: Forestier Sylvie, Sini Carlo
Pagine: 84
Ean: 9788816605633
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Sul tema della Guerra e della Pace sono messe a confronto le opere di un pittore che ha percorso il XX secolo, Pablo Picasso, e le parole di un filosofo, Carlo Sini, che ne ha percorsa la seconda parte, entrando nel XXI secolo.Un importante testo di Sylvie Forestier ci accompagna nella Cappella della Guerra e della Pace di Picasso e nella cronologia delle sue opere. Picasso, alla fine della Prima guerra mondiale, viaggia in Italia con Cocteau e scopre il mito mediterraneo della pace. La guerra di Spagna con il bombardamento nazista di Guernica ispira a Picasso un capolavoro sulla tragedia della guerra, Guernica appunto, accompagnato da opere sul dolore. Dopo la Seconda guerra mondiale, ad Antibes Picasso ritrova la pace mediterranea e, politicamente impegnato, ne realizza un simbolo, la colomba. La guerra in Corea lo riporta a una nuova Guernica, questa volta nel ricordo della fucilazione dipinta da Goya. La sfida della Cappella della Guerra e della Pace, unitamente a Guernica e a Massacro in Corea fa di Picasso l’artista moderno più capace di metterci con forza poetica davanti all’orrore della guerra. Le parole di Sini ci conducono al senso e alla pratica della pace. Sini ricorda Whitehead per il quale la pace era un «modo di essere, non un concetto; piuttosto è un’azione simbolica, che ha qualche connessione con l’Arte e col Bello. In questo senso essa frequenta idealmente il mito e tutte le figure archetipiche dei primordi umani». Sini insiste: «Non lo starsene in pace o l’essere lasciati in pace nel proprio rifugio e nascondiglio ma, al contrario, l’essere totalmente aperti e nell’aperto, senza più protezione (come diceva Rilke), innamorati dello spettacolo degli altri e della bellezza della vita comune; dimentichi di profitti immaginari e interamente dediti alle imprese da affrontare con i compagni che il destino ci ha dato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Iran. Arte islamica"
Editore: Jaca Book
Autore: Curatola Giovanni
Pagine: 221
Ean: 9788816605695
Prezzo: € 90.00

Descrizione:L’Iran è un paese di frontiera, un’area di transito fra oriente e occidente, culla di una peculiare elaborazione architettonica e artistica. la cultura di matrice persiana è una delle più ricche e variegate al mondo. Giovanni Curatola traccia i contorni della civiltà dell’Iran portando alla nostra attenzione l’architettura persiana (compresa l’analisi dei suoi fondamentali aspetti ornamentali) e la cosiddetta «arte decorativa», comprendente preziose miniature, ceramiche, tappeti di ineguagliata fattura. L’incontro fra cultura islamica e mondo occidentale ha prodotto attraverso i secoli modifiche profonde in innumerevoli campi e lo stesso processo si è verificato anche nel mondo islamico, facendoci comprendere meglio le basi delle tendenze artistiche odierne in un mondo che, malgrado i conflitti, è sempre più globalizzato. Le fondamenta dell’arte islamica si ritrovano anche in quella persiana ma, partendo da un’area geografica ben identificabile, si è diffusa attraverso i secoli fino al Caucaso, all’Asia centrale, all’India e, ovviamente, all’Europa. Un esempio? L’arte islamica del mosaico, la cui conoscenza ci è oggi indispensabile per analizzare e comprendere un’intera civiltà sviluppatasi nell’arco di quasi quindici secoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jean Dubuffet. L'arte in gioco. Materia e spirito (1943-1985). Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 295
Ean: 9788857239217
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Jean Dubuffet (1901-1985) è stato uno dei massimi artisti del XX secolo. Grande homme-orchestre, dopo una carriera da commerciante di vini ha saputo divenire pittore, scultore, incisore, scrittore, pensatore, musicista e collezionista, in un processo continuo di ricerca e invenzione che ha pochi confronti nella storia dell'arte. Spesso definito inclassificabile e iconoclasta, egli ha incarnato al contempo la figura di artista-artigiano-umanista, offrendo forse l'ultima grande avventura della pittura nel Novecento, quella di un eroe che ha avuto il coraggio di rimanere autonomo e coerente e di non cedere alle insidie del sibilo incantatore della "morte dell'arte". Questo volume, con la mostra che lo accompagna, intende ripercorrere tutti i cicli via via sempre nuovi e originali che ne hanno caratterizzato la vita d'artista, in un flusso dinamico e inesauribile di invenzioni che sottintendono una grande apertura ai fatti della vita, alle meraviglie ma anche alle miserie del mondo. Il quadro è quello di una impostazione di pensiero molto forte che dialoga consapevolmente con le posizioni teoretiche di grandi pensatori, scrittori, artisti del secolo. La polarità tra spirito e materia, che i due curatori di questo progetto mettono in luce anche nel titolo, risulta centrale per comprendere il gioco dell'arte di Dubuffet, un gioco che ha sovvertito le regole condivise per impostarne con rigore di nuove e inattese, un gioco che sempre s'intreccia con la realtà e con la vita. Una sezione finale del volume presenta una serie di autori storici dell'art brut, celebrando la figura di Dubuffet quale studioso e collezionista di queste forme di espressione. Viene inoltre riproposto un florilegio di scritti dello stesso artista - "mago stanco", come si era definito, eppure infaticabile - che rappresentano in ogni caso le migliori chiavi d'accesso al suo regno. Mostra: Reggio Emilia, Palazzo Magnani, 17 novembre 2018 - 3 marzo 2019. Presentazioni di Davide Zanichelli e François Gibault.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi. Vicenza e i capolavori del Museo Puskin di Mosca. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 199
Ean: 9788857240138
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Per Venezia il Settecento si apre con la pace di Passarowitz del 1718, a porre fine al secolare stato di guerra con i turchi, e si chiude nel 1797 con quel trattato di Campoformido che segna il termine dell'orgogliosa indipendenza di una delle maggiori potenze europee e della più duratura repubblica della storia: la Serenissima. Le sonate di Benedetto Marcello e il pathos di Antonio Vivaldi, la voce di Farinelli e della Bordoni, l'ingegno di Francesco Algarotti e la misura di Giorgio Massari riflettono il sentire di un secolo in cui Venezia riacquista il ruolo di capitale dell'arte - ora assieme a Parigi - anche grazie a un nuovo impulso dato alla pittura, con gli ultimi protagonisti capaci di rielaborare, ancora una volta, la fortissima immagine del mito della città. Attraverso i contributi di Vittoria Markova, Alessandro Morandotti e Stefano Zuffi, questo catalogo racconta un frammento di grande storia, filtrata attraverso alcuni tra i massimi capolavori di molti dei protagonisti del secolo. Artisti partiti da Venezia per conquistare l'Europa con il proprio pennello, portando nuovamente l'arte lagunare a eccellere tramite nuovi temi e stilemi. Da Sebastiano e Marco Ricci a Giambattista e Giandomenico Tiepolo, da Londra a Madrid a Würzburg, il colore e il segno veneziani trionfanti. Una narrazione per immagini intessuta sul dialogo tra le opere di due tra i più importanti poli museali europei: il Museo Statale di Belle Arti A.S. Puskin di Mosca e il Museo Civico di Palazzo Chiericati di Vicenza. Mostra: Palazzo Chiericati - Musei Civici di Vicenza, Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, 23 novembre 2018 - 10 marzo 2019. Presentazioni di Sergey Razo, Pasquale Terracciano, Francesco Russo, Marina Losak e Giovanni Bazoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sandro Gorra. Noi giraffe nude. Catalogo della mostra (Milano, 04 ottobre-10 novembre 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 109
Ean: 9788836641635
Prezzo: € 25.00

Descrizione:"L'ironia è per Sandro Gorra una condizione determinante, imprescindibile, senza la quale il suo lavoro non avrebbe la medesima forza comunicativa. Tanto è vero che, tentando di sondare le molteplici sfaccettature che essa può assumere e con le quali può essere adoperata, Gorra se ne è sempre servito con originalità nel suo mestiere di pubblicitario, ma anche adesso nei suoi disegni e nelle sculture." (Antonio D'Amico)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU