Articoli religiosi

Libri - Storia Dell'arte



Titolo: "Emilio Vedova. De America. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore: Celant Germano
Pagine: 683
Ean: 9788857233284
Prezzo: € 110.00

Descrizione:"È proprio dopo l'America... che certi pensieri mi incalzano nel profondo. Dopo l'America dove ho visto portato fino alle estreme conseguenze questo nostro mondo occidentale; dove ho visto fino ai suoi paradossi questa civiltà che è partita dall'Europa... Si parla tanto di questa pittura americana, ma dove la mettiamo la diaspora europea? Perché dovremmo essere noi i debitori? Ormai è tempo di dirlo: se gli europei hanno preso qualcosa dagli americani, è qualcosa che loro avevano già preso dall'Europa." Presentazione di Alfredo Bianchini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Argentieri piemontesi del '700. Trovati e ritrovati. Ediz. illustrata"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 447
Ean: 9788857239446
Prezzo: € 95.00

Descrizione:Considerato, nel mondo antico, sacro agli dei, l'argento fu uno dei materiali prediletti dagli artisti piemontesi, i quali seppero imprimergli una forza plastica in sintonia con le mode del momento, passando dai capricci del Rococò alle linee severe del classicismo degli anni della Rivoluzione francese. L'argenteria sabauda, prodotto di una cultura internazionale e raffinata, fu vittima, nel corso del XVIII secolo, di fusioni "di Stato", che ne ridussero considerevolmente la quantità. Realizzati da professionisti altamente qualificati, gli argenti torinesi d'epoca barocca sono tutt'oggi conservati in importanti raccolte pubbliche e private e sono oggetto del contendere tra collezionisti. Questo libro ripercorre la loro storia, partendo dagli esempi più antichi, databili intorno al 1700, per arrivare al Neoclassicismo. Diviso in capitoli corredati da un ricco apparato iconografico, raccoglie oltre 160 schede di oggetti in gran parte inediti o poco conosciuti, ognuno dei quali presentato in modo completo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dalla pelle al cuore. Storie di vita e d'impresa del Gruppo Mastrotto. Ediz. illustrata"
Editore: Mondadori Electa
Autore: Zaltron Alessandro
Pagine: 206
Ean: 9788891822062
Prezzo: € 35.00

Descrizione:"La piattaforma da cui si parte per raccontare la storia del Gruppo Mastrotto è tutta umana e fatta di sentimento e cervello, di famiglia e amicizia, di relazioni locali e storie domestiche, di macchinari antichi e idee analogiche.". Una storia da raccontare, o meglio sessanta storie. Tante quante gli anni di vita del Gruppo Mastrotto, la più importante conceria in Europa e tra le prime al mondo. Primarie aziende del fashion, dell'arredo e dell'auto scelgono la pelle di Gruppo Mastrotto per realizzare e valorizzare i loro prodotti. Questo volume è un romanzo d'impresa che ripercorre il filo rosso di questa "multinazionale tascabile", narrandone le tappe più significative e gli aneddoti più gustosi. A ogni capitolo corrisponde un'esperienza - umana o professionale in cui ciascun tipo di lettore si riconoscerà. Gli insegnamenti che se ne possono trarre funzionano sia come capisaldi del mestiere di imprenditore, sia come pillole di saggezza per la vita quotidiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Napoli nobilissima. Rivista di arti, filologia e storia. Settima serie (2018)"
Editore: Arte'm
Autore:
Pagine: 80
Ean: 9788856906707
Prezzo: € 38.00

Descrizione:La rivista fondata da Benedetto Croce nel 1892, insieme a letterati e storici come Riccardo Carafa d'Andria, Michelangelo Schipa, Giuseppe Ceci, Luigi Conforti, Salvatore Di Giacomo, Luigi Spinazzola... con l'obiettivo di "scrivere" la storia artistica e topografica di Napoli, perseguendo il rispetto e la conservazione del patrimonio culturale e artistico più antico della città, prosegue la sua missione sotto l'egida dell'Istituto universitario Suor Orsola Benincasa; saggi di Pierluigi Leone de Castris, Valeria Di Fratta, Marco Vaccaro, Paolo Isotta, Umberto Pappalardo, Piero Craveri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bottega, scuola, accademia. La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630. Catalogo della mostra (Verona, 17 novembre 2018-5 maggio 2019). Ediz. a colori"
Editore: Franco Cosimo Panini
Autore: Rossi Francesca, Marinelli Sergio, Magnabosco Michele
Pagine: 96
Ean: 9788857014494
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"Attraverso questa mostra il Museo di Castelvecchio amplia significativamente il proprio percorso espositivo, offrendo al pubblico l'occasione di apprezzare una delle più originali e feconde stagioni dell'arte veronese dei secoli scorsi, un periodo animato dall'operosità di una grande bottega artistica guidata da Felice Brusasorzi, che esercitò un ruolo determinante nel panorama della cultura figurativa cittadina tra Cinque e Seicento. L'iniziativa fa da corollario a lunghi anni di studi e ricerche storico-artistiche finalmente raccolti nel recentissimo secondo volume del Catalogo generale dei dipinti e delle miniature delle collezioni civiche veronesi, un monumentale lavoro corale pubblicato nel 2018 con la curatela di Paola Marini, Ettore Napione, Gianni Peretti e il contributo degli Amici dei Civici Musei d'Arte - a cui sarà dedicata prossimamente una speciale presentazione - nel quale è possibile reperire informazioni aggiornate su un considerevole patrimonio pittorico cittadino. Nel sobrio quanto intenso allestimento, predisposto in Sala Boggian dalla Direzione dei Musei Civici per rievocare il fervore creativo e produttivo di un'antica bottega di pittori, è possibile ammirare un pregevole nucleo di dipinti che per ragioni di spazio non sono normalmente esposti nella Pinacoteca del museo ma sono custoditi in depositi. A questi si affiancano alcuni preziosi fogli del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe di Castelvecchio e altre opere provenienti da istituzioni e collezioni diverse, selezionate secondo un rigoroso criterio filologico dai curatori dell'esposizione, Francesca Rossi e Sergio Marinelli." (Francesca Briani)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ugo La Pietra & Manifattura Rometti. L'immaginario fantastico tra mito e materia. Catalogo della mostra (Milano, 9 ottobre-17 novembre 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 64
Ean: 9788836640966
Prezzo: € 12.00

Descrizione:"Ho visto l'artista muoversi a proprio agio tra le maestranze della Manifattura, osservando e ascoltando, confrontandosi sulle scelte tecniche e cromatiche. Un filo robusto lega la Rometti a Ugo La Pietra, ovvero il rapporto concreto e tangibile con la materia viva, l'argilla del territorio umbro, che i nostri artigiani hanno plasmato sotto la guida del maestro. Una collaborazione nutrita di interventi diretti dell'artista nel graffitare l'ingobbio fresco con linee tese e misteriosi simboli grafici. La sua creatività visionaria e spiazzante si appropria con noncuranza del linguaggio della strada e vi innesta una sacralità tribale e totemica; la sua fantasia esuberante è sempre contenuta da un estremo rigore geometrico e cromatico." (Massimo Monini)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per le strade dell'arte. Ricordi e riflessioni di un protagonista, tra mercato e istituzioni. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore: Porro Casimiro, Borghini Gianpiero
Pagine: 124-XCVI
Ean: 9788857239804
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il libro di Casimiro Porro, in collaborazione con Gianpietro Borghini, non costituisce soltanto il memoriale di un'attività svolta per oltre cinquant'anni nel mercato dell'arte, ma vuole anche ribadire un'idea di fondo che dovrebbe stare, ma spesso non sta, alla base del rapporto tra arte e mercato, tra tutela e gestione dei beni culturali: l'elasticità. Da Elasticità di Umberto Boccioni del 1912. proveniente dalla collezione Jucker, oggi al Museo del Novecento di Milano, si parte per ricostruire la vicenda della raccolta dal punto di vista di chi ne ha curato la transazione dal privato al pubblico. Porro lascia quindi ampio spazio ai ricordi, che prendono il nome di Gianfranco Ferroni, Giovanni Testori, Carlo Volpe, Federico Zeri, Giuliano Briganti, Paolo Volponi, per non citare che alcuni. Chiudono il volume quattro interviste a quattro grandi amici-collezionisti che arricchiscono la riflessione sul mercato dell'arte e sulla passione e i modi del collezionare: Mario Scaglia, Guido Rossi, Giuseppe lannaccone, Francesco Micheli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il genio e il dragone. Leonardo in Romagna (1502)"
Editore: Il Ponte Vecchio
Autore: Cortesi Paolo
Pagine: 112
Ean: 9788865418109
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Leonardo da Vinci, nel 1502, è in Romagna al seguito di Cesare Borgia, figlio di papa Alessandro VI, che si sta creando un regno a spese dei signori locali. Leonardo è incaricato, con pieni poteri, di esaminare città e rocche e decidere gli eventuali lavori di consolidamento. Sarà un'esperienza breve (non dura neppure un anno), in cui Leonardo - che pure detesta la violenza e la guerra, "pazzia bestialissima" - esprime tutto il suo genio di osservatore e la sua straordinaria innovazione tecnologica. Questo libro racconta l'eccezionale parentesi romagnola di Leonardo; tratteggia le vite del maestro toscano e del crudele tiranno che si illuminano a vicenda per i forti, profondi contrasti. La figura di Leonardo appare qui in tutta la sua meravigliosa, affascinante, irripetibile, umanissima grandezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maurizio Pellegrin. Imparare a essere"
Editore: Silvana
Autore: Schraffl Igino
Pagine: 103
Ean: 9788836642212
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Maurizio Pellegrin appartiene alla rara categoria degli artisti intellettuali e occupa un posto singolare nel panorama attuale: troppo realista in filosofia per essere un concettuale tipico, troppo cosmopolita per indulgere a un'arte vernacolare (semmai la sua nativa Venezia gli ha offerto un ponte verso un Oriente zenizzante), troppo culturalmente ed esteticamente raffinato per sconfinare in esperienze pop, minimal o poveristiche. Opera sottilmente sul crinale tra realismo e astrazione. Dal mondo nella sua datità trae i materiali che lascia anche assomigliare al dato fenomenico, ma ne scaturisce un'energia che ne decreta la vitalità e il fascino. Non fotografa la realtà, ma si inventa un realismo evocativo, evitando l'illustrazione dell'oggetto. L'effetto delle immagini così composte è altamente estetico, comunicativo e catartico, tanto da non richiedere la conferma del confronto con la realtà stessa. Ampi assemblage composti da oggetti o loro frammenti formano icone grandiose, non semplici archivi o cataloghi di una memoria parziale. Nelle opere il mondo non è né illustrato né narrato, ma intuito e mostrato come si dà in senso fenomenologico ed esistenziale. Attraverso il suo raffinato operare Pellegrin porta un nuovo ordine nella realtà effettuale, caotica e dispersiva delle cose incorporandovi anche elementi di disordine, caso e istintualità. Un brano di realtà riassuntivo di un pezzo di mondo fenomenico, ricostruito nella memoria, appare in una forma che colpisce per la sua forza 'ontologica': è come se gli oggetti imparassero a esistere nel nuovo ordine in cui l'artista li fa dialogare nello spazio. E con essi, attraverso l'impatto dell'opera, è l'uomo che impara a essere, oltre che nello spazio, nel tempo, grazie alla memoria che gli dà il senso della continuità e un'identità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alla scoperta della Torino barocca"
Editore: Edizioni del Capricorno
Autore: Coda Negozio Beatrice, Fraternali Roberto, Ostorero Carlo Luigi
Pagine: 237
Ean: 9788877073945
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Torino è una delle capitali barocche d'Europa. L'immagine stessa della città come oggi la conosciamo è stata letteralmente plasmata durante l'età barocca, grazie alla committenza sabauda e all'opera dei grandi architetti che hanno lavorato a progettarne e costruirne chiese, palazzi, assi viari, spazi pubblici e privati: i Cognengo, Guarini, Juvarra, Lanfranchi, Garove, Alfieri, Vittone e molti altri. Un patrimonio straordinario che ha pochi uguali e si caratterizza per un'unità architettonico-artistica del tutto peculiare, un unicum nel contesto italiano ed europeo. Questo libro è una guida pratica che invita torinesi e visitatori all'osservazione diretta dei capolavori presenti in città e, più ancora, costituisce uno strumento di scoperta, rigoroso ma agile, della forma urbana di Torino. Otto passeggiate che consentono al lettore di ripercorrere la storia del progressivo ampliamento della città fra Sei e Settecento, di rivelare il genio di Guarini, Juvarra e Vittone, ma anche di scoprire la raffinata ondata neobarocca che si sviluppa fra Otto e Novecento, una particolarità tutta torinese da conoscere e apprezzare. Le cartine dei percorsi, le biografie dei principali architetti, uno straordinario apparato iconografico realizzato ad hoc, un glossario dei più importanti termini architettonici. Non resta che partire alla scoperta della Torino barocca. Una città insieme rigorosa e raffinata, fantasiosa e cartesiana. Bellissima.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Accademia di Belle Arti di Firenze. Bassorilievi ottocenteschi"
Editore: EDIFIR
Autore: Bellesi Sandro
Pagine: 240
Ean: 9788879709408
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Frutto di lunghe ricerche condotte essenzialmente sui documenti d'archivio, il volume ripercorre, dopo uno studio dedicato alle esposizioni d'arte allestite nel capoluogo toscano tra l'età napoleonica e l'avvento dell'unità d'Italia, la storia e le vicende connesse alla costituzione della collezione dei bassorilievi ottocenteschi in gesso, vanto indiscusso delle raccolte dell'Accademia di Belle Arti di Firenze, oggi in gran parte perduti o dispersi. In base a un inventario redatto nel 1870 apprendiamo che all'interno degli ambienti dell'Accademia erano conservati ben novanta bassorilievi in gesso di formato diverso, connessi ai premi annuali, triennali e semestrali e ai pensionati di studio a Roma. Dei novanta esemplari originari ne sopravvivono oggi all'interno dell'Accademia solo diciotto e a questi è dedicata la presente pubblicazione. Dopo essere caduti per oltre un secolo nell'anonimato ed aver perso la loro importanza documentaria e storica, i bassorilievi superstiti, conservati fino a pochi anni fa nelle cantine della scuola in condizioni tutt'altro che ottimali, sono stati al centro, negli ultimi tempi, di un processo di recupero e di valorizzazione che ha portato gradualmente al loro "riscatto". Le indagini storico-documentarie dedicate a questi hanno consentito, in tempi diversi, di restituire a ogni bassorilievo la loro corretta "identità anagrafica", precisando al contempo la data delle singole esecuzioni. Affiancati a nomi di primo o primissimo piano nel panorama scultoreo ottocentesco come Giovanni Dupré, Aristodemo Costoli, Luigi Pampaloni e Ulisse Cambi, molti degli autori dei bassorilievi, pensiamo ad esempio ad Ansano Bucci e Girolamo Marconi, risultano al momento ancora degli "illustri sconosciuti". La pubblicazione consente pertanto di focalizzare l'attenzione anche su queste personalità artistiche, che, seppur in maniera marginale, hanno fatto parte integrante della storia dell'Accademia di Firenze e quindi della "nostra" storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Titolo. Rivista scientifica e culturale d'arte contemporanea"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 77
Ean: 9788849857955
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La rivista, nella vecchia edizione, nasce nel 1990 con l'intento di occuparsi di arte, ed anche di architettura, contemporanea, senza seguire i richiami delle mode e del mercato. Hanno sempre trovato spazio le analisi di movimenti, situazioni, singoli artisti, non necessariamente recentissimi, non essendo la redazione affetta di "giovanilismo" né volendo occuparsi solo di quello che avviene oggi, cioè è sempre attenta alla dimensione "storica" (anche del presente). Ciò non ha impedito di presentare per primi artisti emergenti, ed anche molti critici, oggi presenti sulla scena dell'arte, hanno mosso i loro primi passi proprio su "Titolo". A fronte dell'eccessiva esterofilia di larga parte del sistema dell'arte italiano, "Titolo" dà maggior spazio all'arte italiana: questo non per uno sciocco nazionalismo, ma nella convinzione che, culturalmente e scientificamente, l'arte italiana non debba patire sensi di inferiorità rispetto alle altre. La rivista è stampata rigorosamente in bianco e nero - solo la copertina, disegnata appositamente ogni volta da un artista, affermato o emergente, come Castellani e Zorio o Chiesi e Airò, è a colori convinti che siano di cattivo gusto cravatte sgargianti, quando si richiede una più elegante "cravatta nera". Dal 2010 la rivista cambia formato e periodicità, infatti diviene 2 Quaderni in uscita semestralmente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ricerche di storia dell'arte (2018)"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 111
Ean: 9788843091980
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Fondata alla fine del 1976 per iniziativa di un gruppo di storici dell'arte e dell'architettura che hanno contribuito a dar vita a un'associazione di ricerche e documentazione per la storia dell'arte, la rivista si propone non soltanto di offrire occasioni di scambio e di verifica agli specialisti, ma anche di fornire agli operatori culturali strumenti scientificamente validi. Di qui, la particolare attenzione prestata al rapporto tra ricerca pura e ricerca applicata, che in questo caso significa rapporto tra ricerca e tutela, intendendo con quest'ultimo termine un'attività che abbraccia un orizzonte assai vasto, che va dalla politica della conservazione a quella della valorizzazione delle conoscenze acquisite in questo campo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cenacolo di Leonardo da Vinci. Ediz. italiana e inglese"
Editore: Skira
Autore: Galimberti Maurizio
Pagine: 76
Ean: 9788857240237
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Un originale tributo del fotografo italiano al capolavoro di Leonardo da Vinci. Maurizio Galimberti si è affermato nel panorama artistico italiano e internazionale grazie alle composizioni a mosaico, opere nelle quali il soggetto (sia esso una persona o una porzione di città) viene scomposto in numerosi scatti, spesso corrispondenti a diverse prospettive, e ricomposto in un'immagine sfaccettata, matematica nel suo rigore e musicale nell'armonia d'insieme. Dopo i ritratti alle celebrities internazionali e gli scatti alla Grande Mela, il fotografo si cimenta, immagine dopo immagine, in un incontro/confronto solenne con il sommo capolavoro di Leonardo. Maurizio Galimberti ha agito con il suo stile sul Cenacolo, decostruendolo e ricostruendolo, rivisitandone la grandezza, sottolineandone lo splendore e ricomponendo in un mosaico moderno lo splendore del capolavoro leonardesco.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Close up. 0.10 Atti introspettivi. Ediz. a colori"
Editore: Gangemi
Autore: Liuzzi Sara
Pagine: 96
Ean: 9788849236972
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il mondo dell'arte si focalizza principalmente sul dialogo tra artista e fruitore. La comunicazione, intesa come interazione costruttiva che si crea tra i due interlocutori, è fondamentale. Partendo da questo presupposto, l'autrice, attraverso una formula più immediata, propone dieci 'atti introspettivi` con artisti e fotografi, figure note a livello nazionale e internazionale. Un registro linguistico a più voci, una presa diretta per conoscerli più da vicino, offrendo al lettore la possibilità di avvicinarsi alla sensibilità degli artisti, fornendo risposte agli interrogativi di chi desidera accostarsi a questo multiforme e affascinante universo, e suggerendo, chissà, delle ipotesi di percorrenza e di conoscenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La copia pittorica a Napoli tra '500 e '600. Produzione, collezionismo, esportazione"
Editore: Artemide
Autore:
Pagine: 198
Ean: 9788875753122
Prezzo: € 30.00

Descrizione:«Il progetto Copimonarch, pensato e diretto da David Garda Cueto, si è posto l'obiettivo di studiare il fenomeno della copia pittorica nell'ambito vasto e complesso delle tante realtà territoriali riunite dalla monarchia ispanica, tra il XVI e il XIX secolo. Sono i secoli che vedono l'emergere della figura dell'artista come creatore e il perfezionamento e la diffusione dei mezzi di riproduzione meccanica, i secoli in cui si passa dalla affermazione del concetto di "imitazione" come base dell'operare artistico, a quelli in cui si fa strada l'esaltazione del genio creativo individuale. Studiare il fenomeno delle copie in prospettiva diacronica, come raramente è stato fatto, permette di osservare da una angolazione inedita l'evolversi di questi processi. Nel contesto "imperiale" della monarchia ispanica dei secoli XVI-XVIII, individuato come campo della ricerca del progetto, la copia ha poi un significato speciale: lo sviluppo della pratica del collezionismo, che già sul finire del XV secolo si andava affermando come modello di comportamento proprio dei signori, dei dotti e degli uomini di gusto, nel corso del Cinquecento e poi nel Seicento porta ad una notevole crescita della domanda di dipinti e di oggetti d'arte. In Italia i funzionari spagnoli, forti della nuova posizione politica e sociale conquistata, acquisiscono volentieri opere dei paesi tradizionalmente riconosciuti come leader della creazione artistica, le Fiandre e l'Italia: originali, certo, ma in alternativa a questi anche copie. Sono poi le copie pittoriche a garantire la conoscenza delle immagini dei sovrani e, per le famiglie più importanti, che spesso si allargano e si diramano su una dimensione continentale, quella dei parenti lontani, così come sono spesso copie pittoriche a permettere, insieme alle stampe, la diffusione di culti legati a singole immagini, sopratutto della Vergine, ma anche la diffusione delle "vere effigie" dei nuovi santi dell'età della controriforma. Napoli ha un ruolo non secondario in questi processi, un ruolo che le relazioni nel corso del seminario si sono proposte, se non di esaminare in dettaglio, almeno di scandagliare in diverse direzioni." (dalla prefazione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giuseppe Maraniello. Legni. Ediz. italiana e inglese"
Editore: Silvana
Autore: Eccher Danilo
Pagine: 380
Ean: 9788836640973
Prezzo: € 75.00

Descrizione:Giuseppe Maraniello utilizza il legno in modi contraddittori, mescola e dissolve linguaggi differenti, lasciando emergere ora il volto materico di un legno inespressivo, ora quello alchemico di un materiale misterioso e denso di memorie, ora la più inattesa casualità di un corpo trovato e semplicemente adagiato, ora, ancora, l'incanto di un assoluto pigmento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vasari per Bindo Altoviti. Il Cristo portacroce-Vasari for Bindo Altoviti. The Christ Carrying the Cross. Ediz. a colori"
Editore: Officina Libraria
Autore:
Pagine: 56
Ean: 9788833670331
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il Cristo portacroce, recentemente riscoperto da Carlo Falciani che qui si presenta, nacque dall'intensa amicizia stretta da Giorgio Vasari con Bindo Altoviti, influente banchiere e raffinato collezionista d'arte. Il dipinto fu eseguito nel 1553, subito prima che Vasari passasse al servizio di Cosimo de' Medici per trasformarsi definitivamente in artista di corte del duca. È la testimonianza, a un altissimo livello di qualità, della produzione del pittore nella Roma di papa Giulio III e insieme delle sperimentazioni della sua maniera, caratterizzata da una vorace ricifiborazione di modelli moderni e contemporanei. Il catalogo contiene saggi di Barbara Agosti, Michela Corso, Carlo Falciani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Navigare tra i segni. Sardegna e Toscana nell'incisione tra XX e XXI secolo. Catalogo della mostra (Pisa, 26 aprile-28 settembre 2018). Ediz. illustrata"
Editore: ETS
Autore:
Pagine:
Ean: 9788846754165
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Catalogo della mostra "Navigare tra segni". Pisa, Museo della Grafica, 26 aprile-2 settembre 2018.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storie dell'arte per quasi principianti"
Editore: Skira
Autore: Curzi Valter
Pagine: 112
Ean: 9788857240121
Prezzo: € 19.00

Descrizione:I numeri dei visitatori di mostre e di musei vanno di giorno in giorno aumentando, tanto da farci interrogare sulla richiesta di un'offerta culturale che sembrerebbe essere più urgente, ma che, con sempre maggiore frequenza, si esaurisce nella superficialità e nella frettolosità. L'interrogativo di cosa rimanga dell'esperienza di visita ai milioni di turisti che si trascinano stancamente nelle sale dei grandi musei o che si accalcano negli spazi dell'ennesima mostra dedicata agli impressionisti è alla base dell'idea di questo libro, con l'ambizione di trasformare l'incontro con l'opera d'arte in una festa dove consapevolezza e godimento dialogano tra loro. Decifrare e raccontare il concetto mutevole dell'opera d'arte e della bellezza, attraversarne la storia, è operazione di certo non facile, ma è possibile coniugare la conoscenza con l'emozione. Si tratta di fornire, anche ai non addetti ai lavori, alcuni strumenti disciplinari e alcune riflessioni metodologiche servendosi della chiave narrativa che, come scrive Tahar Ben Jelloun, "è un omaggio all'inesauribilità del reale e apre porte e finestre su un universo più intimo". Articolato in cinque capitoli che affrontano tematicamente la Storia dell'Arte tra Quattrocento e Settecento (contesto, "etichette" storico-artistiche, soggetto, stile, eredità artistiche), con alcune incursioni finali nel XXI secolo, questo libro è rivolto a studenti e "principianti" che vogliano scoprire i molteplici codici interpretativi dell'arte, riflettendo al contempo sugli strumenti che possono renderci maggiormente familiari musei e monumenti che costellano le nostre città e il nostro territorio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leonardo. Il genio che inventò Milano"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Migliavacca Marina
Pagine: 234
Ean: 9788811149934
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Nel 1482 Leonardo da Vinci entra per la prima volta a Milano. Ha trent'anni, poca esperienza del mondo e tra le mani solamente una spavalda lettera di presentazione per il signore della città, l'ambizioso Ludovico il Moro, in cui si descrive capace ed esperto in ogni campo, dall'arte della guerra all'edilizia. Vuole fare fortuna, è giovane e ha tanta voglia di mettersi in gioco. Riuscirà perfettamente nel suo intento, perché quando partirà dopo quasi tre decenni alla volta della corte francese di Francesco I, lascerà una città profondamente mutata, una metropoli moderna e all'avanguardia, fiera delle proprie tradizioni ma già orientata verso l'Europa. Gran parte di questa trasformazione è merito suo: alla corte sforzesca Leonardo ha infatti potuto sviluppare ed esercitare tutte le sue abilità, dall'architettura all'ingegneria idraulica, dalla pittura dei celeberrimi ritratti alla scenografia di spettacoli teatrali con effetti speciali mai visti prima. Milano, con la vivacità e lo spirito dinamico che la contraddistinguono, è il luogo perfetto per permettere al suo genio eclettico di spaziare senza limiti, lasciando segni che restano ancora visibili a distanza di cinque secoli. In questo libro Marina Migliavacca accompagna il lettore in un itinerario avvincente tra luoghi ricchi di fascino e storia, raccontando con precisione e gusto l'avventuroso rapporto tra il più grande genio italiano e la città che gli ha dato la fama.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' incanto svelato. L'arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù. Catalogo della mostra (Bergamo, 1 dicembre 2018-24 febbraio 2019). Ediz. a colori"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 144
Ean: 9788836642069
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La rassegna "L'incanto svelato. L'arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù" è la settima tappa dell'iniziativa Open, tour di eventi espositivi promossi dalla Fondazione Cariplo, in collaborazione con le Fondazioni di Comunità locali, che sta portando il patrimonio artistico dell'ente milanese in tutta la Lombardia, nelle province del Verbano-Cusio-Ossola e di Novara. Il tour Open, per le sue finalità di promozione e diffusione culturale, è stato incluso fra le iniziative approvate per l'Anno europeo del patrimonio culturale 2018. L'evento espositivo nasce dalla fruttuosa collaborazione tra la Fondazione Cariplo e la Fondazione della Comunità Bergamasca e si avvale del sostegno di prestigiosi musei e privati collezionisti, oltre che del fondamentale apporto di istituzioni locali pubbliche e private. Il cinquecentesco palazzo Polli Stoppani apre le sue porte per svelare un percorso di oltre settanta opere provenienti dalla Collezione Fondazione Cariplo e da importanti raccolte bergamasche, impreziosito dalla eccezionale presenza di uno dei dieci capolavori del Tesoro di San Gennaro di Napoli. Il filo conduttore della mostra è quello della meraviglia, come scoperta del mondo nella sua dimensione sorprendente e immaginosa: dalla conoscenza scientifica, raccontata attraverso il mito, il ritratto e la Wunderkammer - la camera delle meraviglie dove scienziati e principi riunivano le loro collezioni sin dal Rinascimento -, fino alla pittura di paesaggio tra Sette e Ottocento. Le opere di Giambattista Tiepolo, Evaristo Baschenis, Giacomo Manzù, Guglielmo Ciardi, Agostino Carracci, Luca Carlevarijs, Eleuterio Pagliano, Giacomo Ceruti, ci accompagnano in un suggestivo e appassionante viaggio dal Trecento fino ai giorni nostri, dove ogni sosta è la rivelazione di un mondo da offrire allo sguardo incantato del visitatore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sull'estetica"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Edgar Morin
Pagine: 125
Ean: 9788832850642
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Per la prima volta nella sua lunga carriera Edgar Morin riunisce qui le riflessioni sulla bellezza, l’arte e il sentimento estetico.
L’estetica, prima di essere il carattere proprio dell’arte, è un dato fondamentale della sensibilità umana. Il sentimento estetico è un sentimento di piacere e di ammirazione, che, quando è intenso, diventa meraviglia e felicità. Può essere suscitato da uno spettacolo naturale, un’opera d’arte, ma anche da oggetti o opere che noi estetizziamo. Per la prima volta nella sua lunga carriera Edgar Morin riunisce qui le riflessioni sulla bellezza, l’arte e il sentimento estetico. Da dove viene la creatività artistica? Cosa significano ispirazione o genio? Da Lascaux a Beethoven, da Dostoevskij a Orson Welles, Edgar Morin richiama le opere e gli artisti che l’hanno segnato e accompagnato, per mostrare la profondità dell’esperienza estetica. Le grandi opere non sono solo divertissements: consentono la comprensione della condizione umana, con le sue commedie e con le sue tragedie.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bathygraphica. Disegni e visioni degli abissi marini"
Editore: Quodlibet
Autore: Garbin Emanuele
Pagine: 362
Ean: 9788822902887
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Che ne è oggi dell'Abisso? Esiste ancora una profondità tale da meritare il nome, il timore e il rispetto che un tempo spettavano all'Abisso? La collezione di carte e di visioni messe assieme in questo libro è a suo modo un viaggio - quasi un voyage extraordinaire come quelli di Jules Verne - negli abissi a noi più prossimi, e cioè quelli del fondo dei mari più profondi. Questa storia parziale e arbitraria si apre con un'immagine terribile e sublime, la "batigrafia" descritta da Thomas Burnet in Telluris Theoria Sacra alla fine del diciassettesimo secolo, e cioè una visione apocalittica della terra prosciugata alla fine dei tempi. Da allora sono state disegnate molte carte degli abissi, anche diversissime tra loro, ma tutte accomunate dal bisogno di vedere un altro mondo, che in massima parte è - e sempre sarà - precluso alla vista dell'uomo, e accessibile solo sotto forma di disegno. La rassegna delle rappresentazioni e delle visioni delle profondità abissali è anche la storia di una espropriazione e di una continua dislocazione, tanto da far pensare che ben poco resti ormai, sotto il mare così come sulla terra, di quella oscurità e di quella dismisura che sono la sostanza stessa dell'Abisso. Ciò accade perché una certa disposizione del pensiero efficiente sposta sempre più in là il confine del noto a scapito del dominio dell'ignoto, e lo fa con una tale determinazione da non permettersi e non permetterci di pensare l'Abisso per quello che è, e nemmeno di intuire come quel confine non sia affatto netto, bensì confuso e ripiegato su sé stesso. Osservando le carte e leggendo le storie che hanno cercato di immaginare il fondo del mare ci si può rendere conto di come l'Abisso costantemente si ritragga, ma allo stesso tempo penetri il pensiero che intende spiegarlo e le immagini che cercano di mostrarlo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dispositivo Morandi. Arte e critica d'arte 1934-2018"
Editore: Quodlibet
Autore: Maiorino Massimo
Pagine: 219
Ean: 9788822902559
Prezzo: € 19.00

Descrizione:La figura suprema di Giorgio Morandi, la sua presenza/assenza nelle trame dell'arte e della critica italiana del Novecento, è l'oggetto della proposta di Massimo Maiorino. L'autore ricostruisce ed evidenzia, attraverso la lente teorica del "dispositivo", mutuata da Gilles Deleuze, le voci e le differenti prospettive, i racconti e le genealogie che l'opera di Morandi ha sollecitato. Muovendo dal seminale scritto di Roberto Longhi del 1934, il saggio ripercorre, chiamandone a raccolta i protagonisti, tutta la scena culturale italiana del Novecento, spingendosi poi fino al primo scorcio del nostro secolo, al fine di dar conto anche delle riletture proposte nel 2014, in occasione delle celebrazioni per i cinquant'anni dalla morte dell'artista. A emergere dall'esame dell'eterogeneità delle analisi e delle ipotesi critiche - espresse in una pluralità di linguaggi che oscillano tra parola e immagine, restituendo così l'ampiezza del sistema dell'arte - è la proteiforme vitalità dell'eredità morandiana e l'inesauribile attualità dell'artista italiano e della sua opera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU