Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Attivismo Politico



Titolo: "Afghanistan 2001-2016. La nuova guerra dell'oppio"
Editore: Arianna Editrice
Autore: Piovesana Enrico
Pagine: 96
Ean: 9788865881477
Prezzo: € 8.90

Descrizione:Un viaggio-inchiesta che porta il lettore a scoprire la connivenza delle forze d'occupazione con il business dell'oppio e dell'eroina. Un testo per chi vuole capire i retroscena di una guerra crudele e devastante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vittime e carnefici"
Editore: Einaudi
Autore: Albanese Giulio
Pagine: 173
Ean: 9788806228798
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Guerre, dittature, persecuzioni, migrazioni. La religione usata come strumento di odio e divisione nelle periferie del mondo. Contro la "globalizzazione dell'indifferenza", le parole di un sacerdote e missionario che racconta in presa diretta dai luoghi del conflitto. Padre Giulio Albanese ha vissuto per diversi anni in Africa. Di fronte agli abomini perpetrati nelle zone "calde" del pianeta, e alla testimonianza dei martiri del nostro tempo e delle loro comunità, ha sentito l'urgenza di scrivere questo libro, che denuncia come la fede possa essere distorta a fini ideologici, politici ed economici, per ottenere i quali si uccide, a si creano le condizioni per farlo, nel nome di un dio minuscolo, feticcio d'interessi faziosi.

«L'edificio era sventrato e il campanile diroccato. La mensa era stata spezzata in due tronconi. Il vecchio sacrestano mi spiegò che era comunque riuscito a salvare i registri dei battesimi e li custodiva gelosamente nella sua abitazione. Gli domandai se avesse contatti con le religiose che vivevano nella capitale. Mi disse che almeno una volta al mese riceveva i flaconi delle medicine, contenenti le particole. Prima di partire, gli regalai una coroncina del rosario. Si mise a piangere come un bambino e mi chiese di benedirlo. Poi lo nascose in una bisaccia su cui era scritto "Allah Akbar". Mi spiegò, a bassa voce, che per lui quella scritta si riferiva al Dio dei cristiani, ma non lo sapeva nessuno».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dal Sessantotto al crollo del muro. I movimenti di protesta in Europa a cavallo tra i due blocchi"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 248
Ean: 9788820467951
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Gli anni Sessanta-Ottanta del Novecento sono stati decenni di protesta e di rielaborazione delle culture politiche e sociali in Italia e, più in generale, in Europa. Il vecchio continente, diviso dalla Guerra Fredda, si trovò ad essere unito nella contestazione di forme politiche ritenute obsolete ed oppressive: dalla politica estera al ruolo della famiglia, dall'educazione alla permanenza al potere di una classe dirigente tradizionalista, molti furono gli obiettivi della protesta e non poche furono le sue conseguenze nel plasmare la società. Non solo il Sessantotto dunque, ma un intreccio più complesso di movimenti che percorsero e scossero la società europea e che si svilupparono nel corso di almeno tre decenni. Dieci saggi basati su documentazione d'archivio e due riflessioni di largo respiro che aprono un percorso di ricerca ancora poco battuto, quello della contestazione nell'Italia e nell'Europa della Guerra Fredda, sottolineando insospettabili punti di contatto ed imprevedibili diversità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La rimozione. Storia di Giuseppe Tavecchio, vittima dimenticata degli anni di piombo"
Editore: Marsilio
Autore: Kerbaker Andrea
Pagine: 125
Ean: 9788831723725
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Nel marzo del 1972, un pomeriggio di sabato, Giuseppe Tavecchio, milanese, sessant'anni, pensionato, se ne esce a fare una commissione. A Milano è una giornata di scontri violentissimi tra i manifestanti dell'ultrasinistra e la polizia, con disordini che si protraggono per ore e devastazioni diffuse, incluso l'incendio di alcuni locali della sede del "Corriere della Sera" in via Solferino. Tavecchio passa dal centro durante una pausa dei tumulti; quando, alle cinque e dieci, insieme ad altri pedoni attraversa piazza della Scala, pare un momento di calma. Se non fosse che all'improvviso, senza alcuna ragione comprensibile, da una camionetta della polizia partono alcuni lacrimogeni verso quel gruppetto di persone inermi. Un candelotto, sparato ad altezza d'uomo, raggiunge al collo Tavecchio, che morirà tre giorni dopo senza aver ripreso conoscenza. È una vicenda tragica, che tutti dovremmo conoscere e ricordare. E invece no; perché uno che muore in questo modo non trova nessuno che abbia interesse a perpetuarne la memoria: ovviamente non lo Stato, che, per averne causato la morte, vuole soprattutto farlo dimenticare; non la politica, perché - se i militanti caduti negli scontri si onorano continuamente nel ricordo - sui passanti ammazzati per sbaglio, inutili alla causa, si sorvola con elegante indifferenza; e non i media, visto che un morto così fa ben poca notizia. Sicché ancora oggi il nome di Tavecchio è pressoché assente nelle cronache di quei giorni, comprese quelle in rete...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le nuove guerre di religione"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Miguel Ayuso, Gianfranco Battisti, Giampaolo Crepaldi, Stefano Fontana, Omar Ebrahime, Silvia Scaranari Introvigne
Pagine: 96
Ean: 9788868793265
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Le guerre di religione sono tornate: le violenze dei califfati in Medio Oriente e in Africa, i pericoli di conflitto tra Paesi sunniti e sciiti, gli attentati terroristici di matrice islamica in Occidente (da Charlie Hebdo al Bataclan), la persecuzione dei cristiani. Oltre alle guerre di religione ci sono poi le guerre alla religione: in molti Paesi occidentalisi vuole mettere il Cristianesimo fuori legge. Se un vescovo non può criticare una legge francese pena la denuncia, se si rischia il carcere con l'accusa di omofobia, se l'obiezione di coscienza è sempre più minacciata, significa che l'Occidente ha dichiarato guerra al Cristianesimo.Gli autori di questo libro scavano dentro il fenomeno delle guerre di religione con acume ed onestà intellettuale, offrendo al lettore nuove interpretazioni, diverse da quanto propone solitamente la versioneufficiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La guerra non era finita. I partigiani della Volante Rossa"
Editore: Laterza
Autore: Trento Francesco
Pagine: V-199
Ean: 9788858123911
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Pochi mesi dopo la Liberazione, nella Casa del Popolo di Lambrate, il comandante della 118 Brigata Garibaldi Giulio Paggio riunisce alcuni partigiani. Dice loro che la guerra non è finita, che bisogna riprendere le armi. La prospettiva ultima è quella di farsi trovar pronti, se la rivoluzione dovesse proseguire il suo cammino. Ma la spinta immediata, il pungolo all'azione, è il desiderio di stanare i fascisti impuniti, trovare quelli che sono sfuggiti al giusto castigo, e pareggiare finalmente i conti. Sotto la guida del "tenente Alvaro", la Volante Rossa ingaggia una lotta senza quartiere contro i rinati gruppi neofascisti, divenendo presto un punto di riferimento per i lavoratori milanesi. Tutti li chiamano: gli operai per difendere le fabbriche occupate dalla polizia, il PCI per il servizio d'ordine e la vigilanza notturna alle sedi del partito. Nel luglio 1948 il momento sembra arrivato: Togliatti è in un letto di ospedale, colpito da tre colpi di pistola. Gli uomini della Volante Rossa, armati di mitra e panzerfaust, si dirigono a bordo del loro camion verso una caserma dei carabinieri, intenzionati a prenderla d'assalto. Intanto, un'auto con a bordo un dirigente di spicco della Federazione milanese del PCI tenta disperatamente di intercettarli, prima che scatenino una guerra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La nostra cruda logica. Testimonianze di soldati israeliani dai Territori occupati"
Editore: Donzelli
Autore:
Pagine: XIX-363
Ean: 9788868434342
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Comprendere la logica interna di un conflitto, come quello arabo-israeliano, che ha attraversato il Novecento e che tuttora si perpetua con picchi di estrema recrudescenza, non è semplice, e spesso il pregiudizio o la mancanza di conoscenza condizionano la capacità di rovesciare il punto di vista e di mettersi dall'altra parte. Questo libro, che per la prima volta lascia parlare senza il filtro dell'istituzionalità i soldati dell'esercito israeliano, rappresenta un'occasione di riflessione. A raccontarsi sono ex combattenti che provano a "rompere il silenzio", rivelando la natura straniante della loro esperienza: assistiamo così in queste pagine a un "profondo esercizio di autoanalisi dei narratori, della loro umanità e di quella del loro mondo", scrive nella sua prefazione Alessandro Portelli. Un libro di storia orale, dunque, che ci conduce nei meccanismi più complessi di una logica essenzialmente di prevenzione di possibili attentati - tanto implacabile quanto ormai "normale" per chi sente di fare il proprio dovere agendo nel rispetto di regole all'apparenza neutrali. La ripetitività e l'ordinarietà di certi comportamenti aprono invece a violazioni, altrove considerate inaccettabili, dei diritti elementari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fugitive days. Memorie dai Weather Underground"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Ayers Bill
Pagine: 334
Ean: 9788865481486
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"Molti erano studenti, altri erano hippy, freak e gente di strada, alcuni erano intellettuali, altri anarchici, ribelli, socialisti, comunisti di ferro [...] eredi dei formidabili beatnik, poeti, liberi pensatori, artisti, rocker, digger, wobblies", afferma Bill Ayers, uno dei principali protagonisti del '68 statunitense, nel raccontare la nascita e lo sviluppo delle lotte per i diritti civili, i movimenti dei neri, la contestazione degli studenti, l'opposizione alla guerra in Vietnam, insomma quel particolare momento politico e culturale dal quale sarebbe emersa una delle organizzazioni più radicali della storia americana: il Weather Underground. Organizzazione rivoluzionaria clandestina attiva negli Stati Uniti tra gli anni Sessanta e Settanta, il Weather Underground si concentrò soprattutto sulla strategia del "portare la guerra del Vietnam dentro gli Usa", colpendo i simboli del potere americano ma senza ferire o uccidere con intenzionalità. Fuoriusciti dal movimento studentesco, agli inizi del 1970, gli Weathermen fecero saltare alcuni uffici della centrale di polizia di New York. Poi, tra il 71 e il 75 colpirono il Campidoglio; "bombardarono" il Pentagono, in risposta all'attacco aereo di Hanoi; portarono a termine un attentato contro la multinazionale I.T.T., per la parte avuta nel colpo di stato in Cile; fecero saltare l'ufficio del procuratore generale della California e alcuni uffici del Dipartimento di Stato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Università e movimenti studenteschi nell'Egitto contemporaneo (1908-81)"
Editore: Carocci
Autore: Manduchi Patrizia
Pagine: 182
Ean: 9788843074396
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Dalle emozioni suscitate e dagli interrogativi aperti dalle cosiddette "primavere arabe" e dal loro incerto e talora drammatico epilogo prende spunto il volume, che si propone come un'agile narrazione del nascere e dell'evolversi del dissenso giovanile nel mondo arabo, osservato nel suo formarsi all'interno dell'università, il luogo deputato a far maturare la coscienza politica e a far sviluppare sia il senso di appartenenza culturale sia la consapevolezza dei propri diritti e doveri. Si è scelto l'Egitto come case study non solo perché cuore del mondo musulmano e culla della cultura araba, primo paese in cui sono sorte e si sono sviluppate tutte le nuove ideologie e le tendenze culturali della storia recente (nazionalismo, panarabismo, femminismo, fondamentalismo), ma anche perché l'università egiziana, intesa come istituzione laica e moderna, è stata la prima a nascere nel mondo arabo agli albori del secolo XX.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Isis, Islam e cristiani d'Oriente"
Editore: Jaca Book
Autore: Sale Giovanni
Pagine: 165
Ean: 9788816413283
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Negli ultimi anni, dopo un periodo di stagnazione, il terrorismo islamico internazionale è riesploso, rivendicando la sua pretesa di fondare uno Stato integralmente islamico, o meglio un califfato per tutti i sunniti. La strategia dell’Isis, fin dall’inizio, è consistita nel «mettere in sicurezza il territorio» occupato nella regione siro-irachena e lanciare operazioni belliche semi-convenzionali contro nemici «vicini», in particolare sciiti di diversa denominazione e curdi, oggi impegnati a riguadagnare il terreno perduto e a «distruggere» lo Stato Islamico. Recentemente questo ha modificato la sua strategia di azione colpendo anche il «nemico lontano», cioè l’Occidente, come è avvenuto a Parigi il 13 novembre 2015. La strategia di portare la «guerra» in Europa e di dare avvio alla lotta apocalittica tra il vero islam e i «crociati», però, non si è rivelata vincente; al contrario, ha incrementato su tutti i fronti la lotta allo Stato Islamico e alle sue ramificazioni radicali. Il libro, oltre a trattare le questioni di più scottante attualità, studia la genesi storico-religiosa degli istituti giuridici coinvolti nel discorso fondamentalista, come l’antica dottrina del califfato. Una certa attenzione è riservata anche al mondo sciita. L’ultima parte è dedicata invece ai cristiani mediorientali, la cui sopravvivenza è messa sempre di più a repentaglio da decenni di conflitti e di ostilità nei loro confronti da parte dei movimenti islamisti.

GIOVANNI SALE è nato a Mara (Sassari) il 1° marzo 1958. Dopo gli studi di diritto, è entrato nella Compagnia di Gesù, nella quale è stato ordinato presbitero. Attualmente fa parte della redazione della rivista «La Civiltà Cattolica» e insegna Storia della Chiesa contemporanea nella Pontificia Università Gregoriana di Roma. Presso Jaca Book ha pubblicato: «La Civiltà Cattolica» nella crisi modernista (1900-1907) (2001); Pauperismo architettonico e architettura gesuitica (2001); Dalla monarchia alla repubblica. 1943-1946 (2003); Hitler, la Santa Sede e gli ebrei (2004); De Gasperi, gli USA e il Vaticano all’inizio della guerra fredda (2004); Popolari e destra cattolica al tempo di Benedetto XV(2006); Il Novecento tra genocidi, paure e speranze (2006); Fascismo e Vaticano prima della Conciliazione (2007); Il Vaticano e la Costituzione (2008); Stati islamici e minoranze cristiane (2008); Le leggi razziali in Italia e il Vaticano (2009); L’unità d’Italia e la Santa Sede (2010, 20112); Libia 1911. I cattolici, la Santa Sede e l’impresa coloniale italiana (2011); Giovanni XXIII e la preparazione del Concilio Vaticano II (2012), Islam contro Islam. Movimenti islamisti, jihad, fondamentalismo (2013) e ha curato Ignazio e l’arte dei gesuiti (2003).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Al-Quds e Yerushalayim. Un dialogo in due lingue. I paesi arabi e la questione di Gerusalemme"
Editore: Franco Angeli
Autore: Ceccarini Francesca
Pagine: 370
Ean: 9788891726902
Prezzo: € 42.00

Descrizione:La storia di Gerusalemme, la città dai sette nomi, è da sempre dominata da incertezza e conflitto. Interventi esterni, guerre e rivalità intestine, tumulti politici e violenze intracomunitarie si sono sovrapposti a rivolte politiche, militari e religiose, a movimenti e conflitti nazionalisti e religiosi, a ingerenze politiche internazionali. Innumerevoli sono le prospettive da cui la storia della Città può essere analizzata; l'Autrice ha scelto di inserire Gerusalemme e i suoi conflitti nel più ampio contesto politico e religioso arabo-islamico, contestualizzandolo nell'ambito del quadro politico internazionale. Un'introduzione all'importanza della Città nell'ambito dell'Islam e una ragionata analisi delle azioni politiche delle parti in causa contribuiscono a rendere vivido un quadro politico di grande complessità, funzionale alla comprensione delle implicazioni politico-religiose che ogni trattativa o discussione circa il futuro della Città comporta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La felicità araba. Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana"
Editore: ADD Editore
Autore: Hamadi Shady
Pagine: 256
Ean: 9788867831111
Prezzo: € 7.90

Descrizione:Ibrahim, Mohamed e Shady Hamadi: tre generazioni di una famiglia siriana che ha vissuto sulla pelle i dolori della dittatura. Poi ci sono Abo Imad, Eva Zidan, Rami Jarrah e molti altri ragazzi che hanno raccontato al mondo la grande rivolta siriana, eroi che lottano per la libertà di un paese schiavo della propria infelicità. Nelle pagine di Shady Hamadi si incrociano i racconti di una stagione di lotte e di speranze che l'Occidente, distratto e colpevole, ha guardato troppo poco. Hamadi raccoglie testimonianze di sacrifici, di sofferenza, di dolore ma anche di coraggio e di aspettative portate avanti con orgoglio. Il libro è un manifesto per il popolo siriano che sta vivendo la sua primavera nelle piazze e nella rete. "La felicità araba" ci racconta quello che per troppo tempo non abbiamo voluto vedere. Prefazione di Dario Fo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Resistenti. Storie di donne e uomini che hanno lottato per la giustizia"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Todorov Tzvetan
Pagine: 221
Ean: 9788811670896
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Hanno vissuto in epoche diverse, fronteggiando senza violenza i loro nemici. Hanno scelto di rinunciare a un'esistenza tranquilla in nome di un amore incondizionato per la verità. Hanno rifiutato di sottomettersi tanto all'aggressore venuto da lontano quanto al demone interiore della vendetta. Con "Resistenti", Tzvetan Todorov racconta la passione civile e i destini di otto dissidenti esemplari, di otto indomiti ribelli: Etty Hillesum, la giovane deportata ad Auschwitz, l'oppositrice antinazista Germaine Tillion, i grandi scrittori russi Boris Pasternak e Aleksandr Solzenicyn, i paladini dei diritti dei neri Nelson Mandela e Malcolm X, il pacifista israeliano David Shulman, Edward Snowden, l'informatico che ha svelato l'attività di intrusione e spionaggio dell'Amministrazione americana. E muovendo dai ricordi della sua personale esperienza vissuta sotto l'opprimente regime sovietico, fa rivivere sulla pagina uomini e donne che incarnano la scelta di privilegiare la felicità comune, la fede senza confini nella giustizia, il valore della forza di volontà. Otto vite straordinarie diventano così, nelle riflessioni di un grande maestro, l'occasione di un'analisi lucida e appassionata delle questioni politiche più significative dei nostri giorni, e una fonte di continua, attualissima ispirazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un costruttore di pace. Il Mediterraneo e la Palestina nella politica estera di Aldo Moro"
Editore: Guida
Autore: Salzano Gennaro
Pagine: 180
Ean: 9788868661601
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Occidente e i suoi nemici"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Luciano Pellicani
Pagine: 444
Ean: 9788849846669
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

L’assalto terroristico al Bataclan di Parigi ha brutalmente riproposto all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale un fenomeno che a molti studiosi era sembrato definitivamente estinto: l’odio contro l’Occidente.

Le radici di questo odio risalgono all’epoca durante la quale l’Occidente estese i suoi tentacoli sull'intero Pianeta, sottoponendo alla sua smisurata volontà di dominio e di sfruttamento le società orientali. Tutto ciò, naturalmente, ha suscitato il risentimento e la collera del “proletariato esterno”, tanto più che il dominio coloniale fu caratterizzato dal disprezzo razzista nei confronti dei popoli assoggettati, descritti come biologicamente incapaci di autogovernarsi e, quindi, bisognosi di una “paternalistica tutela”.

Ma quest’odio contro l’Occidente non è nato solo dal “proletariato esterno” bensì anche in seno all’Occidente, infatti le prime significative manifestazioni della rivolta intellettuale e morale contro il mondo moderno si registrano proprio in Europa, dal cui grembo sono scaturiti travolgenti movimenti rivoluzionari di massa – comunismo, fascismo, nazismo – animati dall’intenso desiderio di fare tabula rasa della civiltà liberale.

Questo volume vuole ripercorrere il fenomeno da un punto di vista storico-sociologico per meglio comprendere le radici ideologiche e religiose dell’odio contro la Modernità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I mille volti di Anonymous. La vera storia del gruppo hacker più provocatorio al mondo"
Editore: Stampa Alternativa
Autore: Coleman Gabriella
Pagine: 473
Ean: 9788862225069
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Balzato agli onori della cronaca mondiale per eclatanti e controverse operazioni di hacktivismo (da WikiLeaks alla Primavera Araba, da Occupy agli attacchi contro la galassia jihadista dopo gli attentati di Parigi del novembre 20.15), in realtà Anonymous affonda le radici nei bassifondi del trolling online fin dal 2003 e fa del dissenso sarcastico (il lulz, il trickster) l'obiettivo primario della sua stessa esistenza, continuando a colpire (e a sorprendere) con operazioni a tutela della libertà d'espressione, contro ogni censura e forma d'ingiustizia. Grazie a un accesso senza precedenti ai canali irc interni e agli stessi attivisti, l'antropologa Gabriella Coleman ha prodotto l'opera per decifrare questa sottocultura "misteriosa". Ribadendo come - nonostante l'ondata di arresti internazionali, gli inevitabili tradimenti interni e le continue controversie - Anonymous si sia ormai insinuato ovunque e continui a operare a favore del bene comune senza bisogno di riconoscimenti personali o marchi individuali. Fino ad affermare il potere dell'anonimato collettivo e dell'impegno personale per cambiare il mondo, qui e ora.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La radio e il machete. Il ruolo dei media nel genocidio in Rwanda"
Editore: Infinito
Autore: Fonju Ndemesah Fausta
Pagine: 144
Ean: 9788889602522
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Un libro sul ruolo giocato dai media, in particolare dalla radio, nell'alimentare l'odio e fomentare una guerra che ha causato un genocidio di oltre 800.000 persone.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Movimento del 1977 in Italia"
Editore: Carocci
Autore: Falciola Luca
Pagine: 270
Ean: 9788843076284
Prezzo: € 33.00

Descrizione:In tutto il mondo l'esperienza del Sessantotto si è esaurita entro la prima metà degli anni Settanta, di fronte al tramonto delle ideologie al riflusso nel privato. Invece in Italia, nel 1977, una generazione di militanti di sinistra ha creduto ancora nella possibilità di una rivoluzione e ha messo in atto un estremo tentativo di sovvertire a società. Ne è scaturito un movimento in bilico tra l'esaltazione e i superamento della politica, aperto a spericolate contaminazioni culturali e capace di audaci sperimentazioni creative, ma anche indissolubilmente legato a dottrine e pratiche violente, tanto da inaugurare la fase più buia degli "anni di piombo". Il movimento del '77 attende ancora un'analisi sistematica, oltre a lasciare aperti interrogativi che sono ineludibili per capire e finalmente storicizzare gli anni Settanta. Il volume ricostruisce, sulla base di un'imponente ricerca archivistica e documentaria, il contesto di crisi nel quale maturò questo ciclo di protesta, i riferimenti intellettuali che ispirarono la mobilitazione, la visione del mondo e le rivendicazioni dei contestatori, gli schemi interpretativi che favorirono l'escalation violenta, la reazione delle istituzioni e la dialettica tra movimento e organizzazioni armate clandestine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' altro fondamentalismo. India, nazionalismo, identità"
Editore: Guida
Autore: Battaglia Gino
Pagine: 292
Ean: 9788868661014
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'India è la più grande democrazia del mondo, uno dei paesi che contribuiranno a disegnarne il futuro. Per questo ciò che accade lì ci riguarda. Dal 2014 il partito che si ispira al nazionalismo induista è saldamente al potere. È lo Hindutva (letteralmente "essere indù"): per tanti aspetti la variante indiana del fondamentalismo. Gino Battaglia ricostruisce la genesi e lo sviluppo di questa ideologia, che ha antenati illustri e radici che si spingono fino alla lotta per l'indipendenza dal colonialismo britannico, ma si salda alla deriva identitaria che oggi tocca molti dei mondi religiosi. L'India contemporanea è nata nel segno dell'unità nella diversità ma, mentre si intreccia un dialogo complesso tra religione e società, c'è il rischio che anche lì diventi difficile vivere insieme tra diversi. Lo Hindutva, come altri movimenti religiosi che vivono un nuovo protagonismo sulla scena pubblica, non è solo un ritorno alla tradizione ma una rielaborazione in chiave sincretista e identitaria di una cultura antica, nel confronto sempre più aspro con il pluralismo e la globalizzazione. Per questo il peggior nemico dell'induismo può diventare proprio chi vuole preservarlo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elogio della militanza. Note su soggettività e composizione di classe"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Roggero Gigi
Pagine: 213
Ean: 9788865481448
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il pensiero nasce sempre dalla contrapposizione. Non si inizia mai a pensare per, ma contro qualcosa. Questo l'assunto di fondo di un libro che nasce dall'insoddisfazione per gli strumenti concettuali di cui si è dotato il pensiero critico e radicale a partire dagli anni Ottanta e Novanta, e dalla consapevolezza delle difficoltà delle lotte, dei movimenti e dell'agire militante nella fase attuale. Per affrontare questi problemi l'autore si concentra su due concetti ereditati dalla tradizione dell'operaismo italiano: soggettività e composizione di classe. Dei quali viene ripercorsa la genealogia, a partire da Marx e Lenin fino agli anni Settanta, e indagata l'attualità, proponendo nuovi modelli interpretativi dentro e contro il capitale-crisi e i mutamenti del lavoro di questi ultimi decenni. Ne risulta una rielaborazione critica delle categorie teoriche del cosiddetto post-operaismo (capitalismo cognitivo, precariato, cooperazione sociale, comune ecc.) e uno strumento utile alla formazione politica e alla ricerca collettiva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Licio Gelli. Vita, misteri, scandali del capo della Loggia P2"
Editore: Dedalo
Autore: Guarino Mario, Raugei Fedora
Pagine: 405
Ean: 9788822063304
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Un libro-inchiesta che - attraverso dati, riferimenti, documenti anche inediti - ricostruisce la vita e l'operato di Licio Gelli considerato il "Burattinaio d'Italia", ovvero il capo della potente e segreta Loggia P2, nonché uno dei personaggi più influenti del dopoguerra. Affiliati alla sua Loggia: faccendieri, imprenditori, giornalisti, militari, politici, magistrati, ma anche alcuni vertici dei servizi segreti. Nel libro vengono ricostruite le vicende più oscure che hanno contrassegnato la biografia di Gelli: dal crac del Banco Ambrosiano alla presa del "Corriere della Sera", dalla strage di Bologna alla morte del banchiere Roberto Calvi. Intrighi, attentati, collusioni tra i poteri che hanno dominato il Paese. Non solo, dunque, la biografia del potente capo della Loggia P2, ma anche un viaggio nella storia italiana ripercorsa attraverso gli avvenimenti che hanno contrassegnato la vita sociale e politica del dopoguerra, mai svelati completamente. In appendice foto e documenti inediti e l'elenco completo degli affiliati alla Loggia P2.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU