Articoli religiosi

Libri - Struttura E Processi Politici



Titolo: "La società ipocrita"
Editore: Solfanelli
Autore: Della Pergola Giuliano
Pagine: 328
Ean: 9788833050324
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Tutte le società, per restare coese, hanno bisogno di un certa quota di conformismo. Nel conformismo di confondono tutti valori medi della società e ogni forma di qualunquismo. Le società riescono a rimanere unite, coese al loro interno, perché gli innovatori e i rivoluzionari sono sempre piccole minoranze. La stessa democrazia si avvale di un consenso politico che si basa sul conformismo e non sull'innovazione. Ciò produce una certa dialettica tra i trasformatori sociali, gli innovatori, e il resto della popolazione che resta subalterna alle mode e ai luoghi comuni. È proprio in questa dialettica che l'ipocrisia sociale trova, all'infinito, una molteplicità di modi per camuffare la realtà, per corromperla, facendola apparire diversa da quella che è. La democrazia italiana, che si basa su un disegno costituzionale alto e degno, su una Carta Costituzionale rivolta all'umanità intera piuttosto che a una sola etnia. rifacendosi direttamente alla Carta per i Diritti umani, più di altre è incline a sviluppare sentimenti ipocriti e atteggiamenti formalistici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dire di no. Feticci della democrazia"
Editore: Castelvecchi
Autore: Riva Franco
Pagine: 245
Ean: 9788832822762
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La democrazia si impernia su un alfabeto base di simboli e di opposizioni. Sì e no è la coppia antitetica che sta alla base di tutto il processo democratico, la sua nuda e più profonda radice: ogni decisione, ogni legge, sin dai tempi lontanissimi delle agorà greche fino ad oggi, ai social media, alla ricerca del consenso a ogni costo, ha mirato a questo: sì e no. Tutto ciò ha finito per renderli dei feticci, degli idoli, qualcosa che si riproduce automaticamente all'infinito. Ma il feticcio è l'opposto della democrazia: democrazia è anche sapere dire di no, manifestare la propria contrarietà, opposizione. Questo attento e sfaccettato libro di Franco Riva ci porta alla scoperta di tutti i vari idoli in cui è scivolata sempre di più la nostra democrazia: dai feticci del leaderismo a quelli della libertà, dell'economia, dell'etica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Iran al tempo di Trump"
Editore: Castelvecchi
Autore: Borsatti Luciana
Pagine: 139
Ean: 9788832822700
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Acqua gelata sulle speranze riaccese negli iraniani dall'accordo sul nucleare del 2015: questo si rivela subito l'arrivo di Trump alla Casa Bianca. Dai discorsi dei due presidenti in carica all'Assemblea generale dell'Onu del settembre 2017 e dai riti luttuosi dell'"Ashura" di pochi giorni dopo, parte il libro di Luciana Borsatti per raccontare il nuovo clima, raccogliendo tra gli iraniani voci e punti di vista diversi. Ma L'Iran al tempo di Trump racconta anche la vita e gli umori di una società in costante trasformazione - dalle donne come potente motore di cambiamento alla percezione interna del ruolo di Teheran nella guerra in Siria - cercando di allargare il campo rispetto alle strettoie in cui è imprigionata la rappresentazione di un Paese che poco si presta alle semplificazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le borgate e il dopoguerra. Politica, società, ideologia alle radici della Roma di oggi"
Editore: Ponte Sisto
Autore: Morassut Roberto
Pagine: 250
Ean: 9788899290429
Prezzo: € 16.50

Descrizione:In questo libro, che aggiorna un lavoro di ricerca compiuto dall'autore alcuni anni fa, si ricostruisce il panorama politico, amministrativo e sociale della Capitale negli anni immediatamente successivi alla Liberazione. La ricerca abbraccia cinque anni: dalla costituzione della prima Giunta comunale. Guidata da Salvatore Rebecchini senza l'appoggio del Blocco del Popolo nel 1947 (e che anticipò la rottura nazionale all'interno della coalizione antifascista), fino alle elezioni comunali del 1952 che segnarono il primo momento di crisi del centrismo degasperiano, con il fallimento dell'Operazione Sturzo e una nuova fase di movimento e di dialogo tra la sinistra marxista ed i partiti laici che avrebbe preparato il clima nel quale sarebbe fallita anche la tentata riforma elettorale del 1953, proposta da De Gasperi: la cosiddetta "Legge Truffa". Con l'aiuto di fonti di archivio, della stampa dell'epoca, di testimonianze e di un'ampia bibliografia, l'autore costruisce un dettagliato mosaico della vicenda amministrativa della Capitale, del profilo sociale e del panorama politico di quegli anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il nuovo sogno americano e la reazione"
Editore: Robin
Autore: Taddei Claudio
Pagine: 517
Ean: 9788872741948
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il libro è una sistemazione storica e polemica della politica interna ed estera degli USA, dagli esiti degli anni di Obama in poi. La presidenza Trump vi trova una definizione inedita, con un'analisi dei successi e delle difficoltà. Trump è il protagonista del libro. L'altro protagonista è la guerra a Trump. Un Trump che non appartiene alla classe politica, che vuole mettere limiti al globalismo e alla tirannia del politicamente corretto, che promette l'America first, è un presidente improbabile contro cui la reazione è feroce. Per i suoi nemici, Trump è un presidente da rimuovere perché egli si oppone al loro controllo della società e della comunicazione. La capacità di Trump di dare voce alla rivolta che arriva da metà America e la reazione che ciò provoca nell'altra metà sono chiarite con ampiezza di argomenti. Il libro sottopone a verifica i luoghi comuni su Trump, come quelli sull'America. Riferisce realtà sconosciute in Italia e poco note ovunque, come gli attacchi, a opera di influenti centri di potere, all'America tradizionale e riformista, e a chi la rappresenta nei media o nelle università o in politica. L'autore racconta ciò che egli definisce una guerra civile nella società, di cui rivela le manifestazioni estreme e il "tribalismo aggressivo". Temi cruciali dell'America attuale (e peraltro anche dell'Europa), come l'immigrazione, il welfare e altre realtà critiche, dalla sanità alla diffusione della droga, dal controllo dei confini alle scelte ambientali, vengono documentati e messi in chiaro. Così come i maggiori temi di politica estera, con particolare attenzione alle crisi riguardo all'Ucraina, all'Iran, alla regione Asia-Pacifico. I riferimenti storici danno prospettiva agli avvenimenti attuali. La società americana, nelle sue diverse realtà geografiche, di reddito e di convivenza quotidiana, scorre davanti agli occhi del lettore. Eventi e sviluppi politici che possono apparire confusi a un pubblico condizionato da ciò che il libro definisce la copertura fuorviante dei media, vengono interpretati con analisi paziente ma sintetica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Statualità e periferie nel Maghreb contemporaneo"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 184
Ean: 9788825508178
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il volume raccoglie contributi di storici e antropologi che analizzano diversi aspetti della statualità nel Maghreb contemporaneo. La prima sezione, Potere e autorità, si focalizza sui processi di costruzione dello Stato (coloniale e post-coloniale) da parte delle élite dominanti e sulla dialettica tra interessi concorrenti. La seconda sezione, Frontiere e reti, privilegia le aree di confine osservando l'impatto dell'ordine statale e le geografie di scambi e solidarietà transnazionali. La rivisitazione del tema assume particolare rilevanza alla luce dell'incidenza delle rivolte arabe del 2010-11 sulle istituzioni statali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contexts, networks, and the vote. An analysis of environmental effects on electoral behavior in Italy"
Editore: Aracne
Autore: Mancosu Moreno
Pagine: 152
Ean: 9788825512014
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Nel segreto dell'urna...» Il voto politico a Napoli (1946-2018)"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore: D'Agostino Guido, Mauriello V.
Pagine: 108
Ean: 9788849535839
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il volume costituisce, in forma agile e dall'approccio immediato, il frutto degli studi e del lavoro dagli autori dedicati, nel corso degli anni, al tema del comportamento elettorale napoletano. Vi si privilegia l'istanza, insita nel voto, della rappresentanza della società civile e quella della rappresentazione della scena territoriale in cui il complesso processo ha avuto ed ha storicamente luogo. Con il presente saggio, si apre altresì, all'interno dell'Istituto Campano per la Storia della Resistenza, l'attività dell'Osservatorio elettorale regionale e si inaugura la corrispondente collana dei Quaderni che ne accoglieranno i risultati più rilevanti. In questo modo, e con l'accesso on line al sito dell'Istituto, sarà consentito agli interessati approfondire la conoscenza di dati e analisi concernenti le elezioni e i vari appuntamenti della Città con le urne, a cominciare dal voto napoletano per la Camera dei Deputati, dal 1946 a oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il renziario"
Editore: Castelvecchi
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788832823516
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Un dizionario che della lingua e dei modi del comunicare di Matteo Renzi non trascura nulla, mezzi compresi (libri, post, enews, interviste, discorsi ufficiali, ecc.): la comunicazione verbale e quella non verbale; i tempi (rapidi) di enunciazione dei suoi discorsi; gli abiti indossati nel corso degli anni. La notevole incidenza del linguaggio economico-finanziario è controbilanciata da una consistente dose di linguaggio corrente, familiare, confidenziale che disegna il profilo di un personaggio pop, sempre pronto alla battuta. Ne emerge un'anima "multipla", e anche un po' inquieta, alla costante ricerca di una possibile sintesi: fra Dante e Paperino, Lino Banfi e Michelangelo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leviatano 2.0. La costruzione dello Stato moderno"
Editore: Einaudi
Autore: Maier Charles S.
Pagine: 341
Ean: 9788806238179
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il saggio di Charles Maier isola un'epoca storica, gli anni tra il 1870 e il 1945, al fine di collocare nel più ampio contesto quella che egli definisce la nascita del Leviatano 2.0, ovvero la «moderna forma statale» sorta tra la metà del XIX secolo e la metà del XX. Maier ci riporta innanzitutto all'instabilità dell'epoca precedente, segnata dalla collisione prodottasi allorché l'impeto dei mercati, l'espansione imperiale, le idee liberali e la retorica repubblicana dei «diritti» subirono i contraccolpi di élite tradizionali minacciate, settori emarginati, apparati burocratici confessionali e movimenti di rinnovamento religioso, visioni utopistiche e altre forme di resistenza agli impulsi verso la globalizzazione. L'autore considera la costruzione di varie forme di stato moderno sullo sfondo di forze dirompenti che strumentalizzarono la società rurale consolidatasi nei secoli, dimostrando come versioni diverse di nazionalismi moderni, tra loro in competizione, contribuirono ad alimentare l'arrogante imperialismo dell'epoca e le conseguenti rivalità che deflagrarono in decine di conflitti regionali e locali e in due guerre mondiali. L'edificazione statale, l'impero e il conflitto armato rafforzarono a loro volta ideologie che propugnavano chiari confini culturali. Inoltre, più i flussi commerciali e migratori e il raggio d'azione degli imperi portavano all'unione di popoli tra loro diversi, più venivano in superficie le distinzioni su base «razziale».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Democrazia creativa"
Editore: Castelvecchi
Autore: John Dewey
Pagine: 58
Ean: 9788832822854
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Crisi economica e crisi della democrazia: processi dei quali non si intravede la fine, ulteriormente complicati dalla diffusione di internet e dei social, che rende sempre più urgente un ripensamento dei fondamenti della partecipazione democratica. Eppure già nel 1939, in un discorso tenuto per i suoi ottant'anni, Dewey aveva tratto spunto dagli strascichi del '29 e dal successo dei totalitarismi nella vecchia Europa per avanzare una nuova idea: la democrazia "creativa", che non si limita alla semplice partecipazione del cittadino, ma che si radica negli atteggiamenti e nelle esperienze quotidiane dell'individuo; una democrazia fatta di fiducia nell'uomo, nella sua capacità di confronto aritario con gli altri, dove la differenza - e la sua libera espressione - diventa occasione di arricchimento per tutti. Una proposta, quella del filosofo americano, che si rivela ancora attuale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La piazza e la torre. Le reti, le gerarchie e la lotta per il potere. Una storia globale"
Editore: Mondadori
Autore: Ferguson Niall
Pagine: 589
Ean: 9788804681885
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Ispirata dalla plastica contrapposizione fra la Torre del Mangia e la Piazza del Campo a Siena, potente metafora urbanistica delle due forme antitetiche in cui si è incarnato il potere nella società umana - quella verticale e centralistica delle strutture gerarchiche e quella orizzontale e distribuita delle reti -, la rilettura dell'età moderna e contemporanea proposta da Niall Ferguson è intesa a restituire al modello organizzativo «reticolare» quel valore di forza propulsiva del cambiamento che gli storici hanno a lungo misconosciuto o, comunque, sottovalutato. Pur prendendo nettamente le distanze dai teorici della cospirazione, che attribuiscono a élite e sette segrete (i massoni, gli Illuminati, i banchieri ebrei) il ruolo di effettivi manovratori delle leve del potere, Ferguson mostra come la storia umana sia caratterizzata dall'alternarsi di lunghe epoche segnate dal predominio delle gerarchie e di periodi più brevi, ma straordinariamente intensi e dinamici, di egemonia delle reti, favorite anche da radicali innovazioni tecnologiche. Guardando poi all'epoca moderna, l'autore considera più da vicino le due grandi «ere delle reti»: i tre secoli che dall'invenzione della stampa, dalle importanti scoperte geografiche e dalla Riforma sono culminati nel crollo dell'ancien régime a fine Settecento, e gli ultimi cinquant'anni che, a partire dagli anni Settanta del Novecento, hanno visto l'impetuosa espansione della tecnologia digitale e la rapida diffusione delle reti sociali odierne, che hanno letteralmente rivoluzionato la vita di gran parte dell'umanità. Ma al riconoscimento e alla rivalutazione del ruolo delle reti nella storia Ferguson associa, contestualmente, una sferzante critica dell'utopia libertaria di «netizen» liberi e uguali nell'ultrademocratico e paritario regime del web, che gli appare caratterizzato piuttosto dagli eccessi di violenza sui social e dall'estrema vulnerabilità a ogni tipo di propaganda, compresa quella terroristica, e a ogni forma di «fake news». Al punto che, per lui, solo il modello gerarchico può garantire un qualche principio di stabilità geopolitica perché «la lezione della storia è che affidarsi alle reti per governare il mondo è una ricetta perfetta per l'anarchia».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Donne e potere. Per troppo tempo le donne sono state messe a tacere"
Editore: Mondadori
Autore: Beard Mary
Pagine: 102
Ean: 9788804688723
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Quando nell'Odissea omerica Penelope chiede a Femio, l'aedo, di cantare qualcosa di meno triste del periglioso ritorno da Troia degli eroi achei, l'imberbe Telemaco interviene bruscamente, invitando la madre a rientrare nelle proprie stanze e ricordandole che «la parola spetta agli uomini». Per quanto saggia e matura, Penelope china il capo di fronte al figlio e si ritira in silenzio. All'alba della tradizione letteraria dell'Occidente, questo è il primo esempio di un uomo che ordina a una donna di tacere e di uscire di scena. Da Aristofane a Ovidio, da Valerio Massimo a Plutarco ne seguiranno altri, a dimostrazione di come, fin dall'antichità classica, alle donne sia stato sottratto il diritto di parola, e insieme a esso la possibilità di accedere al discorso pubblico. Negata e svilita, derisa e temuta, la voce femminile è stata ridotta al silenzio, un silenzio, però, che a distanza di secoli sembra gravare ancora sulla volontà delle donne di essere ascoltate, prese sul serio, considerate per le loro capacità e competenze. Un silenzio a cui gli uomini sembrerebbe non intendano rinunciare, se solo pensiamo alle ingiurie e alle intimidazioni di cui le donne sono fatte oggetto - nel web come nella politica o nella cultura - non per ciò che dicono ma per il semplice fatto di voler parlare. Evidentemente, nella radicale alterità della loro voce, «differente» e per questo foriera di una diversa concezione del mondo, si avverte ancora l'eco di quel pericolo che il mondo greco paventava, quando, nelle figure tragiche di Medea, di Antigone o di Clitennestra - per citarne solo alcune -, scorgeva una reale minaccia per la polis, la comunità, l'ordine costituito. In "Donne e potere" Mary Beard riannoda i fili che, ancora una volta, ci legano alla Grecia e alla Roma antiche, per dimostrare quanto siano profondi i meccanismi che impongono alle donne il silenzio e quanto sia alto il prezzo che esse devono pagare per rivendicare la libertà di parola.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una nuova Italia. Dalla comunicazione ai risultati, un'analisi delle elezioni del 4 marzo"
Editore: Castelvecchi
Autore: Cavallaro Matteo, Diamanti Giovanni, Pregliasco Lorenzo
Pagine: 144
Ean: 9788832823431
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Cosa spiega i sorprendenti risultati delle elezioni politiche? Quali strategie hanno messo in campo leader e partiti nella campagna elettorale, dai grandi vincitori Di Maio e Salvini a Renzi, Berlusconi e Grasso? Il libro affronta il voto del 4 marzo sotto due aspetti: come si è sviluppata la campagna elettorale dal punto di vista della comunicazione politica? E quali motivazioni stanno dietro all'affermazione del Movimento 5 Stelle e della Lega e alla débâcle del PD? Osservatori privilegiati e specialisti della comunicazione politica e dell'analisi elettorale esaminano messaggi e strategie dei vari schieramenti e analizzano mappe e risultati del voto, aiutando a comprendere a fondo i risultati delle elezioni politiche del 4 marzo 2018. Con i dati esclusivi del sondaggio svolto da Quorum/YouTrend a ridosso del voto per capire chi ha votato chi e perché. Prefazione di Marco Damilano. Con un'intervista a Enrico Mentana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ingenuità della rete. Il lato oscuro della libertà di internet"
Editore: Codice Edizioni
Autore: Morozov Evgeny
Pagine: XVII-360
Ean: 9788875787431
Prezzo: € 27.00

Descrizione:La rivoluzione di Twitter: se ne è parlato per le manifestazioni in Iran nel 2009, per la Cina subito dopo, più recentemente per l'Egitto: prima ancora che lo scontento dei cittadini, il grande protagonista delle proteste sembra essere stato il web. La convinzione che le tecnologie digitali alimentino solo cambiamenti positivi e siano lo strumento perfetto per la creazione della democrazia corrisponde alla realtà? Evgeny Morozov, in antitesi al cyber-ottimismo di pensatori come Clay Shirky, spiega molto chiaramente come anche governi tutt'altro che democratici usino le piattaforme digitali piegandole ai loro fini. In Russia e in Cina gli spazi di intrattenimento online sono studiati apposta per spostare l'attenzione dei giovani dall'impegno e dalla partecipazione civile. Internet non è inequivocabilmente buona, insomma, Twitter e Facebook non hanno avuto alcun ruolo cruciale, e la rivoluzione sarebbe accaduta con o senza di loro. Pensare alla rete come a un propagatore naturale di democrazia è fuorviarne e pericoloso: per garantire forme efficaci di cambiamento sociale è necessario rimanere calati solidamente nella realtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La borsa di Calvi"
Editore: Chiarelettere
Autore: Almerighi Mario
Pagine: 313
Ean: 9788832960280
Prezzo: € 10.00

Descrizione:"Nella borsa di Roberto Calvi c'è un tesoro. Conteso da tutti. Il Vaticano vuole assolutamente entrare in possesso di quelle carte compromettenti, qui rivelate al pubblico insieme alla corrispondenza intercorsa tra alti prelati romani, politici e boss della malavita. Un intreccio sbalorditivo che anticipa molto di quanto accaduto a Roma con l'inchiesta 'Mafia capitale'. Mario Almerighi il magistrato che ha avviato l'inchiesta sulla ricettazione della borsa di Roberto Calvi, il banchiere morto nel 1982, racconta che cosa ha scoperto e fa vedere le carte finora rimaste nei cassetti. Calvi è stato stritolato da poteri troppo forti in cui si sovrappongono politica internazionale, riciclo di denaro sporco, speculazioni finanziarie, commerci illeciti." Prefazione di Marco Travaglio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un affare di Stato. Il delitto Moro 40 anni dopo"
Editore: Cairo Publishing
Autore: Colombo Andrea
Pagine: XXVI-287
Ean: 9788860528865
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'ultima commissione parlamentare d'inchiesta in tre anni non è riuscita a concludere i lavori: dopo quattro decenni, una sfilza di processi, numerose inchieste, decine di saggi e articoli, la vicenda più tragica della storia repubblicana, il sequestro e l'uccisione di Aldo Moro, non riesce ancora a chiudersi davvero. Cinque uomini trucidati. Uno dei politici più importanti del Paese, più volte presidente del Consiglio, nelle mani della principale organizzazione terrorista. Lo Stato colto di sorpresa, incapace di reagire, messo all'angolo dall'offensiva delle Brigate rosse. Fu la primavera di paura del 1978, i cinquantacinque lunghissimi giorni che quaranta anni fa segnarono la crisi più difficile nella storia della Repubblica. Da allora è stato ripetuto quasi ossessivamente che l'affare Moro è il grande mistero italiano. Dietro ogni dettaglio si è cercato di scoprire, sempre invano, la traccia di una trama occulta, perdendo di vista i caratteri reali di una vicenda che fu condizionata nel suo intero svolgimento non dalle manovre di oscuri burattinai ma dalle strategie, dai calcoli e dalle esigenze della politica. In questo modo la verità storica, invece di essere chiarita, si è con gli anni sempre più allontanata, sepolta sotto una coltre di supposizioni. Come la lettera rubata di Poe, la verità del caso Moro sarebbe invece sotto gli occhi di tutti, solo a volerla cercare. Non una storia di foschi complotti e congiure internazionali, ma una tragedia politica italiana che affonda le sue radici nella «guerra civile» a sinistra, negli anni Settanta, tra il Partito comunista da un lato e la sinistra rivoluzionaria dall'altro. Moro poteva essere salvato. A decidere la sua sorte fu un intreccio di interessi e calcoli politici. Le scelte compiute allora da tutti, dalla Democrazia cristiana, dal Pci e dalle stesse Brigate rosse, furono dettate da una «ragione di partito» camuffata da ragione di Stato oppure, nel caso dei terroristi, da ragione rivoluzionaria. Dopo quattro decenni di mistificazioni e falsi misteri, oggi è possibile guardare a quei giorni per quello che realmente furono: una lotta senza esclusione di colpi da cui uscirono sconfitti lo Stato e coloro che l'avevano colpito al cuore. E per la sinistra italiana, come per la Prima Repubblica, l'inizio della fine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La criminalità «servente» nel caso Moro"
Editore: La nave di Teseo
Autore: Zecchi Simona
Pagine: 294
Ean: 9788893444866
Prezzo: € 19.00

Descrizione:A quarant'anni dal sequestro e dall'omicidio di Aldo Moro, un libro-inchiesta intende ricostruireil ruolo svolto dalla criminalità organizzata durante i cinquantacinque giorni del rapimento. Una presenza da sempre accennata ma mai chiarita, nascosta tra carte giudiziarie e cronache sommerse dal tempo, dall'incuria e dall'omissione. La 'ndrangheta calabrese, all'ombra del clamore di Cosa nostra, ha infatti scalato i gradi del potere criminale trovandosi a giocare nell'affaire Moro su più tavoli: con le istituzioni, i partiti e i terroristi. Una criminalità servente, al servizio cioè di altre strutture di potere il cui destino sembra legato a doppio filo a quello della stessa malavita organizzata. Con un'inchiesta scottante e molto documentata, Simona Zecchi fa emergere fatti inediti e informazioni poco note, che consegnano un nuovo approccio all'analisi del Caso Moro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elettori non votanti. La partecipazione politica dei cittadini romeni in Toscana"
Editore: Pacini Editore
Autore: Berti Fabio, Valzania Andrea, Iacopini Sara
Pagine: 136
Ean: 9788869951060
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Sebbene i cittadini provenienti da uno Stato dell'Unione Europea abbiano il diritto di voto alle elezioni europee ed amministrative, la partecipazione sociale e politica dei residenti comunitari è ancora un argomento scarsamente presente nel discorso pubblico e mediatico. La ricerca indaga i processi e i fattori che promuovono e ostacolano il coinvolgimento associativo, civico e, soprattutto, politico dei cittadini romeni in Toscana, con uno specifico approfondimento su due ambiti locali: Prato e la Valdelsa senese. Nonostante il loro potenziale peso elettorale, la figura che emerge è quella di un "elettore non votante", poco informato sui propri diritti e poco coinvolto nelle dinamiche politiche locali. Tutto questo ci fa riflettere sull'urgenza di favorire non solo politiche di integrazione ma anche percorsi finalizzati all'esercizio dei diritti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un uomo così. Ricordando mio padre"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Moro Agnese
Pagine: 202
Ean: 9788817098694
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Aldo Moro non appartiene solo a noi, ma anche al suo Paese." È questo uno dei motivi per cui Agnese Moro si convince dell'importanza di raccontare il personaggio che ha segnato la storia italiana; una delle radici, buone, della democrazia. Impegnato per un trentennio nell'attuazione di quella Costituzione di cui era stato tra gli ideatori ed estensori, nel 1978 fu rapito nel corso di un agguato delle Brigate Rosse, in cui furono uccisi gli uomini della sua scorta, fu da queste tenuto prigioniero e poi assassinato. Un fatto che, anche per le circostanze che lo accompagnarono, ha scavato una ferita ancora oggi aperta nella storia del nostro Paese. Raccolta di ricordi, episodi e gesti, "Un uomo così" è un ritratto intimo e commovente di un uomo, suo padre, di cui Agnese Moro narra il lato domestico e privato. Accanto allo statista, e al simbolo dolente degli anni più difficili e tragici del nostro Paese, trova così spazio l'uomo, il padre, il marito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "India. The Modi factor"
Editore: Ledizioni
Autore:
Pagine: 144
Ean: 9788867057061
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Introduzione di Paolo Magri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per salute e per giustizia. Come solo politica e scienza possono salvare il Servizio Sanitario Nazionale e perché è così difficile farlo"
Editore: Edizioni LSWR
Autore: Lorenzin Beatrice
Pagine: 101
Ean: 9788868956691
Prezzo: € 11.90

Descrizione:"Il mondo è piatto, caldo e affollato", dice l'opinion leader americano Thomas Friedman, e per evitare il caos non vi è alternativa che cercare di governarlo. Nei cinque anni da Ministro della Salute è quel che ha fatto Beatrice Lorenzin, battendosi per ricucire lo strappo tra scienza, società civile e politica. Consentendo al nostro Servizio Sanitario Nazionale di reggere all'urto dei venti di una "tempesta perfetta". Quella che si profila all'orizzonte, generata dal doppio impatto dei costi conseguenti all'invecchiamento della popolazione e all'innovazione bio-medicale. Ma per vincere la sfida servirà il contributo della stessa innovazione, oltre che maggiore appropriatezza, riforma dei ticket, nuovo Piano anti liste d'attesa, lotta alle inefficienze e altre azioni contenute nel decalogo "anticrisi" proposto da Beatrice Lorenzin. Che spiega anche come offrire agli italiani un'Assicurazione pubblica gratuita per le cure odontoiatriche. Prefazione di Sir Muir Gray.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Così va il mondo"
Editore: Piemme
Autore: Chomsky Noam, Barsamian David, Naiman Arthur
Pagine: 508
Ean: 9788868368777
Prezzo: € 12.90

Descrizione:Nessun popolo lo ha eletto, non vi è stata alcuna votazione democratica in alcun parlamento. Ma un consesso di oligarchi si è sostanzialmente autonominato Senato del mondo in base al censo e alla classe sociale. Il ruolo del popolo è più o meno di ratificare, attraverso quello che si è ridotto a un rito formale - le elezioni -, decisioni già prese e comunque separate dalle politiche economiche, che si muovono su binari diversi dalla politica vera e propria. Noam Chomsky è un acuto conoscitore delle dinamiche del potere, e un infallibile premonitore dei mali che affliggono le società occidentali. Quasi trent'anni fa aveva predetto il disastro della speculazione finanziaria, che negli anni ha sostituito l'economia di investimento, e il progressivo sgretolamento delle democrazie da parte delle ricche élite che più di tutto odiano essere intralciate da istanze sociali. Queste pagine rappresentano una sorta di "viaggio illuminante" nella società, nei media e nelle stanze del potere di un sistema che rischia di trovare la sua prima ragion d'essere nel metodo di spartizione del bottino fra potentati economici e conniventi politici. Demolitore delle ipocrisie del politicamente corretto, Chomsky è stabilmente nella lista dei dieci autori più citati di sempre (in compagnia di Shakespeare e di Aristotele, di Marx e della Bibbia), ma benché sia trattato come un'autentica celebrità in Europa e sia senza dubbio un critico sociale di enorme valore, appare l'equivalente moderno dei profeti del Vecchio Testamento: gli si addice il detto "nessuno è profeta in patria". Eppure le sue analisi e previsioni si rivelano quasi sempre sorprendentemente esatte. Per questo, per capire come va il mondo, per capirlo davvero, è bene partire da Noam Chomsky.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovanni Gronchi e la politica estera italiana (1955-1962). Atti del Convegno di studi (Pontedera, 13-14 novembre 2015)"
Editore: Pacini Editore
Autore:
Pagine: 256
Ean: 9788869953408
Prezzo: € 19.50

Descrizione:La collana La Collana Tommaso Fanfani è stata voluta dalla Fondazione Piaggio per ricordare Questo volume, il secondo della collana, raccoglie gli atti del Convegno di studi che è stato organizzato il 13-14 Novembre 2015 dal Centro "Giovanni Gronchi" per lo studio del movimento cattolico, dal Comune di Pontedera e dalla Fondazione Piaggio e che si è svolto nell'Auditorium della Fondazione Piaggio e presso la Biblioteca comunale di Pontedera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "18 aprile 1948. La Puglia al voto"
Editore: Pacini Editore
Autore: Vetta Valerio
Pagine: 229
Ean: 9788869952166
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Per molto tempo la storiografia ha interpretato l'esito delle prime elezioni politiche di età repubblicana con la paura del comunismo e con la confessionalità cattolica. In linea con le più recenti suggestioni scientifiche, lo studio di caso sulla Puglia offre un quadro articolato delle motivazioni del voto che svela il peso avuto in esso, oltre che dalle emozioni, dalle appartenenze ideologiche e da quelle religiose, anche dalle opinioni, dalle pratiche clientelari e soprattutto dagli interessi. La ricerca, condotta su fonti documentali, a stampa e audiovisive, prende in esame le territorialità pugliesi, lo svolgimento della campagna elettorale in ciascuna di esse, la geografia regionale del voto e le biografie di coloro che furono eletti in Parlamento per analizzare chi ha votato chi, e il perché.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU