Articoli religiosi

Libri - Antropologia Sociale, Culturale Ed Etnografica



Titolo: "Ricordi e desiderio"
Editore: Mimesis
Autore: Bevacqua Stefano
Pagine: 287
Ean: 9788857547282
Prezzo: € 28.00

Descrizione:È possibile coniugare la riflessione filosofica, almeno quella che si interroga sull'uomo, e le neuroscienze, almeno quando ammettono l'irripetibile complessità del pensiero? È il tentativo portato avanti in queste pagine, seguendo un percorso che prende avvio da Leopardi e si snoda lungo gran parte del pensiero occidentale, facendo dialogare filosofia, antropologia, psicanalisi, neuropsicologia e neurofisiologia. La ricognizione è svolta partendo dal presupposto che il mondo delle neuroscienze e quello della filosofia possano mutualmente arricchirsi, a condizione di ammettere che l'anima di ogni individuo sia costituita dal suo vissuto di emozioni e memoria (come attualizzazione dei ricordi ricordati) e dal desiderio (come ricerca dell'alterità fondamentale), ma anche dal suo cervello, dai neuroni e dalle connessioni che lo compongono e che ne costituiscono l'infinita profondità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dialettica del diverso. Marxismo e antropologia in Luciano Parinetto"
Editore: Mimesis
Autore: Bellini Manuele
Pagine: 185
Ean: 9788857547879
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La filosofia "eretica" di Luciano Parinetto (Brescia 1934-Chiari 2001), docente di Filosofia morale alla Statale di Milano, vede in Marx un'utopia della sensibilità ("Sinnlichkeif") ben distante dal "sistema" del materialismo dialettico, che di Marx faceva il profeta del movimento operaio, concepito come un corpo unico da guidare verso la rivoluzione socialista. Parinetto rileva, invece, nel filosofo di Treviri, il valore del singolo (e ne parla con echi kierkegaardiani), la cui diversità è il potenziale grimaldello per l'emancipazione dell'umano. E il singolo, se si risale alle fonti rimosse del pensiero dialettico marxiano (come a Rousseau, a Lessing o alla tradizione alchemica), non è affatto un'essenza, ma un divenire: non ha una natura propria (che farebbe "pendent" con la fissità ontologica borghese), ma è un orizzonte di possibilità tutte aperte (che, per converso, i socialismi reali hanno cristallizzato in un tipo antropologico cui adeguarsi). Di qui l'attenzione per la stregoneria: la strega è un concetto metamorfico che surdetermina tutte le minoranze culturali, tutte le diversità perseguitate a partire dall'età moderna (dagli indios americani ai contadini tedeschi, dagli ebrei alle donne agli omosessuali), nelle quali Parinetto (cui peraltro si deve l'impulso ai Gender Studies e l'influenza su Mieli) individua l'esibizione della dialettica e, d'altronde, nella dialettica vede la chiave di lettura della diversità. Del resto la strega, che è errante nei nomi e nei luoghi, la notte emigra nel Sabba, luogo del desiderio, e per questo si fa portatrice dell'utopia di un totalmente altro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dal leviatano al drago. Mostri marini e zoologia antica tra Grecia e Levante"
Editore: Il Mulino
Autore: Angelini Anna
Pagine: 268
Ean: 9788815278142
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Prototipo del mostro acquatico nell'immaginario occidentale, fonte di ispirazione per filosofi e romanzieri, il Leviatano biblico è il punto di partenza per una indagine originale volta ad analizzare, in un confronto fra tradizioni classiche, ebraiche e cristiane, il sapere degli antichi in merito a draghi e mostri marini. Queste creature fantastiche, che presentano tratti comuni nelle diverse culture di area semitica e mediterranea, rivestono forti significati simbolici, impersonando il caos, l'avversario contro cui lotta la divinità. Nella tradizione cristiana sarà sotto le sembianze del drago che il diavolo si dedicherà a infestare la vita dei cristiani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pesci fuor d'acqua. Per un'antropologia critica degli immaginari sociali"
Editore: ETS
Autore: Pezzano Giacomo
Pagine: 270
Ean: 9788846750709
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Perché le nostre vite, a livello individuale come collettivo, sembrano oscillare continuamente tra situazioni di full immersion e momenti di "risveglio", talora anche brusco? Come mai i rapporti con tutto ciò che ci circonda sembrano essere ora importanti come l'aria che respiriamo, ora qualcosa di soffocante da cui liberarsi? In che modo ci facciamo un'idea e un'opinione di ciò che accade intorno a noi, ma anche un'immagine e un'impressione? Per quali ragioni - ancora - in certi momenti giungiamo a non poterne più del mondo in cui viviamo o della società in cui ci troviamo? Per rispondere a simili domande e - prima ancora - comprenderne il senso, questo studio fa dialogare filosofia, scienze della natura, antropologia, sociologia critica e pensiero economico attraverso il concetto di "immaginario sociale". Il problema generale che viene affrontato è quello della natura umana, concepita non in chiave sostantiva ed essenzialista, ma con attenzione al complesso di aspetti che il concetto di "natura" porta con sé e su cui la contemporaneità si interroga. Il percorso si divide in due parti. La prima si concentra sull'elaborazione dei presupposti antropologico-filosofici che fanno da sfondo alla seconda, delineando alcuni tratti fondamentali, a livello biologico come simbolico, della natura umana (quali apertura generica, mediatezza e relazionalità) e definendo l'importanza e le caratteristiche degli immaginari sociali. La seconda si rivolge all'applicazione di tutti questi elementi all'analisi della società contemporanea, occidentale ed europea in particolare, descrivendo criticamente alcuni tratti centrali della cosiddetta "società neoliberale", con particolare attenzione agli aspetti antropologico-filosofici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Iustitia et pax osculatae sunt. La giustizia come fonte o garante di pace nelle scienze umanistiche"
Editore: Bononia University Press
Autore:
Pagine: 200
Ean: 9788869233128
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"Giustizia e pace si baciano" recita un celebre versetto salmodico, a testimoniarci l'antichità di questo legame concettuale, tanto radicato nella nostra cultura da divenire quasi ovvio: forse è questa la ragione per cui l'uomo tende a dimenticarlo e a porlo di frequente in discussione; mai quanto oggi, infatti, la riflessione in proposito appare tanto urgente e attuale. Una riflessione che, tuttavia, può spaziare ben oltre i limiti giurisprudenziali cui è solitamente confinata, toccando le corde meno ovvie ma non per questo meno proficue delle scienze umanistiche. È così che interpellando la storia e la filosofia classica, l'iconografia, la letteratura e filosofia moderna e contemporanea e la sociologia, ci si è accorti di quanto endemica sia nella cultura europea la meditazione su questa liaison, tutt'altro che solo poetica; e d'altronde che anche le culture extraeuropee sono tutt'altro che insensibili al tema e anzi appaiono a noi molto più prossime di quanto si immagini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cultura materiale. Oggetti, immaginari, desideri in viaggio tra mondi"
Editore: Cortina Raffaello
Autore:
Pagine: 336
Ean: 9788832850154
Prezzo: € 26.00

Descrizione:"Cultura materiale" ricostruisce i punti salienti di un dibattito classico all'interno della storia dell'antropologia. Qual è il rapporto tra l'uomo e l'infinito numero di oggetti che compongono la sua vita quotidiana? Cosa trasforma un oggetto in oggetto d'arte, simbolo identitario, strumento di potere, mezzo di distinzione sociale, ricettacolo di memoria, oggetto di valore o oggetto senza valore pronto per essere gettato via? Come la cultura e le relazioni tra uomini prendono forma attraverso il mondo delle cose che ci circonda? Come la materialità si lega con il campo dell'immaginario e dell'azione sociale? Questi e altri interrogativi compongono il campo di studi sulla cultura materiale, che qui ci portano ad analizzare la passione coloniale per il collezionismo dell'esotico, i culti cargo, i processi di mercificazione in Tanzania, la globalizzazione del sushi, l'arte dei nativi australiani o, ancora, la sfrenata passione per la Coca-Cola nella ex Germania dell'Est.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tre lezioni sulla dignità della vita umana"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Robert Spaemann
Pagine: 72
Ean: 9788867089208
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Che cosa rende ogni essere umano unico e irripetibile? Che cosa gli appartiene così intrinsecamente che niente e nessuno potrà mai strapparglielo? Che cos'è e come può essere definita la dignità di una persona? Esiste una morte «dignitosa»? Intorno a queste e ad altre domande sulla vita umana, la modernità appare lontana dalla religione, quando non in aperto dissidio con la sua morale. Eppure, scrive Spaemann, «la dignità non è una qualità biologica dell'uomo. La dignità è il fondamento dell'uomo, spiega l'esistenza di diritti e doveri, della libertà e della responsabilità. La dignità ha in sé qualcosa di trascendente, di sacro, di religioso, perché solo "rappresentando" l'Assoluto l'essere umano possiede ciò che chiamiamo "dignità"». Dal «diritto» di morire all'esistenza dell'anima, dal legame dell'amicizia alla dimensione della felicità, dall'amore alla sessualità, Spaemann sottopone la modernità a una critica paziente, stimolante, costruttiva, andando al fondo della ricerca di senso che tocca tutti noi, con un linguaggio di encomiabile limpidezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ragione umanitaria. Una storia morale del presente"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Fassin Didier
Pagine: 308
Ean: 9788865482216
Prezzo: € 25.00

Descrizione:I sentimenti morali sono diventati uno strumento politico fondamentale per rispondere ai disordini del mondo. Che si tratti di gestire poveri e rifugiati, di soccorrere vittime di catastrofi o di giustificare interventi militari, a dispiegarsi è sempre quel governo umanitario del quale Didier Fassin analizza le premesse, le tensioni e le contraddizioni. Dalla Francia al Sudafrica, dal Venezuela alla Palestina, l'autore esplora alcune scene globali in cui la ragione umanitaria è messa alla prova dalla disuguaglianza, dalla violenza, dal dolore. Emerge una nuova economia morale del mondo contemporaneo, della quale Didier Fassin propone una critica allo stesso tempo rispettosa dell'impegno delle figure coinvolte e capace di leggere con lucidità le questioni che le sovrastano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia segreta dei sogni"
Editore: Castelvecchi
Autore: Robert Moss
Pagine: 371
Ean: 9788832822953
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Per gli antichi Egizi era il momento della vita vera, il «risveglio». Per gli uomini-giaguaro dell'Amazzonia un'esperienza collettiva, attraverso la quale si accedeva a una vita parallela. Fonte di ispirazione nel campo della ricerca scientifica e artistica, o semplicemente guida nelle scelte quotidiane, i sogni hanno determinato alcune delle più importanti vicende umane. Questo libro sorprendente ci rivela come i sogni abbiano determinato il destino degli uomini e come la consapevolezza della realtà sognata possa aiutarci a comprendere noi stessi e a decidere il nostro futuro. Robert Moss, uno dei maggiori studiosi contemporanei del sogno, ci racconta le storie di grandi personaggi la cui vita è stata segnata dall'elemento onirico, dalla bellissima Lucrecia de León, le cui premonizioni decisero le scelte dei più potenti uomini di Spagna, all'affascinante corrispondenza tra Carl Jung e Wolfgang Pauli, passando per gli incredibili episodi che hanno scandito le vite di Mark Twain, Giovanna d'Arco, Winston Churchill e molti altri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imprevedibili istanti di felicità"
Editore: Rizzoli
Autore: Héritier Françoise
Pagine: 155
Ean: 9788817101813
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Cosa fa di noi le persone che siamo? Quali sono le sensazioni, le emozioni che costituiscono l'impalcatura e la materia prima della nostra esistenza? Per Françoise Héritier esiste, in ciascuno di noi, un mondo prezioso da custodire e difendere: una zona di luce fatta di emozioni semplici e fugaci che accendono il nostro sguardo e ci tolgono il respiro, sorprendendoci di continuo. Lì è celata la bellezza delle piccole gioie quotidiane, che nei ricordi si confondono l'una con l'altra: un bel giro di valzer, la discussione con un professore, le caramelle al bergamotto di Nancy, l'offesa irreparabile di un amico, le grandi eroine di Almodóvar, una dichiarazione d'amore sotto la pioggia. Riprendendo il filo del Sale della vita, l'autrice torna a riflettere sull'essenza della vita, nelle sue insondabili e più imprevedibili declinazioni. Lo fa con l'ironia e la finezza dei grandi intellettuali, con la forza di chi ha vissuto la malattia, addentrandosi dove il buio è più fitto con i passi leggeri di chi ha capito quanto sia fragile, ma pervicace, la felicità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La scimmia nuda"
Editore: Bompiani
Autore: Morris Desmond
Pagine: 256
Ean: 9788845297465
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Desmond Morris, zoologo famoso per avere studiato a lungo le scimmie, in questo libro divertente, sconvolgente e al tempo stesso rigorosamente scientifico, si è occupato di uno degli animali più complessi e interessanti: l'uomo. Lo ha studiato in quanto scimmia e cioè come l'unico, tra le centonovantatré specie di scimmie, a essere sprovvisto di peli. Nudo, appunto. Per quanto cerchi di ignorare l'eredità del passato, l'uomo rimane essenzialmente un primate, una scimmia in crisi, che segue nella vita sessuale e sociale i modelli di comportamento fissati dai suoi antenati scimmioni cacciatori. Così attraverso l'indagine delle abitudini alimentari, sessuali, o delle relazioni con i propri simili, Morris ci restituisce un ritratto che fa riflettere e pensare. Un libro provocatorio che ha conosciuto nel mondo un immenso successo e che non smette di far discutere e sorridere. Da leggere oggi con una nuova "Prefazione" dell'autore per questa edizione speciale a cinquanta anni dalla prima.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettere ai genitori (1931-1942)"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Lévi-Strauss Claude
Pagine: 422
Ean: 9788842823667
Prezzo: € 37.00

Descrizione:Lévi-Strauss a Strasburgo, tra casse di libri, esperimenti con la Leica, film di Éjzenstejn e pièce di Brecht. Lévi-Strauss a Mont-de-Marsan tra insegnamento e Partito socialista. Lévi-Strauss nell'appartamento di New York, a due passi da quello dell'amico Breton, mentre osserva sul campo le mode esotiche dei newyorkesi. Lévi-Strauss, l'amicizia simbiotica con Alfred Métraux e gli scambi epistolari con Marcel Mauss. Lévi-Strauss e le serate alla scrivania, a comporre articoli e lettere ai genitori. Questo volume, curato da Monique Lévi-Strauss, raccoglie le lettere scritte dall'antropologo ai familiari tra il 1931 e il 1942 e rende pubblico l'uomo che si nascondeva dietro lo studioso, le fattezze intime dell'uomo grazie al quale quello studioso è esistito. Lo si osserva divorare e metabolizzare tutto ciò che gli incontri della vita gli offrono: la scuola etnologica di Franz Boas, la linguistica di Roman Jakobson. Lo si vede al ritorno dalla prima spedizione a sud, tra i Bororo e i Caduveo, e poi dalla missione sul Rio delle Amazzoni, dove ha scoperto le tribù incontattate del Mato Grosso. Lo si segue mentre mette a punto il metodo d'indagine strutturalista sui sistemi di parentela - mentre unisce vita e ricerca. Diario intimo, autoritratto di un'epoca, resoconto di una delle più straordinarie avventure intellettuali del Novecento: soprattutto, "Lettere ai genitori" è uno strumento unico per chi sappia cogliere, tra i bagliori improvvisi che si sprigionano dalla corrispondenza familiare, il modo in cui i miti di Lévi-Strauss sono diventati pensiero a sua insaputa; e da lì sono partiti per rivoluzionare il mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teoria e prassi dello spazio in India"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 185
Ean: 9788857529806
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il volume raccoglie una serie di contributi che, ricorrendo al comune tema dello spazio, indagano molteplici e variegati aspetti della cultura indiana. Lo spazio, quale risultato dell'attività mentale volta a ordinare, rappresentare, interpretare e orientare la realtà sensibile e metafisica, si dimostra uno strumento euristico straordinariamente duttile per esplorare la disarmante ricchezza della civiltà indiana. Lo spazio è, infatti, investito da valenze qualitative che lo rendono diversamente significante agli individui ed è proprio questa sua capacità di tradurre i presupposti sociali e ideologici che governano l'esistenza materiale e simbolica nelle diverse società a determinare l'attenzione e l'interesse antropologici nei suoi confronti. Oltre a essere la cornice entro cui gli individui organizzano, ordinano e rendono significante la propria quotidianità, nello spazio si trovano rappresentate le relazioni sociali, le coordinate morali, i rapporti fra generi, le idee relative all'ambito religioso e sovrannaturale e gli orientamenti estetici. Lo spazio conserva le tracce mnestiche, rappresenta i rapporti di potere, le gerarchie sociali, le genealogie dei popoli, traduce i flussi migratori, mette in scena le ideologie politiche e le relazioni con la realtà metafisica e trascendente. Diversamente connotato e codificato nelle differenti culture, esso non si limita a dar forma e a tradurre plasticamente i presupposti sociali e ideologici, ma se ne fa garante forgiando, indirizzando ed esercitando una funzione, per così dire, predittiva nei confronti dell'agire umano. Tale complesso sistema di reciproche influenze tra la sfera umana e quella spaziale, applicato all'area culturale indiana, costituisce il contenuto dei saggi di cui si compone il presente volume, che, oltre a offrire una prospettiva multidisciplinare all'analisi dello spazio, introduce nuove e inedite prospettive allo studio e all'analisi della civiltà indiana antica e contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ecity. Antropologia della tecnica"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Martone Antonio
Pagine:
Ean: 9788849854084
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il volume elabora uno sguardo sul politico sostenuto da una visione storico-antropologica. Esso descrive la trasformazione degli individui moderni fino alle soggettività globalizzate. Il mondo contemporaneo - che l'autore identifica con la città elettronica (ecity) -, immerso nella tecno-scienza e retto dalla sovranità delle organizzazioni politico-finanziarie internazionali, appare scosso da un dinamismo vorticoso che attraversa i singoli spazi del mondo tendendo ad uniformarli, cancellandone le differenze e le peculiarità. Lo scopo ultimo della ecity è il distacco integrale da culture e identità, sia individuali sia collettive, oltre che l'erosione di facoltà imprescindibili dell'umano, quali la memoria e l'attesa progettuale: si può affermare che l'iper-tecnologizzazione abbia stretto una "sacra alleanza" con il turbo-capitalismo e spinga verso il completo sradicamento dell'umano da se stesso. Ciò che rimane è - appunto - la ecity globalizzata nella sua luccicante presenza nichilistica. In questo orizzonte, qual è lo stato di salute dell'homo democraticus e quali risorse è possibile mobilitare oggi per investire, nonostante tutto, sul suo futuro?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La regina di Saba e altri saggi etiopi"
Editore: Tipheret
Autore: Bianchini Luigi Maria, Chiaretti Angelo, Loffreda Pierpaolo
Pagine: 76
Ean: 9788864963846
Prezzo: € 10.00

Descrizione:I saggi pubblicati in questa raccolta rappresentano gli interventi del Convegno Antropologando, il nono, che, a Pesaro, prosegue la ricerca relativa ai comportamenti dell'uomo nel corso dei millenni o, potremmo dire, nei milioni d'anni, attraverso i simboli, praticamente immutabili, di favole, miti e leggende. Numerosissime le interpretazioni e le equivalenze dei comportamenti nelle diverse parti del mondo. Questa volta il soggetto scelto è stato l'Etiopia e i miti ad essa legati, dalla regina di Saba alla ricerca dell'Arca, passando per il Sommo poeta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Schiudere soglie. Vie per la salute e la conoscenza"
Editore:
Autore: Coppo Piero, Girelli Laura
Pagine:
Ean: 9788897206118
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia (2017)"
Editore: Ledizioni
Autore:
Pagine: 216
Ean: 9788867057238
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Antropologia, rivista semestrale, dibatte temi e oggetti cruciali per l'antropologia contemporanea in numeri monografici e numeri di articoli liberamente proposti dai singoli autori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia e letteratura"
Editore: Sellerio Editore Palermo
Autore: Buttitta Antonino, Buttitta Emanuele
Pagine: 243
Ean: 9788838937248
Prezzo: € 18.00

Descrizione:«Lo scrittore, cercando l'uomo, trova gli uomini; l'antropologo, ma anche il sociologo, lo storico, etc., osservando gli uomini, troppo spesso perdono l'uomo. Il mondo si trasforma in un regno di astrazioni quantitative. I vivi e i morti si contano in numeri e dispare quanto di attese e passioni, gioia e pena, sostanzia e rende reale la loro esistenza. Si perde insomma l'identità e si dissolve la tensione invisibile che, pur occultandosi nei loro atti, di fatto li anima e li fa vivere. Si tratta però di rare eccezioni. Quale antropologo, ma anche sociologo, storico ha restituito la società russa o centro e sudamericana, di un preciso tempo, come Gògol e Tolstoj, Carpentier e García Márquez? Nel generale dissenso ho spesso affermato che gli uomini non producono e consumano cose ma simboli. È questo il segreto inarrivabile della loro specificità in quanto umani. Resta da capire che cosa è il simbolo» (A. Buttitta). Sono raccolti in questo libro (l'ultimo del grande antropologo ideato insieme al figlio Emanuele) gli scritti di Antonino Buttitta sul tema che maggiormente lo ha appassionato e interpellato negli ultimi anni: il rapporto tra antropologia e letteratura, ovvero come gli umani raccontano di sé, ovvero come provano a vincere la morte. Un interesse in cui si esprimeva l'immenso, ironico e tollerante, scettico e simpatetico amore che lui sentiva per tutte le manifestazioni del vivere. Realizzato attraverso la capacità di spaziare nella cultura e nelle culture con acutezza e invenzione, e "cercare connessioni tra cose tra loro lontanissime" (Vico). E, dunque, "un libro che testimonia - scrive il figlio Emanuele - la sua ricerca di senso, per tutta la vita, nella letteratura". Questo "Antropologia e letteratura" è il primo volume pubblicato dopo la morte di Antonino Buttitta nella collana da lui fondata e diretta per oltre quarant'anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Magia e medicina"
Editore:
Autore: Massimiliano Troiani
Pagine: 128
Ean: 9788869292989
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Queste fotografie sono appunti di viaggio tra i sentieri nel territorio della malattia, che in Africa è sospeso tra la medicina tradizionale, con i suoi riti sacri, e la medicina scientifica, con i suoi gesti laici. Una galleria di sguardi che cerca di scoprire la grazia e la bellezza (intese come forze) custodite nello sguardo del malato, che si muove in una scena di segni contrastanti: l'antibiotico e le erbe medicinali, il dispensario e la stanza degli spiriti, l'infermiera e lo sciamano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uomo e le sue vicissitudini"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Roberto Gallinaro
Pagine: 320
Ean: 9788868795559
Prezzo: € 20.00

Descrizione:«Questo libro persegue un obiettivo preciso, consistente nel ritessere i legami della filosofia cristiana con altri saperi al fine di rilanciare il fuoco della riflessione occidentale che è la persona umana, concetto debitore senz'altro del lungo e intrecciato dibattito filosofico-teologico nato e sviluppatosi grazie al cristianesimo. Nel dialogo costante con al teologia, questa prospettiva filosofica suggerisce precisamente una ulteriore possibilità di riflessione per conoscere più approfonditamente il contesto e le condizioni atte alla mobilitazione pastorale di una chiesa in uscita, come Papa Francesco ha insegnato fin dall'inizio del suo pontificato». Vicissitudini umane, accadimenti storici e scoperte scientifiche degli ultimi decenni sentenziano inesorabilmente che l'uomo è un essere provvisorio in confronto all'evoluzione dell'universo in cui vive e alla storia biologica di cui è partecipe. Intanto indaga su se stesso, interpreta e inventa vita. La "persona umana" non si arrende all'incertezza e non si consegna ai labirinti del provvisorio. Il volume entra in dialogo con ciò che l'uomo dice di se stesso in tempo di crisi, mentre rivolge attenzione all'antropologia filosofica classica, saggiandone la consistenza e la fondatezza dell'offerta ancora per la contemporaneità. Un viaggio, insomma, per continuare a pensare e sperare fra passato e futuro per riproporre un presente più ricco di senso, a pensare e pensarsi come protagonisti delle proprie vite, alla ricerca di un orizzonte stabile per l'esistenza personale e delle comunità umane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia medica. Forme e movimento nel corpo umano"
Editore:
Autore: Basili Andrea
Pagine: 144
Ean: 9788897206415
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Parlare del corpo, del nostro corpo umano significa, oggi, tratteggiare un meraviglioso meccanismo. Il compito dei ricercatori è quello di imparare a muoversi in esso. Il corpo diviene il teatro di ogni avvenimento. Ogni avvenimento viene costretto nella logica di causa ed effetto propria della meccanica. In tal modo e, sempre più velocemente, il corpo è divenuto l'unica dimensione dell'esistenza. Il corpo diviene quindi nelle nostre mani uno strumento. Tale strumento ha perso, in tale modo, la partitura con cui fu composto e di conseguenza anche la musica che avrebbe dovuto o potuto suonare. La scienza spirituale, rinnovata in forme moderne, può indicare, a chi lo vuole vedere, che invece la partitura è lì, disegnata sui rapporti tra forme e movimenti delle forme. Ogni movimento genera una forma e le forme originano da movimenti giunti allo stato di quiete. I movimenti a loro volta sono espressione di esseri, alcuni sono conosciuti dalla Scienza dello spirito, come operanti da un dimensione dove la materia non ha accesso. Esseri quindi spirituali a cui la nostra vita è intessuta e la nostra origine è comune alla loro. Tutta questa conoscenza può da noi essere compresa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sulla via del mito"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Joseph Campbell
Pagine: 154
Ean: 9788867086801
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Autore di testi fondamentali come L'eroe dai mille volti, durante la sua lunga carriera Joseph Campbell ha accolto con piacere ogni occasione gli fosse offerta per comunicare la propria visione dei miti, la sua vera passione: oltre a scrivere, ha tenuto lezioni e seminari e ha accettato con entusiasmo di essere intervistato. Il piacere di parlare con persone che condividevano i suoi stessi interessi e di esplorare insieme «il passato dell'umanità, saggiandone le profondità più oscure ed elevandosi alle altezze più gloriose» è quello che si respira in questa lunga conversazione «a puntate» con Michael Toms. Al centro di tutto ci sono ovviamente gli studi compiuti da Campbell fin dagli anni '20, spaziando dalla cultura dei nativi americani alla spiritualità orientale, dallo sciamanesimo alle religioni occidentali. Per lui la mitologia ha prima di tutto «la funzione di risvegliare e preservare nell'individuo un senso di meraviglia e di partecipazione al mistero di questo universo, decisamente imperscrutabile», ed è per questo che riflessioni più specifiche lasciano spesso spazio ad apparenti «divagazioni» che parlano della natura profonda dell'uomo, del suo bisogno di miti, della sua vocazione più autentica e del suo avvenire nel mondo. Attraverso un appassionato confronto di idee in questo libro viene delineandosi «un emozionante e visionario viaggio nel futuro, con una guida sapiente che faceva uso delle mappe del passato per illuminare il cammino». E una grandiosa celebrazione dello spirito umano e della vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Momenti di felicità"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Augé Marc
Pagine: 114
Ean: 9788860309679
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il piacere di incontrare un viso, un paesaggio, un libro, un film, una canzone, l'emozione del ritorno o della prima volta: sono impressioni fugaci, momenti di felicità concessi a tutti, indipendentemente da origini, cultura, sesso. Spesso arrivano improvvisi, in situazioni dove nulla sembrerebbe favorirli: nondimeno esistono e resistono, contro venti e maree, al punto di abitare stabilmente la nostra memoria. Marc Augé esplora questi momenti di felicità, mescolando riflessioni e ricordi personali, con un piccolo cammeo dedicato ai canti e sapori d'Italia, delizioso omaggio ai piaceri dei sensi che il nostro paese gli ha sempre offerto e offre a chiunque sappia intenderli come forma di autentica cultura. Ma lo sguardo dell'antropologo si fissa anche sull'oggi, sui momenti felici che oppongono resistenza all'epoca presente, all'inquietudine e all'angoscia: momenti "di felicità nonostante tutto", perché nei periodi di incertezza avviene di norma che si vada in cerca di salvagenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' antico Egitto. Storia e scienza"
Editore: Priuli & Verlucca
Autore: Baima Bollone Pierluigi
Pagine: 367
Ean: 9788880688419
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Le domande che ci si pone di fronte ai misteri di una evolutissima civiltà millenaria sono innumerevoli. Pierluigi Baima Bollone prova a fornirci molte risposte e allo stesso tempo a delineare l'evoluzione della civiltà dell'Antico Egitto dalla Preistoria fino al suo declino. Accanto allo sviluppo del linguaggio scritto nelle sue diverse forme, alla scoperta del significato e delle chiavi di lettura nella prima metà dell'Ottocento, ai caratteri del pensiero, della religione, dell'arte e dell'architettura il testo introduce i risultati delle scienze biologiche moderne sui caratteri delle popolazioni della Valle del Nilo e del Delta. Ne chiarisce così la provenienza e gli spostamenti, attraverso gli studi dell'antropologia classica integrata dalle più recenti e attuali acquisizioni, basate sul DNA. In tal modo svela alcuni rapporti di parentela tra i membri delle dinastie faraoniche; chiarisce le tecniche di imbalsamazione; descrive alcune malattìe e cure ricevute in vita grazie a quella che fu certamente la Medicina più avanzata del mondo antico; illustra i risultati delle analisi per immagini delle mummie. In tale ambito suscita sorpresa e interesse la ricostruzione tridimensionale delle fisionomie di alcuni personaggi che, benché conservati nei sarcofagi e nei bendaggi, «rivivono» ai nostri occhi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La sfida si rinnova"
Editore: Cavinato
Autore: Pier Luigi Piras
Pagine: 312
Ean: 9788869825880
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il soggetto principale del libro è il nesso fra gli accadimenti di natura terroristica, da un lato, e la cultura, dall'altro lato. Il binomio fede/libertà viene qui assunto sia come nucleo di ogni vera cultura di popolo e sia come nucleo della tradizione vincente e allo stesso tempo della crisi dei paradigmi culturali dell'occidente e, ancora, come sentimenti sottesi agli avvenimenti che hanno caratterizzato il confronto fra il nord e il sud del mondo, ancor prima del crollo del muro di Berlino e perlomeno fin dalla fine degli anni sessanta, ma soprattutto dopo, quando finalmente poté riemergere il fondamento culturale identitario dei popoli. Fede e libertà come simboli, rispettivamente, della identità comunitaria e della razionalità moderna filosofica e politica. Fede e libertà che convivono sia nei paesi a più avanzato sviluppo capitalistico e sia in quelli economicamente e socialmente meno strutturati dal punto di vista tecnologico. Fede e libertà che si sfidano, da sempre nel mondo (ma in modo particolare dall'epoca illuministica in poi), presso tutti i popoli e nel cuore di ogni individuo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU