Articoli religiosi

Libri - Sociologia Del Lavoro



Titolo: "Storia del pensiero organizzativo"
Editore: Franco Angeli
Autore: Bonazzi Giuseppe
Pagine: 192
Ean: 9788846484376
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Il presente volume tratta la questione industriale, definita dagli assi portanti "tecnologia e consenso". Essa si apre con una lettura storicizzata di Taylor, prosegue con il dibattito sul superamento del taylorismo e la pluralità delle forme industriali, e giunge ai problemi posti oggi dall'ingresso nel cosiddetto post-fordismo. Nuova edizione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia del pensiero organizzativo"
Editore: Franco Angeli
Autore: Bonazzi Giuseppe
Pagine: 192
Ean: 9788846496454
Prezzo: € 23.50

Descrizione:La Questione organizzativa , affrontata in questo volume, è definita dall'asse decisioni e risorse. In essa dopo avere illustrato il contributo funzionalista, in particolare di Parsons, alla teoria organizzativa, si sottolinea la portata rivoluzionaria del modello di Simon. Si esaminano quindi gli sviluppi post-simoniani fino agli approcci culturalisti, all'economia dei costi di transazione, all'approccio ecologico alle organizzazioni e alla scuola neo-istituzionale. La vastità degli argomenti trattati, l'originalità dell'impianto, la chiarezza espositiva rendono l'opera di Bonazzi un testo di riferimento per chiunque si occupi di organizzazione del lavoro, problemi di impresa e processi decisionali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tempo sociale e neoliberismo. Velocità, competizione e nuove forme di alienazione"
Editore: Carocci
Autore: Valzania Andrea
Pagine: 120
Ean: 9788843084562
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Dopo avere introdotto le principali teorie sul tema, il volume affronta le profonde trasformazioni che hanno interessato il tempo sociale nel corso del Novecento, evidenziandone il legame indissolubile con il lavoro. L'avvento del neoliberismo, tuttavia, caratterizzato da processi di accelerazione e competizione senza precedenti, ha prodotto la crisi dei confini nei quali restavano inquadrate le più rigide temporalità moderne (lavoro e loisir, festività e non, giorno e notte). Tra le conseguenze più significative vi sono la presentificazione dell'esistenza, la deriva narcisistica delle relazioni e delle emozioni e il proliferare di nuove forme di alienazione. Di fronte a questi scenari, diventa necessario proporre una nuova teoria critica in grado di smascherare gli effetti patogeni sugli individui e di ipotizzare risposte se non di trasformazione - di resistenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' evoluzione del welfare aziendale in Italia. Con indagine Doxa 2016 per Edenred Italia"
Editore: Guerini Next
Autore:
Pagine: 165
Ean: 9788868961022
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'anno della svolta. È così che potremmo definire il 2016 per il welfare aziendale. Il cambiamento del quadro normativo, grazie alle novità introdotte nella Legge di Stabilità 2016, probabilmente ha sancito il passaggio da una fase "a macchia di leopardo" a una più consapevole e capillarmente diffusa. Nel libro si fa il punto rispetto ai cambiamenti intervenuti e alle opportunità che il nuovo contesto offre, alla luce non solo delle novità sul piano della norma, ma anche delle tendenze di fondo che soggiacciono alla crescita continua del welfare aziendale e che poggiano su un arco temporale più ampio. Punto di partenza, un quesito semplice e allo stesso tempo decisivo: perché cresce la domanda di welfare aziendale? Il libro, inoltre, presenta la terza edizione dell'indagine Doxa per Edenred sullo stato del welfare aziendale in Italia nel 2016. Un'indagine completa e focalizzata su molti aspetti del welfare aziendale che parte da un duplice quanto essenziale punto di vista: quello delle aziende e quello dei lavoratori. Una doppia e incrociata analisi che permette di valutare il fenomeno nel suo complesso e allo stesso tempo di evidenziare le differenze e le affinità di valutazione. Infine, un'analisi completa ed esaustiva del nuovo quadro legislativo e delle novità normative e fiscali del 2016.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Welfare aziendale e conciliazione. Proposte e esperienze dal mondo cooperativo"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 152
Ean: 9788815266637
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'attenzione per il welfare aziendale è in forte aumento in Italia. In particolare, la conciliazione fra i tempi di lavoro e i tempi per il privato è uno degli ambiti di intervento su cui ci si sta maggiormente concentrando: occorre individuare soluzioni che permettano di conciliare rispetto alla cura non solo dei figli minorenni, ma anche degli anziani. All'interno del processo di crescita del welfare aziendale, il mondo della cooperazione italiana sta giocando un ruolo importante sotto due punti di vista. Da un lato, le imprese cooperative in questi anni si sono caratterizzate per la crescente attenzione a pratiche di welfare aziendale per i propri soci e lavoratori. Dall'altro, il welfare aziendale rappresenta anche, per parte del mondo della cooperazione, un'opportunità di ampliare le attività e gli interlocutori a cui offrire servizi: in una fase di contrazione dei bilanci delle amministrazioni locali, sviluppare progetti assieme e per conto del mondo delle imprese rappresenta un'importante occasione. Prendendo le mosse da una ricerca promossa dalla Commissione Pari opportunità di Legacoop, basata sia su ricerche di studiosi e policy makers che da tempo si occupano di conciliazione e mercato del lavoro, sia sui risultati di un gruppo di lavoro composto da cooperative che hanno discusso assieme come migliorare il proprio sistema di intervento, il volume offre una visione d'insieme del ruolo della cooperazione nel campo della conciliazione e del welfare aziendale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Schiavi di un dio minore. Sfruttati, illusi, arrabbiati: storie dal mondo del lavoro di oggi. Con e-book"
Editore: UTET
Autore: Arduino Giovanni, Lipperini Loredana
Pagine: 158
Ean: 9788851134938
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Gli schiavi di un dio minore vivono tra noi, anche se non li vediamo, e rimangono tracce sui giornali: il trafiletto su un bracciante morto di stenti in un campo di raccolta, l'editoriale sui magazzinieri che collassano a fine turno. Quelli che invece vivono lontani sono ridotti a numeri, statistiche: il tasso di suicidi nelle aziende asiatiche dove si producono a poco prezzo i nostri nuovi device, la paga oraria delle operaie cinesi o bengalesi che rendono così economici i nostri vestiti. D'altra parte si sa, l 'abbattimento dei prezzi, senza intaccare i guadagni, si ottiene sacrificando i diritti e a volte la vita dei lavoratori, a Dacca come a Shenzhen o ad Andria. Ma non si tratta solo di delocalizzare o impiegare manodopera immigrata. La schiavitù si insinua nelle pieghe della modernità più smagliante: non c'è in fondo differenza tra i caporali dei braccianti e i braccialetti elettronici, i microchip, le telecamere e le cinture GPS, strumenti pensati per la sicurezza ma votati al controllo. Per non parlare della mania del feedback, del commento con le stellette, l'ossessione per il costumer care che mentre coccola il cliente dà un altro giro di vite alla condizione dei lavoratori. E dove manca il padrone, c'è lo schiavismo autoinflitto dei freelance, che sopravvivono al lordo delle tasse, senza ferie pagate, contributi, tempo libero. In questo libro, gli autori smascherano gli inganni del nostro tempo, in cui la vita lavorativa si fa ogni giorno più flessibile, liquida, arresa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Profili sociali della comunicazione di impresa. La classe creativa tra cultura e organizzazione"
Editore: Franco Angeli
Autore: Dalla Chiesa Nando
Pagine: 176
Ean: 9788820413484
Prezzo: € 22.50

Descrizione:Una comunicazione di impresa senza impresa e senza comunicazione. Da questo paradosso disciplinare prende le mosse il volume, che prova a scavare nel rapporto tra l'impresa concreta di ogni giorno e la sua comunicazione, a restituire corpo e radici a una funzione che molto spesso sembra librarsi in un vuoto di rapporti sociali, problemi gestionali e strategici, comportamenti professionali. Dare un senso storico alle varie forme di comunicazione, leggerle come proiezione di contesti organizzativi e professionali, intrecciare la funzione della comunicazione con le altre funzioni dell'impresa, valorizzare la dimensione socio-culturale del "marchio": sono questi alcuni dei principali obiettivi del libro. Nelle cui pagine prende forma e sostanza la classe creativa di impresa, composta di professioni e semiprofessioni diverse e legate a differenti retroterra organizzativi che le tecnologie e gli universi comunicativi in formazione sospingono verso nuovi scenari, in grado di sbaragliare il secondo paradosso sollevato dall'autore. Quello di una funzione da tutti ritenuta fondamentale e decisiva nella "società della comunicazione" ma in cui massiccio è stato il reclutamento fondato sulle "buone conoscenze" e sulle "belle presenze". Il libro è percorso da un'attenzione costante al rapporto tra impresa e società.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La divisione del lavoro sociale"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Durkheim Émile
Pagine: 420
Ean: 9788842822721
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Con "La divisione del lavoro sociale" il Saggiatore riporta in libreria la prima opera di Émile Durkheim, padre della sociologia. Al centro di questo grande classico c'è uno dei temi più dibattuti e fertili per gli studi sulla modernità: la relazione tra individui e collettività. La società moderna comporta una differenziazione estrema di funzioni e mestieri: come può mantenere la necessaria coerenza intellettuale e morale? E, in generale, come può un gruppo di individui costituire una società? le categorie che Durkheim ha forgiato per rispondere a questi interrogativi - dal concetto di coscienza collettiva alle distinzioni tra solidarietà meccanica e solidarietà organica, e tra società segmentarie e società in cui compare la distinzione del lavoro concorrono a delineare un innovativo punto di vista olistico sui fatti sociali: la sociologia si fonda sulla priorità del tutto sulle parti, e il sistema sociale è irriducibile alla somma dei suoi elementi. È l'individuo a nascere dalla società, non la società dagli individui, poiché l'individuo è espressione della collettività. Per Durkheim, dunque, la divisione del lavoro struttura tutta la società, e non può essere ridotta alla mera organizzazione tecnica o economica delle attività produttive, come sembrano credere gli economisti. La differenziazione sociale, fenomeno caratteristico delle società moderne, è la condizione creatrice della libertà individuale. Introduzione di Alessandro Pizzorno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro e diritti in Cina. Politiche sul lavoro e attivismo operaio nella fabbrica del mondo"
Editore: Il Mulino
Autore: Franceschini Ivan
Pagine: 188
Ean: 9788815263476
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Da almeno un paio di decenni "Cina" e "lavoro" rappresentano un binomio inscindibile agli occhi dell'opinione pubblica occidentale. Storie cinesi di stipendi da fame, incidenti sul posto di lavoro e scioperi appaiono regolarmente sulla stampa internazionale, contribuendo alla pessima reputazione di quella che è considerata la fabbrica del mondo. Eppure, oggi che la Cina ricopre un ruolo globale di primo piano, è più importante che mai abbandonare ogni retorica nel raccontare il mondo del lavoro cinese. Qual è il ruolo di Stato, sindacato e lavoratori in Cina? È vero che i migranti cinesi sono docili come si racconta? Come funziona il mondo delle ONG del lavoro? In questo volume, basato su un decennio di ricerca sul campo, Ivan Franceschini risponde a queste e ad altre domande, svelando una realtà sfaccettata in cui gli attori sociali svolgono ruoli complessi e contraddittori, sfuggendo a ogni stereotipo e semplificazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I contratti di rete. Pratiche di capitale sociale tra le imprese italiane"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 262
Ean: 9788815264398
Prezzo: € 26.00

Descrizione:La collaborazione tra imprese è un tema centrale per lo studio dei sistemi economici locali, in particolare in un contesto, come quello italiano, caratterizzato da un alto tasso di piccole e micro imprese. Il volume analizza storia, diffusione e significato di un nuovo strumento per l'aggregazione delle imprese: il contratto di rete. Ad una discussione sui dati relativi a distribuzione e caratteristiche dei contratti, gli autori affiancano l'analisi del ruolo degli attori coinvolti (istituzioni, associazioni, banche). I contratti di rete diventano così l'occasione per osservare le reti di imprese in Italia attraverso la lente della fiducia e del capitale sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutta colpa del lavoro"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Gesualdi Francesco
Pagine: 64
Ean: 9788830723733
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Piccola proposta alternativa di carattere economico: non più il lavoro come produttore di crescita ma come risposta ai bisogni. Solo un’economia basata sulla solidarietà può costruire una sostenibilità in cui equità e dignità siano possibili per tutti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il «disagio lavorativo». Mobbing, straining e stress lavoro-correlato nel rapporto di lavoro. Manuale teorico-pratico"
Editore: Ediesse
Autore: Tronati Bruno
Pagine: 313
Ean: 9788823020276
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Mentre il fenomeno del disagio lavorativo risulta in continua e forte crescita nelle aziende sia pubbliche sia private, su di esso si è andata invece registrando una progressiva e preoccupante caduta dell'attenzione generale. Sempre meno se ne discute nei convegni, non se ne occupano quasi più i mezzi di informazione e la stessa opinione pubblica sembra diventata pressoché indifferente. Tutto ciò mentre il mondo del lavoro in questi anni è cambiato profondamente e quasi sempre in peggio per la condizione dei lavoratori, con un corrispondente aumento anche delle patologie fisiche e psichiche correlate al disagio lavorativo. L'autore, studioso da sempre impegnato su queste tematiche, in questo nuovo volume amplia e approfondisce la trattazione della materia, soprattutto aggiornandola sulla base della mutata realtà e dei numerosi innovativi sviluppi normativi, giurisprudenziali e dottrinali avutisi in questi ultimi anni. Vengono inoltre riportati nel volume degli utilissimi "Quadri riassuntivi" delle varie partizioni del testo, che hanno peraltro una propria valenza autonoma in quanto, letti in successione, costituiscono essi stessi un testo più snello, adatto in particolare ai lavoratori per riconoscere il mobbing, lo straining e lo stress lavoro-correlato e sapere come comportarsi. Testo d'altra parte utile agli stessi "addetti ai lavori" per una ricapitolazione veloce della materia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Trasformazioni del lavoro e percorsi di mobilità. Dal successo inatteso al successo difficile"
Editore: Franco Angeli
Autore: Valzania Andrea
Pagine: 128
Ean: 9788891741691
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Il volume presenta una fotografia delle principali trasformazioni che hanno interessato il lavoro nel corso del Novecento, con una particolare attenzione ai mutamenti più recenti (smaterializzazione, soggettivazione e flessibilità del lavoro) e ai cambiamenti prodotti nella società (con la fine della centralità del lavoro salariato di stampo fordista e la nascita di nuove figure). In questo quadro, sono poi analizzati i percorsi di successo lavorativo e di mobilità sociale mettendo a confronto una generazione di lavoratori nata e cresciuta nel campo fordista e i due soggetti sociali (le giovani generazioni e gli immigrati stranieri), nati e cresciuti invece in epoca globale e direttamente interessati dalla flessibilità e dalla atipicità contrattuale, dal lavoro sommerso e dalla difficile ricerca di una integrazione nel territorio di arrivo. Il confronto, effettuato attraverso l'analisi della letteratura specializzata e l'utilizzo di alcune ricerche empiriche, evidenzia le forti differenze di campo esistenti, approfondendo le numerose difficoltà incontrate da coloro che entrano oggi nel mercato del lavoro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto all'ozio. Testo francese a fronte"
Editore: La Vita Felice
Autore: Lafargue Paul
Pagine: 121
Ean: 9788893460248
Prezzo: € 10.50

Descrizione:Pubblicato sotto forma di articoli per la rivista "L'Égalité", nel 1880, "Il diritto all'ozio" non è solo un'apologia della disponibilità e dell'ozio, ma si tratta di una requisitoria a favore del "diritto al tempo libero". Il pamphlet è un esempio del gusto per il paradosso di Lafargue, già notato da Jaurès e Gabriel Deville, che ricordano "il primo discorso alla Camera del deputato del Nord e le sue vane avances ad Abert de Mun". Lafargue contrappone violentemente e come per partito preso l'ozio al lavoro e non si perita di affermare che l'eccessivo lavoro cui il proletariato si è dato agli inizi del XIX secolo è "il peggior flagello che abbia mai colpito l'umanità". Ciò che maggiormente anima il pamphlet è l'essere costellato di ritratti caricaturali, alcuni riferentisi a realtà collettive, altri a individui. A ciascuno il suo. Introduzione di Armando Torno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Innovare i servizi per il lavoro: tra il dire e il mare. Apprendere dalle migliori pratiche internazionali"
Editore: Franco Angeli
Autore: Bresciani P. Giovanni, Sartori Alessandra
Pagine: 220
Ean: 9788891728746
Prezzo: € 29.00

Descrizione:La crisi che tuttora attraversa l'Europa pone i diversi Paesi e i loro sistemi di servizi per il lavoro di fronte a sfide inedite. Anche in ragione di ciò, in questi anni molti Paesi europei hanno affrontato processi di trasformazione decisivi. Gli assi della trasformazione hanno riguardato la mission del sistema e la gamma degli utenti-target, l'architettura istituzionale e la governance, il rapporto tra job centre pubblici e agenzie private, i modelli di business, il portafoglio dei servizi, l'organizzazione delle strutture e il ruolo degli operatori, le metodologie di "profilazione" dei destinatari, il processo di accompagnamento degli utenti e le regole di ingaggio (la "condizionalità"), il rapporto con le imprese, l'utilizzo delle nuove tecnologie. Si tratta, evidentemente, di temi cruciali anche per la nuova riforma dei servizi per il lavoro in atto nel nostro Paese. Per questo, apprendere dalle migliori pratiche costituisce allo stesso tempo un principio etico, un'esigenza strategica e un obiettivo concreto per tutti coloro che sono impegnati, ai diversi livelli e con ruoli diversi, nel processo di innovazione. Il volume presenta i risultati di una ricognizione ampia e documentata in ambito europeo e internazionale. Il volume si propone di integrare prospettiva politico-istituzionale e approccio giuslavoristico, prospettiva organizzativo-manageriale e approccio professionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un lavoro su misura. Disabilità e disidentità"
Editore: Franco Angeli
Autore: Adorni Daniela, Balestrieri Katia
Pagine: 154
Ean: 9788891727091
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Questo libro nasce dalla consapevolezza di essere alla fine di un'epoca e di assistere al declino di una certa cultura del lavoro. Lungi dall'essere una nostalgica retrospettiva di un ventennio al capolinea, vuole preservare e valorizzare quanto di ciò che è stato può, e anzi dovrebbe, costituire una risorsa per affrontare al meglio le sfide future. Viene raccontata la precarietà di un'istituzione, quella dei servizi pubblici al lavoro, che si riverbera nell'identità di ruolo degli operatori. La scommessa raccolta è quella di interiorizzare la condizione di discontinuità lavorativa, che finora era stata solo trattata come problema degli "utenti", e di imparare, da questi ultimi, le strategie migliori per affrontarla. Questo vale per gli operatori come per chiunque altro si trovi a vivere, avendo perso l'occupazione, l'attuale incertezza del mercato del lavoro. Un altro argomento trattato è la relazione interpersonale, come punta di diamante delle esperienze dei Servizi pubblici al lavoro del territorio e quindi dispositivo tecnico da conservare anche in prospettiva di nuovi modelli organizzativi. Il cuore del libro ruota attorno al binomio lavoro-disabilità; dall'analisi di casi paradigmatici si potrà cogliere tessuto e trama di progettualità complesse. È un viaggio che assomiglia alla rotta di Ulisse verso Itaca e la bussola che lo accompagna segna quattro inediti punti cardinali: relazione-lavoro-disabilità-identità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Indaffarate e soddisfatte. Donne, uomini e lavoro familiare in Italia"
Editore: Carocci
Autore: Carriero Renzo, Todesco Lorenzo
Pagine: 231
Ean: 9788843073900
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il lavoro familiare è di fondamentale importanza per la vita quotidiana delle persone: in sua assenza, tutti i beni e i servizi prodotti gratuitamente grazie alle attività domestiche e di cura andrebbero acquistati sul mercato. Tuttavia, svolgere questo lavoro richiede molto tempo, e ciò penalizza la partecipazione alle altre attività della vita quotidiana. Ma perché il lavoro familiare continua a ricadere prevalentemente sulle donne? Per rispondere a questa domanda, ancora insoluta, il volume analizza empiricamente diverse questioni legate al lavoro familiare: il tempo che donne e uomini vi dedicano, i mutamenti osservabili nello spazio, nel tempo e lungo il corso di vita degli individui, il contributo di bambini, colf e baby-sitter. Viene inoltre preso in esame il ruolo giocato dalle risorse economiche e culturali degli individui, dalla percezione di equità e dal contesto sociale sulla negoziazione tra i partner circa la divisione del lavoro familiare, nonché gli effetti di quest'ultima sul benessere psichico. Le conclusioni della ricerca lasciano presagire che la soluzione dell'enigma sia da ricercare nel peculiare contesto culturale italiano, che porta molte donne a essere sì indaffarate, ma tutto sommato soddisfatte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro"
Editore: Il Mulino
Autore: Stefano Massini
Pagine: 131
Ean: 9788815264244
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Si può parlare di lavoro in molti modi. Questo libro esplora tutti i meandri di una parola insidiosa e corrotta nell’uso, resa spesso inefficace dal suo rimbalzare tra i dialoghi sguaiati dei talk show. Davanti a noi si apre così una prospettiva inedita, quella del drammaturgo che si addentra per un sentiero tanto impervio quanto suggestivo. Il sipario si alza, la parola va in scena: sul palcoscenico si avvicendano personaggi storici e della fantasia, figure del cinema e della letteratura, uomini e umanoidi, ma soprattutto risuona la vita e il dramma del lavoro nel nostro presente.

Stefano Massini è il consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano/Teatro d’Europa e insegna alla Scuola di Recitazione fondata da Giorgio Strehler. Drammaturgo, sceneggiatore e romanziere, è autore di «Lehman Trilogy», ultima regia teatrale di Luca Ronconi. I suoi testi sono tradotti in numerose lingue e rappresentati in tutto il mondo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Genitori al lavoro. L'arte di integrare figli, lavoro, vita"
Editore: Guerini Next
Autore:
Pagine: 178
Ean: 9788868960834
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Tre punti di vista distinti e convergenti per cercare di comporre in un insieme armonico figli, lavoro e vita personale: madri, padri e aziende vengono accompagnati a riflettere su nuovi modelli possibili di gestione del work-life balance con uno sguardo multidisciplinare, tra comportamento organizzativo, psicologia e management. Da un lato, infatti, il ruolo materno ha un grado di complessità sconosciuto alle generazioni precedenti: la scelta di diventare madri e, in parallelo, continuare nel proprio impegno professionale si scontra ancora con il duplice dogma per cui "se sei una brava madre non dovresti lavorare" e "se vuoi lavorare bene non dovresti essere madre". Legittimare nelle donne la loro ambivalenza verso i vari ruoli e verso la fatica stessa della conciliazione significa porre le premesse più solide perché l'esperienza della maternità si traduca in una ri-nascita positiva a se stesse, alla relazione genitoriale e al ruolo professionale. Contemporaneamente, anche in Italia, stanno comparendo sulla scena i "nuovi padri", che rivendicano un ruolo attivo fin dalla sala parto. Questo coinvolgimento affettivo, operativo e concreto nella vita dei figli piccoli pone la necessità di una revisione di modelli sia familiari, sia aziendali. Per le organizzazioni lavorative si tratta di guardare alla genitorialità con uno sguardo che non solo contempli le neo-madri in congedo, ma coinvolga padri e genitori che vogliono essere più presenti nella vita dei figli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il rientro al lavoro. Integrazione e occupabilità nei contesti professionali"
Editore: Cortina Raffaello
Autore:
Pagine: XX-312
Ean: 9788860308191
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Instabilità economica, mobilità lavorativa, cambiamenti sociodemografici, incidenza di malattie sono alcune delle cause che determinano l'allontanamento di un numero sempre maggiore di persone dal mondo del lavoro e, a volte, il loro rientro in differenti contesti professionali, con cambiamenti di ruolo e di identità lavorativa. Promuovere una nuova occupabilità diventa un obiettivo comune del mondo politico, istituzionale, sanitario e sindacale, per il cui raggiungimento il volume offre una base di conoscenze in una prospettiva psicologica e sociale. Vengono esaminate le problematiche connesse al reinserimento lavorativo in seguito a malattia, maternità, riorganizzazioni aziendali, cassa integrazione, riabilitazione da dipendenze e detenzione carceraria, al fine di offrire elementi di riflessione sui nessi tra rientro al lavoro e benessere individuale, in termini di autostima, identità e assunzione di nuove responsabilità e competenze. Il volume si rivolge a psicologi, terapeuti, ricercatori, medici, professionisti delle risorse umane e della riabilitazione e a quanti progettano interventi finalizzati alla riduzione della disabilità lavorativa e alla ripresa di un'attività produttiva soddisfacente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Persone, organizzazioni, lavori. Esperienze innovative di comunicazione d'impresa e valorizzazione delle risorse umane"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 464
Ean: 9788856815832
Prezzo: € 38.50

Descrizione:Il volume si propone di analizzare le interazioni esistenti tra diversi fenomeni emergenti, quali l'evoluzione delle culture e dei modelli organizzativi, la crescente pervasività dell'innovazione tecnologica nei processi sociali e lavorativi e lo sviluppo delle politiche di human resource management e di comunicazione d'impresa, sempre più orientati ad un positivo coinvolgimento degli stakeholder, alla luce della crescente importanza assunta nella determinazione delle politiche istituzionali ed aziendali dal concetto di persona, nella dimensione economico-sociale e nella molteplicità di ruoli di lavoratore, consumatore e fruitore di servizi pubblici e privati. Si tratta di un processo evolutivo che, in questi ultimi anni, ha visto nelle realtà italiane ed internazionali più avanzate il superamento di un approccio istituzionale, produttivo, comunicativo e di marketing orientato a logiche uniformi di carattere collettivo, generiche e indistinte, a favore di una reale e più mirata personalizzazione delle politiche verso soggetti che diventano titolari di diritti e doveri, nella sfera della cittadinanza, ma anche attori e corresponsabili nel raggiungimento di determinati risultati nel campo dei rapporti produttivi e lavorativi. I vari contributi qui presentati propongono approfondimenti che tendono ad analizzare casi empirici innovativi di rilievo nazionale ed internazionale particolarmente significativi, nel settore privato e in pubbliche amministrazioni particolarmente virtuose.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro e società industriale. Da Adam Smith a Karl Polanyi"
Editore: Franco Angeli
Autore: La Rosa Michele, Rizza Roberto, Zurla Paolo
Pagine: 224
Ean: 9788846480248
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il volume intende fornire un contributo alla conoscenza delle modalità di nascita e consolidamento del discorso sociologico sull'economia, sul lavoro e le loro trasformazioni connesse al processo di industrializzazione. L'obiettivo, principalmente didattico, è perseguito attraverso l'analisi dei contributi che Karl Marx, Emile Durkheim, Max Weber, Joseph Schumpeter, Karl Polanyi, Frederick Taylor e Elton Mayo hanno offerto a questo proposito. La trattazione di questi autori, la cui appartenenza totale o parziale al contesto sociologico è fuori discussione, è stata preceduta da una breve analisi di altri come Adam Smith, Charles Babbage e Andrew Ure che, pur non appartenendo strettamente a tale ambito disciplinare, presentano elementi utili a delineare in modo più compiuto il clima culturale e scientifico in cui progressivamente sono venuti maturando i temi, le tensioni ed i metodi dei sociologi che si applicano ai problemi del lavoro e dell'economia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Qualità della vita lavorativa nelle organizzazioni complesse. Il caso dei servizi di salute mentale"
Editore: Franco Angeli
Autore: Gosetti Giorgio
Pagine: 272
Ean: 9788891729972
Prezzo: € 34.00

Descrizione:La complessità organizzativa è sempre più una proprietà emergente, che caratterizza molti contesti di produzione di beni e servizi e assume varie configurazioni. La ricerca presentata nel volume, che ha coinvolto gli operatori appartenenti a tre servizi di salute mentale, ha cercato di cogliere la qualità della vita lavorativa partendo da tre interrogativi di ricerca. In primo luogo, si è voluto esplorare le caratteristiche fondamentali della cultura del lavoro, e quindi gli aspetti di significato che compongono gli orientamenti al lavoro e possono influenzare la valutazione della condizione lavorativa. In secondo luogo, ci si è interrogati sull'eterogeneità di condizioni che contraddistinguono i servizi di salute mentale, avendo a riferimento alcune variabili in grado di descriverle e interpretarle, quali l'organizzazione del lavoro e il profilo professionale e socio-anagrafico-culturale degli intervistati. In terzo luogo, si è voluto verificare, sempre con attenzione alla qualità della vita lavorativa, quali sono le variabili che meglio contribuiscono all'interpretazione della complessità, più sensibili quindi alla spiegazione delle differenze, da poter impiegare anche in ulteriori approfondimenti. Lo studio della qualità della vita lavorativa, un approccio che estende l'analisi oltre la qualità del lavoro, ha permesso di disegnare un altro tassello dell'eterogeneità che sta caratterizzando la società dei lavori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Organizzazioni. Culture, modelli, governance"
Editore: Franco Angeli
Autore: Cocozza Antonio
Pagine: 240
Ean: 9788820462819
Prezzo: € 33.00

Descrizione:Il manuale, rivolto a coloro che intendono affrontare in modo strutturato e sistematico l'evoluzione degli studi organizzativi, prende in esame il concetto polisemico di organizzazione e i nuovi paradigmi interpretativi, in relazione ai profondi mutamenti economici e sociali in atto negli ultimi decenni. I contenuti trattati rappresentano il risultato di innumerevoli anni di studio, ricerca, insegnamento e azione sul campo, nel mondo aziendale, in quello delle pubbliche amministrazioni e in altri contesti organizzativi, come le organizzazioni di rappresentanza e l'associazionismo. Il volume si propone di riflettere sulla pluralità, specificità e differenziazione delle varie tipologie di organizzazioni, attraverso una serie di strumenti concettuali necessari per analizzare e progettare nuovi modelli organizzativi. Tale riflessione tende a oltrepassare l'approccio tradizionale allo studio delle organizzazioni, di tipo strutturale e funzionalistico, in una prospettiva interdisciplinare che si propone di indagare sia il ruolo svolto dalle culture sia la dimensione etica, simbolica e valoriale nelle dinamiche di ridefinizione degli assetti strategici e nella ricerca di una nuova governance nelle organizzazioni innovative. Un particolare approfondimento riguarda il ruolo della leadership, in relazione allo sviluppo dei gruppi professionali e alle competenze necessarie per la gestione dei processi negoziali endo-organizzativi, inter-organizzativi e di carattere sindacale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché le donne valgono anche se guadagnano meno degli uomini"
Editore: Cairo Publishing
Autore: Scampini Sabrina
Pagine: 175
Ean: 9788860526649
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Se pensate che il femminismo abbia ormai fatto il suo tempo e non serva più a nessuno, se credete che tutto sia già stato conquistato, allora perché le donne in Italia continuano a guadagnare complessivamente meno della metà degli uomini? Perché pochissime ricoprono incarichi rilevanti e quasi mai riescono a mantenere la posizione lavorativa dopo la nascita del primo figlio (per non parlare del secondo)? La classifica mondiale sul gender gap nel mondo del lavoro - vale a dire la differenza tra uomini e donne - parla chiaro: siamo i peggiori tra i Paesi avanzati, eppure è come se non ce ne rendessimo conto. C'è chi pensa che la conquista del diritto al voto, le leggi sul divorzio e sull'aborto bastino per parlare di uguaglianza. Negli ultimi tre anni Sabrina Scampini è diventata due volte mamma: ha scoperto che amiche e colleghe non esageravano quando le raccontavano le giornate tra corse all'asilo, ritardi in ufficio e le faccende quotidiane che non finiscono mai. Ha capito che diventare madri non è solo un'esperienza meravigliosa, ma anche terribilmente complicata se vuoi continuare a lavorare. Come giornalista si è sempre occupata di violenza contro le donne: dalle vessazioni domestiche al femminicidio, fenomeno allarmante che spesso nasce dall'incapacità degli uomini di accettare la libertà o il rifiuto delle loro compagne. E che in qualche modo riguarda quell'emancipazione femminile non interamente realizzata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU