Articoli religiosi

Libri - Filosofia Sociale E Politica



Titolo: "Oltre i limiti di Marx. Un confronto tra Negri e Althusser"
Editore: Mimesis
Autore: Viparelli Irene
Pagine: 152
Ean: 9788857542096
Prezzo: € 14.00

Descrizione:1978. Mentre Negri teneva all'École Normale Supérieure di Parigi le celebri lezioni su "Marx oltre Marx", Althusser redigeva il lungo manoscritto "Marx dans ses limites". Due lavori essenzialmente complementari, poiché all'esigenza critica della concettualizzazione dei limiti della teoria marxiana segue il gesto creativo dell'andare oltre; la necessità di trasformare i presupposti del pensiero rivoluzionario. La tesi fondamentale del presente saggio è che la dialettica tra limiti e oltre permette di individuare, tra Negri e Althusser, una complessa relazione, fatta di approssimazioni teoriche e di persistenti distanze. Una relazione che si rivelerà massimamente produttiva sul terreno aporetico: qui, nei luoghi in cui l'oltre Marx non riesce a fondarsi, il confronto tra i due autori lascerà intravedere scorci di nuovi possibili orizzonti teorici. Prefazione di Andrea Cavazzini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Davanti alla legge. Umani e altri animali nella biopolitica"
Editore: Mimesis
Autore: Wolfe Cary
Pagine: 151
Ean: 9788857544274
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Come pensare l'umano al di fuori dei parametri classici delle scienze umane e dell'umanesimo? Come pensare gli animali e il rapporto tra vite animali e vite umane al di fuori dell'antropocentrismo, e il politico al di fuori dei parametri classici della filosofia politica? In «Davanti alla legge. Umani e altri animali nella biopolitica», Cary Wolfe affronta questi temi in una direzione inedita, sviscerando il nesso tra biopolitica, postumanesimo e filosofia dei diritti degli animali e focalizzando il punto - i punti - in cui la classica distinzione biopolitica tra bios e zoe interseca ed è complicata dalla classica distinzione ontologica umano/non umano. Nel corso di un tour de force concettuale attraverso il pensiero biopolitico - da Heidegger e Arendt ad Agamben, Esposito e Butler via Foucault e Derrida - Wolfe mette a fuoco una questione cruciale per la teoria contemporanea: come cambiare lo schema del soggetto umano e delle strutture antropocentriche sottese al progetto di conoscenza umanista immanente all'orizzonte politico della democrazia liberale, del concetto di sovranità e del suo quadro giuridico?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La poetica della virtù. Comunicazione e rappresentazione del potere in Italia tra Sette e Ottocento"
Editore: Mimesis
Autore: Delogu Giulia
Pagine: 248
Ean: 9788857546117
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Cosa significa dire virtù? In realtà, non contano le tante possibili accezioni, ma piuttosto le sue funzioni in quanto chiave di volta su cui far poggiare l'edificio comunicativo. La virtù è onnipresente e si riaffaccia nei temi più disparati: dal linguaggio della massoneria alle teorie medico-pedagogiche del giacobino Giovanni Rasori, dalla tradizione moderna di Plutarco alla rappresentazione di Napoleone, dalle poesie di Tommaso Crudeli alle meditazioni di Pietro Verri. Una pervasività e una pluralità che continuano a suscitare domande e interrogativi circa le sue funzioni. Questo volume nasce dall'idea che per indagare il concetto di virtù tra Sette e Ottocento è necessario, prima di tutto, tracciare una storia di come lo si comunica e lo si rappresenta, di come trova incarnazione nei modelli positivi dei 'grandi uomini', di come si lega alla questione del potere e della sua definizione. Si tratta di una storia della comunicazione, e di una storia della comunicazione politica in particolare, nella quale assume rilevanza, accanto ai contenuti, anche la forma scelta per diffondere il proprio messaggio. Ne emerge una profonda continuità tra Sette e Ottocento, in cui il momento rivoluzionario agisce non come cesura ma piuttosto come filtro. Il concetto di virtù mantiene una connotazione positiva e non perde di autorevolezza. Coloro che lo incarnano continuano a essere eroi dotati di caratteri eccezionali, di quella stessa fibra morale - o costanza - dell'Enea metastasiano; anche se non devono più necessariamente avere il sangue blu o l'obiettivo della sola felicità pubblica, ma piuttosto quello della difesa dei diritti e della repubblica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La filosofia sociale austriaca (1871-1936)"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Monceri Flavia
Pagine: 300
Ean: 9788849852011
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Pur nella varietà di approcci, posizioni e soluzioni, la "tradizione austriaca" delle scienze sociali sembra svilupparsi nel suo complesso entro un orizzonte problematico comune, caratterizzato dall'interesse per un'indagine logicamente conseguente dell'origine individualistica delle istituzioni sociali e dalla già percepibile attenzione per il concetto che siamo ormai abituati a denominare "complessità" e per le sue implicazioni. In questo volume si cerca di rendere ragione di tale orizzonte problematico attraverso l'analisi di alcune figure e problemi centrali per quella tradizione, nonché di mostrare la sua attualità. Infatti esso implica un'ampia riflessione sui presupposti dell'agire umano e sulla configurazione complessiva della società, permettendo di rintracciare nella tradizione austriaca anche una filosofia sociale che ha importanti conseguenze per un ripensamento dei concetti centrali per la filosofia politica e la teoria politica contemporanee, non da ultimo quello di potere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Città, utopia e mito. Studi di filosofia e teoria politica"
Editore: Mimesis
Autore: Bellini Paolo, Storace Erasmo Silvio
Pagine: 72
Ean: 9788857542119
Prezzo: € 10.00

Descrizione:«Quale è la cultura che oggi ci sostiene? Abbiamo ancora una cultura? Quale è la cultura che oggi può rendere le città, le metropoli, un'oasi di bellezza, di vivibilità e di speranza? Non è certo il prorompente progresso a fornirci una soddisfacente risposta. E neppure una cultura borghese oramai esausta, consunta e alla sua fine. D'altra parte, non possediamo più una cultura che ci dia dei modelli rispetto ai quali strutturare i luoghi nei quali abitiamo e abiteremo [...]. La città è diventata una selvaggia terra di nessuno.» (dall'Introduzione di Claudio Bonvecchio)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il femminismo e le sfide del neoliberismo. Postfemminismo, sessismo, politiche della cura"
Editore: If Press
Autore: Casalini Brunella
Pagine: 208
Ean: 9788867881345
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Non solo per resistere alle strumentalizzazioni o alle sfide del neoliberismo, ma anche per rispondere a una crisi economica, politica, sociale, ambientale che appare come il frutto avvelenato di una modernità costituitasi sulla rimozione della vulnerabilità e dell'interdipendenza sociale. E sulle quali paradigmaticamente continuano a insistere, e a persistere, le teorie femministe contemporanee, alle quali questo libro è dedicato. Brunella Casalini è professoressa associata in filosofia politica presso il Dipartimento di scienze politiche e sociali dell'Università di Firenze.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunità immaginate. Origini e diffusione dei nazionalismi"
Editore: Laterza
Autore: Anderson Benedict
Pagine: XVII-214
Ean: 9788858130094
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Benedict Anderson indaga un tema di straordinaria attualità: la microfisica del sentimento di appartenenza nazionale, i suoi linguaggi, la sua genesi e la diffusione in ambiti culturali enormemente diversi tra loro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Politica e negazione. Per una filosofia affermativa"
Editore: Einaudi
Autore: Esposito Roberto
Pagine: 200
Ean: 9788806236045
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il libro ricostruisce la genealogia del reciproco avvitamento tra negazione e politica. Il primo capitolo percorre l'intensificazione della categoria di negazione nel pensiero di cinque intellettuali di diversa formazione - Schmitt, Saussure, Freud, Heidegger e Kojève. Il secondo capitolo analizza la piega negativa di alcune tra le fondamentali categorie politiche moderne - quelle di sovranità, proprietà, libertà, popolo. Ciascuna di esse è stata costruita non in forma positiva, ma come l'esito della negazione del proprio opposto. Il capitolo conclusivo propone una possibile nozione affermativa di politica, intesa non come rimozione del negativo, ma come sua riconversione nei termini positivi della "differenza", della "determinazione" e dell'"opposizione". Gli autori da cui muove il discorso sono soprattutto Spinoza, Nietzsche e Deleuze, interpretati spesso non secondo la loro ricezione abituale e ricondotti all'orizzonte di pensiero elaborato dall'autore in questi anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da dentro. Biopolitica, bioeconomia, Italian Theory"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Chignola Sandro
Pagine: 190
Ean: 9788865482193
Prezzo: € 17.00

Descrizione:L'estendersi dei processi di cattura della vita e di messa a valore della cooperazione sociale - si tratti della privatizzazione del codice genetico delle piante, dell'indefinita dilatazione della giornata lavorativa, dell'appropriazione dei commons - producono un sistema di relazioni che unifica il mondo sotto il comando del capitale. Rispetto a esso, non è dato pensare un «fuori». Nemmeno per un lavoro intellettuale - a per una filosofia - che pensi di poterlo guardare a criticare dall'esterno. Occorre perciò problematizzare lo statuto del pensiero, dare di esso una definizione situata, caricarsi della sua responsabilità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Legalità e legittimità"
Editore: Il Mulino
Autore: Schmitt Carl
Pagine: 148
Ean: 9788815274359
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Pubblicato nell'estate del 1932, nell'agonia della Repubblica di Weimar, il libro offre sia una rigorosa e originale interpretazione dello Stato moderno, sia una lettura della Costituzione tedesca, che nelle intenzioni del grande giurista avrebbe dovuto salvare la Germania dalla paralisi parlamentare e dall'assalto deUe forze estremistiche antisistema. Al di là della contingenza storica in cui fu scritta, e delle soluzioni prospettate da Carl Schmitt, questa drammatica testimonianza intellettuale e politica vale come riflessione classica quanto controversa sulla crisi della democrazia. Introduzione di Carlo Galli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tra ordine e conflitto. Filosofia, economia e politica nel Novecento europeo"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 200
Ean: 9788825512106
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il volume indaga alcuni dei percorsi di costituzione della modernità politica, soffermandosi in particolar modo sul nesso tra ordine e conflitto, ritenuto in grado di fornire una chiave interpretativa delle trasformazioni a cui si è assistito nel recente passato. Nel farlo, si avvale di contributi critici di diversa natura: interventi di natura storico-filosofica relativi a episodi dell'ultimo secolo e altri che dialogano con l'economica politica, per riagganciarla a una prospettiva etica ed elaborare nuove forme di partecipazione politica in una fase segnata dalle conflittuali istanze di uno scenario frammentato nei suoi livelli locali, nazionali, europei, globali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nazione e compassione"
Editore: Castelvecchi
Autore: Teresa Forcades , Demetrio Velasco
Pagine:
Ean: 9788832821963
Prezzo: € 10.00

Descrizione:E' possibile contrapporre un nazionalismo buono, aperto e solidale, a un nazionalismo cattivo, xenofobo e sciovinista? Nazionalismo e violenza, indipendentismo e chiusura, sono veramente concetti inseparabili? In un confronto gravido di tensioni con il filosofo spagnolo Demetrio Velasco, Teresa Forcades esprime le ragioni del proprio nazionalismo indipendentista e, incalzata dalle obiezioni critiche del suo interlocutore, cerca di affermare la sostenibilità di un concetto di nazione che non sia escludente o separatore, che non distingua le persone in base alla razza, al colore della pelle, al sangue o al codice genetico. In un procedere argomentativo a tratti paradossale, la discussione offre un'intensa riflessione su temi quanto mai attuali: la rivendicazione di indipendenza della Catalogna, il diritto dei popoli ad autodeterminarsi, l'Europa e l'unità nella differenza, il sentimento di appartenenza, l'identità di un Paese, il territorio e i confini, la solidarietà fra i popoli e la loro diversità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La luminosa virtù. Un'idea di costituzione nel Mezzogiorno del Seicento. Pagine da «La scienza della legislazione»"
Editore: Donzelli
Autore: Filangieri Gaetano
Pagine:
Ean: 9788868437060
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Come riformare uno Stato nell'età dell'assolutismo? È questo il quesito che affronta la "Scienza della legislazione" di Gaetano Filangieri, una delle opere più significative del pensiero civile italiano dell'illuminismo. La tesi essenziale di Filangieri era che l'opera riformatrice dovesse cominciare dalle leggi, in modo da poter stabilire attraverso di esse un corretto rapporto tra re e sudditi. Il grande pensatore napoletano prefigurava, in tal modo, sulla scia di Montesquieu, una forma di Stato che si sarebbe solo con difficoltà affermata nell'Europa continentale: la monarchia costituzionale. Filangieri si ispirava soprattutto alla Rivoluzione americana, che alla base dell'edificio istituzionale poneva la virtù dei cittadini. Con confuciano pragmatismo, il giovane filosofo napoletano capì che nessuna norma avrebbe potuto funzionare senza la spontanea adesione e la compartecipazione di governanti e governati. Era necessaria una profonda riforma morale che doveva partire dal basso, attraverso un sistema di educazione civile diffuso, a diversi gradi, in tutto il paese, senza distinzioni di luogo e di censo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Schegge messianiche. Filosofia, religione, politica"
Editore: Mimesis
Autore: Amato Pierandrea, Fulco Rita, Gorgone Sandro
Pagine: 202
Ean: 9788857545172
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia dello spazio quotidiano. La città, la strada, la casa, luoghi e altri non-luoghi"
Editore: Diogene Multimedia
Autore: Zampieri Stefano
Pagine: 238
Ean: 9788893630771
Prezzo: € 20.00

Descrizione:È tempo di ripensare profondamente la nostra idea dello spazio, lo spazio-contenitore, lo spazio assoluto e misurabile, per cominciare a delineare il profilo di un'altra spazialità, quella vissuta, profondamente intrecciata alla dimensione del tempo. Da questa prospettiva possiamo scoprire come le case, i ponti, le strade, i confini, le città, le piazze, i quartieri, i centri e le periferie, i luoghi e i non-luoghi del nostro mondo, siano pieni della nostra storia, per nulla neutrali, ma densi di possibilità, di prospettive, di valori. Ciò che si propone in queste pagine è appunto un viaggio di scoperta, fra gli spazi della nostra esistenza, fra i luoghi entro cui tutti noi viviamo la nostra vita quotidiana. Perché anche solo attraversare una porta significa misurare la differenza tra due mondi, perché di fronte ad una finestra si spalanca il mistero della rappresentazione. Perché in ogni giardino si nasconde il germe di un'età dell'oro...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il problema della giustizia"
Editore: Mimesis
Autore: Ferrari Marco
Pagine:
Ean: 9788857545028
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' idea di comunismo e il marxismo del Novecento"
Editore: Mimesis
Autore: Vaccaro Giovambattista
Pagine: 152
Ean: 9788857541761
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Questo libro parte dal dibattito sull'idea di comunismo e si interroga sull'esistenza dentro la tradizione marxista del Novecento di un paradigma del comunismo che risponda alle esigenze emerse da questo dibattito evitandone i limiti, primo tra tutti quello della fine del marxismo. Questo paradigma è individuato nel marxismo occidentale degli anni Venti e nella sua ripresa nel pensiero degli anni Sessanta. Esso viene poi messo a confronto col pensiero post-strutturalista su due problemi cruciali per un rinnovamento della teoria critica: la teoria della reificazione e l'ampliamento della strumentazione analitica del marxismo. Ne nasce una concezione del comunismo come progetto di liberazione dell'individuo e di un diverso modo di vivere basato su un marxismo inteso come antropologia e capace di rispondere alle sfide delle teorie della postmodernità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Atlanti. Immagini del mondo e forme della politica in Max Weber"
Editore: Donzelli
Autore: Alagna Mirko
Pagine: X-243
Ean: 9788868436919
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Palcoscenico della provvidenza; materia plasmabile dalla creatività umana, diretta verso il progresso; giungla, in cui la competizione molecolare è insieme strategia di sopravvivenza e garanzia di un ordine meritocratico; "tutto ciò che accade", affastellarsi di accadimenti senza un fine oggettivo e predefinito. Immagine del mondo ("Weltbild" nel lessico weberiano) è tutto questo, è il "set" di assunti cognitivi sul mondo come totalità che l'umanità si costruisce come criterio di orientamento pratico. Quello che un'immagine ci dice "del" mondo ha effetti sul modo di comportarsi "nel" mondo: le immagini del mondo indirizzano l'agire verso certe direzioni, decidono gli obiettivi, le speranze, le aspirazioni; indicano "chi sono i nostri", separano gli accadimenti significativi da quelli secondari. Plasmano cioè diversi tipi umani, costruiscono le soggettività che agiscono nella storia e nella società. Il dispositivo-"Weltbild" usato da Weber, di cui qui si ricostruiscono struttura e funzionamento, permette di tenere in un unico campo visivo la dimensione ideale degli orizzonti di senso e la costellazione dei condizionamenti materiali; fornendo una chiave di lettura politica e sociale nuova, in grado di valorizzare il ruolo svolto tanto dalla componente ideale dell'immagine quanto dall'elemento materiale del mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In (equalities). Letture da J.J. Rousseau, Mao Tse-tung, M. Friedman, E. De La Boetie, H. Maturana, N. Chomsky, J. Bergoglio, Th. More, B. Russell, J. Kristeva"
Editore: Mimesis
Autore: Calegari Paolo
Pagine: 162
Ean: 9788857543598
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il discorso di Rousseau sulle diseguaglianze sociali è stato, per alcuni aspetti, preceduto e seguito da analisi di diversi autori - alcuni dei quali qui considerati, che hanno offerto prospettive differenti: ideologica (Mao Tse-tung e M. Friedman), sistemica (De la Boetie e Maturana), razionalistica (Chomsky), ecumenica (Bergoglio), utopistica (More), pragmatica (Russell), clinica (Kristeva), rilevando comunanze e differenze. L'autore ritiene che l'importanza delle diseguaglianze non riguardi solo situazioni economiche e sociali degli individui, ma anche vissuti psicologici che coinvolgono tutti i membri della collettività.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Machiavelli e il bisogno di Stato. E altri saggi di politica e filosofia"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Maggi Michele
Pagine: 176
Ean: 9788893590938
Prezzo: € 24.00

Descrizione:L'immagine "machiavellica" di Machiavelli è consegnata alla consuetudine di termini che richiamano un comportamento subdolo e privo di scrupoli. Si tratta di un cliché troppo banale per potervi rinchiudere la ricchezza degli scritti di Machiavelli, e che contrasta poi con la sua stessa vita, tutta contrassegnata, nel periodo dell'impegno di governo come nella condizione successiva, da una dedizione alla cosa pubblica e da una passione politica senza riserve o calcoli meschini. L'autore, che a Machiavelli ha dedicato molti anni della sua ricerca, raccoglie in questo volume una serie di saggi che riconsiderano il pensiero del Machiavelli politico e filosofo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stato, società e libertà. Dal liberalismo al neoliberalismo"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Masala Antonio
Pagine: 297
Ean: 9788849852493
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Questo lavoro indaga l'evoluzione della teoria liberale contemporanea guardando al suo rapporto con espressioni storiche e politiche che a essa si sono richiamate. Con riferimento alla lezione di Foucault, si muove dalla convinzione che per capire la filosofia politica del (neo)liberalismo sia necessario investigare come essa sia passata, e per quella via sia stata ripensata, attraverso associazioni, think-tank e soprattutto alcune esperienze politiche di governo. Se da un lato l'obiettivo del neoliberalismo non è stato sottomettere la società al mercato, ma anzi usare il mercato per «educare» l'uomo ad essere libero, dall'altro le «pratiche liberali» hanno riproposto, in un apparente paradosso, il primato della politica per affrontare il vero (e nuovo) problema: non più solo limitare la crescita del potere dello Stato, bensì tornare indietro da una situazione nella quale il potere politico era già cresciuto troppo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I filosofi e la politica. Teoria e pratica a confronto"
Editore: Edizioni ETS
Autore:
Pagine: 123
Ean: 9788846749345
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Che ruolo ha il filosofo oggi? E quali sono gli interrogativi che il filosofo si pone in rapporto alla società in cui vive, alle istituzioni? Che rapporto ha con la politica? Il filosofo produce solo teorie o ha una certa sfera d'azione in società? Ed è davvero possibile differenziare la teoria dalla pratica? Questo libro contiene una raccolta di saggi che spaziano fra secoli di storia della filosofia. Attraverso i vari filosofi presi in esame si fornisce una differente visione tanto del ruolo del filosofo quanto del rapporto teoria/pratica. L'obiettivo è quello di cercare, a partire da risposte antiche, una possibile chiave di lettura per comprendere il nostro tempo. È possibile oggi reinventare il ruolo del filosofo? E possibile farlo uscire dai contesti accademici, o reinterpretare gli inviti che gli vengono proposti nei varietà, o nei più svariati canali che la società dei mass media propone? Queste sono le domande a cui questo libro si propone di rispondere, abbracciando gli interrogativi del passato. Questi ultimi sono gli stessi di oggi, e se di qualcosa si continua a parlare, ciò significa che si è insoddisfatti riguardo ai risultati raggiunti, mossi da una volontà di rinnovamento, sempre in cerca di una nuova chiave di confronto. Allora riscoprire le riflessioni e le indagini del passato serve a risvegliare interrogativi che vengono oggigiorno quasi ignorati, oppure, forse, solo percepiti diversamente. Premessa di Adriano Fabris.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La mafia desnuda"
Editore: Di Girolamo
Autore: Augusto Cavadi
Pagine: 112
Ean: 9788897050568
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Nel 1992 un gruppo di cittadini palermitani, sgomento per le stragi mafiose del 23 maggio (il giudice Falcone, la moglie Morvillo e gli uomini della scorta) e del 19 luglio (il giudice Borsellino e la scorta), decide di costituire uno strumento stabile di lotta intellettuale contro il sistema di dominio mafioso: l'associazione di volontariato culturale "Scuola di formazione etico-politica Giovanni Falcone". Augusto Cavadi, ideatore dell'iniziativa, racconta qui - senza mistificazioni - i primi 25 anni di questo piccolo, ma significativo, segmento del movimento antimafia italiano. Con la speranza, non troppo nascosta, che tale modello di "minoranza morale" possa essere esportato e adattato in altre zone d'Europa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La comunità politica"
Editore: Jaca Book
Autore: Miguel Abensour
Pagine: 400
Ean: 9788816413382
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Negli incontri tra Michel Enaudeau e Miguel Abensour il filosofo francese racconta il suo itinerario di pensiero, dal folgorate incontro con le utopie di William Morris e La Boétie, con il suo concetto di “Tous uns”, al confronto con Marx, la Teoria critica della scuola di Francoforte, Hannah Arendt e Lévinas. Ognuna di queste tappe è per Abensour occasione feconda di interrogazione e messa al vaglio dei presupposti e dei paradigmi della filosofia politica occidentale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sistema, testimonianza, immagine. Saggi sulla tecnica"
Editore: Mimesis
Autore: Ellul Jacques
Pagine: 82
Ean: 9788857542058
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La tecnica è originariamente un tratto antropologico ma, dalla seconda metà del XX secolo, si è costituita come "sistema". Per Jacques Ellul (1912-1994) i reali potenziamenti derivati dall'attività tecnica sono inscindibili da quelli simbolici e la moderna "adorazione" della tecnologia è un derivato del sentimento ancestrale di adorazione che l'uomo primitivo provava di fronte al carattere misterioso e meraviglioso dell'opera delle sue mani. La tecnica quasi esaurisce la natura del legame che gli uomini stabiliscono tra di loro e con la realtà, dando vita a una sorta di linguaggio universale, che supplisce a tutte le insufficienze e a tutte le separazioni che essa stessa ha introdotto attraverso un'estrema specializzazione in tutti i campi. Nei saggi raccolti in questo volume Jacques Ellul si interroga su quale sia il ruolo attribuito alla testimonianza nella società tecnica, su quali siano le peculiarità del sistema tecnico e sul destino della parola e dell'immagine in questo nuovo milieu.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU