Libreria cattolica

Libri - Filosofia Dell'economia



Titolo: "I dialoghi dell'economia solidale. Scenari e concetti per una transizione possibile"
Editore: Asterios
Autore:
Pagine: 166
Ean: 9788893130325
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Ci sono nel mondo innumerevoli esperienze di relazioni umane fondate sul fare non strumentale, sulla cooperazione disinteressata, sulla solidarietà reciproca, sul mutuo appoggio, sull'assunzione delle responsabilità derivanti dal proprio agire, sulla cura amorevole delle cose e delle persone. Attività che si basano sul libero accesso alle informazioni, sulla generazione distribuita dell'energia da fonti rinnovabili, sulla produzione di cibo con i metodi dell'agricoltura contadina, sulla gestione partecipata dei beni comuni da parte delle comunità locali, su sistemi di finanza, di prestito sociale e raccolta di denaro/crowdfunding senza intermediazioni bancarie, su sistemi di scambio di beni e servizi non monetari, su sistemi di produzione dal basso. Insomma, forme concrete di economie altre e buone, post-crescita, post-oil, post-debito, non centrate sulla massimizzazione dei rendimenti dei capitali investiti, diverse da quelle mercantiliste.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia per l'integrazione culturale e la coesione sociale"
Editore: Egea
Autore: Mavilia Roberto
Pagine: 420
Ean: 9788823845398
Prezzo: € 38.00

Descrizione:Il processo di globalizzazione in atto è un processo multidimensionale che riguarda le persone, i beni, i capitali e le idee e che comporta mutamenti che determinano il verificarsi di situazioni nuove anche a livello locale. La problematica viene affrontata attraverso la presentazione puntuale dei contenuti teorici dell'economia, intesa innanzitutto come scienza sociale. L'impulso alla crescita degli studi sull'interculturalità, infatti, è dovuto anche all'intensificarsi degli scambi economici tra un numero sempre crescente di aree geografiche e all'estendersi dei rapporti e dei contatti tra individui e gruppi di origine etnica e culturale estremamente varia, sia su scala globale che su scala locale. Perciò, si rivela necessario studiare aspetti interculturali e problematiche tradizionalmente ignorate da un punto di vista scientifico. Viene analizzato il legame tra le teorie economiche e la loro applicabilità reale nell'ottica della coesione sociale; nell'ottica, cioè, della costruzione - oggi più che mai necessaria - di atteggiamenti e pratiche volti ad attenuare le disparità tra individui e gruppi, al fine di creare sentimenti di affinità e solidarietà: in questo senso, norme e comportamenti devono essere più strettamente integrati alla teoria economica e questo manuale offre gli strumenti per farlo, poiché la tesi di fondo che lo anima è l'idea secondo la quale l'economia può essere resa più produttiva prestando maggiore attenzione a considerazioni di natura etica relative al benessere integrale degli individui.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La morte del denaro"
Editore: Jaca Book
Autore: Dacrema Pierangelo, Della Beffa Carla
Pagine: 325
Ean: 9788816413825
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Le idee hanno un peso, almeno quelle che meritano questa definizione. E a volte irrompono nella nostra vita, la sconvolgono. Le Lezioni di indisciplina-Pensiero e gesto nell’arte e nell’economia si svolsero per la prima volta in un’aula dell’Università della Calabria. Era la primavera del 2002. Ero e sono un professore di Economia degli intermediari finanziari, uno che studia tutto quanto ha a che vedere con la creazione della moneta, la gestione del risparmio, del credito e dei prodotti finanziari. Il primo a rimanere sconcertato di fronte a un punto di vista (il mio) che portava alla negazione di qualsiasi utilità della moneta, di qualsiasi suo derivato e di tutto il vasto apparato di risorse umane e materiali deputato alla contabilità e all’amministrazione dello strumento ero io. Nonostante il suo titolo un po’ violento, La morte del denaro è un invito alla riflessione, alla moderazione, e anche l’indicazione di una via per non vivere nella paura che le crescenti diseguaglianze provochino disordini diffusi, insostenibili, o che la prossima, inevitabile, crisi finanziaria globale semini panico e ulteriore povertà.

Pierangelo Dacrema, economista, ha iniziato la sua carriera accademica all’Università Bocconi di Milano nel 1981. Professore ordinario dal 1993, insegna all’Università della Calabria. È autore di numerosi articoli e saggi, fra cui La dittatura del PIL (Marsilio, 2007) e la traduzione di Le mie prime convinzioni di John Maynard Keynes (Adelphi, 2012). Per Jaca Book ha pubblicato Lettera a uno studente universitario (2013); Marx&Keynes. Un romanzo economico (2014) e C’era una volta una scienza triste (2015).

Carla Della Beffa vive e lavora prevalentemente a Milano. Arrivata all'arte dopo una carriera come art director e poi direttore creativo in agenzie internazionali di pubblicità, inizia con pittura e net-art, per passare a video, fotografia e progetti interdisciplinari e relazionali. Dal 2011 la sua ricerca artistica è orientata verso le questioni dell’economia e il loro impatto sociale, come la serie di workshop Economia senza soldi

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teorie del rischio e teoria di portafoglio. Un confronto fra concezioni economiche"
Editore: Franco Angeli
Autore: Serafini Gabriele
Pagine: 194
Ean: 9788820458065
Prezzo: € 26.00

Descrizione:La riflessione in merito alle scelte in condizioni di incertezza, ha subito un'accelerazione nel Ventesimo secolo, grazie all'impostazione assiomatica della teoria della probabilità, e all'introduzione dell'approccio rischio-rendimento per la selezione degli investimenti di portafoglio di Harry Markowitz. Il lavoro traccia, nei primi due capitoli, un percorso di ricostruzione delle concezioni del rischio, inserendo tale riflessione nel più ampio studio della razionalità dell'agire economico. Esso prosegue, poi, concentrandosi sulla moderna teoria di portafoglio focalizzando l'attenzione, nel capitolo conclusivo, sul confronto fra lo studio dei problemi del rischio elaborato da Markowitz, l'impostazione precedente fornita da Bruno de Finetti e i risultati successivi conseguiti dalla finanza comportamentale. Il libro si conclude, quindi, con le appendici nelle quali riportiamo alcune definizioni operative del rischio, in uso nel settore dell'intermediazione finanziaria, nonché i fondamenti statistici e matematici necessari per la comprensione del concetto multidimensionale del rischio economico e per una sua coerente misurazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' evoluzione dell'ordine. La crescita dell'informazione dagli atomi alle economie"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Hidalgo César
Pagine: 227
Ean: 9788833928005
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Da sempre appannaggio delle scienze sociali, della finanza e della psicologia, secondo Cesar Hidalgo la crescita economica viene in effetti compresa meglio e più a fondo se la si guarda con gli strumenti della teoria dell'informazione, delle reti e della complessità. Per capire la crescita delle economie, e perché questa crescita avvenga solo in pochi luoghi e non ovunque, bisogna cioè innanzi tutto capire come cresce l'ordine nel mondo. Ma l'ordine sembra essere estraneo all'universo. Sappiamo che la termodinamica stabilisce che col tempo ordine e informazione tendono a scomparire: un vaso si rompe in pezzi diseguali, ma non succede mai che i cocci del vaso rotto si riassemblino spontaneamente a formare una struttura ordinata. Esistono tuttavia dei cicli termodinamici che assicurano un ordine locale, come la vita sulla Terra, ad esempio, ma anche come certe città rispetto ad altre: la Silicon Valley, Tokyo o Parigi. L'economia sembra crescere maggiormente proprio là dove persone, aziende e relazioni fanno il miglior uso possibile dell'informazione. Le economie, in pratica, vengono viste da Cesar Hidalgo come reti informatiche distribuite, fatte di connessioni tra persone, di modo che il problema dello sviluppo economico diventa il problema di rendere questi computer diffusi più efficienti e potenti. Svelando i meccanismi della crescita dell'informazione in natura e nelle società, questo libro mette in comunicazione fisica ed economia in un modo mai tentato prima. L'evoluzione dell'ordine si situa così al crocevia tra la teoria dell'informazione, la fisica, la sociologia e l'economia, adombrando una nuova teoria economica che potrebbe indicarci non solo come fare di più, ma anche come farlo meglio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica dell'economia. Idee per una critica del riduzionismo economico"
Editore: Orthotes
Autore:
Pagine: 182
Ean: 9788893140553
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' economia in 100 parole"
Editore: Gremese Editore
Autore: Caliccia Sandra
Pagine: 126
Ean: 9788884409034
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Telegiornali, uomini politici e di finanza, dibattiti televisivi e quotidiani ci sommergono di definizioni e concetti economici spesso difficili da capire per chi non abbia una formazione specifica sull'argomento. Questa agile guida non dà nulla per scontato e, a beneficio di qualunque profano, "sminuzza" i concetti economici in termini chiari e spiegazioni semplici - ma non semplicistiche. Da Banca a Moneta, da Mercato del lavoro a Costo di produzione, da Competitività a Valore aggiunto, da Cambio a Trattati europei, Salario, Rendita, Debito pubblico e così via, ecco dunque le 100 parole che chiunque deve conoscere per capire i meccanismi macro e microeconomici che condizionano la vita di ciascuno di noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scommettere sulle parole. Il cedimento del linguaggio nell'epoca della finanza derivata"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Appadurai Arjun
Pagine: XXXII-197
Ean: 9788860308603
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Per il celebre studioso Arjun Appadurai il collasso del sistema finanziario nel biennio 2007-2008 ha costituito innanzitutto un cedimento linguistico. Non si nega che l'avidità e un trattamento irresponsabile del rischio siano stati fattori decisivi, ma la condizione di possibilità di quei vizi strutturali va ricercata nel ruolo nuovo che il linguaggio ha assunto nei mercati. I prodotti derivati, che sono la principale tra le innovazioni tecniche di cui vive la finanza contemporanea, sono una catena di promesse riferite a un futuro incerto: inquadrare i derivati da questo punto di vista consente di far emergere l'importanza del linguaggio e del concetto di rischio negli attuali mercati finanziari. Appadurai affronta il tema cercando di far dialogare con originalità economia, sociologia e antropologia e desume un'importante conclusione che si imponeva da tempo: l'idea che esista un nesso inscindibile tra la forza numerica del denaro e la forza linguistica di quello che diciamo di volerne fare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ricerche sulla critica marxiana dell'economia. Materiali per la ricostruzione della teoria del valore"
Editore: Mimesis
Autore: Backhaus Hans G.
Pagine: 416
Ean: 9788857535029
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume raccoglie alcuni tra i più importanti contributi di Hans-Georg Backhaus, l'iniziatore della corrente teorica che nel mondo tedesco è conosciuta come Neue Marx-Lektüre. Partendo da una prospettiva teorica che affonda le proprie radici nella Scuola di Francoforte - in particolare nell'approccio critico di Adorno - Backhaus sviluppa una rilettura complessiva della critica dell'economia politica marxiana a partire dalla dialettica della forma di valore. Il procedimento argomentativo si sviluppa attraverso una comprensione stratigrafica dell'opera marxiana che l'autore presenta attraverso gli interrogativi a cui la tradizione marxista e la teoria economica l'hanno sottoposta. Alla esposizione e alla comprensione critica dell'opera marxiana, l'autore affianca una prospettiva ricostruttiva nella quale, spesso argomentando Marx contro Marx, la critica dell'economia diviene il principio fondante della teoria critica della società. Il volume è arricchito da una lunga introduzione dell'autore sugli inizi della Neue Marx-Lektüre e da un saggio critico dei curatori in cui l'opera di Backhaus è analizzata e contestualizzata all'interno del dibattito sulla teoria marxiana del valore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve storia del pensiero economico"
Editore: Laterza
Autore: Roncaglia Alessandro
Pagine: 336
Ean: 9788859300335
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Una ricostruzione del pensiero economico, dall'antichità classica ai giorni nostri. L'autore presenta con rigore e senza inutili tecnicismi tanto le opere dei grandi classici come Smith, Ricardo, Marx, Keynes, Schumpeter, Sraffa, quanto i contributi delle varie scuole, come i fisiocrati, i ricardiani, la scuola austriaca. Particolare attenzione è dedicata agli sviluppi più recenti, dal secondo dopoguerra all'inizio del terzo millennio. Un libro per tutti coloro che vogliono comprendere le radici dei dibattiti economici dei nostri giorni. Dietro le divergenze sulle scelte di politica economica, infatti, vi sono contrasti tra concezioni diverse dell'economia; gli stessi concetti-base, come valore, mercato, prezzo, equilibrio, assumono significati diversi nel contesto della concezione classica, marginalista, keynesiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "ConsumAutori. I nuovi nuclei generazionali"
Editore: Egea
Autore: Morace Francesco
Pagine: 186
Ean: 9788823835948
Prezzo: € 22.50

Descrizione:"I nuclei delle generazioni sono come quelli degli atomi: dimensioni strutturali tenute insieme da "forze forti", che attraggono con la loro carica positiva e sprigionano energia di legame. E proprio come i nuclei degli atomi, anche quelli generazionali non possono essere quantificati con esattezza ma devono essere osservati nella loro attività. Isolati attraverso l'osservazione etno-antropologica, con tutta la loro carica positiva producono un'enorme attrazione nei confronti di altri soggetti, sia della propria generazione sia di altre, con una potenza che plasma valori e comportamenti del futuro. Lavorare sui nuclei generazionali significa dunque definire una concezione dinamica della segmentazione, in cui, estendendo le aree di attrattività dei brand sulla scia della forza di legame, diventa possibile utilizzare il nucleo generazionale come core target: non come una gabbia o un bersaglio militare, ma piuttosto come una molla verso altre generazioni. In questa nuova prospettiva, imprenditori e manager potranno così valutare le opportunità di convergenza tra settori e utilizzare i nuclei generazionali come facilitatori per nuove partnership. I gruppi generazionali non sono infatti semplicemente target di mercato, ma produttori di possibilità inedite, per una società globale rigenerata, fondata sulla varietà dell'umano, alla ricerca di nuove forme di convivenza." (dall'Introduzione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia e opinione pubblica. Gli economisti e la stampa quotidiana"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 222
Ean: 9788891741202
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento la stampa quotidiana iniziò a svolgere anche in Italia una funzione cruciale di trasmissione e disseminazione di idee e giudizi di valore e fu strumento di sensibilizzazione e orientamento dell'opinione pubblica su specifiche proposte di riforma e misure di policy. Quest'opera raccoglie, in due volumi, i risultati di un ampio lavoro di ricerca diretto a ricostruire e analizzare approfonditamente questo fenomeno e, in particolare, l'attività di opinion makers svolta in età liberale dagli economisti italiani sui principali giornali nazionali. Il primo volume, dedicato ai maggiori cultori italiani di scienze economiche, contiene studi dedicati all'analisi complessiva del loro rispettivo contributo sulla stampa quotidiana. Oltre all'importante azione di alcune figure pionieristiche in queste attività - come Salvatore Cognetti de Martiis, Vilfredo Pareto, Maffeo Pantaleoni, Antonio de Viti de Marco - viene esaminata l'attività di studiosi della generazione più giovane quali Gino Borgatta, Attilio Cabiati, Edoardo Giretti, Federico Flora, e soprattutto del loro Maestro Luigi Einaudi che ha rappresentato un caso pressoché unico nel panorama nazionale. Il secondo volume, che ha invece un'impostazione tematica, raccoglie i saggi relativi ai principali interventi di politica economica e sociale pubblicati sulla stampa quotidiana, in particolare nel periodo compreso tra il 1890 e la presa del potere da parte del Fascismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia e opinione pubblica nell'Italia liberale. Gli economisti e la stampa quotidiana"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 400
Ean: 9788891741196
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento la stampa quotidiana iniziò a svolgere anche in Italia una funzione cruciale di trasmissione e disseminazione di idee e giudizi di valore e fu strumento di sensibilizzazione e orientamento dell'opinione pubblica su specifiche proposte di riforma e misure di policy. Quest'opera raccoglie, in due volumi, i risultati di un ampio lavoro di ricerca diretto a ricostruire e analizzare approfonditamente questo fenomeno e, in particolare, l'attività di opinion makers svolta in età liberale dagli economisti italiani sui principali giornali nazionali. Il primo volume, dedicato ai maggiori cultori italiani di scienze economiche, contiene studi dedicati all'analisi complessiva del loro rispettivo contributo sulla stampa quotidiana. Oltre all'importante azione di alcune figure pionieristiche in queste attività - come Salvatore Cognetti de Martiis, Vilfredo Pareto, Maffeo Pantaleoni, Antonio de Viti de Marco - viene esaminata l'attività di studiosi della generazione più giovane quali Gino Borgatta, Attilio Cabiati, Edoardo Giretti, Federico Flora, e soprattutto del loro Maestro Luigi Einaudi che ha rappresentato un caso pressoché unico nel panorama nazionale. Il secondo volume, che ha invece un'impostazione tematica, raccoglie i saggi relativi ai principali interventi di politica economica e sociale pubblicati sulla stampa quotidiana, in particolare nel periodo compreso tra il 1890 e la presa del potere da parte del Fascismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Trattato sulla coniazione del denaro. Ediz. multilingue"
Editore: Stilo
Autore: Copernico Niccolò
Pagine: 96
Ean: 9788864791715
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Copernico (1473-1543) nacque nell'odierna Polonia da una famiglia di commercianti e funzionari amministrativi originaria della Slesia e lo zio materno, il vescovo Lukasz Watzenrode, provvide affinché il nipote ricevesse una solida formazione. Studioso dai molteplici interessi, nel "Trattato sulla coniazione del denaro", approfondisce la definizione del termine moneta, analizza le varie qualità che essa deve possedere e si sofferma quindi sul suo valore e deprezzamento. Egli formula poi la legge economica generalmente nota come Legge di Gresham (le cui prime formulazioni risalgono a Nicola Oresme e Gabriele Biel), anticipando così di circa duecentocinquanta anni le teorie di Adam Smith.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' economia del bene e del male. Morale e denaro da Gilgamesh a Wall Street"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Sedlácek Tomás
Pagine: 448
Ean: 9788811672272
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'ultima spaventosa crisi economica - quella che stiamo subendo in questi anni - ci obbliga a riflessioni radicali sul mondo intorno a noi, sugli altri e su noi stessi. In particolare, ci costringe a ripensare il nostro rapporto con il denaro, in una società dominata dal principio dell'avidità e dell'arricchimento a qualunque costo, dove la speculazione finanziaria produce incontrollabili effetti perversi. Lo squilibrio tra ricchezza e povertà è un tema su cui gli esseri umani riflettono da quando è nata la civiltà. Tomás Sedlácek ha avuto un'intuizione semplice e geniale: rileggere in questa prospettiva i testi che hanno ispirato l'umanità, sia opere di carattere religioso - dal Vecchio Testamento al Talmud al Corano - sia opere filosofiche, ma spaziando anche in altri ambiti quali il mito, la psicologia, la letteratura, il cinema. Oggi la "scienza triste" privilegia la freddezza astratta dei modelli matematici. "L'economia del bene e del male" riporta invece in primo piano il fattore umano, la sensibilità dei saggi e dei poeti, il nostro senso della giustizia, il valore della solidarietà. Solo ripartendo da questa base, suggerisce Sedlácek, è possibile cambiare il modo in cui pensiamo l'economia e la società in cui viviamo. Prefazione di Vaclaw Havel.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le nuove regole dell'economia. Sconfiggere la disuguaglianza per tornare a crescere"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Stiglitz Joseph E.
Pagine: 189
Ean: 9788842822530
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La Grande recessione iniziata nel 2008 ha aggravato le disuguaglianze di reddito, ricchezza e opportunità in tutto l'Occidente. Joseph Stiglitz è giunto alla conclusione, corroborata da inconfutabili evidenze empiriche, che la disuguaglianza è allo stesso tempo causa ed effetto della crisi. Gli Stati Uniti rappresentano il caso più eclatante e indicativo: questo libro fornisce il quadro completo delle distorsioni ideologiche, delle deregolamentazioni e delle norme tributarie che hanno favorito il settore finanziario e arricchito i più ricchi a spese di tutti gli altri, strangolando la classe media e discriminando i lavoratori, in particolare le donne, gli afroamericani e gli immigrati. E portando l'economia al collasso. La disuguaglianza dipende da potenti forze globali, ma è in primo luogo una scelta deliberata, frutto delle sconsiderate politiche neoliberiste affermatesi fin dagli anni settanta. La piena applicazione di queste politiche ha ucciso il sogno americano, trasformando gli Stati Uniti - da proverbiale terra delle opportunità qual era - in un paese oligarchico dalla scarsissima mobilità sociale, in cui sanità, istruzione e casa di proprietà sono inaccessibili a una larga fetta della popolazione e un quinto dei bambini vive in povertà, mentre l'1 per cento più ricco è uscito persino rafforzato dalla crisi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La disuguaglianza fa bene. Manuale di sopravvivenza per un liberista"
Editore: La nave di Teseo
Autore: Porro Nicola
Pagine: 317
Ean: 9788893440486
Prezzo: € 16.50

Descrizione:L'economia è come il calcio: tutti ne parlano, molti ripetono meccanicamente le idee di altri, pochi sanno descriverne davvero i meccanismi. Nicola Porro ci mette in guardia dai rischi di un pensiero unico che non accetta voci fuori dal coro riscoprendo gli insegnamenti dei più importanti pensatori liberali, molti dei quali oggi ingiustamente trascurati. Parliamo di economisti, filosofi, statisti, persino romanzieri best seller, che nelle loro opere hanno spiegato, e in certi casi previsto, fenomeni con cui abbiamo a che fare quotidianamente. Le tasse e l'istruzione, il falso mito dell'uguaglianza e le profezie apocalittiche degli ambientalisti: in questo libro l'economia torna una disciplina che ci riguarda molto da vicino grazie ai grandi uomini che l'hanno raccontata. Da Thomas Jefferson a Vilfredo Pareto, dalla scuola austriaca di Mises e Hayek agli eroi nazionali Ricossa e Martino, da Houellebecq a Piketty, Nicola Porro ci conduce con linguaggio semplice, tono ironico e una punta di veleno politico, in un viaggio dentro l'attualità, che è anche un viaggio parallelo alla riscoperta dei nomi dimenticati di quella cultura liberale che ha contribuito in modo decisivo a creare l'impalcatura del nostro paese, e dell'Europa che oggi mettiamo maldestramente in discussione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il potere è noioso. Il mondo globalizzato raccontato dal più anarchico degli economisti"
Editore: Baldini Castoldi Dalai
Autore: Forchielli Alberto, Mengoli Michele
Pagine: 219
Ean: 9788868528195
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Accettate il consiglio. Lavorate di più e con maggiore attenzione. Pensate al futuro dei figli. Se siete giovani, sbrigatevi a emigrare. Leggete molto, soprattutto la stampa straniera. Se non sapete l'inglese imparate almeno a leggerlo. Evitate di seguire assiduamente la politica italiana, ma non perdete mai di vista ciò che succede vicino a voi. Osservate il mondo, interessatevi a tutto ciò che è nuovo, a livello di costume, consumi, prodotti e servizi. Non guardate la Tv. Sforzatevi di immaginare se esistono attività imprenditoriali che potete intraprendere anche in rete, o come secondo lavoro. Non abbiate paura di fare lavori manuali, non siate schizzinosi. Se non avete tempo o soldi per viaggiare fisicamente, fatelo sull'iPad. Non fate nessun affidamento sulla pensione. Non investite in titoli di Stato italiani. Rassegnatevi a lavorare fino a settant'anni e più. Non smettete di trombare. Cercate nella storia italiana dei modelli da seguire, dimenticatevi di quello che ci circonda. E non litigate mai con un sottoposto, ma sempre con chi sta sopra di voi. Altrimenti, dove starebbe il divertimento?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La società circolare. Fordismo, capitalismo molecolare, sharing economy"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Bonomi Aldo, Della Puppa Federico, Masiero Roberto
Pagine: 190
Ean: 9788865481653
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Questo libro intende offrire strumenti e visioni per interpretare l'Italia contemporanea. Dopo la lunga stagione del fordismo novecentesco imperniato sulla dialettica capitale-lavoro e quella del postfordismo basato sull'egemonia della micro e piccole impresa territorializzata, siamo oggi entrati in una nuova fase, quella dell'economia circolare, nella quale la nostra socialità è alla base della creazione del valore economico. In questo contesto cambia la relazione tra economia, società e istituzioni regolative. Non più la verticalità del fordismo che includeva con il welfare e i diritti, non più l'orizzontalità dell'economia diffusa che includeva con il fare impresa, bensì la circolarità tra il nostro essere, il nostro sentire, il nostro pensare, connesso senza mediazioni al grande gioco dei flussi globali, dove non è chiaro se il destino individuale e collettivo si configuri come ruota della fortuna o come ruota del criceto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ôikos. La radice comune di economia e di ecologia"
Editore: eum
Autore:
Pagine: 148
Ean: 9788860563118
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Ôikos: la radice comune di economia e di ecologia, tema del quarto incontro organizzato dalla Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Macerata con le Scuole Secondarie Superiori del territorio, vuol mettere in risalto la radice comune dell'economia e dell'ecologia, che non debbono essere considerate come discipline antitetiche ma come ambiti di studio legati da quel primo elemento eco-, appunto ôikos, che ci richiama al concetto di "casa comune". La simbiosi tra economia ed ecologia viene sottolineata dai contributi raccolti che spaziano dall'analisi di modelli matematici sull'esaurimento delle risorse naturali non rinnovabili, all'importanza economica ed ecologica degli insetti, dalla convenienza o meno dell'utilizzazione dell'energia nucleare, al rischio dell'infiltrazione della corruzione nella gestione di tale risorsa, così come dallo sviluppo di un turismo ecosostenibile, alla realizzazione di bilanci sociali ed ambientali da parte delle aziende. Questi ed altri spunti di riflessione mettono, ancora una volta, in evidenza, sotto molteplici prospettive, lo stretto rapporto tra economia ed ecologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Memorie di un intruso"
Editore: Castelvecchi
Autore: Amoroso Bruno
Pagine: 185
Ean: 9788869445903
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Il punto di vista di un economista "dissenziente" raccontato attraverso la vita dell'autore, che vuole coinvolgere i lettori su una questione dirimente: "Dove abbiamo sbagliato?", poiché il punto di approdo di questo lungo viaggio attraverso affetti e scontri autentici è quello di un presente drammatico, inaccettabile e impossibile da condividere. Lungo la strada che porta l'autore da Monteverde (a Roma) a Copenaghen - passando per numerosi Paesi e culture si creano contatti e amicizie, che danno risposte e pongono nuovi interrogativi, che lo arricchiscono benché egli non si integri mai davvero. Il viaggio si conclude con l'abbraccio con altri due - Federico Caffè e Pietro Barcellona - irriducibili testimoni di una storia italiana nella quale l'opportunismo dilagante non è riuscito a oscurare tracce di vite autentiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scelgo, dunque sono. Guida galattica per gli irrazionali in economia"
Editore: Egea
Autore: Canova Luciano
Pagine: 170
Ean: 9788823835771
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Chi ha detto che l'economia dev'essere noiosa o incomprensibile? Concetti apparentemente complicati e difficili, come causalità, correlazione, euristica, e temi quali la psicologia del denaro o i rapporti fra disonestà e decisioni sono qui spiegati con un linguaggio chiaro e comprensibile a tutti, facendo ricorso a esempi tratti dalla vita quotidiana e dalla cultura più pop - da Sid, il bradipo dell'"Era glaciale", a Frodo, un hobbit de "Il signore degli anelli". È un viaggio all'interno dell'irrazionalità, un universo apparentemente sconosciuto come quello del romanzo di Douglas Adams "Guida galattica per gli autostoppisti", che rivela i suoi segreti attraverso una guida allo stesso modo imperdibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fine del capitalismo. Dieci scenari"
Editore: Asterios
Autore: Sivini Giordano
Pagine: 128
Ean: 9788893130202
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Può essere irrazionale il sociale rispetto all'economico? Questo è, alla fin fine, il problema che richiede una soluzione per chiudere la parentesi neoliberale della storia recente del capitalismo. Ma sembra irrisolvibile, nonostante i funambolismi che denunciano la gravità della situazione senza riuscire a porvi rimedio. Si apre così lo spazio per la negazione del capitalismo, non in prospettive utopiche, ma come conclusione di ragionamenti paradigmatici coerenti, relativi alla sua evoluzione storica, e alla dinamica del capitale quando viene considerato come suo motore. Un tempo, per molti, la classe operaia era il soggetto storico che avrebbe dovuto traghettare la società oltre il capitalismo. Il verso della lotta di classe però è cambiato; ora trova impulso dall'alto, e sposta ricchezza verso i vertici della piramide sociale. Tuttavia Marx è più vivo che mai per chi, con le sue lenti, non rinuncia alla lotta e guarda alla fine del capitalismo per riscattare il sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La domanda inevasa. Dialogo tra economisti e giuristi sulle dottrine economiche che condizionano il sistema giuridico europeo"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 396
Ean: 9788815264794
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il processo che ha condotto alla realizzazione dell'Unione economica e monetaria in Europa è stato, da Maastricht in poi, condizionato e giustificato da precise teorie economiche. Neppure la recente crisi economico-finanziaria e il rallentamento della crescita nell'ambito dei Paesi aderenti alla UEM ha indotto a mutare questa impostazione di fondo, che ha spinto invece, acriticamente, a irrobustire i meccanismi di enforcement, considerati troppo deboli. La risposta alla crisi a livello europeo non è stata, quindi, un ripensamento sull'effettiva capacità predittiva e sulla validità delle teorie economiche assunte a fondamento, bensì la considerazione che i cardini di tali teorie non fossero stati rigorosamente rispettati dagli attori politici. In Italia come altrove si è giunti così alla costituzionalizzazione, nelle sue varie versioni, del cosiddetto principio del pareggio di bilancio. Ma le implicazioni in termini di crescita economica sono state deludenti e asimmetriche, come dimostra il confronto con gli Stati Uniti. Coinvolgendo importanti giuristi ed economisti in un originale e costruttivo dialogo, il volume si pone l'obiettivo di stimolare una riflessione interdisciplinare su quella che a oggi appare una "domanda inevasa": è davvero indiscutibile il processo che conduce a perseverare nel rafforzamento delle fiscal rules?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che fine ha fatto il capitalismo italiano?"
Editore: Il Mulino
Autore: Berta Giuseppe
Pagine: 160
Ean: 9788815265081
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Che fine ha fatto il capitalismo italiano? La realtà industriale italiana presenta continuamente casi di imprese virtuose, che operano con successo sui mercati internazionali. Si tratta di imprese di taglia intermedia, che animano un'imprenditorialità vigorosa ma non hanno la forza di sostituirsi ai campioni del passato. Il libro invita a una riconsiderazione coraggiosa degli assetti imprenditoriali dell'Italia d'oggi e a una valutazione realistica del nostro potenziale economico e industriale. La sfera più propria del nostro paese secondo l'autore - è quella del mercato e non del capitalismo: alle sue reti lunghe occorre agganciarsi per non rinunciare a una prospettiva di sviluppo che possiamo ancora conseguire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU